Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Peloponneso > Acaia > Patrasso

Patrasso

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Patrasso
Πάτρα
Il centro di Patrasso visto dal porto
Bandiera
Patrasso - Bandiera
Stato
Regione
Territorio
Abitanti
Patrono
Posizione
Mappa della Grecia
Patrasso
Patrasso
Sito del turismo
Sito istituzionale

Patrasso è una città portuale greca e città capoluogo della Acaia, regione del Peloponneso.

Da sapere[modifica]

Veduta di Patrasso dalla zona del castello

Patrasso è il capoluogo, oltre che della prefettura di Acaia, anche della Grecia occidentale, una regione che comprende le prefetture dell'Elide e della Etolia-Acarnania, quest'ultima situata al di là del canale di Corinto ed unita all'Acaia da un grandioso ponte, il ponte di Rio-Antirio. Patrasso è stata capitale europea della cultura nell'anno 2006.

Cenni storici[modifica]

La città di Patrasso ha una storia di almeno 4.000 anni. Abitata fin dai tempi preistorici divenne in seguito un importante centro di civiltà micenea. La città fu membro della lega achea e raggiunse il suo acme in epoca romana quando, sotto Augusto fu costituita in colonia imperiale. Sant'Andrea, patrono della città, vi predicò il cristianesimo e vi fu martirizzato, crocifisso, secondo la tradizione su una croce a forma di "X" e detta croce decussata o croce di Sant'Andrea. Patrasso continuò ad essere un florido centro commerciale anche in epoca bizantina. Agli inizi del XIII secolo, in seguito agli eventi della IV crociata divenne un feudo sotto il controllo Goffredo I di Villehardouin. Nel 1458 fu conquistata dagli Ottomani sotto il cui dominio rimase fino al 25 marzo 1821, data in cui scoppiò la rivoluzione guidata da membri della società segreta della "Filiki Eteria" di cui faceva parte il metropolita ortodosso della città Germanòs. Dopo la proclamazione del regno di Grecia con il trattato di Londra del 1832 la città si sviluppò in fretta grazie al commercio di uva sultanina e agli inizi del XX secolo fu la prima città di Grecia a dotarsi di illuminazione elettrica e di tram. Durante la II guerra mondiale la città fu oggetto di ripetuti attacchi aerei dell'aviazione militare italiana.

Come orientarsi[modifica]

Una scalinata di Patrasso

La città di Patrasso ha come riferimento il suo porto particolarmente esteso e vitale. La città si estende lungo la costa, principalmente giungendo a nord sino alla zona di Rio dove si trova il ponte che congiunge il Peloponneso alla Grecia centrale. La piazza principale è Vasileon Geogiou che incrocia la strada pedonale Gerokostopoulou che diviene una scalinata sino all'odeon. Lungo questa strada si sviluppano delle stradine perpendicolari piene di locali e nella parte bassa di negozi. In particolare la riga Fereou.

La città digrada verso il made lungo un monte su cui vi è il castello e la parte superiore. Tutte le abitazioni vicino al castello costituiscono la parte alta e più tranquilla della città, mentre vicino al mare nelle strade sfila un gran traffico molto intenso.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto di Patrasso (Araxos) (circa 40 chilometri a sud di Patrasso). Si trova a sud del centro in direzione della spiaggia di Kalogria. E' un aeroporto stagionale che riceve voli charter stagionali da varie località in Europa e low cost. Per i voli regolari, Patrasso è servita dall'aeroporto internazionale di Atene, a circa 250 chilometri a est.
Nel 2009 vi operavano le seguenti compagnie:
La A8 di collegamento tra Atene e Patrasso

In auto[modifica]

Patrasso, è situata nell'angolo nord-orientale del Peloponneso, è collegata ad Atene via Corinto sulla A8 (corrispondente alle rotte europee E65 ed E94.

A sud, Patrasso è collegata con la strada per Amalia, Pyrgos e Olimpia e oltre a Calamata La costruzione di un nuovo ponte che collega Rion (sul Peloponneso) a Antirrion (sulla terraferma della Grecia centrale) è in funzione dal 2004 e porta la rotta europea E55, collegando Patrasso con i punti della Grecia centrale e dell'Epiro (e in seguito in Albania) compreso il porto di Igoumenitsa.

In nave[modifica]

Porto di Patrasso
Da Venezia
Con i traghetti dell'"ANEK"
Con i traghetti della "Minoan Lines"
Da Ancona
Con i traghetti della "Super Fast Ferries". Partono ogni giorno alle 13,30 e alle 19:00.
Con i traghetti dell'"ANEK"
Con i traghetti della "Minoan Lines"
Da Bari
Con i traghetti della "Super Fast Ferries".
Da Brindisi
Con i traghetti della Endeavor Lines

In treno[modifica]

La stazione di Patrasso
  • 3 Stazione di Patrasso (Vicino al porto). Da Patrasso è possibile recarsi in treno ad Atene (3 ore e mezza) o a Calamata (Kalamata) (4 ore). Il servizio è gestito dall'ente delle ferrovie greche (OSE) e la linea verso Atene è attualmente in via di ristrutturazione: il servizio da Patrasso a Kiato è servito tramite pullman, mentre da Kiato ad Atene in treno. È pertanto consigliabile servirsi degli autobus extraurbani, che collegano Patrasso e Atene direttamente, senza soste, fino a quando la linea ferroviaria non sarà completamente funzionante. (Q3097254) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 4 Stazione degli autobus extraurbani (KTEL), Zaimi 2, +30 261 062 3888. È in un edificio rimodernato nel 2004 e situato di fronte la piccola stazione ferroviaria. Collegamenti quotidiani con Atene, Giannina, Calamata (Kalamata), Volos (una sola corsa al giorno con partenza alle 15:30), Salonicco, Tripoli e Karditsa. Pullman frequenti collegano l'autostazione di Patrasso con Atene, ad un costo di circa 20 euro la tratta (circa 2 ore e mezza di viaggio).
    • Da/per Zante - I biglietti si acquistano sul viale Othonos Amalias nº 47 (uscendo dall'ingresso principale del porto a destra). Tel: +30 2610 220 993. Esistono quattro corse al giorno. La prima è alle 08:40. l'ultima alle 19:30. La corriera arriva al porto di Kyllini ove attende il traghetto per Zante.
    • Da/per La Canea (Creta) - Pochi sanno che da Patrasso è possibile raggiungere direttamente La Canea (Chania) nell'isola di Creta, semplicemente acquistando un biglietto KTEL, comprensivo del passaggio in nave. La corriera parte il lun, mar, mer, ven, dom, alle 14:00 e arriva al Pireo alle 17:00. Dopodiché il pullman entra nel traghetto che arriva a Chania alle 06:00 del mattino successivo.
    • Da/per Candia (Iraklio, Creta) - Sempre in corriera che poi entra nel traghetto in partenza dal Pireo per Candia (Candia) dove si arriva alle 06:00 del mattino seguente. Si parte lun, mar, gio, sab, dom alle 15:30. Si tenga presente che dall'Italia esistono voli diretti per il capoluogo di Creta
    • Da/per Delfi - Due volte al giorno partono da Patrasso due corriere per Delfi. Gli orari di partenza sono alle 12:30 e alle 18:00. Il viaggio dura circa 6 ore. La domenica c'è una sola corsa con partenza alle 18:00. La corriera ferma a Itea, il porto di Delfi.
    • Da/per Argo e Nauplia - c'è una corsa consultabile qui.
    • Altre corse per la spiaggia di Kalogria, Kalavrita.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Il servizio di autobus urbani a Patrasso può essere lento e imprevedibile, privo di orari definitivi. Le informazioni possono essere trovate dal piccolo stand davanti al porto, vicino al terminal degli autobus Intercity. Il costo del biglietto dipende dalla zona in cui si viaggia. Il costo è di 1,10 euro all'interno della città (se si acquista il biglietto dai chioschi (greco "periptera") ma più costoso se lo comprate sull'autobus) e 1,50 euro a Rio (circa 1,90 di un autobus).

In genere è preferibile il Ktel e non il bus Urbano perché sono molto lenti e costosi.

Anche la ferrovia va a Rio. La stazione ferroviaria è di fronte al porto. Puoi trovare tutte le modalità di trasporto disponibili su Patras (linee di autobus, taxi, ferrovie ecc.).

In taxi[modifica]

Puoi anche prendere un taxi che puoi trovare in molte cabine nel centro città. Il taxi della città è di colore marrone rossiccio e le spese di trasloco partono da 3,70 € per i percorsi urbani e raggiungono gli 8 - 15 € per andare nei dintorni come Rio, Ag. Vasilios, Vrachneika ecc.

Se chiami il radiotaxi è 2.00 € in più.

Per Taxi Express Patrasso +30 2610 450000.

In auto[modifica]

Non è facile muoversi in auto perché nelle ore di punta il traffico è intenso, soprattutto nelle vie del centro, mentre se ci si allontana è possibile anche trovare un parcheggio libero. Se si pensa di visitare il centro è conveniente lasciare l'auto, salvo utilizzarla per i luoghi più distanti.

In bicicletta[modifica]

Per quanto la città non sia predisposta all'uso della bici, sia per l'assenza di piste ciclabili, per il traffico e le salite impegnative. Vi è tuttavia un servizio di bike sharing:

  • Esay bike, +30 2310 943720. Per quanto il servizio possa essere utile è necessario avere una card per l'uso tramite una procedura sicuramente non immediata.


Cosa vedere[modifica]

Il castello
  • 1 Castello bizantino (Kastro), Frouriou 56, +30 2610 623 390, @ . Ecb copyright.svg Ingresso libero (feb 2018). Simple icon time.svg Mar-Dom: 08:00-15:00. Fu costruito nella seconda metà del VI secolo d.C. sulle rovine dell'antica Acropoli. Nel 805 d.C. gli abitanti della città furono assediati nel castello dagli Slavi e dai Saraceni e la loro vittoria, considerata un miracolo del patrono della città, Sant'Andrea, fu importante per respingere le invasioni barbariche nel Peloponneso. Nei secoli successivi il castello, rimasto ininterrottamente in uso fino alla seconda guerra mondiale per la difesa della città, nonché come centro amministrativo e militare, fu conquistato da Franchi, dai Veneziani, dai Paleologi e dai Turchi.
Il castello è costituito da un recinto esterno triangolare rinforzato con torri e bastioni, che era originariamente protetto da un profondo fossato e da un recinto interno che si innalzava sull'angolo NE e protetto sempre da un fossato. Le fasi costruttive che si distinguono oggi sul castello forniscono la prova dei lavori eseguiti da ciascuno dei suoi conquistatori come riparazioni e disposizioni in base allo sviluppo della scienza militare. La costruzione originale è oggi visibile principalmente lungo la parete nord, ma i resti di essa esistono su tutti e tre i lati della cortina indicando che la fortificazione medievale originale aveva più o meno lo stesso perimetro. Per raggiungere il castello si può salire la grande scalinata o percorrere il breve tragitto fino in cima. Una volta raggiunto il sito storico, i visitatori hanno la possibilità di sedersi e godersi la vista. Vi è un teatro di 640 posti ove si tengono spettacoli nel periodo estivo. Castello di Patrasso su Wikipedia castello di Patrasso (Q4026035) su Wikidata
  • Teatro romano Odeon
    2 Odeon romano (Ρωμαϊκό (Αρχαίο) Ωδείο Πάτρας), Paleon Patron Germanou ke Sotiriadou, Patra 262 25 (nella parte occidentale di Patrasso), +30 2610 276207. Ecb copyright.svg Ingresso libero (feb 2018). Simple icon time.svg Mar-Dom: 08:00-15:00. Situato nella città alta ad ovest dell'Acropoli, l'Odeon di Patrasso, di cui Pausania ci ha lasciato un'ammirata descrizione, fu riportato alla luce nel 1889 e restaurato nel 1956. Ha una capacità globale di 2300 posti e vi si svolgono spettacoli nell'ambito del festival internazionale di Patrasso.
Teatro Apollo
  • 3 Teatro Apollo, Piazza re Giorgio (si trova nella piazza a pochi passi dal municipio della città), +30 261 062 3730. Risale al 1872 ed è opera dell'architetto tedesco Ernest Ziller, lo stesso che ha realizzato la cosiddetta "casa di Schliemann" ad Atene. Apollon Theatre (Q582366) su Wikidata
Il museo archeologico
  • 4 Museo Archeologico, Strada Nazionale 38-40 Patrasso-Atene (Bus urbano numero 2, 3 e 6.), +30 2610 623820, +30 2613 616100, @ . Ecb copyright.svg 4€ intero, 2€ ridotto (feb 2018). Simple icon time.svg Dal 1 novembre al 31 marzo, mar-dom: 08:00-15:00. Dal 1 aprile al 31 ottobre, lun-dom: 08:00-20:00.. Il nuovo museo archeologico è stato aperto nel luglio 2009. L'architettura edificio del museo è abbastanza insolita, con un ingresso in titanio a forma di disco volante. Vi sono mostre tematiche sulla vita privata e pubblica dal tempo dell'antichità all'epoca bizantina. Sono state ricostruite intere case del periodo corrispondente e una necropoli. Museo archeologico di Patrasso su Wikipedia Museo archeologico di Patrasso (Q637025) su Wikidata
La basilica di Sant'Andrea
  • 5 Basilica di Sant'Andrea Apostolo. Terminata nel 1974 in stile neobizantino è di grandi dimensioni, inusuali nella tradizione architettonica greca. Al suo interno vi è conservata delle reliquie di Sant'Apostolo Andrea. Le reliquie sono in una piccola cappella nella parte posteriore a destra della cattedrale. Nonostante il fatto che il tempio attuale (grande, ma inespressivo) sia stato costruito dopo la seconda guerra mondiale, i mosaici danno un'immagine vivida dell'antica Patrasso. Per visitare la Cattedrale, è importante vestirsi in modo adeguato. Gonne per donne e pantaloni lunghi per uomo dovrebbero. Basilica di Sant'Andrea Apostolo (Patrasso) su Wikipedia basilica di Sant'Andrea Apostolo (Q393912) su Wikidata
Lo stadio romano
  • 6 Stadio romano, Iefestou. Lo stadio romano è parzialmente visibile nella zona poco più in basso rispetto all'odeon. Esso è stato inglobato nelle costruzioni e ad oggi solo in alcune strade parte è possibile vedere parti di esso. Esso risale in un epoca tra 80 e 90 d.C. Caesarea (Q16329755) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

Carnevale di Patrasso
  • Carnevale. Simple icon time.svg prima della quaresima (febbraio). E' l'evento più importante di Patrasso. Uno spettacolo che dà ampio spazio anche ai bambini (benché sia frequentato in maggior parte da ragazzi e giovani adulti) e trasmesso in passato anche in Eurovision.
  • Festa di San Andrea (patrono della città). Simple icon time.svg 30 novembre.


Cosa fare[modifica]

Una delle stradine della parte alta di Patrasso

Molto piacevole è una passeggiata verso la parte alta della città, in direzione del castello. Per quanto le salite siano faticose giunti nella zona del castello si possono godere di begli scorci sul porto e di graziose case abbarbicate tra saliscendi di scalinate. Rispetto alle strade del centro, molto trafficate, la zona alta è tranquilla con ritmi blandi e la gente seduta sulla soglia della porta a prendere il fresco.

  • 1 Kartmania, Αγίου Παντελεήμονας, Vrachneika (A sud di Patrasso. Raggiungibile solo con automobile.), +30 2610 272 925, +30 2610 670 242, +30 2610 622 137. Pista di go-kart
  • 2 Casinò, Sirogianni, Rio (All'interno dell'albergo "Porto Rio"), +30 2610992102, +30 2610992212.
  • 3 Stadio Pampeloponnisiako. Assistere ad una partita di calcio presso lo Stadio Pampeloponnisiako. Stadio Pampeloponnisiako su Wikipedia stadio Pampeloponnisiako (Q1933966) su Wikidata
  • Tematica:Naturismo - Praticato in forma discreta nei punti meno frequentati del lungo arenile di Kalogria (spiaggia della monaca). Frequentata anche da gay.


Acquisti[modifica]

La strada più in voga per lo shopping, nonché piacevole per una passeggiata è la Riga Fereou che di notte si trasforma in un ritrovo per giovani alla moda.

Le installazioni dell'"Achaia Clauss", una vineria che produce 30 milioni di litri l'anno con uve raccolte in tutto il paese

Prodotto locale tradizionale è il vino rosso da dessert Mavrodaphne, prodotto sia dalla vineria Achaia Clauss che da altre.

  • 1 Achaia Clauss (fabbrica del vino) (A 8 km a sud-est del centro di Patrasso), +30 261 052 7089. Simple icon time.svg 10:30-17:00. Il suo fondatore, il bavarese Gustav Clauss, arrivò a Patrasso nel 1854 per lavorare in un'azienda tedesca per l'esportazione di uva passa. Durante una delle escursioni visitò questa regione, che lo colpì per la sua bellezza naturale. Klaus comprò un piccolo vigneto per fare il vino per i suoi bisogni e finì con la creazione di questo castello-cantina, che è sopravvissuto fino ad ora. Nel 1861 fondò la Achaia Clauss Co. e iniziò a produrre vini di alta qualità, tra cui il Mavrodaphne di Patrasso, che conquistò sia i mercati greci che quelli internazionali.


Come divertirsi[modifica]

Un buon posto per bere qualcosa, specialmente nei caldi mesi estivi, è la strada del lungomare a Rio. Ci sono molti bar e caffetterie, dove siedono per lo più i greci. I club sono spesso pieni e di solito suonano musica europea.

In centro non è difficile trovare vita notturna. Molto frequentate le strade pedonali come ad esempio la strada che porta nella parte alta di Patrasso e che comincia dalla piazza Re Giorgio (dove si trova il Teatro Apollon). C’è molta vita non solo lungo le scalinate ma anche nelle traverse, piene di locali.

Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Odeio cafè, 25is Martiou 72 (Vicino all'Odeon.), +30 261 062 4176. Bar con una bella veduta sul centro della città.

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Aptáliko, Ifestou 36, +30 261 400 0138. Ristorante greco di ottima qualità e di buon prezzo. In estate ci si può sedere all'aperto con la vista sugli scavi romani. La proprietaria, molto simpatica, vi suggerirà i migliori prodotti parlandovi in francese pur essendo greca. Consigliatissimo.


Dove alloggiare[modifica]

Gli alberghi più cari si trovano con qualche eccezione sul fronte del porto. Per trovare quelli più economici basta imboccare la strada in leggera salita (Aghiou Nikolaou) oltre la piazza dell'Orologio. Gli alberghi più belli sono tutti situati fuori dal centro cittadino.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Campeggio (In località "Kato Alissos", 21 km a sud dal centro), +30 26930 71914, +30 26930 71248-9, fax: +30 26930 71150. Situato sul mare ed è raggiungibile dalla super strada per Olimpia. Aperto da aprile ad ottobre.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]

  • 10 Astir, 16, via Aghiou Andrea., +30 2610 277502, +30 2610 277524, +30 2610 279812, fax: +30 2610-271644. Albergo di cat "A" con 120 stanze (doppie). Dispone di sauna e piscina. L'albergo è situato sul lungomare cittadino di fronte al porto
  • 11 Patras Palace, +30 2610 623131. Ecb copyright.svg 64€.
  • 12 Primarolia, +30 2610 624900. Albergo di categoria "B" appartenente alla catena "Tsimaras Art Hotels" e composto di 13 suites
  • 13 Hotel Byzantino, 106, via Riga Fereou, +30 2610 243000-2, fax: +30 2610 622150. Albergo di cat "A" con 34 stanze ed ospitato in un modesto edificio in stile neoclassico (restaurato).
  • 14 Poseidon Palace, Poseidonos 1 (15 km a sud del centro in località Vrachneika.), +30 2610 241313, fax: +30 2610 241315. Albergo di cat "A" con 38 stanze e 12 monolocali. Situato sulla spiaggia e dotato di piscina. Aperto tutto l'anno.
  • 15 Achaia Beach (5 km a nord del centro vicino alla spiaggia.), +30 2610 991801, fax: +30 2610 992487. Albergo di cat "A" con 84 stanze.
  • 16 Greco Hotel Lakkopetra (Località Kato Achaia, 35 km a sud del centro.), +30 26930 51 713, fax: +30 26930 51 045. Albergo di cat "A" con circa 200 stanze


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Il ponte Rion Antirion
  • Kalavrita - Centro sulle montagne raggiungibile tramite un trenino a cremagliera con due sole carrozze. Magnifici paesaggi.
  • 5 Kalogria (A circa 45 km a ovest di Patrasso. Raggiungibile in auto e in bus, vedi info sul sito web). Un vasto arenile sulle basse coste dell'Acaia. Nei punti più riparati vi si pratica il naturismo.
  • 6 Psathópyrgos. Località di villeggiatura sul mare a est di Patrasso.
  • 7 Kato Achaia (Κάτω Αχαΐα). Spiagga a ovest di Patrasso.
  • 8 Ponte Rion Antirion. Ecb copyright.svg 13,80 € per le automobili (aprile 2018). Questo imponente ponte, che prende il nome da Karilaos Tricupis, uno statista che per primo propose di costruirlo, è il ponte sospeso più lungo del mondo a più tiri. Attraversa lo stretto di Corinto vicino Patrasso, collegando la città di Rion sul lato del Peloponneso con la città di Antirion sulla terraferma. L’attraversamento è a pagamento. Ponte Rion Antirion su Wikipedia ponte Rion Antirion (Q48353) su Wikidata


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).