Scarica il file GPX di questo articolo

Nauplia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Nauplia
Ναύπλιο
Nauplia con l'isolotto di Mpourtsi vista dallafortezza di Palamidi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa della Grecia
Nauplia
Nauplia
Sito del turismo
Sito istituzionale

Nauplia (Ναύπλιο, Nafplio) è una città della Grecia, odierno capoluogo dell'Argolide.

Da sapere[modifica]

La città, situata alle falde di due fortezze, Palamidi e Acronafplia, conta circa 33.000 abitanti. Il centro storico conserva ancora il carattere veneziano.

Secondo la mitologia Nauplia prese il nome dal suo fondatore, figlio del dio del mare Poseidone.

Cenni geografici[modifica]

La città si affaccia sul Golfo Argolico estendendosi verso ovest con una lingua di terra, in quest'ultima sorge il centro storico coperto a sud da un monte su cui sorge la fortezza dei Palamidi sul punto più elevato che si trova a est. A ovest proprio a ridosso del mare c’è l’acronauplia, ad un livello inferiore. Lungo la costa a nord della città si trova il porto, mentre a ovest c'è l'isola fortezza di Bourtzi.

Quando andare[modifica]

Nauplia è visitabile in ogni periodo dell'anno, anche se, un po' come tutta la Grecia il flusso turistico inizia ad aprile per finire a ottobre.

Cenni storici[modifica]

In epoca bizantina la città non svolse un ruolo significativo. Nel medioevo fu presa dai crociati e quindi dai Veneziani che la tennero fino al 1715, anno in cui furono costretti a consegnarla agli Ottomani dopo un lungo assedio conclusosi tragicamente.

Il 3 dicembre del 1822 fu liberata dal giogo ottomano divenendo la prima capitale della Grecia. Giovanni Capodistria, primo presidente di Grecia, vi fu assassinato Il 27 settembre del 1831 nel momento in cui usciva dal tempio di San Spiridione. Secondo gli storiografi greci i mandanti furono gli Inglesi. Di fatto al neonato paese fu poi imposto l'istituto monarchico con un re non eletto dal popolo greco ma scelto dal Regno Unito di concerto con i suoi alleati (Russi e Francesi) nella persona del principe Otto di Baviera che arrivò a Nauplia nel 1833. La capitale fu poi trasferita ad Atene.

La zona nuova della città di Nauplia vista da Palamidi


Come orientarsi[modifica]

Acronauplia

La città è costruita in due parti, la vecchia, che copre tutta la penisola e la nuova, espandendosi a nord e ad est. Al tuo arrivo probabilmente ti fermerai alla stazione centrale degli autobus, che si trova all'estremità est della città vecchia, o al porto, che ospita un ampio parcheggio, sul lato nord della città.

Potrebbe confondere il fatto che la collina che domina la città si trova a sud e il mare a nord. Ma una volta che si nota, è facile orientarsi.

Il punto di riferimento principale della città vecchia è piazza Syntagma, una piazza molto grande, circondata da molti edifici in stile veneziano. A soli due isolati a nord e a ovest si trova la piazza dei Philellinon, vicino al mare e alla fine della parte balneare della strada. Qui si trova anche il vecchio edificio doganale.

Il punto di riferimento per l'intera città, nuova e vecchia, è la congiunzione della strada proveniente da Atene (via Argous) e quella che va verso est fino ad Epidauro e Porto Heli (via Asklepeou). È chiamato "endekate", che significa undicesimo, dopo il sistema di numerazione degli autobus dei vecchi tempi. Da qui inizia un grande parco che copre la vecchia linea ferroviaria che porta all'inizio della città vecchia.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto internazionale di Atene Eleftherios Venizelos.

In auto[modifica]

Da Atene il viaggio è di 1 ora e mezza, 2 ore (147 km). Percorrendo la A8 poco dopo Corinto imboccare la A7. Uscire all'altezza di Nemea andando in direzione sud per Nauplia.

Da Patrasso il viaggio è di circa 2 ore e 15 min (183 km). Si percorre la A8 in direzione Atene, all'altezza di Corinto si imbocca la A7. Uscire all'altezza di Nemea andando in direzione sud per Nauplia.

La stazione di Nauplia di notte

In nave[modifica]

La città ha un buon porto protetto che può ospitare diversi yacht fornendo loro tutti i servizi.

In treno[modifica]

In passato la città era servita dalla linea ferrata per cui esiste ancora la stazione presso il porto, oggi solo un nostalgico ricordo del passato.

In autobus[modifica]

  •  autobus 1 Terminal bus Nauplia (ΚΤΕΛ ΑΡΓΟΛΙΔΑΣ Α. Ε.), Andrea Siggrou, +30 801 114 4000. Gli autobus collegano la città con Atene, Salonicco e tutte le principali città del Peloponneso. Da Atene ci sono dai 12 ai 14 autobus giornalieri (dall'aeroporto Eleftherios Venizelos prendere l'autobus X93 fino all'ultima fermata). Gli autobus della KTEL partono da Atene dal Terminal A nella stazione centrale degli autobus di Kifissos. Il viaggio dura circa 2 ore e il prezzo è di € 14,50 a tratta (feb 2018). Puoi comprare i biglietti online. Per gli orari controllare qui.
Ci sono autobus dal capolinea da Isthmos (Corinto) a Nauplia (feb 2018), a un prezzo di 7,10 € a tratta.
4 autobus KTEL giornalieri viaggiano a Kranidi (30 minuti) e poi a Kosta (per collegarsi con il traghetto locale a Spetses, circa 10 minuti) attraverso Porto Heli (traghetto ad alta velocità per Spetses, circa 15 minuti), o per Hermioni (altro traghetto veloce per Idra, circa 30 minuti, e fino a Poros e Pireo, circa 2 ore). Il programma è progettato per coincidere con le partenze dei traghetti.
È possibile raggiungere anche Epidauro dal lunedì al venerdì con orario unico alle 12:30, andando prima a Palaia Epidavros per poi prendere il bus KTEL locale per il sito.
Si può raggiungere anche Argo passando per il sito di Tirinto. Le corse sono indicate qui. Oppure andare a Micene secondo questi orari.
Una corsa raggiunge Calamata seguendo questi orari.


Come spostarsi[modifica]

Il servizio di bike sharing di Nauplia

Muoversi in città, recentemente, è stato molto più facile, per chi ama le biciclette. Il comune 2 offre biciclette gratuite per un giorno, il servizio si chiama Cyclopolis e la stazione principale si trova proprio di fronte al municipio, ma ci sono anche diversi punti distribuiti in città.

Tuttavia il mezzo migliore è senza dubbio andare a piedi essendo le distanze abbastanza contenute.

In taxi[modifica]

Sono presenti diversi punti di sosta dei taxi che possono essere contattati al numero +30 27520 24120.

In auto[modifica]

Il centro storico è quasi del tutto pedonalizzato. Si può trovare parcheggio gratutito vicino al porto dove vi sono ampii spazi. Bisogna tenere anche conto che i posti si riempiono subito e, specie in alta stagione, si rischia di parcheggiare a parecchia distanza dal centro.

Cosa vedere[modifica]

Piazza dello Statuto
Il Trianon
Il palazzo municipale
Il leone dei bavari
Porta di Terraferma
Rilievo ottomano

A prima vista, Nauplia sembra una città italiana per la sua architettura e le case colorate. Fondamentalmente, Nauplia ha un'architettura abbastanza interessante, con molte tracce di città europee del XVIII secolo, influenze bizantine e ottomane. Molti degli edifici della città vecchia risalgono a duecento anni fa.

  • 1 Piazza dello Statuto (Platìa Syntàgmatos). La piazza centrale della parte vecchia della città imita la piazza Navona di Roma ma con risultati molto più modesti. Ciò nonostante è assai piacevole trascorrervi qualche ora seduti a uno dei suoi ristoranti tradizionali.
  • 2 Trianon (Τριανόν), Platìa Syntàgmatos. In epoca veneziana era un convento di frati cappuccini e francescani. Costituiva anche una chiesa cattolica dedicata a Sant'Antonio. In epoca ottomana fu convertito in moschea. Oggi costituisce una sala da teatro e cinematografica insieme.
  • 3 Palazzo municipale, Piazza dei tre ammiragli (Platia Trion Navarchon), +30 2752 360902. Modesto edificio a due piani in stile neoclassico. La sua costruzione risale al 1834 e all'inizio fu un liceo-ginnasio, il primo a funzionare nella Grecia indipendente.
  • 4 Il leone dei Bavari (Κοιμώμενος λέων), Michail Iatrou 22 (All'interno di un parco, nella parte est della città vicino al cimitero). La figura del leone fu scolpita nella roccia nel 1835 circa dall'artista tedesco Gingel su commissione del re di Baviera Ludovico, padre di Ottone, primo re di Grecia. La scultura è in memoria di soldati dell'esercito bavarese decimati da un'epidemia di tifo nel periodo in cui erano di stanza a Nauplia (1833).
  • 5 La porta della terraferma (I Pili tis Xiràs) (Nella parte nord-occidentale del parco Staikopoulos). Questa porta si apriva un tempo tra le mura veneziane che circondavano l'abitato. Fu aperta nel 1687 da Francesco Morosini. La scultura del leone che l'adornava è oggi conservata nell'ex edificio del parlamento (Odeon)(Ωδείο).
  • 6 Bassorilievo ottomano, Kapodistriou (Accanto all'ingresso della chiesa di S. Spiridione). Bassorilievo con iscrizioni ottomane e simboli islamici.


Edifici religiosi[modifica]

Moschea maggiore di Nauplia
Chiesa di S. Spiridone
Chiesa S Nicola
  • 7 Moschea maggiore (Vouleftikon) (a sud di piazza Syntagma). Questo edificio che occhieggia su piazza dello statuto, ospitò la prima seduta del parlamento greco. In precedenza utilizzato come Moschea del venerdì ottomana.
  • 8 Chiesa di S. Spiridone (Ιερός Ναός Αγίου Σπυρίδωνα), Kapodistriou Street (a metà di Kapodistriou Street). In questa chiesa fu ucciso il primo presidente della Grecia Iannis Kapodistrias il 9 ottobre 1831. La strada porta il suo nome in ricordo dell'evento.
  • 9 Chiesa di San Giorgio (Άγιος Γεώργιος), Plapouta Street. Chiesa metropolitana della città del XVII secolo
  • 10 Chiesa di S. Nicola (Άγιος Νικόλαος), Vasilissis Olgas. Chiesa del XVIII secolo
  • 11 Phrankokklēsiá (Φραγκοκκλησιά), Fotomara Street (ai piedi del castello Acronauplia, a sud est della città vecchia). La chiesa più antica della città, di rito cattolico, costruita su diversi periodi, conserva ancora tracce del vecchio monastero Franco cattolico. Al suo interno si trova una targa in italiano che ricorda i legami con gli italiani per questa chiesa.


Musei[modifica]

Palazzo del Museo archeologico di Nauplia
  • Attrazione principale 12 Museo archeologico di Nauplia (Magazzini della flotta veneta), +30 2752 027502, @ efaarg@culture.gr. Ecb copyright.svg Da Novembre a Marzo: intero 3€, da Aprile a Ottobre: intero 6€. Simple icon time.svg Mar-Dom: 08:00-15:00. Edificio che chiude il lato occidentale di piazza dello Statuto. Fu eretto nel 1713 dal veneziano Agostino Sangredo, come testimonia la placca marmorea sul fianco est del palazzo che funse anche da caserma e quartier generale del comando di Morea '80° squadrone veneto. Si tratta di un edificio severo dal tetto a tegole e solo le finestre cercano di infondere una qualche leggerezza. Dal 1930 vi è ospitato il museo archeologico di Nauplia con reperti archeologici provenienti dai siti limitrofi tra cui Tirinto. Museo archeologico di Nauplia su Wikipedia Q4785420 su Wikidata
Museo della Guerra
  • 13 Museo della guerra, Amalias Othonos 22, +30 2752 025591. Simple icon time.svg Mar-Dom: 09:00-14:00. In un bellissimo edificio storico che ha servito come prima scuola militare in Grecia, nel mezzo di Amalias Street ospita cimeli di guerra, armi da fuoco, mappe, dipinti e fotografie dalla rivoluzione greca alla seconda guerra mondiale.
Costumi del Museo di arte popolare
La galleria nazionale
  • 14 Museo Komboloi, Staikopoulou 25, +30 2752 021618. Ecb copyright.svg 2€. Simple icon time.svg Mer-Lun 09:30-20:30. Il primo museo Komboloi (o rosario), che si dice sia l'unico al mondo, è stato fondato nel 1998 da Aris e Rallou Evangelinos, che colleziona e studia la storia dei komboloi dal 1958. 55.000 visitatori fino ad ora lo hanno visitato e l'unica collezione è composta da circa 1500 komboloi (dall'Asia Minore, Grecia, Siria, Egitto, Turchia, Persia, ecc.) Che risalgono al 1700 al 1950 e sono fatti di vari materiali preziosi e rari. Al piano terra si trova il laboratorio in cui vengono restaurati vecchi i komboloi e ne vengono prodotti nuovi, originali o copie di quelli vecchi.
  • 15 Museo di arte popolare di Nauplia, 1 V. Alexandros, +30 2752 028947. Ecb copyright.svg 4€. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:00-14:30, Dom: 09:30-15:00. La mostra permanente al museo è dedicata alla "Città greca - Nauplia 1822-1922". Al piano terra, vari oggetti del museo sono presentati in una disposizione audace e libera per sottolineare la multiformità delle collezioni, mentre si può visitare anche il nuovo negozio del museo. Museo di arte popolare di Nauplia su Wikipedia Q12883346 su Wikidata
  • 16 Galleria Nazionale, Sidiras Merarchias 23. Ecb copyright.svg Lun ingresso libero.. Simple icon time.svg Lun-Sab: 10:00-15:00, Mer-Ven: 17:00-20:00, Dom 10:00-14:00. Mar chiuso. In un edificio che un secolo fa fungeva da ospedale della città. Ospita dipinti di famosi pittori greci.
  • 17 Museo della distilleria Karonis, Agia Paraskevi, +30 2752024968, @ info@karonis.gr. Simple icon time.svg 09:00-15:00 e 17:00-20:00.

Fortezze[modifica]

La fortezza di Palamidi
  • 18 Palamidi, +30 2752 028036. Ecb copyright.svg 4€ intero, 2€ ridotto. Simple icon time.svg Lun-Dom 08:30-15:00. La fortezza di Palamidi (costruita dai veneziani intorno al 1686 e completata nella sua forma attuale nel 1714) fu così ben costruita che era impossibile conquistarla. Solamente nel 1822, ci riuscirono i greci, creando sorpresa e stupore. In ottime condizioni, puoi visitarlo prendendo i leggendari 999 (in realtà sono 857 gradini), o semplicemente guidare fin lì. La vista è unica, e vedrete anche molti monumenti storici, come le piccole prigioni nelle caverne (anche la prigione dell'eroe nazionale Kolokotronis) e la chiesa di Sant'Andrea. Di notte poi è scenograficamente molto bello il panorama con il golfo e la pianura dell'Argolide, il castello illuminato di Argo a nord e le luci dei piccoli villaggi lungo la strada per l'Arcadia e la città di Astros, a nord-ovest. Palamidi su Wikipedia Q606341 su Wikidata
L'isolotto di Bourtzi
L'acronauplia
  • 19 Bourtzi. La prima parte della fortezza veneziana di Bourtzi fu costruita intorno al 1400, su un'isola rocciosa all'ingresso del porto. L'architetto era il veneziano Antonio Gambell. Durante la sua storia è stato utilizzato come fortezza, come rifugio per il governo greco, come casa per i boia indesiderati, anche come hotel. Occupato dai turchi dal 1715 al 1822. Oggi bastano 5 minuti per visitare Bourtzi con le piccole barche disponibili al porto e osservare la città dal lato opposto. Da non perdere. Bourtzi su Wikipedia Q603886 su Wikidata
  • 20 Antiche fortificazioni (Acronauplia). Tutta la città era fortificata, sia la parte bassa, il quartiere intorno al porto, corrispondente all'attuale centro storico, sia la parte alta, il quartiere delle caserme, ora un sito archeologico aperto, in parte adibite ad albergho.
Delle fortificazioni della città vecchia rimane solo il tratto orientale, proprio di fronte alla stazione centrale degli autobus. L'ampia trincea di protezione è oggi inglobata nel parco della città Q3555617 su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Festa Nazionale. Simple icon time.svg 25 marzo.
  • Sagra del carciofo (Si tiene nel vicino villaggio di Iria). Simple icon time.svg Prima domenica di maggio.
  • Festival di Nauplia. Simple icon time.svg Ultima settimana di giugno. Concerti di musica classica nei siti storici e nei castelli del posto.
  • Assunzione. Simple icon time.svg 15 agosto. Festa con processione


Cosa fare[modifica]

Passeggiando nella città vecchia di Nauplia[modifica]

Veduta a sud dell'acronauplia

Una delle migliori caratteristiche di Nauplia è che tutto nel centro storico è raggiungibile a piedi. In effetti, puoi camminare e in meno di quindici minuti tra il porto, i vicoli, e i vari angoli della città.

Durante le vostre passeggiate a Nauplia, vale la pena di aggiungere 15 minuti al vostro programma per raggiungere Psaromachala (che significa pescivendolo), l'area sotto la collina rocciosa di Acronauplia. In contrasto con il grande stile classico delle dimore e degli spazi aperti della città vecchia, con stretti vicoli e scalinate, e in generale la sensazione di trovarsi in un piccolo quartiere tradizionale, che ricorda molte delle isole greche.

Vita da spiaggia[modifica]

  • 1 Spiaggia di Karathona (appena a sud della collina del castello di Palamede). Lì i locali si riuniscono per godersi il nuoto in questa spiaggia.
  • 2 Arvanitia Beach. Spiaggia a dieci minuti dal centro.

Ancora più a sud, raggiungibili con l'autobus locale, ci sono una serie di spiagge meravigliose, molto frequentate durante l'estate.

Crociere giornaliere nel Golfo Argolico[modifica]

Se hai tempo per provare questa crociera, concediti il piacere di goderti il mare e le attrazioni balneari della zona, compresa una fermata per il bagno. Sul lungomare dove partono le barche per Bourtzi, di solito una volta al giorno in estate è possibile prendere un'imbarcazione.

Acquisti[modifica]

Nauplia ha una storia di prodotti culinari tradizionali greci, basata sulla tradizione delle colture locali.

Negli ultimi decenni è diventato famoso anche per il suoi kombolois, o perline, fatte di ambra e altri materiali. C'è un museo (indicato in alto) per i kombolois e molti negozi simili.

  • 1 Τ' Αναπλιώτικο Μπακάλικο, Plapouta 29, +30 2752 026764. Simple icon time.svg Lun-Dom 9:00-23:00. Salumeria dove è possibile acquistare (e degustare) prodotti tipici come formaggi, oli e tanto altro.
  • 2 Dim.Arg art, πλατεια Αγιου Γεωργιου 16, +30 2752 028063. Simple icon time.svg Lun-Dom 9:00-15:00 e 17:00-22:00. Galleria d'arte.
  • 3 Xantra mou, Staikopoulou 27, +30 2752 300635. Negozio di souvenir tra cui collanine, calamite e manufatti lignei.


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 1 Cine Nafplio, 25 Martiou 4, +30 2752 021466. Cinema.
  • 2 Cinema all'aperto, 25 Martiou. Relativamente vicino al cinema vero e proprio, durante il periodo estivo vengono proiettati film.

Locali notturni[modifica]

  • 3 Iliostasio (Ηλιοστάσιο), +30 2752 026959. Simple icon time.svg 08:00-02:00. Un caffè e cocktail bar di fronte a Bourtzi, un posto bellissimo e romantico, all'estremità ovest del lungomare,
  • 4 Lathos (Λάθος Bar), Vas. Konstantinou Street (pochi metri a est di Syntagma Square). Uno dei bar psichedelici più atmosferici in Grecia, ottimi Gin & Tonic.


Dove mangiare[modifica]

Un ristorante in un vicolo

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Pidalio Mezedopoleio, 25 Apriliou n°5, +30 2752 022603. Tipico ristorante greco dove vengono serviti mezedes, spuntini simili alle tapas spagnole.
  • 2 Karamalis Tavern, Boumpoulinas 43, (Al porto poco distante dalla parte vecchia), +30 2752 097999. Simple icon time.svg 11:00-01:00. Buona qualità a prezzi convenienti. Menù di pesce e cucina greca.
  • 3 Mentor bar, piazza Sintagma, +30 2752 152155. Bar sulla piazza principale della città
  • 4 Goody's Burger House, Sidiras Merarchias 1, +30 2752 096296. Simple icon time.svg 12:00-24:00.

C'è anche la solita scelta dei ristoranti veloci greci. Naturalmente anche numerosi souvlaki e pizzerie, la maggior parte intorno a nord dell'area del parco.

Prezzi medi[modifica]

Ci sono molti ristoranti di media qualità, solitamente mirati alla tradizione greca. Molti di loro sono individuati attraverso Staikopoulou Street nella città vecchia, o nelle strade vicino al lungomare.

  • 5 The Garden (Kipos), FILELLINON SQUARE & IATROU 1 (vicino l'Hotel Gran Bretagna), +30 2752 022978, @ kiposnafplio@gmail.com. Simple icon time.svg 12:00-02:00. Mediterraneo - stile italiano, probabilmente una delle migliori scelte.
  • 6 Omorfo Tavernaki (Το Όμορφο Ταβερνάκι), Kotsopoulou 1, +30 2752 025944. Simple icon time.svg 12:00-24:00. È una buona scelta a prezzo medio (se riesci a ottenere un tavolo).
  • 7 Alaloum restaurant, Plateia Agiou Nikolau 10, +30 2752 029883. Simple icon time.svg Mer-Lun 08:00-24:00.
  • 8 Popeye, Staikopoulou 32, +30 2752 026005. Pizza, hamburger, insalate, pasta e sandwich in stile italiano, tutto è fresco e preparato su ordinazione. Hanno anche una buona selezione di birra proveniente da una micro birreria greca.


Dove alloggiare[modifica]

Una stradina del centro storico

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Un sacco di buone scelte in questa gamma, la maggior parte delle quali sono intorno a Syntagma Square, Offrendo una vista della città vecchia e dell'umore locale.

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

C'è quasi zero violenza o traffico in città, tranne l'occasionale scippatore quando ti rilassi troppo sotto il sole. Le notti sono sicure, puoi andare in giro senza pericolo. È considerato uno dei posti più sicuri in Grecia.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  •  poste 5 Ufficio Postale, Sidiras Merarchias 1, +30 27520 24230. Simple icon time.svg Lun-Ven 07:30-20:30.

Internet[modifica]

  • 6 Biblioteca Palamidis. Simple icon time.svg Lun, Ven: 8:00-15:00, Mar-Gio: 8:00-17:00. Nella biblioteca, oltre ovviamente che ai libri, sono disponibili dei pc su cui è possibile navigare in internet.


Nei dintorni[modifica]

I dintorni di Nauplia sono ricchi di luoghi da visitare per la presenza di tre siti UNESCO.

Siti nei dintorni
Veduta di Tirinto
Isolotto di Romvi (Ρόμβη) nella baia di Tolo
  • 7 Tirinto (A 4 km a nord di Nauplia), +30 27520, fax: +30 27520 24690, @ efaarg@culture.gr. Ecb copyright.svg 4€ intero, 2€ ridotto (feb 2018). Simple icon time.svg Da novembre a marzo: 08:00-15:00, Da aprile all'11 settembre: 08:00-20:00, dal 12 al 30 settembre: 08:00-19:00, ottobre: 08:00-18:00. Solo il venerdì 12:00-17:00. Questo complesso è un sito Patrimonio Unesco dal 1999 e riveste una grande importanza per l'archeologia. Venne scavano dal famoso archeologo tedesco Heinrich Schliemann. Esso risale al 1400 a.C. per poi essere abbandonato attorno al 1200 a.C. Tuttavia rimangono importanti resti dell'architettura micenea. Tirinto su Wikipedia Q217379 su Wikidata
  • 8 Dendra (Midea, frazione di Nauplia), @ efaarg@culture.gr. Ecb copyright.svg 2€ intero, 1€ ridotto (feb 2018), da novembre a marzo 1€. Simple icon time.svg Lun-Ven: 8:00-15:00. Sito preistorico poco distante da Nauplia, con tombe a tholos. Da questo sito proviene la panoplia di Dendra visitabile presso il Museo archeologico di Nauplia. Dendra su Wikipedia Q1186916 su Wikidata
  • 9 Heraion di Argo (Prosymna) (a 17 km a nord di Nauplia), +30 27520, @ efaarg@culture.gr. Ecb copyright.svg Ingresso libero. Simple icon time.svg 8:00-15:00. Si tratta di un tempio dedicato ad Era scavato da Schiemann. Heraion di Argo su Wikipedia Q1607754 su Wikidata
  • 10 Ponte di Kazarma, Strada Leof. Asklipiou 27 (posto lungo la strada che collega Nauplia a Epidauro, poco distante dal comune di Arkadiko). Ponte Miceneo costruito interamente in pietra consentiva un passaggio agevole lungo la strada dell'età del bronzo tra Tirinto e Epidauro Ponte di Kazarma su Wikipedia Q254087 su Wikidata
  • 11 Tomba a tholos di Kazarma, Strada Leof. Asklipiou (posto lungo la strada che collega Nauplia a Epidauro, poco distante dal comune di Arkadiko). Tomba a tholos micenea i cui ritrovamenti sono visibili presso il Museo archeologico di Nauplia. Q20183065 su Wikidata
  • Micene — Antica città del regno miceneo, con la sua porta dei leoni e la tomba di Atreo. Un sito Unesco imperdibile.
  • Epidauro — Il sito di Epidauro è conosciuto soprattutto per il suo teatro greco e per i resti della città. Anche questo è un sito Unesco.
  • Argo — Una città molto antica, ora una tranquilla città agricola a pochi chilometri a nord. Ha un castello che domina la città, le rovine del suo teatro e il resto di antichi insediamenti, e alcuni interessanti monasteri vicini.

Vale anche la pena esplorare i tranquilli villaggi di pescatori vicini come Tolo (Τολό), oggi un centro balneare con numerosi complessi aberghieri, Vivari (con la sua laguna e la sua meravigliosa spiaggia sabbiosa Kondyli), Ermioni, Porto Heli con l'antico porto di Aliis, il piccolo porto di pescatori di Koilada con la sua preistorica grotta di Frahthi e le chiese in miniatura nei pozzi della dolina vicino a Didyma.

Itinerari[modifica]

La piramide di Hellenikon

L'Argolide è famosa tra gli studiosi per il fatto di avere due piramidi di incerta datazione, ma che attestano l'interessante presenza di strutture diverse dal consueto. Entrambe possono essere visitate in poco tempo:

  • 12 Piramide di Hellenikon (A poca distanza dal paesino di Hellenikon a sud-ovest di Argo). Questa piramide mostra la struttura basale ancora intatta e chiaramente leggibile.
  • 13 Piramide di Lygourio (A nord di Lygourio, nei pressi di Epidauro. Poco prima della chiesa di Agia Marina.). Rispetto alla piramide di Hellenikon, questa si presenta più incompleta.


Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.