Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Salvador
São Salvador da Bahia de Todos os Santos
Veduta del vecchio porto con gli uffici della vexxhia dogana
Stemma e Bandiera
Salvador (Brasile) - Stemma
Salvador (Brasile) - Bandiera
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa del Brasile
Reddot.svg
Salvador
Sito istituzionale

Salvador (spesso chiamata Salvador de Bahia) è una città nel Brasile del nordest, capitale dello Stato di Bahia.

Da sapere[modifica]

Con una magnifica città vecchia (patrimonio dell'UNESCO), una scena musicale vivace e il carnevale, Salvador è considerata la culla della cultura brasiliana.

Gli abitanti di Salvador, così come gli abitanti dello Stato di Bahia, hanno la fama di essere rilassati, alla mano e amanti del divertimento, anche per gli standard brasiliani. D'altra parte questo stile di vita è interpretato in modo negativo bollato come pigrizia e poca voglia di lavorare, in contrasto con San Paolo, ritenuta città laboriosa. Comunque sia, pochi sembrano preoccuparsi di questa cattiva fama, e anzi scherzano sopra la presunta pigrizia. La maggior parte dei brasiliani concorda nel ritenere i soteropolitanos gente cordiale e ospitale. Ai residenti piace condividere coi turisti le proprie abilità di ballerini e musicisti, tanto che sono considerati tra i più amichevoli al mondo. I turisti sono sempre i benvenuti e sono accolti con calore.

Il Brasile è terra di diseguaglianze sociali ma in pochi posti è così evidente come a Salvador. La segregazione sociale è evidente, con molti abitanti della classe media e più ricca che vivono in quartieri chiusi da cancelli, in contrasto con i quartieri poveri delle zone più elevate.

Cenni geografici[modifica]

Affacciata sull'Oceano Atlantico si trova all'imbocco della profonda "Bahia de Todos os Santos" ("baia di tutti i santi") in una zona pianeggiante su cui si elevano ripide colline, la costa è un'alternanza di spiagge dorate e basse scogliere scure.

Salvador è situata su una penisola che delimita ad oriente la Baia de Todos os Santos. Il centro storico si affaccia sulla baia ed è diviso in una parte bassa e una alta.

Salvador è la terza città del Brasile per popolazione e si estende per diversi chilometri all'interno. La maggior parte dei turisti però si concentra sui quartieri lungo la costa dove la baia incontra l'oceano. Il clima tropicale offre una natura lussureggiante.

Quando andare[modifica]

Il clima a Salvador è tropicale, con frequenti e brevi precipitazioni, caldo costante mitigato dall'influsso del mare (minima annuale 15°, massima 37°). In inverno (giugno-settembre) le temperature sono di un paio di gradi più basse rispetto all'estate (dicembre-febbraio). La visita è consigliabile tutto l'anno per il grande interesse culturale e per le spiagge urbane, ma nel periodo del carnevale si raggiunge il massimo delle presenze turistiche.

Cenni storici[modifica]

Intorno all'anno 1000, si insediarono nella regione i popoli Tupi provenienti dall'Amazzonia.

La prima presenza europea risale al 1510 quando naufragò una nave francese dell cui equipaggio faceva parte Diogo Álvares, il famoso Caramuru. Nel 1534, fu eretta la cappella in onore di Nossa Senhora da Graça.

Nel 1535 sbarcò Francisco Pereira Coutinho che aveva avuto il titolo di capitano dal re portoghese D. João III. Coutinho ha fondato Arraial do Pereira, nelle immediate vicinanze dove oggi si trova Ladeira da Barra. Questo campo, dodici anni dopo, quando fu fondata la città, fu chiamato Vila Velha.

Agli indiani non piaceva Pereira Coutinho a causa della sua crudeltà e arroganza nel suo trattamento. Per questo motivo, diverse rivolte indigene hanno avuto luogo mentre era nel villaggio. Uno lo ha costretto a rifugiarsi a Porto Seguro, con Diogo Álvares; sulla via del ritorno, a Baía de Todos os Santos, di fronte a una forte tempesta, la barca, alla deriva, arrivò alla spiaggia di Itaparica. In questo, gli indiani lo hanno fatto prigioniero, ma hanno dato la libertà a Caramuru. Francisco Pereira Coutinho fu fatto a pezzi e servito a una festa antropofagica

Il 29 marzo 1549, Tomé de Sousa e il suo equipaggio arrivarono a Ponta do Padrão a Barra, con sei navi, con l'ordine dal re del Portogallo di fondare una città fortezza chiamata San Salvatore. Nacque così la città di Salvador. Sul luogo di sbarco, sulla spiaggia di Porto da Barra, si trova il "segno della fondazione della città", una colonna alta 6 metri di pietra calcarea. Il monumento è stato posato dalla comunità portoghese a Bahia nel 1952, restaurato nel 2013.

Con il governatore arrivarono oltre un migliaio di persone sulle navi. Trecentoventi nominati e stipendi; tra questi il ​​primo medico nominato in Brasile Dr. Jorge Valadares; e il farmacista Diogo de Castro, seicento soldati, nobili esiliati e i primi sacerdoti gesuiti in Brasile, come Manuel de Nóbrega, João Aspilcueta Navarro e Leonardo Nunes, tra gli altri. C'erano poche donne, il che significava che i portoghesi che vivevano in Brasile, in seguito, chiesero al Regno di Portogallo di inviare spose.

Salvador fu la prima capitale brasiliana sostituita nel 1763 da Rio de Janeiro. Centro del movimento d'indipendenza, fu anche tra gli ultimi territori perduti dai portoghesi a vantaggio del nuovo Stato del Brasile.

Salvador era la capitale della tratta degli schiavi, un'eredità evidenziata ancora oggi dalla presenza della numerosa popolazione di discendenza africana. La cultura che ne è derivata per molti aspetti supera il resto del Brasile: nella musica per esempio molti dei nomi più importanti del XX secolo vengono da Salvador, come Dorival Caymmi, Gilberto Gil e Caetano Veloso. Nella letteratura si può nominare Jorge Amado.

Come orientarsi[modifica]

Mappa di Salvador e schema linee metro. Centro evidenziato in colore più scuro

  • Praça Municipal, Praça Tomé de Souza (Cidade Alta). Un tempo centro del Brasile coloniale, oggi offre splendidi scorci anche sul mare. Notevole il Palácio Rio Branco, ricostruito nel 1919; la struttura originale del 1549 ospitava l'ufficio di Tomé de Souza, il primo governatore generale del Brasile.
  • Largo do Pelourinho (Cidade Alta). La piazza della gogna, uno dei luoghi più vecchi della città.

Quartieri[modifica]

Il centro storico è diviso in Cidade Alta, in cima alla scogliera, e Cidade Baixa sulla baia.

  • Città alta — Al centro della Cidade Alta ci sono 2 grandi piazze,Praça da Sé e Terreiro de Jesus, unite all'angolo dalla cattedrale. Praça da Sé ha fontane e i resti della vecchia chiesa. Il Terreiro de Jesus è luogo storico di celebrazioni religiose, circondato da 4 chiese e dall'ottocentesco palazzo della Faculdade de Medicina.
Lungo le stradine intorno le piazze si affacciano bar, alberghi, negozi di artigianato e le scuole di musica, danza e capoeira, il tutto in una zona che è piena di turisti. L'altra zona è invece più commerciale, con il traffico di tutti gli autobus che vengono dalle altre zone di Salvador. La zona coloniale (cidade alta) è la zona storica dove si trovano chiese e palazzi dal XVI al XVIII secolo che prospettano su stradine ripide e lastricate con grossi blocchi di pietra;
  • Città bassa — La città bassa è meno antica ma è ugualmente frequentata da turisti. Present5a infatti qualche punto di interesse storico e culturale.

Gli altri quartieri turistici sono distesi sulla costa, specialmente nel tratto a sud del centro. Il tratto di costa a nord del centro storico ha invece pochi alberghi e non è molto frequentato. I quartieri dell'entroterra sono a carattere residenziale con diversi centri commerciali.

  • Vitória — A sud del centro storico, Vitória è stata oggetto di un'intensa speculazione edilizia ed oggi è il quartiere più caro della città soprattutto nella zona che guarda sulla baia sottostante. Vi sono sorti edifici tra i più alti della città come il grattacielo Margarida Costa Pinto di 143 m
  • Barra — È il quartiere ancora più a sud, ormai sull'estrema punta meridionale della penisola. È l'unico tra i barrios di Salvador ad affacciarsi su entrambi i versanti marini, quello della baia ad ovest e quello dell'Oceano Atlantico ad est. Il suo simbolo è costituito dal "Farol da Barra", il faro che si erge sulla punta, tra i forti di Santa Maria e São Diogo. Presenta anche una varietà di spiagge pubbliche molto frequentate, soprattutto quella di Porto da Barra.
  • Rio Vermelho — È il quartiere ad est di Barra, Dispone di un lungo litorale dove si affacciano alberghi di lusso, Al contrario di altre zone della città, Rio Vermelho ha conservato le sue vecchie case che si affacciano su vie sovente strette.
  • Amaralina — Si distingue per la vita notturna meno influenzata dal turismo straniero
  • Itapuã — È il quartiere intorno l'omonima spiaggia sull'oceano Atlantico, a 25 km circa dal centro. Originalmente era un centro di pescatori, oggi accoglie alberghi di lusso. Ha una vita notturna vivace e pochi turisti stranieri. Verso nord ci sono chilometri e chilometri di magnifiche spiagge, tutte raggiungibili in autobus.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]


In autobus[modifica]

Terminal Rodoviário


Come spostarsi[modifica]

Il vecchio centro storico si gira a piedi. Per salire o scendere potete prendere l'ascensore Elevador Lacerda o il tram. Portatevi un po' di moneta, la tariffa è di R$0.15 e ricordate che le strade tra le due parti possono essere pericolose anche di giorno.

Con mezzi pubblici[modifica]

Rete trasporti su ferro

Come in altre città brasiliane il servizio dei bus è frequente ma piuttosto caotico. Il sito della Superintendência de Transporte Público può comunque esservi d'aiuto, sebbene sia solo in portoghese.

  • Metropolitana (Metrô de Salvador). La metropolitana va da Lapa (in centro) a Bom Juá. La stazione diCampo da Pólvora è a 700 metri dal centro storico e Acesso Norte è vicina al centro commerciale Bela Vista .
La linea 2 collega la città all'aeroporto. Metropolitana di Salvador su Wikipedia metropolitana di Salvador (Q306253) su Wikidata

In taxi[modifica]

Preparatevi a contrattare il prezzo, pochi tassisti usano il tassametro. Però in taxi si può andare ovunque. Ricordatevi di non dividere mai la corsa con degli sconosciuti.

Attenti ai taxi che usano la tariffa 2, notturna, al posto della 1 molto più economica.

In treno[modifica]

Il servizio ferroviario suburbano collega Calçada nella città bassa a Paripe.

Cosa vedere[modifica]

Architetture civili e militari[modifica]

  • 1 Palácio Rio Branco (Cidade Alta). Palácio Rio Branco su Wikipedia Palácio Rio Branco (Q2893436) su Wikidata
  • 2 Solar do Unhão (Cidade Baixa). Il posto migliore dove ammirare il tramonto nella Baía de Todos os Santos. All'interno c'è un piccolo museo, il Museu de Arte Moderna, e a volte ci sono concerti jazz. House and Chapel of the Former Quinta do Unhão (Q10373055) su Wikidata
  • 3 Forte Barra (Forte de Santo Antônio da Barra), Largo do Farol da Barra (Cidade Baixa), +55 71 3264-3296. La prima delle fortificazioni costruite (1698) per difendere la città dai francesi e dagli spagnoli all'inizio del periodo di colonizzazione del Sud America. Il forte dà anche il nome al quartiere, piuttosto popoloso, che è il punto iniziale delle sfilate carnevalesche. Oltre allo splendido panorama ospita il museo navale. Forte di Santo Antonio da Barra su Wikipedia Forte di Santo Antonio da Barra (Q10283940) su Wikidata

Architetture religiose[modifica]

Chiesa di San Francesco nel barrio Pelourinho
Cattedrale
  • 4 Chiesa e convento di San Francesco (Igreja e Convento de São Francisco), Largo Pelourinho (Cidade Alta). Chiesa barocca con annesso convento dell'ordine terziario; si trova sulla piazza centrale dello storico quartiere Pelourinho che prende il nome dalla colonna dove venivano frustati gli schiavi. Importante sito coloniale, la chiesa venne costruita nel periodo 1708-1723, ma gli interni sono stati decorati da vari artisti durante tutto il XVIII secolo e sono considerate tra i migliori esempi dell'arte barocca portoghese-brasiliana. Da questo sito è possibile visitare virtualmente l'interno della chiesa. Chiesa e convento di San Francesco (Salvador) su Wikipedia chiesa e convento di San Francesco (Q3279443) su Wikidata
  • 5 Cattedrale (Catedral-Basílica Primacial de São Salvador) (Cidade Alta). Chiesa barocca, con interno spoglio ma bel soffitto in legno. Cattedrale della Trasfigurazione del Signore (Salvador) su Wikipedia cattedrale della Trasfigurazione del Signore (Q3272450) su Wikidata
  • 6 Igreja de Nossa Senhora do Rosário dos Pretos (Cidade Alta). Igreja de Nossa Senhora do Rosário dos Pretos (Q10300551) su Wikidata
  • 7 Igreja da Ordem Terceira de São Francisco, Rua São Francisco (Cidade Alta). Ecb copyright.svg R$ 3. Church of the Third Order of Saint Francis (Q10300288) su Wikidata
  • 8 Igreja e Convento de Nossa Senhora do Carmo. Church and Convent of Our Lady of Mount Carmel (Q55264671) su Wikidata
  • 9 Igreja de Nosso Senhor do Bonfim (Bonfim). Piccola chiesa a nord, considerata uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio del Brasile. Chiesa dalla facciata neoclassica ma dall'interno barocco. Si trova su una collina nel quartiere di Bonfim ed è caratterizzata da un evidente sincretismo religioso. chiesa di Nostro Signor del Bonfim (Q583900) su Wikidata

Musei[modifica]

  • 10 Fundação Casa de Jorge Amado, Largo do Pelourinho (Cidade Alta). Jorge Amado non visse mai nel quartiere di Pelourinho (la sua vera casa in un'altra zona della città dal 2014 è pure sede di un museo), ma in questo distretto storico sono ambientati molti dei suoi romanzi che l'hanno reso noto in tutto il mondo.
La Fondazione è stata aperta nel 1987 in un edificio coloniale dalla facciata azzurra. Nei quattro piani dell'esposizione permanente sono raccolti l'archivio dell'autore, un centro ricerche e un museo con i suoi oggetti personali e le copertine delle innumerevoli edizioni delle sue opere in tutto il mondo. Le lingue in cui è stato tradotto Amado sono ricordate anche da un murale al piano terra, dove ne sono elencate più di 60. Fondazione casa-museo di Jorge Amado su Wikipedia Fondazione casa-museo di Jorge Amado (Q10286271) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

Carnevale
  • Carnevale. Secondo il Guinness dei Primati, il carnevale di Salvador è il più grande del mondo. Dura settimane e attrae migliaia di brasiliani e turisti da ogni dove. Le parate seguono generalmente tre circuiti: uno nel centro storico Pelourinho (coi gruppi in costume), uno a Campo Grande, dove si suona la samba, e negli ultimi anni quella di Barra/Ondina, dove la moderna musica brasiliana Axé si unisce a ritmi e musiche di altri generi e stili, e le bande sfilano tra i palchi Camarote da una parte e la spiaggia dall'altra. Per assistere potete stare sui palchi a lato o prendere una delle magliette che vi consente di passeggiare assieme ai vari gruppi. Bahian Carnival (Q1734131) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

  • 1 Elevador Lacerda, Rua da Conceição da Praia, Salvador, Bahia, Brasil (Cidade Baixa), +55 71 3103-3103. Ecb copyright.svg R$0.15. Il bellissimo ascensore art-deco unisce la Cidade Alta con Comércio via 4 ascensori che percorrono 72 m in circa 30 sec. Il primo venne installato dai gesuiti nel 1610 per trasportare merci e passeggeri dal porto all'insediamento. Nel 1868 venne inaugurata la struttura in ferro sostituita dal sistema elettrico nel 1928. Davanti si può ammirare la Câmara Municipal, il municipio del XVII secolo. Dall'alto si gode una vista spettacolare. Elevador Lacerda su Wikipedia Elevador Lacerda (Q1328348) su Wikidata

Spiagge e parchi[modifica]

Praia Porto da Barra
  • Abaeté Park. Parco che si estende attorno all'omonimo lago. Bello il contrasto tra l'acqua scura e la spiaggia bianca. Bar e intrattenimenti in zona.
  • Praia Porto da Barra (spiaggia Porto da Barra), Praia Porto da Barra, Salvador, Bahia (vicino Avenida Oceânica e Avenida Sete de Setembro). Praia Porto da Barra sembra Pelourinho: piccola pittoresca, affollata, piena di venditori di qualsiasi cosa e circa la metà della gente è straniera. A sinistra del faro Praia do Farol da Barra è famosa tra i surfisti. Ci sono bar e ristoranti aperti tutto il giorno, ma di notte può essere meno piacevole.

L'ideale per il divertimento è andare in vacanza a Salvador durante il carnevale. Ci sono comunque molte altre occasioni e possibilità di divertimento tra cui il golf, il surf in spiaggia, visitare le aree naturali e molto altro.


Acquisti[modifica]

  • 1 Mercado Modelo (Cidade Baixa). Il mercato principale della città, nella vicina piazza si possono vedere i capoeiristi, non a caso la capoeira è nata proprio in questa zona. Mercado Modelo (Q3306262) su Wikidata


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

I ristoranti a Bahia sono ottimi e offrono quasi tutti cucina sudamericana con qualche eccezione. Provate i piatti a base di pesce come il badejo grigliato. A Terreiro de Jesus si mangia bene anche agli stand degli Afro-Brasiliani baianas con i loro tradizionali vestiti bianchi. Provate la Abara: crema di fagioli, olio di dende e cipolle cotte in foglia di banana e spezie.

La acarajé sono frittelle di fagioli e cipolle fritte in olio di palma con vatapá (crema di gamberi, piccante). Le vendono i Baianas per strada.

Prezzi modici[modifica]

  • Acarajé da Cira, Largo de Itapuã, +55 71 3249-4170.
  • Acarajé da Dica, Rua J, Castro Rabelo (Pelourinho).
  • Quiosque de Amaralina, Ave Otávio Mangabeira (Amaralina).

Prezzi medi[modifica]

  • Bistrô PortoSol (Vicino Porto da Barra). Piccolo ristorante austro-ungarico gestito da un austriaco on sua moglie.
  • Companhia da Pizza, Rio Vermelho. Famosa pizzeria in città.
  • Maria Mata Mouro (Pelourinho). Piccolo, solo 12 tavoli ma buono. Provate i gamberi.
  • Meridiano, Ave Tancredo Neves (Davanti Casa do Comércio). Cucina gourmet a buon prezzo.
  • Panela da Bahia, Rua Frei Vicente, 7 (Pelourinho). Cucina di Bahia e drink dai gusti tropicali, molto buono.

Prezzi elevati[modifica]

  • Amado, Ave Contorno. Cucina contemporanea.
  • Barbacoa, Ave Tancredo Neves. Carne a una delle migliori feijoada di Salvador.
  • Boi Preto, Boca do Rio (Davanti Aeroclube Plaza Show vcicino al centro congressi). Una delle migliori churrascarias in città.
  • Mistura (Itapoã). Specializzato in piatti di pesce e cucina internazionale.


Dove alloggiare[modifica]

Ci sono alloggi per tutte le tasche ed esigenze. I più cari sono vicini alla spiaggia.

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Salvador è famosa per i reati ai danni dei turisti che girano senza prendere precauzioni o facendo poca attenzione. I siti turistici più importanti come Pelourinho e Mercado Modelo, ed eventi come il Carnevale però sono solitamente molto controllati dalle forze dell'ordine.

È sempre meglio girare di giorno se vi spostate a piedi, in bus o in bici. Non portate con voi oggetti di valore e mai troppo denaro. Le spiagge di Flamengo e Stella Maris sono tranquille durante il giorno.

Di regola, non fidatevi degli sconosciuti che vi vengono incontro in modo amichevole.

Di notte è meglio prendere un taxi per uscire e restate in zone affollate. Se non vedete altri turisti state ancora più attenti.

  • Alcune zone frequentate da turisti di notte possono essere pericolose come il porto di Barra. Evitate la spiaggia di notte.
  • La lunga strada che dalla città vecchia va al porto va evitata anche di giorno. Prendete sempre l'ascensore.
  • Se alloggiate a Barra attenti alla favela vicino Shopping Barra, specie di notte. Anche la zona a est verso la spiaggia può essere pericolosa.
  • Attenti al traffico. Anche quando attraversate a un passaggio pedonale con semaforo, muovetevi solo quando le macchine sono ferme.
  • Mai dividere il taxi con sconosciuti, potrebbe essere una scusa per rapinarvi.
  • Attenti ai bambini a Pelourinho, spesso sono borseggiatori.


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

In giornata all'isola di 3 Itaparica.

Salvador è un'ottima base per raggiungere anche:

Praia de Arembepe
Nord
  • 4 Praia de Arembepe — Piccola spiaggia lungo la Costa dos Coqueiros dove fare surf.
  • 5 Praia do Forte — Spiaggia e santuario delle tartarughe "Project Tamar".
  • 6 Imbassaí (10 km a nord di Praia do Forte) — Villaggio tranquillo tra il mare e un fiume, il panorama è splendido.
  • 7 Massarandupió— a 90 km da Salvador,un vero paradiso con una spiaggia semi-deserta. Camminando si raggiunge una zona per nudisti. Area campeggio vicino alla spiaggia.
Sud
  • 8 Morro de Sao Paulo — Isola molto frequentata da turisti e brasiliani, spiagge bellissime.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Salvador (Brasile)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Salvador (Brasile)
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.