Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

San Paolo
Il centro visto dal terrazzo del grattacielo Itália
Stemma e Bandiera
San Paolo (Brasile) - Stemma
San Paolo (Brasile) - Bandiera
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa del Brasile
San Paolo (Brasile)
San Paolo
Sito del turismo
Sito istituzionale

San Paolo (São Paulo) è la capitale dell'omonimo stato federato del Brasile, situato nella regione del sudest.

Da sapere[modifica]

Quando andare[modifica]

Il periodo migliore per visitare San Paolo è da marzo a maggio (autunno) o da ottobre a novembre (primavera) quando le temperature sono favorevoli, la città vede meno precipitazioni (e meno foschie) e in concomitanza con eventi di maggior richiamo. Poiché San Paolo si trova nell'emisfero australe, le stagioni sono ribaltate rispetto a quelle nell'emisfero settentrionale.

L'estate di San Paolo (da dicembre a febbraio) è calda e umida, mentre l'inverno (da giugno a settembre) vede temperature più confortevoli e precipitazioni scarse. A parte le copiose piogge estive, le temperature sono piacevoli tutto l'anno, scendendo raramente sotto i 17° C.

L'inquinamento atmosferico è intenso, dovuto principalmente alla circolazione veicolare. Il limite fissato di 20 microgrammi di particolato per metro cubo di aria è superato abbondantemente (38 microgrammi per metro cubo), ma inferiore a quello di Rio de Janeiro (64 microgrammi per metro cubo). Uno studio del 2013 ha rivelato che l'inquinamento atmosferico provoca più morti degli incidenti stradali.

All'inquinamento atmosferico si aggiunge quello idrico, concentrato principalmente nei suoi due fiumi principali, il Tietê e il Pinheiros, altamente degradati e figuranti tra i corsi d'acqua più inquinati del paese. Dal 1992, tuttavia, il fiume Tietê ha subito un programma di bonifica che è già costato 2,7 miliardi di dollari.

Anche il problema dell'approvvigionamento idrico è fonte di preoccupazione per le autorità comunali. Le riserve sono scarse nella regione circostante, l'acqua è attinta da fonti sempre più distanti e quantitativi di cloro sempre maggiori sono immessi nella rete.

Cenni storici[modifica]

Pátio do Colégio, la scuola fondata dai Gesuiti nel 1554

Nel territorio ove sorge l'odierna città di San Paolo, dodici sacerdoti della compagnia di Gesù fondarono, il 25 gennaio 1554, una scuola con il fine di impartire lezioni di catechismo agli indigeni che vivevano sull'altopiano di Piratininga, separato dalla costa dalla Serra do Mar, chiamata dagli indiani "Serra de Paranapiacaba".

Alla scuola, originariamente una semplice baracca in terra battuta, fu dato il nome di Colégio de São Paulo de Piratininga, essendo stata fondata lo stesso giorno in cui la chiesa cattolica celebra la ricorrenza della conversione dell'apostolo Paolo di Tarso.

Per i successivi due secoli San Paolo rimase un villaggio povero, isolato dagli altri centri della colonia portoghese allineati lungo la costa. L'unico sentiero che collegava il villaggio al litorale, il Caminho do Piraiquê (oggi Piaçaguera) non era praticabile per i continui attacchi degli indigeni. L'economia del villaggio era di semplice sussistenza non avendo i coloni affluiti al seguito dei padri gesuiti, i mezzi necessari per l'acquisto di schiavi da impiegare nelle piantagioni.

Bandeirante, olio su tela al museo Paulista USP

Nel 1690 i coloni scoprirono filoni auriferi nella regione ai confini con l'odierno stato del Minas Gerais, fatto che attrasse l'attenzione delle autorità portoghesi. Il 3 novembre 1709, fu creato la capitaneria di San Paolo e Minas de Ouro e Vila de São Paulo fu elevata al rango di città. Nuovi giacimenti furono scoperti intorno al 1720, dai pionieri (bandeirantes) che si erano mossi in direzione delle odierne città di Cuiabá e Goiás, fatto che portò all'espansione del territorio brasiliano oltre la linea fissata con la Spagna con il trattato di Tordesillas.

Quando alla fine del XVIII secolo i filoni auriferi si esaurirono, iniziò per i paulisti il boom della canna da zucchero. Con i precedenti ricavi dall'estrazione e dal commercio dell'oro fu loro possibile istituire piantagioni su larga scala dove lavoravano migliaia di schiavi africani. Lo zucchero era esportato in Europa tramite il porto di Santos, unito a San Paolo da una comoda strada, la Calçada do Lorena.

Dopo l'indipendenza del Brasile, fu inaugurata la Facoltà di Giurisprudenza presso il Convento di São Francisco, la prima di una serie di università che portò lustro alla città, soprannominata in seguito Burgo dos Studenti di São Paulo de Piratininga.

Al boom dello zucchero si aggiunse quello del caffè, inizialmente coltivato nella regione di Vale do Paraíba e successivamente estesosi nelle regioni di Campinas, Rio Claro, São Carlos e Ribeirão Preto. Nel 1869 fu inaugurata la ferrovia da San Paolo al porto di Santos, detta A Inglesa. Alla fine del XIX secolo San Paolo era divenuta il principale nodo delle linee ferroviarie provenienti dall'entroterra.

L'inizio del '900 fu anche il periodo in cui la città cominciò a ricevere grossi flussi di immigrati europei, soprattutto di italiani che trovarono impiego nelle industrie nascenti.

Al tempo della prima Repubblica (1889-1930), San Paolo passò da centro regionale a metropoli d'importanza nazionale, raggiungendo il suo primo milione di abitanti nel 1928. Furono intraprese grandi opere pubbliche come l'apertura dell'Avenida Paulista nel 1900, tuttora il più celebre viale cittadino e la costruzione dell'edificio della stazione ferroviaria, la Estação da Luz, oggi monumento nazionale.

La sede del governo municipale fu trasferita dall'antico collegio gesuita (Pátio do Colégio) nel nuovo sontuoso edificio a Campos Elísios. Nel 1922, San Paolo ospitò la Settimana dell'Arte Moderna, una pietra miliare nella storia dell'arte in Brasile. Nel 1929, fu completato il primo grattacielo, l'edificio Martinelli.

Nel periodo 1899-1919, il vecchio centro coloniale fu quasi interamente demolito per essere ricostruito come Centro Novo.

Con la crescita industriale la città si espanse a macchia d'olio, con nuovi quartieri residenziali realizzati sul luogo di piantagioni e latifondi. Negli anni '20 del '900 fu rettificato il corso del fiume Pinheiros per alimentare la centrale idroelettrica di Henry Borden e per porre un termine ai suoi frequenti straripamenti.

Il 1924 fu segnato da una rivolta nei quartieri della classe operaia che durò 23 giorni, dal 5 al 28 luglio. La sommossa, classificata dall'allora presidente Artur Bernardes come cospirazione senza fondamento contro la Patria, fu soffocata nel sangue con centinaia di morti e migliaia di feriti tra i civili. La rivolta paulista era in realtà dovuta alla crisi economica causata dal calo delle esportazioni in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale e destinata a protrarsi nel decennio successivo dopo il crollo della borsa di Wall Street nel martedì nero del 29 ottobre 1929.

Nel 1932, San Paolo si mobilitò di nuovo nella cosiddetta rivoluzione costituzionale contro il "governo provvisorio" di Getúlio Vargas. Due anni dopo fu fondata l'Università di San Paolo (USP), oggi la più grande del paese. Un boom industriale senza precedenti si verificò durante la seconda guerra mondiale, a sostegno dello sforzo bellico degli alleati contro i regimi totalitari europei. Il tasso di crescita economica rimase molto elevato anche negli anni del dopoguerra. Negli anni '50, San Paolo era conosciuta come la città che non può fermarsi o come la città in più rapida crescita del mondo.

San Paolo festeggiò i suoi trionfi con la grande celebrazione, nel 1954, del "quarto centenario" della sua fondazione. A partire dagli anni '50 le vecchie dimore rimaste sull'Avenida Paulista furono demolite per far posto a grattacieli sempre piu alti.

Nel periodo tra gli anni '30 e '60, i grandi imprenditori dello sviluppo di San Paolo furono il sindaco Francisco Prestes Maia e il governatore dello stato di San Paolo Ademar de Barros, che fu anche sindaco di San Paolo tra il 1957 e il 1961 Prestes Maia progettò e realizzò, negli anni '30, il "Piano dei viali per la città di San Paolo", che rivoluzionò il traffico a San Paolo. [48]

Agli inizi degli anni '60 San Paolo aveva già quattro milioni di abitanti. Furono varati grandi piani urbanistici, la canalizzazione del fiume Tietê e l'avvio della costruzione della metropolitana la cui prima linea fu aperta al pubblico il 14 settembre 1974.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

La regione metropolitana di San Paolo (Região Metropolitana de São Paulo), nota anche come Grande San Paolo, è una conurbazione di 39 municipi ed è la sesta area urbana del mondo.

La città di San Paolo non è che uno di questi municipi. Essa è divisa in zone ognuna delle quali è divisa in sub prefetture che a loro volta raggruppano più distretti costituiti dai vari Bairros paulistanos.


      Centro — Il centro di San Paolo (Zona Central de São Paulo) fa perno sulla piazza della cattedrale (Praça da Sé) e ingloba il centro storico attorniato da quartieri etnici abitati da giapponesi, coreani, ebrei e altre minoranze. Per quanto racchiuda una serie di monumenti di epoca coloniale, la sua rilevanza turistica è piuttosto relativa.
      Zona ovest — È la zona più turistica della città dove quanti viaggiano a scopo di svago cercano a buon ragione di trovarsi l'albergo. Il distretto più turistico della zona ovest è quello di Pinheiros sul fiume omonimo.
      Centro sud — (Centro-Sul)
      Sud est — (Zona Sudeste)
      Nord est
      Nord ovest
      Sud
      Est — (Leste)


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

San Paolo ha tre aeroporti:

Aeroporto Guarulhos
L'aeroporto conta tre terminal: il numero 3 è il più moderno e riservato ai voli internazionali mentre il numero 2 è riservato ai voli domestici e a pochi voli internazionali per lo più con destinazione paesi dell'America del Sud. Il terminal 1 è il più antiquato e il più piccolo e al 2020 vi atterravano esclusivamente gli aerei della compagnia Azul (in codeshare con Alitalia).
Gli autobus delle linee 257 e 299 fanno capolinea alla stazione di Tatuapé in corrispondenza della linea 3-Rossa della metro e la loro frequenza è di 30 minuti.
Dal giugno 2018 sono in funzione i treni del Serviço expresso, che partono dalla 2 stazione dell'aeroporto collegata ai tre terminal da autobus navetta. I treni fanno capolinea alla stazione da Luz, servita dalla linea della metropolitana e da quella dei treni suburbani. Purtroppo la loro frequenza è ancora estremamente ridotta. Aeroporto di San Paolo-Guarulhos-Governatore André Franco Montoro su Wikipedia Aeroporto Internazionale di San Paolo-Guarulhos (Q385406) su Wikidata

In autobus[modifica]

Sono tre le principali stazioni di autolinee extraurbane di "São Paulo" e tutte di facile accesso, in quanto servite dalla metro.

Stazione di Tietê
  • 5 Stazione di Tietê (Terminal Rodoviário do Tietê), Av. Cruzeiro do Sul 1.800, Santana (Vicino alla fermata omonima sulla linea blu della metro), +55 11 3235-0322. La stazione di Tietê è una delle più grandi del pianeta e può provocare sconcerto a chi vi si avventura per la prima volta. Un provvidenziale banco delle informazioni è collocato al centro dell'atrio principale. Da Tieté è possibile raggiungere anche parecchie destinazioni internazionali come Asunción in Paraguay (20 ore), Buenos Aires in Argentina (36 ore), Montevideo in Uruguay (30 ore), Santiago del Cile (56 ore) e Lima (58 ore).
Il terminal è collegato direttamente agli aeroporti di Guarulhos e Congonhas, da due linee di autobus
Tietê Bus Terminal (Q5244798) su Wikidata
  • 6 Stazione di Barra Funda (Terminal Rodoviário da Barra Funda), R. Maria de Andrade 664, distretto di Barra Funda, +55 11 3392-1878. La maggior parte degli autobus che fanno capolinea al Terminal di Barra Funda effettuano corse da/per centri del Mato Grosso e dello stato di Paraná oltre che per Foz Iguaçu. Il capolinea è situato sull'omonima stazione della linea rossa della metro ed è anche collegato da un servizio di autobus navetta alla stazione metro di Vila Madalena sulla linea verde. Si può anche raggiungere Barra Funda con l'autobus 875P che effettua fermate sulla Avenida Paulista. Da notare che qui fanno capolinea anche gli autobus provenienti dall'aeroporto internazionale di Guarulhos. Palmeiras-Barra Funda Intermodal Terminal (Q3293864) su Wikidata
  • 7 Terminal Intermunicipal Jabaquara, R. dos Jequitibás s/n°, +55 11 3235-0322. Alla stazione di Jabaquara fanno capolinea autobus provenienti da città sulla costa dello stato di San Paolo come Guarujá, Santos e Bertioga. Possibilità di lasciare il proprio bagaglio nello spazio custodito (Guarda Volumas) della stazione metro di Jabaquara Jabaquara Intermunicipal Terminal (Q6109994) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

"San Paolo non può essere fermata", (São Paulo não pode parar) - dice il vecchio ritornello. Il traffico si blocca spesso ma la città continua a muoversi a rotta di collo.

Con mezzi pubblici[modifica]

{{Mapshapes|Q3362568}} I trasporti su ferro comprendono la metropolitana e una rete di treni suburbani:

metro
  • METRÔ. La metropolitana di San Paolo è sicura, pulita ed efficiente. Attualmente la rete copre in totale un tracciato di 74,3 km, divisi in 64 stazioni. Non copre tutta la città, ma risponde in modo soddisfacente alle regioni più centrali e turistiche come la Avenida Paulista, il Centro Histórico, la Marginal Pinheiros tra gli altri. È composta da sei linee:
  • 1 (blu)
  • 2 (verde)
  • 3 (rossa)
  • 4 (gialla)
  • 5 (lilla)
  • 15 (grigia) Metropolitana di San Paolo su Wikipedia Metropolitana di San Paolo (Q483343) su Wikidata
rete ferroviaria
  • Treni suburbani. Il sistema ferroviario urbano è gestito dalla CPTM, serve la città e altri centri dell'area metropolitana. Sono attualmente 89 stazioni in sei linee per un totale di 260,8 km. Solo alcune linee sono state modernizzate. Companhia Paulista de Trens Metropolitanos (Q1121227) su Wikidata
  • Autobus urbani. Il trasporto su gomma è costituito da circa 15.000 autobus di cui solo alcuni si avvalgono di corsie preferenziali. Sono soggetti ai frequenti ingorghi del traffico di superficie e possono presentare notevoli ritardi per cui vanno usati solo su brevi tratti e in caso di necessità.
Tutte le linee di autobus sono gestite da concessionari sotto la supervisione dell'azienda municipale SPTrans, SPTrans (Q7392689) su Wikidata

Le corse possono essere pagate in contanti o tramite una smart card detta Bilhete Único di diversa tipologia. A parte le carte mensili, quella valida 24h risulta più utile per turisti di passaggio. Al 2020 ne esistevano di due tipi: una valida solo per la metro e per i treni suburbani, l'altra detta 24 horas integrado permette anche l'uso degli autobus urbani. Si acquistano alle principali stazioni metro e capolinea e sono ricaricabili. L'inconveniente è che bisogna registrarsi sul sito con una foto digitalizzata.

Cosa vedere[modifica]

Musei[modifica]

Eventi e feste[modifica]

  • Carnevale di San Paolo (Carnaval da cidade de São Paulo). Carnival of São Paulo (Q1734122) su Wikidata
  • Settimana della moda di San Paolo (São Paulo Fashion Week - SPFW). Simple icon time.svg Marzo / aprile. Si svolge ogni due anni ed è la più importante manifestazione di moda del Brasile e di tutta l'America latina, quinta al mondo dopo quelle di Parigi, Milano, New York e Londra.
Venne fondata nel 1996 da Paulo Borges, come evento aggregato della Biennale chiamato "Morumbi Fashion", da allora continuamente riproposta. Settimana della moda di San Paolo su Wikipedia Settimana della moda di San Paolo (Q2947550) su Wikidata
  • Virada Cultural. Simple icon time.svg Maggio. Un festival modellato sull'esempio della Notte Bianca. La sua prima edizione risale al 2005 e aveva luogo a novembre, una scelta infelice per le piogge copiose che caratterizzano quel mese. Successivamente è stato spostato al mese di maggio. Virada Cultural (Q10391683) su Wikidata
  • Prova Ciclística 9 de Julho. Simple icon time.svg Luglio. Prova Ciclística 9 de Julho (Q1626693) su Wikidata
  • Biennale di San Paolo. Simple icon time.svg Settembre. Manifestazione di arte contemporanea che si svolge ogni due anni. La prima edizione risale al 1951 ed è la seconda più vecchia biennale di arte contemporanea al mondo, dopo la Biennale di Venezia (attiva dal 1895) dalla quale ha tratto ispirazione. Biennale di San Paolo su Wikipedia Biennale di San Paolo (Q653360) su Wikidata
  • Festival internazionale del cinema (Mostra Internacional de Cinema de São Paulo). Simple icon time.svg Ottobre / novembre. L'evento, riconosciuto dalla federazione internazionale delle associazioni di produttori, si divide in tre categorie: "Perspective", "Special Screenings" e una sezione dedicata ai nuovi registi emergenti São Paulo International Film Festival su Wikipedia São Paulo International Film Festival (Q2721837) su Wikidata
  • Salone dell'automobile (Salão do Automóvel de São Paulo). Evento biennale che dal 2016 si svolge al São Paulo Expo Exhibition & Convention Center. Salão do Automóvel de São Paulo (Q7407007) su Wikidata
  • Grande Prêmio do Brasil. Gare automobilistiche di Formula 1 che si svolgono ogni anno all'autódromo de Interlagos. Gran Premio del Brasile su Wikipedia Gran Premio del Brasile (Q7961) su Wikidata
  • Natale (Natal paulistano). Simple icon time.svg Dicembre. (Q10335639) su Wikidata
  • Vigilia del nuovo anno (Réveillon).


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Il mercato Municipale di San Paolo
Nella zona del centro
  • 1 Mercado Municipal de São Paulo (Nella zona centrale di Várzea do Carmo). Il Mercato coperto di San Paolo è un attrazione turistica più che un punto di shopping per quanto i suoi banchi espongano incredibili varietà di carni, cereali, frutti tropicali e verdure esotiche. La struttura che lo ospita fu realizzata tra il 1928 e il 1933 su disegno dell'architetto Felisberto Ranzini. Da notare le magnifiche vetrate interne con decorazioni sul tema della produzione alimentare. Sono opera dell'artista Conrado Sorgenicht. Nel 2004 l'edificio fu oggetto di un accurato restauro sotto la direzione dell'architetto Pedro Paulo de Mello Saraiva. Municipal Market of São Paulo (Q4120323) su Wikidata
  • Shopping Light (Sulla Praça Ramos de Azevedo, vicino al Teatro Municipal di São Paulo. Stazioni metro più vicine: Anhangabaú sulla linea vermiglia e São Bento, sulla linea azzurra). Così chiamato perché albergato nell'antica sede della azienda di energia elettrica della città di san Paolo.
  • Shopping Frei Caneca, Rua Frei Caneca (Nel quartiere di Bela Vista, zona di Avenida Paulista tra il centro e il bairro dos Jardins). Inaugurato nel 2001, conta 9 sale da cinema, una scuola di arte drammatica, due teatri, oltre a vari magazzini, supermercati e ristoranti
Nella zona Norte
  • 2 Shopping Center Norte, Marginal Tietê (Nel quartiere di Vila Guilherme, all'interno del centro fieristico di San Paolo). Inaugurato il 7 aprile 1984 è uno dei maggiori della città con più di 450 negozi e 8 sale da cinema. Carrefour Shopping Center Norte (Q10371140) su Wikidata
  • 3 Centro Comercial Leste Aricanduva, Av. Aricanduva, 5555 (Nel distretto di Cidade Líder,). Occupa il 18° posto tra i centri commerciali più grandi del mondo. Il suo motto è: "Gigante como São Paulo" Centro Comercial Aricanduva (Q5062792) su Wikidata
  • 4 Shopping Metrô Boulevard Tatuapé (Alla fermata metro di Tatuape, nel quartiere omonimo). Inaugurato nel maggio del 2007 conta circa 150 negozi, oltre a 5 sale da cinema e 2 ristoranti. Shopping Metrô Tatuapé (Q10371171) su Wikidata
  • 5 Bourbon Shopping Pompéia, Rua Turiassu, 2100. Inaugurato il 28 marzo 2008 conta circa 210 negozi, 11 sale da Cinema. Si trova sul sito di un più vecchio centro commerciale noto come Shopping Center Matarrazzo Bourbon Shopping São Paulo (Q16502324) su Wikidata
  • 6 Galeria São Paulo (Rua Santa Ifigênia, 364). Inaugurato nel 2005, conta 130 negozi quasi tutti specializzati in articoli di informatica.
  • Shopping Ibirapuera, Av. Ibirapuera, 3103 (Nel bairro di Moema,). Uno dei punti tradizionali dello shopping cittadino. Fu inaugurato nel lontano 1976 ed oggi annovera 450 negozi.
  • Shopping Anália Franco (Nell'omonimo bairro, al confine dei distretti di Vila Formosa e di Água Rasa). .Inaugurato nel 1999 appartiene al gruppo Multiplan, lo stesso che gestisce l'altro centro commerciale di Morumbi. Il gruppo promuove la realizzazione di numerosi eventi artistici e festival all'interno del centro. I bambini non sono stati dimenticati e per loro c'è il Festival del Teatro Infantil.
  • Shopping Metrô Itaquera, Av. José Pinheiro Borges, s/nº (Fermata metro Corinthians-Itaquera). Ha più di 200 negozi e un ipermercato di 12,000 m² più 8 sale cinematografiche.
  • Shopping Metro Santa Cruz, Rua Domingos de Morais, 2564 (Stazione metro di Santa Cruz, bairro de Villa Mariana). Inaugurato nel novembre del 2001 è molto frequentato. Molti dei suoi negozi (132 in tutto) sono specializzati in abbigliamento firmato e sportivo. Numerosi ristoranti e Fast food al suo interno. Annovera 11 sale cinematografiche una delle quali, Cinemágico, proietta esclusivamente film di Disney.
  • Shopping Villa Lobos, Marginal Pinheiros (nel distretto Alto de Pinheiros). .Situato in una delle zone più eleganti di San Paolo, conta 216 negozi. È stato inaugurato nell'anno 2000
  • 7 Shopping West Plaza, Av. Antártica, 408 (Nel distretto di Barra Funda). .Inaugurato nel 1991, fu, ai suoi inizi, un punto di riferimento dell'intera città di San Paolo, creando un qualche grattacapo ai tradizionali centri di shopping come Eldorado e Iguatemi. Col passar degli anni però il suo profilo scese alquanto costringendo i proprietari a metterlo in vendita. Nel 2007 il nuovo gestore, il gruppo Victor Malzoni, procedeva a un'imponente opera di rinnovamento e di abbellimento. (Q10371201) su Wikidata


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Locali notturni[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Tenersi informati[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante San Paolo (Brasile)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su San Paolo (Brasile)
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).