Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Elenco degli aeroporti norvegesi, suddivisi per regione.

Norvegia orientale[modifica]

  • 1 Aeroporto di Geilo-Dagali (IATA: DLD) (Geilo). Si tratta di un aeroporto ormai in disuso, ma ancora aperto al traffico privato. La sua caratteristica più interessante è la sua riconversione dal 2003 a pista da go-kart. Per informazioni consultare [questo link https://www.geilo.no/en/karting]. Geilo Airport (Q3275707) su Wikidata
  • 2 Aeroporto di Gol-Klanten (IATA: GLL) (Gol). Dotato di piste asfaltate solo dal 2011, si tratta di un piccolo aeroporto operativo tutto l'anno, ma non dotato di una programmazione definita. Gol Airport (Q3275879) su Wikidata
  • 3 Aeroporto di Hamar-Stafsberg (IATA: HMR) (Hamar). Si tratta di un aeroporto dedito quasi esclusivamente per l'aviazione generale e gli ospiti abituali della struttura sono i membri del club di aviazione Hedmark Flyklubb e di paracadutismo HaGL Fallskjermklubb. Hamar Airport (Q3887748) su Wikidata
  • 4 Aeroporto di Notodden-Tuven (IATA: NTB) (Notodden), +47-35026070, @ . L'aeroporto è dotato di un parcheggio gratuito, ma è comunque raggiungibile con gli autobus di Rjukan Express, che si ferma proprio in aeroporto. Altri servizi di autobus sono disponibili da / per la stazione degli autobus di Notodden, che si trova nel centro della città. Se è necessario un taxi, è possibile ordinarlo tramite i piloti delle compagnie aeree o contattare il servizio di torre. La tratta offerta collega l'aeroporto alla città di Bergen, ma, per chi fosse interessato, è possibile atterrare con aerei privati dopo aver ricevuto l'autorizzazione. All'aeroporto si praticano diversi sport di volo, compreso anche il paracadutismo. Notodden Airport (Q3498154) su Wikidata
  • 5 Aeroporto di Oslo-Gardermoen (IATA: OSL) (Oslo). :→ Vedi anche Aeroporto di Oslo-Gardermoen. Aeroporto di Oslo-Gardermoen su Wikipedia Aeroporto di Oslo-Gardermoen (Q210559) su Wikidata
  • 6 Aeroporto di Skien-Geiteryggen (IATA: SKE) (Skien). Skien Airport, Geiteryggen (Q1432887) su Wikidata
  • 7 Aeroporto di Sandefjord-Torp (IATA: TRF) (Sandefjord). Aeroporto di Sandefjord-Torp su Wikipedia Aeroporto di Sandefjord-Torp (Q957105) su Wikidata
  • 8 Aeroporto di Fagernes-Leirin (IATA: VDB) (Fagernes). Fagernes Airport, Leirin (Q1922577) su Wikidata

Norvegia centrale[modifica]

Norvegia settentrionale[modifica]

Norvegia meridionale[modifica]

Il sito è diventato patrimonio storico e naturale, qui infatti si possono osservare edifici della seconda guerra mondiale, siccome la maggior parte di questi non è stata modificata dopo la fine del conflitto. Vicino all'aeroporto si trova anche un lago, in parte prosciugato, il quale fa parte della riserva naturale Slevdalsvannet, ed è meta di alcune specie di uccelli migratori.
Ad oggi non esiste una programmazione aerea definita, dovuta in modo particolare alla mancanza di infrastrutture adatte.
Per gli appassionati farà piacere sapere che dentro ad uno degli hangar dell'aeroporto è stato aperto uno skate park. Farsund Airport (Q1769942) su Wikidata

Norvegia occidentale[modifica]

Isole Svalbard[modifica]

  • 54 Aeroporto delle Svalbard-Longyearbyen (IATA:LYR) (Longyearbyen), +47-67035400, fax: +47-67035401. Simple icon time.svg 10:00-16:00. È il modo più semplice per raggiungere le Svalbard. Essendo queste una destinazione domestica sarà necessario in primis raggiungere la Norvegia, di norma Oslo o Tromsø e raggiungere le isole rispettivamente in 3 ore e 1 ora e mezza. Qui operano le compagnie Airlines System e la low cost Norwegian Air Shuttle. Il numero dei collegamenti settimanali varia in base alla stagione. Durante le festività nazionali il numero di voli è notevolmente ridotto. Aeroporto delle Svalbard-Longyearbyen su Wikipedia aeroporto delle Svalbard-Longyearbyen (Q59633) su Wikidata

Jan Mayen[modifica]

Non sono presenti aeroporti in questo territorio.

Altri progetti

EuropeContour coloured.svg

Albania · Andorra · Armenia[1] · Austria · Azerbaigian[2] · Belgio · Bielorussia · Bosnia ed Erzegovina · Bulgaria · Cipro[1] · Città del Vaticano · Croazia · Danimarca · Estonia · Finlandia · Francia · Georgia[2] · Germania · Grecia · Irlanda · Islanda · Italia · Kazakistan[3] · Lettonia · Liechtenstein · Lituania · Lussemburgo · Macedonia del Nord · Malta · Moldavia · Monaco · Montenegro · Norvegia · Paesi Bassi · Polonia · Portogallo · Regno Unito · Repubblica Ceca · Romania · Russia[3] · San Marino · Serbia · Slovacchia · Slovenia · Spagna · Svezia · Svizzera · Turchia[3] · Ucraina · Ungheria

  1. 1,0 1,1 Interamente in Asia, ma storicamente considerato europeo.
  2. 2,0 2,1 Parzialmente o interamente in Asia, a seconda della definizione dei confini degli Stati.
  3. 3,0 3,1 3,2 Stati transcontinentali.
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe) che dà un'indicazione sommaria sulla tematica trattata. Il piè pagina è correttamente compilato.