Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Kuala Lumpur
Panorama notturno del nuovo centro direzionale di Kuala Lumpur
Stemma e Bandiera
Kuala Lumpur - Stemma
Kuala Lumpur - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Malesia
Reddot.svg
Kuala Lumpur
Sito del turismo
Sito istituzionale

Kuala Lumpur è la capitale della Malesia.

Da sapere[modifica]

Kuala Lumpur appare tra le prime 10 città più visitate al mondo secondo le statistiche elaborate da Euromonitor e MasterCard. Nel 2018 gli arrivi di turisti internazionali ammontavano a 13.000.000 ponendo la città al 9º posto, prima di Istanbul e immediatamente dopo New York City.

Molte delle grandi catene alberghiere sono presenti in città ma anche l'offerta di alberghi economici si è straordinariamente diversificata per far fronte alla crescente domanda turistica.

Dal punto di vista amministrativo Kuala Lumpur è organizzata in un territorio federale situato a circa 40 km dalla Malesia peninsulare occidentale della penisola di Malacca. La città ha comunque varcato da tempo gli angusti limiti del distretto federale e oggi si estende anche sul territorio dello stato di Selangor.

Cenni geografici[modifica]

Kuala Lumpur è situata in un ampia valle, conosciuta come Valle del Klang, delimitata dai Monti Titiwangsa a est, da diverse catene minori a nord e a sud e dallo Stretto di Malacca a ovest.

Il nome Kuala Lumpur significa letteralmente confluenza fangosa; la città si trova infatti alla confluenza dei fiumi Klang e Gombak.

Cenni storici[modifica]

Kuala Lumpur nacque come centro minerario e iniziò a svilupparsi intorno alla Piazza del Mercato Vecchio (Medan Pasar), con strade che si irradiavano verso Ampang così come Pudu e Batu (le destinazioni divennero i nomi di queste strade: Ampang Road, Pudu Road e Batu Road), dove anche i minatori avevano cominciato a stabilirsi, e Petaling e Damansara. I minatori formarono bande che combattevano fra loro frequentemente, per assicurarsiil controllo delle migliori miniere di stagno. Ai leader della comunità cinese fu conferito il titolo di Kapitan Cina dal capo malese e Hiu Siew, il primo commerciante cinese, divenne il primo Kapitan di Kuala Lumpur. Il terzo Kapitan cinese di Kuala Lumpur, Yap Ah Loy, fu nominato nel 1868.

A quel tempo Kuala Lumpur era un villaggio con edifici in legno e tetti in "atap" (paglia e foglie di palma). Gli edifici erano inclini a prendere fuoco e, a causa della mancanza di strutture igienico-sanitarie adeguate, la città era afflitta da malattie. Soffriva anche di una costante minaccia di inondazioni a causa della sua posizione alla confluenza di due fiumi. Il calo dei prezzi dello stagno, hanno portato a una battuta d'arresto. Una epidemia di colera ha causato la fuga di molti. La ripresa si verificò alla fine del 1879, in concomitanza con l'aumento dei prezzi dello stagno. Alla fine del 1881, la città fu allagata.

Come orientarsi[modifica]

Aree centrali[modifica]

  • Vecchio Centro Coloniale - Corrisponde al nucleo originario della città, circondato da quartieri etnici. Situato ad ovest della confluenza dei fiumi Klang e Gombak, fa perno sulla piazza dell'Indipendenza (Dataran Merdeka), attorniata da edifici coloniali tra cui spicca il palazzo del Sultano Abdul Samad. Ad ovest della piazza si trovano i Giardini del Lago, molto curati mentre poco più a sud si trovano la Moschea Nazionale, la stazione ferroviaria, un edificio coloniale in stile moresco oltre a due fra i più importanti musei cittadini, il Museo Nazionale e quello di arte islamica. Altri quartieri centrali sono i seģuenti
  • Chinatown - Il distretto commerciale di Kuala Lumpur si trova ad est del fiume Klang. È caratterizzato da strade strette fiancheggiate da botteghe di ogni genere gestite da Cinesi. Le vecchie case sono progressivamente demolite per far posto a edifici moderni, cosicché la sua atmosfera particolare sarà presto solo un ricordo. Chinatown è ancora il luogo adatto dove trovare alberghi a buon mercato.
  • Tuanku Abdul Rahman - Il distretto che prende il nome dalla sua arteria principale è situato appena a nord del vecchio centro coloniale. Offre grandi opportunità di shopping. Sul viale Jalan Masjid India, l'ex Dickinson street del periodo coloniale, si trovano numerosi negozi gestiti da Indiani mentre poco più lontano troviamo i grandi magazzini Sogo, un marchio giapponese della grande distribuzione molto noto in tutta l'Asia orientale. Chow Kit è il quartiere che occupa la parte nord del distretto abitato in maggioranza da immigrati dall'Indonesia. Il quartiere è famoso per i suoi mercati di generi alimentari ove si possono trovare cibi esotici oltre ad erbe mediche impiegate dalla medicina tradizionale malese. Il mercato in via Jalan Haji Hussein funziona anche di notte e oltre a delizie locali si vendono abiti usati, per lo più imitazioni malfatte di grandi marche di abbigliamento. Chow Kit è anche il distretto a luci rosse di Kuala Lumpur e i paraggi della stazione della monorotaia sono frequentati di notte da drogati e transessuali.
  • Brickfields - La Little India di Kuala Lumpur. Si trova a nord del centro coloniale e la sua arteria principale è la "Jalan Tun Sambanthan", l'ex "Brickfields Road" del periodo coloniale.
  • Bukit Bintang (Letteralmente "la collina della stella") - Questo distretto comprende il nuovo centro direzionale di Kuala Lumpur noto con la sigla "KLCC" (Kuala Lumpur City Centre). A differenza del vecchio centro coloniale Bukit Bintang è caratterizzato da edifici ultramoderni come le torri gemelle di Petronas che detennero il primato di edifici più alti del mondo dal 1998 al 2004, per poi passarlo al "Taipei 101" nella capitale di Taiwan. Bukit Bintang è il distretto dei grandi alberghi, dello shopping elegante e dei divertimenti notturni. È situato a nord-est del vecchio centro coloniale.
Aree periferiche
  • Bangsar - Un'area residenziale altolocata immediatamente a sud del vecchio centro coloniale.
  • Bukit Damansara - Questo zona di Kuala Lumpur, molto estesa, sconfina nel territorio del vicino stato di Selangor, oltre i limiti del distretto federale. La sua parte alta, detta Bukit Damansara è un quartiere di lusso soprannominato la "Beverly Hills" di Kuala Lumpur. Si trova cinque km ad ovest del centro cittadino.
  • Ampang - Il quartiere diplomatico di Kuala Lumpur ad est del vecchio centro.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto Internazionale di Kuala Lumpur
  • 2.745556101.7097221 Aeroporto Internazionale di Kuala Lumpur (IATA: KUL), situato a 55 km a sud del centro, è il principale punto d'ingresso della Malesia. Da notare che l'aeroporto è una magnifica struttura in acciaio e cristallo che le ha valso riconoscimenti internazionali.

L'aeroporto è composto da due terminal:

  • KLIA Main — Progettato dall'architetto giapponese Kisho Kurokawa, con un'enfasi sull'illuminazione naturale all'interno del complesso aeroportuale. La struttura si rifà alla geometria islamica e alla foresta pluviale tropicale.
  • Terminal 2, (noto anche come klia2) — Costato circa 4 miliardi di RM, è il più grande terminal del mondo tra quelli appositamente riservati a vettori low cost.

Voli da aeroporti europei, per lo più con scalo intermedio, erano gestiti al 2022 dalle seguenti compagnie aeree:

Il collegamento con il centro è assicurato da treni ad alta velocità (KLIA Ekspres) che impiegano meno di mezz'ora per raggiungere la stazione centrale di Kuala Lumpur. Il servizio è in funzione dalle 05:00 alle 24:00. La frequenza dei treni è di ogni 15 minuti.

KLIA Transit è un servizio di treni che, a differenza dei precedenti, effettuano fermate intermedie. La frequenza è ogni mezz'ora. Sono in funzione dalle 05:52 del mattino fino all'una di notte.

Esiste anche un servizio di autobus più economici ma notevolmente più scomodi del treno.

Chi volesse servirsi del taxi farebbe bene a ignorare le offerte dei numerosi conducenti di taxi che stazionano nell'atrio e chiedono poi prezzi esorbitanti. È più saggio acquistare un coupon al bancone appena oltre gli arrivi internazionali che per un prezzo poco più del doppio del biglietto del treno espresso offre addirittura un servizio di Limousine.


In nave[modifica]

Port Klang si trova a circa 40 km da Kuala Lumpur. Servizi quotidiani di traghetti per il porto di Dumai nell'isola di Sumatra

In treno[modifica]

KL Sentral
  • 3.134101.6861 KL Sentral, 20, Jalan Thambipillay (Brickfields). La principale stazione di Kuala Lumpur è situata sulla linea ferroviaria della costa occidentale che va dal valico di frontiera di Padang Besar con la Thailandia alla stazione Woodlands Train Checkpoint (Singapore). Vi fanno capolinea anche i treni espressi provenienti dall'aeroporto.Altre linee vanno alle grotte di Batu e a Porto Klang da dove salpano i traghetti per Sumatra.
    Treni internazionali
    • Se volete raggiungere in treno Kuala Lumpur da Bangkok, dovrete prendere due treni. Il primo va dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok a Padang Besar, appena oltre il confine con la Malesia. C'è un solo treno diretto al giorno per Padang Besar ed è un treno notturno con cuccette che parte alle 15:10 e arriva a Padang Besar alle 09:50 dell'indomani. Ci sono 7 treni al giorno da Padang Besar che impiegano circa sei ore per arrivare a Kuala Lumpur. Se il treno da Bangkok è in orario, potete salire sul treno 9201 delle 11:15, altrimenti sarete obbligati ad attendere il treno successivo che parte alle 12:50. A causa della pandemia Covid19 e anche per lavori di elettrificazione nel 2022 i treni da Bangkok non raggiungono più Padang Besar ma fanno capolinea a Thai, a ridosso della frontiera con la Malesia.
    • Da Singapore a Kuala Lumpur dovrete partire dalla stazione di Woodlands, situata proprio sotto il pontile che unisce Singapore a Johor (Malesia). Tenete presente che Woodlands Checkpoint è uno dei valichi di frontiera più affollati del mondo (250.000 persone lo attraversano quotidianamente nell'uno e nell'altro senso). Kuala Lumpur Sentral station (Q801042) su Wikidata

In autobus[modifica]

L'autobus è più veloce del treno e preferito dai locali per i loro spostamenti, anche oltre confine.

  • 3.076111101.7105562 Bandar Tasik Selatan. Bandar Tasik Selatan station (Q4854431) su Wikidata
  • 3.145556101.7008333 Pudu Sentral. è la principale stazione di autolinee extraurbane. Non distante da Chinatown è super affollata e bisogna difendersi dai ladri di portafoglio. Vi operano le seguenti compagnie:
    • KBES (Konsortium Bas Ekspres Semenanjung) - Tel: +60 3 20313036). Utile per chi volesse recarsi in Thailandia (Hat Yai) o a Singapore.
    • Transnasional - Tel: +60-3-20703300. La più grande compagnia di autobus extraurbani del paese. Più corse al giorno per Singapore (durata del viaggio: 5 ore) Pudu Sentral (Q1074967) su Wikidata
  • Hentian Putra - A questa stazione situata sul viale Jalan Putra, fanno capolinea autobus provenienti da varie località della costa orientale.
Vecchia stazione ferroviaria
  • 3.139444101.6933334 Vecchia stazione ferroviaria (Stesen Keretapi Kuala Lumpur), Jalan Sultan Hishamuddin. Vi operano le compagnie "Nice Express Bus" e "Platinum Service". Entrambe dispongono di autobus lussuosi con ogni comfort a bordo. Le destinazioni servite sono Penang, Johor Bahru, Singapore e Hat Yai in Thailandia. Kuala Lumpur railway station (Q3096708) su Wikidata
  • First Coach - Un'ottima e conveniente compagnia per viaggiare a prezzi modici fino a Singapore. È però piuttosto spartana e a bordo non vengono serviti pasti ma solo acqua minerale. Gli autobus partono dal centro commerciale di Utama nella città satellite di Petaling Jaya. A Singapore gli autobus fanno capolinea a Novena Square.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Rapid KL map (with regional rail lines).jpg

I trasporti pubblici su ferro sono costituiti da tre linee di metropolitana leggera gestite dalla RapidKL, l'azienda che gestisce anche i trasporti su gomma.

Oltre queste esiste la monorotaia che compie un giro semicircolare con funzioni di raccordo tra le tre linee suddette.

KTM Komuter sono 4 linee di treni suburbani gestite dall'ente di stato per le ferrovie che fanno capolinea rispettivamente al villaggio di Selang, a Port Klang, a Rawang e a Seremban

I biglietti sono a buon mercato ma può risultare conveniente acquistare la carta "Touch 'n Go" che consente di muoversi in libertà su tutte le linee ferrate eccezion fatta per quelle che conducono all'aeroporto.

I trasporti su gomma sono costituiti essenzialmente da 10 linee di autobus navetta ("Bas Bandaran" in malese) che coprono le maggiori destinazioni del centro. Il biglietto integrato giornaliero (Sepadu) ha un costo irrisorio e permette di scorrazzare per il centro in continuazione.

Esistono altre aziende private di autobus urbani ma sono di minor interesse per il turista

In taxi[modifica]

I taxi sono relativamente a buon mercato, almeno quelli di colore rosso e bianco mentre quelli di color giallo-paglia sono più cari. I taxi sono tutti dotati di tassametro ma il conducente li metterà in funzione solo su richiesta del cliente e per giunta controvoglia. Questo dipende dal fatto che le tariffe sono basse per cui occorrerà mettersi d'accordo prima o acquistare un coupon prepagato ove possibile.

Molti conducenti di taxi, specialmente quelli che stazionano di fronte i grandi alberghi, hanno l'abitudine di abbordare i turisti stranieri proponendo loro un giro turistico della città a prezzi simili a quelli praticati dalle agenzie turistiche locali se non addirittura inferiori ma il tutto dipende dalla propria abilità nel contrattare.

Infine un elenco dei principali radio taxi nel caso insolito ci si trovasse un po' fuori mano:

  • Comfort Cabs +60 3 62531313
  • Sunlight Taxi +60 3 90575757
  • Public Cab +60 3 62592020
  • Uptown Ace +60 3 92832333


Cosa vedere[modifica]

Quartiere coloniale[modifica]

Palazzo del Sultano Abdul Samad
  • 3.148611101.6944441 Palazzo del Sultano Abdul Samad (Bangunan Sultan Abdul Samad), Jln Raja (A 500 m. dalla Stazione LRT Masjid Jamek sulle linee Ampang/Sri Petaling). Il palazzo che domina la vasta piazza dell'Indipendenza (Dataran Merdeka), è un imponente edificio in stile moresco, completato nel 1897 e originariamente concepito come sede degli uffici dell'amministrazione britannica. Oggi ospita gli uffici del Ministero delle Comunicazioni e del Ministero del Turismo e della Cultura della Malesia.
    In epoca coloniale il nome in uso era semplicemente Government Offices ma nel 1974 fu cambiato nell'attuale in omaggio al sultano di Selangor, regnante al tempo della costruzione del palazzo.
    Sultan Abdul Samad Building (Q615958) su Wikidata
Royal Selangor Club
  • 3.149167101.6927782 Royal Selangor Club (Kelab Di-Raja Selangor). Fondato nel 1884, Selangor è stato in epoca coloniale, un club esclusivo, riservato a personaggi britannici di alto rango. I fondatori del club furono H.C. Syers, sovrintendente dello Stato di Selangor, AR Venning, tesoriere di Selangor e capo del Sanitation Board (che ha anche creato i Lake Gardens); AC Norman, l'architetto che progettò calcuni dei primi edifici di Kuala Lumpur e H.F. Bellamy, capo del dipartimento dei lavori pubblici di Selangor. L'appartenenza al club era determinata principalmente da un elevato livello di istruzione e da un'alta posizione sociale, piuttosto che sulla cittadinanza; per esempio altri membri fondatori furono Thamboosamy Pillay e il suo primo segretario, il conte tedesco Bernstorff. Il conte lasciò il club con un deficit inspiegabile di $ 1.100, e in seguito Henry Huttenbach rafforzò le finanze del club come segretario. Il club fu costituito con i fondi dell'amministrazione coloniale britannica e il residente britannico di Selangor era d'ufficio il presidente del club.
    Il club inizialmente aveva sede in un piccolo edificio di legno con un tetto attap vicino all'angolo nord-orientale dell'odierna piazza Indipendenza. Nel 1890, questo primo edificio fu sostituito da una struttura a due piani progettata dall'architetto governativo AC Norman ma 20 anni dopo fu ricostruito utilizzando un progetto dell'architetto Arthur Benison Hubback, cui si deve anche la stazione ferroviaria di Kuala Lumpur in stile Tudor.
    Il club fu soprannominato The Spotted Dog, forse perché il suo ingresso era costantemente sorvegliato da due cani dalmati appartenenti alla moglie di H. C. Syers. Un'altra spiegazione plausibile è che il primo emblema del club fosse un leopardo maculato disegnato così male che alcuni lo scambiavano per un dalmata.
    Nel corso degli anni i soci del club aumentarono e si cominciò ad includere anche alti funzionari malesi: giudici, avvocati e altri personaggi di spicco.
    Royal Selangor Club (Q1114991) su Wikidata
St. Mary's Cathedral
  • 3.150404101.6933023 St. Mary's Cathedral. La modesta cattedrale anglicana fu realizzata nel 1887 in stile gotico su progetto dell'architetto governativo Norman.
    La chiesa è a navata unica e ha una capacità di 180 posti. All'interno spicca un organo a canne del 1898 realizzato da Henry Willis, famoso per aver realizzato anche l'organo della Cattedrale San Paolo di Londra e l'altro della Royal Albert Hall.
    Nel 1958 il retro della chiesa fu ampliato per ospitare una sala detta Sala del Giubileo.
    St. Mary's Cathedral, Kuala Lumpur (Q4845058) su Wikidata
  • 3.14733101.6932854 Galleria civica, Dataran Merdeka, 27. Ecb copyright.svg Visita guidata gratuita a cura dell'ente turistico di Kuala Lumpur. Ospitata in un edificio coloniale progettato dall'architetto A.C. Norman & J. Russell, la galleria civica espone modellini in scala di progetti futuri. Kuala Lumpur City Gallery (Q66041057) su Wikidata
Museo Nazionale del Tessuto
  • 3.14675101.6945 Museo Nazionale del Tessuto (Muzium Tekstil Negara), 26, Jalan Sultan Hishamuddin, +60 3 2694 3457, +60 3 2694 3461, fax: +60 32694 3466. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:00-18:00. Il museo illustra la storia delle tecniche della tessitura in Malesia dalla preistoria fino ai nostri giorni. Si compone di 4 gallerie, due al piano terra e due al piano superiore.
    Il museo ha sede in un palazzo del 1905 progettato da Arthur Benison Hubback in stile indo-saraceno. Originariamente l'edificio fu sede delle ferrovie degli Stati federati Malesi (Federated Malay States Railways, oggi KTM) e successivamente ha ospitato diversi uffici governativi e commerciali, tra cui la banca centrale e la banca agricola della Malesia, la Malaysian Craft e l'Alta Corte, prima di essere convertito a Museo Nazionale del Tessuto, aperto al pubblico il 9 gennaio 2010.
    National Textile Museum (Q19117247) su Wikidata
  • 3.1449101.694086 Complesso Dayabumi. Dayabumi Complex (Q5243009) su Wikidata
  • 3.14893101.699147 Museo Telekom (Muzium Telekom). Telekom Museum (Q7393613) su Wikidata

Giardini del Lago[modifica]

  • 3.141944101.6916678 Moschea Nazionale della Malesia (Masjid Negara Malaysia)). La Moschea Nazionale, la cui cupola a forma di stella rappresenta i 13 stati della Malesia. È un'opera moderna sormontata da un minareto alto 70 m. L'ingresso alla sala delle preghiere è consentito anche ai non musulmani National Mosque of Malaysia (Q1356818) su Wikidata
  • 3.14292101.6899 Museo di Arte Islamica, Jalan Lembah Perdana 50480 Kuala Lumpur, Malaysia, +603 2274 2020. Un buon museo per chi volesse documentarsi sulle arti minori di fattura islamica. Le collezioni comprendono gioielli, ceramiche e tappeti. In una sala è stata ricostruita una magione siriana del tardo periodo ottomano. Vi è annessa una biblioteca con manoscritti e miniature persiane. Il museo dispone anche di ristorante. Museo d'arte islamica della Malaysia su Wikipedia Museo d'arte islamica della Malaysia (Q3330187) su Wikidata
  • 3.141056101.68863910 Museo della Polizia Reale Malese (Muzium Polis Diraja Malaysia). Royal Malaysian Police Museum (Q3015254) su Wikidata
  • 3.13758101.6873911 Museo Nazionale (Muzium Negara). National Museum of Malaysia (Q917630) su Wikidata
  • 3.143101.68512 Orto Botanico di Perdana (Taman Tasik Perdana). Perdana Botanical Gardens (Q12061078) su Wikidata
  • 3.14455101.6803813 Carcosa Seri Negara. Carcosa Seri Negara (Q4206988) su Wikidata
  • 3.148861101.68383314 Monumento nazionale (Tugu Negara). National Monument (Q724745) su Wikidata

Chinatown[modifica]

Merdeka 118 nel maggio 2022
  • 3.141667101.70055615 Merdeka 118 (Stazione Merdeka MRT). Un grattacielo in costruzione la cui inaugurazione è prevista per la fine del 2022. Quando sarà completato, Merdeka 118 sarà il secondo edificio più alto del mondo dopo il Burj Khalifa di Dubai. Supererà le Petronas Twin Towers di 227 m e la Shanghai Tower di 46 m. Conquisterà questo primato grazie alla sua guglia, alta 168,5 metri. KL118 su Wikipedia KL118 (Q7969454) su Wikidata
Moschea del sultano Abdul Samad Jame
  • 3.148906101.69596116 Moschea del sultano Abdul Samad Jamek (Masjid Jamek Sultan Abdul Samad), Jalan Tun Perak. È una delle moschee più antiche di Kuala Lumpur essendo stata inaugurata nel 1909 su progetto di Arthur Benison Hubback l. È situata alla confluenza dei fiumi Klang e Gombak. Sultan Abdul Samad Jamek Mosque (Q1143296) su Wikidata
  • 3.14025101.698317 Tempio Chan See Shu Yuen. Chan She Shu Yuen Temple (Q96096567) su Wikidata
  • 3.14553101.6962818 Tempio Sze Ya. Il tempio taoista più antico della città. Sin Sze Si Ya Temple (Q2494864) su Wikidata
  • 3.14333101.69619 Tempio Sri Maha Mariamman. Uno dei tempi indù più antichi della Malesia. Sri Mahamariamman Temple (Q7586152) su Wikidata

Brickfields & Seputen[modifica]

  • 3.13396101.6933820 Sri Kandaswamy Kovil. Sri Kandaswamy Kovil (Q13161247) su Wikidata
  • 3.12185101.6876421 Tempio Thean Hou. Tempio cinese con tetto a pagoda. Thean Hou Temple (Q2639733) su Wikidata

New City Center[modifica]

  • 3.15286101.7037622 Torre di Kuala Lumpur. Ecb copyright.svg Adulti 20 RM, bambini 10 RM. Simple icon time.svg 9:00-22:00 (ultimo ingresso 21:30). Stazione di trasmissione per le telecomunicazioni, la quarta più alta al mondo (421 m). In cima si trova il ristorante girevole Angksana. KL Tower su Wikipedia KL Tower (Q745016) su Wikidata
  • 3.157778101.71166723 Torri Gemelle Petronas. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito per il ponte pedonale. Simple icon time.svg Mar-Dom 8:30-17:00. Sono uno dei simboli della città, opera dell'architetto argentino Cesar Pelli. Sono alte 459 m, per un totale di 88 piani, e al 41° piano sono collegate tra di loro da un ponte pedonale (skybridge). Torri Petronas su Wikipedia Petronas Twin Towers (Q83063) su Wikidata
  • 3.15748101.71219724 Petrosains. Petrosains (Q7408028) su Wikidata
Tunnel dell'Acquario
  • 3.153393101.71307825 Aquaria KLCC. Allestito all'interno del Centro Congressi, l'acquario di Kuala Lumpur rientra tra le maggiori attrazioni cittadine. Molto ammirate da coloro che non possono dedicarsi allo scuba diving per cui la Malesia è giustamente famosa, sono le vasche con i coralli multicolore che riproducono la ricchezza dei fondali dei mari della Malesia e la sezione a tema dedicata alle foreste pluviali d'alta quota della Malesia. Il pezzo forte dell'acquario è il tunnel trasparente con passerella a nastro mobile che permette incontri ravvicinati con lo squalo tigre ed altri esemplari della fauna sottomarina. Aquaria KLCC (Q29168) su Wikidata
  • 3.1505101.71450126 Badan Warisan Malaysia. Badan Warisan Malaysia (Q4840583) su Wikidata
  • 3.161389101.66361127 Istana Negara. Residenza ufficiale del re di Malesia. Istana Negara (Jalan Duta) su Wikipedia Istana Negara (Q6088543) su Wikidata
  • 3.17353101.70528 Galleria Nazionale delle Arti Visive. National Arts Gallery (Q3294835) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

Festa dell'Indipedenza
  • Festa dell'Indipedenza (Hari Merdeka). Simple icon time.svg Agosto. Hari Merdeka su Wikipedia Hari Merdeka (Q25173278) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Mercati tradizionali[modifica]

  • 3.145833101.6955561 Mercato centrale (Pasar Seni). Central Market (Q1041262) su Wikidata

Centri commerciali[modifica]

  • 3.156722101.7122 Suria KLCC. Suria KLCC (Q1306924) su Wikidata
  • 3.148197101.7133873 Pavilion Kuala Lumpur, 168, Bukit Bintang St.


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 3.139467101.6893691 Planetarium Negara. Planetarium Negara (Q924297) su Wikidata
  • 3.133333101.72 Istana Budaya. Istana Budaya (Q576601) su Wikidata
  • 3.186101.683 Centro per le arti dello spettacolo. Kuala Lumpur Performing Arts Centre (Q6441030) su Wikidata
  • 3.153889101.7133334 Centro congressi di Kuala Lumpur (Pusat Konvensyen Kuala Lumpur). Kuala Lumpur Convention Centre (Q6440993) su Wikidata
  • 3.1535101.6963385 Coliseum Theatre. Coliseum Theatre (Q5145769) su Wikidata
  • 3.054667101.6911676 Stadio nazionale di Bukit Jalil. Stadio nazionale di Bukit Jalil su Wikipedia Stadio nazionale di Bukit Jalil (Q635363) su Wikidata

Locali notturni[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Controllate la camera facendo attenzione a che non vi siano pulci nel letto. Pare che la maggior parte degli alberghi economici di Kuala Lumpur ne siano infestati.

  • 3.142104101.6978941 Oasis Guest House, 125 Jalan Petaling (Vicino al mercato di Petaling). Ecb copyright.svg Stanza con bagno ed aria condizionata: max 30 RM. Piccolo albergo costruito nel maggio del 2008. Al 4º piano sono gli spazi in comune compresa la cucina è il terrazzo offre una vista panoramica sulla città. Le camere sono anguste e alcune prive di finestra. La pulizia, soprattutto dei servizi igienici, non è delle migliori ma la posizione è ottima, a due passi dalla metropolitana e dalla zona pedonale di Petaling. I prezzi sono irrisori.
  • 3.160434101.6969882 MoMo's Tune Hotels, 316, Jalan Tuanku Abdul Rahman (Vicino alla fermata "Medan Tuanku" della monorotaia). Affiliato con Air Asia, la stanza può costare appena 10 RM se prenotata con molti mesi d'anticipo. Altrimenti il prezzo è 10 volte superiore. L'albergo segue una politica dei "senza fronzoli" (no frills) per cui si paga un qualcosa in più se si richiede l'aria condizionata e addirittura qualche asciugamano. Come ben si può capire l'arredo delle stanze e dei bagni è più che spartano e manca perfino la carta igienica (perfino questa deve essere richiesta a parte).
  • 3.16653101.70113 City Park Hotel Kuala Lumpur, 46, Lorong Haji Hussein Satu (quartiere di Chow Kit). Un albergo di 128 stanze in alcune delle quali non è permesso fumare.

Prezzi elevati[modifica]

Shangri-La Kuala Lumpur
  • 3.158336101.7136594 Four Seasons Hotel Kuala Lumpur.
  • 3.155907101.7120175 Mandarin Oriental Kuala Lumpur. Lussuoso albergo con 643 stanze.
  • 3.150489101.7144736 Pullman Kuala Lumpur City Centre - Hotel & Residences.
  • 3.154147101.7064187 Shangri-La Kuala Lumpur.
  • 3.139295101.6922028 The Majestic Hotel Kuala Lumpur, Autograph Collection.


Sicurezza[modifica]

Si ricorda che la legge malese non fa distinzione tra detentori di quantità infinitesimali di stupefacenti e spacciatori. In entrambi i casi viene regolarmente applicata la pena di morte tramite impiccagione.

I borseggiatori sono in aumento a Kuala Lumpur e operano nei luoghi affollati ragion per cui bisogna sempre tener d'occhio i propri effetti personali. In particolare se si cammina sul marciapiede tenere il bagaglio dal lato opposto alla strada. Di fatto i ladruncoli agiscono spesso a bordo di due ruote e tendono ad essere sempre più violenti soprattutto nei riguardi dei visitatori occidentali.

La legge malese impone ai visitatori stranieri di portare sempre con sé il passaporto per prevenire l'immigrazione clandestina.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • 3.2374101.68390629 Grotte di Batu (Batu Caves). Grotte di Batu su Wikipedia grotte di Batu (Q687629) su Wikidata
  • 2.938899101.6910515 Putrajaya - Il nuovo centro amministrativo della Malesia, ancora in fase di costruzione si trova a circa mezz'ora in auto da Kuala Lumpur.
  • 3.339001101.2448546 Parco naturale di Kuala Selangor



Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.