Scarica il file GPX di questo articolo

Nuova Caledonia

Da Wikivoyage.
Oceania > Melanesia > Nuova Caledonia
Nuova Caledonia
Pirogue Nouvelle Calédonie.JPG
Localizzazione
Nuova Caledonia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Nuova Caledonia - Stemma
Nuova Caledonia - Bandiera
Capitale
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
TLD
Fuso orario
Sito web

Nuova Caledonia (Nouvelle-Calédonie in francese) è un arcipelago della Melanesia sotto amministrazione francese.

Da sapere[modifica]

Paesaggio nella "Brousse"

Cenni geografici[modifica]

Donne Kanak

In Nuova Caledonia si usa distinguere tre tipi di comunità:

  • Canaques (o Kanak) - Il popolo originario della Nuova Caledonia di ceppo austronesiano e dalla carnagione scura che secondo alcune teorie proverrebbe dalla Papua Nuova Guinea
  • Caldoches - Con questo termine si indicano i discendenti dei coloni Francesi. I più autentici tra i "Caldoches" sono i discendenti dei deportati dalla Francia al tempo in cui la Nuova Caledonia era una colonia penale. Essi vivono soprattutto nella "brousse", termine che in Italiano può essere reso approssimativamente come "selva" e che nel caso specifico della Nuova Caledonia sta ad indicare tutto ciò che è fuori di Nouméa, l'unico posto del territorio in grado di garantire modi di vita improntati alla "civiltà". I Caldoches della brousse vivono soprattutto di allevamento del bestiame e hanno uno stile di vita che richiama quello dei "cowboys" australiani del bush ma agli occhi di quanti vivono a Nouméa, essi sono Francesi che si sono progressivamente "inselvatichiti".
  • Les Métros (abbreviazione di Métropolitains) - Chiamati anche "Zoreilles" o "Zozos" in gergo locale, il termine Les Métros indica quei Francesi che si sono installati in Nuova Caledonia in tempi recenti e non hanno ancora perso lo stile di vita della madrepatria. Sono per lo più funzionari della pubblica amministrazione o del genio militare

Ciascuna comunità ha le proprie abitudini e ignora le altre in una sorta spontanea di separazione culturale, sociale e in un certo senso anche razziale come dimostra la rigida selezione all'ingresso dei locali notturni di Nouméa

Quando andare[modifica]

Il periodo meno favorevole per una visita in Nuova Caledonia è quello da metà dicembre a metà aprile, non tanto per le temperature più elevate e le piogge più frequenti quanto per l'eventualità di incappare in un ciclone che potrebbe rovinare le proprie vacanze. Nel 2003 il ciclone Erica provocò danni rilevanti.

Un altro fattore che funge da deterrente è il prolificare delle zanzare durante la stagione umida. Le zanzare possono trasmettere pericolose malattie tropicali come la Dengue che nel corso del 2003 assunse i caratteri epidemici uccidendo parecchie persone.


Territori e mete turistiche[modifica]

Di seguito un elenco delle isole che compongono la Nuova Caledonia:

Mappa divisa per regioni
      Grande Terre — Dalla caratteristica forma allungata, Grande Terre è la maggiore delle isole che compongono il dipartimento della Nuova Caledonia. Ha una superficie di poco inferiore a quella della regione Lazio. È circondata da lunghissime barriere coralline seconde solo a quelle australiane.
      Isole della Lealtà (Îles Loyauté) — Situate ad est di Grande Terre, le isole della Lealtà comprendono Maré, Lifou, Ouvea, Tiga, Mouli e Faiava.
      Île des Pins — Maggiore meta turistica, Île des Pins è ricoperta da boschi di piante ad alto fusto, fatto abbastanza raro in Oceania.
      Isole Belep — Al largo della costa settentrionale di Grande Terre, le minuscole isole di Belep sono servite da voli di Air Calédonie. Non dispongono di alberghi.
      Isole Chesterfield — Arcipelago disabitato nel Mar dei Coralli, 550 km a nord-ovest di Grande Terre.

Centri urbani[modifica]

  • Nouméa — Capoluogo dipartimentale, Nouméa è situata sul versante sud-occidentale dell'isola di Grande Terre. È anche un posto balneare con varie spiagge nei golfi appena a sud del centro.
  • Bourail — Comune agricolo nella Provincia del Sud.
  • Hienghène — Capoluogo della provincia settentrionale di Grande Terre, Hienghène è un bel posto dove soggiornare. I litorali intorno comprendono scogliere dalle forme fantasiose. Il clima però è più umido che non a Nouméa e la differenza si nota.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale di Nouméa [1] è situato in località La Tontouta, 17 km a nord-ovest del capoluogo. Al 2010 vi operavano le seguenti compagnie:


Come spostarsi[modifica]

In aereo[modifica]

Air Calédonie è la locale compagnia di linee aeree. Effettua voli domestici dall'aeroporto Magenta di Nouméa per Bélep, Île-des-Pins, Koné, Koumac, Lifou, Maré, Ouvéa, Tiga, La Tontouta e Touho.


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta in vigore è, come nella Polinesia Francese, il franco del Pacifico (CFP). Questo ha un tasso fisso di cambio con l'euro. 1000 franchi CFP corrispondono a 8,38 euro.

Le banche della Nuova Caledonia applicano commissioni elevate per cui è importante non cambiare spesso. Se agenzie bancarie e ATM sono molto diffuse a Nouméa, nelle zone rurali e nelle isole minori lo sono molto meno. Stesso discorso per le carte di credito. Le macchine ATM sono poi spesso fuori servizio. L'orario delle banche va dalle 07:30 alle 15:30. Il sabato sono chiuse.

Esiste un fiorente mercato nero di cambio valuta ove per lo meno non sono applicate commissioni per cui potete fare a meno dei servigi della banca ma fate molta attenzione quando estraete dal portafoglio banconote di grosso taglio.

In teoria le banche dovrebbero accettare la valuta locale che vi è avanzata a fine viaggio e dovrebbero riconvertirla in euro senza commissioni. In realtà esse si rifiutano di farlo.

La mancia non si usa e in certi casi è considerata offensiva. Del resto i prezzi sono più che salati e aggiungervi anche una mancia suona come una forma di autolesionismo.

A tavola[modifica]


Infrastrutture turistiche[modifica]

Gîtes - Con questo termine si indicano gli alloggi in capanni tradizionali gestiti per lo più da Kanak. Le gîtes sono concentrate nella Île des Pins e nelle Isole della Lealtà. A volte i loro prezzi sono esorbitanti così come quelli del vitto.

I campeggi sono abbastanza diffusi e costituiscono spesso l'unica opzione per chi vuol risparmiare qualcosa. I prezzi degli alloggi turistici sono, infatti, elevati, senza eccezione.

Eventi e feste[modifica]


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]


Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Tenersi informati[modifica]


Altri progetti