Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Massimbona
Il Mincio a Massimbona
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Italia
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Massimbona

Massimbona è un borgo della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Cenni storici[modifica]

L'importanza del borgo, frazione di Goito, nel corso dei secoli è legata alla presenza di due elementi peculiari del suo paesaggio: la via Postumia, risalente all'epoca romana, che, di passaggio nella frazione, rappresentava un collegamento fondamentale tra le città di Mantova e Verona, favorendo soprattutto il passaggio di mercanti e pellegrini, e il fiume Mincio, che qui ristagna formando una sorta di guado, e che favorì la costruzione di un mulino.

Il borgo di Massimbona viene citato per la prima volta nei documenti d'archivio nel 1279. Nei documenti d'archivio del XIV secolo, vengono indicati come possedimenti di alcuni componenti della famiglia Gonzaga (Feltrino e Filippino Gonzaga), quando i territori furono di Ludovico I Gonzaga, il quale nel XIV secolo diede un importante contributo allo sviluppo del borgo, dando avvio alla sua sistemazione idraulica e migliorando la gestione agricola della zona.

Antico mulino


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

Segnale

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono:

  • 45.6661869.7018081 Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio (il Caravaggio), Via Aeroporto 13, Orio al Serio, +39 035 326323.
  • 45.39666710.8877782 Aeroporto di Verona-Villafranca (Valerio Catullo), Caselle di Sommacampagna (VR), +39 045 8095666, fax: +39 045 8619074.

In auto[modifica]

I caselli autostradali più vicini sono:

Da Goito, seguire le indicazioni per Marengo e Roverbella.

Aree sosta per camper[modifica]

Fiume Mincio a Massimbona

Area di sosta attrezzata più vicina:

In treno[modifica]

Le stazioni più vicine sono:

  • 45.15856710.7833694 Stazione FS di Mantova, Piazza don Leoni. Sulla direttice Verona-Modena.
  • 45.4625510.536145 Stazione FS di Desenzano del Garda, Piazza Einaudi. Servita da Frecciabianca per Milano Centrale, Torino Porta Susa, Trieste Centrale e Venezia Santa Lucia; da Frecciarossa per Brescia e Roma Termini e da regionali per Milano Centrale e Verona Porta Nuova.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Chiesa S. Pietro in Vincoli
Antico mulino
  • 45.2798610.716341 Chiesa di San Pietro in Vincoli. La Chiesa, dedicata a San Pietro, non ha una precisa data di fondazione, ma si suppone che sia stata fondata dai monaci benedettini nel corso dei secoli XI-XII: l'edificio rientra infatti nella tipologia delle chiese campestri (a navata unica, con facciata a capanna, di piccole dimensioni) che si diffusero molto nel territorio dell'Alto Mantovano proprio in questo periodo. L'edificio ha dimensioni modeste (m.14x8), è costruito in mattoni e cotto e coperto da intonaco all'esterno e, sul lato destro, presenta un piccolo campanile, nel quale è presente una campana ad oggi ancora funzionante.
  • 45.2803910.716032 Antico mulino. La costruzione sembra risalire all'anno 1000, grazie all'opera dei frati benedettini, che in quel periodo si diffusero anche nel territorio dell'Alto Mantovano, sebbene il primo riferimento storico negli archivi sia del 1231. Nel 1313 gli "Statuti Bonacolsiani" disciplinavano l'attività dei mugnai, tra cui quelle delle città di Massimbona e Goito. Su una delle travi dell'edificio è inciso il cognome della famiglia Bonetti che nel 1393 ne era proprietaria. Successivamente la struttura appartenne ai Gonzaga e fu più volte modificata.
  • 45.280710.715153 Fiume Mincio.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Fare riferimento agli esercizi di Goito.

Dove alloggiare[modifica]

Fare riferimento agli esercizi di Goito.

Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Parco delle Bertone
  • Mantova — Capitale dei Gonzaga, emana ancora il suo sottile fascino di grande città d'arte per la quale la nomina a Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO è stata non tanto un riconoscimento, quanto una doverosa presa d'atto. Ineguagliabili le sue atmosfere antiche, i profili dei palazzi e delle cupole che si stagliano nella foschia padana avvolti dallo specchio dei suoi laghi, la sua sterminata reggia gonzaghesca che ingloba numerosi edifici nel centro città.
  • Parco delle Bertone
  • Lago di Garda — È uno dei grandi laghi lombardi; la sponda orientale è veneta, la punta a nord è trentina. Meta di turismo climatico fin dall'Ottocento, ogni paese rivierasco vive e si sviluppa con il turismo. Mete principali sono Sirmione, Desenzano del Garda, Salò, Riva del Garda, Garda, Peschiera del Garda.

Itinerari[modifica]

Colline moreniche del lago di Garda


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.