Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Veneto > Sommacampagna

Sommacampagna

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Sommacampagna
Municipio di Sommacampagna
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Sommacampagna
Sommacampagna
Sito istituzionale

Sommacampagna è una città del Veneto.

Da sapere[modifica]

Antico centro a poca distanza da Verona, fu paese agricolo che nel Novecento registrò un notevole sviluppo determinato proprio dalla sua vicinanza alla città.

Cenni geografici[modifica]

Colline moreniche del Garda

Nella pianura veneta, là dove iniziano i primi corrugamenti delle colline moreniche del Lago di Garda, Sommacampagna dista 18 km da Verona,una decina dalle rive del Lago di Garda.

Cenni storici[modifica]

Gli avvenimenti storici più noti sono sicuramente le battaglie risorgimentali della Prima e della terza Guerra d'Indipendenza che si sono svolte nel suo territorio, sulle colline moreniche di Custoza. La storia del luogo affonda le sue radici in epoche antichissime, testimoniata dai ritrovamenti archeologici di epoca preistorica e di epoca romana, quando il paese si chiamava Summa Campanea e si sviluppava nell'area della pieve di Sant'Andrea, per svilupparsi poi in epoca medievale fino alla chiesa di San Rocco.

Fece parte del territorio di Verona, quindi della Repubblica di Venezia, del Lombardo Veneto ed infine dell'Italia unita. Lo sviluppo industriale di Verona e la vicinanza alla città ha fatto crescere l'abitato che si è dotato di nuovi quartieri ed ha aumentato in maniera cospicua la popolazione, da poche migliaia nell' Ottocento ai quasi 15.000 abitanti attuali (2014). Il territorio comunale ospita anche l'Aeroporto Catullo di Verona.

Come orientarsi[modifica]

L'incremento demografico ha determinato lo sviluppo della città, che nel tempo è scesa dai colli dove era il suo nucleo storico per popolare la piana in direzione di Verona costruendovi i nuovi quartieri.

Quartieri[modifica]

Sono centri del suo territorio: Caselle (con l'aeroporto di Verona) e Custoza, il cui nome è legato a battaglie risorgimentali. Altri nuclei abitati sono: Accademia, Bagolina, Balconi Rossi, Betlemme, Brognol, Cappello, Casazze, Ceolara, Cesarina, Coa, Coramar, Fredda, Ganfardine, Gasparina, Montegodi, Palazzo-Rezzola, Pantina, Pirlar, Poiane, Sarcè, Siberie, Terruia, Zemine

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Pieve di Sant'Andrea. Simple icon time.svg Visita guidata la prima domenica di ogni mese dalle ore 15.00-.. È il monumento più antico della città, sorto sul sito di un tempio romano trasformato in chiesa cristiana con più interventi in un arco temporale fra il 400 e il Mille. In stile romanico, ha impianto basilicale a tre navate. Conserva vari affreschi ed una importante Via Crucis lignea, gli uni e l'altra recentemente restaurati.
  • Santuario della Madonna del Monte. I Frati minori ressero il Santuario in epoche passate; la loro presenza è ricordata dal quadro che in fondo al coro raffigura l'Assunta con San Francesco, Sant'Antonio e San Bonaventura. Non si conosce la data di costruzione della chiesa, che mostra comunque segni di vetustà.
  • Chiesa di San Rocco (San Rocco al Castello). La denominazione popolare di San Rocco al castello ricorda che la chiesa si trova sul sito dell'antico castello della città che venne abbattuto. Nel 1511 il tempio fu dedicato a San Rocco per chiedere protezione dalla peste. Il campanile è rifacimento recente del 1903.
  • Chiesa parrocchiale dell’Immacolata e di S. Andrea Apostolo (del Pirlar). Nella prima metà del Cinquecento la chiesa divenne la principale di Sommacampagna; in posizione più centrale, vi furono trasferite le prerogative della Pieve. Il Pirlàr fu ampliato e ricostruito a metà del Settecento; la chiesa così ricostruita venne consacrata nel 1762. Dell'antica chiesa della Madonna del Pirlàr rimane il campanile.

Oltre ai monumenti religiosi, la città conserva anche numerose ville patrizie e palazzi dell'aristocrazia veronese, che costruirono qui fastose residenze.

  • Cà Zenobia. Ha origine fra i secolo XII-XIII, dei quali conserva parti di stile romanico; rimaneggiata in periodo gotico ebbe ampliamenti nel Cinquecento.
  • Villa della Vecchia. Villa della seconda metà del Cinquecento, ha un giardino all'italiana ed impianto di stile veneto, con salone centrale e stanse laterali.
  • Villa Masi. Ha caratteristiche stilistiche che richiamano il Quattrocento ed il Cinquecento.
  • Villa Fiocco.
  • Villa Venier (La Bassa). Ha un grande giardino all'italiana. Il suo aspetto è quello di un grande palazzo patrizio del Seicento; acquistato dall'Amministrazione comunale, viene utilizzato per spettacoli in estate e mostre durante tutto l'arco dell'anno. Il suo giardino è aperto al pubblico.
  • Villa Bocca Trezza (Mille e una rosa). Sorge in zona centrale; la sua costruzione è ascrivibile al Seicento; ospitò illustri personaggi durante le guerre risorgimentali del 1848 e del 1866 quali Ferdinando di Savoia duca di Genova e l'arciduca Alberto d'Austria.
  • Villa Livio.


A Custoza[modifica]

  • Ossario di Custoza, Via Ossario 17, +39 045 8971356. Ecb copyright.svg Ingresso libero. Fu inaugurato da Umberto I nel 1879 e raccoglie le ossa dei soldati italiani e austriaci morti durante le due Guerre d'indipendenza del 1848 e del 1866.
  • Casa del Tamburino Sardo.
  • Villa Ottolini. Sulla collina della frazione di Custoza, risale al Seicento e gode di una bella vista sulla pianura di Villafranca di Verona e Valeggio sul Mincio. Restaurata dall'attuale proprietario, conserva anche una cappella con arredi seicenteschi.

Eventi e feste[modifica]

  • Carnevale. In occasione del Carnevale esce fra il pubblico la maschera locale, Messer Gidino.
  • Maratona del Custoza. Simple icon time.svg La seconda domenica di maggio.
  • Sagra di San Luigi (a Caselle di Sommacampagna). Simple icon time.svg il primo week end di agosto.
  • Festa della Madonna (al Santuario della Madonna del Monte e a Villa Venier). Simple icon time.svg nel mese di agosto.
  • Antica Fiera annuale di Sommacampagna. Simple icon time.svg lunedì successivo all'ultima domenica di agosto. Mostre mercato di prodotti agricoli locali, macchine agricole, mercati merceologici, luna park, gare sportive, stand gastronomici, serate di folklore e spettacoli pirotecnici conclusivi.
  • Festa del Vino Bianco di Custoza. Simple icon time.svg il secondo week end di settembre. nel corso della festa viene proclamato il miglior produttore di Vino Bianco di Custoza.ino


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Le campagne delle colline moreniche di Custoza e Sommacampagna sono terreni che hanno fornito un ideale habitat a vitigni di uva bianca dai quali si ricava il Bianco di Custoza, un vino secco morbido particolarmente gradevole che si accompagna a molti piatti ed è adatto anche per i dessert o per i fuori pasto.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

  • 1 Osteria Monte Molin, via Orsa Maggiore 1, +39 045 8969051.
  • 2 Trattoria Merica, via Rezzola 93, +39 045 515160. locale di campagna con piatti tipici veneti
  • 3 Trattoria Tre Colli, via Pigno 6, +39 045 515935.
  • 4 Osteria del Fil de Fero, Piazza Carlo Alberto 4, +39 045 8969097.

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 2 Poste italiane, via Carlo Alberto 33, +39 045 8971611.
  • 3 Poste italiane, via Roma 22 (a Caselle), +39 045 8581555.


Nei dintorni[modifica]

  • Lago di Garda — È uno dei grandi laghi lombardi; la sponda orientale è veneta, la punta a nord è trentina. Meta di turismo climatico fin dall'Ottocento, ogni paese rivierasco vive e si sviluppa con il turismo. Mete principali sono Sirmione, Desenzano del Garda, Salò, Riva del Garda, Garda, Peschiera del Garda.
  • Peschiera del Garda — Sulla riva inferiore del lago, dove si forma il Mincio, il suo nucleo storico è ancora circondato dalle mura e da quattro bastioni angolari; gli Austriaci ne fecero uno dei capisaldi del cosiddetto Quadrilatero con Mantova, Legnago e Verona. La porzione del suo territorio che si protende verso Sirmione prende il nome di Lugana, dove si produce l'omonimo famoso vino.
  • Verona
  • Custoza

Itinerari[modifica]

Colline moreniche del lago di Garda
  • Colline moreniche del lago di Garda — Sui primi corrugamenti della pianura padana che si fa collina, là dove ha inizio il grande bacino lacuale del Lago di Garda, il percorso tocca paesi e città che furono dominio gonzaghesco, veneziano, scaligero, e divennero poi teatro delle sanguinose battaglie risorgimentali che furono il preludio dell'Unità d'Italia. All'importanza turistica, storica e naturalistica la zona unisce un interesse enologico in quanto area di produzione dei vini dei colli, tokai, merlot e chiaretto.
  • Città murate del Veneto. Un itinerario alla scoperta delle roccaforti e della storia del Veneto.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.