Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Grecia settentrionale
i meandri del fiume Nestos
Stato

Grecia settentrionale è una regione della Grecia.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Grecia settentrionale

      Epiro — La regione che fa perno sulla città di Giannina. Parga, Prevesa, Syvota e le altre località sulla costa del mar Ionio attraggono il maggior numero di turisti.
      Macedonia — La regione che fa perno su Salonicco, secondo centro urbano del paese. La Calcidica è la regione che attrae il maggior numero di turisti provenienti per lo più dall'Europa orientale. La repubblica monastica del Monte Athos occupa la penisola più orientale della Calcidica.
      Tessaglia — Una regione agricola di cui fanno parte la Magnesia e il Monte Pelio. I monasteri della Meteora si trovano ai confini con l'Epiro.
      macedonia Orientale

Centri urbani[modifica]

  • Alessandropoli (Αλεξανδρούπολη, Alexandrupoli) — Capoluogo dell'Evros, Alexandropoli è il porto della Tracia donde ci si imbarca alla volta dell'isola di Samotracia.
  • Giannina — Capoluogo dell'Epiro, Giannina è adagiata sulle rive del Lago Pamvotida e conserva atmosfere di epoca ottomana descritte nel romanzo il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas.
  • Kastoria — Altra città sulle rive di un lago, famosa per le sue molte chiese bizantine.
  • 1 Kavala — Situata nelle vicinanze del sito archeologico di Filippi, Kavala è un pittoresco porto donde ci si imbarca alla volta dell'isola di Taso.
  • Komotini — Città della Tracia occidentale, abitata da minoranze musulmane e con un forte sapore orientale.
  • Prevesa — Cittadina di provincia all'ingresso del golfo ambracico, Prevesa possiede un lunghissimo litorale contornato da alberghi che d'estate si riempono di villeggianti.
  • Salonicco
  • Volos — Luogo natale del pittore Giorgio de Chirico, Volos è il porto donde ci si può imbarcare alla volta delle Sporadi Settentrionali e costituisce la base per escursioni al Monte Pelio.

Altre destinazioni[modifica]

  • Meteora — Monasteri ortodossi costruiti sulla cima di alti speroni di arenaria tra paesaggi unici in Europa.
  • Monte Athos — Repubblica monastica che occupa la penisola più orientale della Calcidica.
  • Monte Pelio — Mitica dimora dei centauri.
  • Olimpo — Il monte considerato dimora degli dei.
  • Parco nazionale dei laghi di Prespa — Parco transfrontaliero che occupa i laghi della Piccola e Grande Prespa.
  • Samotracia — Al largo delle coste della Tracia, Samotracia è meta di un turismo giovanile.
  • Sporadi Settentrionali — Famose isole al largo della Tessaglia di cui solo tre sono abitate (Sciato, Skopelo, Alonneso).
  • Taso — Famosa per i suoi verdi paesaggi, Taso è un'isola apprezzata da turisti provenienti da paesi dell'Europa orientale.
  • Zagori — Regione famosa per i villaggi dalle caratteristiche case in pietra e per i ponti di epoca ottomana che scavalcano numerosi fiumi e torrenti.


Come arrivare[modifica]

In treno[modifica]

  • Il viaggio in treno da Atene a Salonicco e viceversa dura mediamente 4 ore e 30 min.
  • La linea Salonicco-Alessandropoli non permette velocità elevate. Tuttavia il treno è raccomandato nel tratto Stavroupoli-Xanthi in quanto segue da vicino il corso del fiume Nestos e le sue gole di notevole interesse paesaggistico.
  • Da Alessandropoli ha inizio la ferrovia che segue il corso del fiume Evros che segna per lungo tratto il confine con la Turchia. Attualmente (2020) i treni fanno capolinea al villaggio di Dikaia e non proseguono per la città bulgara di Svilengrad, appena oltre confine.
Dal 2011 è interrotto anche il collegamento ferroviario per Istanbul.
  • L'unico collegamento internazionale in funzione è quello Salonicco-Sofia.
Il ripristino del collegamento ferroviario Salonicco-Skopje, previsto per il 2020, è stato rimandato, ufficialmente a causa della pandemia del coronavirus.


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

La Grecia settentrionale è attraversata da una moderna autostrada, la Via Egnazia (Autokinetodromos A2 number.svg) che ha contribuito a dare unità a una regione contrassegnata per secoli da una carenza di trasporti terrestri adeguati. La Autokinetodromos A2 number.svg inizia dal porto di Igoumenitsa e finisce a Kipi, il valico di frontiera con la Turchia.

Cosa vedere[modifica]

  • Anfipoli
  • Dion — Sito archeologico alle falde del monte Olimpo con resti del IV secolo a.C.
  • Dodona — Rovine di una città dell'Epiro sede di un antico oracolo.
  • Filippi — Rovine di una antica città che prese il nome dal re Filippo II di Macedonia. Conquistata dai Romani nel 168 a.C. fu teatro nell'ottobre del 42 a.C. della battaglia tra le truppe di Ottaviano e Antonio contro quelle degli uccisori di Giulio Cesare, Bruto e Cassio, che furono sconfitti. Presenta un teatro ben conservato dove vengono allestiti spettacoli nella stagione estiva.
  • Pella - Antica capitale del Regno di Macedonia Pella fu la città natale di Filippo II e di Alessandro Magno.
  • Verghina - Necropoli dell'età del Ferro dove nel 1977 fu rinvenuta la tomba di Filippo II di Macedonia.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.