Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Calcidica
Veduta del centro balneare di Olimpiada
Localizzazione
Calcidica - Localizzazione
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Calcidica (Χαλκιδική) è una regione della Macedonia Centrale.

Da sapere[modifica]

La Calcidica è, insieme alla regione della Pieria, alla città di Kavala e all'isola di Taso, la più rinomata meta di vacanze della Macedonia e di tutta la Grecia settentrionale. Il successo è stato determinato da una lunga sequenza di seducenti litorali e dalla vicinanza dell'aeroporto internazionale di Salonicco, collegato d'estate alle maggiori città europee.

Il primo esperimento di turismo di massa nella Calcidica risale al 1970 quando fu completato l'enorme complesso alberghiero di Porto Carras. Da allora il turismo della regione ha subito alterne vicende.

Nell'ultimo decennio del XX secolo fu registrata una preoccupante flessione delle presenze turistiche provenienti dall'Europa occidentale ma queste furono presto compensate dagli arrivi di turisti dall'Europa orientale, Russia compresa. A quel tempo la Calcidica era definita paradiso del campeggiatore e in gran parte lo era ancora al 2020.

Con la maggiore disponibilità di reddito acquisita dagli Europei orientali, la Calcidica si ricoprì di tutta una serie di infrastrutture volte a soddisfare una domanda turistica in crescita costante. Oggi la costa della penisola di Kassandra sul golfo di Toroneo è un continuo susseguirsi di centri balneari, non sempre improntati al rispetto dell'ambiente naturale. Sithonia ha conosciuto uno sviluppo meno prorompente ma i suoi litorali sono sempre più affollati di bagnanti.

Cenni geografici[modifica]

La Calcidica è una penisola nel Mar Egeo nord-occidentale dalla forma simile a una mano con tre "dita" (sebbene in greco queste tre penisole siano spesso chiamate "gambe"). Da ovest a est, le penisole sono Kassandra, Sithonia e Monte Athos. Gran parte di quest'ultima penisola costituisce una comunità monastica a statuto autonomo l'accesso alla quale richiede l'ottenimento di permessi speciali richiesti per tempo perché vige il numero chiuso. L'ingresso al Monte Athos è inoltre precluso alle donne.

Le tre "dita" sono separate da due golfi, il golfo di Toroneo ad ovest e il golfo del Monte Santo o golfo Singitico ad est.

La penisola calcidica è delimitata a ovest dal golfo Termaico in fondo al quale giace la città di Salonicco e ad est dai golfi di Orfani e di Ierissos che si aprono sul mare di Tracia.

Quando andare[modifica]

Il periodo di ferragosto coincide con il maggior afflusso di turisti per cui coloro che non amano i bagni di folla faranno bene a ripiegare nel mese precedente o in quello successivo. Il clima è tipicamente mediterraneo. Dopo ferragosto tendono a verificarsi temporali di breve durata ma a volte di forte intensità.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Penisola del Monte Athos

  • 1 Ierissos (Ιερισσός) — Un piccolo centro balneare e porto donde salpano non regolarmente battelli alla volta dei monasteri sulla costa orientale del Monte Athos (Monasteri di Esphigmenou, di Vatopediou, di Pantokratoros, di Iviron e di Stavronikita).
  • 2 Ouranoupoli (Ουρανούπολη) — Il porto collegato a Dafne (monte Athos) da un servizio regolare di battelli.

Penisola di Kassandra

  • 3 Nea Potidea (Νέα Ποτίδαια) — Il primo centro della penisola di Kassandra che incontra chi proviene da Salonicco. Nea Potidea è infatti situata proprio sul canale di epoca ellenistica che taglia il sottile istmo che univa Kassandra alla terraferma.
  • 4 Paliouri — Villaggio tradizionale greco, il cui litorale si estende fino all'estrema punta sud di Kassandra. Il tratto di costa da Nea Potidea a Paliouri è occupato da una serie di centri balneari oramai quasi saldati fra loro.
  • 5 Possidi (Ποσείδι Χαλκιδικής) — Località sul golfo Termaico situata in prossimità di una grande lingua di sabbia di forma triangolare che si protende nelle acque del golfo per qualche chilometro. La presenza di pinete ha favorito il sorgere di numerosi campeggi.

Penisola di Sithonia

  • 6 Neos Marmaras (Νέος Μαρμαράς) — Villaggio e maggior centro balneare sul golfo di Toroneo, Neos Marmaras è un villaggio con circa 3.000 residenti stabili. D'estate però, la popolazione di Neos Marmaras risulta decuplicata.
  • 7 Sarti (Σάρτη) — Situata sul golfo Singitico, Sarti vanta una serie di magnifiche spiagge che hanno come sfondo la suggestiva silhouette del monte Athos. Le spiagge arrivano a toccare, qualche decina di km più a nord la località di Vouvouri, anch'essa molto frequentata d'estate.

Regione settentrionale

  • 8 Nea Kalikratia (Νέα Καλλικράτεια) — La spiaggia della Calcidica più vicina a Salonicco e per questo molto affollata nei week end sin dagli inizi della bella stagione.
  • 9 Olympiada (Ολυμπιάδα Χαλκιδικής) — Il più importante centro balneare sul golfo di Orfani che si apre sul mar di Tracia (costa orientale). Il suo litorale, lungo e frastagliato, costituisce zona di protezione speciale della rete europea Natura 2000.

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Ammouliani (Αμμουλιανή) — Isola situata a dieci minuti di nave dal porto di Tripiti.
  • 2 Porto Carras (Πόρτο Καρράς) — Enorme complesso alberghiero di tre unità realizzato nel 1970 dall'armatore Ioannis Carras.
  • 3 Porto Kufò (Πόρτο Κουφό) — Una baia di forma articolata che comunica con il golfo di Toroneo tramite uno stretto passaggio. Costituisce un ormeggio naturale per yacht privati.

Siti archeologici

  • 4 Olinto (Όλυνθος) — Rovine di una colonia dei calcidesi fondata nel VI secolo a.C. È famosa per le orazioni olintiche pronunciate da Demostene per sollecitare l'intervento di Atene in difesa della città, meno di un anno prima della sua distruzione, operata da Filippo II di Macedonia nel 348 a.C.
  • 5 Stagira (Στάγειρα o anche Στάγιρα) — Rovine della città natale del filosofo Aristotele. Il sito costituisce un balcone naturale con magnifiche viste sulla costa di Olympiada.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto di Salonicco-Macedonia (IATA: SKG). L'aeroporto internazionale di Salonicco è il più vicino ai centri balneari della Calcidica. Al 2020 le linee aeree che effettuavano voli stagionali da città italiane erano Ryanair e Volotea.
Se non avete prenotato auto che vi venga consegnata in aeroporto, dovrete recarvi (preferibilmente con taxi) alla vicina fermata del centro IKEA dove fanno fermata gli autobus diretti ai vari centri della Calcidica. Aeroporto di Salonicco-Macedonia su Wikipedia Aeroporto Internazionale di Salonicco-Macedonia (Q127958) su Wikidata

In auto[modifica]

L'autostrada A24 su Google Mappe è la via più facile per arrivare alle spiagge di Kassandra e, tramite i suoi prolungamenti, anche ai centri di Sithonia. La A24 va bene anche per chi proviene da Atene e da altri centri della Grecia occidentale essendo saldata all'anello autostradale che circonda Salonicco.

Per accedere da Salonicco alle località sulla costa orientale della Calcidica converrà imboccare la A2 (Via Egnazia) e uscire in corrispondenza dello 2 svincolo di Asprovaltas. Se non volete pagare il pedaggio che è comunque una cifra irrisoria potete imboccare la Strada Statale EO2 che corre parallela alla via Egnazia e uscire in corrispondenza della provinciale per il villaggio di Stavròs. Da qui ha inizio una stretta e tortuosa strada litoranea che finisce al centro baneare di Olympiada.


In autobus[modifica]

  • KTEL della Calcidica. Gli autobus intercity del consorzio KTEL provvedono a collegare i vari centri regionali con le altre città della Grecia. Il loro capolinea a Salonicco non è nella stazione degli autobus a lunga distanza ma sulla A24, nella zona alta del quartiere di Kalamaria. Se siete scesi all'aeroporto di Salonicco recatevi alla fermata del centro IKEA come da indicazioni precedenti.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti