Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Alessandropoli
Αλεξανδρούπολη
Il faro di Alessandropoli
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Grecia
Reddot.svg
Alessandropoli
Sito istituzionale

Alessandropoli (Αλεξανδρούπολη, pronunciato: Alecsandrùpoli) è una città greca della Tracia occidentale, capoluogo della regione dell'Evros.

Da sapere[modifica]


Come orientarsi[modifica]

Sobborghi[modifica]

Il comune di Alessandropoli è molto esteso e abbraccia tutta l'area costiera della regione dell'Evros, dal delta del fiume ad est fino al sobborgo di Makri (Mesimvria) ad ovest.

  • 1 Traianopoli (Λουτρά Τραϊανουπόλεως). Traianopoli fu fondata dall'imperatore romano Traiano (98-117) ed era famosa per le sue terme. Nel IV secolo divenne la capitale di Rhodope, una sezione amministrativa della provincia romana della Tracia creata da Diocleziano. Nonostante le vicissitudini successive, Traianopoli rimase sede del metropolita (vescovo ortodosso) della provincia ecclesiastica di Rodopi fino al XIV secolo. La città fu distrutta nel 1322 dalle incursioni bulgare e nel 1329/30 dall'esercito ottomano. Sono ancora visibili le rovine delle terme romane e delle mura della città. Traianopoli è oggi una modesta stazione termale. Vi si trova l'ingresso al parco del delta dell'Evro. Traianopoli su Wikipedia Traianoupoli (Q2284484) su Wikidata


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 2 Aeroporto di Alexandroupoli (IATA: AXD). Il nome ufficiale è "Aeroporto statale Democrito" (in greco: Κρατικός Αερολιμένας Αλεξανδρούπολης "Δημόκριτος", Kratikós Aeroliménas Alexandrúpolis. Prende il nome dal filosofo nato nella non distante città di Abdera.
L'aeroporto è situato 7 km a est della città sulla statale EO2 per Orestiada. È un piccolo aeroporto riservato ai soli voli domestici. Al 2020 i voli da/per Atene erano gestiti da Aegean Airlines e dalla sua sussidiaria Olympic Air mentre le linee aeree Sky Express operavano sulla rotta Sitia (Creta)-Alessandropoli con scalo intermedio ad Atene. Alexandroupolis International Airport (Q1430762) su Wikidata


In treno[modifica]

  • 3 Stazione di Alessandropoli. La stazione costituisce il termine di due linee:
  • Ferrovia proveniente da Salonicco, percorsa dagli intercity.
  • Ferrovia proveniente da Ormenio. Stazione di Alessandropoli su Wikipedia Stazione di Alessandropoli (Q18335627) su Wikidata

In autobus[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Cattedrale (Mitropoli Church of Saint Nicholas), Metropoleos. Consacrata nel 1901, la cattedrale di Alessandropoli è dedicata a San Nicola, il patrono dei naviganti. Vi è annesso un museo di arte sacra con icone e arredi ecclesiastici di epoca postbizantina.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Nord
Castello di Didymoticho
Castello Pythion
  • 2 Castello di Avanta (Potamos) (Boz-Tepe) (outside the village of Avanta, 10 km from Alexandroupolis). Il castello si trova sulla strada provinciale da Alessandropoli ad Avanta. Già da lontano si possono scorgere le tre imponenti torri medievali sul fiume Potos circondate da una doppia cinta muraria. Si pensa che sia stato costruito nel XIII secolo dai Gatelouzos, i conquistatori genovesi dell'area, su un sito occupato nei periodi preistorico, greco antico e bizantino. La salita al Castello di Avanta (o Potamos), dal lato ovest della collina, dura circa 20 minuti. Si conserva una grandiosa porta, con due alte torri su entrambi i lati e le mura del castello, con le scale che vi salgono. La vista dell'intera pianura dai guerrieri giustificava pienamente la costruzione del castello di Avanta in questo punto. Le rovine che il visitatore vede oggi risalgono al XIII secolo, anche se ci sono reperti del periodo miceneo. L'intera area ha castelli sparsi su pendii e rocce che consentono il monitoraggio del campo e del passaggio da Rodopi e Komotin.
  • 3 Chiesa della grotta dei Santi Teodori, Villaggio di Avanta (10 km). Chiesa rupestre con affreschi del X secolo, in posizione panoramica sulla fortezza Potamos di Avanta.
Est
Delta dell'Evro
Chiesa bizantina di Feres
  • Delta del fiume Evro A soli 22 km da Alessandropoli si trova il Delta dell'Evros, una riserva ecologica che figura nell'elenco delle aree protette della Convenzione di Ramsar (1971) volta a preservare specie rare di flora (oltre 300 specie di piante) e fauna (40 specie di mammiferi, 28 specie di rettili, 46 specie di pesci e 320 specie di uccelli). Una parte del Delta è stata designata come Zona di Protezione Speciale ed è stata inserita nella Rete Natura 2000 di interesse Comunitario.
  • 5 Feres (28 km in treno o in autobus) Con una famosa chiesa bizantina della metà del XII secolo, dedicata alla Madonna, Salvatrice del Mondo (Theotokos Kosmosoteira)
Ovest
Mesembria
  • 4 Sito archeologico di Mesimvria (Αρχαιολογικός χώρος Μεσημβρίας). Mesimvria era una colonia di Samotracia del VII secolo a.C. Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce resti del muro della fortezza con torri, case private, una rete stradale, edifici pubblici, un santuario di Demetra e un tempio di Apollo. All'interno del santuario di Demetra sono stati rinvenuti pannelli in rilievo d'argento, oro, argento e dorati, tutti collegati al culto di Demetra. Il tempio arcaico di Apollo faceva parte di un più ampio complesso edilizio (35 x 45 m) con cortile centrale pavimentato, circondato da una stoa. All'interno del tempio sono stati rinvenuti frammenti di ceramica con iscrizioni incise dal VI al V secolo a.C. Mesimvria-Zoni (Q15733136) su Wikidata


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Alessandropoli
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Alessandropoli
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.