Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Duisburg
Veduta del ponte "Porta dei Cigni" (Schwanentorbrück)
Stemma e Bandiera
Duisburg - Stemma
Duisburg - Bandiera
Stato
Stato federato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Germania
Reddot.svg
Duisburg
Sito del turismo
Sito istituzionale

Duisburg è una città della Renania Settentrionale-Vestfalia, nella parte occidentale della Regione della Ruhr.

Da sapere[modifica]

Duisburg è un grande porto fluviale alla confluenza del Reno e della Ruhr. La città è anche un grosso polo industriale, dodicesima, su scala nazionale per numero di abitanti e quinta su scala regionale.

Si trova nella parte più occidentale della regione della Ruhr, a meno di una trentina di km a nord di Düsseldorf e a circa una ventina di km dalla città di Essen con cui forma un unico agglomerato urbano insieme ai vicini centri di Oberhausen e Mülheim an der Ruhr.

La città è sede dell'Università di Duisburg-Essen, sorta nel 2003 dalla fusione con quella della vicina città di Essen. L'istituto è annoverato tra i primi dieci atenei tedeschi; ne frequentano i corsi circa 33.000 studenti.

Cenni storici[modifica]

Duisburg appare menzionata per la prima volta in un documento dell'883, al tempo in cui fu conquistata dai Normanni. Successivamente divenne membro della lega anseatica e nel 1120 fu cinta di mura. Il centro prosperò grazie al suo porto fluviale e ai commerci di tabacco, Agli inizi del XIX secolo contava già 100.000 abitanti.

Durante la Seconda guerra mondiale fu oggetto di ripetuti e terribili bombardamenti. Nella sola incursione del 14-15 ottobre 1944 vennero sganciate 9000 tonnellate di bombe; l'80% dei suoi edifici andò distrutto.

Duisburg è stata teatro, il 24 luglio 2010 del disastro della LoveParade: presso la stazione merci abbandonata della Deutsche Bahn perirono 21 persone e altre 500 riportarono ferite gravi.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Duisburg è suddivisa in 7 distretti (Stadtbezirk) ciascuno dei quali comprende più quartieri (Stadtteil). Oltre al centro (Duisburg-Mitte) gli altri 6 sono:

  • Walsum
  • Hamborn - Fino alla sua fusione con Duisburg Hamborn era una città indipendente e appariva al 40 posto nella classifica delle città più popolate della Germania.
  • Meiderich/Beeck - Dove si trova il parco paesaggistico di Duisburg-Nord.
  • Homberg/Ruhrort/Baerl
  • Rheinhausen
  • Duisburg-Süd


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto più vincino è quello di Düsseldorf (IATA:DUS) che ha anche la maggior scelta di voli. Dalla stazione ferroviaria dello scalo è possibile salire su uno dei frequenti treni regionali che raggiungono Duisburg in un 1/4 d'ora. Potete salire anche su un treno suburbano della linea S1 che impiega un po' più di tempo in quanto ferma in tutte le stazioni.

In treno[modifica]

  • 51.436.7761111 Stazione centrale (Duisburg Hauptbahnhof). Vi si fermano i treni regionali e i treni ICE ad alta velocità provenienti da varie città tedesche Berlino (4 ore), Hannover (2:15), Monaco, (5 ore) e Francoforte (1:45). Informazioni sul sito delle ferrovie tedesche (Deutsche Bahn). Per i treni regionali dovrete far riferimento al sito della VRR. I biglietti regionali validi per uno o più giorni così come eventuali abbonamenti settimanali o mensili potrete acquistarli alle emittitrici presenti in stazione. Stazione di Duisburg Centrale su Wikipedia stazione di Duisburg Centrale (Q567024) su Wikidata.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Salvatorkirche
Tiger and Turtle – Magic Mountain
  • 51.435836.760831 Chiesa del Salvatore (Salvatorkirche), Burgplatz (Tram 901 diretto al "Rathaus" o bus 929, 933 diretti a "Schwanentor"). La più antica chiesa di Duisburg. Risale al IX secolo ma fu ricostruita 4 secoli più tardi in seguito ad un incendio. Fu il tempio dei cavalieri dell'ordine teutonico che provvidero a restaurarla nel 1415 conferendogli lo stile gotico dell'epoca.
  • 51.435396.76132 Palazzo comunale (Rathaus), Burgplatz 19 (di fronte alla chiesa del Salvatore). Completato nel 1902 secondo uno stile neorinascimentale. Di fronte all'ingresso sta il pozzo di Gerardo Mercatore, il grande cartografo e matematico nato a Kruibeke (Anversa nel 1512 da famiglia tedesca e trasferitosi nel 1552 a Duisburg dove rimase fino alla sua morte nel 1594.
  • Zona archeologica del vecchio mercato, Alter Markt (sul retro del palazzo comunale).
  • 51.375566.738033 Tiger and Turtle – Magic Mountain, Heinrich-Hildebrand-Höhe, Angerpark, Duisburg-Angerhausen (Tram 903 con capolinea all'ingresso). Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Curiosa struttura in acciaio somigliante a montagne russe. Si trova su un'altura e fu realizzata nel 2010, in occasione della proclamazione della regione della Ruhr a capitale europea della cultura. Potrete percorrerne i gradini fini a raggiungerne la cima.
  • 51.509446.753894 Moschea DİTİB Merkez, Duisburg-Marxloh, Warbruckstraße 51 (Tram 903 per "Heckmann" o bus 919 per "Warbruckstr."). Moderna moschea completata nel 2008 secondo uno stile "neo ottomano". È una delle più grandi moschee della Germania. La sala delle preghiere può accogliere fino a 1.200 fedeli.

Musei[modifica]

  • 51.437226.761395 Museum della Cultura e della Storia Locale (Kultur- und Stadthistorisches Museum Duisburg), Johannes-Corputius-Platz 1 (Tram 901, bus 929 e 933 diretti a "Schwanentor"). Include una collezione di globi terrestri realizzati da Gerardo Mercatore.
  • 51.466.736 Museo della navigazione fluviale (Museum der Deutschen Binnenschifffahrt), Apostelstraße 84 (Treno suburbano "Duisburg-Ruhrort", tram 901 per la stazione di Ruhrort " o bus 907 con capolinea all'ingresso del museo), +49 203 808 8940, . Simple icon time.svg Mart-Dom 10:00-17:00. Museo inaugurato nel 1974 e trasferito nel 1998 nella città vecchia, in un palazzo Art Nouveau del 1910 che ospitava i bagni termali. Alcune imbarcazioni sono ormeggiate nelle piscine dell'ex complesso termale.
  • 51.430286.766117 Museo Lehmbruck, Friedrich-Wilhelm-Straße 40/Düsseldorfer Straße 51 (A 750 m dalla stazione centrale). Ecb copyright.svg Admission €9, reduced €5. Simple icon time.svg Mart-Ven 12:00-17:00, Sab-Dom 11:00-17:00. Museo dedicato all'arte moderna e contemporanea.
  • 51.441116.7758 Museo Küppersmühle, Philosophenweg 55 (at the inner harbour; bus 934 "Hansegracht"). Museo d'arte moderna e contemporanea allestito in un ex magazzino del porto fluviale.
  • 51.4405496.7706689 Museo Explorado, Philosophenweg 23-25 (bus 934 con direzione "Hansegracht"), +49 203 29823340. Ecb copyright.svg €16.50, ridotto €12.50. Biglietto pomeridiano dopo le 15:00 dei giorni feriali €5, miniticket valido un'ora €5. Ingresso gratuito per bambini fino a 4 anni di età.. Simple icon time.svg Mart-Giov 09:00-18:00, Ven-Dom 10:00-19:00. Museo interattivo mirato ai bambini con varie aree tematiche.

Parchi[modifica]

  • 51.480286.7810 Landschaftspark Duisburg-Nord (LaPaDu) (Tram 901, Bus 906 o 910 con capolinea "Landschaftspark Nord"). Impianti industriali non più in funzione sistemati a parco.
  • 51.435286.8052811 Giardino zoologico, Mülheimer Straße 273 (Tram 901, Bus 924 o 933 con capolinea all'ingresso dello zoo). Primati, delfini e koala sono gli ospiti più ammirati dello zoo di Duisburg.
  • 51.43536.8086112 Giardino botanico Kaiserberg, Schweizer Straße 24 (Bus 937 per "Botanischer Garten"). (Q1721625) su Wikidata
  • 51.487076.7668413 Giardino botanico Hamborn (Botanischer Garten Hamborn), Fürst-Pückler-Straße 18 (Bus 908, 910, 917 diretti all'ospedale "St. Johannes").


Eventi e feste[modifica]

  • Duisburg Accents (Duisburger Akzente). Simple icon time.svg Marzo. Festival culturale con rappresentazioni teatrali e spettacoli di danza. Duisburger Akzente (Q1264256) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

  • 51.45166.730641 Flotta bianca (Weisse Flotte Duisburg), molo "Schifferbörse", Gustav-Sander-Platz 1 (Tram 901, bus 905, 907, 911, 925 o 929 diretti a "Friedrichsplatz"). Escursioni in barca nei fiumi e canali di Duisburg.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 51.4348636.7707271 Theater Duisburg (Deutsche Oper am Rhein), Neckarstraße 1 (Bus 934 per "Stadttheater"), +49 203 283 62100. Il teatro è sede della Deutsche Oper am Rhein e della Duisburger Philharmoniker.

Locali notturni[modifica]

  • 51.430486.761382 Grammatikoff, Dellplatz 16A, +49 203 36399681. Locale che ospita spesso con musica dal vivo.
  • 51.429356.793973 Finkenkrug, Sternbuschweg 71. Locale rinomato per la sua vasta selezione di birre (più di 200 marche).


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 51.415636.760861 Poukhoun, Heerstraße 256 (Bus 937, 944 per "Bethesda-Krankenhaus"), +49 203 729 99533. Ristorante di cucina laotiana con recensioni entusiastiche e dunque sempre molto affollato (conviene prenotare i tavoli).

Prezzi medi[modifica]

  • 51.432266.761442 Enoteca La Trattoria, Friedrich-Wilhelm-Platz 2 (Fermata "Steinsche Gasse" dei Tram U79 o 903 o ancora bus 923, 924, 926, 929, 937, 939, SB10, SB30 or night bus NE1, NE2, NE4 diretti al capolinea di "Friedrich-Wilhelm-Platz"). Rinomato ristorante italiano con una larga scelta di vini.
  • 51.440196.768413 Mongo's, Philosophenweg 17-18 (Zona del porto; bus 934 o bus notturno NE4 per "Hansegracht"). Ristorante/buffet di cucina mongola, rinomato, più che per le sue pietanze, per la sua terrazza con belle viste sul porto.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.