Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa centrale > Germania > Germania occidentale > Renania Settentrionale-Vestfalia > Regione della Ruhr > Duisburg

Duisburg

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Duisburg
Veduta del ponte "Porta dei Cigni" (Schwanentorbrück)
Stemma e Bandiera
Duisburg - Stemma
Duisburg - Bandiera
Stato
Stato federato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Germania
Duisburg
Duisburg
Sito del turismo
Sito istituzionale

Duisburg è una città della Renania Settentrionale-Vestfalia, nella parte occidentale della Regione della Ruhr.

Da sapere[modifica]

Duisburg è un grande porto fluviale alla confluenza del Reno e della Ruhr. La città è anche un grosso polo industriale, dodicesima, su scala nazionale per numero di abitanti e quinta su scala regionale.

Si trova nella parte più occidentale della regione della Ruhr, a meno di una trentina di km a nord di Düsseldorf e a circa una ventina di km dalla città di Essen con cui forma un unico agglomerato urbano insieme ai vicini centri di Oberhausen e Mülheim an der Ruhr.

La città è sede dell'Università di Duisburg-Essen, sorta nel 2003 dalla fusione con quella della vicina città di Essen. L'istituto è annoverato tra i primi dieci atenei tedeschi; ne frequentano i corsi circa 33.000 studenti.

Cenni storici[modifica]

Duisburg appare menzionata per la prima volta in un documento dell'883, al tempo in cui fu conquistata dai Normanni. Successivamente divenne membro della lega anseatica e nel 1120 fu cinta di mura. Il centro prosperò grazie al suo porto fluviale e ai commerci di tabacco, Agli inizi del XIX secolo contava già 100.000 abitanti.

Durante la Seconda guerra mondiale fu oggetto di ripetuti e terribili bombardamenti. Nella sola incursione del 14-15 ottobre 1944 vennero sganciate 9000 tonnellate di bombe; l'80% dei suoi edifici andò distrutto.

Duisburg è stata teatro, il 24 luglio 2010 del disastro della LoveParade: presso la stazione merci abbandonata della Deutsche Bahn perirono 21 persone e altre 500 riportarono ferite gravi.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Duisburg è suddivisa in 7 distretti (Stadtbezirk) ciascuno dei quali comprende più quartieri (Stadtteil). Oltre al centro (Duisburg-Mitte) gli altri 6 sono:

  • Walsum
  • Hamborn - Fino alla sua fusione con Duisburg Hamborn era una città indipendente e appariva al 40 posto nella classifica delle città più popolate della Germania.
  • Meiderich/Beeck - Dove si trova il parco paesaggistico di Duisburg-Nord.
  • Homberg/Ruhrort/Baerl
  • Rheinhausen
  • Duisburg-Süd


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto più vincino è quello di Düsseldorf (IATA:DUS) che ha anche la maggior scelta di voli. Dalla stazione ferroviaria dello scalo è possibile salire su uno dei frequenti treni regionali che raggiungono Duisburg in un 1/4 d'ora. Potete salire anche su un treno suburbano della linea S1 che impiega un po' più di tempo in quanto ferma in tutte le stazioni.

In treno[modifica]

  • 1 Stazione centrale (Duisburg Hauptbahnhof). Vi si fermano i treni regionali e i treni ICE ad alta velocità provenienti da varie città tedesche Berlino (4 ore), Hannover (2:15), Monaco, (5 ore) e Francoforte (1:45). Informazioni sul sito delle ferrovie tedesche (Deutsche Bahn). Per i treni regionali dovrete far riferimento al sito della VRR. I biglietti regionali validi per uno o più giorni così come eventuali abbonamenti settimanali o mensili potrete acquistarli alle emittitrici presenti in stazione. Stazione di Duisburg Centrale su Wikipedia stazione di Duisburg Centrale (Q567024) su Wikidata.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Salvatorkirche
Tiger and Turtle – Magic Mountain
  • 1 Chiesa del Salvatore (Salvatorkirche), Burgplatz (Tram 901 diretto al "Rathaus" o bus 929, 933 diretti a "Schwanentor"). La più antica chiesa di Duisburg. Risale al IX secolo ma fu ricostruita 4 secoli più tardi in seguito ad un incendio. Fu il tempio dei cavalieri dell'ordine teutonico che provvidero a restaurarla nel 1415 conferendogli lo stile gotico dell'epoca.
  • 2 Palazzo comunale (Rathaus), Burgplatz 19 (di fronte la chiesa del Salvatore). Completato nel 1902 secondo uno stile neorinascimentale. Di fronte l'ingresso sta il pozzo di Gerardo Mercatore, il grande cartografo e matematico nato a Kruibeke (Anversa nel 1512 da famiglia tedesca e trasferitosi nel 1552 a Duisburg dove rimase fino alla sua morte nel 1594.
  • Zona archeologica del vecchio mercato, Alter Markt (sul retro del palazzo comunale).
  • 3 Tiger and Turtle – Magic Mountain, Heinrich-Hildebrand-Höhe, Angerpark, Duisburg-Angerhausen (Tram 903 con capolinea all'ingresso). Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Curiosa struttura in acciaio somigliante a montagne russe. Si trova su un'altura e fu realizzata nel 2010, in occasione della proclamazione della regione della Ruhr a capitale europea della cultura. Potrete percorrerne i gradini fini a raggiungerne la cima.
  • 4 Moschea DİTİB Merkez, Duisburg-Marxloh, Warbruckstraße 51 (Tram 903 per "Heckmann" o bus 919 per "Warbruckstr."). Moderna moschea completata nel 2008 secondo uno stile "neo ottomano". È una delle più grandi moschee della Germania. La sala delle preghiere può accogliere fino a 1.200 fedeli.

Musei[modifica]

  • 5 Museum della Cultura e della Storia Locale (Kultur- und Stadthistorisches Museum Duisburg), Johannes-Corputius-Platz 1 (Tram 901, bus 929 e 933 diretti a "Schwanentor"). Include una collezione di globi terrestri realizzati da Gerardo Mercatore.
  • 6 Museo della navigazione fluviale (Museum der Deutschen Binnenschifffahrt), Apostelstraße 84 (Treno suburbano "Duisburg-Ruhrort", tram 901 per la stazione di Ruhrort " o bus 907 con capolinea all'ingresso del museo), +49 203 808 8940, @ . Simple icon time.svg Mart-Dom 10:00-17:00. Museo inaugurato nel 1974 e trasferito nel 1998 nella città vecchia, in un palazzo Art Nouveau del 1910 che ospitava i bagni termali. Alcune imbarcazioni sono ormeggiate nelle piscine dell'ex complesso termale.
  • 7 Museo Lehmbruck, Friedrich-Wilhelm-Straße 40/Düsseldorfer Straße 51 (A 750 m dalla stazione centrale). Ecb copyright.svg Admission €9, reduced €5. Simple icon time.svg Mart-Ven 12:00-17:00, Sab-Dom 11:00-17:00.
  • 8 Museo Küppersmühle, Philosophenweg 55 (at the inner harbour; bus 934 "Hansegracht"). Museo d'arte moderna e contemporanea allestito in un ex magazzino del porto fluviale.
  • 9 Museo Explorado, Philosophenweg 23-25 (bus 934 con direzione "Hansegracht"), +49 203 29823340. Ecb copyright.svg €16.50, ridotto €12.50. Biglietto pomeridiano dopo le 15:00 dei giorni feriali €5, miniticket valido un'ora €5. Ingresso gratuito per bambini fino a 4 anni di età.. Simple icon time.svg Mart-Giov 09:00-18:00, Ven-Dom 10:00-19:00. Museo interattivo mirato ai bambini con varie aree tematiche.

Parchi[modifica]

  • 10 Landschaftspark Duisburg-Nord (LaPaDu) (Tram 901, Bus 906 o 910 con capolinea "Landschaftspark Nord"). Impianti industriali non più in funzione sistemati a parco.
  • 11 Giardino zoologico, Mülheimer Straße 273 (Tram 901, Bus 924 o 933 con capolinea all'ingresso dello zoo). Primati, delfini e koala sono gli ospiti più ammirati dello zoo di Duisburg.
  • 12 Giardino botanico Kaiserberg, Schweizer Straße 24 (Bus 937 per "Botanischer Garten"). (Q1721625) su Wikidata
  • 13 Giardino botanico Hamborn (Botanischer Garten Hamborn), Fürst-Pückler-Straße 18 (Bus 908, 910, 917 diretti all'ospedale "St. Johannes").


Eventi e feste[modifica]

  • Duisburg Accents (Duisburger Akzente). Simple icon time.svg Marzo. Festival culturale con rappresentazioni teatrali e spettacoli di danza. (Q1264256) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

  • 1 Flotta bianca (Weisse Flotte Duisburg), molo "Schifferbörse", Gustav-Sander-Platz 1 (Tram 901, bus 905, 907, 911, 925 o 929 diretti a "Friedrichsplatz"). Escursioni in barca nei fiumi e canali di Duisburg.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 1 Theater Duisburg (Deutsche Oper am Rhein), Neckarstraße 1 (Bus 934 per "Stadttheater"), +49 203 283 62100. Il teatro è sede della Deutsche Oper am Rhein e della Duisburger Philharmoniker.

Locali notturni[modifica]

  • 2 Grammatikoff, Dellplatz 16A, +49 203 36399681. Locale che ospita spesso con musica dal vivo.
  • 3 Finkenkrug, Sternbuschweg 71. Locale rinomato per la sua vasta selezione di birre (più di 200 marche).


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Poukhoun, Heerstraße 256 (Bus 937, 944 per "Bethesda-Krankenhaus"), +49 203 729 99533. Ristorante di cucina laotiana con recensioni entusiastiche e dunque sempre molto affollato (conviene prenotare i tavoli).

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Enoteca La Trattoria, Friedrich-Wilhelm-Platz 2 (Fermata "Steinsche Gasse" dei Tram U79 o 903 o ancora bus 923, 924, 926, 929, 937, 939, SB10, SB30 or night bus NE1, NE2, NE4 diretti al capolinea di "Friedrich-Wilhelm-Platz"). Rinomato ristorante italiano con una larga scelta di vini.
  • 3 Mongo's, Philosophenweg 17-18 (Zona del porto; bus 934 o bus notturno NE4 per "Hansegracht"). Ristorante/buffet di cucina mongola, rinomato, più che per le sue pietanze, per la sua terrazza con belle viste sul porto.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.