Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Buffalo
Situato all'ombra del centro, il Commercial Slip (visto qui) era un tempo l'estremità occidentale del Canale Erie, costruito nel 1825 e che trasformò Buffalo quasi da un giorno all'altro da un sonnolento villaggio di frontiera a uno dei paesi, città e porti interni più importanti in rapida crescita degli Stati Uniti. Ora è il fulcro della riqualificazione di Canalside sul lungomare del centro cittadino.
Stemma e Bandiera
Buffalo - Stemma
Buffalo - Bandiera
Stato
Stato federato
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa degli Stati Uniti d'America
Reddot.svg
Buffalo
Sito del turismo
Sito istituzionale

Buffalo è una città degli Stati Uniti d'America, capoluogo della Contea di Erie, nello Stato di New York. Situata nella Frontiera americana del Niagara, Buffalo è la seconda città più popolosa dello Stato dopo New York ed è una città piena di sorprese. Sebbene Buffalo sia a volte il bersaglio di battute sulle alette di pollo, sulle sue squadre sportive spesso in difficoltà e sulle montagne innevate, le persone che conoscono la città racconteranno una storia diversa: Buffalo offre una vivace vita notturna, musei e attrazioni culturali di livello mondiale, affollati quartieri caratterizzati da un forte spirito comunitario, una combinazione vincente di benessere e basso costo della vita, e inoltre le estati più soleggiate degli Stati Uniti nordorientali.

Da sapere[modifica]

Buffalo è la seconda città più grande dello Stato di New York, con (a partire dal 2010) una popolazione di 261.310 abitanti nella città propriamente detta e 1.135.509 nell'area metropolitana di Buffalo-Niagara Falls. Buffalo è il centro culturale ed economico della regione del New York occidentale. Sebbene nell'ultimo mezzo secolo sia stata giustamente considerata una città operaia poco vivace che ha sofferto i postumi della deindustrializzazione, l'economia di Buffalo ha registrato una svolta significativa, con un tasso di disoccupazione nell'aprile 2014 del 5,8%, leggermente al di sotto del tasso nazionale del 5,9%. Nonostante in passato sia stato centro dell'industria pesante, Buffalo è stata citata come la terza città più pulita degli Stati Uniti. Altri titoli conferiti a Buffalo includono un piazzamento tra i "44 Places to Visit in 2009" dal New York Times, l'"All-America City Award" per gli anni 1996 e 2002, e una delle 10 migliori città degli Stati Uniti per crescere una famiglia, secondo un articolo del 2010 sulla rivista Forbes.

Quando andare[modifica]

Una tipica giornata invernale nello storico West Village di Buffalo

Anche se è più famosa per i suoi inverni, Buffalo ha quattro stagioni molto caratterizzate.

Nella prima metà dell'inverno, a partire all'incirca da novembre, la città è soggetta a nevicate collegate alla presenza del lago: i venti freddi che soffiano sulle tiepide acque del Lago Erie si caricano di vapore acqueo, che viene poi scaricato come neve non appena raggiunge la terraferma. Questo fenomeno di solito finisce a gennaio, quando il lago finalmente gela. Contrariamente al mito popolare, tuttavia, Buffalo non è la città più fredda o più nevosa del paese, e nemmeno dello stato di New York. L'aeroporto di Buffalo ha una media di 236 cm di neve per inverno. In media, Buffalo ha solo 3 giorni all'anno in cui la temperatura minima scende sotto i -18°C. La reputazione di città nevosa di Buffalo si basa in gran parte su alcune delle sue tempeste più famose: la Blizzard del '77, la "October Surprise" (sorpresa di Ottobre) del 2006 e la bufera di neve "Snowvember" (Novembre nevoso) nel 2014 hanno tutte ricevuto un'elevata copertura mediatica, ma nessuno di questi eventi corrisponde alla tipicità di un inverno medio di Buffalo.

La primavera è piovosa e fresca fino alla fine di aprile. Le temperature possono variare notevolmente tra marzo e aprile. Non è raro vedere un giorno la neve e il giorno successivo una temperatura che sfiora i 20°C.

L'estate tende ad essere molto piacevole e soleggiata; Buffalo infatti ha un numero di giornate estive soleggiate maggiore rispetto alle altre grandi città degli Stati Uniti nordorientali. Gli effetti mitigatori del Lago Erie hanno permesso a Buffalo di essere uno dei pochissimi posti negli Stati Uniti dove la temperatura non ha mai raggiunto i 38°C. In media Buffalo ha 60 giorni all'anno con temperature che superano i 27°C.

Anche l'autunno è mite. Le giornate di solito rimangono abbastanza tiepide per quasi tutto il mese di ottobre, per cui si fa in tempo ad ammirare il foliage autunnale in tutta comodità. Le giornate sono tiepide, le notti fresche e le prime gelate normalmente non arrivano prima di Halloween. Gli appassionati della raccolta di foglie hanno a disposizione un elevato numero di alberi sia in città (Buffalo è una delle città più alberate dell'intera nazione), che nei sobborghi.

Cenni storici[modifica]

Una grande parte dell'attrattiva di Buffalo per i visitatori è il senso ancora palpabile della sua storia come importante centro industriale. I maestosi edifici storici dietro ogni angolo raccontano la storia di una città che è stata grande una volta e che ha tutti gli strumenti per ritornare a esserlo di nuovo un giorno.

Gli inizi[modifica]

Sebbene l'area fosse stata abitata dagli Irochesi da molto prima di Colombo e fosse visitata periodicamente dai cacciatori di pelli francesi a partire dal XVII secolo, la storia di Buffalo inizia intorno al 1789, quando Cornelius Winney stabilì un avamposto commerciale alla foce del fiume Buffalo. A quel tempo, questo sito era ancora ben oltre la frontiera dell'insediamento dei bianchi. Fu solo nel 1793 che l'Holland Land Company, un sindacato di investitori dei Paesi Bassi, acquistò un tratto di landa desolata dello stato New York occidentale che includeva Buffalo. L'agente immobiliare Joseph Ellicott, che arrivò alla stazione commerciale di Winney nel 1798, ritenne che avesse il potenziale per essere il sito di una fiorente città. Diede il nome di New Amsterdam al villaggio, che fu presto ribattezzato Buffalo, dal nome del fiume che scorreva nelle vicinanze. Da dove derivi il nome del fiume Buffalo è ancora un mistero; la teoria più nota, secondo la quale l'esploratore francese Sieur de la Salle indicò come beau fleuve ("bel fiume") il corso d'acqua che vide mentre navigava lungo il lago Erie nel 1679, è quasi certamente falsa; inoltre non c'era alcuna notizia della presenza di bufali o bisonti nella parte occidentale dello stato di New York dal momento dell'arrivo dell'uomo bianco, anche se alcuni esploratori francesi del XVII secolo hanno trovato alcuni esemplari viventi relativamente lì vicino, sulla sponda meridionale del lago Erie, nell'odierno Ohio.

Ellicott disegnò un grandioso schema radiale di strade e piazze pubbliche ispirato a quello progettato da suo fratello Andrew per la città di Washington; tuttavia, nonostante le sue alte aspirazioni, Buffalo rimase un minuscolo avamposto, la cui principale pretesa di fama durante la sua primissima storia fu come sede di diverse importanti installazioni militari e battaglie durante la guerra del 1812 (notoriamente, il villaggio fu raso al suolo dalle truppe inglesi nel dicembre 1813 come parte della campagna della frontiera del Niagara di quella guerra).

Da porto canale a "Città della Luce"[modifica]

Lo status di Buffalo come angolo sperduto della frontiera terminò bruscamente quando, dopo una disputa accesissima con il vicino villaggio di Black Rock (in seguito annesso dal suo rivale), il porto di Buffalo fu designato come l'estremità occidentale del Canale Erie, una grande rotta di navigazione interna che si estendeva verso ovest dal fiume Hudson ad Albany per una distanza di 584 km in tutto. Il Canale Erie, che era il più ambizioso lavoro infrastrutturale intrapreso negli Stati Uniti fino a quel momento, aveva notevolmente ridotto i costi di trasporto e reso possibile l'insediamento su larga scala nelle terre a ovest degli Appalachi. L'importanza commerciale del Canale Erie è illustrata dal fatto che nei primi cinque anni dopo il suo completamento, la popolazione di Buffalo era più che triplicata arrivando a 8.668 persone; due anni dopo, nel 1832, Buffalo raggiunse il rango di città.

L'importanza economica iniziale di Buffalo era come porto di trasbordo, dove il grano proveniente dal Midwest veniva scaricato dalle navi mercantili della navigazione lacustre e trasferito sui battelli diretti alla città di New York; nel 1843, a Buffalo fu costruito il primo silos per cereali al mondo, e ne rimangono ancora molti in piedi intorno alla zona del porto. Nel corso della seconda metà del XIX secolo, il Canale Erie divenne gradualmente obsoleto, ma ciò ebbe solo una minima influenza sulla crescita esplosiva di Buffalo. La città riuscì a mantenere il suo status di snodo dei trasporti trasformandosi nel secondo centro ferroviario più importante degli Stati Uniti dopo Chicago; le ferrovie New York Central, Pennsylvania, Michigan Central, Nickel Plate, Erie, Delaware Lackawanna & Western, West Shore, Baltimore & Ohio e Lehigh Valley Railroads passavano tutte attraverso Buffalo al culmine dell'era della ferrovia. In aggiunta, l'industria siderurgica divenne uno dei principali attori dell'economia locale nel 1899, quando la Lackawanna Steel Company trasferì la sua base operativa da Scranton, in Pennsylvania, in un sito appena a sud del limite della città. Nel 1900, Buffalo vantava una popolazione di oltre 350.000 abitanti ed era una delle dieci città più grandi degli Stati Uniti.

L'Esposizione Panamericana fu un'Esposizione Universale che si tenne a Buffalo nel 1901, all'apice dei giorni di gloria della città; aveva lo scopo di mostrare, tra l'altro, le meraviglie tecnologiche e le possibilità economiche dell'energia elettrica (la vicinanza di Buffalo alle Cascate del Niagara, sito delle prime iniziative imprenditoriali nella generazione di energia idroelettrica, le consentiva di avere l'elettricità più economica della nazione in quel momento). Sebbene la vista abbagliante del quartiere fieristico, illuminato di notte con questa nuova tecnologia, abbia fatto guadagnare a Buffalo il soprannome di "Città della Luce", il principale significato storico dell'Esposizione Panamericana è di natura molto più cupa: fu all'Esposizione che, il 6 settembre 1901, il presidente degli Stati Uniti William McKinley fu ucciso a colpi di arma da fuoco dall'anarchico Leon Czolgosz, pochi istanti dopo aver concluso un discorso al Tempio della Musica.

Declino...[modifica]

Buffalo ha continuato a crescere durante la prima parte del XX secolo. Tuttavia, cominciavano a emergere tendenze che, entro il 1950, avrebbero rallentato, arrestato e poi invertito la crescita della città. Come in altre città americane, i residenti più benestanti iniziarono a lasciare le loro case in città per proprietà suburbane più tranquille e più verdi al di fuori del confine cittadino. Questo processo è iniziato negli anni '10 e '20 (molti dei più vecchi sobborghi di Buffalo, come Kenmore, Eggertsville, Pine Hill e Snyder, risalgono a questo periodo), e ha preso il sopravvento durante il boom economico del secondo dopoguerra. Allo stesso tempo, la crescente classe media americana iniziò a migrare in numero sempre maggiore nelle aree dell'ovest e del sud con climi più miti, a scapito delle città del nord-est. La costruzione dell'Interstate Highway System alimentò la suburbanizzazione e allo stesso tempo contribuì al declino delle ferrovie e del porto di Buffalo, poiché le merci potevano essere spedite più economicamente con i camion.

Tuttavia, la causa più importante della caduta libera che Buffalo ha subito durante la fine del XX secolo è stata l'apertura del St. Lawrence Seaway nel 1959. Storicamente, l'importanza di Buffalo come porto era in gran parte dovuta alla barriera che le Cascate del Niagara ponevano alla spedizione. Tuttavia, grazie all'espansione del canale Welland come parte del Seaway, i mercantili carichi di grano e altre merci potevano ora accedere direttamente all'oceano attraverso il fiume St. Lawrence, senza bisogno di fermarsi a Buffalo per trasferire il loro carico su vagoni ferroviari diretti a est. Nel giro di dieci anni dall'inaugurazione della Seaway, la maggior parte dei silos del grano a Buffalo Harbour era stata abbandonata e il porto che un tempo era pieno di navi, era ormai quasi vuoto. Inoltre, l'acciaieria di Lackawanna ha chiuso definitivamente i battenti nel 1977, incapace di competere con l'acciaio straniero più economico. Nel 1980, la popolazione di Buffalo era all'incirca uguale a quella che era stata nel 1900, in calo di quasi il 40% rispetto al picco di 580.132 appena trent'anni prima.

Per aggiungere al danno la beffa, durante gli anni '60 e '70 i leader civici di Buffalo reagirono al deterioramento delle condizioni sociali della città demolendo (in nome del "rinnovamento urbano" e della "bonifica dei bassifondi") i quartieri etnici in luoghi come Ellicott District e il Basso Lato ovest che, sebbene operai, erano in molti casi sani e vivaci. In particolare, gli splendidi cottage vittoriani in mattoni di quella che un tempo era la "Little Italy" del Basso Lato ovest furono quasi tutti distrutti dalla palla demolitrice, mentre i nuovi progetti di edilizia residenziale pubblica eretti nell'Ellicott District divennero presto versioni a molti piani delle baraccopoli che avevano sostituito, poiché la semplice costruzione di nuovi edifici non aveva fatto nulla per affrontare i problemi sociali di base del quartiere. Allo stesso tempo, furono costruite autostrade rumorose e invadenti direttamente attraverso Delaware Park e Humboldt Parkway, distruggendo l'ambiente verdeggiante di quello che era (rispettivamente) il parco più grande e la più grande strada panoramica progettata per la città dall'architetto paesaggista Frederick Law Olmsted; per fortuna, la forte opposizione dei residenti del quartiere ha risparmiato al distretto storico di Allentown un destino simile. Nel 1969, nel centro cittadino avvenne uno dei tanti esempi dell'insensata distruzione del patrimonio architettonico di Buffalo, quando diversi isolati di bei blocchi commerciali vittoriani e lo splendido edificio in stile castello della Cassa di risparmio della contea di Erie furono demoliti per far posto alla Main Place Tower, un grattacielo di uffici blandamente modernista con annesso un centro commerciale in stile suburbano, che non è riuscito a far ritornare gli acquirenti in centro invece che andare negli ipermercati e nei grandi centri commerciali dei sobborghi.

...e rinascita[modifica]

Nonostante questi gravi problemi, la mentalità di Buffalo non ha mai superato la linea del disfattismo totale, il che è stato utile quando il declino di Buffalo ha iniziato a stabilizzarsi negli anni '90. Le proteste popolari su vasta scala che hanno accompagnato l'apertura del Seneca Buffalo Creek Casino nel 2007, che era stato presentato alla città come un mezzo per stimolare lo sviluppo e attirare turisti, sono forse l'esempio per eccellenza del nuovo approccio della città: piuttosto che basarsi su un'unica soluzione mirabolante ai problemi della città come il casinò, Buffalo ha iniziato a modellare la sua strategia sull'esempio del riuscito rilancio di altre città della Rust Belt come Pittsburgh e Cleveland, una strategia per accettare l'evidenza che l'epoca dell'industria pesante era terminata e per utilizzare invece la preziosa risorsa data dal numero insolitamente elevato di college e università di Buffalo; questo ha permesso di incoraggiare lo sviluppo di una vasta gamma di industrie ad alta tecnologia, come la ricerca medica e le iniziative di biotecnologia che sono germogliate a nord del centro cittadino sotto l'egida della University of Buffalo Medical School. Il quartiere degli affari, un tempo pieno di vetrine sbarrate e quasi deserto dopo la fine della giornata lavorativa e nei fine settimana, ha goduto di una nuova vitalità grazie in gran parte alla conversione di spazi per uffici in disuso in appartamenti e condomini di lusso in centro, un merce per la quale molti abitanti di Buffalo sono rimasti sorpresi nello scoprire che c'era una notevole domanda repressa. Inoltre, Buffalo può vantare un patrimonio architettonico che è ancora consistente nonostante le disavventure degli anni '60, una vivace gamma di istituzioni culturali e un costo della vita perennemente basso. Negli ultimi anni, questo nuovo approccio ha generato una nuova forza nella comunità conservazionista di Buffalo, un'ostinata devozione dei suoi cittadini ad attrazioni culturali come la Albright-Knox Art Gallery e lo Zoo di Buffalo, e una continua diversificazione dell'economia locale. Inoltre, ciò che restava della tradizionale industria pesante di Buffalo ha beneficiato del mini-rimbalzo della produzione americana dopo la recessione del 2008; ad esempio, nonostante i problemi finanziari della General Motors di quel periodo, l'azienda ha effettuato notevoli investimenti nel suo stabilimento nella vicina Tonawanda nel 2010, aggiungendo diverse centinaia di nuovi posti di lavoro. Sebbene Buffalo non abbia completamente arginato le sue perdite di popolazione e ci siano ancora molti progressi da fare, il pizzico di spavalderia con cui si comportano oggi i residenti della "Città senza illusioni", finalmente rinvigoriti dopo decenni di declino, è inconfondibile.

Lingue parlate[modifica]

L'inglese è parlato a Buffalo e nell'area circostante in modo praticamente universale. Sebbene il Lato ovest sia ben noto come il quartiere della comunità ispanica della città (principalmente portoricani e dominicani), la maggior parte dei latino-americani di Buffalo è in grado di parlare inglese e spagnolo. Anche nel Lato ovest, c'è una variegata collezione di comunità di immigrati di prima generazione incentrate lungo Grant Street, la maggior parte dei quali parla un certo grado di inglese oltre alle loro lingue native (amarico, somalo, vietnamita, birmano e bengalese sono importanti). In ogni caso, i visitatori del Lato ovest non avranno problemi significativi per quanto riguarda la lingua.

Sebbene i quartieri di Buffalo includano molte enclavi etniche vivaci, pochissimi residenti di questi distretti (a parte forse alcuni individui anziani) possono parlare più di una parola o frase o due delle loro rispettive lingue ancestrali.

Il dialetto regionale dell'inglese parlato a Buffalo, specialmente tra gli italiani e i polacchi della classe operaia, rientra nella struttura dell'inglese interno nordamericano, con il suono vocale duro, nasale, leggermente pizzicato in parole come "car" e "stop" e la defricativizzazione del suono duro "th" (per cui "this" e "that" diventano "dis" e "dat"), un dialetto che sarà immediatamente familiare a chi ricorda i ragazzi dei "Da Bears" di Saturday Night Live. Ciononostante, la svolta di Buffalo sul dialetto dell'Inland North comporta alcune caratteristiche uniche come la storpiatura delle esplosive finali di parole sonore ("cold" diventa "colt", "rug" diventa "ruck") e l'abitudine di terminare le frasi con la parola "there" (pronunciato "dare") più o meno allo stesso modo in cui i canadesi usano "eh?" — due modelli di discorso che sono notoriamente prevalenti nella comunità polacca di Buffalo.

Letture suggerite[modifica]

  • Buffalo Unbound: A Celebration di Laura Pedersen (ISBN 9781555917357). L'autrice è originaria di Buffalo che, al momento della stesura di questo documento, ha scritto quindici libri, nonché una serie di commedie e musical, molti dei quali sono ambientati nella sua città natale durante la sua giovinezza negli anni '70 e '80. Di tutte queste opere, però, Buffalo Unbound è quella che cattura meglio lo spirito del tempo. Questa raccolta di saggi umoristici fornisce un commento a colori per l'ascesa di Buffalo dal pantano, con il tono spesso cupo e stanco del mondo (forse inevitabile dato il lasso di tempo della sua vita) nelle reminiscenze dell'infanzia del precedente lavoro di Pedersen, temperato ora con una sana dose di ottimismo. All'inizio i lettori potrebbero avere difficoltà a tenere il passo con il flusso costante di battute e riferimenti culturali specifici di Buffalo, ma presto si ritroveranno in sintonia con la cultura locale in un modo che pochi visitatori hanno sperimentato.
  • City of Light di Lauren Belfer (ISBN 9780385337649). È il 1901 e i piani per l'Esposizione panamericana avanzano a ritmo febbrile. Louisa Barrett è la direttrice nubile della Macaulay School for Girls, una donna che si muove attivamente in un mondo dominato dagli uomini. Il suo orgoglio e la sua gioia è la figlioccia Grace, il cui padre Tom Sinclair, è un ricco industriale che spera di cambiare per sempre il volto della città con il suo sogno di ricavare energia elettrica dalle cascate del Niagara. Ma quando l'ingegnere capo del progetto idroelettrico viene trovato assassinato nel Delaware Park, c'è una brutta lotta di potere nell'élite locale per determinare chi prenderà la guida del futuro di Buffalo. Nel bel mezzo di tutto questo, e del suo amore appena sbocciato per Tom, Louisa lotta con il fardello di un oscuro segreto i cui tentacoli penetrano in profondità nell'aristocrazia di sangue blu di Buffalo. City of Light è il romanzo d'esordio di Belfer, un tour de force di narrativa storica acclamato dalla critica, meticolosamente studiato e dipinge un'immagine vivida di Buffalo all'apice della sua età d'oro.
  • Gangsters and Organized Crime in Buffalo: History, Hits and Headquarters di Michael F. Rizzo (ISBN 9781609495640). Questa raccolta vagamente organizzata di storie hard-boiled di vero crimine inizia abbastanza lentamente, raccontando storie di bande di strada sconclusionate e aspiranti John Dillinger da quattro soldi che rapinavano banche nel Lato est polacco negli anni '20 e '30, ma presto prende piede raccontando l'ascesa e caduta della famiglia mafiosa chiamata Buffalo Mafia e del suo rispettato capo, Stefano "The Undertaker" (l'impresario di pompe funebri) Magaddino, che dalla sua base nel Lato ovest della città (e, in seguito, da un modesto ranch nella periferia di Lewiston) controllava un vasto territorio che al suo apice si estendeva dall'Ohio a Montreal. L'aspetto migliore è che le zone dove sono avvenuti tutti gli omicidi, i nascondigli, i club e le sale da gioco descritti nel libro sono meticolosamente documentate, e rappresentano il meglio per esplorare e ripercorrere i passi di questi vecchi gangster.
  • L'eminente ristoratore e storico locale Mark Goldman ha scritto una trilogia di libri adatti sia al pubblico accademico che a quello occasionale che, insieme, rappresentano forse il commento analitico definitivo sulle ragioni del declino di Buffalo e sul modo migliore per aiutarlo a recuperare parte del suo passato di gloria in una prospettiva futura.
    • High Hopes: The Rise and Decline of Buffalo, New York (ISBN 9780873957359). Scritto nel 1983, forse il punto più basso della storia di Buffalo, il primo libro di Goldman ripercorre la storia della Queen City dalla sua nascita come avamposto di frontiera, ai suoi giorni come un vivace porto interno e gigante industriale, al suo declino dopo la seconda guerra mondiale. In High Hopes, Buffalo è utilizzata come esemplare del modello classico di sviluppo urbano nel XIX e XX secolo, le cui fortune sono legate indissolubilmente al benessere economico dell'America urbana nel suo insieme.
    • City on the Lake: The Challenge of Change in Buffalo, New York (ISBN 9780879755799). Questo libro si basa in gran parte dallo stesso substrato del suo predecessore e condivide il suo formato di vignette discrete che si uniscono per dipingere un'immagine ampia e coerente, ma l'attenzione qui è sul punto di svolta nella storia di Buffalo, dagli anni '50 agli anni '70, quando i giorni di gloria lasciarono il posto alla povertà e alla rovina postindustriali. Dalle tensioni razziali e dalla fuga dei bianchi, a schemi di rinnovamento urbano mal congegnati, al disinvestimento economico, City on the Lake analizza tutte le sfaccettature dietro il declino di Buffalo del XX secolo insieme al resto della Rust Belt. Tuttavia, in netto contrasto con il tono pessimista del suo predecessore dal titolo ironico, la nota generale è di preveggente speranza che, nel 1990, pochi altri commentatori hanno ancora osato avanzare.
    • City on the Edge: Buffalo, New York, 1900-Present (ISBN 9781591024576). Nonostante ciò che potrebbe suggerire il sottotitolo, City on the Edge è molto più di un semplice rimaneggiamento dei primi due tomi di Goldman: l'età oscura che Buffalo si sta lasciando alle spalle è raccontata semplicemente come un preludio a quella che equivale a una lettera d'amore alle istituzioni culturali, forti legami con la comunità e spirito di sopravvivenza, che hanno resistito alla tempesta e ora fungono da fondamenta su cui costruire la rinata Buffalo. Il finale del libro rompe con il tono accademico misurato del resto della serie, dipingendo un quadro roseo del migliore scenario futuro di Buffalo e delineando una tabella di marcia completa su come (e come non) arrivarci.

Film suggeriti[modifica]

La storia e la portata dell'associazione di Buffalo con il cinema americano potrebbero sorprendere alcuni. All'inizio della storia del cinema, l'Ellicott Square Building nel centro di Buffalo ospitava il primo edificio permanente al mondo costruito appositamente per il cinema, il Vitascope Theatre, aperto il 19 ottobre 1896 da Mitchel e Moe Mark, che alcuni anni dopo avrebbero costruito il primo "palazzo del cinema" al mondo a New York. Sempre nel 1896, Thomas Edison inviò troupe di ripresa a Buffalo, facendola diventare una delle prime città d'America ad apparire nei film. Edison fece anche filmare l'Esposizione panamericana nel 1901.

Sotto l'egida della Buffalo Niagara Film Commission, nell'area si è sviluppata un'industria cinematografica embrionale che sta iniziando a produrre alcuni film indipendenti di qualità. Tra gli oltre 100 film girati nell'area di Buffalo nel secolo scorso sono da annoverare i seguenti:

  • Li troverò ad ogni costo (Hide in Plain Sight) (1980). Basato su una storia vera. Un marito della classe operaia (James Caan) cerca di rintracciare moglie e figli nascosti da un programma di protezione dei testimoni.
  • Il migliore (The Natural) (1984). Robert Redford e Glenn Close recitano in un adattamento del romanzo di Bernard Malamud su Roy Hobbs, un misterioso giocatore di baseball che appare dal nulla per ribaltare le sorti di una squadra degli anni '30.
  • La casa vuota dopo il funerale (Vamping) (1984). In questo noir indipendente diretto dal nativo locale Frederick King Keller, Patrick Duffy è un sassofonista squattrinato che viene coinvolto nel piano di un disonesto negozio di antiquariato per derubare la casa di una ricca vedova, poi finisce per innamorarsi della sua vittima. Come film, è certamente un filmetto amatoriale e a basso budget, ma se volete avere un'idea di come appariva Buffalo negli anni '80, questa è una vetrina ancora migliore de Il migliore, grazie a copiosi filmati di Allentown, Lincoln Parkway, Larkinville e l'allora appena chiuso Buffalo Central Terminal.
  • Buffalo '66 (1998). Vincent Gallo, nativo di Buffalo, ha scritto, diretto e recitato in questa commedia acclamata dalla critica che tratta di un uomo che, dopo essere stato scarcerato per un crimine che non ha commesso, giura di rintracciare il giocatore dei Buffalo Bills che lo ha incastrato, spingendo una giovane ballerina di tip tap (Christina Ricci) a spacciarsi per sua moglie per guadagnarsi il rispetto dei suoi genitori che non si erano occupati di lui.
  • Manna from Heaven (2002). Il cast è costellato di stelle: Shirley Jones, Cloris Leachman, Seymour Cassel e Frank Gorshin interpretano i ruoli; questa è stata l'ultima apparizione in un film di Jerry Orbach prima della sua morte e di Shelley Duvall prima del suo ritiro dal mondo dello spettacolo, ma il il ruolo da protagonista appartiene alla relativa esordiente Ursula Burton, che interpreta una suora nella missione di convincere i suoi eccentrici compagni d'infanzia a rimborsare un "prestito" da Dio, che era arrivato sotto forma di una misteriosa pioggia di banconote da un dollaro nel suo quartiere di Buffalo 20 anni prima.
  • La famiglia Savage (The Savage) (2007). Laura Linney e Philip Seymour Hoffman interpretano Wendy e Jon Savage, un fratello e una sorella che si erano persi di vista e che si ricongiungono e iniziano a fare il punto sulle loro vite sregolate dopo essersi riuniti per trasferire il loro anziano padre in una casa di cura a Buffalo.
  • Henry's Crime (2011). Keanu Reeves interpreta un ex esattore dell'autostrada che, dopo aver trascorso alcuni anni in prigione per un crimine che non aveva commesso, decide di vendicarsi rapinando realmente la stessa banca di cui era stato falsamente accusato di aver rapinato.
  • The American Side (2016). Matthew Broderick, Janeane Garofalo e Robert Forster interpretano ciascuno un cameo in questo noir fuori schema, ma la star è l'esordiente locale Greg Stuhr. Interpreta il piccolo detective privato Charlie Paczynski, che, mentre indaga sull'omicidio di una spogliarellista alle Cascate del Niagara, si imbatte in una cospirazione di alto livello per sviluppare un'invenzione non realizzata scoperta nei "documenti perduti" di Nikola Tesla appena ritrovati.
  • Marcia per la libertà (Marshall) (2017). Chadwick Boseman interpreta il ruolo del protagonista nei panni di un giovane Thurgood Marshall, il futuro primo giudice afroamericano della Corte Suprema, in uno dei primi e più cruciali casi della sua carriera legale: la difesa di un autista nero (Sterling K. Brown) accusato dello stupro e del tentato omicidio della sua ricca datrice di lavoro bianca (Kate Hudson) nel 1940 nel Connecticut.

Come orientarsi[modifica]

Distretti[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Centro di Buffalo — Il quartiere centrale degli affari di Buffalo vanta un'architettura monumentale, un lungomare storico rinnovato, il vivace Theater District, le discoteche di Chippewa Street e il Medical Corridor.
      Allentown e Delaware — I bar hipster, i rock club e le gallerie d'arte di Allentown sono una movimentata controparte delle tranquille strade residenziali del Delaware District. Entrambi sono un paradiso per gli appassionati di architettura, con affascinanti edifici vittoriani che fiancheggiano le strade laterali di Allen Street e sontuosi palazzi della Gilded Age a Millionaire's Row sulla Delaware Avenue.
      Elmwood Village — Quello che una volta era il ghetto studentesco del Buffalo State College è ora diventato un'oasi borghese nel cuore della città: se avete soldi da spendere, le bizzarre boutique di moda e i negozi di souvenir lungo Elmwood Avenue vi stanno chiamando! Nel frattempo, all'estremità nord della zona, il Museum District ospita alcuni dei migliori di Buffalo.
      Buffalo nord — Con un'atmosfera più suburbana rispetto ad altri distretti di Buffalo, Buffalo nord è un miscuglio di diverse zone composto da "Little Italy" lungo Hertel Avenue, dal trasandato ma piacevole "University Heights" e dal bellissimo paesaggio storico e dalle aree residenziali di Parkside, Central Park e Park Meadow.
      Lato ovest di Buffalo — La zona più emergente di Buffalo. A lungo epicentro della cultura ispanica a Buffalo, il Lato ovest ora vanta una vera e propria comunità di immigrati da varie nazioni, una scena artistica emergente lungo Grant Street, fatiscenti cottage vittoriani a Prospect Hill e il West Village che sta venendo gradualmente riportato al suo antico splendore. A nord ci sono la storica Black Rock e la zona operaia di Riverside.
      Buffalo sud — Separata dal resto della città dal fiume Buffalo, Buffalo sud, fieramente irlandese, può sembrare una città a sé stante: a nord, gli storici Old First Ward e Cobblestone District e il recentemente ristrutturato Larkinville; a est, piacevoli parchi e tranquille strade residenziali; a ovest, i silos per il grano e gli scali ferroviari ricordo del potente passato industriale di Buffalo; lungo la riva del lago si trova il riqualificato Outer Harbour e il nuovissimo parco giochi estivo di Buffalo.
      Lato est di Buffalo — Gli abitanti di Buffalo etichettano il Lato est come un ghetto infestato dalla droga e dalla criminalità. Coloro che sono abbastanza intelligenti da ignorare la gente del posto saranno ricompensati con la vista sbalorditiva delle grandi chiese costruite da immigrati tedeschi e polacchi del XIX secolo, uno sguardo educativo sulla storia afro-americana di Buffalo, attrazioni culturali come il Museo della Scienza di Buffalo e altre sorprese in questo quartiere davvero fuori mano.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Nonostante questa fotografia, l'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara è l'aeroporto più trafficato dello stato di New York.

Dall'aeroporto, Buffalo è accessibile tramite quattro linee di autobus NFTA:

  • La linea NFTA Metro Bus 24 — Genesee gestisce quattro diverse rotte, tre delle quali servono l'aeroporto. L'autobus 24B e l'autobus 24L collegano l'aeroporto e Canalside via Genesee Street, servendo anche il centro di trasporto municipale. Quest'ultimo dei due è pubblicizzato come un servizio più conveniente con un numero limitato di fermate intermedie, ma in realtà la differenza di tempo di percorrenza tra la L e la B è insignificante (42-43 minuti contro 47-48 minuti), quindi non importa quale prendete. Il servizio espresso è offerto dal lunedì al venerdì con l'autobus 24X, con quattro corse di andata al mattino (partenza dall'aeroporto alle 6:03, 7:03, 7:33 e 8:03) e quattro corse di andata nel pomeriggio (partenza Canalside alle 15:50, 16:20, 16:45 e 17:20). Il tempo di percorrenza da e per l'aeroporto è di circa mezz'ora. Infine, se avete intenzione di prendere l'autobus per tornare in aeroporto alla fine della vostra visita, assicuratevi di non salire a bordo dell'autobus 24A, il cui percorso termina alla linea della città in un quartiere non molto carino.
  • La linea NFTA Metro Bus 47 — Youngs Road corre 15 volte al giorno dal lunedì al venerdì dall'aeroporto attraverso Williamsville fino alla stazione ferroviaria della metropolitana dell'Università, da cui il centro è facilmente raggiungibile tramite la metropolitana.
  • La linea NFTA Metro Bus #68 — George Urban Express effettua un viaggio in ogni direzione dal lunedì al venerdì tra l'aeroporto e la stazione Amtrak di Buffalo-Exchange Street in centro, partendo dall'aeroporto alle 6:56 e dalla stazione ferroviaria alle 16:38. I viaggi in uscita (verso l'aeroporto) servono anche il Buffalo Metropolitan Transportation Center.

Inoltre, l'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara è servito direttamente da numerose linee di autobus interurbani; vedere la sezione "In autobus". Tutti gli autobus, NFTA e a lunga percorrenza, vengono imbarcati nella corsia degli autobus sul lato est del terminal, al livello degli arrivi. Questo è anche il punto in cui Uber e Lyft (vedere la sezione "Ride sharing") raccolgono i passeggeri.

L'area dei taxi, così come una serie di servizi di noleggio auto, si trovano direttamente di fronte all'uscita principale del terminal, al livello degli arrivi. Per ulteriori informazioni sul servizio taxi e sull'autonoleggio, vedere la sezione "Come spostarsi".

Per coloro che arrivano con aerei privati e vogliono evitare la congestione dell'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara, l'alternativa più vicina è il Buffalo Airfield a West Seneca. Altri aeroporti di aviazione generale nelle vicinanze sono l'Aeroporto Regionale di Buffalo-Lancaster a Lancaster, l'aeroporto di Akron ad Akron e l'aeroporto suburbano di North Buffalo a Lockport.

In auto[modifica]

La New York State Thruway (Interstate 90) corre da est a ovest e collega Buffalo ad altre grandi città e regioni: New York, Hudson Valley, Albany, Utica, Syracuse e Rochester a est, e Erie e Cleveland a ovest. La New York State Thruway è un'autostrada a pedaggio per la maggior parte della sua lunghezza, con la sola eccezione della parte senza pedaggio tra le uscite 50 e 55, che corrisponde grosso modo alla periferia dell'anello interno di Buffalo. La New York State Thruway Authority accetta l'E-ZPass per il pagamento del pedaggio, oltre che in contanti.

L'Interstate 190 inizia all'uscita 53 della I-90 vicino alla linea della città, estendendosi a ovest fino al centro. A quel punto, gira verso nord e per lo più parallela al fiume Niagara, collegando Buffalo alle cascate del Niagara e estendendosi fino al Canada attraverso il ponte Lewiston-Queenston. L'Interstate 290 collega la I-90 con la I-190 attraverso i sobborghi settentrionali di Buffalo. L'Interstate 990 corre da sud-ovest a nord-est attraverso la periferia di Amherst tra la I-290 e la frazione di Millersport, dopodiché Lockport è facilmente accessibile tramite la NY 263 (Millersport Highway) e la NY 78 (Transit Road).

Se venite dall'Ontario, la Queen Elizabeth Way (QEW) è il modo migliore per accedere a Buffalo. Il valico di frontiera più diretto per Buffalo, il Peace Bridge, si trova alla fine del QEW a Fort Erie. Altre opzioni di attraversamento del ponte sono il Rainbow Bridge a Niagara Falls, insieme al Lewiston-Queenston Bridge a Lewiston. Tutti questi ponti sono facilmente accessibili dal QEW; seguire i cartelli ben affissi.

In auto, Buffalo è a circa due ore da Toronto, da un'ora a un'ora e mezza da Rochester, due ore e mezza da Syracuse e da sei a sette ore da New York.

I tempi di attesa medi alle varie entrate di frontiera variano: al Peace Bridge a Buffalo/Fort Erie e al Rainbow Bridge a Niagara Falls, i tempi di attesa superiori a 30 minuti sono insoliti nella maggior parte dei giorni diversi dai fine settimana festivi, mentre al Lewiston-Queenston Bridge, la norma è di 30-60 minuti, di più nei fine settimana festivi.

In nave[modifica]

Essendo il luogo in cui il Canale Erie incontrava il vasto Lago Erie, la prima crescita di Buffalo è avvenuta grazie all'industria dei trasporti marittimi dei Grandi Laghi. Al giorno d'oggi il canale è stato deviato per finire a valle a Tonawanda, ma questo non vuol dire che il canale e il lago non siano ancora un modo abbastanza comune, anche se nuovo, per arrivare a Buffalo. Il Lato ovest, il centro e l'Outer Harbour vantano una varietà di posti per l'attracco delle barche. Per i visitatori, il posto migliore per attraccare è:

  • 42.87861-78.885422 Erie Basin Marina, 329 Erie St., +1 716 851-6501. Ecb copyright.svg Noleggio transitorio dello scivolo in base alla lunghezza della barca, $ 1,90 per metro al giorno. Simple icon time.svg Dal 1° Maggio al 15 Ottobre. L'Erie Basin Marina non è solo uno dei luoghi principali di Buffalo per la gente del posto e i visitatori per ormeggiare le loro barche, è anche una vera destinazione sul lungomare in sé: il porto turistico vanta due ristoranti (The Hatch per hamburger, piatti caldi cani e simili, e William K's per una tariffa più raffinata), il verdeggiante Erie Basin Marina Gardens, una torre di osservazione che vanta viste mozzafiato sul centro di Buffalo e sul lungomare, e persino un lungomare passerella che conduce a una piccola spiaggia balneabile. Inoltre, il negozio navale alla base della torre di osservazione (Lun-Ven 12:00-18:00, Sab-Dom 10:00-19:00 in stagione) offre una gamma completa di snack, forniture nautiche ed elementi essenziali come la crema solare, e c'è anche una stazione di rifornimento . L'Erie Basin Marina si trova a breve distanza a piedi da Canalside e dal Naval and Military Park.

In treno[modifica]

Buffalo è accessibile da est e ovest da Amtrak, che serve due stazioni all'interno o nelle vicinanze di Buffalo.

  • Buffalo-Depew (BUF) è al 55 di Dick Road. nel sobborgo di Depew, a circa 12 km a est della città. La stazione di Buffalo-Depew può essere raggiunta in taxi o (con notevole difficoltà) tramite il Metro Bus NFTA — Lancaster.
  • La stazione di Buffalo-Exchange Street (BFX) si trova in centro al 75 di Exchange St., vicino al Buffalo Metropolitan Transportation Center, ed è accessibile direttamente da una serie di linee di autobus della metropolitana NFTA. A differenza di Buffalo-Depew, non esiste una macchina QuickTrak e la biglietteria non è aperta per alcune partenze. I passeggeri che necessitano di acquistare o ritirare i biglietti per una partenza quando la biglietteria è chiusa dovranno farlo prima della data di partenza, oppure stampare un biglietto elettronico online. I biglietti possono anche essere spediti per posta, ma questa opzione è più lenta e più costosa. Tariffe, orari e prenotazioni sono disponibili tramite Amtrak.

Buffalo è servita dalle seguenti linee Amtrak:

In autobus[modifica]

Il Buffalo Metropolitan Transportation Center, al 181 di Ellicott St. in centro, funge da hub di Buffalo per gli autobus interurbani, una fermata sulla maggior parte delle linee di autobus della metropolitana NFTA e il principale terminal dei taxi della città.

Le seguenti linee di autobus servono il Buffalo Metropolitan Transportation Center:


Come spostarsi[modifica]

Per la maggior parte dei visitatori di Buffalo, l'accesso a un'automobile si rivelerà estremamente utile, se non del tutto necessario. Il sistema di trasporto pubblico di Buffalo fornisce l'accesso alla maggior parte dell'area metropolitana. Viaggiare per la città vera e propria con i mezzi pubblici può essere relativamente semplice, soprattutto nei giorni feriali; tuttavia, i passeggeri in transito che si recano in periferia dovrebbero essere preparati per un servizio poco frequente (e, nei fine settimana, spesso inesistente).

Con mezzi pubblici[modifica]

Il sistema di trasporto pubblico di Buffalo è gestito dalla Niagara Frontier Transportation Authority (NFTA). Gestiscono un sistema di metropolitana leggera a linea singola (Metro Rail) e un'ampia rete di autobus. Il sistema NFTA è incentrato su tre nodi principali. Dal più grande al più piccolo, questi nodi si trovano nel centro di Buffalo, alla University Station (all'estremità esterna del Metro Rail) e al Portage Road Transit Center a Niagara Falls. La maggior parte degli autobus i cui percorsi iniziano e finiscono in centro accedono direttamente al Buffalo Metropolitan Transportation Center; molti servono anche la stazione Amtrak di Buffalo-Exchange Street.

La Metro Rail si estende lungo Main Street da University al South Campus di Buffalo, all'angolo nord-est della città verso sud fino a Canalside nel centro di Buffalo, a una distanza di 10,3 km. Con quasi 25.000 passeggeri al giorno, Metro Rail vanta il terzo maggior numero di passeggeri per km tra i sistemi di metropolitana leggera negli Stati Uniti. La parte settentrionale del sistema è sotterranea. Quando la metropolitana entra nel centro della città, nel quartiere dei teatri, emerge dal tunnel e corre sul livello della strada per il resto della sua lunghezza. Le corse di superficie della metropolitana sono gratuite. Per viaggiare nella parte sotterranea del sistema, il costo è $ 4 per un biglietto di andata e ritorno o $ 2 per un biglietto di sola andata. Il Metro Rail è un mezzo di trasporto popolare per dipendenti e residenti che vivono lungo la linea e a nord della città per spostarsi in centro, e anche per i partecipanti agli eventi in centro che vogliono evitare di pagare prezzi elevati per il parcheggio.

L'NFTA ha eliminato il sistema tariffario a zone nell'ottobre 2010. In generale, le corse su un singolo autobus o su un veicolo ferroviario leggero ora costano $ 2,00 indipendentemente dalla lunghezza. L'eccezione è il servizio "Enhanced Express" introdotto dall'NFTA nel settembre 2012 e applicato alle linee #60 - Niagara Falls Express, #64 - Lockport Express e #204 - Airport-Downtown Express, nonché a corse selezionate di linee #69 - Alden Express e #72 - Orchard Park Express. Sugli autobus Enhanced Express si applica un supplemento di 50 per corsa.

Non ci sono trasferimenti gratuiti tra gli autobus. I passeggeri che avranno bisogno di trasferirsi dall'autobus alla Metro Rail e viceversa o tra le linee di autobus dovrebbero prendere in considerazione l'acquisto di un pass giornaliero al costo di $ 5. Per ulteriori informazioni sul trasporto pubblico a Buffalo, inclusi orari e mappe dei singoli percorsi, visitare la pagina Web di NFTA Metro.

In taxi[modifica]

A Buffalo, i taxi possono generalmente essere presi rapidamente e con facilità; tuttavia, in generale, gli unici posti dove possono essere fermati per strada sono l'aeroporto e intorno al Metropolitan Transportation Center, i vari hotel del centro e (in certi momenti, e con un po' di fortuna) Allentown, la striscia di Elmwood e intorno ai college e alle università.

In auto[modifica]

La Kensington Expressway si avvicina al capolinea occidentale nel centro di Buffalo

Oltre alle autostrade interstatali menzionate nella sezione "Come arrivare", Buffalo ha diverse superstrade interurbane utili ai visitatori:

  • La Kensington Expressway (NY 33) inizia all'aeroporto lungo Genesee Street, procedendo verso ovest attraverso il sobborgo di Cheektowaga e il Lato est prima di svoltare a sud e terminare in centro a Oak Street.
  • La Scajaquada Expressway (NY 198) è una breve autostrada che collega la Kensington Expressway con l'Interstate 190. La Scajaquada è un percorso conveniente per i quartieri di Parkside e Elmwood Village, le famose strisce commerciali di Hertel Avenue e Grant Street, nonché attrazioni come il Delaware Park, la Albright-Knox Art Gallery, il Buffalo History Museum, la Darwin D. Martin House e il Burchfield Penney Art Center.
  • La Buffalo Skyway (NY 5) inizia in centro sulla I-190, estendendosi verso sud parallelamente alla riva del lago Erie con accesso alla spiaggia di Gallagher, alla riserva naturale di Tifft e ad altre attrazioni di Outer Harbour. Dopo aver superato l'Union Ship Canal attraverso il Father Baker Bridge, l'autostrada divisa termina, ma la Route 5 continua come un'ampia e trafficata strada di superficie a sei corsie (nota anche come Hamburg Turnpike, Lake Shore Road o semplicemente Route 5) che passa attraverso le aree suburbane di Lackawanna e Hamburg e prosegue verso sud lungo la riva del lago.

Il sistema autostradale di Buffalo è stato progettato per una città due volte più grande (un riflesso della perdita di popolazione che l'area ha subito tra gli anni '50 e oggi); di conseguenza, la città non soffre tanto della congestione del traffico quanto altre città degli Stati Uniti. L'ora di punta, così com'è, si verifica nei giorni feriali approssimativamente dalle 6:30 alle 9:00 e dalle 16:00 alle 18:30. Una buona regola empirica che la gente del posto conosce è che, anche al culmine dell'ora di punta, in genere non ci vogliono più di 30 minuti per guidare dal centro al confine esterno della periferia.

Noleggio auto[modifica]

I servizi di noleggio auto si trovano principalmente all'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara. Alamo, Avis, Budget, Dollar, Enterprise, Hertz e National hanno tutti gli uffici direttamente nella proprietà dell'aeroporto, mentre le sedi di Buffalo di ACE e Fox Rent A Car operano fuori dal Quality Inn dall'altra parte della strada.

Inoltre, Hertz, Budget ed Enterprise gestiscono strutture di autonoleggio più piccole in varie zone della città stessa. Vedere gli articoli sui distretti per ulteriori informazioni su queste ultime.

Car sharing[modifica]

I membri del programma di car sharing Zipcar possono accedere ai veicoli nell'area di Buffalo da varie località della città, nonché dal North Campus dell'Università di Buffalo nella vicina Amherst. Vedere gli articoli sui distretti per ulteriori informazioni.

Ride sharing[modifica]

Dopo quella che sembrava un'eternità di dispute politiche, il legislatore statale dello Stato di New York ha legalizzato completamente il ride-sharing nel giugno 2017, dopo di che sia Uber che Lyft hanno immediatamente iniziato a operare a Buffalo. A partire da novembre 2017, i prezzi per entrambi includono una commissione di prenotazione di $ 2,15, più una tariffa base di $ 1,10, più 22 ¢ al minuto e 95 ¢ per km, oltre a una tariffa totale minima di $ 7,35 (Uber) o $ 5,20 ( Lyft). C'è anche un supplemento di $ 3,00 per il servizio da e per l'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara per Lyft, ma non per Uber. I prezzi alti entrano in vigore durante determinati periodi di forte domanda e possono gonfiare drasticamente i prezzi di cui sopra.

In bicicletta[modifica]

Come in molte città, la bicicletta come mezzo di trasporto alternativo sta diventando sempre più popolare a Buffalo. Tuttavia, in termini di sviluppo di infrastrutture come piste ciclabili dedicate sulle strade cittadine e aree di parcheggio per biciclette, Buffalo è in ritardo rispetto a molte altre città "ciclabili" come Minneapolis, Portland e Boston. Nonostante ciò, le piste ciclabili panoramiche come lo Shoreline Trail e la Scajaquada Creekside Bike Path sono immensamente popolari tra la gente del posto e, sotto l'egida del programma "Complete Streets", recentemente adottato dalla città, sono state introdotte piste ciclabili dedicate e altri diritti di passaggio aggiunto a sempre più strade della città.

GO Bike Buffalo è l'organizzazione locale che promuove e sostiene la bicicletta e altre alternative di trasporto sostenibili a Buffalo. Il Community Bicycle Workshop che opera al 98 di Colvin Ave. a Buffalo nord, offre parti usate e biciclette completamente rinnovate in vendita, oltre a programmi speciali periodicamente durante tutto l'anno.

Bike sharing[modifica]

Reddy Bikeshare ha circa tre dozzine di rastrelliere per biciclette in giro per la città, inclusa questa nel centro di Delaware Avenue

Dopo un programma pilota di tre anni che è stato un successo strepitoso, l'ex Buffalo BikeShare è stata rilanciata nel luglio 2016 come Reddy Bikeshare, con Independent Health di recente a bordo come sponsor aziendale. Quasi istantaneamente, le biciclette e le rastrelliere rosso vivo sono diventate uno spettacolo onnipresente lungo le strade della città. Oggi, Reddy ha 200 biciclette da portare in giro per la città, ciascuna dotata di GPS con tecnologia Social Bicycles (SoBi). Le tariffe sono $ 8,50 per un abbonamento di 30 giorni o $ 55 per un abbonamento annuale, dopodiché l'uso puntuale delle biciclette costa rispettivamente 6 e 1 al minuto.

Per utilizzare una bicicletta Reddy, accedete all'app mobile SoBi per trovare e prenotare una bicicletta disponibile in una delle varie rastrellere Reddy in giro per la città (o semplicemente avvicinatevi a una rastrelliera e inserite il vostro numero di conto e il PIN sul tastierino della bicicletta per sbloccarlo). Quindi, quando avete finito, bloccate semplicemente la vostra bici in qualsiasi rastrelliera Reddy, oppure in qualsiasi rastrelliera pubblica all'interno di una delle zone di parcheggio gratuito di Reddy (Elmwood Avenue, Allen Street, Main Street in centro e due sedi nel South Campus di UB). C'è una tassa di $ 2 per bloccare una bicicletta Reddy in una rastrelliera diversa da Reddy o da un'area di parcheggio gratuita. Se avete bisogno di fermarvi da qualche parte lungo il percorso, avete anche la possibilità di "tenere" la vostra bicicletta Reddy, che vi consentirà di bloccarla temporaneamente senza dover sostenere la tariffa di parcheggio di $ 2 e senza che la bicicletta diventi disponibile per la prenotazione da parte di altri utenti. Quando siete pronti per partire, inserite semplicemente il vostro numero PIN sul tastierino della bicicletta e siete a posto.

Vedere gli articoli sui distretti per le posizioni delle singole rastrelliere Reddy.

Cosa vedere[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Musei[modifica]

Il municipio di Buffalo visto da questa posizione lungo Court Street da Lafayette Square. Costruito nel 1931 su progetto dello studio locale Dietel & Wade, è ampiamente considerato uno dei migliori esempi al mondo di architettura Art Deco

La ricchezza di attrazioni culturali di Buffalo è sorprendente date le dimensioni piuttosto ridotte della città. I musei qui sono tanti e vari, e sono un motivo di orgoglio per i cittadini di Buffalo. Probabilmente il più interessante tra questi è un gran numero di istituzioni che si concentrano sul passato dell'area. Coloro che sono curiosi della ricca storia di Buffalo sono invitati a fermarsi prima al gigantesco Buffalo History Museum che si concentra sulla storia della città in senso generale, quindi scegliere tra i musei più piccoli e specializzati: il Lower Lakes Marine Historical Society Museum per saperne di più sulle rotte marittime dei Grandi Laghi che hanno dato a Buffalo la sua importanza come porto interno, il Coloured Musicians Club Museum o il Nash House Museum per la storia afroamericana a Buffalo, il Buffalo Transportation Pierce-Arrow Museum per la storia dietro l'importanza di Buffalo nell'industria automobilistica dell'inizio del XX secolo, la Buffalo Fire Historical Society per la storia della lotta antincendio a Buffalo e altro ancora.

Arte[modifica]

Ancor più della sua gamma di attrazioni culturali, la scena artistica di Buffalo è enorme per una città delle sue dimensioni, con gallerie grandi e piccole per tutti i gusti. Il Museum District all'estremità nord dell'Elmwood Village è il sito delle due più grandi gallerie d'arte di Buffalo, la bellissima Albright-Knox e la Burchfield-Penney. Il Buffalo Religious Arts Center è una gemma fuori dai sentieri battuti a Black Rock, dedicata alla conservazione di statue, icone, vetrate e altri oggetti d'arte provenienti dalle numerose chiese e altri luoghi di culto che hanno chiuso nel sulla scia delle perdite di popolazione di Buffalo alla fine del XX secolo.

Le gallerie di negozi più piccoli sono abbondanti e sono concentrate in alcune delle aree più interessanti di Buffalo, come Allentown, il Theatre District e Hertel Avenue, così come, sempre più, comunità artistiche emergenti nel Basso Lato ovest, a Grant-Amherst e appena a sud del Theater District nel blocco 500 di Main Street.

Architettura[modifica]

Sempre di più l'architettura squisita e ben conservata di Buffalo ha attirato l'attenzione sia della gente del posto che dei turisti. L'architettura di Buffalo è stata al centro della scena quando la National Preservation Conference del 2011 si è tenuta in città con un plauso unanime. Gli edifici di quasi ogni decennio dell'esistenza di Buffalo sono ancora conservati, e ogni anno ne vengono restaurati altri.

Un'enorme quantità di informazioni sul ricco patrimonio architettonico di Buffalo è disponibile presso il premiato sito web Buffalo Architecture and History.

Ambienti esterni[modifica]

Quasi 150 anni dopo la sua costruzione, il Delaware Park continua a soddisfare l'intento del suo progettista, consentendo ai cittadini di Buffalo di fuggire nella natura senza lasciare i confini della città

Buffalo è un ottimo posto per godersi la vita all'aria aperta, specialmente nei mesi caldi. Un effetto collaterale degli inverni notoriamente sgradevoli di Buffalo è che la gente del posto sfrutta al massimo i mesi caldi. Com'era prevedibile, a marzo o aprile, nel primo bel giorno dell'anno, le strade sono affollate di gente del posto dalla pelle pallida, vestita in pantaloncini e canottiere nonostante le temperature ancora rigide, che bevono voracemente all'aria fresca e alla luce del sole dopo il lungo inverno cupo. L'autunno è anche un momento piacevole per stare all'aria aperta a Buffalo, con l'aria frizzante e profumata che completa perfettamente lo scricchiolio delle foglie cadute sotto i piedi.

La città di Buffalo contiene oltre 200 parchi, grandi e piccoli. Tra i parchi più grandi e interessanti di Buffalo ci sono quelli progettati da Frederick Law Olmsted, senza dubbio il più grande architetto paesaggista del XIX secolo, in collaborazione con il suo allora socio Calvert Vaux. I parchi Olmsted di Buffalo sono una rete interconnessa di sei grandi parchi e sei spazi verdi più piccoli (tre di questi ultimi sopravvivono oggi), collegati tra loro da ampi viali alberati chiamati parkway modellati sui grandi viali di Parigi. Anche se avrebbe continuato a progettare sistemi di parchi simili per altre città, quello di Buffalo è il più antico e uno dei sistemi di parchi di Olmsted meglio conservati esistenti, e la Buffalo Olmsted Parks Conservancy, l'organizzazione no-profit che si occupa della manutenzione del sistema del parco di Olmsted dal 2004, è al lavoro per riparare e ripristinare elementi che sono stati persi nel corso degli anni per rimettere i parchi in una forma ancora migliore di quanto non siano ora.

I parchi di Olmsted che saranno di maggior interesse per i visitatori sono il Delaware Park, il più grande di Buffalo con i suoi 93 ettari, che vanta servizi tra cui lo zoo di Buffalo, il Rose Garden, un Giardino Giapponese e installazioni di arte pubblica, e South Park, che contiene i Giardini Botanici di Buffalo e della Contea di Erie. Inoltre, anche se non è un parco di Olmsted, LaSalle Park ha un anfiteatro all'aperto, campi da baseball e da calcio, una corsa per cani e percorsi per passeggiate e jogging in uno splendido lungomare con vista sul Lago Erie.

A proposito: come per sfidare l'Interstate 190 e la Buffalo Skyway che corrono lungo la costa, il lungomare di Buffalo sta diventando sempre più un punto focale per le attività ricreative all'aperto. Situato nel cuore del centro cittadino, Canalside è il punto di riferimento per le attività ricreative sul lungomare di Buffalo, con concerti e festival estivi che si tengono apparentemente ogni giorno nel mezzo dei resti preservati dello storico Canal District. Anche un certo numero di compagnie di crociere portuali ha sede a Canalside, così come il parco navale e militare di Buffalo e della contea di Erie.

Il parco è abbondante anche sul lungomare di Buffalo. Oltre al già citato LaSalle Park, Broderick Park è un piccolo spazio verde all'estremità meridionale di Unity Island, famoso soprattutto come l'estremità settentrionale del Bird Island Pier, una passerella di 2 km con una vista impareggiabile sulla foce del fiume Niagara, il Basso Lago Erie, e, alla sua punta meridionale, l'Erie Basin Marina e il centro. Più a nord, Riverside Park è un parco di Olmsted nell'estremo angolo nord-ovest della città, adiacente al fiume Niagara. Merita una menzione speciale l'Outer Harbour, una vasta distesa di ex terreno industriale a sud del centro che è diventato un parco statale nel settembre 2013. L'Outer Harbour ospita Gallagher Beach, una spiaggia di ciottoli popolare tra i diportisti e gli amanti del windsurf, così come Times Beach Nature Preserve e Tifft Nature Preserve, dove i sentieri si snodano attraverso gli habitat delle zone umide pieni di uccelli migratori e fauna autoctona.

Itinerari[modifica]


Festival ed eventi[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Il calendario di festival, sfilate ed eventi annuali di Buffalo è enorme e in crescita. I festival dell'orgoglio etnico come il Buffalo Greek Fest, il Buffalo Italian Heritage Festival e il Dyngus Day svolgono un ruolo preminente, sebbene i cittadini godano di una varietà di eventi di ogni tipo. Naturalmente, la parte del leone di queste feste si svolge durante i mesi caldi, ma sono stati fatti sforzi per ampliare la lista delle offerte anche in inverno.

  • Buffalo Pride Festival. Il movimento per i diritti degli omosessuali è emerso più tardi nella Buffalo conservatrice e operaia che in molte altre città americane. Tuttavia, ogni anno dal 1991 all'inizio di giugno, il Buffalo Pride Festival aiuta i buffaloniani LGBT e i loro alleati eterosessuali a recuperare il tempo perduto, con un'atmosfera festosa di divertimento e intrattenimento intrisa di un messaggio di tolleranza per tutte le persone. Il Buffalo Pride Festival è poliedrico e multi-sede: prende il via con una cerimonia dell'alzabandiera a Niagara Square a cui partecipano orgogliosamente i migliori e più brillanti di Buffalo, prosegue con una corsa podistica "Gay 5K" per le vie del centro, prende intensità ad Allentown con la Dyke March e un chiassoso festival di strada (si è ammessi dai 21 anni in su) che vede Allen Street inondata di bandiere arcobaleno, musica dal vivo e spettacoli e attivismo di strada, e culmina con il Pride Festival stesso a Canalside, un evento per famiglie con cibo e stand per bevande, intrattenimento e informazioni. Il festival si chiude ogni anno con una festa in spiaggia al Woodlawn Beach State Park di Hamburg.
  • National Garden Festival. Questa "festa in giardino di cinque settimane" ha, sin dal suo inizio diversi anni fa, trasformato Buffalo in una delle principali destinazioni negli Stati Uniti per il turismo in giardino. Sotto l'egida del National Garden Festival rientrano non solo Garden Walk Buffalo, il fulcro dei festeggiamenti che la rivista The Atlantic ha citato come il miglior evento del suo genere nella nazione, ma anche molte altre passeggiate in giardino nei vari quartieri di Buffalo (e, a partire dal 2012, anche in periferia!) dove i residenti partecipanti progettano e mantengono splendidi giardini nei loro cortili per il divertimento degli escursionisti. Inoltre, ci sono tour in autobus delle varie fattorie urbane, vivai e orti comunitari della zona, giardini aperti nei giorni feriali, oratori, simposi e il popolare concorso di giardini di Front Yard. I Giardini Botanici di Buffalo e della Contea di Erie, i Giardini dell'Erie Basin Marina, il Giardino Giapponese e il Rose Garden del Delaware Park, e persino l'Elmwood-Bidwell Farmer's Market sono comprensibilmente pieni di visitatori durante il National Garden Festival. Garden Walk Buffalo (Q16993956) su Wikidata
  • Buffalo Infringement Festival. Questa celebrazione dell'arte e dello spettacolo fai-da-te che sfidano i generi e che spingono i confini da parte di artisti che potrebbero non avere il cachet del mondo normale o i budget da blockbuster di coloro che si esibiscono ai festival di Allentown o Elmwood Avenue si svolge ogni anno l'ultima settimana di luglio e la prima settimana di agosto. Esibizioni di musica, danza, teatro e arti visive, oltre a generi più insoliti come teatro di figura, arte del fuoco, mimo e "insurrezioni varie", possono essere viste in una molteplicità di luoghi in tutta la città gratuitamente o per un prezzo nominale.
  • Jack Craft Fair. Ecb copyright.svg Ingresso libero. Amanti di tutto ciò che è artigianale, prendete nota: dal 2014, la Jack Craft Fair è al servizio dei Buffaloniani e visitatori con una panoplia di oggetti d'arte decorativi e funzionali, il lavoro di oltre 100 diversi artisti e artigiani, in vendita ogni metà agosto in una sede diversa ogni anno. Ma questo è lontano dalla normale vendita di spazzatura: a parte le esibizioni di musica dal vivo, le mostre interattive di arte pubblica e l'elenco di circa una mezza dozzina di laboratori per coloro che vorrebbero cimentarsi nel proprio progetto fai-da-te, il Jack Craft La gamma di venditori della fiera è curata con cura e rigore dal fondatore e organizzatore principale Sam Epps, in modo che i visitatori possano sperimentare la vera "crème de la crème" della comunità creativa del New York occidentale e dell'Ontario meridionale.
  • Festival Internazionale del cinema di Buffalo (Buffalo International Film Festival). Fondato nel 2006, il Festival Internazionale del cinema di Buffalo senza scopo di lucro viene presentato ogni anno dalla Buffalo Film Society alla fine di settembre e all'inizio di ottobre con la missione di evidenziare i contributi cinematografici di individui del passato e del presente che provengono dal New York occidentale. Inoltre, l'obiettivo del Festival Internazionale del cinema di Buffalo include anche l'esposizione delle persone di Buffalo e della regione circostante a emozionanti opere cinematografiche di persone meno conosciute in tutto il mondo che rappresentano una vasta gamma di culture, etnie e background educativi. Viene inoltre presentata una serie entusiasmante di workshop e simposi. Buffalo International Film Festival (Q4985768) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Sport[modifica]

Non commettete errori: Buffalo è una città sportiva. I Buffaloniani sono ostinatamente fedeli alle loro squadre nonostante il fatto che la città non abbia vinto un campionato nazionale in nessuno dei quattro grandi sport americani dal 1965: i quattro infruttuosi viaggi al Super Bowl dei Buffalo Bills e i due alle finali della Stanley Cup dai Sabres negli anni successivi sono perdite che i tifosi locali hanno cercato di vendicare da molto tempo.

Gli sport delle major league vengono praticati in centro al KeyBank Center, dove i Buffalo Sabres della National Hockey League hanno la loro casa sul ghiaccio, e al New Era Field nella periferia di Orchard Park, dove i Buffalo Bills giocano per la National Football League.

Buffalo ha anche un certo numero di squadre in leghe minori. Queste squadre tendono ad avere più successo sul campo rispetto ai club della grande lega. I Buffalo Bisons di baseball hanno vinto sette gagliardetti nella International League e nell'American Association di livello AAA, l'ultima volta nel 2004; suonano al Sahlen Field in centro. I Buffalo Bandits giocano a lacrosse indoor al KeyBank Center e hanno vinto quattro campionati NLL. Gli appassionati di calcio vorranno dare un'occhiata all'FC Buffalo dell'NPSL; le partite si svolgono all'All-High Stadium sulla Main Street. Infine, la nuova squadra sportiva della città, i Buffalo Beauts, affronta le avversarie della National Women's Hockey League all'HarborCenter.

Nel mondo degli sport universitari, l'Università di Buffalo Bulls regna sovrana. Le partite di calcio e basket dei Bulls si giocano al North Campus di Amherst, rispettivamente all'UB Stadium e all'Alumni Arena. Anche i Golden Griffins del Canisius College, che suonano al Koessler Athletic Center sulla Main Street e all'HarborCenter in centro, hanno un considerevole seguito locale.

Golf[modifica]

I golfisti che visitano la zona potrebbero voler controllare prima i sobborghi; corsi pubblici e privati sono abbondanti fuori dai confini della città. Tuttavia, coloro che vogliono raggiungere i collegamenti nella stessa Buffalo possono farlo con stile. Non meno di tre dei parchi Olmsted di Buffalo, ovvero Delaware, Cazenovia e South Parks vantano campi da golf (il primo ha 18 buche, gli ultimi due ne hanno nove), e il Grover Cleveland Golf Course a University Heights è famoso come il sito del 1912 US Open. Consultate gli articoli sui distretti per maggiori dettagli sui singoli corsi.

Pesca[modifica]

I pescatori lanciano le loro lenze nel fiume Niagara superiore a Broderick Park

Buffalo è un punto di riferimento per la pesca d'acqua dolce, con una notevole diversità di specie grazie alla sua posizione all'incrocio tra il lago Erie e il fiume Niagara, ognuno dei quali presenta scenari diversi per i pescatori.

Nel lago Erie, la cattura principale è il persico trota: la Queen City è stata riconosciuta dalla rivista Bassmaster come una delle tre migliori destinazioni per la pesca alla spigola negli Stati Uniti. Se state pescando dalla riva, ad esempio al Buffalo Harbour State Park o al Ship Canal Commons a Buffalo sud, i periodi migliori vanno da inizio maggio a metà giugno e da ottobre a novembre, subito dopo lo scongelamemento del lago e prima che si congeli di nuovo. le spigole si spostano in acque più fresche in piena estate, ma se avete una barca, sono ancora facilmente catturabili in quei momenti nelle parti più profonde del lago. La maggior parte delle spigole che catturerete sarà tra 1 e 2 kg, anche se non è raro che di tanto in tanto si muovano in enormi quantità di 3 kg. A parte la spigola, il lago Erie ha alcune delle migliori pesche glaucoma che troverete ovunque, con catture medie che vanno da da 2,5 a 3,5 kg, così come muskellunge (specialmente intorno alla foce del fiume Buffalo) e il pesce persico giallo.

Anche il fiume Buffalo vanta la sua quota di luoghi di pesca, in particolare RiverFest Park, Conway Park, Mutual Park, Seneca Bluffs e altri spazi verdi nella collana di smeraldi del Buffalo River Greenway. Nonostante generazioni di industria pesante che una volta lo lasciarono una zona morta ecologica, il fiume fu ripulito abbastanza all'inizio degli anni '80 da permettere ai pesci di filtrare ancora una volta, e oggi una tipica cattura potrebbe includere scazzone, persico trota, persico giallo e trota iridea.

L'alto fiume Niagara, nel frattempo, è un ottimo posto per catturare trote iridea, trote di lago e lucci del nord che pullulano nelle sue fresche e rapide acque per tutta la stagione. Questo è anche un posto dove trovare lo spigola nei mesi estivi, quando le zone costiere del Lago Erie sono troppo calde per loro. Unity Island è il posto ideale per la pesca fluviale a Buffalo: le persone della comunità di rifugiati birmani del Lato ovest che si divertono a cenare per le loro famiglie sono uno spettacolo normale in luoghi come Broderick Park, Bird Island Pier e Unity Island Park (ma pensateci due volte prima di seguire il loro esempio nel mangiare il pescato: sebbene il fiume Niagara e il lago Erie abbiano fatto molta strada in termini di inquinamento, si consiglia di limitare severamente se non del tutto evitare di mangiare pesce pescato nelle acque locali. Per informazioni più specifiche informazioni, vedere il New York State Department of Health Fish Advisory).

Gioco d'azzardo[modifica]

Non è Las Vegas, ma i giocatori d'azzardo hanno una serie di opzioni a Buffalo e dintorni.

La sede permanente da 130 milioni di dollari del Seneca Buffalo Creek Casino nello storico Cobblestone District è stata aperta nel 2013 e si è espansa solo quattro anni dopo; vanta oltre 1.100 slot machine e 36 giochi da tavolo. Il Buffalo Raceway, sul terreno della Erie County Fair nel sobborgo di Hamburg, ha slot machine, video poker e, in stagione, corse al trotto dal vivo.

Più lontano, ci sono molte altre destinazioni per gli appassionati di corse di cavalli, slot e altri giochi (in primis le Cascate del Niagara). Vedere la sezione Nei dintorni per ulteriori informazioni su questi.

Opportunità di studio[modifica]

Buffalo è sede di un gran numero di college e università private e pubbliche. La scuola più grande della zona è la University at Buffalo (UB). Uno dei quattro "centri universitari" del sistema della State University of New York (SUNY), La University at Buffalo è rinomata come una grande università pubblica di ricerca. Per questo motivo è uno dei 62 membri eletti della prestigiosa Association of American Universities. La University at Buffalo ha due campus: il più piccolo South Campus si trova nel quartiere di University Heights all'angolo nord-est della città, e il più grande North Campus si trova nel sobborgo di Amherst, a circa 6 km a nord-est del South Campus.

Il Buffalo State College, anch'esso parte del sistema SUNY, si trova di fronte alla Albright-Knox Art Gallery, all'estremità nord dell'Elmwood Village. Il Canisius College è il più grande college privato di Buffalo, situato vicino all'incrocio tra Humboldt Parkway e Main Street. Altri college e università della città e dell'area circostante includono il Trocaire College, il Medaille College, il Villa Maria College, il D'Youville College, il Daemen College e i tre campus dell'Erie Community College.

L'Università di Buffalo ha una serie annuale di relatori distinti, che ha ospitato Bill Clinton, Al Gore, Michael Moore, il Dalai Lama, Stephen Colbert e il dottor Sanjay Gupta. Questi eventi si svolgono nel Campus Nord e sono aperti al pubblico; i biglietti sono disponibili presso la biglietteria dell'Ateneo. La University at Buffalo ha una serie gratuita di conferenze estive a disposizione del pubblico e Buffalo State organizza regolarmente eventi aperti ai visitatori.

Acquisti[modifica]

Elmwood Avenue, la spina dorsale dell'Elmwood Village, è un'affollata arteria di deliziose boutique, gallerie d'arte, caffè all'aperto e ottimi ristoranti

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Buffalo ha una serie di interessanti quartieri dello shopping, ognuno con il proprio sapore.

L'Elmwood Village si estende lungo Elmwood Avenue dal Buffalo State College a sud fino a North Street. Questa zona contiene una varietà di piccoli negozi con un'atmosfera molto "indipendente": qui non troverete molte catene di negozi o ristoranti nazionali. La specialità di Elmwood Avenue sono le boutique di abbigliamento di lusso che si rivolgono ai cittadini alla moda; è anche un buon posto per cercare arte e gioielli di produzione locale, regali stravaganti e alcuni dei migliori ristoranti che Buffalo ha da offrire.

Allentown è centrata lungo l'intera lunghezza di Allen Street da Main a Wadsworth Street, ma soprattutto a ovest di Linwood Avenue. Adiacente, e in qualche modo simile, all'Elmwood Village, Allentown ha un'atmosfera più bohémien e artistica rispetto agli studenti universitari e agli yuppies che frequentano Elmwood. In mezzo alla proliferazione di bar hipster, vedrete molti negozi di antiquariato, piccole gallerie d'arte e negozi di abbigliamento con uno stile più urbano.

Hertel Avenue, tra Delaware e Parkside Avenue a Buffalo nord, ospita un crescente assortimento di piccoli negozi. Hertel è il posto giusto per visitare le gallerie d'arte, acquistare mobili antichi e contemporanei e decorazioni per la casa, rilassarsi nei negozi di testa come Terrapin Station e assaggiare la cucina mediorientale in una varietà di ristoranti e bodegas all'estremità occidentale della striscia, vicino a Delaware Avenue.

Grant Street, che corre da nord a sud attraverso la parte alta del Lato ovest, è l'arteria principale di due aree commerciali recentemente rivitalizzate in questa zona della città in rapida gentrificazione. Il tratto tra (circa) West Delavan Avenue e Hampshire Street, incentrato lungo West Ferry Street, è una striscia commerciale emergente nota come Grant-Ferry. Un vero e proprio "crogiolo", con gli ispanici che sono qui da anni ormai raggiunti da somali, sud-est asiatici, arabi, europei dell'est e studenti del Buffalo State College, Grant-Ferry è quindi sede di una modesta ma crescente collezione di mercati alimentari, negozi di abbigliamento e così via. Inoltre, Grant-Amherst, a breve distanza a nord all'angolo di Amherst Street, è stato nominato "Best Up-and-Coming Neighborhood" di Buffalo nel concorso "Best of Buffalo 2011" ad Artvoice. Grant-Amherst vanta una piccola ma crescente collezione di gallerie d'arte, negozi di antiquariato e ristoranti a pochi passi dal Buffalo State College. I visitatori dovrebbero essere avvertiti, tuttavia, che nonostante la ripresa in corso, i quartieri intorno a Grant Street sono ancora molto più "grintosi" di posti come Elmwood Village e Allentown.

Nei sobborghi si trova la solita scaletta di centri commerciali e piazze. Il centro commerciale più grande della zona è il Walden Galleria, sulla Walden Avenue a Cheektowaga, a 10 minuti dal centro tramite la Kensington Expressway e/o l'Interstate 90. Altri sono il Boulevard Mall ad Amherst, il McKinley Mall al confine tra Hamburg e Orchard Park e l'Eastern Hills Mall a Clarence. Nella stessa Buffalo, c'è una piccola area tra Delaware ed Elmwood Avenue all'estremità settentrionale della città dove si possono trovare centri commerciali, grandi magazzini e catene di ristoranti.

Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Teatri[modifica]

Il cuore del Theatre District nel centro di Buffalo, con la sua grande varietà di luoghi di spettacolo, ristoranti e altre attrazioni

Per una città delle sue dimensioni, Buffalo ha una scena teatrale sorprendentemente ampia, attiva e diversificata. Anche dopo la chiusura nel 2008 del più grande teatro di produzione della città, lo Studio Arena Theatre, il Theatre District, delimitato grosso modo da Washington, Tupper, Franklin e Chippewa Street, è rimasto vivace, con Curtain Up!, l'evento di gala che segna l'apertura della stagione teatrale, che tutti gli anni a settembre attira in centro una folla più numerosa che mai.

Ci sono molti teatri anche fuori dal Theatre District, molti dei quali sono collegati ai programmi teatrali dei vari college e università della zona. Vedere gli articoli sui distretti per maggiori dettagli.

Musica dal vivo[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Nonostante le molte direzioni in cui si è evoluta nel corso dei decenni, dal "Buffalo Sound" influenzato dall'R&B soul degli anni '60 esemplificato da atti locali come Raven e The Vibratos (quest'ultimo con un giovane Cory Wells, in seguito cantante dei Three Dog Night), a una fiorente scena punk, hardcore e new wave nei primi anni '80, a una fratellanza disordinata di atti vagamente tintinnanti alternativi negli anni '90, alla caleidoscopica diversità di oggi, una cosa che è sempre rimasta la stessa è la scena musicale di Buffalo che è il suo affiatato cameratismo, la sua lealtà alla sua base di fan della città natale e, nonostante l'occasionale figlio o figlia nativa che è diventata famosa (in particolare Rick James, Ani DiFranco, Brian McKnight, i Goo Goo Dolls e più recentemente il collettivo hip-hop Griselda Records), la sua relativa oscurità al di fuori dei confini dell'area locale. Buffalo potrebbe non avere la reputazione di Austin, ma come città di musica dal vivo vale la pena sia per la gente del posto che per i visitatori.

I grandi artisti itineranti nazionali di solito salgono sul palco in centro. Le più grandi star, gli U2, i Rolling Stones, di solito suonano al KeyBank Center, o occasionalmente al New Era Field di Orchard Park. Ma il centro ha anche una manciata di sale da concerto di medie dimensioni come la Town Ballroom, il Mohawk Place e la Rec Room che ospitano atti di secondo livello. I visitatori provenienti dal nord del confine potrebbero essere sorpresi di vedere molti gruppi canadesi che non sono ancora "diventati grandi" negli Stati Uniti suonare in posti affollati in luoghi come il Town Ballroom, a lungo privo di una radio rock locale decente, i fan locali hanno preso un brillano alle stazioni di Toronto e, di conseguenza, band come i Tragically Hip sono una grande attrazione a Buffalo. Inoltre, l'estate porta nomi ben noti alla serie di concerti all'aperto Canalside Live, e Babeville, sulla Delaware Avenue, ai margini settentrionali del centro, è sia la sede della Righteous Babe Records, l'etichetta guidata da Ani DiFranco di Buffalo, che la sede di Asbury Hall, una sala concerti situata in un'ex chiesa che ospita regolarmente spettacoli della scuderia di cantautori indie folk e altri artisti dello stesso genere di Righteous Babe.

Se la musica locale è ciò che state cercando, i due quartieri più gettonati sono Allentown e Grant-Amherst. I bar di Allentown come il Duke's Bohemian Grove e il leggendario Nietzsche's sono ottimi posti per vedere rocker e cantautori nostrani fare le loro cose, di solito le stesse due dozzine di band che suonano "sedie musicali" tra i locali. Sebbene sia raro, a volte vedrete persino un nome famoso a livello nazionale salire sul palco in questi luoghi (sembra che succeda più spesso da Duke's). A Grant-Amherst, è più probabile che voi possiate catturare artisti country, blues o roots-rock: il nucleo della scena musicale di Grant-Amherst, la Sportsmen's Tavern, si definisce la "birra più bella e tonica della città".

Anche gli appassionati di altri tipi di musica non sono esclusi: gli spettacoli blues al Central Park Grill di Main Street sono leggendari a livello locale, gli appassionati di jazz possono assistere a grandi concerti nello storico Coloured Musicians Club o dare un'occhiata alle mostre sulla storia della musica locale nel museo annesso e la Kleinhans Music Hall, dove tiene la corte la Buffalo Philharmonic Orchestra, è un luogo storico registrato a livello nazionale progettato con un'acustica perfetta dagli architetti Eliel e Eero Saarinen.

Locali notturni[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Come città storicamente (e duratura) di operai, Buffalo ha tradizionalmente una concentrazione abbastanza densa di bar e taverne. Infatti, secondo l'U.S. Census Bureau, Buffalo è tra le prime dieci città degli Stati Uniti per numero di bar pro capite.

Tuttavia, i bevitori a Buffalo non si limitano ai bar della classe operaia, sebbene ce ne siano molti, Buffalo ha un certo numero di quartieri della vita notturna più esclusivi, ognuno con un carattere distinto. C'è davvero una scena di bar a Buffalo per tutti i gusti, dalle discoteche rumorose di Chippewa Street, ai locali hipster più cool di Allentown dove si esibiscono gruppi rock locali, ai cocktail bar chichi nel Theatre District che si riempiono di frequentatori di teatro prima e dopo gli spettacoli, ai freddi ritrovi yuppie dell'Elmwood Village, alle storiche taverne del Cobblestone District e dell'Old First Ward dove non ci vuole molta immaginazione per immaginare i diportisti del canale, i raccoglitori di grano e i ferrovieri di un secolo fa rilassarsi al bar con una tazza gelata dopo una lunga giornata di lavoro.

Le notti del fine settimana di solito vedono la polizia in forze nei distretti della vita notturna di Buffalo, alla ricerca di guidatori ubriachi. Come accennato nella sezione "Come spostarsi", è spesso possibile trovare taxi indugiare intorno ai bar, ma la concorrenza per un taxi può essere spietata e le tariffe sono spesso alte. Uber e Lyft sono spesso un'opzione migliore in questi casi.

L'ultima chiamata a Buffalo è alle 4 del mattino. Per questo motivo, molti bar a Buffalo non si aprono fino a dopo la mezzanotte nei fine settimana. Come nel resto degli Stati Uniti, l'età legale per bere alcolici è 21 anni.

Caffetterie[modifica]

La cultura del caffè è viva e vegeta a Buffalo. Sebbene i punti vendita Starbucks siano una dozzina qui come altrove nel paese, i caffè a conduzione familiare di proprietà locale sono sempre stati il posto giusto per il set alla moda di Buffalo, e ci sono tre quartieri principali dove li troverete. Il centro, in particolare il Theatre District e l'isolato 500 di Main Street, offre una manciata di posti da asporto per gli impiegati che hanno bisogno di una rapida dose di caffeina, le caffetterie di Allentown sono ottimi posti per rilassarsi in un ambiente che è alla moda ma non soffocantemente pretenzioso, e all'estrema fine dello spettro, la scena delle caffetterie fuori mano nel Lato ovest spinge il fattore hipster fino a 11, con un'atmosfera e una clientela tali che potreste chiedervi se siete a Buffalo o Brooklyn.

Ci sono un paio di catene di caffetterie locali degne di nota:

  • Ashker's. Nata nel 2008 nell'Elmwood Village, oggi l'omonima catena di caffè di Angelo Ashker conta quattro sedi (l'originale e le filiali a Delaware Park, Grant-Amherst e l'edificio del Buffalo Athletic Club in centro). Ogni locale ha un menu leggermente diverso, ma in generale, potete aspettarvi un'abbondante lista di frullati sia regolari (varie combinazioni di purea di frutta), sia "Fusion" (un'alternativa più salutare con verdure come cavoli, barbabietole dorate e spinaci) e "Fortified" (in modalità completamente salutare qui, con semi di chia, curcuma, maca e altri "supercibi alla moda"), oltre a succhi di frutta spremuti a freddo, bevande espresso e altre bevande. Per coloro che hanno fame piuttosto che sete, è disponibile anche una selezione altrettanto salutare di panini, insalate e un menu per la colazione tutto il giorno.
  • SPoT Coffee. Non è esattamente una catena di caffetterie "locali". L'azienda è di proprietà canadese dal 2004, ma i Buffaloniani rivendicano ancora SPoT come loro in base al fatto che il New York occidentale è il luogo in cui troverete ancora la stragrande maggioranza delle sedi (nonostante gli ambiziosi piani di espansione nel mercato canadese, i loro due negozi nell'area di Toronto sono durati solo pochi anni). Il nome del gioco è il caffè tostato in casa di alta qualità, insieme a una gamma di panini e panini, insalate salutari e altri piatti gourmet per il pranzo; costoso ma ne vale la pena. Troverete sedi nell'Elmwood Village, nella Chippewa Strip, a Buffalo nord e nei sobborghi di Williamsville, East Amherst, Orchard Park, Hamburg e Kenmore, oltre a due ulteriori sportelli "SPoT Express" in centro al Waterfront Village Center e nella hall del Roswell Park Comprehensive Cancer Center. Presto saranno aperte altre sedi a Niagara Falls e a North Tonawanda. SPoT Coffee (Q7392718) su Wikidata


Dove mangiare[modifica]

Buffalo è un paradiso per l'ottimo cibo.

Specialità locali[modifica]

Le canoniche ali di Buffalo: ali, sedano, gorgonzola, birra e salviette umide
  • Nessuna visita è completa senza aver provato alcune ali di Buffalo. Oh, certo, tutti pensano di averle provate, ma niente è paragonabile a quelle che potete trovare a Buffalo (ma per favore non chiamatele "Ali di Buffalo"; da queste parti sono solo "ali"). La ricetta classica, nata nel 1964 all'Anchor Bar di Main Street, è un'ala di pollo fritta croccante, poi gettata in una miscela di burro e salsa piccante (Frank's Red Hot per i migliori risultati) in proporzioni variabili in base alla tolleranza delle spezie, quindi eventualmente rifinita sulla griglia per un po' di salsedine in più. Il dibattito su chi serva le migliori ali della città è infinito e spesso acceso, ma come regola generale, andate in uno dei tanti bar all'angolo di Buffalo fuori dai sentieri battuti.

Se non siete fan della salsa di Buffalo, praticamente ovunque con le ali nel menu offrirà salsa barbecue come alternativa. Altre varietà che incontrerete frequentemente sono parmigiano all'aglio, pepe al limone (particolarmente popolare tra la comunità afroamericana di Buffalo), senape al miele e "all'italiana" (cioè impanata e affogata in salsa marinara). Oppure, per qualcosa di veramente unico, dirigetevi a Buffalo sud, che, sempre fuori dai quartieri strani, ha il suo stile di ali nostrane che non troverete da nessun'altra parte nel New York occidentale, figuriamoci nel resto del mondo.

  • Più o meno allo stesso modo: se vi piacciono le dita di pollo, non c'è posto migliore di Buffalo da visitare per voi. Come in ogni altra città, si possono certamente trovare serviti come piatto unico, ma qui vengono anche sminuzzati e usati come condimento per pizza, tacos, insalate e, soprattutto, sotto forma di dita sub di pollo, interi bastoncini di pollo spalmati in salsa di ali di Buffalo e usati come ripieno in un panino sottomarino, conditi non solo con i sottocondimenti standard di lattuga, pomodoro e cipolla, ma spesso anche condimento al formaggio blu. Una variante è il pungiglione inferiore, fondamentalmente un hoagie di bistecca più le dita di pollo. Qualsiasi sub-negozio o pizzeria in città dovrebbe essere in grado di prepararvi un finger di pollo, ma per il pungiglione, il preferito è la catena locale Jim's Steakout, dove è stato inventato.
  • Al di fuori del regno del pollo fritto, un'altra specialità locale è il beef on weck, un panino che consiste in fette di carne di manzo tenera e succosa arrostita lentamente a strati su un kümmelweck roll (un panino Kaiser condito con semi di cumino e sale Kosher) e tradizionalmente guarnito con rafano, più è e meglio è. È probabile che qualsiasi posto che serva panini caldi abbia probabilmente carne di manzo nel menu, ma i due ristoranti la cui carne di manzo ha la migliore reputazione tra i locali sono Schwabl's (lungo Centre Road a West Seneca) e Charlie the Butcher (vedere sotto).
  • I Texas hot, nonostante il loro nome, non sono stati inventati in Texas, ma a Buffalo, dove hanno iniziato come un'offerta unica nei ristoranti greci della zona (Seneca Texas Hots sostiene di essere il primo a servirli, anche se questo è oggetto di qualche controversia). Il Texas hot è un hot dog spalmato di senape, cipolle e salsa di carne piccante o peperoncino; il prodotto finito ha una certa somiglianza con gli hot dog "Coney Island" serviti a Detroit, anche se la salsa di peperoncino sugli hot dog del Texas è più leggera e di consistenza più sottile.
  • A proposito: il cibo greco è ovviamente poco sconosciuto negli Stati Uniti, ma a Buffalo è una cucina che ha una storia sorprendentemente lunga e di un'ampia portata; c'è stato un diner greco praticamente in ogni quartiere dagli anni '60 o '70. Ma Buffalo non ha una comunità greca particolarmente grande, quindi cosa dà? Tutto risale a Theodore Liaros, che ha aperto la prima sede dell'amata catena di hot dog locale Ted's nel 1927, così come l'antica tradizione di immigrati delle comunità etniche che si uniscono per aiutare i nuovi arrivati: con il passare del tempo, sempre più altri greci, alcuni lontani parenti della famiglia Liaros, alcuni vecchi amici della sua città natale, sono venuti a Buffalo, hanno imparato l'attività di ristorazione da Ted's e poi si sono messi in proprio. Ancora oggi, l'elenco dei ristoratori greci locali rimane una rete intricata di relazioni familiari e matrimoni misti. Per quanto riguarda il cibo, tradizionalmente questi posti servivano versioni americanizzate di cibi di strada greci come souvlaki, gyro e spanakopita insieme ai soliti piatti da tavola come hamburger e panini sciolti. Questo modello predomina ancora in periferia, che è anche il luogo in cui è più probabile imbattersi in uno che mantiene la vecchia tradizione di rimanere aperti 24 ore su 24, una pratica che sta andando sempre più nel dimenticatoio man mano che i lavori di fabbrica a turni scompaiono e i ragazzi del college diventano più inclini a passare la notte a rimpinzarsi per il test che a festeggiare. Tuttavia, molti commensali greci nella città vera e propria, in particolare Pano's, Mythos e Acropolis lungo Elmwood Avenue; Il Towne Restaurant di Allentown è un'eccezione degna di nota: si è reinventato in una vena più raffinata, con voci di menu sempre più creative, decorazioni più eleganti e prezzi più alti.
Se volete assaggiare il pollo di Chiavetta, la soluzione migliore è tenere gli occhi aperti per segni come questo
  • La chiave del pollo Chiavetta (di solito abbreviato in "Chiavetta") è la marinata, un intruglio a base di aglio e aceto di sidro intriso di una miscela segreta di erbe e spezie (le ipotesi plausibili di solito includono pepe nero, salsa Worcestershire e forse zenzero, cipolla in polvere e condimento per pollame) in cui la carne riposa per circa quattro ore prima di essere arrostita su una griglia a carbone. Il risultato è tenero e incredibilmente succoso, con solo un pizzico di salmerino croccante sulla pelle. Se questo sembra allettante, avete una serie di opzioni: gli habitat naturali di Chiavetta sono le feste sul prato della chiesa, le grigliate per la raccolta fondi dei vigili del fuoco e altri eventi informali, o se vi capita di essere in città durante la fiera della Contea di Erie, andate al catering Chiavetta, Lo stand dell'azienda per ottenerlo direttamente dalla fonte. Avrete molto più difficoltà a trovarlo nei ristoranti: se non riuscite ad andare a Lockport per visitare il Chiavetta's BBQ Take-Out, potreste provare Wing Kings lungo Elmwood Avenue, le cui diverse dozzine di varietà di salse di ali di pollo includono un knockoff Chiavetta abbastanza accurato. E se tutto il resto fallisce, troverete la marinata sullo scaffale della maggior parte dei supermercati locali (se fate da voi, usate le cosce con l'osso per ottenere i migliori risultati; anche il seno non assorbe il sapore).
  • Una bibita analcolica viola scuro non gassata con un sapore che potrebbe essere descritto come intensamente dolce e genericamente fruttato, il loganberry non è esattamente originario della zona: la bacca è stata ibridata in California nel 1883 e bevande, gelatine e sciroppi concentrati fatto da esso era una breve moda a livello nazionale intorno alla fine del secolo, ma solo a Buffalo ha avuto il potere di rimanere. Queen-O è stato il grande imbottigliatore locale per la maggior parte del XX secolo, ma chiedete ai vecchi da queste parti dei loro ricordi di loganberry e molto probabilmente parleranno di Crystal Beach, un parco divertimenti di un tempo dove veniva servito non solo come bevanda ma anche sotto forma di lecca lecca e caramelle al gusto di loganberry. Oggi Aunt Rosie's è il marchio più conosciuto, con una ricetta basata sulla formula Crystal Beach e di proprietà e distribuito in esclusiva dalla locale azienda di imbottigliamento Pepsi-Cola (non PepsiCo stessa, il che spiega molto la sua mancanza di disponibilità al di fuori di Buffalo). Aunt Rosie's è disponibile solo alle fontane di soda locali, quindi se volete una bottiglia da portare a casa dal supermercato come souvenir, cercate invece il marchio Johnnie Ryan, imbottigliato a Niagara Falls.
  • La frittura di pesce è un alimento base di Buffalo che deve la sua esistenza alla tradizionale predominanza del cattolicesimo romano tra la cittadinanza locale: ai cattolici praticanti era proibito mangiare carne rossa e pollame il venerdì. Sebbene tale divieto non sia più in vigore dagli anni '60, la tradizione di godersi una frittura di pesce il venerdì sera è rimasta. La ricetta tradizionale prevede enormi filetti di eglefino o merluzzo infarinati, pastellati alla birra e fritti fino a doratura, quindi rifiniti con salsa tartara e/o succo di limone e serviti con contorni che possono includere patatine fritte, insalata di cavolo o forse maccheroni insalata. Potete mangiare frittura di pesce in alcuni dei ristoranti più carini di Buffalo, se volete, ma questo è ancora un cibo della classe operaia nel cuore e, di conseguenza, come le ali, la migliore frittura di pesce è servita dai piccoli abbeveratoi del quartiere e dai cucchiai unti. Aspettatevi che le file per gli avannotti siano particolarmente lunghe durante la stagione della Quaresima (di solito da febbraio ad aprile, anche se varia in base all'anno), quando si applica ancora la vecchia regola del venerdì senza carne.
  • Buffalo ha anche la sua lista di caramelle, pasticceria e dolci di provenienza locale:
    • Le caramelle spugnose, anche se (contrariamente alla credenza locale) non sono uniche nell'area di Buffalo, sono le più conosciute di queste e le troverete in qualsiasi negozio di caramelle locale degno di questo nome. Zucchero di canna, sciroppo di mais e bicarbonato di sodio vengono mescolati insieme in uno sciroppo denso e poi cotti, rilasciando bolle di anidride carbonica da quest'ultimo che rimangono intrappolate nella miscela mentre si indurisce e si trasforma in una caramella, creando un interno croccante e reticolato. Il tutto viene poi ricoperto di cioccolato. La catena di negozi di cioccolato Fowler's vende presumibilmente il meglio, anche se i suoi concorrenti Watson's e Parkside Candy sarebbero diversi.
    • Gli amanti del gelato che visitano Buffalo non dovrebbero preoccuparsi di chiedere informazioni sulle origini del gelato messicano, che sono avvolte nell'oscurità, ma dovrebbero cogliere l'occasione per scavare in questo dolce e salato preferito di gelato alla vaniglia condito con fondente caldo, panna montata e, questo è l'ingrediente chiave: arachidi spagnole con la buccia. In estate, tutte le bancarelle di gelati di proprietà locale che troverete in giro per la città lo hanno nel menu; se visitate Buffalo nei mesi più freddi, la cosa migliore da fare è andare da Nick Charlap's Sweets on the Hill a West Seneca.
    • Il Charlie Chaplin, in cui cocco grattugiato e anacardi tritati vengono aggiunti al cioccolato fuso e poi versati su grumi di soffice marshmallow e cosparsi di sale grosso, sarebbe stato creato durante la visita dell'omonima star del cinema nel 1917 a Buffalo per la prima del suo film The Adventurer. Strawberry Island, nel Broadway Market sul Lato est, è un buon posto per trovarli; servono i loro su un bastone, al contrario che in tronchi o pepite come altrove.
    • Infine, i cuori di pasticceria, noti anche come ali d'angelo, sono pezzi di pasta sfoglia piatti a forma di cuore ricoperti da uno spesso guscio di glassa di zucchero bianco che è idealmente duro e asciutto all'esterno e morbido, appiccicoso e stucchevole all'interno. Sono una specialità della comunità polacca locale; Mazurek's Bakery nell'Old First Ward e White Eagle Bakery nel summenzionato Broadway Market sono buone scelte per dove trovarne un po'.

Ristoranti[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Mentre un tempo l'area era in gran parte il dominio di catene di ristoranti privi di fantasia e di tagliabiscotti e "cucchiai unti", i residenti locali concordano sul fatto che la scena gastronomica di Buffalo ha fatto molta strada negli ultimi vent'anni. Strutture sempre più innovative e di alta qualità sono spuntate sempre più spesso e i visitatori, anche quelli che sono stati a Buffalo in passato, possono essere piacevolmente sorpresi dalla gamma di opzioni.

Più o meno allo stesso modo dei negozi al dettaglio, ogni quartiere di Buffalo sembra avere la sua specialità quando si tratta di ristoranti. In generale, dirigetevi in centro per la cucina raffinata più fantasiosa che il New York occidentale ha da offrire, all'Elmwood Village per i commensali greci e i dudebro sports bar, ad Allentown per rinfrescarvi con un piatto di "cibo brillante" dopo una notte di bar-hopping, all'Hertel per la ricca cucina italiana casalinga o al Lato est per il barbecue e il soul food. E se siete fan dei deliziosi sapori dell'Asia, prendete la vostra dose nel Lato ovest o nei sobborghi, nella quasi Chinatown che si è riunita ad Amherst tra i due campus della University at Buffalo.

A proposito: la cucina birmana è difficile da trovare altrove nel paese, ma grazie a una vivace comunità di immigrati e rifugiati che si è aggregata nel Lato ovest dall'inizio del millennio, è piuttosto popolare a Buffalo. I due fornitori più famosi sono il West Side Bazaar lungo Grant Street e la catena locale Sun (posizione originale lungo Niagara Street a Black Rock; filiali in centro, lungo Hertel Avenue e a Williamsville), anche se dal momento che entrambi sono saldamente nel radar dei Buongustai del New York occidentale, l'autenticità varia. I puristi della cucina dovrebbero recarsi a Riverside, dove troveranno una serie di alternative fuori mano.

Catene locali[modifica]

Le sedi della maggior parte dei ristoranti della catena nazionale si trovano a Buffalo. Tuttavia, Buffalo vanta anche diverse catene locali e regionali amate dai newyorkesi occidentali e che fungono da punti base della cucina locale.

  • 42.902389-78.8685561 Anchor Bar. Gli amanti dell'ala hardcore possono fare un passaggio alla "casa dell'originale ala di pollo di Buffalo" sulla Main Street a nord del centro per ritirare tutti i tipi di magliette a tema ali di pollo e altra merce, ma il rovescio della medaglia è che è forse l'unico posto a Buffalo che può essere giustamente definito una "trappola per turisti", con tutta la disattenzione alla qualità del cibo e al servizio clienti che il termine implica. Una buona regola empirica per coloro che vogliono semplicemente infilarsi in un piatto di ali è quella di attenersi alle sedi delle filiali (due ad Amherst, una a Niagara Falls, uno stand stagionale al parco a tema Darien Lake e uno nell'area airside dell'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara a Cheektowaga): la differenza la fa davvero il giorno e la notte. Oltre alle ali, le offerte includono anche una varietà di insalate, panini (inclusa l'altra specialità della cucina del New York occidentale, beef on weck) e piatti italiani semplici ma sostanziosi. Anchor Bar (Q4752660) su Wikidata
  • Anderson's. Dal 1946, la famiglia Anderson gestisce questa catena di drive-in che sono immensamente popolari tra i Buffaloniani, soprattutto nei mesi estivi. Una delle specialità di Anderson è il roast beef; per reputazione locale il loro beef on weck è di qualità accettabile, ma impallidisce in confronto a Charlie the Butcher e Schwabl's. La vera forza di Anderson, tuttavia, risiede nelle loro selezioni di dessert, con una vertiginosa varietà di creme congelate, frappè, gelati aromatizzati, gelati duri e morbidi e coppe gelato in offerta. Le sette sedi di Anderson includono ristoranti a Buffalo nord e nei sobborghi di Amherst, Cheektowaga, Kenmore, Lancaster, Lockport e Williamsville.
  • Bagel Jay's. Gli ex proprietari di Bagel Bros., che vantava due dozzine di sedi al suo apice prima che l'azienda fosse venduta, sono tornati con gli stessi deliziosi bagel che i Buffaloniani hanno imparato ad amare. Una vasta gamma di bagel in stile newyorkese è in offerta nelle tre sedi di Bagel Jay's (una a Delaware Avenue a Buffalo nord e due nel sobborgo di Amherst); varietà tradizionali come sesamo, papavero e cipolla, nonché innovative quelli come il pesto di pomodoro e l'arancia mirtillo, con un'altrettanto ampia varietà di "shmears" di crema di formaggio regolari o aromatizzati. Viene offerta anche una vasta gamma di panini per la colazione e caffè tostato scuro, mentre all'ora di pranzo è popolare l'impressionante gamma di panini, zuppe e insalate.
  • Charlie the Butcher. Charlie Roesch non è stato l'inventore del beef on weck, quell'onore va a Schwabl's, che aprì nel 1837 nel Vicino Lato est e in seguito si trasferì nella periferia di West Seneca, ma lui e i suoi discendenti hanno sicuramente fatto di più per rendere popolare quella specialità di Buffalo al di fuori dell'area circostante. La macelleria di Charles E. Roesch and Company è stata fondata nel 1914 e ha operato per oltre otto decenni nel Broadway Market, con il titolare che ricopre anche il ruolo di sindaco di Buffalo dal 1930 al 1934. Suo nipote, Charles W., porta avanti l'attività di famiglia nell'originale Charlie the Butcher's Kitchen a Williamsville, Charlie the Butcher's Carvery nell'Elmwood Village, e quattro sedi Charlie the Butcher Express in centro così come i sobborghi di Amherst, Orchard Park e East Aurora.
Il ristorante Jim's Steakout ad Allentown
  • Jim's Steakout. Il credo di Jim's Steakout, "If You're Up, We're Probably Open" ("Se sei sveglio, probabilmente siamo aperti"), ha reso cara questa catena a clubber, studenti universitari e nottambuli vari in tutta l'area di Buffalo. Da Jim's vengono serviti hamburger, tacos, involtini, ali di pollo e finger food e fast food di natura simile, ma sono i loro famosi hoagies di bistecca (la cui varietà classica è condita con lattuga, pomodoro, formaggio fuso, cipolle fritte e Jim's Secret Sauce) che ha davvero messo questo posto sul radar locale. Jim's Steakout ha cinque sedi nella città di Buffalo (ad Allentown, il quartiere dei divertimenti di Chippewa Street, Elmwood Village, University Heights e Buffalo nord) e cinque sedi suburbane (due ad Amherst e una a Tonawanda, West Seneca, e East Aurora).
  • Louie's Texas Red Hots. Fondato nel 1967, Louie's è probabilmente il posto più noto di Buffalo specializzato in piatti caldi del Texas, ma il menu include anche altri piatti standard di fast food come hot dog, hamburger, frappè, bastoncini di pollo, patatine fritte e simili. L'origine dei piccanti del Texas tra comunità di immigrati greci di Buffalo si manifesta anche nel menu: i cheeseburger fatti con la feta sono un'opzione interessante, il pane pita è elencato come contorno e i dessert greci come il riso budino e baklava sono disponibili. Louie's ha tre sedi in città (a Buffalo nord, Kensington-Bailey e Elmwood Village), nonché quattro sedi suburbane (West Seneca, Depew, Orchard Park e North Tonawanda).
  • Marco's Italian Deli. Marco Sciortino, chef di lunga data del Marco's Italian Restaurant nel Lato ovest, ha trascorso l'ultimo decennio circa alimentando l'amore dei newyorkesi occidentali per la cucina italiana ricca e gustosa con la sua crescente lista di franchising Italian Deli di Marco. I deliziosi panini sono la regola qui, con i migliori salumi e formaggi premium di Boar's Head, oltre a soprannomi indimenticabili come "Don Corleone", "How-You-Doin'" e "Forget About It". Vengono servite anche zuppe, insalate, hamburger e panini. Oltre al ristorante originale, che serve una gamma più ampia di antipasti, le sedi si trovano lungo Hertel Avenue a Buffalo nord e due nel sobborgo di Amherst.
  • Mighty Taco. Forse il più grande e famoso ristorante della catena di provenienza locale, Mighty Taco è un fast food messicano fondato nel 1973 e ora vanta 21 sedi in tutta l'area metropolitana. La popolarità di questo posto tra la gente del posto è così grande che Taco Bell è stato escluso dal mercato di Buffalo fino agli anni '90 e le cifre di vendita di Mighty ancora sminuiscono quelle del suo rivale multinazionale molto più grande. Specialità d'autore sono il Burrito El Niño e la sua vasta linea di "Roastitos", così come le offerte stagionali come Chipotle Chili e BBQ Beef Burritos. Mighty Taco è anche noto per gli spot pubblicitari unici e un po' psichedelici che vengono trasmessi alla televisione locale, specialmente durante le ore notturne. Mighty Taco (Q6844210) su Wikidata
  • Rachel's Mediterranean. "Come Chipotle per il cibo mediterraneo", nelle parole di un recensore: da Rachel's scegliete i vostri preferiti da una lista apparentemente infinita di carni, verdure e condimenti da personalizzare nel vostro involucro, insalata, o ciotola di riso. Gyro e souvlaki sono perfetti, ma i puristi prendono nota: questo posto ha una definizione strana e palesemente scorretta di "shawarma" (la loro versione è fondamentalmente un souvlaki di pollo schiacciato con patate fritte). Aggiungete un lato, hummus e "tabouleh" sono opzioni popolari, e siete a posto. Oltre alla sede originale che sta ancora andando forte lungo Main Street a Williamsville, ci sono sedi nell'UB North Campus ad Amherst, nel centro di Chippewa Street, a Cheektowaga e ad Hamburg.
  • Ted's Hot Dogs. Gli hot dog serviti in questo locale dal 1927 da tre generazioni della famiglia Liaros hanno reso Ted's una delle tradizioni locali più amate di Buffalo. I cani arrostiti al carbone vengono forniti con i condimenti standard di ketchup, senape, cipolla e sottaceti disponibili, così come peperoncino e formaggio per un costo aggiuntivo nominale; va notato, tuttavia, che la salsa di peperoncino di Ted è nettamente diversa da quella che trovate sui Texas hot. Hamburger, patatine fritte, anelli di cipolla, frappè e bevande analcoliche (incluso loganberry) completano l'offerta. Purtroppo, la sede originale di Ted sul lungomare del Lato ovest è stata chiusa negli anni '90, ma la catena vanta ancora nove sedi in centro e nei sobborghi di Amherst, Cheektowaga, Lancaster, Lockport, North Tonawanda, Orchard Park, Tonawanda e Williamsville; oppure saltate online e vedete se il camion di cibo "Charcoal Chariot" di Ted farà un'apparizione vicino a voi. Ted's Hot Dogs (Q7692930) su Wikidata

Camion di cibo[modifica]

I camio di cibo sono finalmente arrivati ​​a Buffalo, e fanno scalpore. Ci sono diverse dozzine di camion di cibo che operano oggi a Buffalo, che servono di tutto, dagli hot dog e tacos standard a selezioni più insolite come eleganti dessert fatti a mano, cucina fusion gourmet e piatti di carnevale. La crescita dei camion di cibo a Buffalo non è stata senza la sua parte di fatica, però: nel 2013, una proposta nel Common Council, sostenuta da molti importanti proprietari di ristoranti "fissi" locali, per una lunga lista di nuove tasse e regolamenti per i camion di cibo sono stati sconfitti solo di poco grazie a intensi sforzi di base. Più di recente, tuttavia, il confine tra i camion di cibo e i ristoranti fisici si è offuscato: molti di questi ultimi hanno adottato un approccio "se non puoi batterli, unisciti a loro" e hanno avviato i propri camion di cibo, mentre alcuni dei camion più famosi hanno ampliato il loro successo aprendo i propri ristoranti fisici che fungono anche da cucine di preparazione per le loro operazioni mobili.

L'elenco seguente include alcuni dei camion di cibo più popolari di Buffalo (esclusi quelli che sono spin-off di ristoranti fisici, ma inclusi quelli che sono iniziati come camion di cibo e hanno aperto come ristoranti in seguito). I camion di cibo si trovano più comunemente in centro o ad Allentown, Elmwood Village, Buffalo nord e Larkinville; se siete in periferia, i parcheggi dei complessi di uffici sono un altro luogo frequente. Molti camion di cibo gestiscono pagine Facebook e/o feed di Twitter che aggiornano i fan su dove apriranno il negozio.

Scegliete la migliore cucina mobile di Buffalo al Food Truck Tuesdays, che si tiene ogni settimana a Larkin Square da maggio a ottobre
  • The Cheesy Chick, +1 716 418-2241. Il formaggio grigliato è il nome del gioco qui, ma questi non sono i soliti panini: The Cheesy Chick offre permutazioni apparentemente infinite di questo classico alimento dell'infanzia, con gli ingredienti più freschi e di qualità offerti. I buffaloniani in cerca di cibo confortevole in movimento possono scegliere tra una gamma in continua evoluzione e incredibilmente ampia di panini speciali; gli intrugli del Cheesy Chick comprendono combinazioni di formaggi dal cheddar standard al brie e havarti, pane dall'italiano al lievito naturale all'uvetta alla cannella al panino e condimenti creativi come prosciutto, insalata di cavolo e mele e pere fresche. La modesta selezione di offerte di formaggi non grigliati include una gamma di dessert, insalate e (in stagione) zuppe calde. Il perenne tallone d'Achille di The Cheesy Chick è il loro servizio, che spazia dal veloce e amichevole al lento e indifferente.
  • The Flaming Fish, +1 716 279-9725. The Flaming Fish è stato lanciato nel 2014 per rispondere alla chiamata degli amanti del pesce alla ricerca di un caminon di cibo da chiamare proprio, e lo ha fatto con disinvoltura: questo è uno dei camion più apprezzati sulla scena locale. In generale, i frutti di mare si presentano in due forme qui: la varietà impanata e fritta (il gambero po' boy è un elemento popolare sul tagliere dei panini e i filetti di eglefino sono un'approssimazione utile delle fritture di pesce del venerdì. I Buffaloniani si godono da generazioni, anche se le porzioni sono un po' più piccole qui) e come tacos di pesce freschi e saporiti, che sono davvero l'elemento di spicco del menu di The Flaming Fish. I prezzi sono onesti, il servizio clienti non è secondo a nessuno, l'unica cosa negativa che potete dire è che il loro sito web esagera sulla varietà di offerte per le persone a cui non piacciono i frutti di mare (scegliete tra quesadillas e una bistecca in quel caso).
  • Frank Gourmet Hot Dogs. Il "gourmet" nel nome non è uno scherzo, anche se vi serviranno felicemente la configurazione standard di ketchup/senape/cipolla/gusto, il cuore e l'anima di questo posto sono in creazioni artistiche come l'ardente "Holy Moly" dove il calore di sriracha e jalapeños è mitigato un po' dal guacamole fresco, dal dolce e salato "Violet Beauregarde" con formaggio, cipolle fritte croccanti e (avete indovinato) glassa di mirtilli, e una fedele interpretazione dell'Hot Dog di Chicago. De rigueur in una città dove Ted's è il re degli hot dog, i cani di Frank sono arrostiti alla brace e impiegano solo gli ingredienti più freschi, creando un prodotto che può tenere il passo con la tariffa di quella catena locale di lunga data. Se preferite sedervi a un tavolo e sedie piuttosto che mangiare uno di questi intrugli disordinati in movimento, andate al ristorante indipendente di Frank a Kenmore.
  • House of Munch, +1 716 866-0106. Anni prima che iniziassero a presentarsi ad altri eventi o semplicemente a girovagare per le strade della città, i carnevali erano un luogo in cui si potevano trovare facilmente i camion di cibo, e ancora oggi, i camion di cibo di carnevale sono un'esperienza distintiva, quasi il loro genere di cucina. Cosa fare per i visitatori di Buffalo che non saranno in città per la Fiera della Contea di Erie o altri eventi simili, ma vogliono comunque la loro dose di pasta fritta (la specialità della casa), patatine fritte normali o abbondanti, zucchero filato, corn dog e simili? House of Munch è la risposta. Il cibo è davvero buono, la birra di betulla fatta in casa da bere è un autentico cenno a un favorito vecchio stile della città natale e, sebbene i prezzi siano alti, sono l'unico gioco in città per coloro che cercano di estrarre questa vena culinaria insolita.
  • Lloyd Taco Truck, +1 716 863-9781. L'originale e tuttora il re indiscusso dei camion di cibo di Buffalo, Lloyd ha lasciato il segno sulla scena locale con una velocità sorprendente: pochi anni dopo il suo lancio nel 2010 al servizio di una cittadinanza che a malapena sapeva cosa fossero i camion di cibo e dove il loro status legale era incerto, si è trovata un'istituzione culinaria locale in una città dove Mighty Taco ha governato a lungo il posatoio dei taco. La flotta di Lloyd ora comprende non solo quattro camion, ma anche due sedi fisiche, rispettivamente a Hertel Avenue e a Williamsville. Ovunque voi scegliate di indulgere nel "cibo e servizio di fascia alta di Lloyd a prezzi da strada", i punti base includono tacos di maiale al tomatillo, burritos di manzo brasato e "nachos truccati"; potete stare certi che state ottenendo ruspanti, carni prive di antibiotici e ormoni e prodotti coltivati localmente. Accompagnate il tutto con una soda Jarritos ghiacciata o una Coca Cola senza HFC importata dal Messico.
  • The Louisiana Cookery, +1 716 202-8787. Il cibo del sud (in tutti i suoi innumerevoli sottogeneri) sta vivendo una sorta di rinascita a Buffalo, e all'avanguardia di quel rinascimento c'è questo camion di cibo, che dal 2014 propone alcune delle specialità più autentiche che Buffalo ha da offrire: étouffée, gamberi e semola, il sempre popolare jambalaya e altri piatti casalinghi rimangono fedeli alle tradizionali ricette creole e dei Paesi Bassi. Un po' caro per le dimensioni della porzione, ma ne vale la pena. Louisiana Cookery è un altro di quei camion di cibo che ha fatto il salto nel settore dei "ristoranti fissi", servendo lo stesso menu limitato ma delizioso nella loro casa di mattoni e malta lungo Walden Avenue a Pine Hill.
  • Maria's Bene Cibo, +1 716 322-7314. Lanciato nel 2017, il Maria's Bene Cibo è un nuovo arrivato nella scena dei camion di cibo di Buffalo che sta già ricevendo recensioni entusiastiche per il suo menu breve ma ben curato di panini e cannoli fatti in casa per dessert di ispirazione italiana. Siete in buone mani quasi altrettanto, non importa cosa ordinate; dopo una carriera di 11 anni nei supermercati "Tim Hortons" e "Tops", l'omonima Maria Freyne Price sa davvero il fatto suo, ma i clienti tendono a gravitare verso i panini siciliani (salumi italiani conditi con provolone, peperoni rossi arrostiti, spinaci, pesto e condimento italiano) così come il panino con la muffuletta (normale o piccante). Se nessuno di questi è di vostro gradimento, offrono anche un'opzione di creazione personalizzata.

Pizza[modifica]

Naturalmente, niente va meglio con un grande piatto di ali di pollo di una pizza calda e fresca, e i Buffaloniani sono giustamente orgogliosi della pizza servita nella loro città. Troverete molte pizzerie qui, ma una cosa che non troverete molto sono le grandi aziende nazionali come Domino's o Papa John's. Invece, la scena a Buffalo è dominata da pizzerie a conduzione familiare e catene locali, ognuna delle quali variazioni individuali sulla ricetta classica ispira una feroce lealtà e rivalità.

La pizza di Buffalo presenta una crosta più spessa dello stile newyorkese ma non tanto quanto il piatto profondo di Chicago, con un sapore leggermente nocciolato e una spugnosa ariosa che fatica a sostenere la massa ammucchiata di condimenti che generalmente vengono ammucchiati. Il formaggio si presenta in uno spesso strato appiccicoso che si estende quasi fino al bordo della crosta, la salsa ha una sfumatura notevolmente dolce e i peperoni sono invariabilmente della varietà "cup and char": più piccoli e tagliati più spessi che altrove, si arricciano a forma di ciotola mentre cuociono, anneriti sui bordi e con una pozza di grasso caldo al centro.

Certo, la gente del posto giura che la pizza qui è la migliore del mondo, ma lo stile Buffalo richiede un po' di tempo per abituarsi e ha sicuramente i suoi detrattori tra i visitatori. Questo è probabilmente il motivo per cui nelle aree con una densa concentrazione di extraurbani, ovvero il quartiere degli hotel del centro e vicino ai grandi campus universitari, il copione è capovolto e le catene nazionali sono più numerose delle articolazioni locali (inoltre, con la popolazione studentesca che attinge molto dal downstate, i quartieri adiacenti all'università sono buoni posti per gli amanti della pizza in stile newyorkese per ottenere la loro dose).

Di seguito sono elencate alcune delle catene di pizza più conosciute di Buffalo:

  • Bocce Club. Il Bocce Club è una piccola operazione, a malapena degna del termine "catena", ha solo due sedi, entrambe ad Amherst, ma merita l'inclusione qui a causa della sua enorme reputazione tra i Buffaloniani. Sebbene ci siano alcuni che affermano che Bocce non è più buono come una volta, la ricetta segreta della famiglia Pacciotti è ancora spesso citata come il gold standard della pizza di Buffalo. La chiave è la freschezza degli ingredienti, con impasti fatti in casa e solo mozzarella 100% latte intero, che compensa la gamma piuttosto modesta di condimenti offerti. Viene offerta anche la solita gamma di ali, secondi e contorni, insieme a una discreta frittura di pesce. Sempre lungo Transit Road a East Amherst si trova l'Original Bocce's Pizza, gestito da un diverso ramo della stessa famiglia; il consenso locale dice che non è così buono.
  • Franco's. La felice via di mezzo della pizza di Buffalo, le pizze di Franco sono offerte con una rispettabile varietà di condimenti, ma non sono così creative come Just Pizza; fresco ed equilibrato, ma non eseguito ad arte come Bocce. Sebbene la qualità qui a volte possa essere incoerente, Franco è generalmente accettato di essere al di sopra della media nella gerarchia della pizza di Buffalo. Dove eccellono davvero, tuttavia, sono gli accompagnamenti: il pane all'aglio qui è morbido, umido e ha un sapore d'aglio piacevolmente piccante, l'ampia varietà di sottomarini offerti sono tutti grandi e deliziosi e le ali calde racchiudono un pugno speziato. Le pizze di Franco si distinguono dal resto della confezione grazie alla loro forma quadrata; come recita lo slogan, "Franco's doesn't cut any corners"! ("Franco's non taglia gli angoli"!) Le sedi sono concentrate nella periferia nord di Buffalo, con due punti vendita a Tonawanda e uno ciascuno ad Amherst, Kenmore e North Tonawanda.
  • Just Pizza. La cosa più vicina al "gourmet" che troverete nel regno della consegna della pizza di Buffalo, la creatività e l'infinita varietà nel menu di Just Pizza hanno guadagnato il confronto con una versione nostrana di California Pizza Kitchen; il online il menu suggerisce anche abbinamenti di vini per accompagnare le loro pizze speciali più popolari. Mantenendo la classica crosta e salsa di Buffalo ma reinventando tutto il resto, la vertiginosa selezione di condimenti, formaggi e quattordici diverse croste offerte qui sono tali che anche il più fanatico della pizza non si annoierà mai. Nonostante il nome, servono anche ali di pollo rispettabili (con, fedele alla forma, la vostra scelta di 20 salse), sottomarini, tacos e simili. Di gran lunga la più grande catena di pizzerie della zona, Just Pizza vanta nove sedi, tre a Buffalo e una ad Amherst, Clarence, Grand Island, Lancaster, Tonawanda e West Seneca.
  • La Nova. Come Bocce Club, l'estensione della reputazione di La Nova smentisce le piccole dimensioni dell'attività, con solo due sedi: una nell'Alto Lato ovest e l'altra nella periferia di Williamsville. Ma questo è davvero tra i migliori che Buffalo ha da offrire, non solo ai cittadini ma all'intero paese; fanno un'attività vivace di spedizione in tutti gli Stati Uniti continentali (a testimonianza, ancora una volta, di quella straordinaria fama). La crosta di La Nova tende ad essere più spessa e pastosa della media della pizza di Buffalo, per meglio sostenere le generose porzioni di condimenti e i mucchietti di formaggio accatastati sopra. E le ali sono della stessa lega di Duff's e Anchor Bar (per coloro che desiderano provare sia la pizza che le ali, è altamente raccomandato che dovrebbero optare per un Combo Pack).

Drogherie[modifica]

La gamma di negozi di alimentari di Buffalo è paragonabile ad altre città degli Stati Uniti delle sue dimensioni. Naturalmente, la parte del leone si trova nei sobborghi, ma a differenza dei famigerati "deserti alimentari" di altre città della Rust Belt come Detroit, anche i quartieri più desolati del centro città di solito hanno almeno un supermercato a servizio completo.

Tra i tre principali attori sulla scena dei negozi di alimentari di Buffalo, Tops con sede a livello locale ha il maggior numero di negozi, ma l'esclusiva catena Wegmans, con sede a Rochester, gode di gran lunga della più lealtà e devozione tra i locali. Walmart, nel frattempo, ha notevolmente ampliato la sua offerta da quando il suo primo "supercentro" nell'area di Buffalo è stato aperto nel 1997.

Wegmans è stato tradizionalmente il punto di riferimento locale per generi alimentari di specialità di lusso, e sebbene Amherst ora abbia una sede sia per Trader Joe's che per Whole Foods, questo rimane in gran parte il caso. Un'eccezione a questa regola è la Lexington Co-op, un fornitore gestito in modo cooperativo di alimenti naturali, biologici e spesso di provenienza locale di alto livello con sedi nell'Elmwood Village e lungo Hertel Avenue a Buffalo nord.

Gli acquirenti di budget possono scegliere tra Aldi, Save-a-Lot e PriceRite, ognuno dei quali ha una manciata di negozi a Buffalo che vendono una gamma più limitata di articoli in un ambiente senza fronzoli, a costi notevolmente inferiori rispetto alle principali catene alimentari. Di questi, PriceRite vanta una selezione particolarmente buona di prodotti freschi tra cui un'abbondanza di frutta e verdura tropicale, e le offerte di Save-a-Lot nel regno delle carni sono ugualmente impressionanti: sono l'unico supermercato discount a Buffalo che impiega il proprio macellaio. Dash's è un'altra piccola catena locale, anche se con prezzi più alti delle tre summenzionate. Come ultima risorsa, i "negozi di dollari" come Dollar General e Family Dollar di solito immagazzinano una gamma limitata di verdure in scatola, generi alimentari secchi, snack e occasionalmente latte, uova e cibi surgelati, ma non prodotti freschi o carne.

Infine, l'ultima mania a Buffalo tra gli appassionati di cibi freschi e coltivati ​​localmente sono i mercati degli agricoltori che sono esplosi in numero e dimensioni negli ultimi dieci anni o giù di lì. Ce ne sono circa due dozzine in tutta l'area metropolitana, dove agricoltori locali, vignaioli, casari e produttori di altri prodotti alimentari artigianali vengono a vendere le loro merci direttamente al pubblico. I mercati degli agricoltori di solito si svolgono su base settimanale durante la stagione di crescita e molti di loro fungono anche da veri e propri festival di strada, con musica dal vivo, giochi e altri intrattenimenti.

Dove alloggiare[modifica]

L'Hotel Lafayette è uno di un numero crescente di hotel nuovi o recentemente ristrutturati che stanno crescendo nel centro di Buffalo

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


C'è una vasta gamma di alloggi di alta qualità tra cui scegliere sia a Buffalo che nei suoi sobborghi, che comprende hotel, motel, B&B, ostelli e pensioni. In particolare, il centro di Buffalo è nel bel mezzo di un boom nella costruzione di hotel, con circa una mezza dozzina di nuove proprietà aperte o in via di completamento. Gran parte di questo è il prodotto della conservazione del patrimonio architettonico che è diventato di moda a Buffalo, con vecchi edifici belli ma vuoti restaurati e riproposti, quindi se soggiornate in centro, in particolare al Lofts on Pearl o all'Hotel Lafayette, siate preparati per una vera delizia dell'età dell'oro. Naturalmente, non tutti gli hotel del centro sono vecchi: il Marriott da 205 camere aperto nel 2015 è il fulcro dello sviluppo dell'HarborCenter nel fiorente Canalside e gli hotel esistenti come l'Hyatt Regency sono stati ampiamente rinnovati. Altrove nella città vera e propria, Delaware Avenue ad Allentown è il sito della lussuosa Mansion e del grande vecchio Hotel Lenox, e si possono trovare diversi B&B disseminati qua e là che si rivolgono ai viaggiatori in cerca di un'esperienza urbana distintiva e bizzarra.

Nei sobborghi, la consueta gamma di catene economiche e di fascia media si trova raggruppata principalmente intorno agli svincoli autostradali e in vari altri luoghi. Due gruppi di hotel particolarmente grandi esistono appena a sud del North Campus dell'Università di Buffalo ad Amherst, così come intorno all'aeroporto internazionale di Buffalo Niagara, dove arrivano le compagnie aeree low cost a Buffalo, il parcheggio aeroportuale economico e le tariffe aeree più alte di Toronto si sono combinati per innescare un boom alberghiero paragonabile a quello del centro.

Sicurezza[modifica]

La reputazione del Lato est di Buffalo come una parte approssimativa della città può essere esagerata dalla gente del posto, ma non è del tutto immeritata. In generale, il Lato est è il quartiere residenziale più povero della città, con un diffuso degrado urbano e alti tassi di criminalità che affliggono molte parti del distretto (in particolare il corridoio di Bailey Avenue). In misura minore, anche alcune parti del Lato ovest hanno questi problemi. Detto questo, i tassi di criminalità a Buffalo sono scesi a livelli che non si vedevano da mezzo secolo. I crimini violenti che si verificano di solito sono legati alla droga e alle bande e non prendono di mira i turisti. Seguite le precauzioni generali che si applicherebbero in qualsiasi area urbana, chiudete l'automobile a chiave, tenete gli oggetti di valore nascosti, siate consapevoli di ciò che vi circonda, ecc..., e dovreste stare bene praticamente ovunque.

I mendicanti possono essere trovati occasionalmente lungo Chippewa Street in centro e ad Allentown e nell'Elmwood Village, anche se non al livello della maggior parte delle altre città. L'accattonaggio aggressivo è praticamente sconosciuto.

Ospedali[modifica]

In caso di emergenza medica, Buffalo è ben servita da un'ampia varietà di ospedali e altre strutture mediche. L'Erie County Medical Center lungo Grider Street è il più grande ospedale di Buffalo ed è una struttura didattica per gli studenti della University of Buffalo Medical School. Kaleida Health gestisce il Buffalo General Hospital, l'Ospedale pediatrico Oishei e (nei sobborghi) il Millard Fillmore Suburban Hospital e il DeGraff Memorial Hospital. La Catholic Health Systems di Buffalo gestisce il Mercy Hospital e il Sisters of Charity Hospital, ciascuno con una sede in città e una in periferia.

Come restare in contatto[modifica]

Informazioni turistiche[modifica]

  • 42.88512-78.874343 Visit Buffalo Niagara, 403 Main St, +1 800 283-3256, . Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-17:00; Sab 10:00-14:00. L'associazione ufficiale dei visitatori per la regione della Frontiera americana del Niagara. La loro posizione in centro nel Brisbane Building offre informazioni, opuscoli e souvenir. Visit Buffalo Niagara gestisce anche un altro Centro visitatori presso l'Aeroporto Internazionale di Buffalo Niagara aperto dal lunedì al sabato dalle 6:00 alle 19:00 e la domenica dalle 6:00 alle 18:00.

Poste[modifica]

L'ufficio postale principale e la struttura di elaborazione della posta di Buffalo si trovano al 1200 di William St. nel quartiere Lovejoy della città.

Telefonia[modifica]

Il prefisso per l'intera area metropolitana di Buffalo-Niagara Falls (così come per le contee di Chautauqua e Cattaraugus a sud) è 716. Non è necessario comporre il prefisso per le chiamate locali.

Internet[modifica]

Il Wi-Fi è accessibile al pubblico ed è principalmente limitato a caffetterie, librerie e altri locali simili; Gli Internet café sono praticamente sconosciuti a Buffalo. In particolare, McDonald's, Starbucks, SPoT Coffee, Tim Hortons e Barnes & Noble offrono Wi-Fi gratuito e vantano molte località facili da trovare in tutta la regione. Le biblioteche pubbliche di solito offrono anche l'accesso a Internet.

Tenersi informati[modifica]

Quotidiani[modifica]

Da quando il Courier-Express è fallito nel 1982, il Buffalo News è stato l'unico quotidiano della città. Con una tiratura di quasi 155.000 copie giornaliere e oltre 235.000 la domenica, il Buffalo News è il quotidiano più diffuso nello stato di New York. I giornalisti impiegati dal News hanno vinto tre premi Pulitzer, due per il fumetto editoriale e uno per il reportage locale; nel 2009, la New York State Associated Press Association ha nominato il Buffalo News come "Giornale di distinzione" dello Stato di New York per quell'anno in riconoscimento della qualità del suo giornalismo. Questi fatti possono essere una sorpresa per la gente del posto. Gli elenchi di concerti, film, produzioni teatrali e altri eventi in città sono pubblicati su Gusto, un supplemento settimanale al Buffalo News pubblicato il giovedì.

Buffalo Rising è un'eccellente pubblicazione online il cui "beat è New Buffalo" e che presenta "contenuti originali scritti da altri Buffaloniani esperti e appassionati della loro città". Buffalo Spree è una rivista mensile che presenta articoli su ristoranti, eventi e arte nell'area locale.

La comunità afro-americana di Buffalo è servita dal Challenger Community News, che ha celebrato il suo 50° anno di attività nel 2013. La Ultima Hora e Panorama Hispano pubblicano notizie relative alla comunità latina di Buffalo sia in inglese che in spagnolo e servono anche le comunità ispaniche nelle vicine città di Dunkerque, Jamestown e Rochester. L'Am-Pol Eagle è un settimanale con notizie e commenti di interesse per la comunità polacco-americana della zona. Il settimanale Karibu News serve la crescente comunità di immigrati e rifugiati di Buffalo con notizie locali, commenti e informazioni sugli eventi in una varietà di lingue tra cui inglese, francese, arabo, swahili e altre. Inoltre, molti dei quartieri di Buffalo vantano giornali comunitari propri, come l'Allentown Neighbor e il North Buffalo Rocket.

Radio[modifica]

Nel campo delle trasmissioni radiofoniche, la storia di Buffalo è una delle più lunghe della nazione; la sua stazione radio più antica, WGR, è in onda dal 1922. Purtroppo, però, la radio di Buffalo lascia molto a desiderare ora, un fatto che ha portato molti locali a diventare ascoltatori di stazioni radio con sede a Toronto e altrove nell'Ontario meridionale. A partire dall'autunno 2018, le stazioni radio più quotate di Buffalo sono WBLK, WYRK e WHTT sul quadrante FM e WBEN e WGR sul quadrante AM.

Le stazioni radio che servono l'area di Buffalo sono:

  • Notizie e discorsi: WBFO 88.7 FM (NPR), WBEN 930 AM (conservatrice), WLVL 1340 AM (conservatrice).
  • Sport: WGR 550 AM, WHLD 1270 AM, WWKB 1520 AM.
  • Musica vecchia e rock classico: WBUF 92.9 FM, WGRF 96.9 FM, WHTT 1120 AM/104.1 FM, WECK 1230 AM/100.5 FM/102.9 FM (vecchi successi), WEBR 1440 AM (nostalgia e big band).
  • Top 40/Adult Contemporary: WMSX 96.1 FM, WKSE 98.5 FM, WTSS 102.5 FM/104.7 FM.
  • Urban: WBLK 93.7 FM, WUFO 1080 AM/96.5 FM (R&B classico, hip-hop e gospel), WWWS 1400 AM/107.3 FM (soul).
  • Country: WYRK 106.5 FM, WXRL 1300 AM.
  • Rock alternativo: WEDG 103.3 FM, WLKK 107.7 FM.
  • Radio universitaria: WBNY 91.3 FM (Buffalo State College).
  • Musica classica: WNED 94.5 FM.
  • Religione: WBKV 89.9 FM (Rock e pop cristiano), WZDV 92.1 FM, WDCX 99.5 FM/970 AM, WLOF 101.7 FM (cattolica)

Televisione[modifica]

Le stazioni televisive di Buffalo rappresentano tutte le principali reti televisive americane. Oltre a questi, molte stazioni televisive canadesi con sede a Toronto sono disponibili tramite il sistema via cavo Spectrum; tuttavia, la ricezione via etere di queste stazioni è generalmente molto scarsa.

Le stazioni televisive che servono Buffalo sono:

  • WGRZ Canale 2: NBC.
  • WIVB Canale 4: CBS.
  • WKBW Canale 7: ABC.
  • WNED Canale 17: PBS.
  • WNLO Canale 23: The CW.
  • WNYB Canale 26: Televisione cristiana che trasmette su tre Stati.
  • WUTV Canale 29: Fox.
  • WDTB Canale 39: Rete televisiva Daystar e televisione cristiana.
  • WNYO Canale 49: MyNetworkTV.
  • WPXJ Canale 51: Ion Television.
  • WBXZ Canale 56: Cozi TV.
  • WBBZ Canale 67: Me-TV.


Nei dintorni[modifica]

Sobborghi[modifica]

Dove volete andare?

A differenza dei tratti residenziali senza volto tagliati con lo stampino che circondano altre città americane, molti dei sobborghi di Buffalo hanno un carattere reale; identità individuali di cui i loro residenti sono fieramente orgogliosi. Inoltre, la gamma di attrazioni, festival ed eventi della periferia e altri elementi di interesse per i visitatori possono reggere il confronto con il nucleo urbano.

  • Tonawanda – un porto di legname del 19° secolo trasformato in comunità residenziale della classe media, Tonawanda è il capolinea occidentale dell'odierno Canale Erie.
  • Amherst – Il sobborgo più popoloso di Buffalo contiene il gigantesco North Campus della University at Buffalo, l'affascinante villaggio di Williamsville e terreni agricoli rurali nell'estremo nord.
  • Cheektowaga – periferia del dopoguerra nella sua forma più banale, ma anche shopping a bizzeffe, incluso il più grande centro commerciale della zona. Essendo il sito dell'Aeroporto Internazionale di Buffalo-Niagara, Cheektowaga è probabilmente sull'itinerario della maggior parte dei visitatori di Buffalo, indipendentemente dal fatto che lo cerchino attivamente o meno.
  • West Seneca – un'orgogliosa eredità tedesca che risale alla fondazione della città nel 1850 dalla religiosa Ebenezer Society e una bellezza naturale che ha ispirato l'acquarellista Charles Burchfield.
  • Lackawanna – una città aziendale in rovina che è caduta in disgrazia dopo la chiusura dell'acciaieria che ha dato il nome alla città, ora sede di una vivace comunità yemenita e della magnifica Basilica di Nostra Signora della Vittoria.
  • Grand Island – un tempo rifugio estivo per l'aristocrazia di inizio secolo di Buffalo, ora sede di un parco lungo il fiume e ampi spazi a due passi dal trambusto della città.
  • North Tonawanda – La città gemella di Tonawanda ha un'atmosfera più grintosa e più operaia, ma anche un centro restaurato con una vivace vita notturna.
  • Lancaster – un sobborgo di secondo anello della classe medio-alta a est di Cheektowaga, nel cui grazioso centro città si trova la storica Lancaster Opera House.
  • Orchard Park – la casa dei Buffalo Bills ha qualcosa per tutti, dai vivaci centri commerciali a un'affascinante cittadina in centro alle foreste e alle colline di Chestnut Ridge Park.
  • Hamburg – luogo di nascita (presumibilmente) dell'hamburger, Hamburg è anche sede della Fiera della Contea di Erie e vanta splendide viste sul Lago Erie.
  • East Aurora – il villaggio quasi troppo carino per il suo bene che ospita la comunità di artisti e artigiani di Roycroft, un importante esponente del movimento Arts and Crafts dell'inizio del XX secolo.
  • Clarence – A circa mezz'ora di macchina dal centro di Buffalo. Fate un salto nei negozi di antiquariato di Clarence Hollow se vi piace, o girate per l'esclusivo quartiere di Spaulding Lake per ammirare a bocca aperta lo stile di vita dei ricchi e famosi della Frontiera americana del Niagara.
  • Lockport – La sede della Contea di Niagara sfrutta al massimo la sua storia come importante porto del canale Erie, con attrazioni come Lockport Locks e Erie Canal Cruises e il Lockport Erie Canal Museum in offerta.

E, naturalmente, nessun viaggio alla frontiera del Niagara sarebbe completo senza un check-out...

  • Niagara Falls, che si trova a 30 minuti di auto da Buffalo. Rispetto alla sua controparte dell'Ontario, la parte americana potrebbe sembrare a prima vista solo come un altro borgo industriale scalcagnato della Rust Belt, ma coloro che guardano oltre apprezzeranno il fascino come la rivitalizzata Little Italy lungo Pine Avenue, l'Acquario del Niagara di fama mondiale e l'attenzione che viene finalmente dedicata al centro storico, incentrato lungo Old Falls Street. Per quanto riguarda le cascate stesse, il Niagara Falls State Park è sobrio e persino sereno, senza trambusto per distogliere l'attenzione dall'attrazione principale. Neanche i fan delle cascate del Niagara, in stile Ontario, devono essere completamente delusi: il Seneca Niagara Hotel and Casino è in funzione nella parte statunitense dal 2003.

Più Lontano[modifica]

  • Lewiston è un villaggio storico sul fiume Niagara a circa 40 minuti a nord di Buffalo attraverso l'Interstate 190. Oltre alle graziose boutique, ristoranti e B&B nell'affascinante quartiere degli affari, Lewiston contiene Earl W. Brydges Artpark, l'unico parco statale negli Stati Uniti dedito alle arti. Water Street Landing, sul lungofiume, è il sito del Freedom Crossing Monument, dove molti schiavi afroamericani fuggiti hanno messo in scena la loro spinta finale verso il Canada, e la Whirlpool Jet Boat, che porta i passeggeri in un'emozionante corsa attraverso le rapide del fiume Niagara.
  • Darien Lake è un resort con parco a tema nella contea rurale di Genesee, a circa 40 minuti a est di Buffalo. "La capitale delle montagne del New York occidentale" contiene oltre 40 giostre, oltre a un hotel, un campeggio e uno spettacolo di luci laser, ed è senza dubbio il parco divertimenti più popolare per i buffaloniani in estate. Inoltre, il Darien Lake Performing Arts Center è uno dei luoghi principali per la musica dal vivo del New York occidentale.
  • Le colline a sud e a sud-est di Buffalo sopportano il peso della neve ad effetto lago che cade all'inizio dell'inverno; in quanto tale, questa è la regione sciistica di Buffalo. La stazione sciistica più vicina a Buffalo è Kissing Bridge, lungo Glenwood-East Concord Rd. nella città di Colden. Il Kissing Bridge riceve in media 450 cm di neve all'anno, circa il doppio della stessa Buffalo, creando le condizioni perfette per le sue 36 piste. Altre stazioni sciistiche si trovano nella contea di Chautauqua e a Ellicottville, discusse di seguito.
  • Le spiagge lungo il lago Erie a sud di Buffalo sono famose gite estive per i locali. Sebbene molte siano di proprietà privata o limitino l'ammissione ai residenti delle rispettive città, molte altre sono accessibili al pubblico in generale. Il più popolare di questi è l'Evangola State Park, appena prima del confine della contea nella città di Brant, che offre non solo una delle spiagge più belle del New York occidentale, ma anche rifugi per picnic, campeggi e strutture ricreative. Altre spiagge pubbliche più lontane si trovano nella contea di Chautauqua, a Silver Creek (Sunset Bay) e a Dunkerque (Wright Park e Point Gratiot Park).
  • La contea di Genesee si trova lungo la I-90 circa a metà strada tra Buffalo e Rochester. Batavia, il capoluogo della contea, è una delle città più antiche e storiche del New York occidentale; i visitatori di Batavia potrebbero essere interessati al Batavia Downs Casino, che offre corse al trotto, slot e videogiochi. Altre attrazioni della contea di Genesee includono il lago Darien, descritto sopra, e la JELL-O Gallery, un museo kitsch lungo la strada dedicato al dessert di gelatina nella città di Le Roy, dove è stato inventato.
  • A 45 minuti di auto a nord di Buffalo, Youngstown è un piccolo villaggio con un ruolo enorme nella storia locale: è il sito dell'Old Fort Niagara, un parco statale e National Historic Landmark con una storia che risale al 1678, quando fu fondato come stazione commerciale e base militare francese. Il fulcro del forte, il "castello francese", è l'edificio più antico degli Stati Uniti tra la costa orientale e il sud-ovest, eretto nel 1726. Oggi 100.000 visitatori ogni anno vengono a fare tour, vedere rievocazioni storiche e altri eventi e visitare un museo di archeologia e storia locale.
  • La contea di Chautauqua si trova a sud-ovest di Buffalo ed è facilmente accessibile tramite l'Interstate 90. Luogo di fattorie, foreste, montagne e spiagge, la contea di Chautauqua contiene la Chautauqua Institution, un rifugio storico sulle rive del lago Chautauqua che offre spettacoli, conferenze e workshop in un affascinante ambiente vittoriano. Un po' a sud di Fredonia, Lily Dale è un centro del movimento spiritista e vanta medie psichiche, indovini e simili. Il Peek 'n Peak Resort a Clymer è una destinazione per tutto l'anno a Chautauqua, con 27 piste da sci, downhill tubing e golf.
  • Situate a sud-est di Buffalo, le "Montagne incantate della Contea di Cattaraugus" comprendono diversi siti degni di nota. Ellicottville è una destinazione per tutto l'anno nota per le sue due stazioni sciistiche, Holiday Valley e HoliMont. Il Griffis Sculpture Park a East Otto è il più antico parco di sculture del paese, fondato nel 1966. Accanto al confine di stato si trova Allegany State Park, il "parco giochi selvaggio del New York occidentale", che offre campeggio, sci, escursioni e bellezze naturali. Nelle vicinanze si trova il Seneca Allegany Hotel and Casino, a Salamanca.
  • La terza città più grande dello Stato di New York, Rochester, è a breve distanza in auto da 60 a 90 minuti verso est lungo l'Interstate 90. Musei, gallerie d'arte, festival di strada, emozionanti sport professionali e altro ancora si trovano in una perfetta combinazione di grande città comfort e intimità da piccola città.
  • La regione dei Finger Lakes si trova tra Rochester e Syracuse, a circa due ore a est di Buffalo lungo l'Interstate 90. Chiamata così per la serie di undici lunghi e sottili laghi che vi si trovano, la regione offre bellezze naturali e fascino da piccola città, ma è la più nota tra la gente del posto per il suo status di zona vinicola più importante degli Stati Uniti orientali. Oltre 100 cantine si trovano nei Finger Lakes, molte delle quali offrono tour e degustazioni in stagione.

A nord del confine[modifica]

Tutti, compresi i cittadini statunitensi, sono tenuti a produrre un passaporto o una patente di guida avanzata, sia all'attraversamento del confine canadese che al rientro negli Stati Uniti. I veicoli possono essere fermati e perquisiti, ma più spesso i viaggiatori verranno allontanati rapidamente dopo aver mostrato i loro passaporti e aver risposto ad alcune brevi domande sullo scopo del loro viaggio e la durata prevista del loro soggiorno (questo è particolarmente vero per i cittadini di Stati Uniti e Canada).

Ci sono quattro valichi di frontiera nel New York occidentale: il Peace Bridge, attraverso il quale i viaggiatori attraversano da Buffalo a Fort Erie, in Ontario per un pedaggio di $ 3,00 (pagabile in dollari statunitensi o canadesi), il Rainbow Bridge a Niagara Falls (pedaggio $ 3,25 negli Stati Uniti o canadese), il Whirlpool Rapids Bridge anche nelle cascate (aperto solo ai membri NEXUS; pedaggio $ 3,25 USA o canadese) e il Lewiston-Queenston Bridge più a nord (pedaggio $ 3,25 USA o canadese). Per i viaggiatori verso la maggior parte delle destinazioni canadesi diverse da Niagara Falls e Fort Erie, il Lewiston-Queenston Bridge offre il percorso più diretto, ma è anche quello più soggetto a ritardi.

  • Fort Erie è una piccola città di circa 30.000 abitanti a ovest di Buffalo, facilmente accessibile tramite il Peace Bridge. Le attrazioni qui includono l'Old Fort Erie, una guarnigione ricostruita dove furono combattute diverse battaglie della Guerra del 1812. Da maggio a ottobre, l'ippodromo di Fort Erie è teatro di gare di purosangue tra cui il Prince of Wales Stakes, il secondo gioiello della Canadian Triple Crown. L'Uncle Sam's Bingo Palace e il Golden Nugget Bingo offrono giochi d'azzardo. Nelle vicinanze della città ci sono anche alcune delle più belle spiagge d'acqua dolce del Canada, come Crystal Beach, Waverly Beach e Bay Beach.
  • La città di Niagara Falls, in Ontario, si trova direttamente dall'altra parte del fiume rispetto alla città omonima dello Stato di New York, ed è accessibile tramite il Rainbow Bridge. In netto contrasto con la sua controparte statunitense, le vedute delle cascate dall'Ontario sono quasi unanimemente considerate migliori, ma piuttosto che il verde che confina con le cascate sul lato statunitense, in Ontario si trova Clifton Hill, un vistoso Vegas, come la giungla al neon di hotel a molti piani, casinò, ristoranti, discoteche e trappole per turisti ingannevoli come il Ripley's Believe It Or Not Museum e il Movieland Wax Museum. È notevolmente più tranquilla al di fuori del principale distretto turistico, con romantici B&B, parchi e (più a nord) aziende vinicole lungo la Niagara Parkway, una strada panoramica che si estende da Fort Erie a Niagara-on-the-Lake.
  • Niagara-on-the-Lake è a un'ora da Buffalo, alla foce del fiume Niagara. Il capoluogo di provincia fu brevemente situato qui alla fine del 1700 e la città ebbe un'importanza strategica durante la guerra del 1812: lo storico Fort George è ancora aperto per le visite. Oggi, i visitatori delle cascate spesso fanno un breve tragitto in auto verso nord per ammirare le affascinanti strade e gli edifici in pietra qui, una scena che sembra uscita da un primitivo villaggio britannico. Niagara-on-the-Lake è anche sede dello Shaw Festival; ogni anno da aprile a novembre, una selezione di opere di George Bernard Shaw e altri viene rappresentata in tre teatri storici.
  • La penisola del Niagara si estende tra il lago Erie e il lago Ontario, immediatamente a ovest di Buffalo. A parte i fertili terreni agricoli della regione e l'importanza storica come campo di battaglia durante la guerra del 1812, la penisola del Niagara è molto popolare tra i turisti come la regione vinicola più produttiva del Canada. Ci sono dozzine di aziende vinicole in stile europeo a cavallo di entrambi i lati della scarpata del Niagara che sono aperte ai visitatori in stagione. Il microclima unico della penisola del Niagara è particolarmente adatto alla produzione di vino ghiacciato, una varietà estremamente dolce popolare come vino da dessert.
  • Toronto è a circa due ore da Buffalo (assumendo condizioni di traffico ideali e nessun ritardo alla dogana). Con oltre cinque milioni e mezzo di persone che vivono nella Greater Toronto Area, la città più grande del Canada è una metropoli eccitante e dinamica che offre tutta l'eccitazione che si può desiderare da una grande città.

Informazioni utili[modifica]

Luoghi di culto[modifica]

La fondazione di St. Stanislaus, Bishop & Martyr nel 1872 diede origine alla comunità polacca con sede a Broadway-Fillmore. A differenza della maggior parte delle chiese cattoliche del Lato est, St. Stanislaus è ancora una parrocchia attiva e vivace

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Fin dall'inizio della sua storia, la popolazione di Buffalo è stata prevalentemente cattolico-romana, una tendenza che vale ancora oggi. La sede della diocesi cattolica romana di Buffalo è la Cattedrale di San Giuseppe, al 50 di Franklin St. in centro. Buffalo ha alcune chiese cattoliche davvero magnifiche, in particolare nel Lato est, dove gli immigrati tedeschi e polacchi del XIX secolo costruirono uno stuolo di enormi chiese e cattedrali in pietra ornate, alcune ancora in uso, la maggior parte no. Al di fuori di Buffalo vera e propria, ma comunque degna di nota, c'è la Basilica di Nostra Signora della Vittoria di Lackawanna, un'imponente struttura in marmo che è una testimonianza delle istituzioni di beneficenza guidate da padre Nelson Baker.

Le chiese protestanti sono molto più numerose nei sobborghi che a Buffalo vera e propria; tuttavia, ci sono alcune congregazioni grandi e attive in città, specialmente in quartieri come Allentown, Elmwood Village e Parkside che contengono ancora un numero significativo di WASP di vecchia data. Le chiese protestanti degne di nota a Buffalo sono la Cattedrale Episcopale di San Paolo al 125 di Pearl St. in centro, la sede della diocesi episcopale del New York occidentale, nonché un luogo storico registrato a livello nazionale e un punto di riferimento storico nazionale e la prima chiesa presbiteriana di EB Green lungo Symphony Circle, la più antica congregazione religiosa di Buffalo.

Le chiese nere sono numerose nel Lato est e la più nota tra queste è la Chiesa Battista di Michigan Street, le cui radici risalgono all'inizio della storia afroamericana di Buffalo. Sebbene non ospiti più servizi regolari, è ancora di grande importanza per gli intenditori di storia locale come ex "stazione" della Underground Railroad e il fulcro moderno del Michigan Street African-American Heritage Corridor. Per quanto riguarda le congregazioni che rimangono attive oggi, hai di tutto, dalle enormi megachiese moderne come la True Bethel Baptist Church a congregazioni storiche vecchie quasi quanto Michigan Street Baptist, come Bethel A.M.E. Church.

Quelli delle fedi ortodosse orientali sono serviti dalla chiesa ortodossa ellenica dell'Annunciazione del distretto di Delaware e dalla chiesa ortodossa di San Giorgio a Park Meadow. La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ha una posizione vicino al centro e alle chiese suburbane di Amherst, Lancaster e Orchard Park.

La comunità ebraica di dimensioni modeste di Buffalo si trova principalmente nel sobborgo di Amherst. La congregazione Shir Shalom (riforma), il tempio Beth Tzedek (conservatore) e lo Young Israel (ortodosso) si trovano tutti lì. Temple Beth Zion, situato in un edificio audacemente modernista sulla Delaware Avenue, è la più grande congregazione ebraica della zona e anche una delle più antiche e grandi congregazioni di ebrei riformati negli Stati Uniti. Inoltre, Buffalo nord contiene diversi shul ortodossi rimasti dai tempi passati come roccaforte ebraica di Buffalo.

Il Jaffarya Islamic Center of Buffalo è la più grande moschea di Buffalo, una congregazione sciita sulla Transit Road a Swormville, a circa 30 km a nord-est della città. Le moschee sunnite si trovano appena a sud della linea della città a Lackawanna, un luogo noto a livello locale per la sua crescente popolazione musulmana, e anche nel Lato est.

Gli aderenti di altre religioni potrebbero essere interessati al Centro Culturale Buddista ̈Chùa Từ Hiếu di Buffalo al 647 di Fillmore Ave., al Buffalo Zen Center nella periferia di West Seneca, alla Società Culturale Hindu del New York occidentale ad Amherst e al Buffalo Gurdwara Sahib, un Tempio sikh al 6569 di Main St. a Williamsville.

Consolati[modifica]


Altri progetti

CittàGuida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.