Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

L'aeroporto di Berlino-Brandeburgo (IATA: BER) si trova a Schönefeld, nel Brandeburgo, appena a sud di Berlino, la capitale della Germania. È stato aperto alla fine del 2020 ed è il terzo aeroporto più trafficato del paese dopo l'aeroporto di Francoforte sul Meno e l'aeroporto di Monaco di Baviera.

Da sapere[modifica]

Veduta dell'aeroporto nel giorno della sua apertura
Una mappa di tutti gli aeroporti che storicamente hanno servito Berlino

Il nome ufficiale Flughafen Berlin Brandenburg Willy Brandt, in onore di Willy Brandt, sindaco di Berlino Ovest dal 1957 al 1966 e cancelliere della Germania Ovest dal 1969 al 1974, è usato praticamente solo nelle comunicazioni ufficiali formali, ma adorna anche il terminal principale in grande lettere, in modo simile al defunto Flughafen Berlin Tegel "Otto Lilienthal".

Cenni storici[modifica]

A causa della situazione speciale di Berlino Ovest durante la Guerra Fredda come "isola" allineata all'Occidente nel mezzo della zona di occupazione sovietica e in seguito della DDR ("Germania orientale"), la città aveva non meno di quattro aeroporti, uno per ciascuno dei Allied Powers e almeno in teoria l'aeroporto di Johannisthal (all'interno di Berlino Est), sebbene non abbia visto voli dagli anni '50 fino alla sua chiusura ufficiale negli anni '90.

Mentre questa situazione soddisfaceva i bisogni delle potenze alleate durante la Guerra Fredda, divenne evidente molto presto nel processo di riunificazione che sarebbe stato necessario intraprendere un cambiamento piuttosto drastico per accogliere la capitale appena riemersa di una Germania riunificata e risorgente. Tempelhof (l'ex aeroporto del settore americano), Gatow (l'aeroporto nel settore britannico, utilizzato principalmente per voli militari e altri voli governativi) e Johannisthal sono stati ufficialmente chiusi a metà degli anni '90 e nel 2008 (THF) mentre l'ex "Zentralflughafen" della RDT Berlino-Schönefeld appena fuori i confini della città doveva essere ampliato e convertito nel nuovo aeroporto unico per tutta Berlino con la chiusura dell'ex aeroporto del settore francese, Tegel, poco dopo l'apertura del nuovo aeroporto.

Tuttavia, sebbene questo piano possa essere stato una buona idea in teoria, mettere in pratica questo concetto si è trasformato nel più grande disastro ferroviario pubblico nella storia della Germania riunificata. In primo luogo i rappresentanti dei proprietari dell'aeroporto (il Land Brandeburgo, il governo federale e il Land Berlino) hanno respinto i piani di espansione che il governo della DDR aveva elaborato per il loro Zentralflughafen Schönefeld, che non erano mai stati messi in pratica. Invece hanno elaborato i propri piani e hanno rifiutato una proposta di una società privata per costruire l'intero progetto per due miliardi; dopotutto, sapevano meglio come costruire un aeroporto, quindi hanno iniziato nel 2006 pensando a una data di apertura alla fine del quel decennio o l'inizio del prossimo. Ed è lì che sono iniziati i veri guai.

Un'apertura pianificata nel 2011, Air Berlin aveva già venduto migliaia di biglietti tramite il suo "nuovo hub" BER, celebrità da vicino e da lontano erano già state invitate e lo champagne rischiava di diventare stantio, ha dovuto essere cancellato all'ultimo minuto a causa a qualche problema con il sistema di gestione del fumo. Non importa, è stata fissata una nuova data di apertura, poiché sicuramente un problema del genere potrebbe essere risolto in pochi mesi, giusto? Tranne i problemi continuati a montare e montare. Diversi manager dell'aeroporto dovettero essere licenziati (uno di loro aveva citato in giudizio l'autorità aeroportuale nella sua posizione di capo di Air Berlin solo per poi difendere il suo nuovo datore di lavoro nella causa contro il suo vecchio) e i crescenti problemi resero Berlino lo zimbello della Germania e mise seriamente in discussione la reputazione della Germania per l'ingegneria efficiente e la puntualità.

Alla fine i costi sono saliti a ben oltre sei miliardi di euro e la data di apertura è stata posticipata al 31 ottobre 2020. Air Berlin nel frattempo è fallita molto prima dell'apertura dell'aeroporto e alcuni attribuiscono la sua fine in parte alla sua incapacità di operare da un aeroporto di Berlino progettato come un importante hub per i viaggi aerei del XIX secolo.

Terminal[modifica]

Willy-Brandt-Platz al Terminal 1

L'aeroporto ha due terminal separati, ognuno con la propria stazione ferroviaria. Uno è il vecchio terminal dell'aeroporto di Schönefeld, ribattezzato "Terminal 5", e l'altro contiene i Terminal 1 e 2 e sarà eventualmente ampliato con ulteriori terminal 3 e 4. Ci sono bus navetta gestiti dall'aeroporto tra i due edifici e la S-Bahn serve entrambi, ma non c'è un modo semplice per camminare tra di loro.

Voli[modifica]

Praticamente tutti i vettori precedenti volano dai Terminal 1 e 2. I vettori low cost come Ryanair tendono a volare dal Terminal 5. Controllate il vostro biglietto in modo da non presentarvi al Terminal sbagliato. A causa del fallimento di Air Berlin non esiste una compagnia aerea con un hub all'aeroporto, ma alcune compagnie aeree internazionali offrono un servizio diretto ai loro rispettivi hub e sia Eurowings di proprietà di Lufthansa che le LCC indipendenti Easyjet e Ryanair servono una rete piuttosto ampia di destinazioni da Berlino-Brandeburgo.

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

L'autostrada A113 ha un'uscita che serve l'aeroporto ed è collegata alla "tangenziale del capoluogo" A10. Tuttavia, ci sono pochissime ragioni per guidare fino all'aeroporto, aumentare il traffico di capitali e pagare il parcheggio date le eccellenti opzioni di trasporto pubblico descritte sopra. Il sito web dell'aeroporto contiene informazioni sui parcheggi.

In treno[modifica]

Un pittogramma che mostra i collegamenti ferroviari disponibili - sono indicate anche le zone A, B e C del sistema di biglietteria
Un treno Flughafen-Express all'interno della stazione BER Terminal 1

La stazione principale che serve i Terminal 1 e 2 è servita sia dai treni DB Intercity che dai treni locali Regional-Express (RE) e "Flughafen-Express" (FEX). Se dovete raggiungere il Terminal 5, cambiate con una S-Bahn o un autobus.

Con la S-Bahn[modifica]

A seconda di dove siete diretti, ci sono due stazioni ferroviarie che servono l'aeroporto. Se il vostro volo parte dal terminal 1 o 2 scendete alla 52.36428413.5081571 stazione di Aeroporto BER - Terminal 1-2 Stazione di Berlino-Brandeburgo Aeroporto su Wikipedia. Se il vostro volo parte dal terminal 5 scendete alla 52.391413.51282 stazione di Aeroporto BER - Terminal 5 (Schönefeld). Entrambe le stazioni sono servite da S45 e S9

In autobus[modifica]

Zona tariffaria C

La biglietteria del trasporto pubblico di Berlino è piuttosto semplice una volta che ci avete preso la mano, ma quando il vostro unico (o primo) viaggio con i mezzi pubblici è quello da e per l'aeroporto, può essere un po' scoraggiante. L'essenza è questa: ci sono tre zone tariffarie a Berlino, A, B e C. La Zona A copre le parti centrali di Berlino all'interno dell'anello S-Bahn, la Zona B copre tutto il resto all'interno dei confini della città e la Zona C copre i sobborghi adiacenti. L'aeroporto si trova nella zona C in quanto si trova proprio di fronte al confine di stato. Gli unici biglietti validi per il viaggio verso l'aeroporto sono quelli validi in ABC e quelli validi in BC. Gli ispettori dei biglietti di Berlino sono molto pratici e non prenderanno "Sono un turista che non ne sa niente" come scusa, quindi ricontrollate per avere il biglietto corretto.

Dal capolinea sud-est della U7 a 52.41583313.4961113 Rudow Rudow (metropolitana di Berlino) su Wikipedia c'è un autobus espresso X7 che serve entrambi i terminal. Dall'estremità meridionale della U6 ad 52.439113.38774 Alt-Mariendorf Alt-Mariendorf (metropolitana di Berlino) su Wikipedia c'è l'autobus espresso X71 che passa per Rudow prima di servire entrambi i terminal. Ci sono anche alcuni autobus per le vicine destinazioni locali. Diverse compagnie che gestiscono autobus interurbani in Germania servono anche l'aeroporto.

Autobus espressi a pagamento[modifica]

Ci sono i seguenti due autobus espressi che applicano un supplemento oltre alla tariffa normale (a partire dal 2020):

  • BER1 da Rathaus Steglitz (linee S1 e U9 ) impiega circa 45-50 minuti e costa 8,00 € in aggiunta a un normale biglietto BC o 11,30 € in totale
  • BER2 da Potsdam Hbf (S7) (previsto per partire quando il RE non parte e viceversa) che costa 6,00 € in aggiunta a un normale biglietto BC o 9,30 € totale. Questo autobus serve anche fermate intermedie a Stahnsdorf e Teltow (linee S25 e S26) e impiega circa un'ora per arrivare da Potsdam all'aeroporto.

Entrambi gli autobus espressi sono gestiti con una flotta separata di autobus più simili agli autobus interurbani a lunga distanza che hanno più spazio per i bagagli. Vengono visualizzati nelle informazioni sulla pianificazione VBB con una nota sul supplemento.

In taxi[modifica]

Aspettatevi di pagare 50,00-60,00 € sola andata per un taxi per il centro di Berlino.

Come spostarsi[modifica]


Cosa fare[modifica]

C'è una lounge nel Terminal 1 chiamata in qualche modo confusamente "Tegel Lounge" dopo il vecchio aeroporto e progettata come un omaggio ad essa. Un'altra lounge si chiama "Tempelhof" dopo l'altro ex aeroporto.

Acquisti[modifica]

Dove mangiare[modifica]

Dove alloggiare[modifica]

Come restare in contatto[modifica]

C'è la connessione Wi-Fi gratuita con il nome "_Free Airport WiFi"

Nei dintorni[modifica]

  • Berlino
    • I quartieri di Berlino Treptow-Köpenick e Neukölln sono appena oltre il confine di stato
  • Amministrativamente l'aeroporto si trova nella città di Schönefeld, nel Brandeburgo

Informazioni utili[modifica]

Altri progetti

EuropeContour coloured.svg

Albania · Andorra · Armenia[1] · Austria · Azerbaigian[2] · Belgio · Bielorussia · Bosnia ed Erzegovina · Bulgaria · Cipro[1] · Città del Vaticano · Croazia · Danimarca · Estonia · Finlandia · Francia · Georgia[2] · Germania · Grecia · Irlanda · Islanda · Italia · Kazakistan[3] · Lettonia · Liechtenstein · Lituania · Lussemburgo · Macedonia del Nord · Malta · Moldavia · Monaco · Montenegro · Norvegia · Paesi Bassi · Polonia · Portogallo · Regno Unito · Repubblica Ceca · Romania · Russia[3] · San Marino · Serbia · Slovacchia · Slovenia · Spagna · Svezia · Svizzera · Turchia[3] · Ucraina · Ungheria

  1. 1,0 1,1 Interamente in Asia, ma storicamente considerato europeo.
  2. 2,0 2,1 Parzialmente o interamente in Asia, a seconda della definizione dei confini degli Stati.
  3. 3,0 3,1 3,2 Stati transcontinentali.
TematicaUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma la maggior parte delle sezioni ha contenuti. Nel complesso ha almeno una buona panoramica dell'argomento.