Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Luoghi danteschi
Monumento a Firenze
Tipo itinerario
Stato
Regione
Inizio
Fine

Luoghi danteschi è un itinerario che ripercorre i territori e i luoghi in Italia toccati da Dante Alighieri dopo il suo esilio da Firenze, nel 1302.

L'Italia celebra nel 2021 il settimo centenario della sua morte.

Introduzione[modifica]

Cenni storici[modifica]

Dante Alighieri nacque a Firenze nel 1265 in una famiglia della piccola nobiltà. Compì studi grammaticali e retorici ed ebbe incontri con personaggi importanti della cultura del tempo. Studiò filosofia e iniziò la partecipazione alla vita pubblica. Aveva servito il Comune di Firenze nel 1289 combattendo a Campaldino contro gli aretini e a Caprona contro i pisani. A quel tempo la Firenze guelfa era divisa nella fazione Nera (capeggiata dai Donati e sostenuta dal papa) e nella fazione Bianca (capeggiata dai Cerchi). Dante aderì ai Bianchi e si oppose all'ingerenza di papa Bonifacio VIII nella vita cittadina. Ebbe la carica di priore nel 1300 e venne inviato a Roma come ambasciatore presso il papa nel 1301, quando Carlo di Valois, fratello del re di Francia e sostenitore dei Neri, indotto da papa Bonifacio VIII a riportare la pace tra le due parti, entrò in Firenze e i Neri conquistarono il potere. Dante, nel 1302, venne condannato prima all'esilio e poi alla morte. Iniziò per lui un lungo peregrinare per la Penisola e non fece più ritorno nella sua città natale. Morì di malaria a Ravenna nel 1321 e in questa città si trova la sua tomba.

Come arrivare[modifica]

Panorama di Firenze

In aereo[modifica]

  • 43.80876311.2029051 Aeroporto di Firenze-Peretola (Aeroporto Amerigo Vespucci, IATA: FLR) (a 5 km circa dal centro città). L'aeroporto di Firenze-Peretola è collegato tramite bus navetta, dal febbraio 2019 anche dalla nuova linea tramviaria T2, da Piazza dell'Unità, di fronte alla stazione di Santa Maria Novella. Aeroporto di Firenze-Peretola quì su Wikivoyage Aeroporto di Firenze-Peretola su Wikipedia Aeroporto di Firenze-Peretola (Q707731) su Wikidata
  • 43.68388910.39252 Aeroporto di Pisa-San Giusto (Aeroporto Galileo Galilei, IATA: PSA) (a circa 80 km da Firenze.). Un'alternativa a basso costo è l'aeroporto di Pisa dal quale si può raggiungere Firenze con un'ora di treno. Aeroporto di Pisa-San Giusto quì su Wikivoyage Aeroporto di Pisa-San Giusto su Wikipedia Aeroporto di Pisa-San Giusto (Q709169) su Wikidata

In auto[modifica]

La città di Firenze è servita da due autostrade:

Tappe[modifica]

Casa natale a Firenze
Piazza Ordelaffi a Forlì
Verona, Piazza dei Signori con la statua di Dante
  • Firenze è il luogo di nascita del poeta nel 1265 ed inizio del suo esilio.

Esilio[modifica]

  • 45.665912.245510 Palazzo del Podestà (Palazzo dei Signori), Piazza dei Signori - Treviso.
  • 44.3169449.89055611 Mulazzo Ospite di Moroello Malaspina nella primavera del 1306. Mulazzo fu la capitale dei Malaspina del ramo di Spino Secco. L'arrivo di Dante presso il casato dei Malaspina dello Spino Secco, riferibile alla profezia astronomica presente nel canto VIII del Purgatorio, è precisamente ascrivibile all'aprile del 1306, secondo il termine ad quem stabilito nel 1965 da Livio Galanti.
Castello di Castelnuovo Magra
  • 44.10099410.01673913 Castello di Castelnuovo Magra. In questo castello Dante favorisce la Pace di Castelnuovo il 6 ottobre del 1306 tra i marchesi Malaspina e il vescovo-conte di Luni. I documenti attestano che a Sarzana, nell'antica piazza della Calcandola, la prima mattina del 6 ottobre del 1306, Dante ricevette da Franceschino Malaspina, Marchese di Mulazzo, la procura generale valida per concludere, in nome e per conto dell'intero ramo ghibellino dei Malaspina, detto dello Spino Secco, la pace con Antonio Nuvolone da Camilla, vescovo-conte di Luni. Lo storico accordo fu concluso nell'arco della stessa mattinata presso il palazzo vescovile e segnò, di fatto, la fine del potere temporale della Chiesa in Lunigiana. Castello di Castelnuovo Magra su Wikipedia castello di Castelnuovo Magra (Q3662550) su Wikidata
  • 43.73583311.76166714 Poppi Ospite della famiglia Guidi, signori di Poppi, nel 1307.
  • 45.15638910.79111119 Mantova Nel 1320. La sua presenza nella città è rivelata nell'incipit della Quaestio de aqua et terra, in cui si cita: Manifestum sit omnibus vobis quod, existente me Mantue, questio quaedam exorta est... (tradotto in italiano: “A tutti voi è noto come, trovandomi a Mantova, sorse una questione già più volte dibattuta...")
  • 45.43972212.33194420 Venezia Nel 1320.
Interno della tomba a Ravenna

Fine[modifica]

  • Ravenna Nel 1321, dove morì il 14 settembre. Nella città si trova la sua tomba.

Luoghi dei personaggi danteschi[modifica]

  • 44.3761119.879922 Pontremoli — qui l'imperatore Federico II, nel febbraio del 1249, proveniente da Cremona, si trascinava appresso in catene Pier della Vigna, il fido consigliere caduto in disgrazia e protagonista del Canto XIII dell'Inferno. Nella Piazzetta S. Gemignano lo fece poi crudelmente accecare.

Sicurezza[modifica]

Nei dintorni[modifica]

Galleria d'immagini[modifica]

Articoli correlati[modifica]


ItinerarioBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.