Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Cremona
Cremona-Palazzo comunale.jpg
Stemma
Cremona - Stemma
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Cremona
Sito del turismo
Sito istituzionale

Cremona è una città della Lombardia.

Da sapere[modifica sorgente]

Attraversata dal Po che scorre in periferia, è la città del torrone e del Torrazzo, il campanile più alto d'Italia.

Nota nel mondo per le sue botteghe di liutai nonché per diversi prodotti della gastronomia locale quali il torrone e la mostarda cremonese, Cremona fu uno dei più ricchi e potenti comuni medievali, avversaria storica di Milano. I principali edifici storici, monumenti medievali romanici e gotici, si concentrano nella Piazza del Comune: il romanico Duomo, il Torrazzo del XIII secolo simbolo della città, il Battistero gotico, la Loggia dei Militi e il palazzo comunale fanno di questa piazza un complesso monumentale di grandissimo interesse storico-artistico.

Nel 2017 Cremona e la sua provincia fanno parte della "Regione Europea della Gastronomia-Lombardia Orientale", insieme alle province di Mantova, Bergamo e Brescia.

Cenni storici[modifica sorgente]

Il violino di Cremona
Un violino stradivari

Cremona è famosa nella storia musicale mondiale di tutti i tempi per aver dato i natali a Claudio Monteverdi, tra padri del melodramma moderno. Oltre a Monteverdi, Cremona ha visto nascere anche il compositore Amilcare Ponchielli e può vantare il patrimonio più importante al mondo per la liuteria (già a partire da Stradivari, Guarneri del Gesù, Amati) con oltre duecento botteghe di maestri liutai che ne fanno il centro principale al mondo per la costruzione di strumenti ad arco e corde. Nel 2012 l'UNESCO ha inserito l'artigianato tradizionale del violino a Cremona tra i patrimoni orali e immateriali dell'umanità.

Da Cremona transitava l'antica via Postumia, che collegava Genova ad Aquileia.

Come orientarsi[modifica sorgente]

Centro della città è la Piazza del Comune, con il Torrazzo, il Duomo, il Battistero e il Palazzo del Comune.


Come arrivare[modifica sorgente]

In aereo[modifica sorgente]

  • Aeroporto di Milano Linate (a 80 km)
  • Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio Bergamo (a 80 km)
  • Aeroporto di Montichiari (a 47 km)
  • Aeroporto di Parma (a 65 km).

In auto[modifica sorgente]

  • Autostrada A21 Piacenza-Cremona
  • Autostrada A1 Milano- Napoli, uscita Casalpusterlengo, seguire la SP234 fino a Cremona

In treno[modifica sorgente]

  • Stazione FF.SS. - Via Dante 68


Come spostarsi[modifica sorgente]


Cosa vedere[modifica sorgente]

Il Duomo e il Torrazzo
  • 45.133710.02521 Torrazzo, Piazza del Comune. Ecb copyright.svg 5€ (intero) 4€ (studenti e over 65). Simple icon time.svg 10-12:30 14:30-17:40. Uno dei tanti simboli caratteristici di questa città. Alto 112 metri e con 502 gradini da salire per poter ammirare la vista meravigliosa che questo campanile offre, è la torre in muratura più alta d'Italia. Fu costruito tra il 1230 e il 1309. L'orologio astronomico risale al 1583. Torrazzo di Cremona su Wikipedia Torrazzo di Cremona (Q2368198) su Wikidata
  • Attrazione principale45.133510.02552 Duomo, Piazza del Comune. Simple icon time.svg Lun-Dom 8:00-12:00 e 15:30-19:00. La costruzione della cattedrale iniziò nel 1107. Un terremoto nel 1117 fece crollare il nuovo edificio. La costruzione continuò nel 1129 e la cattedrale fu inaugurata nel 1190. Il Campanile, detto Torrazzo, sta un po' in disparte. La facciata fu completata nel XV secolo. Duomo di Cremona su Wikipedia duomo di Cremona (Q913182) su Wikidata
20110725 Cremona Baptistery 5948.jpg
  • 45.13311410.0250723 Battistero, Piazza del Comune. Ecb copyright.svg 3€ (intero) 2€ (studenti - over65). Simple icon time.svg 10-12:30 14:30-17:40. Il battistero ottagonale fu costruito nel 1167. Il fonte battesimale risale al XVI secolo. Battistero di Cremona su Wikipedia battistero di Cremona (Q1154439) su Wikidata
Palazzo del Comune
  • 45.1334510.024374 Palazzo del Comune, Piazza del Comune. Palazzo del Comune (Cremona) su Wikipedia Palazzo del Comune (Q27989605) su Wikidata
  • 45.13314710.0246065 Loggia dei Militi, Piazza del Comune. Loggia dei Militi su Wikipedia Loggia dei Militi (Q3257902) su Wikidata
  • 45.13502110.0190826 Chiesa di S. Agostino, Via Plasio. Chiesa di Sant'Agostino (Cremona) su Wikipedia chiesa di Sant'Agostino (Q24882660) su Wikidata
  • 45.135610.02787 Palazzo Fodri (Palazzo Affaitati), Via Matteotti. Palazzo Fodri su Wikipedia Palazzo Fodri (Q3890123) su Wikidata
  • 45.1312810.023158 Museo del Violino, Piazza Guglielmo Marconi,5, +39 0372 801801, fax: +39 0372 801888, . Ecb copyright.svg Intero:12€, ridotto: 8€ (Feb 2020). Simple icon time.svg Mer-Ven 11:00-17:00, Sab-Dom 10:00-18:00. Museo dedicato ad uno degli strumenti più belli del mondo: il Violino,in particolare quelli realizzati dal grande Antonio Stradivari,personalità legata fortemente a Cremona. Museo del violino su Wikipedia Museo del violino (Q28727449) su Wikidata


Eventi e feste[modifica sorgente]


Cosa fare[modifica sorgente]


Acquisti[modifica sorgente]

In città ci sono molte vie in cui si possono trovare dei negozi storici, tra queste: Corso Garibaldi e Corso Campi.


Come divertirsi[modifica sorgente]

Locali notturni[modifica sorgente]


Dove mangiare[modifica sorgente]

Cremona è una città dove da secoli l'allevamento e la coltivazione danno vita a prodotti eccezionali, alla base della cucina. Siamo al confine tra Lombardia ed Emilia e la cucina racchiude il meglio di entrambe le gastronomie.

I salumi, tra i quali spiccano il salame IGP, il salame all'aglio e il cotechino cremonese. Il primo classico sono i marubini, tortelli cotti nel brodo di tre carni diverse: vitello, manzo e pollo con la variante del salame fresco. Tra i primi trionfa sempre i tortelli di zucca, qui regalati un tocco agrodolce dalla suggestiva presenza degli amaretti. Piatto unico invernale, goloso e grasso, è il Gran Bollito cremonese, dove i pezzi di carne per il brodo sono il massimo. I piatti di carne cotta includono la famosa mostarda di Cremona, frutta candita con aggiunta di senape. Tra i formaggi abbiamo Grana, Provolone, Stracchini e Pannerone. Il dolce tipico della città lombarda è il torrone. Sembra che sia nato per celebrare il matrimonio tra Bianca Visconti e Francesco Sforza nella Chiesa di San Sigismondo (1642) e da allora ha girato il mondo. Visitate Vergari e Sperlari, due negozi storici. Il torrone è protagonista di una grande festa in ottobre.

Se siete di passaggio a Cremona durante la vendemmia, non perdetevi una fetta di torta bertolina a base di uva fragola. Sempre tipica è la Sbrizulusa, parente strettissima della più nota Sbrisolona della vicina Mantova. da non perdere una fetta di torta bertolina a base di uva fragola.

Prezzi modici[modifica sorgente]

Prezzi medi[modifica sorgente]


Dove alloggiare[modifica sorgente]

Prezzi medi[modifica sorgente]


Sicurezza[modifica sorgente]


Come restare in contatto[modifica sorgente]


Nei dintorni[modifica sorgente]

  • Casalbuttano
  • Piacenza — Emiliana ma anche un po' lombarda, nodo stradale e ferroviario sulla sponda destra del Po, conserva un bel centro storico con considerevoli monumenti - il Palazzo comunale (il Gotico), il Duomo - e un impianto urbanistico signorile. Fu co-capitale del Ducato di Parma e Piacenza.

Itinerari[modifica sorgente]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.