Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Sicilia > Sicilia nordorientale

Sicilia nordorientale

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Sicilia nordorientale
Catania dall'alto
Localizzazione
Sicilia nordorientale - Localizzazione
Stato
Regione

Sicilia nordorientale è un territorio della Sicilia.

Da sapere[modifica]

Lingue parlate[modifica]

Le lingue più parlate sono l'italiano e le diverse varianti del siciliano presenti nel territorio; diffusi anche l'inglese ed il francese come lingue secondarie.

Territori e mete turistiche[modifica]

      Messinese — Il messinese occupa gran parte della zona nordorientale dell'isola.
      Ennese — L'ennese confina in parte con la Sicilia sudorientale.
      Catanese — Il catanese rientra per metà nella Sicilia sudorientale e metà in quella nordorientale.


Centri urbani[modifica]

Entroterra[modifica]

Litorale sul Mar Jonio[modifica]

Spiaggia di Taormina e Isola Bella
  • 1 Alì Terme (Alì Sùtta in siciliano) — Luogo conosciuto per le Terme di Granata.
  • 2 Cataniaunesco
  • 3 Giardini-Naxos (Giaddina in siciliano)
  • 4 Mascali
  • 5 Messina (Missina in siciliano, Massinah in arabo) — La città costituisce la porta d'ingresso della Sicilia per quanti abbiano deciso di arrivare in Sicilia via terra. Frequenti aliscafi e traghetti collegano infatti il porto di Messina a quelli di Villa San Giovanni e Reggio, sulla costa calabra. Il territorio di Messina si affaccia su ambo i versanti ionico e tirrenico.
  • 6 Taormina (Taummina in siciliano) — È uno dei maggiori centri turistici della Sicilia orientale.

Litorale sul basso Mar Tirreno[modifica]

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Catania (Fontanarossa) permette l'accesso diretto al territorio dalle principali città italiane e da diverse mete europee.

In auto[modifica]

L'accesso via auto è possibile tramite l'autostrada Messina - Palermo e le strade che collegano Catania con Siracusa e Palermo se si proviene da altre parti della Sicilia, mentre se si proviene dalla Calabria sarà necessario traghettare da Villa San Giovanni.

In nave[modifica]

È possibile accedere via nave da Villa San Giovanni, tramite Bluferries e Caronte & Tourist, e Salerno, tramite Caronte & Tourist, a Messina e da Malta, tramite Virtuferries via Pozzallo, a Catania.

In treno[modifica]

L'accesso ferroviario è possibile da altre zone della Sicilia tramite i treni regionali di Trenitalia, mentre il collegamento con il resto d'Italia è garantito da alcuni treni provenienti da Roma Termini e da sempre più rari treni provenienti dal Nord Italia.

In autobus[modifica]

Diverse compagnie di autobus permettono il collegamento di Messina e Catania con le principali città italiane, specialmente Roma (l'autobus si imbarca solitamente su navi della Caronte & Tourist).


Come spostarsi[modifica]

In treno[modifica]

È possibile raggiungere gran parte delle città costiere tramite treni regionali di Trenitalia, nelle linee Messina - Palermo e Messina - Catania - Siracusa.

In autobus[modifica]

Diverse compagnie di autobus, come AST, Giuntabus, SAIS ed Interbus, permettono di spostarsi sia fra Messina e Catania che nelle città minori, specialmente quelle più interne.

Cosa vedere[modifica]

Pilone di Torre Faro
  • 1 Torre Faro. È uno dei due piloni dello Stretto, piloni dell'elettricità dismessi attraverso lo stretto di Messina. Furono costruiti nel 1957 per supportare la linea elettrica 220kV sullo Stretto di Messina. È una torre a traliccio di acciaio alta 224 metri, che è oggi una torre di osservazione con una piattaforma alta 200 metri. Si devono salire e scendere 1250 gradini, ma la magnifica vista sull'enorme struttura e la bella vista sullo Stretto di Messina ne vale sicuramente la pena! Questo è uno dei punti più vicini dello stretto e la costa calabra appare molto vicina.
Nelle vicinanze si trova anche il faro di Capo Peloro. Torre Faro su Wikipedia "Torre Faro" su Wikidata

Itinerari[modifica]

Seguire l'itinerario artistico monumentale di Fiumara d'arte.

Cosa fare[modifica]

  • 1 Gole dell'Alcantara. Fare un bagno nelle acque fredde delle gole dell'Alcantara. Gole dell'Alcantara su Wikipedia "Gole dell'Alcantara" su Wikidata


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]

Coloro che viaggiano in auto percorrendo le strade secondarie dell'entroterra devono necessariamente considerare le disastrose condizioni della viabilità interna. Diverse arterie di collegamento delle zone montane sono soggette a frane che hanno coinvolto anche certi tratti delle corrispondenti strade statali. Molto peggiore la situazione nelle strade provinciali che mostrano visibili segni della deformazione del manto con improvvisi avvallamenti o l'assenza di asfalto per diversi metri. Questi pericoli sono spesso mal segnalati o addirittura privi di segnalazione. Si raccomanda agli automobilisti che percorrono le strade interne di procedere sempre con velocità moderata per evitare di danneggiare l'auto o di finire fuori strada. In caso di forti piogge si sconsiglia di evitare le strade più esposte.

Tutte le altre strade dell'isola, soprattutto quelle costiere, non presentano alcun pericolo. I collegamenti sono generalmente buoni salvo riscontrare, a volte, una segnaletica orizzontale poco leggibile o quasi del tutto cancellata.

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.