Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Sicilia > Sicilia nordorientale > Parco dei Nebrodi

Parco dei Nebrodi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Parco dei Nebrodi
Il paesaggio del parco
Localizzazione
Parco dei Nebrodi - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Parco dei Nebrodi è un'area protetta situata in Sicilia.

Da sapere[modifica]

È la più grande area protetta della Sicilia, essa si estende lungo un tratto della catena montuosa dei Nebrodi.

Cenni geografici[modifica]

Il parco si trova nella parte nordorientale della Sicilia tra le provincie di Messina, Catania e Enna. All'interno del parco ricadono i territori di diversi comuni che si sono consorziati e fanno parte dello stesso. Della provincia di Messina: Acquedolci, Alcara Li Fusi, Capizzi, Caronia, Cesarò, Floresta, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mistretta, Raccuja, Sant'Agata di Militello, Santa Domenica Vittoria, San Fratello, San Marco d'Alunzio, Santo Stefano di Camastra, San Teodoro, Tortorici, Ucria. Di quella di Catania: Bronte, Maniace, Randazzo. In quella di Enna: Cerami e Troina.

Cenni storici[modifica]

Il parco è stato istituito nel 1993.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono quello di Catania e Palermo.

Permessi/Tariffe[modifica]

L'ingresso al parco è gratuito, tuttavia sono previste delle autorizzazioni per svolgere attività escursionistiche o con mountain bike da richiedere almeno una settimana prima a questo indirizzo. Tale permesso vale soprattutto per gruppi organizzati.

Come spostarsi[modifica]

All'interno dei sentieri del parco ci si sposta a piedi, costituendo un luogo ottimo per escursioni; è possibile, però, anche usare una mountain bike, laddove le forti pendenze lo consentano. Tuttavia essendo grandi le distanze è necessario l'utilizzo di un'auto per raggiungere la località desiderata.

Cosa vedere[modifica]

Monte San Fratello
Monte San Fratello e San Fratello sullo sfondo

Una mappa del parco con indicazioni di massima è scaricabile qui.

  • 1 Monte San Fratello (A sud del comune di San Fratello. Dirigersi verso il parcheggio del cimitero e salire lungo la strada sterrata.). Questo monte posto a breve distanza dal comune di San Fratello la cui altezza massima raggiunge gli 816 m vale certamente una visita per la presenza della città antica di Apollonia. Seppure l'indagine archeologica non abbia del tutto accertato la sua identificazione sono visibili i resti greci dell'abitato (per accedere bisogna chiedere al custode posto nella villa accanto al sito di farsi aprire il cancello). Vi è inoltre una chiesetta medievale detta dei Tre Santi perché dedicata a (Alfio, Filadelfio e Cirino).
Dal monte si gode della veduta di San Fratello a sud, delle Rocche del Crasto a sud-est assieme a Militello Rosmarino, a nord Acquedolci e sul mare le isole Eolie. A est la costa tirrenica con Sant'Agata di Militello.
La visita non richiede particolare preparazione fisica. Monte San Fratello su Wikipedia "Monte San Fratello" su Wikidata
  • 2 Rocche del Crasto. Rocche del Crasto su Wikipedia "Rocche del Crasto" su Wikidata
  • 3 Cascata del Catafurco. Cascata del Catafurco su Wikipedia "Cascata del Catafurco" su Wikidata
  • 4 Serra del Re. Serra del Re su Wikipedia "Serra del Re" su Wikidata
  • 5 Bosco di Mangalaviti.
  • 6 Bosco della Tassita.
  • 7 Lago Maullazzo. Lago Maullazzo su Wikipedia "lago Maullazzo" su Wikidata
  • 8 Lago Biviere. Lago Biviere su Wikipedia "lago Biviere" su Wikidata
  • 9 Monte Soro. Monte Soro su Wikipedia "Monte Soro" su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Sentiero dei laghi[modifica]

Lago Maullazzo
Il lago Biviere

Partendo da 1 questo punto in cui termina la strada asfaltata, raggiungibile tramite la SS289 da Cesarò o San Fratello si possono raggiungere il Lago Maullazzo e il Lago Biviere. Per raggiungerli dal termine della strada asfaltata proseguire dritto, si percorrono 2,5 km di strada in discesa e in circa 30 minuti si raggiunge questo incantevole laghetto, che è in realtà un lago artificiale creato dalla forestale negli anni 80 a quota 1498 m. Per il lago biviere superato il lago Maullazzo si prosegue dritto per altri 5,3 km lungo il sentiero. Questo lago naturale è più basso del lago Maullazzo a quota 1278 m.

Le antenne di Monte Soro dal lago Maullazzo

Un'alternativa a questo percorso, sempre partendo dallo stesso punto è di salire per il Monte Soro. Lo si raggiunge girando a destra rispetto al precedente sentiero di partenza, si percorrono 4,7 km in salita con un percorso di circa 1 ora e 15 minuti. Questo monte è il più alto dei Nebrodi e raggiunge i 1.847 m. Sulla vetta sono presenti dei ripetitori televisivi ma è possibile scorgere un panorama incredibile a nord le Isole Eolie e a sud l'Etna, ad est il rilievo Serra del Re (1.754 m) che occlude la vista ai Monti Peloritani, a sud-ovest il Monte Altesina (1.192 m) sui Monti Erei e ad ovest la catena dei Nebrodi e le Madonie.

Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.