Scarica il file GPX di questo articolo

Mumbai

Da Wikivoyage.
Mumbai
Mumbai
Il centro di Mumbai visto da Nana Chowk
Appellativi
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Posizione
Mappa dell'India
Mumbai
Mumbai
Sito istituzionale

Mumbai (Bombay), è la capitale dello stato di Maharashtra.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Mumbai è la sesta città al mondo per numero di abitanti. È anche uno dei più grandi porti dell'India e di fatto la capitale economico-finanziaria del paese oltre che principale porta d'accesso per i visitatori provenienti dall'estero. Ha un carattere cosmopolita ed eclettico simbolizzata dalla presenza nella sua area metropolitana di stabilimenti cinematografici e studi televisivi noti con il nome Bollywood.

Cenni storici[modifica]

Mumbai era in origine una conglomerazione di 7 isole lungo la costa del Konkan che furono congiunte fra loro tramite la costruzione di dighe. Si formò così la Grande Bombay la cui popolazione attuale è stimata intorno ai 17 milioni (anno 2005).

Sebbene l'arcipelago dove sorge l'odierna Mumbai fosse noto fin dall'antichità, la storia della città prende il suo avvio nel 1498, anno in cui i Portoghesi, già installatisi nel vicino Gujarat presero possesso delle isole. Essi vi costruirono un forte e qualche chiesa nel caratteristico stile manuelino, una delle quali è oggi ancora visibile. Nel 1661 Caterina di Braganza sposò Carlo II d'Inghilterra cui portò in dote il territorio. Nel 1668 le isole furono affidate alla Compagnia delle Indie Orientali che vi costruì le prime infrastrutture portuali e il Forte. Fu allora che vennero costruite dighe con l'intento di strappare terra al mare, un processo che si è protratto fino al 1960.

Nel XIX secolo si sviluppò l'industria grazie soprattutto allo spirito imprenditoriale della comunità dei Parsi ed altre provenienti dal Gujarat. Le fabbriche attrassero forze di lavoro provenienti dai 4 angoli dell'India. Furono queste ondate migratorie a conferire alla città il suo attuale carattere cosmopolita.

Fu sempre a Mumbai che nacque l'Indian National Congress destinato a svolgere un ruolo predominante nell'acquisizione dell'indipendenza.

L'alto costo della mano d'opera comportò dal 1980 in poi la chiusura di molte fabbriche, soprattutto di quelle che operavano nel tessile. Mumbai attraversò un periodo di declino da cui uscì agli inizi del XXI secolo, reinventandosi come un centro di servizi. Sempre a partire dal 2,000 si cercò di migliorare la rete dei trasporti urbani, un'impresa immane i cui lavori sono ancora in corso.

Cultura e tradizioni[modifica]

Il "comune senso del pudore" è ancora molto sentito e a volte la polizia persegue chi lo offende fermando le coppie che osano mostrare i loro sentimenti in pubblico. Nonostante Mumbai sia una città di 17 milioni di abitanti, la vita gay è ancora molto limitata.

Mumbai è una città cosmopolita dal carattere più liberale che non nel resto del paese. Gli abitanti sono in massima parte immigrati o figli e discendenti di immigrati che solo recentemente hanno imparato a tollerare le abitudini e le credenze religiose del proprio vicino. In passato questo spirito di tolleranza era molto meno diffuso e tra il 1960 e il 1980 i Marathi (abitanti dello stato di Maharashtra) sono stati spesso promotori di rimostranze nei confronti di chi non parlava la loro lingua e veniva da fuori per togliere loro opportunità di lavoro. Altri disordini scoppiarono tra il 1991 e il 1993 per motivi religiosi soprattutto tra Induisti e Musulmani.

Come orientarsi[modifica]

Mumbai si è sviluppata seguendo un asse da sud verso nord soprattutto in seguito a successive e massicce ondate di immigranti che hanno impresso un carattere etnico a ciascun quartiere. Di seguito viene fornito un profilo dei distretti cittadini con alcuni dei quartieri principali che essi accolgono:

Mappa divisa per regioni
      Mumbai sud — Comprende i quartieri di Forte, Colaba, la collina di Malabar, Nariman Point, Marine Lines, Tardeo. Tutti insieme formano il centro di Mumbai. I quartieri benestanti si trovano in questa area che è anche molto turistica con numerosi ristoranti, bar, musei e gallerie d'arte. La stragrande maggioranza dei visitatori stranieri sceglie di risiedere a Mumbai sud.
      Mumbai centro sud — Un tempo Byculla, Parel, Worli, Prabhadevi e Dadar erano i quartieri proletari che accoglievano famiglie di operai. Con il declino dell'industria il distretto si è trasformato in una zona di uffici e nella sua parte settentrionale in un quartiere residenziale della media borghesia. Vi si trova l'unico zoo di Mumbai, il Worli, affacciato sul mare e il tempio che le persone considerano la divinità a guardia della città.
      Mumbai centro nord — Comprende i quartieri di Dharavi, Matunga, Vadala, Sion e Mahim. Inizialmente il distretto era abitato da esponenti della borghesia medio-alta, eccezion fatta per Dharavi, che accoglie la più vasta bidonville del continente asiatico. Il distretto si sviluppò enormemente subito dopo la dichiarazione d'indipendenza dell'India soprattutto in seguito all'afflusso di elementi di religione induista cacciati dal Pakistan musulmano.
      Mumbai ovest — Comprende i quartieri di Bandra, Khar, Santa cruz, Juhu, Vile Parle, Andheri e Versova che sono in genere quartieri medio borghesi, un ripiego per quanti non possono permettersi un'abitazione nel più ambito distretto del Mumbai centro sud. Vi si trovano anche alcune spiagge ma non abbastanza pulite. Vi abitano soprattutto indiani di fede cristiana. In questa zona si trovano i due areoporti di Mumbai.
      Mumbai est — Comprende Kurla, Vidyavihar, Ghatkopar, Vikhroli, Kanjur Marg, Bhandup, Mulund, Powai, Thane, Dombivli e Kalyan. Questi sobborghi sono per tradizione abitati dalla classe medio alta. Mulund e Ghatkopar in particolare sono i quartieri preferiti da commercianti provenienti dal vicino stato di Gujarat.
      Sobborghi portuali di Mumbai — Comprende Chembur, Mankhurd, Govandi, Trombay. Prima dello sviluppo di Navi Mumbai come città satellite di Mumbai, quest'area era nota solo per l'esistenza nei suoi pressi di un centro di ricerca atomica. Ora è noto per essere nella strada verso Navi Mumbai.
      Mumbai nord — Comprende Manori, Jogeshwari, Borivali, Gorai, Mira Road, Bhyander, Naigaon, Vasai, Nala Sopara e Virar. Qui si trovano le spiagge pulite di Mumbai oltre al Parco nazionale Sanjay Gandhi e i templi di Mandapeshwar, scavati nella roccia e risalenti ad un periodo che va dal I secolo a.C. al V d.C.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'interno dell'aeroporto di Mumbai riservato ai voli domestici (Santa Cruz airport)

L'aeroporto internazionale di Mumbai ha il nome ufficiale di Chhatrapati Shivaji International Airport (BOM) e costituisce lo scalo principale dell'India.

È costituito da due terminals non contigui e serviti tra loro da bus navetta: l'International Terminal (Terminal 2, Sahar) e il Domestic Terminal (Terminal 1, Santacruz).

Il terminal dei voli domestici è a sua volta suddiviso in "1A" e "1B". Il primo è riservato agli aerei dell'Indian Airlines e alle sue affiliate, "Alliance Air" e "Kingfisher Airlines". Il secondo invece serve tutte le altre compagnie come "Jet Airways", "Air Sahara" etc.

Anche il Terminal dei voli internazionali ha un'analoga divisione: L'area "2C" è riservata all'Air India e alle compagnie partners mentre il "2A" serve tutte le restanti. Esiste un terzo terminal dei voli internazionali, il "2B" che è appena entrato in funzione.

Compagnie aeree operanti al terminal 2B
Nomi dei distretti

I distretti di Mumbai possono ingenerare confusione per cui si rendono necessarie alcune precisazioni:

  • I distretti occidentali e centrali traggono il loro nome dalle linee ferroviarie suburbane che servono le rispettive aree. Entrambe le linee ferroviare hanno le loro sedi ufficiali a Mumbai anche se i loro servizi si espandono ben al di fuori dei confini cittadini. Esiste anche una linea ferroviaria detta "del porto" che collega i diversi porti della regione incrociando le due precedenti linee.
  • I distretti occidentali si chiamano così perché sono ad occidente delle stazioni ferroviarie. Altrettanto dicasi per i distretti est. Per esempio Mulund è diviso in una sezione Est ed Ovest a seconda della sua posizione rispetto all'omonima stazione ferroviaria. In genere per quanto riguarda gli indirizzi essi sono abbreviati nel seguente modo: Mulund(W) and Mulund(E).
  • Austrian Airlines - (Vienna)
  • British Airways (Londra-Heathrow)
  • Finnair - (Helsinki)
  • Gulf Air - (Bahrain)
  • Iran Air - (Tehran-Imam Khomeini)
  • Jazeera Airways - (Dubai, Kuwait)
  • Jet Airways - (Abu Dhabi, Bahrain, Bangkok-Suvarnabhumi, Bruxelles, Doha, Dubai [begins 28 August], Hong Kong, Londra-Heathrow, Mascate, Newark, San Francisco, Shanghai-Pudong, Singapore)
  • Kuwait Airways (Kuwait)
  • Lufthansa - (Francoforte, Monaco)
  • Northwest Airlines - (Amsterdam)
  • Oman Air - (Mascate)
  • Pakistan International Airlines - (Karachi)
  • Qantas Airways - (Sydney)
  • Qatar Airways (Doha)
  • SriLankan Airlines - (Colombo, Karachi)
  • Swiss International Air Lines - (Zurigo)
  • Turkish Airlines - (Istanbul-Atatürk)
  • Virgin Atlantic Airways - (Londra-Heathrow)

I commenti dei viaggiatori sull'aeroporto di Mumbai sono tutt'altro che positivi. I funzionari della dogana sono lenti fino all'inverosimile e spesso alcuni di loro propongono di facilitare i viaggiatori in cambio di una ricompensa. Meglio non accettare per non incoraggiare questo tipo di corruzione.

L'aeroporto dista 28 km dal centro. Per evitare grattacapi con i conducenti di taxi è meglio acquistare un coupon prepagato all'apposito bancone. Sul coupon è scritto il numero di matricola del taxi che è stato prenotato e che si dovrà confrontare con quello riportato sul mezzo prima di salire a bordo. Meglio non accettare i servigi degli abusivi che praticano prezzi di gran lunga maggiori. Da sapere che molti alberghi di categoria superiore mettono a disposizione dei propri clienti dei servizi di navetta da/per l'aeroporto. Se il proprio albergo avesse un simile servizio non si dovrebbe esitare ad usufruirne. Coloro che invece volessero risparmiare potrebbero prendere un taxi fino alla vicina stazione di Vile Parle e da lì proseguire con i treni suburbani per arrivare a destinazione. C'è da notare però che i mezzi pubblici sono affollati fino all'inverosimile nelle ore di punta che coincidono con le ore mattutine. Solo se si arriva a Mumbai di pomeriggio o meglio ancora di sera è possibile servirsi dei mezzi pubblici e comunque è sempre meglio acquistare un biglietto di 1^ classe.


In treno[modifica]

treno suburbano a Mumbai

Treni arrivano a Mumbai da ogni parte dell'India. La linea ferroviaria detta Central line serve l'India meridionale, l'India orientale e alcune zone dell'India nordorientale. Le stazioni principali sono la Chattrapati Shivaji Terminus (ex Victoria Terminus, nota come VT), Dadar e Kurla.

La Western line connette Mumbai con gli stati dell'India occidentale come Gujarat, Rajasthan e alcune città dell'India nordorientale. Le principali stazioni su questa linea sono Mumbai Central e Bandra.

La Konkan Railway [1] è una linea nuova con amministrazione separata che si dipana lungo la costa dello stato di Maharastra (Konkan) e mette in comunicazione Mumbai con gli stati di Goa e Karnataka. Gli uffici dove prenotare un posto sono a Churchgate, Mumbai/Centro, a Bandra, stazione sulla Western line, al CST e Dadar, quest'ultime due sulla Central line. I turisti stranieri pagano prezzi diversi da quelli pagati dai locali.

  • Mumbai CST (Local Stn. CST)
  • Mumbai Central (Local Stn. Mumbai Cenral)
  • Dadar Terminus (Local Stn. Dadar)
  • Bandra Terminus (Local Stn. Bandra)
  • Lokmanya Tilak Terminus (Local Stn. Kurla)

In autobus[modifica]

Mumbai è ben servita da linee di autobus extraurbani.

  • MSRTC (Maharashtra State Road Transport Corporation) - La compagnia di stato per le autolinee extraurbane provvede a connettere Mumbai con altre città dello stato di Maharashtra. Gli autobus fanno capolinea a Mumbai Central (Tel: +91 22 2307 4272 & +91 22 2307 6622) ma anche a Parel (tel +91 22 2422 9905), Dadar: (tel +91 22 2413 6835) Nehru Nagar-Kurla e Borivali.


Come spostarsi[modifica]

In taxi[modifica]

  • I taxi a Mumbai sono molti e a buon mercato. Le vetture sono in genere di piccolo-medio taglio. "Fiat Uno" e "Tata Indica" sono i modelli più comuni.
    • Cool Cabs sono taxi di colore blu o argentato e dotati di tassametro elettronico ma sono del 40% più cari dei taxi normali. Qualche numero:
    • City Cool Cabs +91 22 2216 4466, +91 22 2218 9620, +91 22 5688 4466
    • Cool Cab +91 22 2490 5151, +91 22 2490 5152
  • I Taxi gialli e neri non hanno l'aria condizionata e sono dotati di tassametro a manovella.

Per le valige si paga un sovrapprezzo di 10 Rs. al pezzo. Il bagagliaio in genere non è capiente e se si hanno grosse valige al seguito sarà meglio noleggiare un taxi con aste sul tetto.

In genere i taxi normali (gialli e neri) si fermano ancora facendo loro cenno dal marciapiede.

In auto-rickshaw[modifica]

Gli auto-rickshaw, (taxi a 3 ruote) sono diffusi soprattutto nei sobborghi mentre in centro si incontrano di rado. È consigliabile avere con sé una copia delle tariffe rilasciata dalla "Mumbai Traffic Police"

In treno[modifica]

Schema delle linee ferroviarie suburbane di Mumbai
  • Il mezzo di spostamento più popolare a Mumbai è il treno suburbano. Esistono 3 linee:
    • Western Line - Come dice il nome, attraversa i sobborghi occidentali e va da Churchgate a Virar
    • Central Main Line - Attraversa Thane e i sobborghi centrali. Va da Victoria Terminus ( stazione di Chhatrapati Shivaji) a Kalyan. Dadar è la stazione di interscambio con la Western Line.
    • Harbour Line - Anche questa linea, di colore blu nella cartina, ha inizio da Victoria Terminus. Alla stazione di Vadala Road si divide in due rami: quello principale punta ad est in direzione del sobborgo di Panvel. l'altro invece volge ad ovest in direzione di Andheri, correndo parallelo alla Western Line nel tratto finale tra le stazioni di Bandra e Andheri.

La prima corsa è alle 04:00 del mattino e l'ultima tra mezzanotte e l'una. Il biglietto di 2^ classe è molto a buon mercato mentre altrettanto non si può dire di quello di 1^ classe il cui costo è quasi uguale a quello di un taxi. Durante le ore di punta (05:30 - 10:30) è comunque sconsigliabile servirsi dei treni suburbani.

Da sapere che vi sono vagoni riservati alle donne sia in 1^ che in 2^ classe.

Mumbai è attualmente sprovvista di metropolitana (in fase di costruzione).

Imbarcazioni all'ancora sul molo di Elephanta in attesa del ritorno dei turisti in visita alle grotte

Da ricordare che nel luglio 2006 le linee dei treni urbani di Mumbai sono state oggetto di attentati che hanno causato numerose vittime e sarebbe meglio evitarli soprattutto in periodi pre-elettorali anche se oggi sono controllati da forze di polizia.

In nave[modifica]

È possibile servirsi di traghetti o battelli per raggiungere alcuni sobborghi o punti turistici fuori città:

  • Gateway of India - - Servizio di aliscafi e lance a motori operato da privati per le Grotte di Elephanta. I prezzi sono modici.
  • Marve Jetty (Malad) - Manori Jetty - Servizio fornito dalla società BEST che opera anche sulla rotta per Esselworld dove esiste un parco dei divertimenti
  • Versova (Andheri) - Madh Jetty
  • Gorai (Borivali) - Dalla spiaggia di Gorai al parco di divertimenti di Esselworld.


Cosa vedere[modifica]

Shreepati Arcade, attualmente il più alto edificio dell'India. Fu iniziato nel 1995 e terminato nel 2000. Ha 45 piani ed è alto 154 m. Si trova nel quartiere di Nana Chowk
"Marine Drive Chowpatty" o, più semplicemente, "Chowpatty", la spiaggia del passeggio domenicale con le silhouttes dei grattacieli del centro che si stagliano sullo sfondo
L'ippodromo di Mumbai e sullo sfondo i grattacieli di "Parel" un tempo povero quartiere di operai ed oggi zona di uffici in continua espansione

Non c'è molto da vedere nel senso turistico del termine, essendo Mumbai una città di recente costituzione. I luoghi di maggior interesse sono tutti concentrati a Mumbai sud.

  • Grotte. L'unica testimonianza dei tempi più antichi è costituita dalle grotte e dai templi scavati nella roccia di Elephanta, Kanheri e Mahakali, tre destinazioni facilmente raggiungibili da Mumbai.
  • Edifici coloniali. Gli edifici più rappresentativi del periodo coloniale sono l'arco di trionfo noto come Gateway of India, la stazione di Victoria Terminus in stile neogotico ed altri edifici amministrativi nella zona del Fort (Mumbai sud) tutti nello stile eclettico di moda in epoca vittoriana.
  • Musei. Tra i musei e le gallerie d'arte spiccano il Prince of Wales Museum e la National Gallery of Modern Art, entrambi dislocati a Mumbai sud.
  • Stazione ferroviaria Chhatrapati Shivaji. Dichiarata nel 2004 dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
  • Spiagge. Mumbai ha qualche spiaggia ma nessuna è apprezzabile essendo il mare non pulito. Le più decenti si trovano nel distretto di Mumbai nord mentre "Chowpatty", la spiaggia del centro è, per tradizione, l'area adibita al passeggio domenicale, come mostrato dalla foto a fianco e sicuramente vale la pena vederla se si capita a Mumbai durante un fine settimana.
  • Sanjay Gandhi (Parco nazionale Borivali). Mumbai è una giungla di cemento e le aree verdi sono limitate ma è l'unica città dell'India a vantare un parco nazionale entro i suoi confini. Il Sanjay Gandhi, noto anche come Parco nazionale Borivali, si estende ai limiti settentrionali della città e al suo interno sono situate le antiche grotte scolpite di Kanheri.
  • Mercati. I mercati all'aperto costituiscono un'attrazione turistica in sé, anche se sempre estremamente affollati.
  • Arte moderna. Una volta conquistata l'indipendenza, gli Indiani si dedicarono con zelo a cancellare ogni traccia del loro passato periodo coloniale ma nessuno degli edifici costruiti dopo il 1947 poteva competere in grandezza e splendore con quelli lasciati dagli antichi dominatori. Le costruzioni più recenti sembrano essere meno banali con un occhio di riguardo all'estetica e, sebbene non si distinguano da quelli costruiti ovunque nel mondo, meritano almeno uno sguardo.
  • Luoghi di culto. Mumbai ha templi di ogni culto oltre a chiese, moschee, sinagoghe che riflettono la varietà religiosa dei suoi abitanti. Una curiosità può essere la chiesa portoghese di Dadar dall'inconfondibile stile manuelino.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Yoga[modifica]

  • Iyengar YogashrayaElmac House, Senapati Bapat Marg, Lower Parel West (Stazione di Lower Parel), +91 22 2494 8416. Ecb copyright.svg Una seduta di un giorno costa circa 111 rupie. Simple icon time.svg Lun, Mar, Gio, Sab 06:30-20:00. Istituto diretto da B K S Iyengar.
  • The Yoga InstitutePrabhat Colony, Yogendra Marg, Santa Cruz East (Stazione di Santa Cruz), +91 22 2611 0506. La più famosa scuola Yoga di Mumbai e forse anche la più facilmente raggiungibile. Fu fondata nel 1918 da Shri Yogendra ed oggi è diretta dal figlio del fondatore, Jayadeva Yogendra che è anche editore di una rivista trimestrale dedicata alla disciplina dello Yoga.
  • Kaivalyadham43, Netaji Subhash Rd, Marine Drive (Local Stn. Marine Lines), +91 22 2281 8417.
  • Free Yoga with Nikhamji.


Opportunità di lavoro[modifica]

  • Centro fieristico di Mumbai (Bombay Exhibition Centre), Western Express Highway (Sorge a Goregaon, vicino l'areoporto e ad appena 10 minuti dall'omonima stazione ferroviaria).
  • Prasad Chambers (Nei pressi dell'Opera House a Mumbai sud). Grattacielo occupato da società che controllano il commercio mondiale dei diamanti e delle pietre preziose per lo più grezzi. La zona e il grattacielo sono tutt'altro che sontuosi anzi hanno un aspetto assai sciatto eppure le contrattazioni giornaliere assumono valori da capogiro. A Prasad Chambers ha sede una filiale della "Rosy Blue", una delle società di punta del settore, controllata da Russell Metha, membro della ricchissima famiglia Mehta la cui splendida villa sorge sulla non lontana collina di Malabar. Panchratna Building, Hermes House e Dharam Palace sono edifici sempre nella zona dell'Opera House dove hanno sede altre compagnie che operano nel settore dei diamanti.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Preparazione del Pav Bhaji
  • Thali - Ordinare un thali significa farsi portare un pranzo completo dall'antipasto al dessert. Generalmente è servito in piccoli recipienti in metallo disposti su un vassoio rotondo ugualmente di metallo. Lo si chiede quando si ha fame e si va di fretta in quanto viene servito subito. Sono molti i ristoranti di Mumbai di medio prezzo che includono il thali nel loro menù, almeno all'ora di pranzo. Ne esistono molte varietà a seconda della regione di provenienza. Alcuni sono prettamente vegetariani, altri a base di carne o di pesce. Il dessert è in genere a base di latte zuccherato. I thali del Gujarat o del Rajasthan sono considerati i più squisiti ma non si trovano con facilità. Uno di questi è il Rajdhani, al mercato di Crawford che serve thali del Rajasthan mentre l'Aram nel quartiere di Mahim, vicino la chiesa serve thali del Gujarat.
  • Vada Pav - Uno spuntino costituito da un panino con patate schiacciate e guarnite di vari tipi di salsa chutneys. Vada è termine che indica le patate schiacciate mentre pav sta per pane. Venduto soprattutto dagli ambulanti e naturalmente da evitare per scontate questioni di igiene. Lo vendono anche molti locali all'interno delle stazioni ferroviarie dove si presume che le condizioni igieniche siano più accurate
  • Pav bhaji - Una pietanza molto diffusa a base di vegetali tritati finemente e molto speziati, ricoperti di burro e serviti bollenti con pane. La parola pav deriva dal portoghese pão che significa pane mentre bhaji sta ad indicare un misto di vegetali al curry.
  • Bhel puri e sev puri. Un piatto a base di riso soffiato e speziato cui vengono aggiunti pomodori finemente tritati, cipolle e peperoncini. Altre versioni prevedono patate bollite e quindi schiacciate insieme ad aglio. Viene in genere cosparso con una cucchiaiata di chutneys, una salsa a base di peperoni verdi che gli conferisce un caratteristico sapore agrodolce. Il Bhel puri è spesso venduto per strada e soprattutto alle spiaggie di Chowpatty e di Juhu. Originario del Gujarat entrò poi nella tradizione culinaria di Mumbai fino al punto di diventarne un simbolo.

Prezzi modici[modifica]

Ristoranti "Udupi"[modifica]

I ristoranti "Udupi", chiamati spesso "hotels" sono diffusi ovunque a Mumbai. Essi derivano il loro nome dalla città di Udupi nello stato di Karnataka ma non sono specializzati in una cucina regionale come si potrebbe supporre in un primo momento. Questo tipo di ristoranti fu avviato da immigrati dal Karnataka e all'inizio erano strettamente vegetariani. Col tempo guadagnarono in popolarità e per soddisfare i palati dei sempre più numerosi clienti introdussero nei loro menù pietanze di altre regioni indiane. Oggi nella loro lista si possono trovare perfino hamburgers, sandwiches e imitazioni non ben riuscite di pizza italiana.

Alcuni Udupi rientrano nella categoria dei fast foods, altri in quella dei ristoranti tradizionali. Non si entra comunque in uno di questi locali per gustare prelibatezze ma per spendere poco in ambienti che danno sufficiente garanzia in termini di igiene.

Sebbene oggi siano diffusi ovunque, all'inizio gli "Udupi" erano limitati alla zona di Matunga. Madras Cafe è uno dei più antichi del genere e si trova in King's Circle, la piazza oggi nota come "Maheshwari Udyan". Un altro ristorante Udupi di vecchia tradizione è il Sardar, a Dr. B.A. Road, Lalabaug, tel. 24700583, 24701773.

Irani cafes[modifica]

Sono locali gestiti da membri della comunità Parsi fuggiti dall'Iran al tempo della conquista araba (VII secolo a.C.) per mantenere la loro fede zoorastriana. Vi si gusta il Makhan-Pau (pane e burro) e spuntini assortiti come il Kheema-na-Patice, samosas, mava-na-cakes, etc. Il piatto che non manca mai nella lista di questi locali è il Kheema Pav a base di carne. Il più famoso degli Irani cafes è il Cafe Military nella zona del Fort e vicino alla borsa di Mumbai (Bombay Stock Exchange). La sua clientela è costituita da avvocati, bancari e agenti di borsa che vi si fermano nella sosta per il pranzo. I prezzi non sono elevati come si potrebbe pensare ma alla portata di tutti.

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Grotte di Ajanta - La più classica delle escursioni da Mumbai è la visita a queste grotte che risalgono al II secolo a C. e inserite sin dal 1983 nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità, Non si tratta propriamente di un'escursione in quanto i templi rupestri sono posti a qualcosa come 500 km da Mumbai e dunque richiedono il pernottamento in loco. Chi non avesse tempo dovrà accontentarsi della visita alle grotte dell'isola di Elephanta, descritte di seguito.
  • Grotte di Elephanta - Gharapuri, l'"ihla Elephanta" del periodo coloniale portoghese, è un'isoletta coperta da una fitta vegetazione tropicale che si erge fra le acque verde-azzurre del golfo di Mumbai. Nasconde alcune grotte le cui pareti furono pazientemente scolpite in un epoca compresa tra il IX e il XII secolo in onore del dio Shiva. Nel 1987 l'UNESCO provvide ad inserire il complesso rupestre nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità. Elephanta si raggiunge con imbarcazioni che partono dal molo dell'"India Gate" ma solo nella stagione asciutta. Se soggiornerete a Mumbai durante la stagione monsonica (da metà giugno a metà settembre) il viaggio via mare sarà soggetto ai capricci del tempo.
  • Alibag - Un centro sulla costa del Konkan famoso per le spiagge dei suoi dintorni. Tra queste la più scenografica è quella di Kashid. Raggiungibile in autobus o meglio ancora con i traghetti in partenza dal molo "Gateway of India". La traversata dura due ore.



Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).