Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Trentino-Alto Adige > Trentino > Primiero > Fiera di Primiero

Fiera di Primiero

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Fiera di Primiero
frazione di Primiero San Martino di Castrozza
Panorama di Fiera di Primiero con la chiesa parrocchiale
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Fiera di Primiero
Fiera di Primiero
Sito istituzionale

Fiera di Primiero è un centro del Trentino-Alto Adige.

Da sapere[modifica]

È il centro amministrativo, economico e commerciale del Primiero; fino all'accorpamento in Primiero San Martino di Castrozza con i suoi 0,15 km² è stato il secondo più piccolo comune italiano per superficie dopo Atrani.

Cenni storici[modifica]

Il Feudo[modifica]

Le origini della nobile borgata di Fiera risalgono al XV secolo, quando la vallata di Primiero era feudo della famiglia Welsperg e parte dell'Impero Austriaco.

Nonostante sia il paese più piccolo e più recente del Primiero, alcuni fattori storici e la sua posizione geografica ne hanno fatto il capoluogo storico della vallata.

Con l'avvento del dominio austriaco (1373) il Primiero conobbe uno straordinario sviluppo economico e un deciso incremento demografico, soprattutto grazie all'apertura di numerose miniere di rame, argento e ferro.

La Fiera[modifica]

A partire dal XV secolo, i canopi (Bergknappen), i minatori tirolesi venuti a lavorare in Primiero decisero di costruire un nuovo borgo. Essi edificarono il nuovo centro nella zona dove si svolgevano i commerci di minerali e si tenevano i mercati (la Fiera), alla confluenza del torrente Canali nel Cismon.

Fiera acquistò subito importanza maggiore rispetto a tutti gli altri - e più antichi - borghi della valle, in particolare nei confronti di Tonadico, dove risiedeva il capitano e venivano conservati gli statuti di valle.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

  • 1 Aeroporto di Bolzano-Dolomiti (IATA: BZO, ICAO: LIPB) (6 km dal centro di Bolzano), +39 0471 255 255, fax: +39 0471 255 202. Simple icon time.svg apertura al pubblico: 05:30–23:00; apertura biglietteria: 06:00-19:00; il check-in per voli da Bolzano è possibile solo da 1 ora ad un massimo di 20 minuti prima della partenza. Piccolo scalo regionale con voli di linea da e per Lugano e Roma con Etihad Regional (by Darwin Air). In alcuni periodi dell'anno, la compagnia Lauda Air collega la città con Vienna una volta a settimana. Più numerosi invece i voli charter.
  • 2 Aeroporto di Verona (Catullo), Caselle di Sommacampagna, +39 045 8095666, @ .
  • 3 Aeroporto di Brescia (D'Annunzio), Via Aeroporto 34, Montichiari (I collegamenti con l'aeroporto di Brescia sono garantiti dai trasporti pubblici tramite il bus/navetta. La fermata a Brescia città è situata alla stazione dei pullman (numero 23), mentre quella dell'aeroporto è al fronte terminale. Sono inoltre previsti collegamenti per la città di Verona attraverso la linea bus/navetta 1), +39 045 8095666, @ . Solo Charter

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Collegamenti tramite le linee di pullman della Trentino Trasporti [1].


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Chiesa di Santa Maria Assunta e Palazzo del Dazio

L'architettura di Fiera è quella tipica dei borghi antichi del Tirolo.

  • 1 Chiesa arcipretale della Madonna dell'Assunta. È una delle più belle chiese gotiche della regione tirolese e del Trentino. All'interno si possono notare il polittico ligneo (Flügelaltar) scolpito nel 1465 (per lungo tempo conservato al museo del Buonconsiglio a Trento) e il grandioso affresco celebrativo dei Römer, potente famiglia primierotta (con grossi interessi nelle miniere), rappresentata in adorazione del Cristo risorto.
  • 2 Palazzo del Dazio delle Miniere. Si trova vicino alla chiesa ed è l'antica sede del magistrato deputato al controllo delle miniere e dell'ufficio delle imposte. Il palazzo è tipicamente di gusto austriaco, con feritoie, bifore e sporgenze.
  • Chiesetta di San Martino. L'antica chiesetta romanica di San Martino, ora battistero, risale all'XI secolo. Sorge vicino al palazzo del Dazio.
  • Hotel Orsingher. Esempio di antico fabbricato che, pur con numerosi aggiustamenti successivi, conserva l'impronta originale, cioè quella di una costruzione del XV secolo.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Ristorante Pizzeria L'Antica Rosa, Via Terrabugio, 26, +39 0439 62723.
  • 2 Pizzeria La Terrazza, Piazzetta del Dazio, 3, +39 0439 62673.
  • 3 80 Voglia di Pizza, Via Enrico Koch 10, +39 0439 763019.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacia


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 5 Poste italiane, via Guadagnini 1, +39 0439 617149, fax: +39 0439 617140.


Nei dintorni[modifica]

Itinerari[modifica]

  • Passi dolomitici — L'itinerario percorre i passi più scenografici delle Dolomiti, dove la roccia e la natura sono protagoniste.

Informazioni utili[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.