Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Pianura padana lombarda > Bassa Bresciana > Montichiari

Montichiari

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Montichiari
Castello Bonoris
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Montichiari
Montichiari
Sito istituzionale

Montichiari è una città della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Dopo il capoluogo Brescia e Desenzano del Garda, è il terzo comune più popoloso della provincia.

Cenni geografici[modifica]

Si colloca nell'alta pianura padana lombarda, a circa venti chilometri dal capoluogo. È bagnato dal fiume Chiese.


Come orientarsi[modifica]

Montichiari ha un importante nucleo storico. A raggiera, disposte in modo ordinato sul territorio, sono collocate le frazioni (Novagli, Bredazzane, S. Antonio, Ro, Santa Giustina, Vighizzolo, Chiarini, Boschetti, Teotti, Fascia d'Oro e Santellone), importanti nuclei urbanizzati che fungono da "sentinelle" nella grande brughiera, quasi a volerne presidiare il territorio, oggi fortemente degradato, soprattutto a nord. Nel centro storico della città trovano posto ben cinque piazze recentemente ristrutturate e pedonalizzate:

  • Piazza Santa Maria — Già piazza Garibaldi.
  • Piazza Treccani degli Alfieri — Ad est del Duomo, dove agli inizi del Novecento si svolgeva il secolare mercato del venerdì.
  • Piazza Teatro — A sud ovest verso l'antico quartiere di Borgosotto, dove trova posto il teatro sociale "Gaetano Bonoris".
  • Piazzetta San Rocco — A sud est dove è collocata la biblioteca intitolata a Giovanni Treccani degli Alfieri, l'ideatore ed il patrocinatore dell'enciclopedia Treccani, e la pinacoteca Pasinetti conosciuta come ex ospedale.
  • Piazza Municipio — A pochi passi dalla piazzetta San Rocco, dove sorge il palazzo del Comune.

Quartieri[modifica]

Montichiari, oltre al centro storico, si suddivide in altri tre grandi quartieri:

  • Quartiere Borgosotto — Denominato anche antico Borgo, suddiviso in Borgosotto e Borgosopra, è il quartiere più antico della città e primo insediamento abitativo.
  • Quartiere City — È il quartiere più giovane e rappresenta la città moderna, zona di shopping, discobar e divertimenti, negozi, centri commerciali e ville signorili.
  • Quartiere Allende — Posto a est in prossimità dell'ospedale.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono:

  • Aeroporto Brescia-Montichiari (km 3)
  • Aeroporto Catullo Verona (km 43)
  • Aeroporto di Bergamo Orio al Serio (km 86)

In auto[modifica]

In treno[modifica]

  • Stazione di Lonato del Garda, sulla direttrice Torino-Trieste
  • Stazione di Desenzano del Garda, sulla direttrice Torino-Trieste

In autobus[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Architetture religiose[modifica]

Chiesa San Pancrazio
Facciata del duomo
Castello di Montichiari
  • 1 Duomo.
  • 2 Pieve di S. Pancrazio, Via Matteotti. Ecb copyright.svg Ingresso libero. Simple icon time.svg Aperta tutte le domeniche, i giorni festivi e nel mese di ottobre dalle 14.30 alle 18.30.. La chiesa, costruita su monte omonimo, risale al XII secolo e rappresenta uno degli edifici in stile romanico meglio conservati della Lombardia. L'edificio ha una pianta longitudinale con tre navate separate da colonne con capitelli paleocristiani.
  • Chiesa di Santa Cristina da Bolsena. Del XI secolo.
  • Chiesa di Santa Maria del Suffragio.
  • Chiesa di San Pietro.
  • Santuario di Rosa Mistica (Località Le Fontanelle, sulla strada che da Montichiari porta a Carpenedolo). Santuario mariano costituito come luogo sacro il 17 aprile 1966. Qui, secondo la leggenda, Maria si presentò nelle presunte apparizioni con il nome di Rosa Mistica e Madre della Chiesa.

Architetture civili[modifica]

  • 3 Castello Bonoris.
  • Palazzo Monti.
  • Palazzo Mazzucchelli.
  • Palazzo Pilati.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Fiera del Garda


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Lago di Garda — È uno dei grandi laghi lombardi; la sponda orientale è veneta, la punta a nord è trentina. Meta di turismo climatico fin dall'Ottocento, ogni paese rivierasco vive e si sviluppa con il turismo. Mete principali sono Sirmione, Desenzano del Garda, Salò, Riva del Garda, Garda, Peschiera del Garda.
  • Alto Mantovano — Terra di confine del Ducato di Mantova, che inseguì il sogno di ottenere uno sbocco sul lago di Garda senza mai realizzarlo, sviluppò le corti di rami cadetti della famiglia Gonzaga. Castel Goffredo, Castiglione delle Stiviere, Carpenedolo conservano l’impianto urbano ed i monumenti di quell’epoca. Il dopoguerra ha registrato un buon sviluppo occupazionale, con un conseguente incremento di benessere e di popolazione.

Itinerari[modifica]

Colline moreniche del lago di Garda
  • Montichiari fa parte della Strada del Vino Colli dei Longobardi, un percorso di promozione turistica enogastronomica, lungo circa 90 kilometri e riconosciuto dalla Regione Lombardia, che si snoda nella provincia di Brescia su un territorio di 9 comuni, toccando tra questi: Capriano del Colle, Poncarale, Flero, Montirone, Castenedolo, Rezzato, Botticino e Brescia.
  • Colline moreniche del lago di Garda — Sui primi corrugamenti della pianura padana che si fa collina, là dove ha inizio il grande bacino lacuale del Lago di Garda, il percorso tocca paesi e città che furono dominio gonzaghesco, veneziano, scaligero, e divennero poi teatro delle sanguinose battaglie risorgimentali che furono il preludio dell'Unità d'Italia. All'importanza turistica, storica e naturalistica la zona unisce un interesse enologico in quanto area di produzione dei vini dei colli, tokai, merlot e chiaretto.
  • Nelle terre dei Gonzaga — Un itinerario attraverso i centri, grandi e piccoli, che furono capitali dei rami Gonzaga cadetti: principati, marchesati, ducati che, all'interno della compagine statale mantovana, godevano di una vera e propria indipendenza, spesso battevano moneta e tenevano corti raffinate che rivaleggiavano con quella mantovana, abbellivano i propri centri urbani dotandoli di eleganti architetture – chiese, piazze, palazzi, mura, torri - e di caratteristici scorci urbani come i tipici portici gonzagheschi.
  • Luoghi della battaglia di Solferino e San Martino — L'itinerario percorre i luoghi nei quali si svolse, il 24 giugno 1859, la storica battaglia di Solferino e San Martino.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.