Scarica il file GPX di questo articolo

San Paolo (città) > Centro di San Paolo

Centro di San Paolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Centro di San Paolo
(San Paolo)
L'ex centro finanziario di San Paolo
Localizzazione
Centro di San Paolo - Localizzazione
Stato
Stato federato

Centro di San Paolo (Zona Central de São Paulo) è un distretto della città di San Paolo.

Da sapere[modifica]


Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

La Zona Centrale di San Paolo (Zona Central de São Paulo) fa perno sulla piazza della cattedrale (Praça da Sé) ed è costituita dai seguenti distretti:

  • Bela Vista - Alcune delle maggiori attrazioni cittadine si trovano nel distretto di Bela Vista che abbraccia i quartieri di Morro dos Ingles, Vila helena e del leggendario Bixiga. Quest'ultimo era il quartiere degli Italiani e oggi è noto per i suoi teatri, le sue vinerie e le feste popolari. Qui si trova anche il "Museu de Arte de São Paulo". Il distretto di Bela Vista è servito dalla linea nº 2 della metro (colore verde)
  • Liberdade - Il distretto a sud della cattedrale. La Liberdade concentra la maggior colonia di Giapponesi fuori dalla loro patria. I segni della loro cultura sono visibili nelle colorate lanterne usate per illuminare le strade e negli ideogrammi delle tabelle dei negozi. Del distretto fa parte il bairro di Aclimação, abitato da una nutrita colonia coreana e il bairro Várzea do Glicério, un quartiere povero del centro. La Liberdade è servita dalla linea nº 1 della metropolitana (colore azzurro).
  • Bom Retiro - Il quartiere giudaico.
  • Cambuci
  • Consolação
  • República
  • Santa Cecília


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Monastero di San Benedetto
Cattefrale di San Paolo del Brasile

Architetture religiose[modifica]

  • 1 Cattedrale di San Paolo (Catedral da Sé de São Paulo). Sorge sul sito di un'altra cattedrale ben più modesta, che fu demolita nel 1911. Il disegno della nuova cattedrale fu elaborato dall'architetto tedesco Maximilian Emil Hehl. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1913 e si protrassero fino al 1954, anno della sua inaugurazione. Le torri furono completate nel 1967. È un edificio in stile neo-gotico eccezion fatta per la sua cupola, inspirata a quella rinascimentale di S. Maria del Fiore di Firenze. È anche una delle più grandi cattedrali del Nuovo Mondo: Misura infatti 111 m in lunghezza e 44 in larghezza. Le torri campanarie raggiungono l'altezza di 92 m. Cattedrale metropolitana di San Paolo su Wikipedia "cattedrale Metropolitana di San Paolo" su Wikidata
  • 2 Monastero di San Benedetto (Mosteiro de São Bento), Sul piazzale omonimo. Costruito tra il 1910-1914 su disegno dell'architetto tedesco Richard Berndl sul luogo di un altro più antico, è uno dei punti nevralgici del centro. Il complesso è costituito, oltre che dal monastero, dal collegio di São Bento e dalla Basílica di "Nossa Senhora da Assunção", impropriamente detta chiesa di "Sao Bento" dai locali. Papa Benedetto XVI vi si recò nel corso della sua visita in Brasile del maggio del 2007. Per l'occasione il complesso era stato oggetto di un accurato restauro iniziato l'anno precedente. "Mosteiro de São Bento" su Wikidata

Architetture civili[modifica]

Grattacielo Banespa
Museu de Arte de São Paulo
Estação da Luz
  • 3 Grattacielo Banespa (Edificio Altino-Arantes). Simple icon time.svg Lun-Ven 10:00-15:00. Questo edificio è stato ispirato dalla architettura del Empire State Building, è stato costruito tra il 1939 e il 1947, ha 35 piani e 161 metri di altezza, è uno dei più grandi simboli della città e dispone di una terrazza pubblica di osservazione, da dove è possibile osservare una grande parte della città. Edifício Altino Arantes su Wikipedia "Edifício Altino Arantes" su Wikidata
  • Bolsa de Mercadorias e Futuros (BM & F). "B3" su Wikidata
  • 4 Edificio Martinelli. È stato il primo grande grattacielo costruito in città tra i decenni di 1920/1930, da Giuseppe Martinelli, un immigrato italiano che è arrivato povero e ha fatto la sua fortuna in São Paulo. "Martinelli Building" su Wikidata
  • 5 Estação e jardim de la Luz. Una stagione dell'architettura inglese costruita nel 1900, parte della struttura dell'edificio è stato portato via nave dall'Inghilterra, è oggi una delle stazioni ferroviarie metropolitane più importante della città, è anche la sede del Museo della Lingua Portoghese (uno dei primi al mondo interamente dedicato a una lingua). Stazione di Luz su Wikipedia "stazione di Luz" su Wikidata

Musei[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

  • 1 Tunnel, Rua dos Ingleses, 357, +55 11 3285-0246. Simple icon time.svg Ven-Dom 23:00-06:00. Locale gay.
  • CANTHO, Largo do Arouche, 32, +55 11 3362-1530. Simple icon time.svg Gio-Ven 19:00-00:00, Sab 11:00-06:00, Dom 18:00–23:30. Gay dance club.
  • 2 Soda Pop Bar, Av. Viêira de Carvalho, 43 (Stazione metro República). Simple icon time.svg Lun-Dom 17:00–04:00. Locale gay.


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.