Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Lato asiatico di Istanbul
(Istanbul)
Kadikoy
Localizzazione
Lato asiatico di Istanbul - Localizzazione
Stato
Regione

Lato asiatico di Istanbul (in turco: Asya Yakası) o parte anatolica (Anadolu Yakası, che è la designazione più comune per l'area in turco) è la metà di Istanbul che si trova sulla terraferma asiatica, a est del Bosforo.

Da sapere[modifica]

La "Terra dei ciechi"

Prima di salpare per trovare un luogo adatto per una colonia, Byzas, il leggendario fondatore di Bisanzio, fu avvertito dagli indovini sul fatto che avrebbe dovuto stabilire la sua colonia sull'acqua rispetto alla "terra dei ciechi". La sua ricerca lo portò a una penisola bella, boscosa e facilmente difendibile, con un eccellente porto naturale sul lato nord, un'insenatura profonda, lunga e riparata. Qui incontrò i pescatori di Calcedonia sull'altra sponda del Bosforo, che aveva meno doti naturali. Secondo Byzas, queste persone dovevano essere "i ciechi" della profezia, che non erano riusciti a vedere i vantaggi del sito proprio di fronte a loro e che avevano costruito la loro città in una posizione più povera. Così Byzas posò la prima pietra di Bisanzio su quella penisola che crebbe fino a diventare Costantinopoli e poi Istanbul, fiancheggiata a nord dall'insenatura del Corno d'Oro. E Calcedonia (l'odierna Kadıköy) viene ricordata come "La terra dei ciechi".

Cenni geografici[modifica]

Oggi Kadıköy e Üsküdar sono le principali aree di interesse turistico della parte asiatica. Nell'entroterra ci sono chilometri di banali periferie, con grattacieli e centri commerciali, sorti quando il primo ponte sul Bosforo ha facilitato il pendolarismo intercontinentale. La parte asiatica ospita circa 4,4 milioni di persone, un terzo della popolazione di Istanbul, e 1,3 milioni di loro fanno i pendolari ogni giorno verso il lato Europeo.

Nel 2005 i confini della città sono stati estesi inghiottendo l'ex "provincia di Istanbul" sia sul lato asiatico che su quello europeo. Così oggigiorno la città raggiunge il confine con la provincia di Kocaeli, a est, appena a nord di Gebze, sulla costa di Marmara, fino ad Ağva Merkez, sulla costa del Mar Nero. Queste nuove aree di Istanbul sono per lo più rurali, ma gli sviluppi suburbani stanno ampliando ancora l'urbanizzazione.

Cenni storici[modifica]

Kadıköy (l'antica Calcedonia) e Üsküdar (l'antica Chrysopolis o Scutari) costituiscono i nuclei storici di questa zona. Entrambi iniziarono come porti indipendenti - in effetti Calcedonia fu fondata 30-40 anni prima delle parti più antiche di Istanbul - e furono incorporati nella città di Istanbul solo alla fine del XIX secolo.

Come orientarsi[modifica]

Lato asiatico di Istanbul

Quartieri[modifica]

      Ataşehir
      Beykoz — È un distretto affacciato tra il Bosforo e il Mar Nero. Molto scarsamente popolata e rurale per gli standard di Istanbul.
      Çekmeköy
      Kadıköy — Noto nell'antichità come Calcedonia, Kadıköy è oggi un nodo importante dei trasporti ferroviari con un lungomare poco attraente ma con quartieri rilassanti, appena ci si allontana dalla riva.
      Kartal
      Maltepe
      Pendik
      Sancaktepe
      Sultanbeyli
      Şile
      Tuzla — Tuzla è poco turistica ma è sede di diversi cantieri navali e università.
      Ümraniye
      Scutari (Üsküdar) — L'antica Scutari di Bitinia è oggi un comune con più di 500,000 abitanti. Vanta molti quartieri borghesi dove l'atmosfera è più rilassata che non sul caotico lato europeo del Bosforo.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Istanbul — si trova a circa 45 km a nord-ovest dal centro ed è situato sulla riva europea del Mar di Marmara. Inaugurato nell’ottobre 2018 sostituisce il vecchio aeroporto Ataturk ed è considerato l’aeroporto più grande al mondo.
Istanbul - L'aeroporto di Sabiha Gökçen
  • 40.89833329.3091671 Aeroporto Internazionale Sabiha Gökçen (SAW) (Dista 40 km dal molo di Kadikoy). Il secondo aeroporto internazionale di Istanbul è situato nella parte asiatica della città. Vi fanno scalo aerei di compagnie charter e low cost.
    C'è un hotel all'aeroporto, una mezza dozzina (ad esempio un Hilton) a Kurtköy 2 km a nord, poi un'altra dozzina a Pendik town (sulla costa di Marmara vicino alla stazione YHT) 6 km a sud.
    Collegamenti

    Usate l'autobus E10 per spostarvi tra l'aeroporto e la città, non c'è un collegamento con la metropolitana. Gli autobus passano anche dalla stazione della metropolitana Pendik all'aeroporto, ma questo impiega più tempo della E10. Gli autobus sono irregolari, un taxi potrebbe essere il miglior mezzo.
    Aeroporto Internazionale di Istanbul-Sabiha Gökçen su Wikipedia Aeroporto Internazionale Sabiha Gökçen (Q723622) su Wikidata

In nave[modifica]

Attraversare il Bosforo in nave è il metodo più piacevole e più veloce che tentare di attraversare i ponti congestionati. Le principali linee di traghetti sono:

  • Kadikoy - Eminönü
  • Kadıköy - Karaköy via Haydarpaşa
  • Kadıköy - Beşiktaş
  • Üsküdar - Eminönü
  • Üsküdar - Beşiktaş
  • Üsküdar - Eminönü e poi verso Eyüp nel Corno d'Oro

I traghetti dalla periferia occidentale, ad esempio Bakırköy, collegano anche Kadıköy e Bostancı, ma sono molto più costosi dei traghetti locali.

  • 41.0106129.0097842 Harem (si pronuncia hah-rehm) (Üsküdar, vicino all'omonimo terminal bus). Simple icon time.svg Lun-Sab 05:30-23:00 e Dom 19:00-22:00. Ci si arriva comodamente da Istanbul (terminal Sirkeci) con un traghetto di linea dopo circa un quarto d'ora di traversata nel grandioso scenario del Bosforo. Ci sono anche traghetti passeggeri regolari da Kadikoy a Üsküdar a sud e nord di Harem per Besiktas (per Beyoğlu) e Kabatas sul lato europeo. Il traghetto parte ogni 30 minuti.
  • 40.95160929.0940353 Bostancı. Vi arrivano i traghetti veloci dalle città lungo la costa meridionale del Mar di Marmara, come Yalova o Bandirma. Alcuni sono diretti, mentre altri si trasferiscono su un traghetto più piccolo dopo essere arrivati al molo di Yenikapı sul lato europeo. I veloci catamarani offrono una guida fluida e piacevole, un'ottima opzione per raggiungere Iznik o oltre.
  • 40.991629.02184 Kadikoy.
  • 41.027929.01535 Üsküdar.

In treno[modifica]

Sogutlucesme
  • 40.99214429.0363866 Stazione di Söğütlüçeşme (Söğütlüçeşme İstasyonu), Kadıköy (vicino al capolinea storico ormai in disuso di Haydarpaşa). Capolinea di Istanbul per i treni ad alta velocità da Ankara e da altre città orientali. Söğütlüçeşme railway station (Q7666457) su Wikidata
  • 40.8829.23047 Stazione di Pendic (a circa 1 km a sud delle omonime stazioni della metropolitana). Comoda per raggiungere l'aeroporto Sabiha Gökçen.
  • 40.95529.0968 Stazione di Bostanci (vicino al molo dei traghetti, a circa 1 km a sud delle omonime stazioni della metropolitana). Qui si fermano i treni ad alta velocità.

In bus[modifica]

Via terra verso Uskudar

Kéraban-le-têtu ("Keraban l'inflessibile") è l'ostinato protagonista del romanzo del 1883 di Jules Verne. Keraban Agha è un commerciante che vive a Üsküdar, sul lato asiatico, ma lavora a Galata, sul lato europeo. È con due visitatori d'affari di Rotterdam e vuole intrattenerli a casa, ma il governo ha imposto una nuova tassa sull'attraversamento del Bosforo. Sono dieci para - un para è 1/40 di kuruş, che è 1/100 di lira turca, quindi è un importo che potreste a malapena vedere con un microscopio. Kereban è ossessionato dall'idea di portare i suoi ospiti a Üsküdar quanto dal non pagare le tasse, quindi li conduce lì nel modo sbagliato. Vanno via terra intorno all'intera costa di 4000 km del Mar Nero attraverso quella che oggi è la Bulgaria, Romania, Ucraina, Crimea, Caucaso settentrionale, Abkhazia e costa settentrionale della Turchia. Oltre alla prospettiva della cena, c'è anche una corsa contro il tempo, che coinvolge una giovane donna bionda e un'eredità, e dei cattivi che cercano di ostacolare il progresso di Kereban. Il trio arriva alla sua residenza dopo un viaggio di 45 giorni.

Nel dicembre 2008 un gruppo di artisti turchi ha ripetuto il viaggio, sotto il nome "Sulle orme di Jules Verne". Hanno dovuto passare intorno alla Moldavia per evitare la zona di conflitto della Transnistria, non sono stati in grado di attraversare il confine tra Russia e Georgia e hanno incontrato molte altre seccature. Sono andati in giro per 14 giorni, ma hanno dichiarato che era ancora più difficile seguire lo stesso percorso dopo 125 anni.

Gli autobus che attraversano i ponti sono lenti nelle ore di punta (07:00-10:00 in direzione ovest verso l'Europa, 18:00-20:00 verso est in Asia). Gli autobus intercontinentali più utili sono:

  • N. 110 - Taksim e Beşiktaş a Kadıköy
  • N. 120 - Da Mecidiyeköy a Kadiköy
  • N. 112 - Taksim e Beşiktaş a Bostancı
  • N. 128 - Mecidiyeköy a Bostanci
  • N. 129T - Taksim e Beşiktaş fino a Bostancı, ai piedi della collina di Çamlıca

Il metrobüs (N. 34A) è più veloce, poiché ha una corsia dedicata agli autobus e necessita solo di un biglietto. Va da Beylikdüzü nella periferia occidentale via Edirnekapı appena fuori dalla città vecchia e Mecidiyeköy nel quartiere degli affari fino a Söğütlüçeşme appena ad est del centro di Kadıköy. Le stazioni Metrobüs sono solitamente un po' fuori dai soliti percorsi turistici, ma facilmente raggiungibili con una varietà di mezzi pubblici, inclusa la metropolitana da Piazza Taksim per la stazione di Mecidiyeköy.

I bus Dolmus funzionano 24 ore al giorno tra Taksim-Kadıköy e Taksim-Bostancı. Partono dalla strada accanto all'Atatürk Kültür Merkezi in piazza Taksim (di fronte al bordo della piazza rispetto a Istiklal Street) e costano circa 5,50 TL/persona.

  • 41.01119829.0118279 Stazione di Harem (Harem Otogari) (ha frequenti collegamenti in traghetto con Eminönü/Sirkeci a Üsküdar, vicino al porto di imbarco dei traghetti). Harem è la principale stazione degli autobus, con autobus che arrivano da tutta la Turchia asiatica. Non ci sono molti servizi.
  • 40.99626529.15369510 Terminal Ataşehir Dudullu (Ataşehir Dudullu Terminali), Şerifali, Serdivan Sokaği No:51, Ümraniye (vicino allo svincolo delle autostrade O-2 e O-4. A circa 3 km dalla stazione Dudullu sulla linea della metropolitana M5.). Da Ataşehir Dudullu, serve i sobborghi asiatici, tra cui Kadıköy e Üsküdar. Ci vogliono 1 ora e mezza per viaggiare tra Ataşehir Dudullu ed Esenler. Le aziende che utilizzano questa stazione sono: Efe Tour, Gülen Turizm, Nevsehir Seyahat, Nilüfer (incluso un percorso per Harem e Üsküdar), Özkaymak Turizm e Pamukkale (che gestiscono sei tratte. Il servis bus n ° 1 parte ogni 30 minuti (eccetto tra le 00:30 e le 05:30 quando parte ogni ora) per Kadıköy, Harem e Üsküdar).
  • 40.99898729.14897311 Terminal Ulusoy Atasehir (Ulusoy Atasehir terminali), Turgut Özal Blv., Ümraniye (vicino allo svincolo delle autostrade O-2 e O-4. A circa 5 km dalla stazione Dudullu sulla linea della metropolitana M5.).
  • 40.99734129.14058112 Terminal Ümraniye (Ümraniye dudullu), Hüsrev Sokağı, Ümraniye (vicino allo svincolo delle autostrade O-2 e O-4. Si trova a circa 3,3 km dalla stazione Altinsehir sulla linea della metropolitana M5), +90 4440562. Questo terminal è utilizzato da Kamil Koc. Ci vogliono da 1¼ a 1 ora e mezza per viaggiare tra questa stazione ed Esenler. Kamil Koc fornisce servizi gratuiti in varie località della parte asiatica, tra cui Harem e Üsküdar. Servis No.9 fornisce un trasferimento (che impiega dai 25 ai 30 minuti) tra la stazione degli autobus di Harem e il terminal dei traghetti.
  • 40.97060729.22098113 Terminal Samandira (Samandira tesis), all'angolo tra Fabrika Caddesi e Hatıra Sok nel distretto di Sancaktepe, +90 8502223455. Ci vogliono da 1¾ a 2 ore per viaggiare tra Samandıra ed Esenler. Il previsto prolungamento della linea metropolitana M5 non ha raggiunto i sobborghi che circondano questo mini terminal.

In metropolitana[modifica]

La linea Marmaray consente di spostarsi tra i continenti rapidamente.

Come spostarsi[modifica]

In bus[modifica]

I principali snodi di trasporto sono Kadıköy e Üsküdar, con linee dolmuş, autobus e minibus attraverso il distretto. Bostancı sulla costa di Marmara è un hub secondario. Dolmus tra Kadıköy-Üsküdar, Kadıköy-Bostancı e Bostancı-Kadıköy fino a tarda notte, corre anche da Kadıköy ad Acıbadem, Koşuyolu e vari punti.

In metropolitana[modifica]

La linea della metropolitana Istanbul M4 Line Symbol.svg va da Kadiköy verso est fino a Kartal, Pendik e Tavşantepe. È in corso un'estensione all'aeroporto Sabiha Gökçen, la cui apertura è prevista per la fine del 2021.

La linea della metropolitana Istanbul M5 Line Symbol.svg va da Üsküdar verso est fino a Çekmeköy.

In tram[modifica]

La linea del tram Istanbul T3 Line Symbol.svg collega Kadıköy e Moda, ma è più un viaggio nostalgico che un mezzo di trasporto pratico.

In auto[modifica]

Le strade principali del versante asiatico seguono per lo più un asse ovest-est. Queste sono le tre strade principali che collegano Kadıköy alle località dell'est (da sud a nord):

  • la strada rialzata (Sahil Yolu), che segue la costa del Mar di Marmara
  • Bağdat Avenue (a senso unico, da est a ovest, il che significa che non potete entrare da Kadıköy)
  • la strada colloquialmente nota come Minibüs Yolu.

Da Üsküdar, la strada principale colloquialmente conosciuta con la sua ex strada europea E-5 si trova a est verso le profondità dell'Asia, mentre un'altra strada chiamata anche Sahil Yolu collega i quartieri sulla riva del Bosforo a nord a Üsküdar.

In bicicletta[modifica]

Ci sono circa 20 km di piste ciclabili segnalate lungo il parco che segue la costa, partendo da pochi km a est di Kadıköy, passando per Bostancı e infine raggiungendo il confine orientale della città. La pista ciclabile è ben tenuta, ma attenzione ai pedoni che non hanno colto bene il concetto.

Cosa vedere[modifica]

Ci sono una serie di luoghi interessanti lungo la costa del Bosforo, con antichi palazzi, ville e quartieri caratteristici, e distese di parchi lungo la costa di Marmara.

  • 40.93166729.2547221 Collina Aydos (Aydos Tepesi) (a 20 km a est della città). Una collina boscosa di 537 m, il punto più alto di Istanbul. È un parco statale e ci sono i resti di un forte romano. Probabilmente è più facile accedervi con la metropolitana fino a Kartal, poi con dolmuş a Yakacık. Aydos Hill (Q4817974) su Wikidata
  • Costa del Mar Nero — Ci sono una serie di piccole località costiere, da Poyrazköy appena oltre il ponte sul Bosforo settentrionale, attraverso Anadolufenerli, Riva e Şile (il centro più grande) fino ad Ağva/Yeşilçay all'estremità orientale della provincia. Le solite attrazioni sulla spiaggia, ma il Mar Nero è spesso agitato e il rischio di annegamenti non sono rari.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

  • Potete fare shopping a Kadıköy, Üsküdar e Bağdat Street. La stagione dei saldi (prezzi con 50% di sconto) per l'inverno è dopo Capodanno e per l'estate dopo luglio.
  • I turchi fanno molti dei loro acquisti al Salı Pazarı o al Tuesday Bazaar, situato ad Hasanpaşa, non lontano dallo stadio Fenerbahçe. Potete ottenere buoni affari qui su qualsiasi cosa, dai prodotti ai vestiti agli articoli per la casa. Questa è un'esperienza da bazar meno turistica di quella che molti vedono al Grand Bazaar sul lato europeo.
  • Il bazar del pesce nella zona del mercato di Kadıköy è il luogo in cui la gente del posto va per pesce fresco e frutti di mare. Le pescherie sono aperte tutta la settimana; la maggior parte di loro vi pulirà il pesce (anche se non necessariamente gli hamsi, o le deliziose acciughe locali). Tenete d'occhio i gatti randagi che sgattaiolano via con pezzi di pesce abbandonato.


Come divertirsi[modifica]

Kadıköy ha una propria vita notturna, minore di Beyoğlu sul lato europeo, ma altrettanto vivace.

Dove mangiare[modifica]

  • Il balık-ekmek (letteralmente "pane di pesce", un pesce grigliato racchiuso in mezzo pane) è un pasto a basso budget sempre più popolare nei buffet della costa di Kadıköy, che può essere consumato per 3-3,50 TL. Il miglior balık ekmek può essere acquistato da uno qualsiasi degli stand appena fuori dal molo dei traghetti. Alcuni dei vari ristoranti di pesce nella zona del mercato, un po' nell'entroterra, vendono anche balık ekmek e sandwich di cozze con salsa all'aglio sulla strada.


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

DistrettoBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.