Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Bassa del Po di Lombardia > Oltrepò Pavese > Fortunago

Fortunago

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search


Fortunago
Panorama di Fortunago
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Fortunago
Fortunago
Sito istituzionale

Fortunago è un centro della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Fa parte dei Borghi più belli d'Italia.

Cenni geografici[modifica]

Fra le valli Coppa e Aldivestra, nell'Oltrepò Pavese. Dista 22 km da Voghera, 39 da Pavia, 57 da Piacenza, 35 da Tortona e 67 da Alessandria.

Cenni storici[modifica]

Fu insediamento dei Celti prima dell'impero romano. Con le successive invasioni barbariche fece parte del Comitato di Tortona, , quindi dal 1047 appartenne al Vescovo di Pavia. Federico Barbarossa lo infeudò nel 1164 ai nobili pavesi Malaspina, quindi nel 1362 fu preso dal capitano dei Visconti Luchino Dal Verme. Infeudato dagli Sforza a Pietro Dal Verme, alla sua morte passò a Gerolamo Riario, che lo rivendette a Cesare Malaspina. Il trattato di Utrecht assegna nel 1713 l'Oltrepò ai Savoia; dopo la parentesi della rivoluzione francese tutta l'area entra nel nuovo Regno d'Italia.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Sono centri abitati del territorio comunale di Fortunago i paesi di Cappelletta, Colombara, Costa Cavalieri, Costa Galeazzi, Gravanago, Molino della Signora, Sant'Eusebio e Scagni.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

In treno[modifica]

Italian traffic signs - icona stazione fs.svg
      • Stazione di Voghera
      • Stazione di Casteggio

In autobus[modifica]

  • Autobus di linea da Pavia e da Voghera.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

L'attrattiva maggiore di Fortunago è data dal suo ambiente, dalla cura con cui viene mantenuta la naturalità del paese. Non ci sono tapparelle, intonaci lisci, cancelli in alluminio e quant'altro deriva dalla cosiddetta modernità. Qui tutto è mantenuto secondo le tradizioni del passato: le case hanno muri in pietra, la pavimentazione delle strade è in porfido, i balconi delle case sono trionfi di fioriture. Questa atmosfera e questa cura nella conservazione della qualità di vita del passato hanno valso al paese l'inserimento nella compagine dei Borghi più belli d'Italia.

  • Chiesa di San Giorgio. Custodisce un bel trittico a tempera su legno che si data al XVI secolo. Sopra il portale conserva un affresco della Annunciazione di sicuro pregio. Nei pressi si scorgono tracce delle fondamenta della torre e dell'edificio di un antico castello che risale al Quattrocento.
  • Municipio. Il Palazzo comunale è costituito da una antica casa forte


Eventi e feste[modifica]

  • Festa della Paciada. Simple icon time.svg il 14 agosto. Cena in piazza
  • Sagra della Schita. Simple icon time.svg Ultimo sabato di luglio. Balli, danze, cabaret e consumo della trdizionale focaccina, appunti la schita.
  • Sagra di Sant'Eusebio (nell'omonima frazione di Sant'Eusebio). Simple icon time.svg Nel mese di agosto. La sagra della frazione di Fortunago da oltre trent'anni è caratterizzata da offerte gastronomiche (porchetta cotta a legna e altre specialità preparate al momento), vini locali, birra e serata danzante.
  • Fortunago in Arte. Simple icon time.svg nel mese di agosto. Mostre d'arte


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

  • Prodotti locali, Piazza delle Poste, 1. Simple icon time.svg Aperto nei fine settimana. Nella piazza funziona il fine settimana un punto vendita diretta di prodotti tipici locali: salumi, vini, formaggi, miele, confetture, frutta e verdura commercializzati da produttori che praticano esclusivamente agricoltura biologica.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Poco distante da qui c'è Varzi, e quindi il suo famoso salame è di casa sulla tavola fortunaghesca. Un piatto tipico vegetariano sono poi i malfatti, a base di erbette -di solito bietole-, pane grattugiato, formaggi e uova. Il brasato di manzo in umido con spezie e Bonarda è pure una pietanza frequente.

Prezzi medi[modifica]

  • La Pineta, Via Roma, 2 (anche albergo), +39 0383 875219. Cucina tipica locale con antipasti di salumi nostrani, risotti ai funghi porcini, secondi misti di carne, dolci della casa.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Varzi — Centro più importante dell'Alta Valle Staffora è località di villeggiatura, rinomata nache per la qualità del suo noto salame di Varzi che ha denominazione d'origine..
  • Zavattarello — Centro collega fra i Borghi più belli d'Italia, conserva il mirabile castello Dal Verme.
  • Sant'Alberto — La sua abbazia, dedicata all'omonimo Santo, ha notevoli affreschi antichi.
  • Salice Terme — Noto centro di cure termali.
  • Rivanazzano — Ha interessanti tracce del passato, uno stabilimento termale, una antica frazione arroccata su un colle con un castello dalla svettante torre: Nazzano.

Itinerari[modifica]

Informazioni utili[modifica]

  • Pro Loco: tel. +39 0383 875213, ore 8.30-14


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.