Scarica il file GPX di questo articolo

Brabante Settentrionale

Da Wikivoyage.
(Reindirizzamento da Brabante settentrionale)
Europa > Europa centrale > Benelux > Paesi Bassi > Paesi Bassi meridionali > Brabante Settentrionale
Brabante Settentrionale
Il centro di Eindhoven durante una domenica primaverile
Localizzazione
Brabante Settentrionale - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Brabante Settentrionale - Stemma
Brabante Settentrionale - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Brabante Settentrionale (Noord-Brabant), spesso abbreviato in Brabante, è una provincia nel sud dei Paesi Bassi.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il Brabante Settentrionale confina a nord con le province dell'Olanda Meridionale e della Gheldria, ad ovest con la Zelanda, a est con il Limburgo e a sud con il Belgio. Costituisce la seconda più estesa provincia dei Paesi Bassi dopo la Gheldria.

Con una densità di più di 500 abitanti per km² il Brabante Settentrionale appare fortemente urbanizzato. Le quattro città maggiori Breda, Tilburg, Eindhoven e 's-Hertogenbosch sono disposte in circolo al centro della provincia. Per il resto, tuttavia, il Brabante settentrionale costituisce ancora un paese rurale. Per scongiurare il pericolo che le quattro citta maggiori si fondessero fra loro, come avvenuto nella confinante provincia dell'Olanda Meridionale, fu creato al centro del Brabante l'area protetta "Het Groene Woud" (La foresta verde) e qualsiasi costruzione al suo interno fu interdetta.

Cenni storici[modifica]

Si presume che il nome Brabante derivi dal termine Braecbant, composto dalle parole braec (palude) e bans (villaggio). In base a questa teoria largamente accreditata, Brabante significherebbe "villaggi della palude".

Ciò che oggi costituisce la provincia amministrativa del Brabante Settentrionale fece parte, fino al XVII secolo, del ducato del Brabante che all'epoca si estendeva anche su vaste porzioni del confinante Belgio. L'epoca d'oro del ducato coincise con i secoli XIV e XV. Fu a quel tempo che le città di Brussels, Anversa, Lovanio, Breda e 's-Hertogenbosch ebbero la loro massima fioritura.

La firma del trattato conosciuto come Unione di Utrecht del 1579 segnò l'aspirazione delle province olandesi che avevano abbracciato la fede luterana a liberarsi dal giogo spagnolo determinando al contempo per il Brabante di fede cattolica l'inizio di una serie di turbolenze nell'ambito delle guerre di religione che sconvolsero l'Europa nella prima metà del XVII secolo.

Con la Pace di Vestfalia del 1648 che pose fine alla guerra dei trent'anni, la parte settentrionale del Brabante fu assegnata alla Repubblica delle Sette Province Unite. La popolazione del Brabante Settentrionale rimase saldamente ancorata alla fede cattolica, nonostante i tentativi della Repubblica di convertirla al Luteranesimo. La Repubblica punì gli abitanti del suo nuovo possedimento con l'imposizione di una serie di balzelli che ne frenarono lo sviluppo economico. Per sfuggire alla persecuzione religiosa la popolazione fu costretta a praticare la propria fede di nascosto.

Gli abitanti del Brabante riottennero i loro pieni diritti di cittadini solo in seguito al'invasione del paese da parte delle forze rivoluzionarie francesi e la conseguente istituzione della Repubblica Batava. Si trattò di un breve esperimento durato dal 1795 al 1806 e seguito dall'altrettanto effimero regno d'Olanda istituito da Napoleone Bonaparte come stato fantoccio per il suo terzo fratello, Luigi Bonaparte.

Il congresso di Vienna del 1815 decise la creazione di una nuova entità, il Regno Unito dei Paesi Bassi la cui corona fu assegnata alla casa d'Orange. Anche questo fu un esperimento di breve durata e finì 15 anni dopo con la secessione delle province meridionali francofone e cattoliche che diedero vita al regno del Belgio.


Territori e mete turistiche[modifica]

Regioni del Brabante Settentrionale
      Baronia di Breda — Il territorio storico della città di Breda.
      Kempen — Regione a sud di Eindhoven che storicamente si estendeva sul confinante Belgio. Il nome è una distorsione del latino Campinia o Campina (pianura).
      Paese di Heusden e d'Altena — (Land van Heusden en Altena) La regione settentrionale costituita da villaggi sparsi dei quali il più interessante è quello fortificato di Woudrichem.
      Langstraat — Il territorio della cittadina di Waalwijk, rinomata in passato per le sue concerie e calzaturifici.
      Maasland — Regione storica ad est del capoluogo e a sud del fiume Mosa. Costituisce una terra di verdi pascoli che in passato ha subito inondazioni frequenti dovute allo straripamento del fiume.
      Markiezaat — Il territorio storico della città di Berg-op-Zoom.
      Baliato di s-Hertogenbosch — (Meierij van 's-Hertogenbosch). Il territorio storico del capoluogo.
      Peel — La regione orientale ai confini con il Limburgo, caratterizzata da estese torbiere in parte istituite a parco nazionale.

Centri urbani[modifica]

  • 's-Hertogenbosch (informalmente Den Bosch) — Patria del pittore Hieronymus Bosch, conserva una magnifica cattedrale in stile tardo gotico. .
  • Bergen op Zoom — Un porto fiorente nel medioevo con una chiesa costruita su un'area sacrificale d'epoca romana.
  • Breda — Offre ai suoi visitatori un'interessante chiesa gotica, la Grote Kerk o chiesa grande.
  • Eindhoven — è una città postindustriale il cui sviluppo fu intimamente legato a quello della multinazionale Philips. Grazie al suo aeroporto ove Ryanair opera voli dall'Italia, Eindhoven costituisce uno dei principali punti di accesso al paese.
  • Helmond — Nominata per la prima volta in una bolla di papa Alessandro III, Helmond fu un fiorente centro del tessile ed è famosa per un fiabesco castello a pianta quadrata.
  • Kaatsheuvel — è un centro di 17.000 abitanti nei cui paraggi è dislocato Efteling, ritenuto uno dei migliori Parchi Divertimenti del Mondo simile nello stile a Disneyland ma istituito tre anni prima.
  • Roosendaal — Cittadina ai confini con il Belgio e nodo ferroviario sulla linea Amsterdam - Rotterdam - Anversa - Brussels - Parigi.
  • Tilburg — Città universitaria.
  • Waalwijk — Cittadina di origine medievale.

Altre destinazioni[modifica]

  • Nationaal Park De Biesbosch
  • Nationaal Park De Loonse en Drunense Duinen
  • Nationaal Park de Groote Peel
  • Strabrechtse Heide


Come arrivare[modifica]

La regione ha una fitta rete di autostrade e ferrovie e costituisce un nodo dei trasporti tra i porti di Rotterdam e Anversa e il Bacino della Ruhr ad est.

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Eindhoven è l'unico aeroporto della regione riservato al traffico passeggeri.

In nave[modifica]

Il fiume Mosa (Maas in olandese) che nasce in Francia e segna per un lungo tratto il confine tra il Brabante Settentrionale e il Limburgo, prima di confluire nel Reno, è navigabile. I principali porti fluviali su questo tratto del suo corso sono Cuijk ed Oss. Tramite i canali Zuid-Willemsvaart e Wilhelminakanaal e loro diramazioni è possibile raggiungere questi due porti dalle città di 's-Hertogenbosch e Tilburg con piccole imbarcazioni.

In treno[modifica]

I treni ad alta velocità Thalys, operanti sulla linea Parigi-Bruxelles-Amsterdam, attraversano il territorio del Brabante senza tuttavia effettuare alcuna fermata. In compenso esiste un servizio domestico di treni ad alta velocità dall'aeroporto di Schiphol ad Anversa con sosta intermedia a Rotterdam da cui parte una diramazione per la città di Breda.


Come spostarsi[modifica]

In nave[modifica]

Oltre al fiume Mosa riferito precedentemente sono navigabili con piccole imbarcazioni i canali Zuid-Willemsvaart che presenta una diramazione per il capoluogo 's-Hertogenbosch e il canale Guglielmina (Wilhelminakanaal) che attraversa la città di Tilburg.


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.