Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere di un professionista sanitario: leggi le avvertenze.
Virus SARS-CoV-2 osservati al microscopio elettronico. I picchi sul bordo esterno dei virus li fanno assomigliare a una corona, da cui il nome.

Il virus SARS-CoV-2 è la causa del COVID-19, una malattia respiratoria contagiosa che è stata identificata per la prima volta nel dicembre 2019, a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina. La malattia è un coronavirus, la stessa famiglia che include SARS, MERS e alcune varietà di raffreddore comune. COVID-19 sembra essere stato inizialmente trasmesso da un animale (probabilmente un pipistrello o forse un pangolino) e ora si è diffuso in molti Paesi del mondo.

Le persone anziane e quelle con condizioni di salute cagionevole rischiano gravi complicazioni, inclusa la morte. Tuttavia, anche giovani individui sani sono stati gravemente colpiti e sono persino morti. Un'infezione può causare effetti a lungo termine anche in persone che hanno sintomi lievi.

Sono state imposte una serie di restrizioni per combattere la diffusione del virus. Dai voli passeggeri a lunga distanza agli autobus locali tutti i trasporti sono stati ridotti o completamente interrotti in molti paesi a causa della scarsa domanda o degli ordini del governo. Molti confini internazionali e regionali sono chiusi. Considerate di posticipare un viaggio nelle aree interessate per evitare di essere infettati o messi in quarantena. Se dovete necessariamente viaggiare, prendete precauzioni e, dopo il viaggio, controllate la vostra salute e considerate l'auto-quarantena per due settimane per evitare di trasmettere la malattia ad altri. Prima della partenza, informatevi sulla vasta e rapida evoluzione dell'infezione, nonché sulla gamma di restrizioni di viaggio imposte in tutto il mondo. In ogni caso i viaggi sono altamente sconsigliati.

A causa della diffusione della malattia, si consiglia alle persone in molte parti del mondo di non viaggiare se non necessario, per evitare di essere infettati, messe in quarantena o bloccate a causa della modifica delle restrizioni e della cancellazione dei voli. Nelle aree in cui il virus è sotto controllo, le restrizioni ai viaggi sono state allentate, ma prestate molta attenzione alle raccomandazioni e alle restrizioni aggiornate: le restrizioni allentate possono essere nuovamente inasprite. Evitate i luoghi affollati quando possibile. Ciò non solo per proteggervi, ma anche coloro con cui entrate in contatto. Se dovete viaggiare, indossate una mascherina e prendete precauzioni come fareste per altre infezioni: lavatevi spesso le mani, evitate di toccarvi il ​​viso, tossite e starnutite nel gomito o in un fazzoletto ed evitate il contatto con persone malate.

Se siete lontani da casa, e specialmente se vi trovate in un altro paese, considerate di tornare a casa il prima possibile; la vostra possibilità di tornare a casa potrebbe ridursi nel prossimo futuro ulteriormente poiché ulteriori restrizioni continuano ad essere imposte. In alcuni casi potrebbe già essere troppo tardi. Se non riuscite a trovare un modo per tornare contattate l'ambasciata o il consolato più vicino per assistenza. Potrebbero essere in grado di organizzare un'evacuazione o darvi un prestito di emergenza per pagare il trasporto o la permanenza. Nel caso in cui non sia possibile, preparatevi per rimanere dove siete per un lungo periodo.

Aree interessate[modifica]

La maggior parte dei casi è partita Cina continentale, ma la malattia si è diffusa in tutto il mondo e ci sono sempre più nuovi casi sia al di fuori della Cina che al suo interno. L'11 marzo l'OMS dichiara ufficialmente che l'emergenza coronavirus è da considerarsi una pandemia. Il 13 marzo l'OMS afferma che l'Europa è il nuovo epicentro della pandemia e che il numero di casi cresce rapidamente nell'Europa meridionale e occidentale. Dall'inizio della pandemia di COVID-19, ci sono stati oltre 200 milioni di casi confermati e oltre quattro milioni di decessi (a metà settembre 2021).

La situazione varia notevolmente da paese a regione. In alcuni paesi, il virus è stato controllato con successo, con poca o nessuna trasmissione residua. In altri, i casi stanno crescendo rapidamente senza un chiaro percorso per tenerli sotto controllo. Altri sono da qualche parte nel mezzo, con una trasmissione comunitaria bassa o moderata e sforzi sostanziali per limitare la diffusione della malattia. Anche nei luoghi in cui il COVID-19 è stato messo sotto controllo, c'è sempre il rischio di un'altra epidemia. Tale rischio può essere ridotto con vaccinazioni, restrizioni di viaggio, precauzioni come indossare la maschera, test approfonditi combinati con la tracciabilità dei contatti e altri interventi, ma possono verificarsi epidemie impreviste. La situazione in molti paesi, inclusa una larga fetta del continente africano, non è chiara, in parte a causa dei test limitati. Le autorità non sono state in grado di testare tutti coloro che sono a rischio, quindi il numero reale di casi è probabilmente molto più alto di quello ufficiale. I paesi differiscono anche nelle loro pratiche di test e segnalazione, quindi i confronti del numero di casi segnalati non raccontano la storia completa di come l'epidemia è progredita in diverse aree.

C'è un certo fattore stagionale nella diffusione del Covid anche se non può spiegare completamente la riduzione dei casi che i paesi europei hanno sperimentato nelle estati del 2020 e del 2021 (mentre i casi negli Stati Uniti sono rimasti elevati per tutta l'estate del 2020). Molti paesi si aspettano che i casi aumentino quando le temperature scendono e viceversa, quindi tenetelo in considerazione per i vostri piani di viaggio.

Trasmissione[modifica]

Il virus viene trasmesso attraverso le goccioline del respiro. Vi è anche l'indicazione che la trasmissione da una via fecale a orale è possibile, poiché il virus è stato isolato dalle feci. Il coronavirus è un virus relativamente grande, il che significa che non si disperde nell'aria: si deposita nelle goccioline respiratorie. Il mantenimento di una distanza di 2 metri è sufficiente per impedire la trasmissione delle stesse.

A partire da febbraio 2020, la trasmissione del virus dagli oggetti è ancora oggetto di indagine. Sulla base delle prove fornite dalla SARS, esiste la possibilità di tale trasmissione tramite le goccioline respiratorie. Sempre sulla base delle prove fornite da SARS e MERS, il virus SARS-CoV-2 potrebbe durare in superficie fino a 9 giorni.

Sintomi[modifica]

Un diagramma dei sintomi COVID-19. La maggior parte dei pazienti manifesta solo alcuni di questi sintomi e alcune persone infette non presentano alcun sintomo.

I sintomi più comuni includono febbre, tosse secca e talvolta affaticamento e mancanza di respiro. Altri sintomi meno comuni includono naso che cola, mal di gola, diarrea o dolore muscolare. Complicanze gravi includono polmonite, sindrome da affanno respiratorio acuto e insufficienza multiorgani che porta a disabilità o morte. Circa l'80% delle infezioni provoca sintomi lievi, mentre il resto può portare a ricovero in ospedale. La maggior parte dei casi guarisce senza cure speciali, mentre alcuni si ammalano gravemente. Si ritiene che il tasso di mortalità per infezione sia compreso tra 0,5 e 1%. A livello globale, il tasso di mortalità dei casi è del 3,65% dei casi confermati, ad agosto 2020, ma varia ampiamente a seconda della strategia di test. I tassi di mortalità sono più alti tra gli anziani e più bassi tra i bambini piccoli.

I soggetti più a rischio di infezione da COVID-19 e con possibili gravi complicanze sono gli anziani e i soggetti con sistema immunitario debole o in condizioni di salute precaria. Per i giovani adulti e i bambini, l'infezione può provocare una lieve malattia simile al colpo di freddo. Meno dell'1% dei primi 44.672 casi segnalati in Cina riguardava bambini di età inferiore a 10 anni senza decesso e comunque sempre con sintomi lievi. Alcune persone infette non manifestano alcun sintomo. Dal punto di vista professionale, gli operatori sanitari hanno un rischio maggiore rispetto ad altri gruppi di malattie tra lavoratori e nelle strutture sanitarie.

Il tempo tra l'esposizione al virus e l'insorgenza dei sintomi (periodo di incubazione) è in genere tra 2 e 14 giorni, sebbene in Cina sia stato segnalato un caso in cui i sintomi sono comparsi 27 giorni dopo l'esposizione. A partire da febbraio 2020, il periodo di incubazione è sconosciuto, ma è probabilmente più significativo quando le persone sono sintomatiche. Esistono prove limitate di trasmissione da parte di persone che non presentano sintomi, sebbene sia ancora in fase di studio. È anche possibile essere reinfettati dal virus dopo essere guariti una prima volta.

Gli effetti a lungo termine per le persone che si sono riprese rimangono poco chiari, ma ci sono prove di una ridotta capacità polmonare in alcuni pazienti guariti. Ci sono anche alcune prove che le persone possono sviluppare sintomi simili alla sindrome di Kawasaki dopo essersi ripresi da COVID-19, mentre la malattia è stata anche collegata a un aumentato rischio di trombosi.

Test[modifica]

Se ritieni di essere infetto, chiama un ospedale o un servizio medico di emergenza locale invece di andare di persona per evitare di infettare gli altri. Riferisci i tuoi sintomi e i tuoi spostamenti. Indossa una mascherina medica e segui le istruzioni delle autorità e dei medici. Non cercare di auto-medicati con trattamenti non approvati.

Sono disponibili test per vedere se sei infetto da COVID-19. Molti di loro usano una tecnica chiamata "reazione a catena della polimerasi", quindi vedrai riferimenti a "test PCR". Le politiche di test dei paesi variano: in alcuni luoghi puoi fare il test solo con una buona ragione (come sintomi o viaggi recenti), ma in altri luoghi puoi fare test su richiesta. Il test può essere gratuito, coperto da assicurazione o potrebbe essere necessario pagarlo da soli.

Alcuni paesi richiedono un recente test PCR negativo per i viaggi. I test non sono completamente affidabili, soprattutto se li prendi troppo presto o troppo tardi dopo l'infezione. Ecco perché la quarantena potrebbe essere ancora necessaria. Le strutture pubbliche di test (destinate a coloro che presentano sintomi) potrebbero non essere in grado di fornire test per i turisti. Prendere accordi in anticipo per ottenere un test adeguato nel giorno corretto, con la documentazione appropriata.

Sono disponibili anche test immunologici per determinare se si dispone di anticorpi COVID-19 (un'indicazione che si è stati infettati in passato). Non sono nemmeno completamente affidabili e non è ancora chiaro in che misura gli anticorpi forniscano l'immunità. Tuttavia, un test degli anticorpi può anche essere un requisito per viaggiare in alcuni paesi.

In alcuni paesi, il sistema sanitario è stato teso al punto da non essere in grado di gestire l'enorme numero di pazienti e c'è la possibilità che ti venga rifiutato il trattamento a causa della mancanza di personale medico, forniture o attrezzature disponibili. Ciò significa anche che se hai bisogno di cure mediche per un motivo non correlato a COVID, potresti avere problemi a ottenerlo.

Prevenzione[modifica]

Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o disinfettare le mani con alcol
Le maschere chirurgiche sono raccomandate per coloro che sono sospettati di portare la malattia e sono richieste in pubblico in buona parte del mondo.

La maggior parte dei governi di tutto il mondo ha consigliato ai propri cittadini di non recarsi nei Paesi gravemente colpiti dall'epidemia. Molte compagnie aeree stanno cancellando voli e favorendo il rimborso del biglietto. Il CDC statunitense ha anche raccomandato di posticipare i viaggi nelle navi da crociera in Asia poiché sono stati rilevati casi di virus su alcune navi da crociera, portando a quarantene e negato il permesso di attraccare.

Si raccomanda di seguire le pratiche igieniche come per la prevenzione dell'influenza; queste includono:

  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o un disinfettante per le mani con alcol> 60%
  • Evitare di toccarsi gli occhi, il naso e la bocca con le mani
  • Tossire e starnutire nel gomito se un tessuto non è disponibile

Altre azioni includono:

  • Pulire oggetti e superfici che molte persone toccano, come maniglie delle porte, telefoni e telecomandi della televisione con i normali detergenti domestici
  • Restare assolutamente a casa quando si è malati ed evitare il contatto con altre persone fino a quando i sintomi non scompaiono
  • Non condividere oggetti personali che vengono a contatto con la saliva come spazzolini da denti, utensili da cucina, bevande, bottiglie d'acqua e asciugamani. La pratica di servirvi da un piatto comune, comune in Cina, dovrebbe essere totalmente evitata.
  • Salutare le persone senza toccarle - evitare abbracci e baci ed evitare le strette di mano. Lavatevi le mani sia prima che dopo una stretta di mano.
  • Prendete un vaccino antinfluenzale: non vi proteggerà dal coronavirus, ma vi proteggerà parzialmente dall'influenza, che rimane un rischio maggiore rispetto a COVID-19 in molte aree. Ciò vi salverà anche inutili preoccupazioni in caso di influenza, pensando di avere il coronavirus
  • Mantenete la distanza di almeno un metro dall’altra persona, anche tra parenti, figli e partner. A tavola mangiate alternando un posto libero. In auto bisogna viaggiare al massimo in due, il conducente davanti e il passeggero dietro.

Indossare maschere chirurgiche (non maschere antipolvere sottili) è stato inizialmente raccomandato solamente per coloro che sono sospettati di avere la malattia e coloro che sono a stretto contatto con persone infette (per coloro che sono asintomatici, l'OMS non raccomandava le maschere poiché potrebbe paradossalmente aumentare la probabilità di infezione dato che può far sì che le persone si tocchino più spesso il viso), mentre adesso sono necessarie in buona parte del mondo (in alcune zone, come l'Alto Adige e l'Austria sono obbligatorie in determinate circostanze quelle di tipo FFP2 o FFP3), contro l'iniziale obbligatorietà solo in alcune delle principali città della Cina. Nel 2020 vi è stata carenza mondiale di maschere chirurgiche, particolarmente gravi in ​​Cina, mentre questi problemi nel 2021 si sono molto rarefatti, se non addirittura spariti.

Se indossate una maschera, assicuratevi di usarla correttamente. La maschera dovrebbe coprire naso e bocca e adattarsi senza spazi vuoti. Lavatevi le mani prima di indossarla ed evitate di toccarla mentre la indossate. Se la toccate, lavatevi le mani immediatamente dopo. Quando la maschera diventa umida, scartatela e sostituitela. Rimuovetela dalla parte posteriore, gettala via e poi lavatevi le mani. Non riutilizzate le maschere monouso. Ricordate che le maschere non sostituiscono una buona igiene; continuate a lavarvi le mani frequentemente.

Non fate scorta di maschere se non ne avete bisogno. La carenza di maschere significa che gli operatori sanitari avranno difficoltà a procurarsele, il che mette a rischio tutti. Ciò include i respiratori N95, che non sono raccomandati per il grande pubblico: si tratta di attrezzature speciali che devono essere montate per essere efficaci. Lasciateli agli operatori sanitari.

Gli eventi che coinvolgono un grande raduno di persone, dai pellegrinaggi religiosi ai concerti di musica, vengono annullati in tutto il mondo, nel tentativo di contenere la diffusione del virus. Le attrazioni turistiche, il commercio e i trasporti potrebbero essere chiusi, specialmente nei Paesi interessati. Evitate di recarvi in zone molto affollate.

Se ritenete d'essere infetti, chiamate un ospedale (o una numerazione preposta, se esistente) invece di andare di persona per evitare di infettare gli altri. Menzionate i sintomi e la cronologia dei viaggi. Indossate una maschera chirurgica e seguire le istruzioni di autorità e medici.

Durante il volo[modifica]

Tour virtuali

Molti musei, attrazioni e persino parchi nazionali offrono tour virtuali, in modo che i potenziali visitatori chiusi a casa possano sperimentarli su Internet. Alcune istituzioni stavano già offrendo tour virtuali; altri hanno lavorato duramente durante questa crisi per rendere operative le visite online. Certi spettacoli sono registrazioni in streaming di eventi passati. Per altre attrazioni, le webcam in diretta consentono di vedere di persona cosa sta succedendo in zoo, parchi e siti turistici famosi.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Voli e salute.

Su un aereo, seguite le stesse pratiche igieniche in uso in qualsiasi altra parte: lavatevi spesso le mani o usate un disinfettante per le mani a base di alcol se non siete convinti lasciate il vostro posto ed evitate di toccarvi il ​​viso. I ricercatori hanno scoperto che i passeggeri seduti nei finestrini hanno meno rischi di contatto con persone malate. Provate a prenotare un posto vicino al finestrino ed evitate di spostarvi in cabina durante il volo.

Dopo esservi lavati le mani e prima di sedervi, usate salviette disinfettanti per pulire l'area intorno al vostro sedile. Pulite le superfici dure e se il vostro sedile è in pelle pulite anche quello. Non pulite un sedile in tessuto, poiché l'umidità può facilitare la trasmissione. Quando si usano salviette disinfettanti, seguite le istruzioni sulla confezione. Ricordate, i virus entrano attraverso la bocca, il naso e gli occhi: pulire l'area non fa male, ma non è un sostituto per una corretta igiene. Lavatevi le mani ed evitate di toccarvi il viso. E usate un fazzoletto per toccare il touchscreen o altri dispositivi.

Quando si utilizza il gabinetto, utilizzare salviette di carta per chiudere il rubinetto e aprire la porta, quindi gettateli via.

Le compagnie aeree delle aree interessate stanno adottando misure per ridurre la trasmissione e proteggere i passeggeri. Ad esempio, queste possono includere servizi di pulizia più frequenti, che consentono agli assistenti di volo di indossare maschere o servendo pasti preconfezionati anziché pasti appena riscaldati. Se un gruppo di passeggeri si collega da un'area in cui è scoppiato un grave focolaio, gli assistenti di volo potrebbero essere in grado di farli sedere lontano dal resto dei passeggeri.

Potrebbe essere vietato cambiare posto sul volo. In questo modo, se qualcuno sul volo risulta infetto, le autorità possono rintracciare le persone che erano sedute vicino a loro per i test o la quarantena.

Trattamento e vaccini[modifica]

Se ritenete di essere infetti, chiamate un ospedale o i servizi medici di emergenza locali invece di andare di persona per evitare di infettare gli altri. Menzionate i vostri sintomi e la storia del viaggio. Indossate una maschera medica e seguite le istruzioni delle autorità e dei medici. Non cercate di auto-medicarvi con trattamenti non provati.

Sono disponibili test per vedere se siete infetti da COVID-19. Le politiche di test dei paesi variano: in alcuni luoghi è possibile eseguire il test solo per una buona ragione (come sintomi o viaggi recenti), ma in altri luoghi è possibile eseguire il test su richiesta. Il test può essere gratuito, coperto da assicurazione o potrebbe essere necessario pagarlo. Alcuni paesi impongono test obbligatori nei luoghi in cui emergono i focolai di infezione da COVID-19 e potreste incorrere in responsabilità penali se non eseguite un test.

Alcuni paesi richiedono un recente test PCR negativo per viaggiare. I test non sono completamente affidabili, soprattutto se li fate troppo presto o troppo tardi dopo l'infezione. Ecco perché potrebbe essere ancora necessaria la quarantena. Le strutture pubbliche per i test (destinate a coloro che presentano sintomi) potrebbero non essere in grado di fornire test per i viaggi. Prendete accordi in anticipo per ottenere un test adeguato nel giorno corretto, con la documentazione appropriata.

Sono disponibili anche test anticorpali per determinare se si dispone di anticorpi COVID-19 (un'indicazione che si è stati infettati in passato). Non sono nemmeno completamente affidabili e non è ancora chiaro fino a che punto gli anticorpi forniscano l'immunità. Tuttavia, un test anticorpale può anche essere un requisito per viaggiare in alcuni paesi.

In alcuni paesi, il sistema sanitario è stato allungato al punto da non essere in grado di gestire l'enorme numero di pazienti e c'è la possibilità che vi venga rifiutato il trattamento a causa della mancanza di personale medico, forniture o attrezzature disponibili. Ciò significa anche che se avete bisogno di cure mediche per un motivo non correlato a COVID, potreste avere problemi a ottenerle.

Se siete infetti da COVID-19, i Paesi vi isoleranno fino a quando diversi test consecutivi al virus risulteranno negativi. Se siete stato a stretto contatto con qualcuno infetto, molti Paesi vi metteranno in quarantena per 14 giorni dall'ultima esposizione e monitoreranno i sintomi. Alcuni Paesi vi metteranno anche alla prova dei sintomi.

Vaccinazione[modifica]

I vaccini COVID-19 vengono resi disponibili in molti paesi, gli operatori sanitari in prima linea e i gruppi vulnerabili come gli anziani hanno avuto la priorità. Fatevi vaccinare non appena siete idonei o invitate a farlo, al fine di proteggere voi stessi e chi vi circonda.

La vaccinazione non è una garanzia contro l'infezione (e, cosa più importante, la diffusione del COVID ad altri se si è infetti), quindi è necessario mantenere altre misure, ma riduce notevolmente il rischio di infezione e il rischio di sviluppare complicazioni potenzialmente letali anche se venite infettati.

A seconda del paese, per determinati viaggi o attività potrebbe essere necessaria la prova della vaccinazione. Tuttavia, in molti paesi, la prova della vaccinazione potrebbe ancora non esonerarvi dalle misure imposte, inclusa la quarantena, per i motivi sopra indicati.

Ci sono oltre una mezza dozzina di vaccini in uso diffuso e ancora di più ancora in fase di sperimentazione clinica. I vaccini che sono stati approvati dall'OMS includono vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech e Moderna), vaccini a vettori virali (AstraZeneca e Johnson & Johnson) e vaccini a virus inattivati ​​più tradizionali (Sputnik, Sinopharm e Sinovac). Molti altri stanno attraversando il processo di approvazione. Mentre tutti i vaccini approvati dall'OMS sono molto efficaci nel prevenire gravi complicazioni e morte, la loro efficacia quando si tratta di prevenire casi lievi e asintomatici varia tra i vaccini e le varianti del virus. Alcuni paesi consentono ai vaccinati di entrare più liberamente (o del tutto) e richiedono la prova della vaccinazione o un recente test negativo per l'ammissione in alcuni luoghi. Tuttavia, non tutti i paesi approvano tutti i vaccini.

Restrizioni di viaggio[modifica]

Controlli, quarantena e auto-quarantena

Quando uscite o tornate a casa da un'area interessata, aspettatevi d'essere controllati e interrogati sul vostro viaggio e sui possibili sintomi. Per riferimento, il CDC degli Stati Uniti ha pubblicato una spiegazione delle loro procedure di controllo e quarantena. Tali controlli saranno differenti in altri Paesi, ovviamente, e cambiano man mano che la situazione si evolve.

Se hai intenzione di viaggiare, soprattutto a livello internazionale, tieniti aggiornato su eventuali restrizioni e requisiti legati alla pandemia nella tua destinazione e nel tuo paese di origine. Le restrizioni variano notevolmente e possono cambiare frequentemente.

Molti paesi hanno bloccato o limitato grandemente i voli, navi e valichi di frontiera, soprattutto da e verso le aree gravemente colpite. Ancora più paesi hanno imposto restrizioni ai viaggiatori in arrivo, vietando l'ingresso (forse con un'eccezione per i cittadini locali e i residenti permanenti), richiedendo un risultato del test negativo entro 72 ore prima del viaggio o richiedendo che tu sia messo in quarantena, in genere per 14 giorni e possibilmente a tue spese. Anche se non viene imposta una quarantena obbligatoria, ti potrebbe essere chiesta una "auto-quarantena" rimanendo a casa e non interagendo con altre persone. Molte restrizioni variano a seconda della provenienza dei viaggiatori o della loro cittadinanza o residenza, ma molti paesi le applicano a tutti i viaggiatori in arrivo. Alcuni paesi hanno addirittura vietato l'ingresso a tutti o quasi gli stranieri. Per lo meno, aspettati di essere sottoposto a screening e interrogato sulla tua storia di viaggio e su eventuali sintomi.

Alcune informazioni generali sulle restrizioni all'ingresso sono gestite dalla International Air Transport Association (IATA), non copre tutte le restrizioni, ma è comunque utile. La fonte più affidabile di informazioni sulle restrizioni dovrebbe essere pubblicata sul sito web del ministero degli esteri o delle dogane e dell'immigrazione di ogni paese. Per i paesi dell'UE, il database/mappa più dettagliato delle restrizioni aggiornate è elencato sul sito web ufficiale dell'Unione europea. Tieniti aggiornato: i focolai e le restrizioni ai viaggi stanno cambiando rapidamente.

Le restrizioni del tuo paese potrebbero impedirti di viaggiare anche all'estero. I governi di alcuni paesi vietano ai propri cittadini e residenti di lasciare il paese, con eccezioni. Anche i paesi che consentono ai cittadini di partire possono consigliare vivamente di evitare i viaggi. Alcuni paesi hanno sospeso il rinnovo dei passaporti e le domande di visto; anche dove l'elaborazione di passaporti e visti continua, è probabile che subisca ritardi. E per di più i voli sono stati drasticamente ridotti in tutto il mondo.

Per i viaggi nel prossimo futuro, considera la possibilità di effettuare prenotazioni rimborsabili nel caso in cui la situazione mutevole ti costringa a modificare i tuoi piani. Evita di acquistare i biglietti con una coincidenza in un'area interessata: anche il cambio di aereo può renderti soggetto a restrizioni. Poiché COVID-19 è ora un evento preesistente, l'assicurazione di viaggio non ti coprirà se devi annullare o modificare i tuoi piani.

Cancellazioni[modifica]

Voli, treni e autobus possono essere cancellati con poco preavviso, a causa della diffusione della malattia e delle restrizioni all'ingresso in continua evoluzione, o semplicemente perché non ci sono abbastanza viaggiatori per riempire i posti. Potrebbe esserti negato l'imbarco a causa di una restrizione di cui non eri a conoscenza o anche perché la persona che controlla il tuo biglietto ha sbagliato le restrizioni. E potresti anche essere ritardato di ore all'arrivo in attesa di controlli della temperatura e relative procedure e documenti, o addirittura essere messo in quarantena per due settimane. Preparati a interrompere i tuoi programmi di viaggio, soprattutto se viaggi a livello internazionale.

Se sei infetto da COVID-19, potresti essere isolato fino a quando diversi test consecutivi per COVID-19 non risultano negativi o fino a un certo numero di giorni dopo la cessazione dei sintomi. Se sei stato in stretto contatto con qualcuno infettato da COVID-19, molti paesi ti metteranno in quarantena per 14 giorni dall'ultima esposizione e ti monitoreranno per segni e sintomi. Alcuni paesi ti metteranno alla prova anche se non hai sintomi.

Quarantene e altre restrizioni interne[modifica]

Alcuni paesi e regioni, specialmente quelli gravemente colpiti, hanno implementato blocchi di emergenza e restrizioni sui movimenti e le attività delle persone, anche per coloro che non sono stati recentemente all'estero. Questi includono la reintroduzione temporanea di alcuni controlli alle frontiere, restrizioni ai viaggi all'interno del paese (ad esempio, registrazione obbligatoria o quarantena all'arrivo in alcuni stati o province), chiusura o limitazione del servizio nei ristoranti e altri stabilimenti, divieto di grandi eventi pubblici e nei casi più gravi vieta alle persone di uscire di casa se non per motivi essenziali. Al di là delle restrizioni governative, le singole attività hanno chiuso i battenti e cancellato gli eventi per cercare di ridurre la diffusione del virus.

Nel tentativo di contenere un'epidemia nazionale e rintracciare pazienti infetti, vari paesi hanno sviluppato la ricerca dei contatti applicazioni mobili, come ad esempio la Cina, la Scozia, Singapore, l'Australia e Nuova Zelanda. Dovreste scaricare e registrarvi (se necessario) in queste app prima del viaggio. In alcuni paesi il loro utilizzo è in gran parte obbligatorio.

Le sanzioni per la violazione delle restrizioni variano in base al luogo: in alcuni luoghi non vengono applicate molto, ma in altri le autorità prendono le regole molto sul serio e comminano multe salate per le violazioni.

Prenotazione voli[modifica]

Con molti voli cancellati, avvisi emessi e restrizioni imposte, volare al tempo del coronavirus può essere una sfida. Alcuni percorsi non sono possibili. Altri richiederanno collegamenti più scomodi del solito: più scali e lunghe attese tra i voli. In alcuni casi ciò significa biglietti più costosi.

D'altra parte, la buona notizia è che molti voli sono più economici del solito a causa della diminuzione della domanda e ci sono buone probabilità che tu abbia un posto vuoto accanto a te.

Guadagna tempo extra per i tuoi collegamenti, soprattutto se stai effettuando il trasferimento da un volo internazionale a un volo interno e soprattutto se il tuo itinerario coinvolge un paese che ha restrizioni rigorose. Screening, controlli della temperatura, documenti aggiuntivi e l'attesa possono aggiungere minuti o ore prima che ti sia permesso di continuare il tuo viaggio.

Potrebbe essere più difficile del solito acquistare un biglietto da o verso una destinazione soggetta ad avvertenze e restrizioni.

I voli in coincidenza possono essere un problema. Il rischio di rimanere bloccati nella città di collegamento è più alto del solito in questo momento, a causa di ritardi per lo screening e i test e per le cancellazioni estese. Il collegamento in un'area interessata può comportare restrizioni all'ingresso in seguito e, se sei stato in un'area interessata di recente, alcuni paesi non ti permetteranno nemmeno di cambiare aereo. Su alcuni itinerari c'è il rischio di essere messi in quarantena da qualche parte lungo il percorso. Quindi prenota un volo senza scalo se puoi, e in caso contrario, pensa attentamente a dove connetterti. Evita brevi soste.

Una volta prenotato il tuo biglietto, controlla la prenotazione nel caso in cui il tuo volo venga cancellato. Le compagnie aeree stanno riducendo drasticamente i voli e le cancellazioni dei voli sono diventate comuni. Se il tuo volo viene cancellato, contatta la tua compagnia aerea o agenzia di viaggi. A seconda della rotta, un altro volo nello stesso giorno potrebbe non essere disponibile o non nella stessa fascia di prezzo, quindi potrebbe essere necessario riprogrammare per un giorno diverso.

In tempi incerti, i piani possono cambiare. Considerate l'acquisto di biglietti rimborsabili.

Assistenza consolare[modifica]

Molte ambasciate e consolati hanno evacuato il personale non essenziale e alcune hanno chiuso completamente le operazioni. L'assistenza di emergenza dovrebbe essere ancora disponibile, anche se è possibile che tu debba contattare un consolato più lontano se il tuo locale ha chiuso. Se sei rimasto bloccato a causa della pandemia, il consolato più vicino potrebbe aiutarti a trovare un volo per tornare a casa, organizzare un prestito di emergenza in modo da poter acquistare un biglietto o fornire un passaporto di emergenza. Per lo meno possono tenerti informato sulla situazione locale e informarti sui requisiti e sulle restrizioni di viaggio introdotti di recente.

I servizi consolari ordinari come il visto e l'elaborazione del passaporto possono essere sospesi o limitati a necessità urgenti, a seconda del luogo e del consolato.

Post-quarantena[modifica]

Dal mese di maggio diverse nazioni europee hanno allentato le disposizioni di quarantena consentendo gli spostamenti interni e la progressiva riapertura di attività e collegamenti. Le restrizioni su base nazionale sono legate alle situazioni sanitarie della nazione e per questa ragione non vi è una regolamentazione univoca. Alcune nazioni hanno registrato gli incrementi nei contagi più tardi rispetto all’Italia come ad esempio la Russia o il Brasile e per questa ragione la fase di normalità sarà ritardata rispetto ad altri. In Europa non si registrano ancora decisioni comuni in merito alla possibilità di viaggiare, salvo decisioni prese da singole nazioni che consentono solo ad alcuni paesi gli spostamenti per turismo.

Rispetto[modifica]

Sebbene alcune persone chiamino la malattia "polmonite di Wuhan" (武汉 (漢) 肺炎 / 武 肺), "malattia di Wuhan" o "virus cinese", l'uso di questi termini è considerato razzista in Cina e da molte persone di origine cinese. È ancora comune riferirsi alla malattia come "polmonite di Wuhan" o "virus cinese" in luoghi come Hong Kong e Taiwan. Per rispetto, usate termini neutri in termini di posizione quando vi riferite alla malattia, come "COVID-19", "nuovo coronavirus", o semplicemente "il virus" o "la pandemia".

Sicurezza[modifica]

A seguito dell'epidemia di coronavirus, c'è stato un picco mondiale di incidenti di tipo razzista contro persone di origine dell'Asiatica, comprese in maggiori città come New York, Londra e San Francisco e sporadici episodi in Italia.

A Hong Kong, la Sinofobia, che all'inizio era già molto elevata, si è intensificata a seguito dell'epidemia, con il risultato che molti negozi e ristoranti stanno ora negando il servizio ai clienti della Cina continentale e vietando loro di entrare nei locali (con l'eccezione di Taiwan).

I livelli di xenofobia sono aumentati anche nell'Asia orientale, con alcuni ristoranti in Giappone e Cina che rifiutano il servizio ai clienti stranieri.

Simili episodi di Africa contro gli occidentali, si segnalano anche casi isolati contro italiani speso impossibilitati ad eseguire attività ordinarie per timore di infezioni.

Maggiori informazioni[modifica]

Fonti per ulteriori informazioni sull'epidemia di coronavirus includono:

Diverse teorie di disinformazione e cospirazione sul virus vengono promosse online e persino da alcuni funzionari governativi, quindi fate attenzione a quali fonti fate vi riferite per le informazioni.

In una crisi, è naturale voler continuare a seguire gli ultimi aggiornamenti, ma potrebbe essere meglio moderare la quantità di notizie attenersi a fonti di notizie affidabili. Se normalmente guardate le notizie due volte al giorno, segui il programma ma fate qualcos'altro, piuttosto che avere seguirle 24 ore su 24.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma la maggior parte delle sezioni ha contenuti. Nel complesso ha almeno una buona panoramica dell'argomento.