Scarica il file GPX di questo articolo

Lago d'Iseo

Da Wikivoyage.
Lago d'Iseo
Vista aerea di parte della sponda bresciana del Lago d'Iseo e di Monte Isola.
Localizzazione
Lago d'Iseo - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Sito del turismo

Il Lago d'Iseo, o Sebino, è un lago della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il lago d'Iseo si trova tra le province di Bergamo e Brescia ed il suo principale fiume immissario ed emissario è il fiume Oglio. La parte alta del lago e la sponda occidentale sono caratterizzate per lo più da un piccolo tratto costiero costeggiato da montagne, tra le quali spicca il Monte Guglielmo (1.957 m s.l.m.) tra Zone e Marone e il Monte Bronzone (1.334 m s.l.m.). Caratteristici della parte alta del lago, soprattutto tra Riva di Solto e Castro, sono anche gli orridi, lastroni di roccia verticali a strapiombo sull'acqua.

Quando andare[modifica]

La stagione turistica va da maggio a settembre.

Cenni storici[modifica]

Veduta dell'Isola di San Paolo dalla passerella The Floating Piers

Come è stato possibile affermare grazie a ritrovamenti palafitticoli nella parte bassa del lago, la zona era già abitata in epoca preistorica.

Durante l'impero romano la zona crebbe di importanza e vennero costruite delle terme a Predore e a Clusane (di quest'ultime rimangono solo degli archi murati).

Dopo la discesa, nel 1161, di Federico Barbarossa, la zona visse un periodo di continua lotta tra Guelfi e Ghibellini.

Nel 1859 tutti i paesi del Lago entrarono ufficialmente a far parte del Regno di Sardegna.

Dal 18 giugno al 3 luglio 2016 l'artista bulgaro-americano Christo ha realizzato una serie di passerelle galleggianti, The Floating Piers sulle acque del lago d'Iseo. L'installazione è composta da circa 3 km di pontili galleggianti larghi 16 m e composti da cubi di polietilene estruso ad alta densità ricoperti da un tessuto sintetico arancione. I pontili sono in tutto 4, il primo, lungo mezzo chilometro, collegava Sulzano e Peschiera, il secondo, di circa 1 km, da Peschiera si dirigeva verso l'Isola di San Paolo, ma prima di raggiungerla si biforcava in 2 (700 e 250 m) creando una sorta di triangolo e formando un periplo attorno alla piccola isola privata. Christo e la moglie Jeanne Claude avevano inizialmente sviluppato questo progetto per la foce del Rio de la Plata Buenos Aires, ma le autorità locali non concessero mai le autorizzazioni necessarie. Nel 1975 fu il turno di Tokyo, ma anche in questo caso le autorità giapponesi negarono il permesso.

Curiosità
Corna Trentapassi

Secondo alcune teorie il celebre pittore, artista e inventore Leonardo da Vinci soggiornò tra il 1499 e il 1500 sulle sponde del Lago d'Iseo. Alcuni critici d'arte sostengono inoltre che parte dello sfondo del suo più famoso dipinto, La Gioconda, ritragga i monti che circondano il lago. A sinistra del volto di Monna Lisa si potrebbero infatti riconoscere le tre creste della Corna dei Trentapassi.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni

Centri urbani[modifica]

Sponda orientale (da sud a nord)
  • Paratico — Tra Franciacorta e lago, Paratico ha una bella e lunga passeggiata in riva al lago che collega la frazione di Tengattini a Sarnico.
  • Clusane — Paese di pescatori conosciuto con l'epiteto di paese della tinca al forno, possiede un castello (Castello Carmagnola) quattrocentesco da cui si può avere una splendida vista sul lago.
  • Iseo — Cittadina nella parte meridionale del lago, con un bel castello e una piazza con molti edifici e monumenti storici come il primo monumento non equestre dedicato all'Eroe dei due mondi, Giuseppe Garibaldi.
  • Pilzone — Piccolo paese da cui parte la Via Valeriana.
  • Sulzano — Paese che deve la sua importanza per lo più al servizio di traghetti non-stop che lo collega con Monte Isola, è importante anche per le sue cascate.
  • Sale Marasino — Con le sue ville sul lago, è spesso ricordato per la sagra sale in zucca in cui viene premiata la zucca più grande e sono organizzati menù a base del frutto.
  • Marone — Importante per la lavorazione della lana e per l'estrazione della dolomite, il comune è collegato con Toline (Pisogne) da una pista ciclopedonale che offre suggestivi scorci sul lago.
  • Pisogne — Tra montagna e lago, Pisogne è un paese che recentemente è riuscito a incentivare il turismo grazie alla riqualificazione del lungolago, oggi quasi totalmente pedonale.
Sponda occidentale (da sud a nord)
  • Sarnico — Tra lago e fiume, il paese ha da sempre una vocazione turistica sostenibile con molte aree verdi e lidi a lago.
  • Predore — Importante per le terme romane, Predore ha anche una grande importanza dal punto di vista speleologico: tra le rupi che sovrastano l'abitato si trova, infatti, la grotta Bus del Co­ren nella quale sono stati ritrovati reperti risalenti al Neolitico.
  • Tavernola Bergamasca — Paese importante per la splendida posizione di fronte a Monte Isola e al Monte Guglielmo.
  • Riva di Solto — Nella parte più "impervia" del lago si trova l'orrido del Bogn: una piccola insenatura con pareti a strapiombo.
  • Castro — Paese da sempre importante per la lavorazione del ferro e per l'estrazione di Marmo nero dalla montagna che sovrasta il paese. Il marmo, ancora oggi estratto, è stato usato per alcune colonne della Basilica di S. Marco di Venezia.
  • Lovere — Tra i borghi più belli d'Italia, è spesso ricordato per le opere conservate all'interno dell'Accademia Tadini.

Altre destinazioni[modifica]

Isola di Loreto
  • Zone — paesino di montagna importante per le Piramidi di Pietra.
Isole
  • Monte Isola — la più vasta isola lacustre italiana e la più alta isola lacustre dell'Europa centro-meridionale, sulla cui cima si trova il Santuario della Madonna della Ceriola, da cui si può godere una vista a 360 gradi su tutto il lago: da Sulzano e Marone a est, a Iseo e le Torbiere a sud e Tavernola Bergamasca a ovest. Caratteristica è la località di Carzano che ogni 5 anni viene decorata con fiori di carta, creando un'atmosfera suggestiva a attirando migliaia di turisti;
  • Isola di S. Paolo — privata, situata a sud di Monte Isola;
  • Isola di Loreto — privata, situata a nord-est di Monte Isola;


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono i seguenti:

In auto[modifica]

  • La Strada Statale 510 Sebina Orientale collega Brescia a tutti i paesi della sponda orientale del lago.
  • La strada provinciale ex Strada Statale 469 Sebina Occidentale collega tutti i paesi della sponda occidentale del lago.

In treno[modifica]

In treno la linea Brescia-Iseo-Edolo serve tutte le località della sponda bresciana.

Come spostarsi[modifica]

I servizi di linea della Navigazione Lago d'Iseo offrono collegamenti tra tutte le località del lago e Monte Isola.

Cosa vedere[modifica]

Lovere Accademia Tadini.JPG
1 Accademia di Belle Arti TadiniLovere, +39 035 962780. Ecb copyright.svg 7,00€ intero, 5,00€ ridotto. Simple icon time.svg maggio-settembre: martedì-sabato 15-19, festivi 10-12/15-19, ottobre sabato 15-19, festivi 10-12/15-19. Ospitata in un edificio neoclassico, situato nei pressi di piazza Garibaldi, è tra i musei più antichi della Lombardia (inaugurato nel 1829). L'accademia contiene opere di Antonio Canova, di Hayez, del Pitocchetto e di altri artisti lombardi e veneti.
Piramidi di Zone3.JPG
2 Riserva regionale delle Piramidi di terraCislano, Zone (A Cislano è presente un parcheggio). Simple icon time.svg Per visite guidate contattare la comunità montana del Sebino Bresciano 030 986314. L'anfiteatro morenico è posto su un altopiano con bellissime viste sul Lago d'Iseo. Il sentiero, protetto e corredato da cartelli esplicativi, porta a una piccola radura da cui si possono ammirare le piramidi in tutta la loro magnificenza.
Riserva Naturale Torbiere del Sebino.jpg
3 Le Torbiere del SebinoIseo - Corte Franca - Provaglio d'Iseo. Area naturale che ha avuto origine dall'attività di estrazione della torba, è ubicata a sud della sponda meridionale del Lago d'Iseo a 185 m s.l.m e costituisce la zona umida più importante per estensione e significato ecologico della provincia di Brescia. All'interno della riserva si possono seguire diversi percorsi: passando tra i vari laghetti o percorrendo il perimetro. Si consiglia di visitare la riserva in giornate assolate, o comunque non dopo giorni di pioggia poiché sui percorsi potrebbe esserci del fango. Suggestiva è la visita nel periodo primaverile, quando sbocciano le ninfee e verso l'ora del tramonto quando si creano stupendi giochi di luce. Durante i mesi di dicembre e gennaio spesso Le Torbiere ghiacciano, ma non è possibile camminarci sopra, e tanto meno pattinare, poiché lo strato di ghiaccio non è abbastanza resistente.
Castello carmagnola - da cancello.jpg
4 Castello Carmagnola, Via Ponta 2, Clusane, @ info@rosmunda.it. Simple icon time.svg Dopo il restauro recentemente avvenuto oggi il castello è visitabile su appuntamento il primo lunedì e il terzo martedì di ogni mese. Il castello fu costruito attorno al XIV secolo d.C da dei feudatari della zona, probabilmente gli Oldofredi (feudatari della Franciacorta e del Lago d'Iseo) dove sorgeva un castrum altomedioevale fortificato posseduto dai Mozzi, un'importante famiglia longobarda. In questo luogo si crede sia vissuto il condottiero Francesco Bussone detto "il Carmagnola" dal 1428 al 1432, quando, accusato di tradimento dai Veneziani venne condannato a morte e giustiziato a Venezia in Piazza S. Marco. I suoi beni vennero venduti. Il castello passò ai Sala che decisero di apportare delle modifiche strutturali secondo i gusti rinascimentali. Venne così aperto, sul lato orientale, un loggiato a 14 campate, presente ancora oggi, da cui si può godere di un'ottima vista sul Lago, fino a Monte Isola. Col passare degli anni il castello cambiò numerosi proprietari, tra cui: Soncini, Maggi, Coradelli, Lana e di volta in volta venne riadattato secondo i gusti dell'epoca. Di notevole interesse sono gli affreschi sulle pareti esterne esterne est (sotto il loggiato) e sud.
Iseo (10).JPG
5 Castello Oldofredi (al cui interno si trova la biblioteca comunale e il museo delle due guerre), Via Castello Oldofredi, Iseo. Originariamente costruito nell'XI secolo, dopo essere stato bruciato dal Barbarossa, venne restaurato nel 1611 dalla famiglia Oldofredi, da cui prende il nome. Nel 1454 venne adibito a guarnigione militare. Nel 1454 il castello divenne di proprietà del comune che lo affidò ai cappuccini fino alla fine del XVIII secolo.
Rocca di Monte Isola.jpg
6 Rocca MartinengoMonte Isola. Inizialmente Castello Oldofredi, la rocca venne fatta costruire dai feudatari bresciani per controllare la sponda occidentale del lago (quella orientale era sotto la loro giurisdizione). Il castello si erge sopra il golfo di Sensole, tra Peschiera e Menzino ed è rivolto verso Tavernola Bergamasca. Non ci sono atti ufficiali riguardanti il passaggio di proprietà del castello dagli Oldofredi ai Martinengo, ma probabilmente fu Antonio Prevosto ad acquistare la rocca attorno alla metà del XV secolo. Con la conquista, nel 1427, da parte della Serenissima del bergamasco, la funzione difensiva dell'edificio venne meno e la rocca venne convertita in palazzo. Oggi la rocca è privata e raramente visitabile. Benché nulla sia stato verificato, una leggenda popolare vuole che la Rocca Martinengo sia collegata con un tunnel sotto il lago con l'Isola di San Paolo.


Cosa fare[modifica]

Vista sul lago da Iseo

Sia sulla sponda occidentale, che su quella orientale è possibile fare escursioni sulle montagne che si trovano ai lati del lago. Per informazioni sui sentieri consultare la pagina sui Sentieri e Rifugi del lago d'Iseo. Lungo le sponde del lago sono inoltre disponibili molti tratti di ciclabile che collegano:

Da Pilzone parte l'antica Via Valeriana che costeggia la sponda bresciana del Lago d'Iseo e che prosegue fino in Valle Camonica. Attraverso essa è possibile raggiungere anche Zone e il Monte Guglielmo (1957 m s.l.m.).

In molti punti del lago è inoltre possibile fare il bagno, sia in spiagge pubbliche che in parchi a pagamento con piscine all'aperto. La maggior parte delle spiagge pubbliche si trova nel basso lago e a Monte Isola, dove il fondale lacustre scende meno velocemente. Tra le varie spiagge pubbliche, quelle principali sono quelle a Sarnico, Iseo, Sale Marasino e Marone. I due principali lidi a pagamento, Sassabanek e Belvedere, si trovano invece a Iseo.

Acquisti[modifica]

L'unico centro commerciale del Lago si trova a Pisogne: 1 Centro commerciale Italmark, Via della Repubblica 1. .

Nei centri dei principali paesi del lago (Iseo, Sarnico, Lovere) sono presenti, però, numerosi negozi di vario genere come le piccole botteghe che vendono prodotti tipici locali quali formaggi, salami e pesci freschi ed essiccati.

Oltre ai classici souvenir del Lago d'Iseo come asciugamani, magliette e magneti, nel 2015 è nato anche il profumo "Acqua di Montisola", acquistabile presso numerosi negozi su tutto il lago.

Dove mangiare[modifica]

Agoni appesi a essiccare sul pontile di Clusane

Prodotti Tipici[modifica]

Nei paesi del lago si possono, ovviamente, mangiare pesci d'acqua dolce come agoni (dette comunemente sarde di lago), cavedani, tinche, coregoni e pesci persici. Tra i piatti tipici a base di pesce ricordiamo la frittura di pesciolini di lago (una volta di aole, oe nel dialetto locale, oggi specie parzialmente protetta), la Tinca al forno con polenta di Clusane e le sardine essiccate (agoni). Quest'ultime dopo essere state poste per più di due giorni al sole vengono poste per un mese a essiccare all'aria aperta. Caratteristico è infatti vederle appese soprattutto nei paesi di Sensole, Carzano e Peschiera a Monte Isola e a Clusane nella zona dell'imbarcadero.

Tipico è anche il Salame di Monte Isola, prodotto esclusivamente sull'isola al centro del lago, si diversifica dagli altri salami della zona per la pasta spessa (la carne è tradizionalmente tagliata col coltello), la miscela di spezie e aglio e la breve stagionatura. Sull'isola vengono prodotti solo 100 quintali di salame all'anno.

Grazie al microclima del lago, rinomato è anche l'olio extravergine d'oliva prodotto dagli uliveti sparsi su terrazzamenti posti sulle sponde del lago. Marone vanta, tra l'altro, l'appellativo di città dell'olio.

Dove alloggiare[modifica]

Sul Lago d'Iseo si trovano moltissime strutture ricettive, dai campeggi agli alberghi fino ai Bed and Breakfast.

La maggior concentrazione di strutture si ha nel basso lago, a Clusane, Iseo e Sulzano.

Dopo l'installazione The Floating Piers e la maggiore notorietà del lago sono nate nei vari paesi numerose case vacanza spesso prenotabili online sui principali siti del settore.

Sicurezza[modifica]

La zona del Lago d'Iseo è generalmente sicura. Importante è prestare attenzione durante la balneazione a non spingersi eccessivamente lontano dalla costa e alle condizioni meteorologiche: quando il lago è mosso o c'è un temporale la balneazione non è sicura. In tali circostanze è meglio anche non navigare sul lago o se in viaggio su una propria barca/gommone è consigliabile raggiungere la costa più vicina. Sul lago sono presenti d'estate solo la Guardia Costiera Ausiliaria con sede a Sarnico e una motovedetta della Polizia Provinciale. In caso di emergenza contattare il numero unico di emergenza 112.

Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

Connessioni wifi a internet gratuite sono disponibili nei seguenti comuni: Iseo, Paratico, Marone, Monte Isola, Lovere, Sale Marasino, Sarnico, Sulzano e Pisogne.

Nei dintorni[modifica]

  • Franciacorta — territorio rinomato per la produzione vinicola, in particolare dell'omonimo spumante.
  • La Val Camonica — una delle valli alpine più estese e turisticamente più conosciute della Lombardia.


Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla destinazione turistica. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.