Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Dolomiti di Braies
Croda Rossa d'Ampezzo
Localizzazione
Dolomiti di Braies - Localizzazione
Stato
Regione
Catena montuosa

Dolomiti di Braies sono situate nel Trentino-Alto Adige.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Sono un sottogruppo delle Dolomiti orientali. Si trovano principalmente in Alto Adige e in parte anche nel Bellunese in Veneto. Prendono il nome dalla città di Braies a nord dei monti. Le dimensioni da nord a sud sono di circa 11 chilometri in linea d'aria e da est a ovest di circa 20 chilometri. La vetta più alta è la Croda Rossa d'Ampezzo (3.146 m).

Le Dolomiti di Braies sono circoscritte a nord dalle Dolomiti, ad est da Landro e ad ovest dalla Val Badia (anche Abteital). Il gruppo dei Fanes si collega a sud-ovest. Le valli montane delle Dolomiti di Braies sono la Valle di Braies Vecchia, che porta da nord dall'Alta Val Pusteria al centro delle Dolomiti di Braies, e la La Valle Foresta con il Lago di Braies nella parte occidentale della regione montana.

Quando andare[modifica]

Le Dolomiti di Braies si trovano a nord delle Dolomiti e sono già nella zona di influenza delle correnti nord e sud della dorsale principale delle Alpi (foehn nord e foehn sud). Rispetto al resto delle Dolomiti, il risultato sono inverni più lunghi, freddi e nevosi e mesi estivi più brevi e freschi. La vicina Val Pusteria a nord è considerata la buca fredda dell'Alto Adige. La regione è considerata piovosa in estate e con neve sicura in inverno.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • 46.71666712.1333331 Braies — Sul bordo settentrionale dei monti.
  • 46.73537512.2222782 Dobbiaco (Toblach) — Luogo di villeggiatura a 1.256 m
  • Valdaora (o Olang) — Si praticano sport invernali ai piedi del comprensorio sciistico Plan de Corones.
  • 46.73333312.1833333 Villabassa (o Niederdorf) — Luogo di villeggiatura a 1154 m

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Il modo più semplice per arrivarci è da nord e attraverso l'Alta val Pusteria. L'Alta Pusteria è raggiungibile da nord (Germania, Monaco di Baviera) tramite la strada del Brennero A22 del Brennero, con l'uscita Bressanone / Val Pusteria per poi proseguire sulla SS49 fino all'Alta Pusteria.

La regione è raggiungibile anche da nord attraverso la linea Felbertauern e via Lienz nel Tirolo Orientale.

In treno[modifica]

Il collegamento ferroviario più vicino è la linea della Drautalbahn attraverso la Val Pusteria e da Franzensfeste da Lienz (Austria / Tirolo orientale).

Come spostarsi[modifica]

Da nord e dall'Alta Val Pusteria, le linee di autobus conducono al centro delle montagne fino al Lago di Braies e fino al Rifugio Prato Piazza a un'altitudine di 2.000 metri.

Cosa vedere[modifica]

Montagne[modifica]

Croda Rossa d'Ampezzo
  • 46.633312.13331 Croda Rossa d'Ampezzo (Hohe Gaisl). Alta 3.146 m è la vetta più alta. La scalata sulla via normale è classificata variamente come la più difficile. si inizia dal Rifugio Prato Piazza ed è classificata da III a IV in termini di arrampicata.
    La prima scalata avvenne il 20 giugno 1870 dall'inglese R. Whitwell con le guide Santo Siorpaes (1832-1900) e C. Lauener per la gola ovest, la parete est fu conquistata per la prima volta nel 1883 dalla guida di Sesto Michael Innerkofler.
    Croda Rossa d'Ampezzo su Wikipedia Croda Rossa d'Ampezzo (Q3506451) su Wikidata
Picco di Vallandro
  • 46.67267912.1852812 Picco di Vallandro (Dürrenstein). Alto 2.839 m è una delle montagne panoramiche più belle della regione, che lo rende una meta escursionistica popolare in estate e anche frequentato in inverno.
    La salita più facile è da Piazza Prato (2.000 m) in circa due ore, poiché è necessaria un'escursione in montagna di media difficoltà (sentiero 40). In inverno la salita con gli sci si effettua anche da Piazza Prato, il pendio della vetta è considerato a rischio valanghe, a seconda della situazione della neve, a causa della sua pendenza.
    Picco di Vallandro su Wikipedia Picco di Vallandro (Q446034) su Wikidata
Il rifugio Biella con la vetta della Croda del Becco
  • 46.67522212.0727783 Croda del Becco (Seekofel). Si erge per 2.810 m e fa parte della catena delle Dolomiti al confine tra l'Alto Adige e il Veneto.
    Partendo dall'Hotel Lago di Braies (1.494 m s.l.m.), si costeggia la riva orientale del piccolo bacino lacustre fino a prendere la mulattiera (segnavia n. 1) a sud del lago che porta sino alla forcella Sora Forno (Ofenscharte, 2.388 m) e al sottostante rifugio Biella (in tedesco Seekofelhütte, 2.327 m), gestito dal CAI di Treviso. Alla forcella, è possibile prendere un sentiero di maggiore difficoltà che porta sino alla vetta della Croda. Dal rifugio, invece, si continua percorrendo il sentiero n. 23 che, costeggiando l'Alpe di Sennes, valica la forcella Riodalato (anche nota come Forcela de Riciogogn, a 2.331 m) e quindi scende fino al sentiero n. 19, che ricollega al lago di Braies. Nonostante questa sia una delle maggiori vie per accedere alla Croda del Becco, anche l'itinerario per il verso opposto è effettuabile.
    Croda del Becco su Wikipedia Croda del Becco (Q446041) su Wikidata
  • Croda Rossa Piccada (Kleine Gaisl). 2.859 metri
  • 46.68631812.118464 Sasso Rosso di Braies (Großer Rosskopf). 2.559 metri.

Altro[modifica]

Prato Piazza
  • 46.6411112.1947245 Prato Piazza (Plätzwiese) (da nord dalla Val Pusteria e in tutta la Valle di Braies Vecchia al Alpengasthof Brückele (parcheggio). Da qui una tortuosa strada di montagna conduce all'altopiano con un altro parcheggio a circa 2000 metri sul livello del mare. Le catene sono obbligatorie in caso di neve e ghiaccio). È un vasto altopiano che si trova ad un'altitudine di circa 2.000 metri. È uno degli alpeggi organizzati più alti d'Europa, un'amata zona escursionistica in estate e il punto di partenza per scalare le cime montuose circostanti. In inverno ci sono piste da fondo accessibili tramite una strada (l'alta via più lunga delle Dolomiti), sentieri per escursioni invernali, rifugi aperti e un hotel (vedi la sezione Dove dormire). Prato Piazza su Wikipedia Prato Piazza (Q2099904) su Wikidata
Forte prato piazza
  • 46.64170212.1952756 Forte Prato Piazza (Sperrwerk Plätzwiese) (sul versante meridionale del Prato Piazza vicino al Rifugio Vallandro). È una barriera militare della prima generazione delle cosiddette fortificazioni di carri armati. Il forte fu costruito dagli austriaci alla fine degli anni 1880 e serviva a sbarrare il passaggio sul Plätzwiese. Il sistema fu coinvolto in atti di guerra nel 1915 e nel 1917 fu nuovamente adattato. Dopo la fine della prima guerra mondiale l'Alto Adige entrò a far parte dell'Italia e la struttura militare perse la sua funzione. Oggi è un edificio storico, la struttura esistente è attualmente in fase di messa in sicurezza. Forte Prato Piazza su Wikipedia Forte Prato Piazza (Q2560286) su Wikidata
  • 46.69409412.085467 Lago di Braies — è uno dei laghi naturali più grandi delle Dolomiti.
  • 46.70305612.2191678 Lago di Dobbiaco (Toblacher See) (Al confine tra il parco naturale Tre Cime e il Parco naturale Fanes - Sennes - Braies, lungo la SS51 tra Dobbiaco e Cortina d'Ampezzo). È un piccolo lago alpino a 1.251 m s.l.m. È sconsigliato immergersi nelle acque gelide anche nella stagione estiva, ma è possibile effettuare dei giri in barca o pedalò. Nelle stagioni fredde, quando il lago è completamente ghiacciato, è possibile praticare il curling, o semplicemente passeggiare sul ghiaccio. Attorno al lago si trova anche un campeggio, oltre che alcuni ristoranti. Attorno al lago è stato costruito un percorso naturalistico che percorre l'intero perimetro del lago, con tabelle informative sulla flora, fauna e geomorfologia della zona. Lago di Dobbiaco su Wikipedia lago di Dobbiaco (Q2438157) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: alpinismo e mal di montagna.
  • Sentiero natura lago di Dobbiaco. un percorso escursionistico circolare intorno al Lago di Dobbiaco, creato nel 2000, con 11 stazioni con informazioni sulla flora, la fauna e la geomorfologia della zona.
  • Dolomiti Höhenweg 1. Inizia al Lago di Braies e conduce in tappe da 9 a 13 giorni e una distanza di 150 km (60 km in linea d'aria) nel Bellunese.

In inverno[modifica]

Non ci sono piste da sci in montagna, i comprensori sciistici più vicini sono in Val Pusteria a nord.

Con numerose cascate ghiacciate in inverno, la Valle di Braies Vecchia è una zona popolare per impegnative arrampicate su ghiaccio.

Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Malga Stolla
  • 46.64760712.1715451 Malga Stolla (Stolla Alm) (È raggiungibile in auto). A 1.850 m
  • 46.65974412.1190072 Malga Rossalm Hütte (a nord del Piccolo Giovo), +39 3406864917. A 2.164 m.


Dove alloggiare[modifica]

Rifugi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

MonteUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare e sulle principali attrazioni o attività da svolgere.