Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Biella
Veduta
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Italia
Biella
Biella
Sito del turismo
Sito istituzionale

Biella è una città del Piemonte.

Da sapere[modifica]

La città è situata ai piedi delle Alpi Biellesi, e la sua esistenza è attestata sin dall'alto Medioevo. Dominata in seguito dai vescovi di Vercelli, nel 1379 passò ai Savoia. Nel corso dell'Ottocento Biella conobbe un grande sviluppo urbanistico e industriale, divenendo presto nota per le sue industrie tessili. Numerose sono le testimonianze storiche e artistiche del suo passato; tra le più importanti si ricordano il Battistero, la Cattedrale, il Campanile di Santo Stefano e numerose ville e palazzi.

Cenni geografici[modifica]

Biella è situata ai piedi delle Alpi biellesi, sezione delle Alpi Pennine, al centro di rilievi montuosi ricchi di sorgenti (Massiccio del Bo, monti Mucrone – con l'omonimo lago – e Camino cuore di questa sezione) che alimentano i torrenti Elvo a ovest della città, Oropa e Cervo a est.

Dista 72 km da Torino, 86 da Aosta, 100 da Milano e 115 da Lugano.

Distanza dalle altre province piemontesi: 42 km da Vercelli, 56 km da Novara, 97 km da Alessandria e Verbania, 92 km da Asti e 158 km da Cuneo.

Quando andare[modifica]

Il clima di Biella è quello tipico delle zone prealpine. In inverno il termometro scende sovente sotto lo zero, con frequenti nevicate e gelate. La primavera e l'autunno sono le stagioni più piovose, con le maggiori concentrazioni in maggio e novembre. L'estate è calda e sovente afosa; talvolta le temperature arrivano a toccare o addirittura superare i 30 °C. Frequenti in questa stagione sono anche i temporali.


Come orientarsi[modifica]

Situata ai piedi delle Alpi, Biella si sviluppa su tre livelli: la vecchia area industriale lungo il torrente Cervo che delimita ad est il centro storico; Biella Piano, pianeggiante, con la pedonale Via Italia, arteria principale della città e cuore del centro storico, punteggiata da caffè con dehors, negozi storici, chiese e monumenti; e Biella Piazzo, intatto borgo medievale in posizione dominante sulla collina ad ovest del centro, ricco di palazzi d'epoca e di splendidi punti panoramici.

Luoghi di rilievo turistico sono nel Biellese, nella Val Cervo, l'Oasi Zegna e il centro sciistico di Bielmonte (presso Trivero), raggiunto dalla Strada statale 232 Panoramica Zegna); il Parco della Burcina, riserva naturale con flora protetta, il territorio della Bessa e la Riserva naturale orientata delle Baragge, un'area verde che fa da corona alla parte a sud-est della città; il Ricetto di Candelo, antico borgo medievale.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono:

  • Milano-Malpensa 60–70 minuti in auto.
  • Torino-Caselle circa 60–70 minuti.

In auto[modifica]

  • Da Torino: autostrada A4, uscita Santhià, passare sulla strada provinciale 143, direzione Biella.
  • Da Milano e Novara: autostrada A4, uscita Carisio, passare sulla strada provinciale 230, direzione Biella.
  • Da Genova: autostrada A26, uscita Vercelli, passare sulla strada provinciale 230, direzione Biella.

In treno[modifica]

Lungo la linea Torino-Milano, dalle stazioni di Novara e Santhià partono rispettivamente due linee che raggiungono Biella e toccano le principali località della zona.

Come spostarsi[modifica]

La città non è grande e la maggior parte delle attrazioni turistiche può essere vista comodamente a piedi. Arrivare a Biella Piazzo (la città alta) può essere piuttosto faticoso a piedi, ma c'è una funicolare (una specie di tram) che collega le due parti della città.

Con mezzi pubblici[modifica]

Ci sono linee di autobus che attraversano la città e collegano Biella con le città vicine (orari sul sito atap)

Cosa vedere[modifica]

  • 1 Santuario di Oropa, Via Santuario di Oropa, 480, +39 015 25551200. Patrimonio mondiale dell'UNESCO, si trova in una pittoresca valle ed è dedicato alla Madonna Nera (Vergine Nera di Oropa). Secondo la tradizione popolare si ritiene che Sant'Eusebio, vescovo di Vercelli nel IV secolo d.C., avviò questo sito cristiano e trasportò la statua lignea della Vergine Nera, realizzata da San Luca, da Gerusalemme a Oropa. Da un unico edificio, il complesso devozionale ora ha il chiostro con la Vecchia Basilica, una nuova Basilica e i suoi edifici laterali, dove più di 300 stanze ospitano pellegrini e turisti.
  • 2 Nucleo storico del Piazzo. Ricco di atmosfere medievali e di pregevoli palazzi del XV secolo e del XVI secolo, il borgo medievale di Piazzo, costruito sulla cima di una collina, differisce dal resto della città per i suoi edifici molto antichi, i portici e le strade lastricate. È ancora possibile vedere le antiche porte un tempo utilizzate per chiudere il villaggio. Il Piazzo ospita una piccola sinagoga splendidamente restaurata, situata nella parte superiore di una casa medievale nello storico quartiere ebraico. In rare occasioni è aperto al pubblico.
  • 3 Città bassa. Qui si possono vedere alcuni buoni esempi di architettura rinascimentale: la Basilica e il chiostro di San Sebastiano, la chiesa barocca della Santissima Trinità (di fronte alla trafficata strada pedonale), non molto lontano dal Battistero romanico con all'interno affreschi del XIII secolo. Lungo il fiume Cervo si trovano alcune imponenti strutture, testimonianza dell'era industriale del 1800 che ha iniziato l'industria tessile di Biella.
  • 4 Chiesa di San Sebastiano. Chiesa rinascimentale (1504), ancora intatta all'interno, conserva ottime pitture di artisti piemontesi, tra i quali anche Rodolfo Morgari (Il profeta Daniele, affresco dei pennacchi della cupola, risalente al 1866). Il chiostro di San Sebastiano ospita il Museo del Territorio, in cui sono esposti reperti di una necropoli romana, ceramiche e quadri, soprattutto degli ultimi due secoli.
  • 5 Palazzo Boglietti. Sede di un centro culturale.
  • 6 Museo del Territorio, Via Quintino Sella, 54-56, +39 015 2529345, @ . Collezione di arte e reperti storici del Biellese. Museo del Territorio biellese su Wikipedia Museo del Territorio biellese (Q48800798) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Biella
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Biella
  • Collabora a Wikinotizie Wikinotizie contiene notizie di attualità su Biella
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.