Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Gerusalemme
ירושלים
Panorama di Gerusalemme
Stemma e Bandiera
Gerusalemme - Stemma
Gerusalemme - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Posizione
Mappa di Israele
Reddot.svg
Gerusalemme
Sito del turismo
Sito istituzionale

Gerusalemme è la capitale d'Israele, nonostante molti paesi e l'ONU non la riconoscano come tale.

Situata sulle montagne della Giudea, tra il Mar Mediterraneo e il Mar Morto, Gerusalemme è considerata sacra per le tre principali religioni abramitiche: ebraismo, cristianesimo e islam. È la città più santa dell'ebraismo e del cristianesimo, essendo stata il centro spirituale del popolo ebraico dal X secolo a.C. e la terza più santa dell'Islam. Ha una storia di quasi 4000 anni ed è stata contesa e conquistata innumerevoli volte in quel periodo. Mentre la città iniziò ad avere una pluralità ebraica alla fine del XIX secolo, oggi qui è rappresentata un'ampia gamma di gruppi nazionali, religiosi e socioeconomici. Durante l'occupazione giordana 1949-1967 tutti gli ebrei a Gerusalemme est furono espulsi e l'ingresso fu vietato ai cittadini israeliani di qualsiasi fede e anche oggi tendono ad esserci più musulmani a Gerusalemme est e più ebrei a Gerusalemme ovest.

L'area murata di Gerusalemme, che fino al 1860 formava l'intera città, è ora chiamata la Città Vecchia ed è diventata patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1982. È composta da quattro sezioni etniche e religiose: armena, cristiana, ebraica e musulmana Quarti. Appena un chilometro quadrato, la Città Vecchia ospita i siti religiosi più importanti e contestati di Gerusalemme: il Muro Occidentale e il Monte del Tempio per gli ebrei, la Cupola della Roccia e la Moschea di al-Aqsa per i musulmani e la Chiesa del Santo Sepolcro per i cristiani.

Da sapere[modifica]

Lo status politico di Gerusalemme è controverso. Mentre il piano di spartizione del 1947 prevedeva che Gerusalemme, Betlemme e alcuni sobborghi circostanti diventassero un corpus separatum sotto l'amministrazione internazionale, parti di Gerusalemme passarono rispettivamente sotto il controllo degli eserciti arabo e israeliano durante la guerra d'indipendenza israeliana. Nel 1967 Israele conquistò Gerusalemme Est e nel 1980 la "legge di Gerusalemme" ha integrato l'intera città nel territorio israeliano. L'autorità palestinese rivendica in vari modi almeno Gerusalemme est come (futura) capitale di uno stato palestinese. Dal punto di vista del viaggio, Gerusalemme est è una parte di Gerusalemme, anche se con alcune caratteristiche distintive, e i visitatori saranno soggetti alle leggi israeliane e alle regole sui visti. Questo non è un avallo di alcun punto di vista nel conflitto.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 11,8 12,6 15,4 21,5 25,3 27,6 29 29,4 28,2 24,7 18,8 14
Minime (°C) 6,4 6,4 8,4 12,6 15,7 17,8 19,4 19,5 18,6 16,6 12,3 8,4
Precipitazioni (mm) 133 118 92 24 32 0 0 0 0,3 15,4 60,8 105,7

Situata vicino al bordo orientale del Mar Mediterraneo, Gerusalemme ha un clima mediterraneo con estati calde e secche e inverni freschi e umidi. A causa della sua altitudine relativamente elevata (600-800 m sul livello del mare), l'aria di Gerusalemme è meno umida e più piacevole che nella maggior parte delle altre parti di Israele.

Gli inverni sono spesso umidi, con quasi tutti i 590 mm annuali di precipitazioni che si verificano tra ottobre e aprile. Tuttavia, tra i giorni di pioggia ci sono numerose giornate limpide e soleggiate. Il mese più freddo è gennaio, con una media massima di 12 °C e una minima media di 4 °C. Le temperature sotto lo zero sono rare, ma accadono e la città subisce nevicate occasionali durante l'inverno, anche se di solito durano solo poche ore anziché giorni. Una volta ogni pochi anni, la città sperimenterà un notevole accumulo di neve.

Le estati sono calde e secche praticamente senza precipitazioni tra i mesi di maggio e settembre. Le temperature generalmente si avvicineranno a circa 30 °C durante il giorno e si raffredderanno fino a circa 15 °C di notte. Essendo vicino al deserto, c'è spesso una grande differenza tra le temperature diurne e notturne, e anche le giornate più calde possono trasformarsi in notti fredde. La primavera e l'autunno sono miti, con precipitazioni minime e temperature piacevoli, anche se le ondate di caldo non sono rare. La maggior parte delle sere e delle notti sono piuttosto ventose e si consigliano pantaloni lunghi e una camicia.

Cenni storici[modifica]

I reperti archeologici mostrano lo sviluppo all'interno dell'odierna Gerusalemme fin dal IV millennio a.C., ma le prime testimonianze scritte della città si trovano nei Testi di esecrazione (XIX secolo a.C. circa) e nelle lettere di Amarna (XIV secolo a.C. circa). Secondo i resoconti biblici, i Gebusiti (una tribù cananea) abitarono Gerusalemme fino al c. 1000 a.C., a quel punto gli israeliti (guidati dal re Davide) conquistarono la città, stabilendola come capitale del Regno d'Israele. Durante questo periodo, Gerusalemme si trovava in quella che oggi è conosciuta come la "Città di David", appena fuori le attuali mura della Città Vecchia a sud-est, dove si trova una grande sorgente naturale.

Secondo la Bibbia, dopo la morte di Davide, suo figlio Salomone costruì il primo di due templi sacri. I templi erano a nord della Città di David, in un sito al di sotto o molto vicino all'attuale Cupola della Roccia. Alla morte di Salomone il regno si divise in due (sebbene molti storici sostengano che i due regni israeliti non furono mai uniti all'inizio). Le dieci tribù settentrionali divennero note come il Regno di Israele, mentre Gerusalemme rimase la capitale del Regno meridionale di Giuda, governato dai discendenti di Davide e Salomone. Dopo la conquista assira del Regno d'Israele nel 722 a.C., Gerusalemme fu il centro dell'unico regno israelita/ebraico rimasto. Nel 586 a.C. i babilonesi conquistarono il regno di Giuda, inclusa Gerusalemme, distruggendo il tempio ed esiliando molti degli abitanti.

Nel 538 a.C., il re persiano Ciro il Grande permise agli ebrei di tornare in Giudea e a Gerusalemme. Il (secondo) tempio ricostruito fu completato nel 516 a.C. e Gerusalemme riguadagnò il suo status di capitale di Giudea e centro del culto ebraico per quasi sei secoli. Nel II secolo a.C., la famiglia Asmonea guidò con successo una ribellione contro i greci siriani che allora governavano la Giudea, stabilendo uno stato ebraico indipendente che durò oltre 100 anni. Intorno al 19 a.C., Erode il Grande (un re ebreo cliente sotto il dominio romano) ampliò notevolmente l'area del tempio costruendo muri di sostegno per sostenere una piattaforma rettangolare piatta attorno al sito del tempio. Uno di questi muri di sostegno sopravvive fino ad oggi come il Muro Occidentale e la piattaforma sopravvive come il Monte del Tempio.

La grande rivolta ebraica contro il dominio romano scoppiò nel 66 d.C. Il suo fallimento portò alla distruzione del Secondo Tempio nel 70 d.C. Una seconda rivolta fallita (132-136 d.C., guidata da Bar Kokhba) portò al divieto agli ebrei di entrare a Gerusalemme, una politica che continuò per la maggior parte del tempo fino alla conquista musulmana.

Per i successivi cinque secoli la città rimase sotto il dominio romano/bizantino. Sotto l'imperatore Costantino I nel IV secolo, Gerusalemme divenne un centro della cristianità, con la costruzione di siti come la Chiesa del Santo Sepolcro. Le forze musulmane conquistarono Gerusalemme nell'anno 638. Secondo la tradizione, il loro capo, il califfo Umar, visitò Gerusalemme e stabilì il sito del Tempio come luogo di preghiera. Entro la fine del VII secolo, un successivo califfo, Abd al-Malik, aveva commissionato la costruzione della Cupola della Roccia in questo punto, così come la Moschea di al-Aqsa sul bordo meridionale del Monte del Tempio. Le tradizioni musulmane variano a seconda che il volo di Maometto in paradiso sia avvenuto dalla Cupola della Roccia o da al-Aqsa.

Nei quattrocento anni che seguirono, l'importanza di Gerusalemme diminuì quando le potenze musulmane della regione si contendevano il controllo. Nel 1099 i Primi Crociati conquistarono Gerusalemme. Il sovrano musulmano Saladino riconquistò la città nel 1187, ma tra il 1228 e il 1244 fu data dal discendente di Saladino al-Kamil all'imperatore del Sacro Romano Impero Federico II. Gerusalemme cadde nuovamente nel 1244 in mano ai turchi Khawarizmi, che nel 1260 furono sostituiti dai Mamelucchi egiziani. Nel 1517 Gerusalemme cadde in mano ai turchi ottomani, che controllarono poi la Terra Santa fino alla prima guerra mondiale. Le attuali mura della Città Vecchia furono costruite dagli Ottomani poco dopo il 1517. Negli anni '60 dell'Ottocento furono costruiti per la prima volta nuovi quartieri fuori dalle mura.

Nel 1917, l'esercito britannico conquistò la città. La Società delle Nazioni, attraverso la ratifica della Dichiarazione Balfour nel 1922, affidò al Regno Unito l'amministrazione del Mandato di Palestina come patria nazionale ebraica. Il periodo del Mandato vide la costruzione di nuovi giardini periferici nella parte occidentale e settentrionale della città e l'istituzione dell'Università Ebraica.

Mentre il mandato britannico della Palestina stava scadendo, il Piano di spartizione delle Nazioni Unite del 1947 raccomandava "la creazione di un regime internazionale speciale nella città di Gerusalemme, costituendola come un corpus separatum sotto l'amministrazione delle Nazioni Unite". Tuttavia, questo piano fu respinto dagli arabi. Alla fine della guerra arabo-israeliana del 1948, Gerusalemme si trovò divisa tra Israele e Giordania (allora conosciuta come Transgiordania). La linea di cessate il fuoco stabilita attraverso gli accordi di armistizio del 1949 tra Israele e Giordania attraversava il centro della città. Nel 1949 Gerusalemme ovest divenne la capitale di Israele. Dopo la guerra del 1967, tutta Gerusalemme fu rivendicata da Israele come sua capitale. Israele da allora ha annesso l'intera Gerusalemme Est e la considera parte del suo territorio e distinto dalla Cisgiordania (sebbene pochi altri paesi accettino questa annessione). I residenti arabi di Gerusalemme est possono richiedere la cittadinanza israeliana, ma per vari motivi pochi hanno effettivamente fatto uso di tale opzione.

Come orientarsi[modifica]

Distretti di Gerusalemme
      Città Vecchia — Circondata da mura, questo chilometro quadrato ricco di storia ospita luoghi sacri per ebrei, cristiani e musulmani ed è davvero mozzafiato. È stato riconosciuto dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità. La Città Vecchia è di gran lunga la destinazione più importante per i viaggiatori, anche se di solito dormono in hotel in altre parti della città.
      Gerusalemme est — La parte di Gerusalemme controllata dalla Giordania dal 1948 al 1967. Comprende l'intero est della città, ma anche alcuni quartieri suburbani a nord-ovest e sud-ovest. Gerusalemme est ospita 250.000 musulmani e cristiani, oltre a quasi 200.000 ebrei che vivono in quartieri costruiti dal 1967. Le aree adiacenti alla Città Vecchia sono piene di attrazioni religiose e storiche. (La stessa Città Vecchia fa politicamente parte di Gerusalemme Est, ma è descritta in un articolo separato.)
      Gerusalemme ovest — La parte ebraico-israeliana di Gerusalemme, conosciuta anche come Nuova Gerusalemme, che fa parte di Israele dal 1948. È il moderno cuore commerciale della città, essendo stata al centro dello sviluppo della capitale tra il 1948 e il 1967.
      Haredi — Questa zona è abitata in modo schiacciante da ebrei Haredi ("ultra-ortodossi"), che danno a quest'area un'atmosfera distintiva rispetto al resto di Gerusalemme. La maggior parte di questi quartieri si trova a Gerusalemme Ovest, ma dal 1967 alcuni nuovi quartieri sono stati costruiti attraverso la Linea Verde, nell'angolo nord-ovest di Gerusalemme Est.
      Ain Karem — Un antico villaggio che è stato assorbito dalla crescita di Gerusalemme. Contiene gallerie d'arte e chiese.

Jaffa Street è la strada principale della città.

Come arrivare[modifica]

Vista sulla città vecchia.

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Gerusalemme, sito ad Atarot (IATA: JRS), è attualmente chiuso al traffico civile. L'aeroporto internazionale di Tel Aviv-Ben Gurion (IATA: TLV) è abbastanza vicino (circa 50 km) ed è situato sull'autostrada nº 1 che collega Gerusalemme a Tel Aviv. Una delle soluzioni più utilizzate è quella prendere uno sherut (un taxi collettivo) appena fuori dall'aeroporto che vi porterà fino a Gerusalemme per circa 60 NIS (poco più di 14€).

L'aeroporto di Atarot, nel nord di Gerusalemme vicino a Ramallah, è chiuso dal 2001, ma alcune mappe e cartelli lo indicano ancora.

In auto[modifica]

Si arriva da Tel Aviv mediante l'autostrada (gratuita) numero 1, che percorre il tracciato della strada di Latrun.

Da nord (ad es. Haifa) si arriva mediante l'autostrada numero 6 (a pagamento automatico), oppure via Tel Aviv mediante l'autostrada (gratuita) numero 2, detta Derech Haifa, o infine via Rishon LeZiyon mediante l'autostrada (gratuita) numero 4, anche detta Kvish Geha. Tutte queste si innestano sulla 1.

Da sud (Ashdod, Be'er Sheva) ancora via autostrada numero 4.

In treno[modifica]

Treni veloci[modifica]

Stazione di Gerusalemme Yitzhak Navon
  • 31.78821935.2024391 Stazione di Gerusalemme Yitzhak Navon (ירושלים – יצחק נבון) (vicino alla stazione centrale degli autobus). Simple icon time.svg ~06:30–22:00 nei giorni feriali ogni 30 min, servizio limitato venerdì-sabato. A dicembre 2019 è stato avviato il collegamento veloce tra Gerusalemme e Tel Aviv (stazione HaHagana), che impiega 32 min e fa scalo all'aeroporto Ben-Gurion (22 min da Gerusalemme). Il prezzo del biglietto è di ₪22.
    Collegamenti diretti praticamente con tutte le località di Israele mediante la rete Egged.
    Stazione di Gerusalemme Yitzhak Navon su Wikipedia Stazione di Gerusalemme Yitzhak Navon (Q981696) su Wikidata

Treni lenti[modifica]

Stazione di Gerusalemme-Malha
  • 31.74808335.1875332 Stazione di Gerusalemme-Malha (a sud della città). La vecchia linea ferroviaria, che segue il percorso della linea Giaffa-Gerusalemme del 1892, è nota per il suo paesaggio piuttosto che per la velocità. Usate il treno se avete molto tempo e volete vedere bei paesaggi montani, ma non se avete fretta.
    Da Tel Aviv, prendete la rotta Gerusalemme-Malkha, con fermate a Lod (dove potete fare collegamenti con Beer Sheva, Ashkelon e Rishon LeZion), Ramla , Bet Shemesh e arrivare a Gerusalemme. Il tempo di percorrenza dalla stazione di Tel Aviv Merkaz/Savidor alla stazione di Malkha è di circa 1 ora e mezza. C'è un treno all'ora 05:54-19:54 nei giorni feriali, 05:25-14:25 (15:25 in estate) il venerdì, 20:10 (22:10 in estate) il sabato. I treni da Malkha partono nei giorni feriali 05:44-21:41 (l'ultimo solo fino a Lod), il venerdì 06:00-13:56 (14:56 in estate), il sabato alle 19:47 (21: 47 in estate).
    Dalla stazione ferroviaria ci sono diversi autobus per destinazioni dentro e intorno a Gerusalemme. Per il centro prendete l'autobus n. 77 o n. 18 e chiedete "MerKaz Ha-ir". Per la stazione centrale degli autobus, la n. 5 è la più veloce, sebbene la n. 6 e la n. 32 siano alternative. Sono disponibili anche taxi.
    Jerusalem – Malha Railway Station (Q2776726) su Wikidata
  • 31.74472235.1769443 Stazione dello Zoo biblico. Alcuni treni fermano anche alla stazione dello Zoo Biblico di Gerusalemme, ma è raggiungibile a piedi dalla stazione di Malkha. Jerusalem – Biblical Zoo Railway Station (Q604295) su Wikidata

La storica stazione ferroviaria nel centro della città è fuori servizio.

In autobus[modifica]

Stazione centrale degli autobus
  • 31.78935.2034 Stazione centrale degli autobus (התחנה המרכזית של ירושלים, HaTahanah HaMerkazit Shel Yerushalayim), Jaffa Road. La maggior parte degli autobus interurbani arriva all'estremità occidentale di Jaffa Street, la strada principale della città. Gli autobus interurbani arrivano e partono all'interno dell'edificio della stazione e gli autobus urbani all'esterno (sia davanti all'edificio, sia su Shazar Blvd. un isolato a sud). C'è una fermata della metropolitana leggera appena fuori dalla CBS e anche molti autobus urbani fermano lì. Anche i taxi vi aspettano. Dalla stazione è una lunga ma piacevole passeggiata (o breve corsa in metropolitana leggera) lungo Jaffa Road fino al centro di Gerusalemme ovest e più avanti fino alla Città Vecchia. Quando uscite dalla stazione, girate a sinistra per camminare verso la città, o girate a destra per trovare gli autobus urbani. (Trovare la strada quando uscite dalla stazione per la prima volta può creare confusione, dal momento che non ci sono quasi mappe della città in giro. Dovrebbero esserci mappe dell'area all'interno di ogni pensilina fuori dalla stazione.)
    C'è un servizio di deposito bagagli al piano terra all'interno della stazione (vicino all'ingresso della strada) - ₪ 20 per sei ore per un armadietto piccolo, ₪ 40 per uno grande.
    Destinazioni
    I servizi di autobus per Gerusalemme dall'aeroporto internazionale Ben Gurion e dalla maggior parte delle città israeliane sono frequenti, economici ed efficienti. Egged è quasi l'unico operatore di autobus interurbani da e per Gerusalemme, così come l'intera rete urbana. Per controllare questi servizi, guardate il suo sito Web o digitate *2800 da qualsiasi telefono. L'autobus 485 dall'aeroporto è gestito da Afikim (sito internet solo in ebraico).
    Due linee di autobus Egged collegano Tel Aviv alla stazione di Gerusalemme. La Route 405 parte da Tel Aviv ogni 20 minuti circa dalle 05:50 alle 00:00. La linea 480 parte dalla stazione di Arlozorov (la stazione ferroviaria centrale) ogni 10 minuti circa dalle 05:50 alle 12:10. Ogni percorso dura circa un'ora e costa ₪ 16. Sono disponibili anche autobus diretti da Haifa, Beer Sheva, Netanya, Eilat, il Mar Morto e altre destinazioni.
    Notate che gli autobus non circolano di Shabbat: da mezz'ora prima del tramonto del venerdì fino a dopo il tramonto del sabato. Gli orari variano in base al periodo dell'anno. A dicembre (solstizio d'inverno) lo Shabbat inizia già alle 15:55 e termina alle 17:15 del giorno successivo, mentre a giugno (solstizio d'estate) lo Shabbat inizia alle 19:10 e termina alle 20:30.
    Jerusalem central bus station (Q2912210) su Wikidata
Stazione degli autobus di Gerusalemme est
  • 31.78292235.2314655 Stazione degli autobus di Gerusalemme est, Sultan Suleiman Street. Questa stazione collega Gerusalemme alle città palestinesi della Cisgiordania si trova appena a nord della Porta di Damasco della Città Vecchia, a Gerusalemme est. Ci sono tre diversi terminal degli autobus: la stazione di HaNeviim, la stazione di Nablus Road e la stazione di Sultan Suleiman. East Jerusalem Central Bus Station (Q5328673) su Wikidata
  • 31.781835.2287076 HaNevi'im Terminal. Autobus regionali regolari da/per Ramallah (autobus 218, ₪8, 45 min) e Betlemme (autobus 231 o 124, ₪6,80, 30 min), così come autobus da/per Hebron. Per Gerico, autobus 36 o 63 (₪ 6,80, 20 min) per lo svincolo 31.76409335.2811627 Al Ezariya svincolo da qui scambiate da/per un furgone sherut da/per Gerico (₪10-12, 30 min).
  • 31.78307735.2327368 Terminal Sultan Suleiman. L'autobus 263 (₪6,80) si fermerà a Al Ezariya svincolo. Questi autobus sono colorati principalmente con strisce blu.

Tutti gli autobus dalle parti israeliane della Cisgiordania (ad esempio, il Mar Morto, il deserto della Giudea, Shiloh e il quartiere ebraico di Hebron) vanno alla stazione centrale degli autobus a Gerusalemme Ovest.

In taxi condiviso[modifica]

Di sabato e a tarda notte, l'unica opzione oltre a un taxi privato è uno sherut (taxi condiviso). Questi partono dalla stazione centrale degli autobus di Tel Aviv e dall'aeroporto Ben Gurion e applicano un piccolo supplemento in aggiunta alla normale tariffa dell'autobus. A metà del 2012 uno sherut costava ₪ 23 (₪ 28 di notte, ₪ 33 a Shabbat) e lascia in centro, non lontano da Zion Square. Non ci sono linee di sherut israeliane all'interno di Gerusalemme (a differenza della maggior parte delle città israeliane). Ma ci sono linee sherut per Tel Aviv e Beit Shemesh così come per l'aeroporto.

I taxi condivisi sono anche l'opzione migliore se si viaggia tra Gerusalemme e le città palestinesi della Cisgiordania, in particolare Ramallah e Betlemme. Questi partono vicino ai terminal degli autobus di Gerusalemme est fuori dalla Porta di Damasco. C'è un taxi condiviso diretto da/per il ponte Allenby (il valico di frontiera con la Giordania), per (febbraio 2019) ₪ 42 più ₪ 5 per bagaglio o 10 JD per 1 posto più 1 bagaglio (ritiro da Al-Souq Al-Tijaree "Il suq commerciale" non lontano dalla stazione principale degli autobus). Tutti i taxi condivisi palestinesi sono molto economici, ₪ 5,00 per i villaggi circostanti, ₪ 5,50 per Abu-Dis e ₪ 6,50 per Ramallah.

Come spostarsi[modifica]

Gerusalemme è costruita in una zona montuosa, le aree centrali della città sono piuttosto piatte e molto percorribili a piedi. A causa dell'altitudine, il livello di umidità di Gerusalemme è molto più basso della maggior parte delle città di Israele, rendendo la passeggiata abbastanza piacevole. La Città Vecchia deve essere visitata a piedi, non solo perché è più impressionante in questo modo, ma anche perché le sue strette corsie e vicoli sono per lo più inaccessibili alle auto.

Con mezzi pubblici[modifica]

Muoversi a Gerusalemme era complicato in termini di tempo e frustrante poiché l'urbanistica e l'età della città lasciavano le strade intasate incapaci di gestire i numeri della popolazione moderna. La costruzione della linea metropolitana leggera ha mitigato tutto questo, ma dove la metropolitana leggera non passa la corsa potrebbe essere ancora lenta.

In tram[modifica]

Mappa della metropolitana leggera
Tram a Jaffa street

La linea della metropolitana leggera di Gerusalemme è stata aperta nel 2011. Collega i quartieri nord-orientali ai quartieri sud-occidentali e corre lungo il lato occidentale della Città Vecchia e attraversa il centro città. Ci sono piani per costruire linee aggiuntive. La sua apertura dopo lunghi ritardi e polemiche (anche perché attraversa la linea dell'armistizio del 1949) è stata una manna dal cielo per i trasporti in città e dove va è facilmente l'opzione migliore.

La metropolitana leggera attraversa molte aree di interesse turistico. Elencato da est a ovest:

  • la Città Vecchia (stazioni Porta di Damasco e Municipio)
  • il centro di Gerusalemme Ovest - vie King George e Ben Yehuda (stazione Jaffa Center)
  • il mercato di Mahaneh Yehuda (stazione di Mahane Yehuda)
  • la Stazione Centrale degli Autobus (Stazione Centrale)
  • Monte Herzl e Yad Vashem (stazione di Monte Herzl)

Il prezzo del biglietto è lo stesso della tariffa dell'autobus (₪ 5,9) con trasferimenti gratuiti tra di essi. Quando salite, toccate la carta Rav-kav contro il lettore e assicuratevi che sia visualizzata una luce verde.

La metropolitana leggera è in funzione dalle 05:30 circa a mezzanotte. La sua frequenza è ogni 6 minuti durante il giorno e meno frequentemente di notte. Come gli autobus, non circola di sabato.

In taxi[modifica]

I taxi sono abbondanti. Probabilmente potete fermarne uno rapidamente camminando fino alla strada trafficata più vicina. Nel caso non funzionasse, è bene avere a portata di mano il numero di una compagnia di taxi o installare l'app per smartphone Gett.

Tenete presente che i conducenti potrebbero tentare di fregarvi "prendendo la strada panoramica" o addebitando un prezzo fisso invece che sul tassametro. Insistete affinché l'autista accenda il tassametro (moneh) e non dovreste avere problemi. Se l'autista non attiva il tassametro, uscite e prendetene uno diverso. Con il tassametro i taxi sono relativamente economici.

Notate che un taxi privato è chiamato "moneet" in ebraico e "taxi" dagli arabi. Entrambi differiscono dal taxi condiviso ("sherut" o "servees"), che percorre percorsi fissi per molte persone come un autobus. Tuttavia, a differenza degli autobus, lo sherut non prende il rav-kav.

In auto[modifica]

Non è consigliabile guidare un'auto a Gerusalemme. Nelle zone centrali (all'incirca tra la Stazione Centrale degli Autobus e la Città Vecchia), le strade principali sono per lo più riservate ai trasporti pubblici e le strade percorribili dalle auto sono strette e molto confuse. Altrove in città è facile guidare, ma è comunque difficile trovare parcheggio. Se non potete fare affidamento sui mezzi pubblici, i taxi sono probabilmente un'opzione migliore delle auto. Solo i residenti della Città Vecchia possono guidare nella Città Vecchia.

In bicicletta[modifica]

Gerusalemme ha piste ciclabili, ma i diritti dei ciclisti non sono sempre rispettati: troverete spesso piste ciclabili bloccate e i conducenti si aspetteranno che i ciclisti diano il diritto di passaggio.

In città non c'è un servizio di bike sharing.


Cosa vedere[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Città vecchia[modifica]

Fedeli di fronte al luogo di crocifissione di Gesù Cristo, all'interno della Basilica del Santo Sepolcro
Vista sulla cupola della Basilica del Santo Sepolcro

La Città Vecchia è il nucleo storico di Gerusalemme, circondato da mura del periodo ottomano, piene di siti di enorme significato religioso e di un vivace approccio alla vita. (Si prega di notare che alcuni siti, in particolare quelli islamici, possono impedire ai membri di altre religioni di entrare o pregare.)

Il sito più iconico di Gerusalemme è il Monte del Tempio, che è il sito più importante dell'ebraismo e il terzo dell'Islam. La magnifica Cupola della Roccia dorata e blu, che si trova sul sito degli antichi templi ebraici. Include anche la Moschea Al-Aqsa, da dove si ritiene che il profeta musulmano Maometto sia salito al cielo.

  • Il Muro Occidentale (sito ebraico) è un muro di sostegno del Monte del Tempio, costruito 2000 anni fa. È il posto più vicino che gli ebrei possono andare al sito del Tempio, quindi per centinaia di anni è stata una destinazione per la preghiera e per mettere appunti con preghiere nelle fessure tra le pietre del muro.
  • Chiesa del Santo Sepolcro (cristiana). Alla fine della Via Dolorosa nel quartiere cristiano della Città Vecchia. È il sito più importante del mondo per i cristiani. La prima chiesa del sito fu costruita dalla regina Elena, madre dell'imperatore Costantino, il Santo Sepolcro è il sito numero 1 di Gerusalemme per i pellegrini cristiani ed è di conseguenza orribilmente affollato. Aspettatevi di fare la fila per un'ora o più per entrare nella minuscola camera tombale.
  • Il quartiere ebraico è stato completamente ricostruito nel 1969 dopo essere stato messo sotto il controllo israeliano nella guerra arabo-israeliana del 1967. Contiene ancora molti antichi capolavori come il muro di Ezechia (700 a.C.), la Casa Bruciata (70 d.C.), Cardo (550 d.C.) e il Muro Occidentale. Nella piazza del Muro Occidentale troverete il Tunnel del Muro Occidentale e il centro della Catena delle Generazioni. Anche il vicino parco archeologico Davidson Centre (l'Ophel) è interessante. All'interno del quartiere ci sono la Sinagoga Hurba, la più grande sinagoga della città vecchia, e il museo del quartiere eroico.
  • Via Dolorosa - passando per Bethesda (chiesa e scavi romani), il Museo Archeologico Francescano e il Monastero Les Seurs de Sion con la sua strada romana sotterranea
  • La porta di Damasco è la porta più elaborata. È anche vicino a Jaafar, un rinomato negozio di dolci di Gerusalemme. Appena fuori dalla Porta di Damasco potete visitare il Museo Archeologico Rockefeller, la Tomba del Giardino e la Tomba dei Re
  • Piazza Murestan con la Chiesa luterana del Redentore
  • La Cattedrale e il Museo Armeno
  • Chiesa Maronita

Gerusalemme est[modifica]

I confini esatti di Gerusalemme sono variati nel corso dei secoli. Alcuni dei siti più importanti si trovano appena fuori dalle attuali mura della città di Gerusalemme Est, compresi tutti i siti del tempo di re Davide e precedenti.

  • Città di Davide - All'angolo sud-est della città vecchia, c'è un sito archeologico del tempo di re Davide. Il tunnel dell'acqua Ezechia è stato costruito dal re biblico Ezechia, che ora potete attraversare.
  • La tomba del giardino su Nablus Road, Gerusalemme Est segna ciò che molti credono sia la posizione del Calvario e la tomba di Gesù. La tomba si trova in un lussureggiante grande giardino che è una buona pausa dal trambusto di Gerusalemme Est.
  • Monte degli Ulivi con numerosi monumenti tra cui: Monumenti della Valle del Kidron, Tomba di Maria, Cappella dell'Ascensione, Chiesa di Domini Flevit, Chiesa di Tutte le Nazioni, Tombe dei Profeti, Cimitero Ebraico, Chiesa di Pater Noster, Muscoviya. Il Monte delle Ulivi ha probabilmente anche la migliore vista della Città Vecchia dall'esterno.
  • Monte Sion con diversi monumenti tra cui: Abbazia di Hagia Maria Sion (Chiesa della Dormizione), Tomba di Schindler, Camera dell'Olocausto (Martef HaShoah), Tomba di Davide e Stanza dell'Ultima Cena

Gerusalemme ovest[modifica]

  • Il Monte Herzl, il luogo di sepoltura di Theodor Herzl e quattro dei primi ministri di Israele, con un museo sulla vita di Herzl; qui si tengono cerimonie nazionali.
  • Mahane Yehuda è un grande mercato con gente del posto e turisti che si fondono insieme per godersi le specialità locali, la frutta e l'atmosfera. Ottimo per fare shopping e mangiare in giro a caso.
  • Lo zoo biblico
  • Visita il tish del Belzer Rebbe venerdì sera a Charedi (solo uomini!) o semplicemente passeggiate per il quartiere ultra ortodosso di Mea Shearim in abiti decenti
  • Mishkenot Sha'ananim il primo quartiere moderno fuori dalla Città Vecchia, un bellissimo gruppo di piccole strade acciottolate

Musei[modifica]

Gerusalemme è piena di musei; ecco alcuni dei più importanti.

  • Il Museo di Israele è il museo più grande e famoso di Israele, particolarmente noto per i suoi tesori storici tra cui i Rotoli del Mar Morto e il Codice di Aleppo.
  • Yad Vashem è il museo dell'Olocausto di Israele.
  • La Torre di Davide (Cittadella) è la famosa torre della Porta di Giaffa, ora un museo della storia di Gerusalemme. Il museo utilizza le camere e la stanza della cittadella di Gerusalemme come sale espositive, ogni mostra è dedicata a un periodo specifico della storia di Gerusalemme. Le mostre sono ordinate cronologicamente. Di notte, il museo presenta uno spettacolo notturno di luci e suoni, proiettato sulla cittadella, che racconta la storia della storia di Gerusalemme.
  • Museo di arte islamica - Il museo comprende diverse mostre tra cui la mostra di orologi antichi.
  • Bible Lands Museum - Accanto al Museo di Israele, questo museo offre uno sguardo dettagliato sulle antiche società del Medio Oriente.
  • Rockefeller Museum - Oggi filiale del museo di Israele, il museo Rockefeller è stato aperto nel 1938. Il museo è dedicato ai reperti archeologici della Terra Santa.
  • The Friends o Zion Museum- Situato nel centro della città, il museo racconta le storie degli amici di Sion - persone non ebraiche che hanno aiutato gli ebrei a stabilire uno stato.

Eventi e feste[modifica]

Festival delle luci alla Porta di Damasco
  • Domenica delle Palme. Una rievocazione dell'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme. I partecipanti si riuniscono presso la Chiesa di Bethpage e scendono dal Monte degli Ulivi, cantando inni e portando fronde di palma.
  • Festival delle luci. Simple icon time.svg giugno. Mentre le mura della Città Vecchia sembrano sempre drammatiche, sembrano ancora più spettacolari per una settimana quando artisti da tutto il mondo vengono e illuminano la Città Vecchia con le loro creazioni. Ogni anno questo festival è più popolare e coinvolge più della Città Vecchia rispetto all'anno prima. Jerusalem Festival of Light (Q4173984) su Wikidata
  • Festival Internazionale di Arti e Mestieri (Hutzot HaYotzer), Piscina del Sultano (appena ad ovest della Città Vecchia). Simple icon time.svg per due settimane ogni agosto. Una grande fiera con centinaia di artisti e artigiani che espongono e vendono le loro opere, oltre a spettacoli, concerti e altri eventi.
  • Jerusalem March. Si svolge durante il Sukkot ogni anno, quando migliaia di manifestanti da tutto il mondo vengono ad esprimere il loro amore per Gerusalemme. Jerusalem March (Q6969310) su Wikidata
  • Festival Internazionale dell'Oud di Gerusalemme. Simple icon time.svg tra ottobre e novembre. Una serie di concerti sull'oud (un classico strumento mediorientale).


Cosa fare[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


  • Bike Jerusalem. Questa visita guidata di 3-5 ore copre la maggior parte dei quartieri storici di Gerusalemme, compresi molti luoghi che la maggior parte dei visitatori non vede mai. Il tour include la Knesset, La Valle della Croce, Rehavia e Talbia, La Colonia Tedesca, Mishkanit Shananim, Jaffa Gate il complesso russo e Nachlaot. La corsa passa per strade laterali, scorciatoie e vicoli. Nonostante le colline intorno a Gerusalemme, la corsa in città non è così difficile come la gente tende a pensare, e può essere modificata per adattarsi alle famiglie e ai ciclisti inesperti. La corsa della Notte di Gerusalemme include un giro per le strade vuote della Città Vecchia.
  • Rampart walk. Guardate la città dalla cima delle mura della Città Vecchia. Ci sono due percorsi diversi: il percorso settentrionale parte dall'interno della città vecchia alla porta di Jaffa e circonda il quartiere cristiano e il quartiere musulmano. Il percorso meridionale parte dall'esterno del cancello di Jaffa e circonda il quartiere armeno e il quartiere ebraico.
  • Western Wall Tunnels. è un tour interessante. Le guide conoscono la storia del muro e la spiegazione dei primi due templi e la successiva costruzione della Cupola della Roccia creeranno un quadro fantastico del conflitto tra le culture rilevanti. Le prenotazioni sono raccomandate.
  • Tour dei tunnel d'acqua della città di David. Si trova lungo la strada dalla Dung Gate (vicino al Muro Occidentale). Il tour dura circa 2 ore e inizia con una descrizione della città di David. Si conclude con una passeggiata di 25 minuti attraverso il canale dell'acqua tagliato per portare acqua dolce a Gerusalemme da una sorgente vicina. Sono necessari sandali e una torcia! L'acqua è profonda fino alla caviglia per la maggior parte del tour.
  • Per i più piccoli. Gerusalemme è una città straordinaria eventi per bambini. Ogni museo gestisce programmi speciali durante l'estate, tra cui laboratori di riciclaggio presso il Museo di Israele, tour in costume del Bible Lands Museum e il Museo del prigioniero sotterraneo. Il Teatro di Gerusalemme ha un programma completo di teatro per bambini e persino di opera. Per gli adolescenti c'è il mini golf, tour in segway, bowling, go karting, sport estremi, laboratorio di falegnameria e Kad V'Chomer (dipingete la vostra ceramica). Fun In Jerusalem ha anche un elenco completo di piscine aperte al pubblico che sono utili durante i caldi mesi estivi.
  • Free Walking Tours. Gestiti da Sandeman's New Europe Tours iniziano alla porta di Giaffa e si svolgono due volte al giorno. Visitano tutti e quattro i quartieri della città vecchia e sono un ottimo modo per avere una prima impressione della città vecchia. Le guide possono essere facilmente riconosciute dalle loro magliette rosse e si aspettano una mancia alla fine del tour.
  • Tour in Segway di Gerusalemme. Fate un giro in Segway per i siti storici di Gerusalemme. Non è necessaria alcuna esperienza in Segway.
  • Tour ecologici in Israele (Per ulteriori informazioni o per iscriversi a un tour, contattare Yonatan Neril, direttore di Eco Israel Tours), +973 433 3322, +973 54-723-4973, . Per le persone interessate all'ambiente, questo tour offre ai visitatori in Israele l'opportunità di uscire dai sentieri battuti e di sperimentare un lato raramente visto da visitatori e studenti. Espongono i gruppi in prima persona alla bellezza naturale di Israele, così come alla sua cultura viva e respiratoria dell'innovazione. Nonostante le sue sfide, Israele è un leader globale nelle soluzioni ecologiche ai problemi ambientali. Eco Israel Tours offre un'esperienza interattiva e dinamica di questo entusiasmante mondo esplorando le sfide e soluzioni contemporanee come l'acqua e l'energia.
  • Tour degli studi di Gerusalemme. I tour sono forniti ogni settimana dall'Al-Quds University Center for Jerusalem Studies. Compresi i tour degli insediamenti della Città Vecchia, dei bastioni e dei tunnel. Le guide turistiche sono accademici e storici che si concentrano sulla prospettiva palestinese.


Acquisti[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Se fate shopping nei mercati della Città Vecchia, dove si può trovare quasi tutto, preparatevi a contrattattare. Qui troverete regali belli e unici tra cui gioielli, copriletti, statue e spezie, oltre a prodotti più turistici come magliette con disegni memorabilmente divertenti.

Per Judaica, il quartiere ebraico della città vecchia, Mea Shearim (vestitevi modestamente), Ben Yehudah St ed Emek Refaim sono buoni posti.

Il nuovo centro città, intorno al centro commerciale pedonale Ben Yehuda, è un ottimo posto per comprare cose.

Il centro commerciale pedonale Mamilla appena fuori Jaffa Gate è un posto pittoresco per passeggiare e ha una buona selezione di negozi di abbigliamento internazionali di lusso.

  • 31.78481235.2125781 Mahane Yehuda. Simple icon time.svg Dom-Gio 08:00-20:00 e Ven 08:00-15:00. È il principale mercato all'aperto di Gerusalemme Ovest. Grande, rumoroso e labirintico, il mercato vanta un numero enorme di bancarelle. Prodotti freschi, pasticcini, spezie, insalate abbondano. Sicuramente il posto per un affare e una visione unica della cultura tradizionale israeliana. Quando i negozi chiudono la sera, la vita notturna si apre - negli ultimi anni lo Shuk è diventato una destinazione per bar, ristoranti e musica.


Come divertirsi[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Locali notturni[modifica]

La maggior parte dei locali notturni e dei bar si trova a Gerusalemme Ovest, principalmente nel centro della città o nel distretto di Talpiyot. Consultate l'articolo del distretto per i dettagli.

Se state cercando negozi di alcolici, ce n'è uno proprio vicino alla porta di Giaffa e diversi su Jaffa Road. Uno dei negozi vicino all'edificio delle Generali (situato sul lato destro di Jaffa di fronte all'edificio) offre un'ampia varietà di birre diverse e ha anche ottimi prezzi, inferiori a quelli di altri negozi.

Dove mangiare[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


Gerusalemme, essendo una città multiculturale, ha cibo di tutti i paesi, culture e gusti. Oltre agli onnipresenti stand di falafel, c'è cibo europeo, etiope, mediterraneo e mediorientale. C'è anche una vasta gamma di prezzi, dai lussuosi Mamilla ed Emek Refaim, alle bancarelle di falafel che circondano Machaneh Yehuda e la stazione centrale degli autobus. Una buona regola pratica è cercare ristoranti pieni di gente del posto di lingua ebraica o araba. Per i falafel, il posto più affollato è probabilmente il migliore, perché le palline di falafel diventano meno gustose più a lungo aspettano fuori dalla friggitrice.

McDonald's Kosher a Gerusalemme

Se cercate il kosher, Gerusalemme è un posto meraviglioso da visitare. Nelle sezioni ebraiche della città quasi tutto è kosher. Tuttavia dovreste comunque controllare il certificato kashrut sul muro. Se non lo vedete e il personale non può mostrarvelo, è un buon segno per andare avanti. Il certificato è stampigliato בשרי ("basari", carne) o חלבי ("halavi", latticini). Gli attuali certificati di Gerusalemme sono color crema per la certificazione normale, viola chiaro per una certificazione più rigorosa ("mehuderet") e di colore marrone marmorizzato per la supervisione più rigorosa ("mehadrin"). I certificati sono validi per 6 o 12 mesi alla volta (in genere fino a Pesach o Rosh Hashana) con la data di scadenza contrassegnata in modo evidente. Notate che non è insolito che occorrano alcuni giorni per ottenere il nuovo certificato. Nelle zone di Haredi, il certificato municipale kashrut potrebbe mancare, ma verrà fornito un certificato da un'organizzazione Haredi locale. Inoltre solo alcune filiali di McDonalds a Gerusalemme sono kosher. I rami kosher hanno archi gialli su sfondo blu, anziché il solito sfondo rosso.

Nonostante il nome, il "carciofo di Gerusalemme" non ha alcun legame con Gerusalemme e non lo troverete usato più ampiamente qui che altrove. Tuttavia c'è un autentico cibo di Gerusalemme: la grigliata mista di Gerusalemme (me'orav yerushalmi), inventata negli anni '60 in una delle steakhouse vicino al mercato di Mahaneh Yehuda e da allora si è diffusa ampiamente in Israele. Consiste in una miscela di pezzi di carne alla griglia speziati tra cui petti di pollo, cuori e fegati e pezzi di agnello. Al giorno d'oggi è possibile ottenerlo come fast food avvolto nella pita o nella laffa, o come piatto principale nei ristoranti con posti a sedere. Un posto famoso è Steakiyat Hatzot, via Agrippas; guardate le foto sul muro.

Dove alloggiare[modifica]

Gli elenchi delle strutture possono essere trovati negli articoli dei singoli distretti urbani.


La Città Vecchia ha un mix diversificato di piccoli hotel, ospizi religiosi e ostelli economici. L'alloggio più economico si trova qui. Gerusalemme Ovest offre un mix di B&B, pensioni, piccoli hotel e grandi hotel fino a 5 stelle, incluso il famoso King David Hotel, che vale la pena visitare per la sua architettura anche se non ci soggiornate. Gerusalemme est contiene un mix simile.

Prezzi modici[modifica]


Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Le norme del buon senso valgono come in tutte le località ed in particolare nelle grandi città: evitate di girare da soli di notte; informatevi sui luoghi da evitare (il vostro albergo o il vostro locatore ne sono certamente al corrente). I taxi sono reperibili 24 ore su 24: usate solo i taxi con la scritta trilingue in ebraico (מונית ֿMonit), arabo e inglese. Le guide turistiche autorizzate hanno, nel caso, solide nozioni di pronto soccorso. Chiedete la tessera di riconoscimento.

In caso di lesioni o altri incidenti di emergenza, i servizi di polizia sono raggiungibili componendo il 100, i servizi di ambulanza sono raggiungibili componendo il 101 e i vigili del fuoco sono raggiungibili componendo il 102. Tutti i servizi di emergenza impiegano operatori di lingua inglese.

Conflitto israelo-palestinese[modifica]

Souvenir esplosivi?

A causa degli elevati livelli di sicurezza in Israele, qualsiasi pacco incustodito sarà considerato di natura esplosiva e sarà distrutto. La procedura standard richiede che una squadra di artificieri tratti questi pacchi come ordigni. La grande maggioranza dei pacchi incustoditi risulta essere souvenir che sono stati lasciati da turisti preoccupati o distratti.

Per le caratteristiche della situazione medio orientale, vi è una grande attività di sorveglianza in tutto il territorio israeliano e a Gerusalemme in modo particolare. Le costanti tensioni fra israeliani e palestinesi rendono il livello di sicurezza della città piuttosto variabile: si alternano periodi di relativa tranquillità ad altri di particolare agitazione. È utile rimanere informati sulla situazione fino al giorno della partenza. Nonostante i titoli delle notizie allarmanti, Gerusalemme è relativamente sicura per i turisti. Tuttavia, i palestinesi hanno attaccato agenti di polizia israeliani e civili ebrei, principalmente con coltelli. Gli ebrei hanno commesso attacchi simili contro gli arabi e, in un caso, anche contro i partecipanti al Gay Pride, quindi controllate le condizioni attuali prima di andare. I turisti di solito non sono presi di mira negli attacchi terroristici e la maggior parte si è verificata ben lontano dai siti turistici. Naturalmente è importante rimanere vigili.

I controlli di sicurezza non rigorosi possono essere frequenti, soprattutto all'ingresso di hotel, cinema/teatri e aree commerciali. È saggio portare un documento di identificazione.

Come ovunque in Israele, potreste notare un gran numero di soldati che trasportano armi. Questi sono generalmente soldati fuori servizio che vanno e vengono dalle loro basi, quindi non hanno nulla a che fare con la situazione della sicurezza. Tuttavia, dentro e intorno alla Città Vecchia ci saranno probabilmente molti poliziotti armati in servizio. Inoltre, nella Città Vecchia vengono spesso condotti tour educativi per i soldati e la "cerimonia di giuramento" dell'IDF si tiene vicino al Muro Occidentale.

Religione[modifica]

Ci sono alcune aree della città in cui è importante essere consapevoli del proprio abbigliamento, della religione e del periodo di visita. Ecco alcune linee guida:

  • Abito. Quando si visita un luogo sacro o un quartiere religioso bisogna vestirsi con modestia. Per gli uomini questo significa pantaloni lunghi, una camicia chiusa con maniche e un copricapo. Per le donne, significa una gonna che scende sotto il ginocchio, una maglietta con maniche al gomito e senza scollatura o pancia a vista. Questo vale per chiese, moschee e sinagoghe, così come il Monte del Tempio (Nobile Santuario) e il Muro Occidentale (la piazza vicino al Muro è essenzialmente una sinagoga all'aperto e ci sono moschee sul Monte del Tempio) e i quartieri di Haredi come Mea Shearim.
  • Religione. Non è sicuro per persone particolarmente ebree (ad es. che indossano una kippah o parlano ebraico) entrare nei quartieri musulmani. Ciò include il quartiere musulmano della città vecchia, anche se la forte presenza della polizia lo rende più sicuro. È anche alquanto pericoloso per gli arabi entrare nei quartieri di Haredi o entrare nel centro della città ebraica a tarda notte quando i giovani ebrei hanno bevuto.
  • Tempo. I non musulmani non sono ammessi sul Monte del Tempio (Nobile Santuario) durante i periodi di preghiera musulmana. Durante lo Shabbat e le festività ebraiche, non si dovrebbero usare in pubblico dispositivi elettronici o fumare in nessuna sinagoga, al Muro del Pianto o in qualsiasi quartiere di Haredi. (Il fumo è, altrimenti, piuttosto comune in Israele, quindi anche i non fumatori dovrebbero essere avvertiti.) La guida nei quartieri di Haredi durante lo Shabbat e le festività ebraiche non è consentita e le strade potrebbero essere chiuse. Durante il Ramadan, mangiare, bere o fumare per le strade delle aree musulmane è culturalmente insensibile, anche se raramente i turisti subiscono interferenze.

A causa della mescolanza di religioni e della mescolanza di culture all'interno delle religioni, le tensioni a volte possono essere elevate. Evitate qualsiasi confronto tra la gente del posto. Sebbene estremamente rari, alcuni locali possono avere atteggiamenti xenofobi e chiedere agli stranieri di lasciare l'area vicino alla loro casa. Avete il diritto di vedere tutta Gerusalemme, ma spostarvi in un'altra area risolverà la situazione.

Microcriminalità[modifica]

La criminalità di strada è quasi inesistente, anche se i borseggiatori possono lavorare nella Città Vecchia.

Nel complesso, il furto non è un problema su larga scala. Per ridurre al minimo il rischio, tuttavia, si applicano le normali precauzioni. Non lasciare oggetti di valore all'interno di un'auto o in piena vista nella tua camera d'albergo. Ci sono molti sportelli bancomat in tutta la città e le carte di credito sono ampiamente accettate, quindi non è necessario portare con sé grandi quantità di contanti.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Gli uffici postali israeliani sono disponibili per il servizio dalle 08:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00 (da domenica a giovedì), sebbene gli orari possano variare a seconda della filiale.

  • L'ufficio postale centrale per Gerusalemme Ovest si trova vicino all'inizio di Jaffa Road, vicino agli uffici del comune. Aperto fino alle 19:00.
  • Nella Città Vecchia, gli uffici postali si trovano nel quartiere armeno vicino alla Porta di Giaffa, diagonalmente di fronte al Museo della Torre di David, così come nel quartiere ebraico di Plugat Ha-Kotel vicino al Broad Wall.
  • Un ufficio postale si trova in un piccolo centro commerciale in King George Street, immediatamente a sud di Jaffa Street.

Israele utilizza le cassette postali rosse britanniche in alcune aree, a ricordo del precedente mandato britannico.

Telefonia[modifica]

Il prefisso per Gerusalemme è: 02.

Con l'avvento dei cellulari, i telefoni pubblici non esistono quasi più ma accettano schede telefoniche prepagate che possono essere acquistate presso gli uffici postali, i negozi e le edicole delle lotterie. Sono disponibili nelle seguenti denominazioni: 20 unità (₪13), 50 unità (₪29) o 120 unità (₪60). Le chiamate effettuate il sabato e il venerdì sera costano il 25% in meno rispetto alla tariffa standard.

Sono disponibili anche telefoni a gettoni (di solito ₪ 1). Questi sono "telefoni pubblici" privati, di proprietà e gestiti dai proprietari di negozi.

Internet[modifica]

Troverete la connessione Wi-Fi gratuita negli autobus e nelle caffetterie.

In alternativa, i piani per telefoni cellulari più economici includono pochi GB al mese di dati Internet.


Nei dintorni[modifica]

Una delle tre stazioni degli autobus arabe vicino alla porta di Damasco servirà la città palestinese in cui volete andare. Se vi state dirigendo verso una città israeliana a ovest, iniziate dalla stazione centrale dei bus a Gerusalemme ovest.

  • Abu Gosh
  • Betlemme - Il luogo di nascita biblico di Gesù e città natale di David, circondato dal monastero di Mar Saba e dal parco Herodium (Herodion).
  • Ramallah – Non così eccitante, ma un buon punto di partenza andando più a nord in Cisgiordania. Sede de facto del governo dell'Autorità Palestinese.
  • Nablus – Una delle città più antiche del mondo e famosa per il suo Kunafa/Kenafeh. Se avete un programma serrato e state pianificando di andare a Ramallah, potreste voler saltare quest'ultima per questa città palestinese più eccitante.
  • Gerico – Uno degli insediamenti più antichi del mondo e del Medio Oriente e un ottimo punto di partenza per la spiaggia di Kalya sul Mar Morto. Quest'ultima è una delle cose più famose da vedere/fare in Israele e Giordania.
  • Tel Aviv – Una città grande e la più cosmopolita d'Israele, nota per la sua club culture.

Ci sono taxi condivisi diretti per il ponte King Hussein "Allenby" per la Giordania, per ₪ 38 più ₪ 4 per bagaglio – trasferimento da Al-Souq Al-Tijaree "The commercial souq" non lontano dalla stazione principale degli autobus. Per quanto riguarda la regolamentazione dei visti, vedere Territori palestinesi.

  • 31.77166135.25590312 Tomba di Lazzaro, Betania (Prendete l'autobus 36, 63 o 263 da una delle stazioni degli autobus arabi di Gerusalemme.). Questo sito cristiano si trova nel villaggio di Al Eizariya, un sobborgo orientale di Gerusalemme, in Cisgiordania. Tomba di Lazzaro su Wikipedia Tomba di Lazzaro (Q7818622) su Wikidata
  • 31.83273335.1801513 Nabi Samwil (a nord di Gerusalemme in area C). In questo villaggio si trova il tradizionale luogo di sepoltura del profeta Samuele, che scelse Saul e David come re. Nel corso dei secoli questo è stato un luogo di pellegrinaggio per cristiani, musulmani ed ebrei. È uno dei punti più alti dell'area di Gerusalemme e offre una vista mozzafiato in tutte le direzioni. Un certo numero di linee di autobus da Gerusalemme a Givat Ze'ev o Modiin Ilit si fermano qui. Il posto migliore per salire a bordo è lungo la strada principale di Ramot (il quartiere più a nord-ovest della città, più vicino a Nabi Samwil). Nabi Samwil (Q3532567) su Wikidata

Itinerari[modifica]

Informazioni utili[modifica]

Demografia[modifica]

La popolazione di Gerusalemme di circa 800.000 abitanti è composta per il 62% da ebrei, per il 35% da musulmani, per il 2% da cristiani e per l'1% da altri. I quartieri tendono ad essere prevalentemente ebrei o musulmani; ci sono pochi quartieri veramente misti, anche se molti quartieri hanno una piccola minoranza di persone di altre religioni. Tuttavia, è normale che persone di tutte le religioni si incontrino sul posto di lavoro. La popolazione ebraica è un mix di culture, con molti immigrati dall'ex Unione Sovietica, dal Nord Africa, dall'Iraq, dall'Europa orientale, dagli Stati Uniti e da altri luoghi. Rispetto soprattutto a Tel Aviv, Gerusalemme è nota per il suo gran numero di ebrei religiosi, che vanno dagli ebrei conservatori agli haredi ("ultra-ortodossi"). Gli Haredi tendono anche ad auto-segregarsi per vari motivi e ne troverete la maggior parte in alcuni quartieri prevalentemente ad Haredi.

La storia demografica di Gerusalemme negli ultimi duecento anni è interessante e alquanto controversa. Gerusalemme divenne una città ebraica plurale nel XIX secolo, ed era una città a maggioranza ebraica durante il mandato britannico. Tuttavia, allora come oggi molti ebrei di Gerusalemme erano Haredi e rifiutavano il sionismo. La guerra del 1948 portò allo sfollamento forzato di tutti gli ebrei (sionisti e non, immigrati o radicati nella zona da secoli) da Gerusalemme Est e dalla Città Vecchia, compreso lo storico quartiere ebraico. Dal 1948 al 1967 il governo giordano proibì agli ebrei di vivere a Gerusalemme est e cercò di cancellare le tracce del passato ebraico. Alcuni ebrei che si sono stabiliti a Gerusalemme est dal 1967 vedono le loro azioni quindi come nient'altro che un "ritorno" dopo l'assenza forzata sotto il controllo giordano.

Lingue[modifica]

Le principali lingue parlate a Gerusalemme sono l'ebraico a Gerusalemme ovest e l'arabo a Gerusalemme est. La maggior parte delle persone in tutta la città parla un inglese sufficiente per comunicare. In particolare, l'inglese è ampiamente parlato nelle zone più visitate dai turisti, in particolare la Città Vecchia. In genere, anche se al primo tentativo non trovate un madrelingua inglese, uno sarà nelle vicinanze. Gli abitanti di Gerusalemme di (quasi) qualsiasi provenienza sono sempre pronti ad aiutare i turisti con la lingua come con altre esigenze.

Inoltre, alcuni ebrei charedi (ultra ortodossi) parlano yiddish nella vita quotidiana in parte perché considerano blasfemo l'uso dell'ebraico per cose mondane e c'è un numero significativo di ebrei di lingua francese. Gruppi più piccoli di ebrei parlano olandese e spagnolo. C'è un gran numero di immigrati russi di origine ebraica, quindi non è raro vedere cartelli in russo o ascoltare la radio in lingua russa.

Nota: ricordate che l'ebraico e l'arabo sono scritti da destra a sinistra.

Altri progetti

CittàUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).