Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Pianura padana lombarda > Riserva naturale Valli del Mincio

Riserva naturale Valli del Mincio

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Riserva naturale Valli del Mincio
Il Mincio a Grazie di Curtatone
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Riserva naturale Valli del Mincio è situata in Lombardia.

Da sapere[modifica]

La Riserva naturale Valli del Mincio è un'area naturale protetta della Regione Lombardia istituita nel 1984 e affidata alla gestione del Parco regionale del Mincio. Il territorio della Riserva si estende tra i comuni di Rodigo, Porto Mantovano, Curtatone, Mantova.

La riserva ha ottenuto diversi riconoscimenti:

  • Zona di importanza internazionale, specialmente per gli uccelli acquatici così come definita dalla Convenzione internazionale di Ramsar del 1971
  • Zona di protezione speciale (ZPS): ai sensi della direttiva 79/409/CEE concernente la conservazione degli uccelli selvatici
  • Sito di importanza comunitaria (SIC) appartenente alla "Rete Natura 2000": ai sensi della direttiva 92/43/CEE del 1995
  • Destinazione europea di eccellenza per la sezione "Turismo e aree protette" del "Progetto Eden" anno 2009

Cenni geografici[modifica]

Le Valli del Mincio sono costituite da un'estesa zona paludosa, all'interno del bacino del fiume Mincio, situata in un'ampia zona dalla morfologia pianeggiante.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono:


In treno[modifica]

  • 5 Stazione di Mantova, Piazza don Leoni (direttrici Verona Porta Nuova-Mantova, Modena-Mantova, Milano Centrale-Cremona-Mantova, Monselice-Mantova.). Treni diretti una volta al giorno anche da Bologna Centrale, Parma e Venezia Mestre.


Permessi/Tariffe[modifica]


Come spostarsi[modifica]

In barca[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Santuario di Santa Maria delle Grazie
  • 1 Santuario B.V. delle Grazie, Piazza Santuario 4 - Grazie di Curtatone, +39 0376 349002, fax: +39 0376 347112, @ . Simple icon time.svg Da ottobre a marzo: mattino ore 7,30 - ore 12,00, pomeriggio ore 15,00 - ore 18,30. Da aprile a settembre: mattino ore 7,30 - ore 12,00, pomeriggio ore 15,00 - ore 19,30. In stile gotico lombardo voluta dal marchese Francesco I Gonzaga nel 1429 per aver salvato Mantova dalla peste. L'interno è occupato dalle Logge linee che percorrono tutta la navata. Le cappelle laterali sono occupate da mausolei di illustri famiglie, tra cui quella di Baldassarre Castiglione, disegnata da Giulio Romano.
    Durante la grande festa del 14 e 15 agosto, si svolge l'annuale Incontro Nazionale dei Madonnari, che raccoglie decine di artisti da tutto il mondo. I madonnari, pittori che dipingono con gessetti colorati sull'asfalto, creano grandi riproduzioni di quadri famosi d'arte sacra o immagini di propria fantasia dedicate alla Madonna o di stampo profano.


Mantova


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Itinerari[modifica]

  • Nelle terre dei Gonzaga — Un itinerario attraverso i centri, grandi e piccoli, che furono capitali dei rami Gonzaga cadetti: principati, marchesati, ducati che, all'interno della compagine statale mantovana, godevano di una vera e propria indipendenza, spesso battevano moneta e tenevano corti raffinate che rivaleggiavano con quella mantovana, abbellivano i propri centri urbani dotandoli di eleganti architetture – chiese, piazze, palazzi, mura, torri - e di caratteristici scorci urbani come i tipici portici gonzagheschi.
  • Colline moreniche del lago di Garda — Sui primi corrugamenti della pianura padana che si fa collina, là dove ha inizio il grande bacino lacuale del Lago di Garda, il percorso tocca paesi e città che furono dominio gonzaghesco, veneziano, scaligero, e divennero poi teatro delle sanguinose battaglie risorgimentali che furono il preludio dell'Unità d'Italia. All'importanza turistica, storica e naturalistica la zona unisce un interesse enologico in quanto area di produzione dei vini dei colli, tokai, merlot e chiaretto.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.