Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Maiolo
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Maiolo
Sito istituzionale

Maiolo è un centro dell'Emilia-Romagna.

Da sapere[modifica]

È un comune sparso; il municipio si trova in località Serra. Fa parte dell'Associazione Città del pane.

Cenni geografici[modifica]

Il capoluogo è proteso in direzione est-ovest nell'alta Valmarecchia, lungo le pendici settentrionali del Monte Carpegna. Oltre a questo piccolo nucleo di case lungo la via provinciale vi sono altri borghi minori sparsi sul territorio.

In direzione nord nord-est si trova il monte Rocca di Maiolo, sulla cui cima si ergono a strapiombo i resti dei bastioni poligonali dell'antica rocca, In lontananza, nella medesima direzione, è possibile scorgere le alture di San Leo e di San Marino.

Come tutto il Montefeltro, Maiolo si trova in una zona di media sismicità e ad alto rischio di frane e smottamenti.

Cenni storici[modifica]

L'attuale posizione di Maiolo si deve a due spostamenti del nucleo comunale. Il primo nucleo di Maiolum (dal latino, grandicello, forse rispetto al vicino San Leo) era stato stabilito in cima all'attuale Rocca di Maiolo. La sua esistenza è testimoniata da documenti già nel 962,

Verso l'XI secolo appartenne alla Chiesa che ne infeudò il monastero di San Donato di Pubbiano di Gubbio, il quale nel 1308 lo diede in enfiteusi alla nobile casata dei Faggiolani di Casteldelci, ma più volte fu conteso fino a giungere nelle mani dei Montefeltro d'Urbino. In epoca medievale assunse notevole importanza commerciale e politica. Il Comune di Maiolo ed il suo Sindaco, Homodeus de Giungis, figurano quali primi firmatari per la parte guelfa, immediatamente dopo il vescovo di Urbino, nella pace tra quest'ultimo ed i conti del Montefeltro.

Tra il 29 e 30 maggio 1700 il paese venne distrutto da una gigantesca frana, alimentata da un diluvio durato quasi 48 ore, che cancellò quasi completamente il borgo fortificato. La stessa interessò la parte superiore e inferiore del monte con crollo di massi e smottamenti. La leggenda attribuisce il tragico evento alla punizione divina causata dagli orgiastici "balli angelici" che vi si tenevano in tempo di quaresima.

Si narra che il paese fosse stato inizialmente distrutto da un fulmine, ma in realtà tale diceria risulta infondata poiché è un travisamento del fatto documentato che un fulmine nel 1647 (ovvero 53 anni prima della sciagura) mandò per aria la polveriera distruggendo parte della muraglia posta sulla strada che conduceva al forte.

Nell'Italia unita il comune di Maiolo è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell'Alta Valmarecchia in attuazione dell'esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006.

Come orientarsi[modifica]

Il territorio comunale comprende anche gli abitati di Ca' Bertello, Ca' Migliore, Campolungo, Ca' Tomei, Santa Maria, Sant'Apollinare e Maioletto.

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

  • Da nord prendere l'autostrada A14 in direzione di Ancona, uscire a Cesena Nord, seguire la direzione Roma-Ravenna, continuare sulla SS 3BIS / E45, uscire in direzione Monte Castello/Montepetra/Romagnano, svoltare sulla SP 138 in direzione di Roma, attraversare Savignano di Rigo, Perticara, Novafeltria, proseguire seguendo indicazioni per Maiolo.
  • Da sud prendere l'autostrada A14 in direzione di Napoli, seguire la direzione Pescara, uscire a Rimini Sud, seguire la direzione Repubblica San Marino, attraversare Cerasolo, ingresso in territorio sammarinese, attraversare Serravalle, Fiorina, Domagnano, Borgo Maggiore, Acquaviva, ingresso in territorio italiano, attraversare Pietracuta, Novafeltria, proseguire per entrare in Maiolo.

In treno[modifica]

  • La stazione ferroviaria di riferimento è quella di Rimini, si prosegue in autobus con le Ferrovie Emilia Romagna.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Resti dell’antica Rocca. Sull'omonima rupe che domina il paese.
  • Chiesa di San Biagio (nel borgo di Sant'Apollinare). Conserva un'abside romanica affrescata del XVI secolo e un'acquasantiera del XV.
  • 2 Chiesa di Santa Maria d'Antico. Custodisce una maiolica invetriata di Luca della Robbia raffigurante la Vergine con Bambino a grandezza naturale. Questo edificio sacro risale al periodo romanico e mantiene ancora un portale a lunetta scolpita e rosone.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa del Pane. Simple icon time.svg fine giugno. La festa è dedicata al pane prodotto a Maiolo, ottenuto da farine locali derivate dalla tradizione. Il Comune fa parte della Associazione Città del pane.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Maiolo
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Maiolo
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.