Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Emilia-Romagna > Romagna > Appennino romagnolo tosco-marchigiano > Valmarecchia

Valmarecchia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Valmarecchia
Valmarecchia - tramonto
Stato
Regione

Valmarecchia è una regione dell'Italia.

Da sapere[modifica]

Fu sempre terra di confine, appennino di castelli, fortificazioni, pievi, di orizzonti nei quali si stagliano improvvise le rupi delle fortezze: San Leo, San Marino; terra che partecipa di più nature, tanto che nei secoli si trovò a far parte di diversi territori amministrativi, ma che conserva una profonda essenza romagnola.

Cenni geografici[modifica]

Fra la Toscana, le Marche, la Pianura romagnola e la Riviera romagnola, ha nel Marecchia il suo corso d'acqua principale dal quale prende il nome. I Malatesta, i Montefeltro, la Chiesa, i Medici furono i principali potentati che incisero sui destini di quest'area di confine, compresa ora in uno, ora nell'altro Stato regionale, ora unificato, ora suddiviso fra più Signori. Ancora oggi la sua unità non è completamente riconquistata, anche dopo il passaggio alla Romagna di Rimini di gran parte dei Comuni che si trovavano nelle Marche; alcuni sono rimasti marchigiani, la parte dell'alta valle è ancora toscana.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

La piazza di Novafeltria
  • Pennabilli — In posizione sopraelevata conserva il vecchio nucleo medievale. Fu culla della famiglia Malatesta, che diventerà poi signora di Rimini. È il centro religioso della zona, in quanto sede della Diocesi di San Marino e del Montefeltro.
  • San Leo — È opera quattrocentesca di Francesco di Giorgio Martini la Rocca di San Leo, che svetta sull'alto della rupe su cui si sviluppa l'abitato; pare inaccessibile, ed emana un senso di potenza e di forza che stupisce. La città offre inoltre un centro urbano di pregio, con gli edifici medievali del Duomo e della Pieve.
  • Sant'Arcangelo di Romagna — Ha un nucleo medievale e conserva una Rocca quadrilatera con torri angolari edificata dai Malaspina nel XIII-XIV secolo. Ha una Collegiata settecentesca.
  • Verucchio — La Rocca Malatestiana alta sul paese domina il borgo, nel quale merita una visita la Collegiata, che custodisce numerose opere d'arte.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Forte (a San Leo). — Maestoso e inaccessibile, sulla rupe di 639 metri di altitudine, è noto per avere avuto come prigioniero il Conte di Cagliostro, che vi morì nel 1795.
  • Pieve (a San Leo). — Basilica preromanica dei secoli IX-XI, restaurata, è a tre navate e tre absidi. Conserva un ciborio del Nono secolo.
  • Centro storico (A Pennabilli). — Ha importanti testimonianze architettoniche medievali. Nel centro storico di Pennabilli e nel territorio comunale è situato il Museo diffuso I luoghi dell'Anima ideato da Tonino Guerra.
  • Rocca malatestiana (A Sant'Arcangelo di Romagna). — Quattrocentesca, ha torri poligonali; fu baluardo dei Malatesta all'imbocco della valle.
  • Rocca malatestiana (a Verucchio). — Ancora una rocca a difesa dei possedimenti malatestiani, ne rimane solo una; la rocca che sorgeva sul lato opposto della valle è andata perduta.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Una piadina

Il piatto tipico della zona è senza dubbio la piadina.

Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.