Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia centrale > Marche > Territori di Pesaro e Urbino > Pesaro

Pesaro

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Pesaro
Pesaro
Palazzo Ducale di notte
Stemma
Pesaro - Stemma
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Pesaro
Pesaro
Sito del turismo
Sito istituzionale

Pesaro è una città delle Marche.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Pesaro si affaccia sul mare Adriatico, possiede una spiaggia sabbiosa e un porto canale situato sulla sponda destra della foce del Fiume Foglia. L'abitato è compreso tra due colli, il Monte Ardizio a est-sud-est e il Colle San Bartolo a ovest-nord-ovest, che dà il proprio nome al Parco naturale regionale del Monte San Bartolo.

Nell'entroterra, lungo il fiume Foglia, è presente una modesta distesa pianeggiante che si restringe in prossimità dell'Appennino formando la valle del Foglia.

Quando andare[modifica]

Potendo vantare sette chilometri di spiaggia attrezzata, e grazie anche alla sua struttura turistica, la stagione ideale per visitare Pesaro è l'estate. Dal 2005 sulle spiagge pesaresi sventola la Bandiera Blu.

Cenni storici[modifica]

Foto di Gioachino Rossini

La città vanta origini antichissime. Probabilmente fondata dai Siculi, vi sono transitati Umbri, Piceni, Etruschi e Galli Senoni. In epoca Roma diventa la colonia Giulia Felice. e dopo varie vicissitudini la città passa sotto i Montefeltro, poi sotto i Della Rovere, che la cederanno alla Chiesa, sotto il cui dominio rimarrà fino all'Unità d'Italia.

Gioachino Rossini (1792-1868) con la sua musica ha donato alla città una notorietà internazionale, grazie anche al Rossini Opera Festival, manifestazione di rilevanza mondiale, che attira amatori di tutte le nazionalità.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Dista 30 km dall'aeroporto di Rimini Miramare, 60 km dall'aeroporto di Ancona-Falconara e 150 km dall'aeroporto Marconi di Bologna.

In auto[modifica]

È collegata all'Autostrada A14 (casello Pesaro Urbino) e alla Strada Statale 16 Adriatica.

In treno[modifica]

La stazione ferroviaria di Pesaro, vicinissima all'Ospedale Civile e al Centro Storico, è servita da sessanta a centoventi treni al giorno delle linee Milano-Bari e Roma-Pesaro.

In autobus[modifica]

Il terminal delle autocorriere è adiacente alla stazione ferroviaria. Collegamenti regolari verso i principali centri della provincia. La navetta che collega Pesaro a Fano parte ogni 30 minuti. Esiste un collegamento veloce ogni 30 minuti per Urbino.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

I bus cittadini offrono collegamenti veloci ma non eccessivamente frequenti. Consigliati soprattutto per raggiungere i quartieri periferici.

In taxi[modifica]

  • CO.TA.P. (Cooperativa Tassisti Pesaresi), Via Lombardia, 7, +39 0721 454425. Servizio Radio Taxi su chiamata telefonica. Sono sempre presenti taxi presso la stazione ferroviaria e nella centrale Piazza del Popolo.

In auto[modifica]

Il mezzo privato può essere utile per raggiungere le zone periferiche e collinari come gli abitati delle frazioni di Novilara e Candelara. Il centro storico è prevalentemente a traffico limitato, ma sono presenti due maggiori parcheggi "scambiatori" in zone strategiche in prossimità del centro.

In bicicletta[modifica]

Il mezzo più comodo e veloce per spostarsi in centro è la bicicletta. Pesaro dispone di una fitta rete di piste ciclabili (77 km) ribattezzate Bicipolitana che collegano in sicurezza tutti i quartieri cittadini. Dal lungomare parte una pista ciclabile costiera, completamente separata dalla sede stradale, della lunghezza di 12 km, che collega Pesaro a Fano a contatto con il litorale sabbioso. È possibile affittare biciclette gratuitamente negli hotel e in centro, presso il parcheggio "Il Curvone" (viale dei Partigiani).

A piedi[modifica]

Il Centro Storico non è molto esteso ed è prevalentemente a traffico limitato. Il passeggio lungo le sue piccole strade e piazze è molto gradevole. Molti pesaresi trascorrono alcune ore del pomeriggio indugiando tra le vetrine, le biblioteche e i punti di incontro e ristoro del centro.

Cosa vedere[modifica]

La Sfera di Pomodoro
  • 1 Palazzo Ducale (Sede della Prefettura di Pesaro e Urbino), Piazza del Popolo, +39 338 2629372, @ info@isairon.it. Simple icon time.svg da giugno a ottobre tutte le domeniche. Questo enorme edificio o meglio complesso di edifici, ora sede della Prefettura, è opera dell'architetto Alessandro Sforza. Al suo interno potrete ammirare le case dei Malatesta e degli Sforza ristrutturate dai Della Rovere, i famosi duchi di Urbino e Pesaro. Anticamente il palazzo era decorato con quadri di Raffaello, Bronzino, Tiziano, Bassanoe e Barocci, poi spostati in occasione dell'insediamento degli uffici della prefettura. In realtà, il palazzo attuale somiglia poco a quello che doveva essere il suo antico aspetto a causa delle radicali modifiche che ha subito nel novecento. La sala più conosciuta è nota come "salone Metaurense" e risale al quattrocento. Pavimenti e soffitti sono invece del 1620 e sono opera di Giovanni Cortese che lavorò qui su commissione per Maria II Della Rovere.
  • 2 Sfera Grande (Palla di Pomodoro), Piazzale della Libertà. Si tratta di una fusione in bronzo realizzata nel 1998 dallo scultore Arnaldo Pomodoro, di cui l'originale si trova oggi a Roma davanti all’ingresso principale della Farnesina. I pesaresi si sono affezionati a questa ‘presenza’ in piazzale della Libertà, iniziando a chiamarla familiarmente ‘la palla di Pomodoro’. Da allora, la Sfera Grande è diventata meta tradizionale d’incontro per chi deve vedersi al mare oppure riferimento stradale per i visitatori di passaggio in città.
  • 3 Villino Ruggeri, Piazzale della Libertà. Simple icon time.svg non vistabile. È un magnifico esempio di architettura liberty italiana, costruito tra il 1902 e il 1907. In questo periodo, infatti, il palazzo diventò la casa della famiglia Ruggeri che decorò e arredò l'intero edificio in stile liberty.
  • 4 Rocca Costanza, Piazzale Matteotti. Simple icon time.svg visitabile solo in occasione di eventi. Fortificazione a pianta quadrata edificata per Costanzo Sforza fra il 1474 e il 1483, sorge a ridosso della cinta muraria della città, ma rimanendone comunque all'esterno. Rocca Costanza è la maggiore fortificazione della città ed è circondata da un imponente fossato che nel 1500 Cesare Borgia, occupata la città, fa riempire con l’acqua del mare. In seguito la rocca passerà di nuovo agli Sforza, ai Della Rovere, allo Stato Pontificio. Nel 1864 diventa un carcere; lo resterà fino al 1989 quando i successivi restauri la riconsegnano alla cittadinanza diventando sede estiva di eventi culturali come il Rossini Opera Festival, il Palio dei Bracieri e il Pesaro Comix and Games.


Eventi e feste[modifica]

  • 1 Rossini Opera Festival (ROF), via Rossini 24, +39 0721 3800294, @ rof@rossinioperafestival.it. Simple icon time.svg mese di agosto. Dal 1980 è il più importante evento a livello mondiale che riguardi la produzione, sia operistica, sia cameristica, di Gioachino Rossini.
  • 2 Mostra internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (Pesaro Film Festival), Piazzale Albani, 12, +390721387511, fax: +390721387685, @ info@pesarofilmfest.it. Simple icon time.svg Fine Giugno - Inizio Luglio. è uno dei più importanti festival cinematografici italiani. Ideat da Lino Miccichè e da Bruno Torri alla fine del 1964, si tiene a Pesaro fin dalla prima edizione (29 maggio – 6 giugno 1965). Nel corso del tempo, accanto alle edizioni principali, la Mostra ha realizzato numerose iniziative collaterali: contemporaneamente alla Mostra, l'Evento speciale, dedicato al cinema italiano; in autunno, inizialmente ad Ancona, poi sempre a Pesaro, la Rassegna internazionale retrospettiva; ancora in autunno il Convegno internazionale di studi sul cinema, inizialmente a Urbino, poi a Pesaro, e varie manifestazioni cinematografiche in città marchigiane ma anche a Roma, New York, Berlino e Parigi.
  • 3 Pesaro Comics & Games, Piazzale Matteotti, 1 (Rocca Costanza). Simple icon time.svg Ultimo week-end di agosto. evento di tre giorni per appassionati di giochi di ruolo, da tavolo, comics, cosplay, carte collezionabili. Seminari, concerti, dimostazioni e gare nella cornice della medievale Rocca Costanza. Quella del 2016 è la quarta edizione.
  • 4 Fiera di San Nicola, Zona lungomare. Simple icon time.svg 10, 11, 12 settembre. Questa fiera segna la fine dell'estate. Passeggiando per le bancarelle e gli stand della fiera potrete acquistare vestiti, oggetti per la casa così come anche specialità enogastronomiche. Per l'occasione si attiva anche un servizio navetta gratuito che fa la spola tra la Fiera e il parcheggio di San Decenzio. Altri parcheggi nei dintorni sono quello di Viale dei Partigiani e quello di Via marsala per un totale di quasi 700 posti auto. In questi ultimi parcheggi potrete noleggiare facilmente una bicicletta.
  • 5 PesaroWineFestival (Fiera internazionale del vino d'artigianato), Centro Arti Visive Pescheria, Via Cavour, +39 338 9929670 (Organizzazione), @ info@pesarowinefestival.it. Ecb copyright.svg €17.20. Simple icon time.svg aprile. Festival di primavera dedicato al vino. L'evento è organizzato dall'Associazione culturale Pesaro Vino Cultura con il patrocinio del comune di Pesaro. È ospitato dal Centro Arti Visive Pescheria in via Cavour, pregiato ed elegante edificio ottocentesco che presenta elementi del tempio pagano, fino agli anni '80 adibito a mercato all'ingrosso del pesce. Presenti aziende vinicole nazionali e internazionali selezionate secondo criteri di qualità, processi di produzione, scelta delle materie prime coltivate nei territori di produzione. L'evento propone concerti, seminari didattici, ed è anche una fiera in occasione della quale si possono acquistare i vini in degustazione.
  • 6 Candele a Candelara, Strada Borgo Santa Lucia, 40, 61122, Candelara di Pesaro (Bus navetta gratuito dalla stazione ferroviaria ogni 30'), +390721286693, @ proloco@candelara.com. Ecb copyright.svg € 2.50. Simple icon time.svg Week end di fine-novembre / metà-dicembre 10:00-21:00. Suggestiva manifestazione pre-natalizia dedicata alle candele e alla storia del caratteristico borgo medievale. Sulla collina dove sorge l'antico castello ha luogo uno dei più particolari eventi pre-natalizi delle Marche. Durante le serate, sarà spenta l'illuminazione pubblica per godere dell'illuminazione della tremolante luce di centinaia di candele.
  • 1 Villa'N'Roll (#VNR), Str. in Sala, 254, 61122 Pesaro PU. Il Villa’n’Roll si definisce festival del traffico umano conurbano, ma è prima di tutto un festival che promuove musica di qualità.

Giunto alla sua settima edizione può orgogliosamente dire di aver mantenuto il suo dovere primo: scoprire e divulgare la bellezza. Con occhi e orecchi rivolti al contemporaneo e animo sobrio, cercherà anche quest’anno di interpretare l’efficacia dei cambiamenti con la puntualità delle proposte musicali inserite nel programma.

Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • 7 Parco San Bartolo, Viale Varsavia s.n., +39 0721 268426 - 348 3572204, fax: +39 0721 408520, @ parcosanbartolo@pec.it. Si tratta di un parco di circa 1600 ettari tra Pesaro e Gabicce Mare che vanta un magnifico paesaggio in cui si alternano colline e mare. Al suo interno vivono mammiferi medio-grandi, come caprioli e volpi, diverse specie di rettili e diverse specie di uccelli.

Itinerari[modifica]

Pesaro, Villa Imperiale
  • 8 Villa Caprile, Strada di Caprile 1, +39 0721 21440, @ ita.cecchi@provincia.ps.it. Simple icon time.svg giugno-settembre 15-19 visite ai giardini storici e ai giochi d'acqua; per gruppi e su prenotazione possibilità di visite anche il mattino. Questa villa fu progettata nel 1640, anno in cui il marchese Giovanni Mosca si fece costruire una residenza estiva sulle colline fuori città. Il giardino ospita giochi d'acqua ancora funzionanti, pensati per sorprendere il visitatore con getti improvvisi. Oggi è sede dell'Istituto Tecnico Agrario ‘Antonio Cecchi’.
  • 9 Villa Imperiale, Strada dei Cipressi, +39 0721 69341, @ info@isairon.it. Ecb copyright.svg 12€. Simple icon time.svg giugno-settembre ogni mercoledì visite guidate con partenza in pullman da piazzale della Libertà alle 16; prenotazione obbligatoria. La costruzione di questa villa ha impiegato circa due secoli e il risultato è un eccellente edificio in stile manierista. Nel 1468 l’imperatore Federico III d’Asburgo posò la prima pietra. Dopo la vittoria sui Medici di Firenze, Francesco Maria I Della Rovere incaricò l’architetto Girolamo Genga di ampliare l'edificio preesistente e trasformarlo in una villa. Genga fece anche di più, in quanto disegnò con Battista Dossi, Raffaellino del Colle, il Bronzino e Francesco Menzocchi anche le ricche decorazioni interne. Nel 1777 Pio VI la concesse in locazione alla famiglia Albani che è ancora oggi proprietaria dell'edificio.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.