Da Wikivoyage.

Agra
आगरा
Taj Mahal
Stato
Stato federato
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'India
Mappa dell'India
Agra
Sito istituzionale

Agra (Āgra) è una città dell'Uttar Pradesh.

Da sapere[modifica]

Agra ha tre siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO, il Taj Mahal (una delle Sette meraviglie del mondo moderno) e il Forte di Agra in città e Fatehpur Sikri a 40 km di distanza. Ci sono anche molti altri edifici e tombe dei giorni di gloria di Agra come capitale dell'Impero Mughal. Oltre a questi tre siti, la città ha poco altro da consigliare. Essa fa parte del Triangolo d'Oro dell'India.

Cenni geografici[modifica]

Āgra si trova nella pianura gangetica e si estende sulle rive dello Yamuna, lo stesso fiume che bagna Delhi, la capitale federale situata 200 km più a nord. Amministrativamente la città fa parte dello stato dell'Uttar Pradesh. Al censimento del 2004 contava 1.400.000 abitanti circa.

Quando andare[modifica]

Durante la stagione invernale, il clima di Agra è imprevedibile e la temperatura può scendere fino allo zero; siate ben preparati.

Cenni storici[modifica]

La città di Agra appare menzionata nel poema Mahabharata con il nome di Agrabana e con quello di Agara nell'opera "Geografia" di Tolomeo. Nonostante ciò, la città acquistò fama solo nel XVI secolo, quando fu scelta dal sovrano Sikandar Lodhi come capitale al posto di Delhi nel 1506. Suo figlio Ibrahim Lodi fu l'ultimo sovrano della dinastia Lodi, poiché fu sconfitto nel 1526 da Babur, il primo sovrano Mughal, nella battaglia di Panipat.

Agra cadde e divenne la capitale dei Mughal, il cui dominio su Agra fu ininterrotto tranne che per un breve periodo tra il 1540 e il 1556. Anche Nel 1540, Sher Shah Shuri rovesciò Humayun e divenne il sovrano di gran parte dell'India settentrionale, inclusa Agra. Dopo la morte di Sher Shah Suri, i suoi discendenti si dimostrarono inadatti al compito di governare il regno, e Hemu, un generale indù di Suri, divenne l'effettivo sovrano che in seguito si sarebbe incoronato re Hemachandra Vikramaditya proprio mentre il regno stava affrontando un assalto da parte dei rinvigoriti Moghul. Nel 1556, Hemu sarebbe stato sconfitto e ucciso nella seconda battaglia di Panipat, e i Mughal riconquistarono Agra. Fu sotto il loro dominio che Agra si coprì di splendidi monumenti che destano ancora la meraviglia di quanti li visitino.
Babur costruì l'Aram Bagh (giardino del relax) sul modello del giardino del paradiso, dove fu infine sepolto dopo la sua morte. Suo nipote Akbar ristrutturò il forte di Agra e costruì il Fatehpur Sikri, un'intera città alla periferia di Agra. Ha anche ribattezzato Agra come se stesso, e la città era conosciuta come Akbarabad mentre era nelle mani dei Mughal. Il nipote di Akbar, Shah Jehan, avrebbe donato ad Agra il suo monumento più famoso, il Taj Mahal, che è il mausoleo della sua amata moglie, Mumtaz Mahal. Il Taj è costruito in marmo bianco. Ci sono voluti 20 anni per costruirlo e ora è universalmente conosciuto come un monumento all'amore. La leggenda narra che Shah Jehan volesse una replica del Taj costruita in marmo nero che sarebbe stata la sua ultima dimora. Non c'è supporto per questa teoria, ma anche se fosse vera, sarebbe improbabile che sia stata intrapresa. Suo figlio Aurangzeb era austero e pio e non aveva tempo o inclinazione per l'ostentazione dei suoi antenati, preferendo spendere i suoi soldi per le guerre nel sud dell'India. In ogni caso, anche durante il regno di Shah Jahan, periodo di massimo splendore dell'impero Moghul, la costruzione del Taj mise a dura prova le risorse dell'impero e provocò una mini-carestia intorno ad Agra. Shah Jehan fu infine sepolto nel Taj bianco, accanto alla sua amata Begum. Il sovrano tentò anche di imporre ai suoi sudditi una nuova religione, quella della Fede Divina (Din al-illah), incentrata sul culto della figura dell'imperatore. Shah Jehan, oltre a dare ad Agra la sua più grande pretesa di fama, fu anche responsabile dell'inizio del suo declino, poiché decise di spostare la sua capitale a Shahjehanabad, che ora è conosciuta come Old Delhi, nel 1658. Sebbene Aurangzeb avesse ordinato un trasferimento indietro, anche questo fu di breve durata, poiché trasferì il suo quartier generale a sud, ad Aurangabad, per concentrarsi sulle sue guerre. Agra declinò, e così fece l'Impero Mughal. La città fu infine conquistata dai Maratha, che la ribattezzarono Agra. Nel 1803 passò sotto gli inglesi, che vi stabilirono la Presidenza di Agra, e quando l'India ottenne l'indipendenza, la città fu incorporata nello stato dell'Uttar Pradesh e non ottenne nemmeno l'onore limitato di essere la capitale dello stato, distinzione che andò a Lucknow, più a est.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

  • 27.21269378.0288631 Balkeshwar
  • 27.21618777.9456512 Sikandra


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto di Agra
  • 27.16183177.9707281 Aeroporto di Agra (IATA: AGR). Il servizio è stagionale. La città è servita da Air India Regional, che vola sulla rotta del triangolo turistico Delhi-Agra-Jaipur. Il tempo di volo per entrambi è meno di un'ora. Noleggiare un'auto può essere un'alternativa più economica. Agra Civil Enclave (Q1849321) su Wikidata

In auto[modifica]

  • Da Delhi: Yamuna Expressway, collega la distanza di 200 km da Delhi ad Agra. L'unità è in genere 2 ore. La superstrada va dalla città di Greater Noida ad Agra. L'autostrada ha un pedaggio. Autostrada N2: l'accesso principale all'autostrada è lungo Mathura Road a Delhi ma, se si proviene da South Delhi o dall'aeroporto di Delhi, è più facile prendere Aurobindo Marg (Mehrauli Road) e poi proseguire fino alla N2 via Tughlakabad. Mentre l'autostrada è divisa, è importante tenere d'occhio camion, automobili e carri trainati da buoi diretti nella direzione sbagliata. È possibile noleggiare un'auto con conducente (un'auto grande per cinque persone da/per l'aeroporto di Delhi costa ₹3.500). Ma attenzione, se dovete andare da Agra all'aeroporto per prendere un volo, assicuratevi di avere tutto il tempo per il viaggio, poiché le condizioni del traffico possono aumentare significativamente il tempo di percorrenza. Inoltre, è saggio conoscere il proprio autista. Ci sono situazioni in cui può impiegare più di cinque ore per coprire la distanza e non potete costringerlo a guidare più velocemente di un tuk-tuk.
  • Da Jaipur: la N11, un'autostrada divisa a quattro corsie, collega Agra con Jaipur attraverso la città santuario degli uccelli di Bharatpur. La distanza di circa 255 km può essere coperta in circa 4 ore.
  • Da Gwalior: una distanza di circa 120 km, impiega circa 1,5 ore sull'autostrada N3 (autostrada Agra-Mumbai).
  • Da Lucknow / Kanpur: N2, l'autostrada moderna divisa, continua fino a Kanpur (285 km, 5 ore) e da lì verso i punti est che terminano a Calcutta. Da Kanpur, la N25 si dirige verso la città di Lucknow (90 km, 2 ore).
  • Da Lucknow: Agra-Lucknow Expressway, la superstrada più lunga dell'India, collega la distanza di 302 km dalla capitale dello stato, Lucknow ad Agra. Il viaggio è molto fluido e dura 3 ore. È un'autostrada a pedaggio.
  • Da Greater Noida: forse il percorso migliore in quanto si collega ad Agra direttamente dall'autostrada Yamuna, 165 km, che può essere completata in 1,5 - 2 ore perché ha meno traffico. La strada è molto liscia.

In treno[modifica]

Agra si trova sulla linea ferroviaria principale tra le rotte Delhi - Mumbai e Delhi - Chennai e molti treni collegano Agra con queste città ogni giorno. Alcuni treni diretti a est da Delhi viaggiano anche via Agra, quindi sono disponibili anche collegamenti diretti con punti dell'India orientale (compresa Calcutta). Ci sono circa 20 treni al giorno per Delhi e almeno tre o quattro per Mumbai e Chennai. Agra e Delhi sono note per la loro fitta nebbia invernale che riduce la visibilità quasi a zero. Alla fine di dicembre e all'inizio di gennaio (la stagione delle nebbie), a causa della ridotta visibilità, tutti i treni rallentano e il tempo di percorrenza aumenta. Il Bhopal Shatabdi, ad esempio, potrebbe arrivare ad Agra ben dopo le 10:00 e potrebbe tornare a Delhi ben dopo mezzanotte. Dal punto di vista della sicurezza, è sempre preferibile viaggiare in treno durante l'inverno.

Alla stazione di Agra, potete noleggiare tour condotti da "UP Tourism" su pullman di lusso con aria condizionata. Inoltre, sono disponibili tour organizzati da Delhi. Se viaggiate durante l'alta stagione, dovete prenotare i biglietti con qualche giorno o qualche settimana di anticipo se desiderate fare una gita di un giorno, cioè viaggiare la mattina presto e tornare la sera a un orario ragionevole.

I biglietti del treno possono essere prenotati online tramite il sito Web delle ferrovie indiane pagando con carte di debito o di credito, sebbene quelli emessi da banche estere vengano spesso rifiutati. Per maggiori informazioni su come prenotare i biglietti online, visitate l'articolo Viaggiare in treno in India.

  • Da Delhi ad Agra — Quasi 20 treni collegano Delhi e Agra ogni giorno con tempi di percorrenza che variano dalle 2 alle 5 ore. Le opzioni migliori sono il Bhopal Shatabdi Express (partenza da Nuova Delhi alle 6:15 con arrivo ad Agra Cantt alle 8:12; partenza da Agra Cantt alle 20:30 con arrivo a Nuova Delhi alle 22:30, tutti i giorni tranne il venerdì; pasto e acqua inclusi nel viaggio in carrozza) e il Taj Express (partenza da Delhi Hazrat Nizamuddin alle 7:15 con arrivo ad Agra Cantt alle 10:07; partenza da Agra Cantt alle 18:55 con arrivo a Delhi Hazrat Nizamuddin alle 22:00, tutti i giorni).
  • Da Agra a Jaipur - Il viaggio per Jaipur (codice stazione: JP) dura circa 4 ore con il treno n. 2988 che parte dalla stazione ferroviaria di Agra Fort alle 18:25 e raggiunge Jaipur intorno alle 22:20. Anche il treno numero 2965 da Agra Cantonment a Jaipur alle 17:40. Il treno arriva alle 22:15. Carrozza con aria condizionata da ₹ 300.
  • Il treno di lusso - Palace on Wheels si ferma ad Agra durante il suo viaggio di andata e ritorno di 8 giorni verso destinazioni turistiche in Rajasthan e Agra.

Ci sono diverse stazioni ferroviarie ad Agra. Tuttavia, i turisti devono preoccuparsi solo di Agra Cantonment e Agra Fort poiché quasi tutti i treni della linea principale fanno scalo qui.

Stazione Agra Cantonment
  • 27.15799277.9901532 Stazione Agra Cantonment (AGC) (a sud-ovest del Taj e del Forte di Agra, entrambi a breve distanza dalla stazione in auto, risciò automatico o risciò in bicicletta). Stazione ferroviaria principale. C'è un posteggio di taxi prepagato proprio fuori che addebita una tariffa forfettaria a qualsiasi hotel della città. Potete prendere un risciò automatico, se camminate a breve distanza dalla stazione, ma potrebbero non parlare inglese. La stazione ha una food court che vende anche snack da asporto economici e igienici come panini e samosa. Agra Cantt railway station (Q3634740) su Wikidata
Stazione Agra Fort
  • 27.18330878.01913 Stazione Agra Fort (AF) (Vicino al Forte di Agra). È raramente servito dai treni espressi interstatali. La stazione serve i treni verso est (Kanpur, Gorakhpur, Calcutta), e alcuni di questi treni si fermano anche ad Agra Cantt. Questa è una delle stazioni ferroviarie storiche di Agra perché c'era una spaziosa Tripolia Chowk ottagonale che esisteva tra la Jama Masjid e la porta di Delhi del Forte di Agra. Questa Tropolia fu distrutta per creare la stazione ferroviaria che fu anche la prima stazione ferroviaria di Agra e anche una delle più antiche del paese. Agra Fort railway station (Q4693674) su Wikidata
  • 27.19457378.0157754 Stazione Agra City. Una reliquia dell'era dello scartamento metrico, questa stazione non è particolarmente utile. Agra City railway station (Q25548855) su Wikidata
  • 27.1726577.9978075 Stazione Idgah. Prima stazione se arrivate ad Agra da Jaipur. Idgah railway station (Q5988564) su Wikidata
  • 27.19381177.9966136 Stazione Rajaki Mandi (RKM) (nel centro della città). Una piccola stazione dove fermano anche alcuni dei treni che sostano ad Agra Cantt. La stazione ha un'atmosfera rilassata e pigra, ma prende vita all'arrivo dei treni Intercity e dei Taj Express. Raja ki Mandi railway station (Q15271403) su Wikidata

In autobus[modifica]

Da Delhi

L'autostrada tra Delhi e Agra ha un pedaggio, quindi la maggior parte degli autobus non la prende. Piuttosto, prendono le strade locali, il che rende il viaggio molto più lungo dei treni espressi (4-5 ore). È possibile raggiungere Agra in autobus e minibus attraverso le strade secondarie, tuttavia è necessario chiedere da dove partono gli autobus per Agra, preferibilmente a un locale di fiducia o al personale del proprio hotel/ostello. Le stazioni degli autobus indiane sono, il più delle volte, o grandi aree di marciapiede situate sotto i cavalcavia, molto affollate e senza ulteriori indicazioni su quale autobus vada o stand di compagnie di autobus private, che offriranno un viaggio più confortevole a un prezzo più alto. Questa opzione è per coloro che si sentono avventurosi, poiché il viaggio può essere interrotto da un guasto improvviso dell'autobus o dalla chiusura della strada a causa di una protesta locale o di un'altra forma di assembramento.

Da Agra
  • 27.1659777.995517 Stazione degli autobus di Idgah (a 8 km dal Taj). È la principale fermata degli autobus per viaggiare verso il Rajasthan/Madhya Pradesh, nel cuore della città. Idgah Bus Stand (Q5988557) su Wikidata
  • 27.20817977.9780228 ISBT (a 12 km dal Taj). È un terminal degli autobus interstatali. La maggior parte degli autobus passa di qui, ad eccezione degli autobus che partono da Idgah Bus Stand e vanno verso il Rajasthan.

Se desiderate viaggiare con questi autobus gestiti dal governo, dovete insistere con il vostro autista di risciò affinché vi porti lì. Se chiedete solo gli autobus per Delhi, probabilmente vi porterà a una compagnia di autobus privata, da cui ottiene una quota. Sarà leggermente più costoso per voi e questi autobus tendono a fermarsi in posti casuali poiché non sono diretti.

Nota: non fate affidamento su autobus di lusso privati e agenzie di viaggio, in quanto sono molto costose e potrebbero farvi arrivare a destinazione in ritardo. Vi diranno anche che l'autobus è diretto alla destinazione ma in realtà non lo è.

In taxi[modifica]

È possibile prenotare un taxi dall'hotel o prenotarne uno direttamente fuori dalla stazione ferroviaria. Di solito c'è una fermata dei taxi autorizzata dal governo, tuttavia potrebbe essere difficile da trovare e la gente del posto presente alla stazione (in cerca di turisti creduloni) non vi aiuterà a trovarla. ₹ 950 al giorno per 8 ore. Forse è più costoso prenotare tramite l'hotel poiché gli hotel hanno le loro tariffe. È meglio negoziare direttamente con l'autista o prenotare tramite qualche portale di autonoleggio online.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Tuck-tuck ad Agra

Tonga e autobus elettrici sono prontamente disponibili e sono il modo migliore per raggiungere il Taj, dove non sono ammesse auto. Motorisciò e ciclorisciò sono disponibili ovunque, ricordatevi di concordare le tariffe chiaramente in anticipo. Gli stranieri dovrebbero contrattare ovunque e duramente. Generalmente le cose sono disponibili al 40% delle tariffe inizialmente quotate. I motorisciò funzionano principalmente a metano.

UP State Road Transport Corporation gestisce alcuni autobus senza aria condizionata e con aria condizionata, ma quelli circolano solo su percorsi specifici. Il modo migliore per vivere la città è fare una passeggiata sulla Mall Road (Sadar). La strada è piena di negozi di artigianato e pelletteria. Troverete anche molti prodotti alimentari unici per la città.

Poiché i veicoli inquinanti sono vietati intorno al Taj Mahal, è necessario utilizzare Tonga o un'auto elettrica. Sono disponibili anche cammelli. Come guida, un motorisciò dalla stazione di Agra Cantonement al Taj Mahal costa circa ₹ 80 (almeno in bassa stagione); e un risciò in bicicletta dal Taj Mahal al Forte di Agra costa ₹ 40. Potete anche camminare tra il Taj Mahal e il Forte di Agra, in circa 30 minuti.

È in costruzione una metropolitana che comprenderà due linee.

In auto[modifica]

Le auto non sono ammesse vicino al Complesso Taj, ma il resto di Agra si scopre facilmente in auto.

Cosa vedere[modifica]

Taj Mahal
Taj Mahal riflesso nell'acqua
Cenotafi all'interno del Taj Mahal
Interno del Taj Mahal
  • UNESCOAttrazione principale 27.17416778.0422221 Taj Mahal. ₹ 1100 stanieri, ₹ 50 indiani. Per entrare all'interno del mausoleo (la struttura principale del Taj Mahal), devi pagare un supplemento di ₹ 200. Sconto di ₹ 50 per stranieri e ₹ 5 se acquistati online (gen 2023). La tariffa del biglietto include una bottiglietta d'acqua e copriscarpe usa e getta per entrare nel mausoleo. Potete anche entrare a piedi nudi, quindi considerate di rifiutare i copriscarpe. Ci sono scarpiere per tenere le scarpe appena fuori dal mausoleo. Si ricorda che potete acquistare i biglietti da 3 ingressi: Sud, Est e Ovest. Il cancello ovest è in genere il più affollato (potreste fare la fila per ore) ma il più vicino alla città. Il cancello sud è utilizzato solo per uscire. La porta est è la più lontana dalla città ma anche generalmente la meno trafficata. Potete acquistare un tour autoguidato (collega due a un dispositivo) vicino alle biglietterie. Il costo è di ₹ 100 in inglese e lingue straniere e ₹ 60 per le lingue indiane. Oppure potete anche prendere in considerazione il download di un'audioguida gratuita come la CaptivaTour Travel Audio Guide, che ha una ragionevole audioguida gratuita di 45 minuti per il Taj Mahal solo per iPhone. Sab-Gio dall'alba al tramonto (chiude 30 min prima del tramonto). È un immenso mausoleo di marmo bianco, costruito tra il 1631 e il 1648 per ordine dell'imperatore Mughal Shah Jahan in memoria della moglie prediletta Arjumand Banu Begum, meglio conosciuta come Mumtaz Mahal. Taj Mahal significa Palazzo della Corona; uno dei nomi della moglie era Mumtaz Mahal, ornamento del palazzo. Il Taj è una delle tombe meglio conservate e architettonicamente più belle del mondo, uno dei capolavori dell'architettura indo-islamica e uno dei grandi siti del patrimonio mondiale. Nonostante vi siano molti dubbi riguardo al nome dell'architetto che lo progettò, generalmente si tende a considerare Ustad Ahmad Lahauri il padre dell'opera. È da sempre considerata una delle più notevoli bellezze dell'architettura musulmana in India, è tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO dal 9 dicembre 1983 e fa parte delle Nuove sette meraviglie del mondo.
    Il poeta indiano Rabindranath Tagore lo definì una lacrima sulla guancia dell'eternità, mentre il poeta inglese, Sir Edwin Arnold, disse che non era un pezzo di architettura, come lo sono altri edifici, ma le orgogliose passioni dell'amore di un imperatore forgiate in pietre vive. Sebbene sia uno degli edifici più fotografati al mondo e immediatamente riconoscibile, vederlo di persona è davvero impressionante. Non tutto è nelle foto. I terreni del complesso comprendono molti altri splendidi edifici, piscine e ampi giardini ornamentali con alberi e cespugli in fiore e un piccolo negozio di articoli da regalo. Il Taj incorniciato da alberi e il riflesso in una piscina è sorprendente. In primo piano, gran parte dell'edificio è ricoperta da pietre intarsiate.
    C'è un racconto apocrifo secondo cui Shah Jahan progettò di costruire una copia esatta in marmo nero sul lato opposto del fiume Yamuna. I suoi piani furono sventati da suo figlio, Aurangzeb, che uccise tre dei suoi fratelli maggiori e poi rovesciò e imprigionò suo padre per acquisire il trono. Shah Jahan è ora sepolto accanto a sua moglie nel Taj Mahal.
    Consigli
    • Arrivate il prima possibile per evitare la folla e pianificate di visitare il Taj almeno due volte diverse durante il giorno (il tramonto e l'alba sono i migliori) per sperimentare l'effetto completo del cambiamento della luce solare sull'incredibile edificio. È anche assolutamente sbalorditivo sotto la luna piena. Poiché il Taj è bianco, la vostra fotocamera potrebbe sottoesporre le tue foto. Si consiglia una sovraesposizione di 1 o 2 stop.
    • Una volta dentro, aspettatevi lunghe code per entrare nel Mausoleo. Ci sono due linee a seconda del tipo di biglietto che hai acquistato. Alla base del monumento, gira a destra per l'ingresso generale (indiano) e gira a sinistra per i biglietti di alto valore (stranieri). La linea generale può avvolgere l'edificio più volte nel pomeriggio, mentre la linea straniera è tipicamente vuota. Guardie utili possono indirizzarti se ti perdi.
    • Il repellente per zanzare è consigliabile nei mesi più caldi.
    • A volte viene richiesto di mostrare alle guardie di sicurezza all'ingresso un documento d'identità con foto rilasciato dal governo, come il passaporto.
    • Armi, munizioni, fuoco, articoli da fumo, prodotti del tabacco, alcol, cibo, gomme da masticare, cuffie, coltelli, fili, caricabatterie per cellulari, elettrodomestici (eccetto videocamere) come treppiedi per fotocamere, computer portatili, torce elettriche, MP3 e lettori musicali sono vietati all'interno del complesso del Taj Mahal.
    • I telefoni cellulari sono ammessi ma devono essere tenuti spenti. I telefoni cellulari sono vietati per la visione notturna del Taj Mahal.
    • È vietato mangiare e fumare all'interno del complesso del Taj Mahal.
    • Gli armadietti sono disponibili ai cancelli per conservare i tuoi effetti personali (ovviamente, a vostro rischio e pericolo). Memorizzate il numero sul biglietto del bagaglio prima di restituirlo alla guardia, che, incredibilmente, potrebbe procedere a strapparlo in piccoli pezzi, gettarlo via e poi fissarvi con sguardo assente mentre l'altra guardia chiede il biglietto.
    • Evitate di portare borse grandi e libri all'interno del monumento in quanto ciò potrebbe aumentare i tempi dei controlli di sicurezza. A seconda delle dimensioni della borsa e della guardia, potrebbe essere chiesto di controllare anche zaini di medie dimensioni.
    • Le videocamere sono autorizzate fino alla piattaforma di pietra arenaria rossa all'ingresso principale del complesso Taj Mahal. È previsto un addebito di ₹ 25 per videocamera.
    • La fotografia è vietata all'interno del mausoleo principale e i visitatori sono pregati di non fare rumore all'interno del mausoleo.
    • Sedie a rotelle per disabili e cassette di pronto soccorso sono disponibili presso l'ufficio ASI all'interno del complesso Taj Mahal. Un addebito rimborsabile di ₹ 1.000 deve essere depositato come garanzia prima che le sedie a rotelle siano rese disponibili.
    • Le videocamere sono consentite dopo il controllo di sicurezza durante la visione notturna del Taj Mahal, anche se sono vietate batterie extra.
    • Il Taj Mahal è un sito religioso. È meglio vestirsi in modo conservativo quando si visita il complesso non solo perché è un mausoleo, ma anche perché ci sono moschee all'interno del complesso.
    Una visita completa richiede 2 o 2 ore e mezza circa.
    Taj Mahal su Wikipedia Taj Mahal (Q9141) su Wikidata

Forte rosso di Agra[modifica]

Forte rosso di Agra
  • UNESCO 27.17958378.0212972 Forte rosso di Agra (Potete raggiungere il forte in risciò dal Taj Mahal per circa ₹ 45-50.). L'ingresso al forte costa ₹ 600 più una tassa di ₹ 50 se non avete già pagato per il Taj Mahal. Ci sono anche audioguide disponibili che potete noleggiare per un costo di ₹ 100 in inglese e altre lingue straniere (tedesco, francese, spagnolo) o ₹ 60 in lingue indiane come hindi o bengalese (gen 2023). È simile nella disposizione al Forte Rosso di Delhi, ma notevolmente meglio conservato, poiché gran parte del Forte di Delhi fu raso al suolo dagli inglesi dopo l'ammutinamento. Tanto un palazzo quanto una struttura difensiva, è anche costruito principalmente in arenaria rossa e molto marmo bianco nella sezione del palazzo del forte. L'imperatore Akbar, re a 14 anni, iniziò a consolidare il suo impero e, come affermazione del suo potere, costruì il forte ad Agra tra il 1565 e il 1571, contemporaneamente alla tomba di Humayun a Delhi. L'imperatore Shah Jahan si aggiunse al forte e vi finì prigioniero. Il forte ha una splendida vista del suo capolavoro, il Taj Mahal, in una giornata limpida.
    Ci sono servizi di deposito bagagli al Forte di Agra dove potete depositare i bagagli gratuitamente. In caso di smarrimento del biglietto viene applicata una multa di ₹ 5.000. Non è consentito mangiare.
    La visita richiede un’ora e mezza o due ore.
    Forte rosso di Agra su Wikipedia Forte rosso di Agra (Q171857) su Wikidata
Trono di Jahangir
  • 27.1798578.0209143 Akbari Mahal. Akbari Mahal (Q97881897) su Wikidata
  • 27.1789878.022534 Diwan-i-Am. Diwan-i-Am (Q15648841) su Wikidata
  • 27.1788978.023375 Diwan-i-Khas (Sala delle udienze private.). All'interno del palazzo si trova il trono di Jahangir del 1602. Diwan-i-Am (Q15648841) su Wikidata
Jahangiri Mahal
  • 27.17788978.0236 Jahangiri Mahal. Potrebbe essere considerato l'edificio più interessante all'interno del Forte. Il palazzo fu costruito da Akbar per le sue mogli indù. All'interno si trova un'enorme ciotola chiamata Hauz-i-Jahangiri scolpita in un unico pezzo di pietra. Questa era usata come contenitore per l' acqua di rose profumata. Jahangiri Mahal (Q3612475) su Wikidata
  • 27.1784478.023567 Khas Mahal. Khas Mahal (Q97881928) su Wikidata
  • 27.1798578.0209148 Machi Bhawan. Machchi Bhawan (Q97881933) su Wikidata
Moti Masjid
  • 27.1803478.021699 Moti Masjid (Moschea della perla) (a nord del cortile del forte). Costruita dall'imperatore Mughal Shah Jahan, la moschea è realizzata interamente in marmo bianco. La moschea fu costruita nel periodo 1646-1653 il completamento avvenne cinque anni dopo che la residenza Mughal si era spostata a Shahjahanabad (Vecchia Delhi). L'esterno delle pareti è rivestito in arenaria rossa, mentre l'interno è in marmo. All'interno delle mura di cinta si trova un cortile quasi quadrato, fiancheggiato da arcate sui bordi nord, sud e est. Una piscina per le abluzioni si trova al centro del cortile. Sul bordo occidentale si trova la sala di preghiera principale stessa, una struttura a navate a più campate sostenuta da pilastri a dodici lati. La facciata della sala reca sette ingressi, mentre il tetto presenta tre cupole e diversi chhatri . La parte anteriore della sala è ombreggiata da un profondo chhajja (gronda), sotto il quale si trovano iscrizioni persiane in marmo nero. Le iscrizioni impiegano immagini complesse per glorificare Shah Jahan e il Moti Masjid. L'interno della sala di preghiera non presenta molte decorazioni. Moti Masjid (Q4179295) su Wikidata
Musamman Burj e il Taj Mahal
  • 27.178978.023610 Musamman Burj (Saman Burj o Shah-burj). È una torre ottagonale che si trova vicino alla sala privata Diwan-e-Khas. Musamman Burj è stato costruito da Shah Jahan per la sua amata moglie Mumtaz Mahal. Fu costruito tra il 1631 e il 1640 e offre viste esotiche del famoso Taj Mahal. Il Musamman Burj è costituito da delicati reticoli di marmo con nicchie ornamentali in modo che le dame di corte possano guardare fuori senza essere viste. La decorazione delle pareti è in pietra dura. La camera ha una cupola di marmo in cima ed è circondata da una veranda con una bella fontana scolpita al centro. La torre si affaccia sul fiume Yamuna ed è tradizionalmente considerata una delle viste più toccanti del Taj Mahal . È qui che Shah Jahan insieme alla sua figlia prediletta Jahanara Begum aveva trascorso i suoi ultimi anni come prigioniero di suo figlio Aurangzeb. Giaceva qui sul letto di morte mentre guardava il Taj Mahal. Musamman Burj (Q6940101) su Wikidata
Nagina Masjid
  • 27.1793878.0225811 Nagina Masjid (Moschea Gemma o la Moschea Gioiello). Questa moschea è costruita con marmo bianco puro e attraente e racchiude la camera di preghiera squisitamente progettata. Ha un'architettura molto semplice e una decorazione discendente. La moschea è divisa in tre campate da semplici pilastri sotto gli archi acuti sopra. L'arco al centro è più grande e ha nove cuspidi, una volta su entrambe le facce ha solo sette cuspidi. La moschea è larga 10,21 metri e profonda 7,39 metri e si affaccia su un patio rivestito. C'è un balcone che presenta le viste panoramiche della strada che corre verso l'Hathi Pol che si trova sul lato settentrionale.
    Questa bellissima struttura è stata costruita per le signore della famiglia reale. Questa moschea privata ha caratteristiche speciali di tre maestose cupole e meravigliosi archi. Un lussuoso bazar, noto come Mina Bazar, funzionava lungo la strada da dove le signore reali potevano acquistare oggetti in piedi sul balcone di Nagina Masjid.
    Nagina Masjid (Q6958835) su Wikidata
Shah Jahani Mahal
  • 27.1787678.0231412 Shah Jahani Mahal. È il primo tentativo dell'imperatore Mughal Shah Jahan di convertire un edificio in pietra rossa esistente secondo il suo gusto. È il suo primo palazzo nel Forte di Agra e ha una grande sala e stanze laterali e una torre ottagonale sul lato del fiume. La costruzione della muratura in mattoni e pietra rossa era tutta bianca, stuccata con uno spesso intonaco e dipinta a colori con disegni floreali. L'intero palazzo una volta era bianco. Sulla sua faccia verso il Khas Mahal si trova un dalan in marmo bianco, composto da cinque archi a nove cuspidi sostenuti da doppi pilastri e protetto esternamente da un Chhajja. La sua baia occidentale era chiusa per ospitare la porta di Ghaznin. Il baoli e il pozzo di Babur si trovano sotto di esso. Sotto questo palazzo si trovano anche gli appartamenti sotterranei a più piani. Shah Jahani Mahal (Q7461284) su Wikidata

Templi[modifica]

Soami Bagh
  • 27.222878.0092513 Soami Bagh (a 2 km a nord di Agra ed è raggiungibile in autobus o in bicicletta). La costruzione iniziò nel 1904 e non dovrebbe essere completata prima del prossimo secolo. I visitatori possono vedere i marmi intarsiati in pietra dura effettivamente lavorati.
Jaswant Singh ki Chatri
  • 27.21414478.03394214 Jaswant Singh ki Chatri (Rajwara, Balkeshwar, sponda orientale dello Yamuna). Questo è l'unico monumento indù costruito ad Agra durante il dominio Mughal. È un cenotafio commemorativo dedicato a Rani Hada, moglie di Amar Singh Rathore. Alla morte del marito, Rani Hada commise sati. Raja Jaswant Singh, il fratello minore di Amar Singh, costruì il chatri nel 1644-58 d.C. Jaswant Ki Chhatri (Q16849742) su Wikidata
  • 27.2204278.030715 Tempio di Balkeshwar (A Balkeshwar, sulla riva del fiume Yamuna). Un tempio del Dio Shiva.
  • 27.1836878.017516 Tempio di Mankameshwar (A Rawatpara, vicino alla stazione ferroviaria di Agra Fort. Vicino al raja ki mandi; un semplice risciò in bicicletta può portarvi per una tariffa di ₹ 20). Ascoltate l'aarti poiché alcuni affermano che purifica la vostra anima. È il tempio più visitato dalla gente del posto e durante le festività è così affollato da interrompere il traffico nelle zone vicine. Mankameshwar Temple (Q17058919) su Wikidata
  • 27.1432678.0441917 Tempio di Rajeshwar (Al Villaggio Rajpur. Sulla strada per Shamshabd).
  • 27.17588278.00646518 Tempio di Rawli Maharaj, Mahatma Gandhi Rd, Panchkuian, Rakabganj (All'incrocio di Collectrate, accanto al binario ferroviario). Un tempio molto antico.
  • 27.1784178.0148919 Tempio di Shyam Ji Maharaj (A Bijlighar).
  • 27.17300877.97544720 Tempio di Prithvinath (A Shaganj. Sulla strada per Jaipur).
  • 27.2112277.9676321 Gurudwara Guru ka Taal (all'autostrada Delhi-Agra, tra Transport Nagar e Sikandra), +91 562 260 1717, .

Chiese e cimiteri cristiani[modifica]

Chiesa di Akbar
Cattedrale dell'Immacolata Concezione
  • 27.19734278.01039722 Chiesa di Akbar. La chiesa risale al 1598 e fu costruita sotto il patrocinio dell'imperatore Akbar dai padri gesuiti di Goa. Il figlio di Akbar, Jahangir, ha contribuito all'ulteriore espansione della chiesa. Tuttavia suo figlio Shah Jahan la demolì nel 1635, solo per ricostruirla un anno dopo. Sempre nel 1758 fu saccheggiata dall'invasore persiano Ahmed Shah Abdali. Nel 1769 fu ricostruita. Nel 1835 la chiesa subì un ulteriore ampliamento. Akbar's Church (Q3585487) su Wikidata
  • 27.197878.009723 Cattedrale dell'Immacolata Concezione (Vicino alla chiesa di Akbar). La Cattedrale Romana di Agra si trova vicino alla Chiesa di Akbar. Costruita nel 1848 domina la vicina chiesa. È in stile barocco. Cathedral of the Immaculate Conception of Agra (Q11737313) su Wikidata
  • 27.2152877.9441224 Chiesa di San Giovanni (Vicino alla tomba di Mariam). La più antica chiesa protestante di Agra.
  • 27.210178.005125 Cimitero cattolico romano. Il cimitero cattolico romano di Agra è antecedente al Taj Mahal. Risale al tempo di Akbar (che governò dal 1556 al 1605). La prima tomba risale al 1611 ed è di un armeno di nome Khwaja Mortenepus. L'attrazione principale del cimitero è la tomba di William Hessing (1740 - 1803), un comandante olandese del Forte di Agra sotto Maharaja Daulat Rao Scindia. La tomba in arenaria rossa è stata costruita da sua moglie ed è progettata sulla falsariga del Taj Mahal, ma non una copia esatta. Viene spesso chiamato Red o Baby Taj. Il memoriale di Ellisa, la tomba dei figli del generale Perron e molte altre tombe sono costruite in stile islamico. Inoltre, molte delle tombe armene hanno epitaffi in persiano.

Moschee e mausolei islamici[modifica]

Chini Ka Rauza
  • 27.20083378.03416726 Chini Ka Rauza (a solo 1 chilometro a nord della tomba di Itmad-Ud-Daulah, sulla sponda orientale del fiume Yamuna, e a 2 chilometri dal Taj Mahal.). Un monumento funerario del 1635, contenente la tomba di Afzal Khan Shirazi, uno studioso e poeta che fu il primo ministro dell'imperatore Mughal Shah Jahan. La facciata del monumento è rivestita con piastrelle smaltate, chiamate kashi o chini negli edifici dell'era Mughal. Purtroppo lo smalto è in gran parte svanito. Lo stile architettonico è insolito perché molto semplice e con una cupola sproporzionata rispetto al resto dell'edificio. Chini Ka Rauza (Q5101062) su Wikidata
Mausoleo di Itimat-ud-Daula
  • 27.192578.03138927 Mausoleo di I'timād-ud-Daulah (Baby Taj). ₹ 300 per gli stranieri + ₹10 se non avete visitato il Taj Mahal (gen 2023). L'imperatrice Nur Jehan costruì la tomba di Itmad-Ud-Daulah, a volte chiamata Baby Taj, per suo padre, Ghias-ud-Din Beg, il primo ministro dell'imperatore Jahangir. Piccola rispetto a molte altre tombe dell'era Mughal, a volte è descritta come uno scrigno di gioielli. La disposizione del giardino e l'uso di marmo bianco, pietra dura, intarsi e tralicci presagiscono molti elementi del Taj Mahal. Mausoleo di I'timād-ud-Daulah su Wikipedia Mausoleo di I'timād-ud-Daulah (Q1318766) su Wikidata
Ingresso alla Tomba di Akbar
Volta del cenotafio di Akbar
  • 27.22055677.95055628 Tomba di Akbar (a Sikandra, sobborgo di Agra, a circa 8 kilometri dal centro della città. Ad un chilometro di distanza dal mausoleo si trova la tomba di Mariam). ₹ 300 per stranieri + ₹10 se non avete visitato il Taj Mahal (gen 2023). È uno dei capolavori dell'architettura moghul, costruito tra il 1605 ed il 1613 e situato all'interno di un terreno di 48 ettari. Fu lo stesso terzo imperatore moghul, Akbar il Grande (1542 - 1605), ad iniziare la costruzione del monumento intorno al 1600, seguendo l'antica tradizione tartara per cui si doveva iniziare l'allestimento della tomba già durante la propria vita. Pare che sia stato proprio Akbar a progettare l'edificio e a scegliere la sua ubicazione. Alla morte di Akbar, la costruzione fu completata dal figlio di questi, Jahangir, nel 1613. La porta meridionale è la più grande: dotata di quattro minareti in marmo bianco coronati da chhatris, molto simili - ma risalenti ad epoca precedenti - a quelli del Taj Mahal, è generalmente utilizzata come ingresso alla tomba. Questa è a sua volta circondata da un recinto murario quadrato dal lato di 105 metri. L'edificio interno si presenta come una piramide a quattro livelli, sormontata da un padiglione in marmo contenente la falsa tomba. La vera sepoltura, come negli altri mausolei, è posta nel basamento. Gli edifici sono principalmente realizzati in pietra arenaria rosso scuro, impreziosita da inserimenti in marmo bianco. Pannelli intarsiati in arenaria e in ardesia nera decorano la tomba e l'ingresso principale: i disegni dei pannelli sono geometrici, floreali e calligrafici, anticipando così gli ancora maggiormente elaborati disegni che verranno utilizzati per decorare la tomba di I'timād al-Dawla. Il terreno di pertinenza crea un quadrato esatto di 690 metri, allineato con i punti cardinali. Tomba di Akbar su Wikipedia tomba di Akbar (Q416646) su Wikidata
Tomba di Mariam
  • 27.215377.942829 Tomba di Mariam (Ad ovest della tomba di Akbar sull'autostrada Agra-Delhi). ₹ 300 per stranieri (gen 2023). Costruita da Jahangir in memoria di sua madre Mariam Zammani. La tomba è di marmo bianco. Sebbene questo edificio sia in rovina, ha nelle sue vicinanze una scuola missionaria cristiana e una chiesa. Si dice anche che lo stesso Akbar la fece in memoria della moglie cristiana. Tomb of Mariam-uz-Zamani (Q7818627) su Wikidata
Moschea del Venerdì
  • 27.18194478.01611130 Moschea del Venerdì (Jama Masjid). Una grande moschea attribuita alla principessa Jahanara Begum, costruita nel 1648 durante il regno del padre Shah Jahan. Notevole per la sua insolita cupola e l'assenza di minareti. Jama Masjid (Q6127147) su Wikidata

Giardini[modifica]

Mehtab Bagh con il Taj Mahal sullo sfondo
  • 27.17972278.04194431 Mehtab Bagh (direttamente attraverso il fiume Yamuna dal Taj Mahal, il viaggio dura circa 30 minuti dal centro della città in motorisciò e costerà circa ₹ 200). L'ingresso al parco è di ₹ 300 per gli stranieri (gen 2023). Questi giardini botanici danno l'opportunità di vedere il Taj senza la folla di turisti. Una piscina ottagonale è posta al centro del giardino, che consente ai visitatori di vedere lo straordinario riflesso del Taj Mahal al chiaro di luna. Il giardino fu costruito nel XVI secolo dall'imperatore Babur ed è anche chiamato "Giardino al chiaro di luna". Molti turisti lo visitano al tramonto.
    Per evitare di pagare passate davanti all'ingresso e andate dritti verso le sponde sabbiose del fiume: la vista del Taj è altrettanto incantevole (forse di più, dato che il recinto di filo spinato che circonda i giardini sarà alle vostre spalle), anche se potreste dover affrontare bagarini aggressivi.
    giardino della luce di luna (Q12061618) su Wikidata
  • 27.205478.038632 Ram Bagh (Aram Bagh) (500 m a nord del Chini Ka Rauza). ₹ 300 per stranieri (gen 2023). I primi giardini Mughal, costruiti dal primo imperatore Mughal Babar. Ram Bagh (Q7288428) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Taj Mahal e la luna
  • Visite guidate. ₹ 1200 per mezza giornata (inclusi Taj Mahal e Agra Fort). Qualsiasi guida che fa pagare meno di quella è probabilmente un tout senza licenza. La maggior parte dei bagarini senza licenza ha documenti d'identità falsi e si concentra maggiormente sul portarti a fare acquisti piuttosto che sulla presentazione di informazioni accurate. Potete prenotare una guida locale approvata accedendo al link o ricercando online.
  • Visita notturna al Taj Mahal. I biglietti costano ₹ 510 per gli indiani e ₹ 750 per i non indiani.. nelle notti di luna piena e nei due giorni prima e dopo (quindi cinque giorni in totale). Le eccezioni sono il venerdì, il sabato musulmano e il mese di Ramadan. La prenotazione deve essere effettuata con 24 ore di anticipo presso l'ufficio della Società Archeologica dell'India situato in 22, Mall Road, Agra. Gli orari per la visione notturna sono dalle 20:30 alle 21:00 e dalle 21:00 alle 21:30. Un visitatore deve arrivare 30 minuti prima dell'orario di visualizzazione per un controllo di sicurezza presso il chiosco dei biglietti del Taj Mahal all'East Gate. Probabilmente non vale la pena spendere i soldi per la vista notturna poiché i visitatori sono tenuti lontani dal Taj Mahal (a circa 200 metri di distanza) e non c'è luce sufficiente per la visione o la fotografia.
  • Passeggiare in città. Oltre alle visite ai monumenti, si può anche passeggiare nei mercati locali nella zona della città vecchia. È una bella esperienza fare una passeggiata in una delle parti più antiche della città.
  • 27.170378.048571 Taj Nature Walk (500 m dalla porta orientale del Taj Mahal). Cittadini indiani ₹ 40 (fino a 5 anni gratis, da 5 a 10 anni ₹ 20), stranieri ₹ 100. 7:00-17:00. Un'area forestale di 11 ettari, questo parco ha molti tumuli paesaggistici e torri di guardia che offrono una bella vista del Taj Mahal. C'è un lago con molte specie di pesci, uccelli e piante acquatiche.


Acquisti[modifica]

Agra ha molti negozi che vendono prodotti in pietra, dai gioielli alle piccole scatole e placche con intarsi che ricordano quelli del Taj. I migliori sono meravigliosi, e anche quelli ordinari sono piuttosto carini. Agra è anche famosa per i suoi articoli in pelle. Prendete in considerazione l'idea di trascorrere del tempo al Sadar Bazaar per fare shopping e mangiare a buon mercato.

Ci sono molti mercati locali: Sadar Bazar. un mercato sofisticato, il mercato Raja ki Mandi, Sanjay Place per tutti gli uffici, Shah Market per l'elettronica. Tutti questi mercati sono situati lungo la MG Road. Hospital Road Market e Subhash Bazar per i vestiti situati vicino alla stazione ferroviaria di Agra Fort. Il mercato di Rawatpara è per le spezie. Oltre a questi ci sono molti negozi di marca lungo la MG Road.

Molti prodotti in marmo all'ingrosso sono disponibili al mercato Gokul Pura vicino a Raja Mandi su MG Road, che può essere facilmente raggiunto con il risciò, il prezzo della maggior parte degli articoli è quasi del 25% nel mercato al dettaglio.

Fate attenzione quando acquistate gioielli: molte pietre sono false e il prezzo è relativamente alto.

  • 27.15759978.0538631 Mercato frutta e verdura, 100 ft road. Mercatino all'aperto.


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

Una bottiglia di birra indiana costa circa ₹ 70-100 in un hotel, ma praticamente non c'è vita notturna ad Agra al di fuori degli spettacoli culturali in alcuni dei più grandi hotel e ristoranti. Dopo essere usciti dalle strade di Agra ed essere entrati nel vostro hotel, non vorrete comunque uscire.

Dove mangiare[modifica]

Le specialità di Agra sono la petha, un tipo di caramella molto dolce, e Dal Moth, un mix di lenticchie piccanti. Entrambi sono anche souvenir popolari.

  • Chaat - Agra è un paradiso per ogni amante di Chaat. I chaat possono essere di vari tipi, ma c'è una cosa comune a tutti loro è che sono piccanti e troverete la folla praticamente fuori da ogni bancarella di chaat, specialmente luoghi popolari come Double Phatak (vicino a Sikandra) per Mangores. Troverete Bhallas e Panipuri di qualità a Sadar e Belangunj. Samosa e Kachori si trovano in ogni negozio di dolciumi che invadono la città. Alcuni prodotti chaat tipici sono Aloo Tikki (preparato arrostendo un pasticcio fatto con patate bollite), paneer tikka (cubetti di ricotta cotti in un tandoor con spezie), pani puri o golguppa (piccoli gusci cavi rotondi riempiti con un ripieno a base di patate e una miscela dolce e speziata di salse), mangores, samosa, chachori, Berahi e completa il tutto con dolci Jalebies.
  • Dolci - Ci sono alcuni buoni negozi di dolciumi. I migliori per la famosa petha di Agra sono a Hari Parwat, a breve distanza dal Forte di Agra. Tra i negozi famosi ci sono Panchi's, Bhimsain BaidyaNath e The Pracheen Petha store. Ci sono molti tipi di petha disponibili ma, per un'esperienza autentica, provate quella semplice (bianco avorio) o aromatizzata all'Angoori (pezzi rettangolari e gialli imbevuti di sciroppo di zucchero). Altri negozi ad Agra includono: Bikanervala, Deviram, Munnalal Petha, Gopaldas e Ajanta Sweets, Kamla Nagar. Potete concludere il pasto con un Joda (coppia) di Pan unico per la città.

C'è anche un'abbondanza di cibo coreano.

Ci sono diversi ristoranti nella zona del Taj Ganj, che si rivolgono ai numerosi turisti che soggiornano intorno al Taj Mahal.

Prezzi medi[modifica]

  • 27.15978578.0263621 New Riao Restaurant, 525G+WG9, Taj Rd, Agra Cantt, Tajganj, +91 9412154311.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]

Livello di inquinamento al Taj Mahal

Fate attenzione a non essere truffati. Non permettete a nessuno di portarvi in un negozio, per evitare che il prezzo salga e coprire la loro commissione, in genere il 50%. Diffidate molto delle promesse che fanno queste persone. Preparatevi ad andarvene, perché quasi sempre ottenete gli stessi articoli in un altro negozio o ordinare gli articoli che vi sono piaciuti su Internet al ritorno. Aspettatevi di incontrare proprietari di negozi meschini e avidi che ricorreranno a ogni bugia per concludere una vendita (con ricarichi iniziali del 1.000-10.000%).

Non lasciate contanti o oggetti di valore nella camera d'albergo.

Verificate la presenza di errori in tutte le fatture di hotel, ristoranti e lounge. Non pagate mai nessuno in anticipo, compresi i tassisti.

Attenzione ai borseggiatori.

Se decidete di acquistare qualcosa, fate attenzione che la maggior parte degli articoli sono repliche economiche di articoli originali e non dureranno a lungo. I giocattoli sono davvero mal assemblati, quindi non comprateli!

Alcuni commercianti di tappeti senza scrupoli usano il classico 'bait and switch'. Se acquistate qualcosa, insistete nel portarlo com voi, altrimenti ciò che arriva per posta potrebbe non essere quello che vi aspettavate. Un negozio di tappeti chiamato "Kanu carpets" è particolarmente famoso per questo. È prudente allontanarsi da posti dall'aspetto losco.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Fatehpur Sikri (La città della Vittoria) - Inserita nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità, Fatehpur Sikri fu per un breve periodo capitale sotto il regno di Akbar che la ricoprì di moschee e splendidi monumenti. Costruita nel XVI secolo dall'imperatore Akbar, la "Città della Vittoria" fu la capitale dell'Impero Mughal per un breve decennio e fu abbandonata nel 1586 a causa dell'insufficiente approvvigionamento idrico locale e della vicinanza alle aree del Rajputana nel nord-ovest, che erano sempre più in fermento. Comprende una delle più grandi moschee dell'India, la Jama Masjid. Pieno di palazzi e cortili ben conservati, è una tappa obbligata per chiunque visiti Agra.
  • Bharatpur dista circa 56 km da Agra e ospita il famoso santuario degli uccelli in cui è possibile vedere migliaia di uccelli rari tra cui la gru siberiana. Il forte di Lohagarh rimase invincibile nonostante i numerosi attacchi degli inglesi. A soli 32 km da Bharatpur si trova il Deeg Palace. Questo forte e massiccio edificio era la località estiva dei governanti di Bharatpur e ha molti palazzi e giardini.
  • Si dice che Mathura sia il luogo di nascita del dio Krishna. Ci sono molti bellissimi templi a Mathura, incluso quello costruito nel luogo di nascita di Shri Krishna.
  • Nandgaon era la casa del padre adottivo di Shri Krishna, Nand. In cima alla collina si trova l'ampio tempio di Nand Rai, costruito dal sovrano Hat Roop Singh. Gli altri templi qui sono dedicati a Narsingha, Gopinath, Nritya Gopal, Girdhari, Nand Nandan e Yasodha Nandan, che si trova a metà della collina. Nandgaon si anima ogni anno intorno a marzo per il festival di Holi, quando molti turisti affollano la città per il famoso "lath mar holi".
  • Il Santuario nazionale di Chambal, (a 70 km di distanza) è un santuario naturale e la casa del gaviale indiano in via di estinzione (un parente del coccodrillo) e del delfino del fiume Gange (anch'esso in via di estinzione).
  • Vrindavan è anche un luogo religioso a circa 50 km da Agra, e abbastanza vicino a Mathura. Ci sono molti templi dedicati a Krishna, alcuni dei più famosi dei quali sono Banke Bihari e il Tempio Iskcon.

Itinerari[modifica]

Informazioni utili[modifica]

L'inquinamento, in particolare smog e rifiuti, sono dilaganti e i visitatori sono assillati da sciami di bagarini e venditori ambulanti in ogni monumento, oltre al Taj Mahal interno che, una volta entrati, è privo di truffe e bagarini. I siti sono alcune delle meraviglie del mondo e nessun viaggio in India è completo senza almeno una visita al Taj. Per la stragrande maggioranza dei visitatori, un solo giorno ad Agra è più che sufficiente.

Un romanzo basato sulla straordinaria storia dietro il Taj Mahal è Beneath a Marble Sky di John Shors. È un bestseller internazionale e Hollywood lo sta trasformando in un film. Un altro romanzo storico è Il Taj di Colin De Silva.

Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.