Scarica il file GPX di questo articolo

Chennai

Da Wikivoyage.
Chennai
La vasca sacra di Triplicane (Il giglio sacro) che da il nome ad un distretto centrale di Chennai
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'India
Chennai
Chennai
Sito istituzionale

Chennai (ex Madras) è la capitale dello stato di Tamil Nadu nell'India meridionale.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La città di Chennai si affaccia sulla piatta e sabbiosa costa del Coromandel, nome con cui si designa la sezione meridionale del litorale sul Golfo del Bengala. Due fiumi attraversano la città: il Koovam che passa per il centro e l'Adyar che scorre più a sud. Il canale Buckingam unisce i due fiumi correndo parallelo alla costa per 4 km. Si tratta di corsi d'acqua estremamente inquinati anche se la foce del fiume Adyar è, almeno ufficialmente, un'area faunistica protetta. Molti i laghi nei dintorni, alcuni dei quali servono da rifornimento idrico per la città anche se se le loro acque presentano, anno dopo anno, un preoccupante aumento del tasso di salinità. Nel 2007 la popolazione dell'area metropolitana era stimata a 7.5 milioni di abitanti, ponendo Chennai al quarto posto su scala nazionale.

Quando andare[modifica]

Chennai gode di un clima caldo-umido per gran parte dell'anno. Gennaio è il mese ideale per visitare la città quando il termometro scende fino a toccare i 19–20 °C. Da escludere assolutamente il periodo di fine maggio - inizi giugno, periodo in cui le temperature superano, talvolta abbondantemente, i 40 °C. Altro periodo sfavorevole è quello delle piogge portate dal monsone di nord-est, compreso tra metà settembre e metà dicembre. Qualche volta sulla città si possono abbattere dei cicloni.

Cenni storici[modifica]

Secondo la tradizione, l'apostolo Tommaso avrebbe trovato la morte a Madras. Nel 1292 Marco Polo fece scalo a Milapore, oggi un quartiere cittadino e nel 1521 vi si installarono i Portoghesi. Il 22 luglio 1639 la Compagnia Inglese delle Indie Orientali si installò poco più a nord in località Madraspatnam, allora un piccolo villaggio di pescatori. La compagnia vi costruì un forte e qualche chiesa. Il loro insediamento doveva rivelarsi duraturo diversamente dai loro vicini portoghesi costretti a ritirarsi nel 1669 in seguito ad un attacco del sultano di Golconda. Anche i Francesi si erano insediati sulla costa del Comorin a Pondichéry.

Parry's Corner, l'ex "business district"
Alba a Marina beach
Folla a "Marina beach"


Come orientarsi[modifica]

Dal St George Fort, sul fronte del porto partono a raggiera le principali arterie cittadine. Tra queste la più importante è l'"Anna Salai", la " Mount Road " del periodo coloniale. Il viale taglia in diagonale la città e termina, dopo 13 km, al "St Thomas Mount", il luogo dove, secondo la tradizione (contestata da molti), l'apostolo S. Tommaso avrebbe trovato il martirio. All'incrocio con Nungambakkam Road (4,5 km da St George Fort) si incontra la Cattedrale di St George del 1814. Molti i negozi che espongono oggetti di artigianato così come le gioiellerie lungo questo tratto dell'Anna Salai. Poco più ad ovest sta il quartiere di T. Nagar dove si trova il Pondy Bazaar e, ancora più ad ovest il quartiere di Mambalam con la famosa strada di Ranganathan, sempre super affollata per via dei numerosi negozi che vi si affacciano.

Sempre dal St George Fort si diparte la GR Road che dopo cambia nome in Poonamallee High Road. Lungo questa arteria si trova la stazione ferroviaria "Chennai Central", il Ripon buiding, sede del municipio ed oltre il quartiere di Egmore con il museo governativo e l'omonima stazione. A sinistra del viale si trova il vecchio quartiere di Chintadripet dove nel 1734 si installarono, per volontà del governatore Thomas Pitt, fabbricanti di tessuti.

A sud del forte parte il lungomare "Kamarajar Salai" che rasenta "Marina beach", arenile cittadino devastato dallo tsunami ma di nuovo molto frequentato nei week end. Poco distante il tempio "Parthasaratthy". Ancora oltre si incontra il quartiere di Mylapore, la "Sao Tome", fondata dai Portoghesi con l'altro tempio indù di Kapaleeswarar e la cattedrale di San Tommaso in stile neogotico dove risiede l'arcivescovo cattolico. Il viale termina sull'estuario del fiume Adyar. Sull'altra sponda si trovano i giardini che circondano la sede della "Società Teosofica".

Il lungomare a nord del forte prende il nome di Rajali Salai. Vi si trova il palazzo della High Court e il faro del 1848 dall'alto del quale si gode il più bel panorama della città. Il viale rasenta l'antico quartiere di Black Town che mutò il suo nome in Georgetown nel 1906 dopo una visita del principe di Galles, il futuro Giorgio V. Il quartiere, chiamato Chennapatnam dai locali (donde il nome odierno di Chennai) è ancora un dedalo di viuzze dove si affacciano vecchie botteghe che diffondono nell'aria odori tipicamente orientali. Su una di queste stradine si trova la chiesa di S. Mary eretta nel XVIII secolo da commercianti armeni che risiedevano nel quartiere. Oggi il loro posto è stato preso dai Banya (Vanika in sanscrito), una casta mercantile assai attiva, originaria del Gujarat e del Rajasthan.

Come arrivare[modifica]

Visione notturna dell'aeroporto di Chennai

In aereo[modifica]

Chennai dispone di un aeroporto internazionale dove operano Lufthansa, Air France e British Airways con voli da/per Francoforte, Parigi e London-Heathrow rispettivamente. Anche Air India opera su alcune rotte europee ma spesso con scali a Mumbai o a Delhi che comportano anche un cambio di aereo.

L'aeroporto possiede un terminal dei voli domestici (Kamraj terminal) dove operano le compagnie Jet Airways, Kingfisher, Spice, Indigo, Air Deccan con possibilità di raggiungere anche centri minori del paese comprese le isole Andamane (Port Blair).

Per gli spostamenti da/per il centro ci si serve in genere di un taxi "prepagato" ma individuare il proprio taxi in mezzo a una calca indescrivibile è un'impresa di non poco conto. Non è consigliabile affidare il proprio bagaglio a facchini "volontari" perché si rischia di perderlo.

Esiste anche un collegamento ferroviario da/per il centro; la stazione però è fuori l'aeroporto, dall'altro lato della strada e bisogna farsi largo tra la folla immane. Il treno non è consigliato a quanti hanno problemi nell'adattarsi alla realtà locale.

In treno[modifica]

La stazione centrale di Chennai
La stazione ferroviaria di Egmore

La stazione principale per gli spostamenti a medio-lungo raggio è quella di Chennai Central. L'altra di Egmore serve soprattutto destinazioni all'interno dello stato di Tamil Nadu

  • Sulla linea Chennai - Delhi operano due treni:
    • il Tamil Nadu Express, un treno inaugurato il 7 agosto del lontano 1974 che però svolge ancora egregiamente il suo lavoro. Impiega 33 ore per coprire i 2184 km che separano i due centri ma è sempre molto affollato.
    • Il Chennai Rajdhani Express invece è più veloce essendo stato inaugurato nel 1993. Impiega cinque ore in meno del precedente e se si viaggia in prima classe si ha diritto a 4 pasti e ad un trattamento di grande riguardo. Due volte a settimana il treno parte da Chennai alle 6,20 e arriva a Delhi alle 11 del giorno successivo.
  • Sulla linea (chennai Mumbai) opera invece il Chennai Mumbai Express che viaggia ad una velocità di 80–90 km orari (un record per l'India).
  • Sulla linea (chennai Calcutta) opera il "Coromandel Express". Il treno nº 2842 parte da Chennai Central alle 09:00 e arriva a Calcutta (stazione di Howrah) alle 12:00 del giono successivo. La distanza fra i due centri è di 1662 km.
  • Sulla linea (chennai Hyderabad) opera il "Charminar Express". Parte alle 18:10 e arriva a destinazione alle 08:00 del giorno successivo impiegando 14 ore per coprire i 750 km che separano i due centri.
  • Sulla linea (chennai Vijayawada) opera su base quotidiana il Pinakini Express. Il treno con nº 2712 parte da Chennai Central alle 14:00.

Più treni al giorno per Bangalore in 6-7 ore

Mofussil Bus Terminus

In autobus[modifica]

Il Mofussil Bus Terminus, è la più grande stazione di autolinee dell'intero continente asiatico.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La chiesa di St Mary, all'interno del St George Fort
Chennai - Particolare del tempio Parthasarathy con elaborati rilievi tipici dell'India meridionale
  • Fort St George. La costruzione del forte britannico fu completata il 23 aprile 1639, giorno dedicato a San Giorgio donde il nome. Fu ricostruito dalle fondamenta nel 1783. Oggi uno degli edifici al suo interno ospita la camera legislativa dello stato di Tamil Nadu, mentre un altro è stato destinato a museo ove sono esposti oggetti di epoca coloniale, armi, uniformi e medaglie oltre ad alcune statue di governatori inglesi tra cui spicca quella di Lord Cornwallis. Entro il recinto si trova anche la chiesa di St. Mary costruita tra il 1678 e il 1680 ed adibita al culto anglicano.
  • Tempio Kapaleeshwarar. Si trova nel quartiere di Mylapore ed è consacrato al culto di Shiva. La data di costruzione del tempio è dubbia: secondo alcuni risale all'VII secolo d.C., secondo altri al IV d.C. Le torri del tempio (gopularam) sono decorate con un incredibile numero di sculture. Alcune di queste rappresentano la leggenda secondo la quale Shiva, accortosi che la moglie Parvati non lo ascoltava, distratta da un pavone nelle vicinanze, si adirò a tal punto da esiliarla sulla terra dopo averla tramutata in pavone. Nel suo peregrinare terreno Parvati giunse a Mylapore dove supplicò Shiva di restituirle le sue sembianze. Il dio acconsentì prendendola di nuovo come sua consorte. Mylapore infatti è corruzione inglese del termine "Mayilapur" che in lingua tamil significa città del pavone". Il tempio di Kapaleeshwarar è celebre per il festival che vi si tiene nel plenilunio del mese di magha, corrispondente al nostro gennaio o febbraio.
  • Tempio di Parthasarathy. Si trova nel quartiere di Triplicane ed è dedicato a Krishna. Fu eretto nel XVI secolo sul luogo di un altro risalente all'VIII secolo. Parthasarathy è un appellativo di Krishna che in sanscrito significa "auriga di Arjuna" (Dio della guerra nel pantheon indiano corrispondente in parte al greco Aris).
Ripon Building, sede della Chennai Corporation
  • Government Museum (Vicino la stazione di Egmore). Occupa quattro edifici all'interno di un parco. Esistono sezioni dedicate all'antropologia, alla botanica, alla zoologia ecc. Il più interessante è il museo archeologico per le sue collezioni di bronzi risalenti ai secoli XI-XIII.
  • Ripon Building. La sede del municipio di Chennai. È un edificio sfarzoso degli inizi del XX secolo dallo stile eclettico con influenze dell'arte indo-musulmana ma anche gotici e corinzi. Trae il suo nome da Lord Ripon, al tempo governatore generale dell'India. L'edificio è lungo 85 m e largo 32. La torre centrale è alta 43 m.
  • Tempio di Vadapalani. Si trova nell'omonimo quartiere ed è dedicato a Murugan, il dio della guerra nel pantheon induista. Fu eretto agli inizi del XIX secolo.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • Windsurf. Il wind surfing può essere praticato a Covelong beach, 40 km a sud del centro lungo la strada per Mahabalipuram.


Acquisti[modifica]

Chennai: folla a Ranganathan Street
Chennai - Venditrice di fiori di gelsomino a Pondy Bazaar
  • Ranganathan Street (Una strada commerciale nel quartiere di T. Nagar). Lungo la strada si trova di tutto: dalle oreficerie agli ambulanti che vendono frutta e verdura. I magazzini più famosi sono i "Saravana stores". È sempre affollata ma ancor di più lo è in occasione della festa di Deepavali. Le fortune di Ranganathan Street sono dovute alla sua vicinanza alla stazione ferroviaria di Mambalam e al capolinea di autobus urbani di T. Nagar.
  • Pondy Bazaar (Nel quartiere di T.Nagar, un po' più a nord di Ranganathan Street e vicino il parco Panagal). Moltissimi gli esercizi di ristorazione.
  • Spencer PlazaAnna Salai Mount Road. Situato all'interno di un complesso disposto su tre piani e suddiviso in tre aree tra loro collegate (phases I, II e III), una varietà infinita di negozi offre la possibilità di fare acquisti in un travolgente mix di colori e luci. Imperdibile.


Come divertirsi[modifica]

Lo zoo di Vandalore a 30 km dal centro
Un babbuino nello zoo di Vandalore

Spettacoli[modifica]

  • Bharatanatyam. Una forma di danza tipica del Tamil Nadu che ha radici religiose.
  • Kalakshetra, +91 44 24911836, +91 44 24914359. È un'accademia di danza fondata nel 1936 dalla danzatrice Rukmini Devi Arundale (1904 - 1986) per preservare la tradizione artistica dell'India del sud, soprattutto nel campo della musica e del balletto. Su richiesta è possibile assistere ai corsi di danza. La scuola ha trasferito la sua sede nel quartiere di Tiruvanmiyur sul litorale a sud del centro.

Locali notturni[modifica]

La vita notturna di Chennai è piuttosto castigata e i migliori night sono all'interno dei grandi alberghi:


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Oru Soru RestaurantNo.102, Mahalingapuram Main Rd, Nungambakkam, Chennai, Tamil Nadu 600034, India (Treno o Bus da T.Nagar 4-5 fermate), +91 44 4308 1122. Simple icon time.svg Lun-Dom 12.30-14; 18.30-22.30. Ristorante tipico del tamil nadu, semplice, buono e pulito rispetto alla media Indiana. Sarete accolti da personale gentile e molto attento alle vostre esigenze


Dove alloggiare[modifica]

St. George, sede del governo del Tamil Nadu
Il forte di St George visto dall'esterno
Chennai: il tempio Vadapalani

Prezzi modici[modifica]

  • Old Woodlands (Royapettah), +91 44 2848 2150, +91 44 2848 2152. Per quanto non sia molto noto, è considerato buono nell'ambito della sua categoria. L'edificio ha almeno un secolo di vita.
  • New Woodlands Hotel. Un albergo in una zona tranquilla che però si riempe spesso. È comunque in buona posizione vicino a negozi e teatri
  • Sri Krishna ResidencySouth mada street, Mylapore, +91 44 24643617.
  • Hotel Karpagam InternationalSouth mada street, Mylapore, +91 44 24613701.
  • Hotel Regent11 Kennet Lane, +91 44 2825 3347.
  • Hotel Impala Continental12 Gandhi Irwin Road, +91 44 2819 1423.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]

Nella zona dell'aeroporto si trovano gli alberghi The Trident, Le Royal Meridian e Radisson GRT Hotel tutti classificati a 5 stelle.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Covelong - Un villaggio di pescatori a 40 km dal centro lungo la strada per Mahabalipuram. Ha un albergo di lusso il "Chennai Fisherman's cove", contornato da uno splendido giardino tropicale.



Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).