Scarica il file GPX di questo articolo

Utrecht

Da Wikivoyage.
Utrecht
Buurkerk en Domtoren.jpg
Stemma e Bandiera
Utrecht - Stemma
Utrecht - Bandiera
Stato
Regione
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Posizione
Mappa dei Paesi Bassi
Utrecht
Utrecht
Sito del turismo
Sito istituzionale

Utrecht è una città nella provincia di Utrecht dei Paesi Bassi.

Da sapere[modifica]

Come Amsterdam, anche Utrecht è una città di canali, grazie ai quali possiede un aspetto tipicamente pittoresco.

La città è sede del primate cattolico dei Paesi Bassi e di un altro vescovo a capo della chiesa dei vetero-cattolici, che si staccò dalla chiesa di Roma in seguito alla enunciazione del dogma della infallibilità del papa, voluto da Pio IX nel 1870.

Cenni storici[modifica]

Utrecht è una città ricca di storia. La fondazione risale al 47 d.C. quando l'imperatore romano Claudio ordinò al suo generale Corbulo di erigere una linea difensiva lungo il fiume Reno per proteggere il confine settentrionale dell'impero. Una delle roccaforti venne costruita presso uno degli attraversamenti del fiume Reno e per questo chiamata Traiectum (che significa passaggio/attraversamento). Nella lingua locale il nome si trasformò in Trecht, poi Uut-Trecht (passaggio basso) per diventare infine Utrecht. Nel luogo in cui sorgeva il castello, ora c'è la Chiesa del Dom, costruita nel XIII secolo.

Come orientarsi[modifica]

Vredenburg è il nome della piazza centrale di Utrecht che segna l'accesso alla città vecchia. Si trova a breve distanza dall'edificio della stazione centrale. Tra questo e la piazza si interpone "Hoog Catharijne", un vasto centro commerciale che include, oltre a negozi ed uffici, anche sale cinematografiche e centri gym. Vredenburg, sempre molto affollata, sorge sul luogo dove si ergeva la fortezza di Carlo V. Dall'anno 2012 la zona è oggetto di un rinnovamento edilizio che ha comportato l'abbattimento di parecchi edifici, tra cui la sala dei concerti. Procedendo sulla via Vredenburg si scavalca il ponte sull'Oudegracht (vecchio canale) che collegava il Reno al fiume Vecht. l'Oudegracht scorre tra argini alti 5 metri, per proteggere la città da eventuali inondazioni. È fiancheggiato da vecchie case, la più antica delle quali è la Het Oudaen del XIV secolo, oggi adibita a ristorante. Numerosi anche i locali e i ristoranti che fanno del vecchio canale il luogo più turistico di tutta Utrecht. Sul canale è situato anche il mercato del pesce (Vismarkt) e il Winkel van Sinkel, un grande emporio del 1839 con un porticato sorretto da cariatidi, che oggi funziona come bar - ristorante.



Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • L'aeroporto internazionale di Schiphol è il più vicino e costituisce la scelta più comoda in quanto dotato di stazione ferroviaria. I treni impiegano meno di mezz'ora per raggiungere Utrecht.
  • L'aeroporto di Eindhoven, dove opera Ryanair.
  • L'aeroporto di Weeze, dove Ryanair opera diversi voli da scali italiani è collegato ad Utrecht da un servizio di autobus navetta (due volte al giorno). In alternativa è possibile prendere la navetta da Weeze a Nijmegen, e da lì prendere il treno per Utrecht (ogni 15 minuti, circa).
  • L'aeroporto di Maastricht è il più lontano, ma ugualmente ragguingibile in poco più di due ore.

In auto[modifica]

Se arrivate in macchina lasciatela in uno dei tanti parcheggi a pagamento e poi girate a piedi. Se vedete i cartelli dei parcheggi che indicano Vol questo significa che il parcheggio è al completo. Normale pagare intorno ai € 2,60 all’ora per i garage incentro. Potete anche parcheggiare in strada ma i parchimetri sono ancora più cari (4-5€) e le multe sono salate (e frequenti). Meglio non guidare in centro a Utrecht: lasciate la macchina in garage e muovetevi coi mezzi pubblici o a piedi.

Ci sono 4 transferiums (o P+R): Westraven, Uithof , Muziektheater e Papendorp. Tariffa fissa € 4,50 al giorno, incluso viaggio in centro con bus o tram fino a 5 passeggeri. I transferium sono vicini all’autostrada [1] e aprono dal mattino presto fino alle 01:00. Transferium Westraven è a sud, vicino all’autostrada A12 uscita 17. La linea del tram Nieuwegein-Utrecht ferma qui e parte 8 volte durante il giorno, 4 di notte e nei weekend. Per tornare indietro potete rendere n tram per Nieuwegein o IJsselstijn, l’ultimo parte a 00.30. Transferium Papendorp è vicino allo stadio e collegato alla città con l’autobus.

In treno[modifica]

Utrecht central station

Utrecht Central Station è un importante hub del trasporto ferroviario olandese ed è facilmente raggiungibile da praticamente ogni città del paese. Ci sono collegamenti con Amsterdam e l’aeroporto di Schiphol anche di notte, ci vogliono 30 minuti e il biglietto di andata costa 8€. I treni ad alta velocità ICE per Colonia, Francoforte sul Meno e Basilea fermano a Utrecht. C’è anche un treno notturno (Euronight/CityNightline) per Berlino, Copenhagen, Praga, Varsavia, Zurigo, Monaco di Baviera e Innsbruck (stagionale). Potete prenotare i biglietti su nshispeed.nl oppure db.de. Si possono prendere anche alle biglietterie automatiche in stazione.

La stazione ferroviaria è nella parte ovest della città vecchia. 5 minuti a piedi attraverso l’Hoog Catharijne shopping center (seguite le indicazioni "Centrum") vi porteranno nel cuore della città vecchia. Potete prendere anche il bus dalla stazione in parte a quella ferroviaria: Utrecht CS Centrumzijde

In autobus[modifica]

La stazione degli autobus è in parte alla stazione ferroviaria. Autobus locali e internazionali partono dal lato ovest ('Jaarbeurszijde'), mentre la maggior parte dei bus regionali e cittadini partono dal lato est Busstation CS Centrumzijde. I bus regionali sono molto pù lenti dei treni U-OV fornisce i servizi di trasporto bblco a Utrecht e nella regione circostante. Altre compagnie:

9292OV è un sito in inglese che permette di pianificare viaggi con i mezzi pubblici in tutta l’Olanda.

In tram[modifica]

Utrecht è collegata a due città vicine con una linea di tramad alta velocità. In periferia e vicino alle autostrade A12 e A2 c’è il Transferium Westraven [2]. Buona idea lasciare qui la macchina e andare in città col tram. La corsa termina a Utrecht Centraal Station. Dovete poi passare la stazione per andare al Hoog Catherijne shopping center e poi in centro.

Come spostarsi[modifica]

Via pedonale

Spostarsi a piedi è l’ideale per girare il centro che è abbastanza piccolo e tutte le principali attrazioni sono a breve distanza l’una dall’altra. Per i trasporti pubblici prendete una OVcard valida per bus, treni e tram, funziona come una tessera prepagata e si compra nelle edicole o in stazione.

Con mezzi pubblici[modifica]

In autobus[modifica]

Altro modo sicuro per spostarsi è l’autobus. Corse frequenti e arrivano ovunque. Utrecht Centraal Station è l’hub per Utrecht ed è anche l’hub ferroviario per tutta l’Olanda. La maggior parte delle linee è in funzione dalle 6 del mattino fino a dopo mezzanotte.

Ci sono anche corse notturne [3]. Costano 5-6 euro e non si possono pagare con la chipcard.

In tram[modifica]

A Utrecht c’è una linea di tram dalla stazione centrale ai sobborghi di Nieuwegein e IJsselstein. Per i turisti le fermate interessanti sono Westplein e Graadt van Roggeweg. Rispettivamente sono vicine al quartiere turco e al centro congressi.

In auto[modifica]

Si sconsiglia di girare Utrecht in macchina. Meglio lasciarla in uno dei parcheggi fuori centro e poi muoversi a piedi o con altri mezzi.

In bicicletta[modifica]

Se il tempo è bello potete sempre spostarvi in bicicletta. Vicino alla stazione ferroviaria ci sono diversi negozi dove potete noleggiare le bici. Assicuratevi di avere un buon lucchetto, i furti di biciclette sono piuttosto frequenti. Una buona idea è utilizzare le aree designate al parcheggio bici: sono gestite dal comune, controllate e sono un luogo sicuro. Ci sono anche dei tour guidati in bicicletta, un modo divertente per visitare il centro di Utrecht.

Cosa vedere[modifica]

Visita il museo del carillon
Statuetta music box
La torre del duomo vista da Brigittenstraat 18 nel 2005
  • Domtoren. Il campanile dell'antica cattedrale dedicata a San Martino mai completata e la cui navata centrale crollò nel 1674 in seguito a una tempesta che investì la città. Della cattedrale è rimasto, oltre il campanile, il coro e il transetto mentre lo spazio della navata centrale crollata è oggi occupato dalla piazza del Duomo (Domplein).
  • Museo Nazionale dal Carillon all'Organo di Barberia (Museum Van Speelklok tot Pierement), Steenweg 6, +31 30 231 2789.



Museo delle Ferrovie Olandesi



Visita il museo centrale
Gerrit van Honthorst
Centraal Museum



Visita il museo
Rembrandt - Battesimo dell'eunuco



Sarasani.jpg
Oudegracht Utrecht 12.jpg
  • Geertebrug.



Pieterskerk



Paushuize.Utrecht.jpg
  • Casa del Papa (Paushuize).



Achter Sint Pieter 50.JPG
  • (De Krakeling).



Universiteitsmuseum Utrecht.jpg
  • Museo dell'Università di Utrecht (Universiteitsmuseum), 106 - Lange Nieuwstraat - 3512 PN Utrecht.



  • Museo di Arte Aborigena Contemporanea.



Museum Maluku



Oude Hortus
  • Oude Hortus (giardino botanico della Università di Utrecht) (tra Lange e Nieuwegracht.).



Rietveld Schröderhuis HayKranen-20.JPG


Eventi e feste[modifica]

Neude at night.jpg
Counter Culture Festival
Trombettieri del teatro dell'opera di Utrecht al festival di Musica Antica del 2010


Cosa fare[modifica]

  • La vita notturna di Utrecht è piuttosto vivace.
  • Bevete un drink sulle terrazze a Neude o lungo l'Oudegracht
  • Salite la torre del Dom, alta 112 metri. Si arriva quasi in cima.
  • Fate un giro dei canali in barca
  • Girate il centro in bicicletta
  • Ci sono le canal bike per pedalare sui canali. [4]
  • Provate le birre locali a Stadskasteel Oudaen [5], un castello del XIII secolo trasformato in ristorante.
  • Percorsi a piedi, costano €3 e si pagano ai centri di informazione turistica (davanti alla torre del Dom) e spiegano la storia degli edifici e mostrano alcuni dei posti più belli dei Utrecht.
  • Il Wilhelminapark, Park Lepelenburg o Julianapark sono bei posti per rilassarsi d'estate.
  • Trajectum Lumen (app con mappa per Apple e Android), alla scoperta di luoghi illuminati in maniera artistica, un'attrazione aperta dal 2010.
  • Utrecht Free Tours, @ UtrechtFreeTours@gmail.com. Ecb copyright.svg Gratis, donazioni volontarie. Simple icon time.svg Sab 12:00-15:00. Tour guidati da gente del luogo che partono dalla piazza Dom.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Tivoli
Rode Doos

Spettacoli[modifica]

  • Tivoli Oude Gracht, Oudegracht 245. Si tratta della sede principale per concerti pop e per la danza, insieme a Tivoli de Helling, al minore Ekko, al Kargadoor, al De Vloer e al DBs (vicino alla stazione ferroviaria Zuilen).
  • Rode Doos (Scatola rossa). Il luogo ove provvisoriamente si tengono concerti, in attesa che sia completato il Muziekpaleis sulla centralissima via Vredenburg.

Locali notturni[modifica]

Intorno alla piazza Janskerkhof si concentrano locali frequentati da studenti, mentre sull'Oudkerkhof si trovano i locali con target più ampi.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Hostel Strowis, Boothstraat 8, +31 30 2380280, @ info@strowis.nl. Ecb copyright.svg a partire da €15.50. Ostello gestito e posseduto da un gruppo di ex occupanti. La scelta varia tra 6, 8, 10 o 12 letti (disposizione a dormitorio). I servizi sono internet gratuito e un rilassante giardino ombreggiato.
  • Hostel B&B Utrecht, Lucas Bolwerk 4, 3512 EG Utrecht (10 minuti a piedi dalla stazione centrale), +31 650434884, @ info@hostelutrecht.nl. Ecb copyright.svg from €25.00.Check-out: noon. La stanza principale (zona comune) dotata di televisione e computers. Internet gratuito, cibo gratuito (chiunque si può occupare della cottura del proprio cibo) e a volte anche birra gratuita. Le docce necessitano di mezz'ora di riscaldamento la mattina.


Sicurezza[modifica]

Drogati e vagabondi si aggirano nei paraggi della stazione e del centro commerciale Hoog Catharijne, per cui è importante prestare molta attenzione.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Kasteel de Haar

Kasteel de Haar — Kasteel de Haar è il più grande castello dei Paesi Bassi. Si trova nel villaggio di Haarzuilens e fu completato nel XIV secolo. Agli inizi del XIX secolo fu ricostruito in stile neogotico su progetto dell'architetto Pierre Cuypers.

  • Loosdrecht
  • Zeist
  • Oudewater
  • Kasteel De Haar
  • Slot Zuylen

Itinerari[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).