Scarica il file GPX di questo articolo

Delft

Da Wikivoyage.
Delft
Delft: Grote Markt
Stemma e Bandiera
Delft - Stemma
Delft - Bandiera
Stato
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dei Paesi Bassi
Delft
Delft
Sito istituzionale

Delft è una città olandese.

Da sapere[modifica]

La chiesa vecchia di Delft (Oude Kerk)

Delft, il cui nome significa "fossato", è situata a sud dell'Aia e costituisce quasi un sobborgo della stessa, essendone distante meno di 14 km. Ugualmente vicina è Rotterdam, 15 km più a sud.

Delft fu fondata nel 1074 e nel 1246 ottenne il titolo di città. Nei due secoli successivi prosperò grazie ai suoi lanifici e birrifici. Il 1654 fu un anno nero negli annali della città: un'esplosione nella polveriera la distrusse quasi del tutto.

Oggi Delft è famosa per la produzione di ceramiche bianche e blu e anche per accogliere molti istituti di educazione superiore raggruppati nella zona a sud-ovest del centro.

Delft è anche il luogo natale del filosofo Hugo de Groot più noto in italiano come Ugo Grozio (1583–1645) e del pittore Johannes Vermeer (1632–1675).


Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

  • De Markt, la piazza del mercato è il cuore di Delft. Su di essa si affacciano il palazzo municipale e la Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk). Al centro sta la statua del filosofo Ugo Grozio.
  • Oude Delft (Vecchio canale) è il più noto dei canali cittadini scavalcato da romantici ponti e ombreggiato da alberi di tiglio. Tra le vecchie case che lo fiancheggiano la più famosa è quella al numero civico 39 un tempo sede della compagnia olandese delle Indie Orientali.
  • Voldersgracht è anch'esso un vecchio e pittoresco canale. Da un lato le case affiorano direttamente dal pelo dell'acqua mentre dall'altro lato è fiancheggiato da una stretta strada.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Porta dell'Est (Oostpoort). Porta orientale (Delft) su Wikipedia Q1675862 su Wikidata
  • 2 Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk). Chiesa Nuova (Delft) su Wikipedia Q678611 su Wikidata
  • 3 Palazzo municipale (Stadhuis van Delft). Municipio di Delft su Wikipedia
  • 4 Museo "Palazzo del Principe" (Museum Het Prinsenhof), Sint Agathaplein. Ecb copyright.svg 12 €. Simple icon time.svg Lun-Dom 11:00-17:00. Un ex convento che divenne in seguito residenza del principe Guglielmo I d'Orange, detto il taciturno e fautore dell'indipendenza delle province d'Olanda dal dominio degli Asburgo di Spagna. Il principe fu assassinato nella sua magione il 10 luglio 1584 con tre colpi di pistola sparatigli da Balthasar Gérard, un francese che in questo modo cercò di riscuotere la taglia di 25.000 coronei spiccata da Filippo II di Spagna sulla testa del principe d'Orange. Il francese non riuscì nel suo intento e fu catturato mentre cercava di fuggire dal Prinsenhof. Fu torturato in modo brutale prima che fosse eseguita la sua condanna a morte 4 giorni dopo. Filippo II di Spagna ne ricompensò gli eredi con tre tenute di campagna in Lievremont, Hostal e Dampmartin nella Franca Contea ma non sborsò mai l'ammontare della taglia.
  • 5 Chiesa vecchia (Oude Kerk). Chiesa Vecchia (Delft) su Wikipedia Q612065 su Wikidata
  • Museo della Tecnica (Techniekmuseum).
  • Giardino Botanico (Botanische Tuin TU Delft).


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.