Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

San Marco
(Venezia)
Basilica di San Marco
Localizzazione
San Marco - Localizzazione
Stato
Regione

San Marco è un sestiere di Venezia.

Da sapere[modifica]

Campanile di San Marco

Cenni geografici[modifica]

Nella parte settentrionale confina con il sestriere di Cannaregio, mentre a est con il sestriere di Castello.

Cenni storici[modifica]

Il sestriere di San Marco, in passato chiamato Rivoalto, è il cuore di Venezia e comprende anche l'isola di San Giorgio Maggiore.

Come orientarsi[modifica]

  • 1 Campo San Bartolomeo — Al centro il monumento a Carlo Goldoni.
  • 2 Campo San Salvador — Affollato luogo di transito nel percorso Rialto-San Marco.
  • 3 Piazza San Marco — È una delle più importanti piazze del mondo per la sua bellezza e integrità architettonica e la più grande piazza di Venezia.
  • 4 Le Mercerie — La principale arteria commerciale della città.
  • 5 Campo San Maurizio — Collega piazza San Marco a Campo Santo Stefano. Su di esso si affaccia Palazzo Zaguri, del XIV secolo, collezionisti d'arte.
  • 6 Campo Santo Stefano — Uno dei più vivaci campi della città.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]

Il sestriere di San Marco è collegato a San Polo con il Ponte di Rialto e a Dorsoduro con il Ponte dell'Accademia.

Cosa vedere[modifica]

Ponte di Rialto
Ponte dei Sospiri
Palazzo Ducale
Torre dell'Orologio
  • Piazza San Marco. Fulcro della città. È anche l'unica ad avere il titolo di piazza (tutte le altre vengono chiamate campo).
  • Attrazione principale1 Basilica di San Marco, Piazza San Marco (Vaporetti 1, 52 e 82 da Santa Lucia (la stazione dei treni) o da Piazzale Roma), +390415225205. Ecb copyright.svg L'ingresso alla basilica è gratuito, invece il museo al piano superiore costa € 5 e per vedere l'altare maggiore e il tesoro costa rispettivamente € 2 e € 3. Simple icon time.svg 1 ottobre-31 marzo: 09:45-16:45; 1 aprile-30 settembre: 09:45-17:00. È uno sei simboli dell' Italia. La basilica, fu costruita nell'829 per contenere le spoglie di San Marco, patrono della città e fu consacrata nel 1024. È stata più volte ristrutturata e decorata nel corso dei secoli e la Basilica è sicuramente la chiesa più spettacolare della Città . La facciata principale è unica. Ha cinque porte ad arco, una terrazza su cui sono a casa, quattro cavalli di bronzo provenienti dalla preda della 4a crociata dei miscredenti. Nel periodo della Repubblica di Venezia, era la cappella personale del Doge ed è stata costruita con vari manufatti perlopiù provenienti dall'Asia Minore e donati dai mercanti Veneziani. È lunga 76 m e larga 62 m. Al suo interno è impreziosita da splendidi mosaici dorati e varie opere d'arte. Il pavimento in marmo ha un sorprendente motivo geometrico e ci sono splendidi mosaici sulle pareti che raccontano storie del Nuovo Testamento.
Bisogna essere vestiti in modo appropriato per poter entrare; questo significa niente gonne corte o spalle scoperte. Non è consentito portare all'interno borse grandi o zaini, a volte potrebbe essere necessario depositare anche piccoli zaini. Il deposito è disponibile proprio dietro l'angolo dall'ingresso principale (gratuito). Le riprese e la fotografia sono vietate. La visita all'interno della basilica dura dieci minuti. L'attesa per l'ingresso in basilica può durare fino a cinque ore circa e potrebbe essere opportuno utilizzare un servizio di biglietteria. Basilica di San Marco su Wikipedia basilica di San Marco (Q172988) su Wikidata
  • 2 Chiesa di San Zulian, Calle Specchieri S. Marco, 615 (Stazione di Rialto). Ecb copyright.svg gratuito. Simple icon time.svg 8:30-19:00. Fondata nell'829, la chiesa prese il suo aspetto durante la ricostruzione del Sansovino, che fu finanziata dal dottor Tomaso Rangone, che si arricchì vendendo farmaci per la sifilide e segreti su come vivere a 100 (morì a 84 anni). Il dottore è immortalato in bronzo sopra il portale che tiene la salsapariglia - la sua "cura miracolosa". All'interno, sotto il soffitto dipinto, si trovano le opere di Palma il Giovane e "Cristo morto e santi" del Veronese. Chiesa di San Zulian su Wikipedia chiesa di San Zulian (Q1251035) su Wikidata
  • 3 Chiesa di Santo Stefano, Campo Santo Stefano, +39 041 5222362. che ospita tre tele di Tintoretto, venne edificata nel XIV secolo. Il portale in stile gotico della chiesa è opera di Bartolomeo Bon, mentre il caratteristico soffitto presenta una struttura a chiglia di nave. A sorreggerlo travi incise e colonne in marmo di Verona. Può valer la pena ricordare che l'abside della chiesa è anche un ponte sotto al quale scorre un rio navigabile, mentre il campanile della chiesa, particolarmente alto, romanico con cella a tre archi e sovrastato da un tamburo ottagonale, è caratterizzato da un'accentuata pendenza. Chiesa di Santo Stefano (Venezia) su Wikipedia chiesa di Santo Stefano (Q974832) su Wikidata
  • 4 Chiesa di San Salvador (chiesa del Santissimo Salvatore), Campo San Salvatore (Stazione di Rialto). Ecb copyright.svg Gratuito. Simple icon time.svg Lun-Sab 9:00 - 12:00 e 16:00 - 18:00, Dom 15:00 - 19:00. In stile rinascimentale dov'è possibile ammirare l'Annunciazione di Tiziano. Fu fondata nel VII secolo per poi essere rifabbricata nel XII secolo dai Canonici di Sant'Agostino. L'attuale edificio fu iniziato da Tullio Lombardo, soltanto per essere successivamente ultimato da Jacopo Sansovino. La facciata del 1663 è opera del noto architetto ticinese Giuseppe Sardi. Chiesa di San Salvador su Wikipedia chiesa di San Salvador (Q1028202) su Wikidata
  • 5 Chiesa di San Moisè, Campo San Moisè, 1390/A (Stazione San Marco). Una bella chiesa in stile barocco al suo interno ospita opere del XVII e XVIII secolo tra i quali spicca la Lavanda dei piedi di Tintoretto. Chiesa di San Moisè su Wikipedia chiesa di San Moisè (Q1068131) su Wikidata
  • 6 Chiesa di San Vidal, Campiello S. Vidal, 2862 (Stazione dell'Accademia). Ecb copyright.svg € 3 / con Chorus Pass - gratuito / concerti - da € 30. Simple icon time.svg 09:00-18:00. Costruita dal Doge Vitale Falier nell'XI secolo. Ora è una sala concerti, che ospita concerti di musica classica. Chiesa di San Vidal su Wikipedia chiesa di San Vidal (Q769514) su Wikidata
  • 7 Chiesa di Santa Maria del Giglio (Santa Maria Zobenigo), Campo Santa Maria del Giglio (Stazione Giglio). Ecb copyright.svg € 3, con Chorus Pass gratuito. Simple icon time.svg Lun-Sab 10:30-16:30 (ultimo accesso alle 16:20). Fondata nel IX secolo, ma quasi completamente ricostruita alla fine del XVII secolo, questa chiesa presenta una serie di sei mappe in rilievo sulla facciata raffiguranti Roma e cinque città allora veneziane: Padova, le città croate di Zara e Spalato, e anche le città greche di Heraklion e Corfù. All'interno ci sono diversi capolavori. Due tele del Tintoretto, ciascuna raffigurante due dei quattro evangelisti. Si trovano ai lati del corpo. C'è un piccolo tesoro nella Cappella Molina, anche se la vera perla della chiesa è un dipinto di Peter Paul Rubens raffigurante il seno nudo della "Madonna con il Bambino e San Giovanni". L'ammiraglio Antonio Barbaro ordinò a Giuseppe Sardi di ricostruire la chiesa alla gloria della Vergine, a Venezia e, naturalmente, a se stesso: la sua statua ebbe la priorità sulla facciata. Chiesa di Santa Maria del Giglio (Venezia) su Wikipedia chiesa di Santa Maria del Giglio (Q220811) su Wikidata
Torre dell'Orologio
  • 8 Palazzo Contarini del Bovolo, Corte del Riso o del Bovolo (vaporetto linea 1 o 2 per Rialto), +39 041 3096605. Ecb copyright.svg Adulti € 7, ridotto € 6. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-13:30 e 14:00-18:00. Una torre cilindrica con una serie di archi a spirale, tra gli esempi più caratteristici dell'architettura veneziana nel periodo di transizione dallo stile gotico a quello rinascimentale. Dall'alto ci sono splendide viste panoramiche sulla città. Palazzo Contarini del Bovolo su Wikipedia Palazzo Contarini del Bovolo (Q1585745) su Wikidata
  • 9 Torre dell'orologio, Piazza San Marco (vaporetto linee 1-2-5 per San Marco), +39 041 5209070. Ecb copyright.svg Adulti € 12, ridotto € 7. Simple icon time.svg prenotazione anticipata obbligatoria online o telefonicamente. In stile rinascimentale si affaccia su Piazza San Marco. La torre centrale risale alla fine del '400 ed è opera dell'architetto Mauro Codussi. La torre è caratterizzata dai due mori posti in cima e da un orologio oro-blu che in occasione dell'Epifania attiva il suo carillon, facendo uscire a ogni scocco dell'ora i Re Magi e i personaggi della Natività. Torre dell'orologio (Venezia) su Wikipedia torre dell'orologio (Q966625) su Wikidata
  • 10 Fontego dei Tedeschi (Fondaco dei Tedeschi). Del XIII secolo, è un antico magazzino delle merci provenienti dalla Germania. Dal 1870 al 2011 il principale ufficio postale di Venezia. Fondaco dei Tedeschi su Wikipedia Fontego dei Tedeschi (Q1259067) su Wikidata
Ponte di Rialto
  • 11 Campanile di San Marco, Piazza San Marco (vaporetto linea 1 per San Marco), +39 041 5224064. Ecb copyright.svg €8. Simple icon time.svg Nov-Mar: 09:30-15:45; Apr-Giu, Ott: 09:00-19:00; Lug-Ago: 09:00-21:00. Il campanile di San Marco è stato costruito nel IX secolo. Originariamente era utilizzato come torre di osservazione e come faro. Fu ricostruita nel 1100 e poi completata nel XVI sotto la guida dell'architetto Bon. Fu ricostruita in stile rinascimentale, pur mantenendo la struttura originaria. Nel 1902 il campanile cadde, ma fortunatamente non ci furono conseguenze tragiche. Venezia decise di ricostruirlo, "com'era e dov'era", e 10 anni dopo era pronto il nuovo campanile, copia esatta dell'originale: la torre è quadrata, costruita in mattoni. È largo 12 metri e alto 98,6 metri ed è chiuso nella parte superiore con una punta a forma di piramide. In alto c'è un angelo d'oro alto circa 2 metri. Il campanile svolge da secoli un ruolo essenziale nella vita politica e sociale della città. Sono state suonate le campane per informare gli abitanti della città di tutti i principali eventi organizzati a Venezia. Ai piedi del campanile c'erano famosi venditori di vino che si muovevano per sedersi all'ombra del campanile, a seconda dell'ora del giorno. Da questa antica usanza deriva il termine usato dai veneziani per un bicchiere di vino: Ombra. La sommità della torre offre una splendida vista su Venezia e sulla laguna. Campanile di San Marco su Wikipedia Campanile di San Marco (Q754194) su Wikidata
  • 12 Biblioteca nazionale Marciana, Piazetta San Marco (vaporetto linea 1 o 2 per San Marco), +39 041 2407211, @ . Ecb copyright.svg € 4, ridotto € 2. Simple icon time.svg 08:15-10:00, 17:09-19:00. Edifici del Sansovino, la più importante raccolta di libri di Venezia. Biblioteca nazionale Marciana su Wikipedia Biblioteca nazionale Marciana (Q578460) su Wikidata
  • 13 Palazzo Cavalli-Franchetti (Palazzo Franchetti). Simple icon time.svg Lun-Ven 10:00-18:00. Questo imponente edificio neogotico si trova ai piedi del Ponte dell'Accademia, che si allunga in direzione di Campo Santo Stefano. Il Palazzo fu costruito nel 1565, e alla metà del XIX secolo fu diviso come residenza di varie famose famiglie veneziane: Marcello, Hussonita Cavalli. Negli anni '40 dell'Ottocento, l'Arciduca Federico d'Austria riunì la proprietà e avviò un ampio progetto di ammodernamento volto a conferire all'edificio una modernità che lo contraddistingue. Il Palazzo Franketti è attualmente utilizzato dall'Istituto Veneto di Scienze ed è stato utilizzato per eventi culturali. Nel 1999 l'istituto ha fondato VIC (Venice Cultural Initiatives), che promuove, organizza e gestisce eventi culturali nel Palazzo. Palazzo Cavalli-Franchetti su Wikipedia Palazzo Cavalli-Franchetti (Q934025) su Wikidata
  • 14 Palazzo Corner Spinelli (Stazione S. Angelo). Uno dei migliori palazzi rinascimentali di Venezia. Fu costruito tra il 1480 e il 1500 dall'architetto Mauro Coducci. La caratteristica architettonica del palazzo sono le doppie finestre a tutto sesto e la muratura arrugginita al primo piano. Il palazzo divenne un prototipo per molti edifici cittadini. Palazzo Corner Spinelli su Wikipedia Palazzo Corner Spinelli (Q538610) su Wikidata
Palazzo Ducale
  • Attrazione principale15 Palazzo Ducale, Piazetta San Marco, San Marco 1 (vaporetto linea 1 o 2 per San Marco), +39 041 2715911. Ecb copyright.svg Adulti € 20, ridotto € 14. Simple icon time.svg Da nov a mar 08:30-17:30, da apr a ott 08:30-19:00, chiuso il 1° gennaio e il 25 dicembre. Un vero omaggio al gotico veneziano. Il palazzo risale al IX secolo anche se subì diverse modifiche durante i secoli. Sorge nell'area di piazza San Marco, tra la Piazzetta e il Molo; è attualmente sede del Museo Civico di Palazzo Ducale e visitando il palazzo è possibile accedere anche al Ponte dei Sospiri. Non perdetevi la visita guidata denominata Itinerario Segreto, che vi farà scoprire la parte del palazzo in cui operava l'amministrazione cittadina, il carcere di Casanova e la meravigliosa struttura del tetto di cinquecento anni. Palazzo Ducale (Venezia) su Wikipedia Palazzo Ducale (Q189883) su Wikidata
  • 16 Museo Correr, Piazza San Marco, Ala Napoleonica (vaporetti 11-2-5, 1-5-2), +39 041 2405211, @ . Ecb copyright.svg Biglietto unico col Museo archeologico nazionale e la biblioteca Marciana. € 14 (ridotto € 8), che comprende anche Palazzo Ducale. Simple icon time.svg 1 novembre - 31 marzo: 10:00-17:00, 1 aprile - 31 ottobre: ​​10:00-19:00, chiuso 25 dicembre, 1 gennaio. Il più "veneziano" di tutti i musei, con testimonianze della storia e dell'arte della città. Prende il nome dal nobile veneziano, appassionato d'arte, Teodoro Correr, che alla sua morte avvenuta nel 1830 lasciò in eredità alla città la sua collezione d'arte. Al suo interno si trova un'interessante collezione di mappamondi, a partire dal XVI secolo. Sono presenti anche un'unica sala biblioteca, un museo archeologico di antiquariato romano e un'importante pinacoteca. Il museo offre un tour della storia veneziana. Notevole pinacoteca con capolavori veneziani dal XIV al XVI secolo, opere della scultura veneziana Canova, studi sullo sviluppo urbano e sulla vita sociale. Museo Correr su Wikipedia Museo Correr (Q1470912) su Wikidata
  • 17 Palazzo Grassi, Campo San Samuele. Ecb copyright.svg Adulti € 18, ridotto € 15. Simple icon time.svg Lun, Mer-Dom 10:00-19:00. Ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura. Museo d'arte contemporanea. Mostre temporanee dalla collezione di François Pinault. Esposizioni di diversi artisti che rendono questo centro uno dei più attivi al mondo. Palazzo Grassi su Wikipedia Palazzo Grassi (Q907964) su Wikidata
  • Museo d'arte orientale, +39 041 5241173, @ . Ecb copyright.svg Adulti € 14, ridotto € 11,50 (valido per entrambi i musei della Ca 'Pesaro). Simple icon time.svg Mar-Dom da novembre a marzo: dalle 10:00 alle 17:00, da aprile a ottobre: ​​dalle 10:00 alle 18:00, chiuso M, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio. Conserva i tesori del viaggio del principe Enrico di Borbone, avvenuto nel 1887-89 in tutta l'Asia. Il principe Enrico raggiunse il Giappone in un momento in cui l'arte Edo stava diventando più economica a favore della moderna Meiji e acquistò 30.000 oggetti, tra cui reti dell'era Edo (sculture in miniatura), armi, paraventi e utensili. Circa tre quarti della collezione è giapponese; il quarto rimanente comprende una piccola collezione di ceramiche islamiche dal XII al XV secolo e pezzi di scacchi cinesi finemente intagliati del XVIII secolo. Museo d'arte orientale (Venezia) su Wikipedia Museo d'arte orientale (Q1403370) su Wikidata
  • 18 Museo Palazzo Fortuny, San Veneto (Calle della Mandorla, vaporetti linea 1 o 2 per Rialto o S. Angelo), +39 041 5200995. Ecb copyright.svg Adulti € 12, ridotto € 10. Simple icon time.svg Mer-Lun 10:00-18:00. Collezione di quadri e lampade. Ospita mostre temporanee. Museo Fortuny (Q616676) su Wikidata
  • 19 Telecom Italia Future Centre, Campo San Salvador (vaporetto linea 1 o 2 per Rialto), +39 041 5213272. Ecb copyright.svg Gratuito. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-18:00; chiuso 25 dicembre, 1 gennaio. Centro dedicato alla tecnologia delle telecomunicazioni. Il complesso edilizio comprende una chiesa adiacente con importanti opere d'arte, il Refettorio (che oggi è una sala conferenze), chiostri rinascimentali e un piccolo museo incentrato sull'evoluzione del telefono negli ultimi 100 anni.


  • 20 Museo della Musica (Chiesa di San Maurizio), Campo di S.Marizio (vicino Campo Santo Stefano, vaporetto linea 1 per S.M del Giglio o linea 1-2 per Accademia), +39 041 2719012. Ecb copyright.svg Gratuito. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:30-19:00. una bella chiesa con una collezione di strumenti musicali, dipinti barocchi veneziani. Gli Interpreti Veneziani, gli ideatori del Museo della Musica, propongono concerti anche nella vicina chiesa di San Vidal. Chiesa di San Maurizio (Venezia) su Wikipedia chiesa di San Maurizio (Q251686) su Wikidata
  • 21 Chiesa di San Bartolomeo. Fondata nel IX secolo. Chiesa di San Bartolomeo (Venezia) su Wikipedia chiesa di San Bartolomeo (Q1648609) su Wikidata
  • 22 Museo archeologico nazionale di Venezia, Piazetta San Marco, San Marco 52 (Vaporetti linea 1 o 2 fino a San Marco), +39 041 5225978, @ . Ecb copyright.svg € 4, ridotto € 2. Simple icon time.svg 10:00-18:00. Collezione di sculture antiche greche e romane, manufatti egizi, assiri e babilonesi. Museo archeologico nazionale di Venezia su Wikipedia Museo archeologico nazionale di Venezia (Q15961396) su Wikidata
  • 23 Negozio Olivetti, Piazza San Marco, 101 (Stazione San Marco). Ecb copyright.svg €8. L'edificio ultramoderno è stato una vera e propria provocazione quando è apparso per la prima volta sotto i portici delle Procuratie Vecchie nel 1958. Il pioniere dell'alta tecnologia Olivetti incaricò l'architetto veneziano Carlo Scarpa di trasformare un negozio di souvenir angusto e buio in una dimostrazione per le sue macchine da scrivere e "computer" (diversi modelli 1948-54 presentati). Sono di particolare interesse per gli intenditori di arte architettonica moderna. Negozio Olivetti (Venezia) su Wikipedia Negozio Olivetti (Q3874260) su Wikidata

Isola di San Giorgio Maggiore[modifica]

  • 24 Basilica di San Giorgio Maggiore, Isola di di San Giorgio Maggiore. San Giorgio Maggiore è una basilica abbaziale. È servita dai Benedettini della Congregazione di Subiaco. Iniziata nel 1566 da Andrea Palladio, fu completata un secolo dopo da Simone Sorella. La chiesa è famosa per il suo coro decorato con dipinti del Tintoretto: La Manna (parete sinistra) e soprattutto L'Ultima Cena (parete destra), uno dei dipinti più famosi del maestro. Basilica di San Giorgio Maggiore su Wikipedia basilica di San Giorgio Maggiore (Q713558) su Wikidata
  • 25 Fondazione Giorgio Cini, Isola di San Giorgio (vaporetto linea 2), +39 041 2710407. Simple icon time.svg Lun-Ven 09:00-16:30. Centro multifunzionale in un antico dormitorio benedettino, cuore del complesso bibliotecario della Fondazione. Fondazione Giorgio Cini su Wikipedia Fondazione Giorgio Cini (Q1435690) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 1 Teatro La Fenice. Uno dei più celebri palcoscenici al mondo per la musica lirica, distrutto da due incendi nel 1836 e 1996, e riaperto nel 2004.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Informazioni utili[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).