Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Istria (in croato Istra) è il nome di una penisola del Mare Adriatico. È divisa tra Slovenia, Italia e Croazia. A quest'ultima nazione appartiene la massima porzione dell'Istria.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La cima più alta è il monte Učka (1.396 m).

Quando andare[modifica]

In Istria prevale il clima mediterraneo. Per le previsioni meteo consultare il sito dell'Istituto meteorologico croato.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Litorale adriatico:

  • 1 Cittanova (Novigrad) — Cittadina e porto di pesca di circa 5.000 abitanti, sviluppatasi turisticamente a partire dagli anni 70 del XX secolo grazie al suo patrimonio architettonico e alle spiagge intorno disposte su un territorio a forma di piccola penisola.
  • 2 Fasana ( Fažana) — Grazioso porto di pescatori dove ci si imbarca per l'isola di Brioni Maggiore situata di fronte.
  • 3 Parenzo (Poreč) — Di epoca romana, Parenzo vanta insigni monumenti tra i quali primeggia la basilica eufrasiana. Parenzo è anche un centro balneare di prim'ordine il cui litorale è occupato da numerosi e grandi complessi alberghieri.
  • 4 Pola (Pula) — L'antica Polensium, famosa per il suo anfiteatro di epoca romana, emulo dell'arena di Verona.
  • 5 Rovigno (Rovinj) — Verosimilmente il più rinomato dei centri balneari dell'Istria e proprio per questo motivo le spiagge intorno tendono ad essere super affollate a ferragosto.
  • 6 Umago (Umag)

Istria slovena:

  • 7 Capodistria (Koper) — Principale porto commerciale ed industriale sloveno.
  • 8 Isola (Izola)
  • 9 Pirano (Piran) — Centro balneare.
  • 10 Portorose (Portorož) — Centro balneare e rinomata stazione termale.

Litorale est (Golfo del Quarnero):

  • 11 Abbazia (Opatija) — Rinomato centro balneare a pochi km da Fiume.
  • 12 Bersezio (Brseč) — Grazioso borgo medievale sulle pendici dei Monti Caldiera e in posizione panoramica sul golfo del Quarnero.
  • 13 Laurana (Lovran) — Borgo a carattere ancora rurale nonostante l'ampio litorale, Laurana deve il nome ai boschi di lauro dei dintorni.
  • 14 Moschenizza (Mošćenice)
  • 15 Porto Albona (Rabac) — Piccolo porto di pescatori, Rabac si è trasformata in località turistica a partire dagli inizi del 2" millennio e oggi vanta numerose ville e case vacanze, oltre ad alberghi di varia categoria e campeggi che le hanno valso il soprannome di "Perla del Golfo del Quarnero".
  • 16 Valmazzinghi (Koromačno) — Villaggio di 180 persone quasi tutte impiegate nel locale cementificio. Il suo privilegio sta nell'essere situato su un tratto di costa alta e rocciosa ove si aprono piccole cale dotate di spiagge, molte raggiungibili solo in barca.

Nell'entroterra:

  • 17 Buie (Buje) — Cittadina storica attraversata dalla antica via Flavia e chiamata "sentinella dell'Istria" per la sua posizione strategica.
  • 18 Dignano (Vodnjan) — Situata lungo la strada da Pola a Trieste, Dignano ha conservato il suo particolare aspetto medioevale con campielli e strette calli incuneate tra le case dominate dal monumentale Duomo di Dignano, intitolato a San Biagio.
  • 19 Grisignana (Grožnjan) — Considerato uno dei più graziosi villaggi della Croazia, Grisignana è un borgo veneziano cinto da mura con due porte e un ponte levatoio.
  • 20 Montona (Motovun) — Grazioso villaggio situato sulla cima di una collina.
  • 21 Pinguente (Buzet) — Villaggio fortificato circondato da boschi ove allignano tartufi che alimentano un commercio internazionale.
  • 22 Pisino (Pazin) — Capoluogo dell'Istria croata, Pazin è famosa per il suo castello medievale e per il fiume Pazinčica che per un tratto scorre sottoterra.
  • 23 Sanvincenti (Svetvinčenat) — Sorto nell'alto medioevo con la creazione di una comunità monastica dell'Ordine di San Benedetto, Sanvincenti conserva interessanti monumenti come il castello Grimani e la chiesa rinascimentale.

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Medolino (Medulin) — Rinomata meta turistica vicina al punto geografico più a sud della penisola istriana costituito da Capo Promontore (rt Kamenjak), una sottile penisoletta che si allunga nel mar Adriatico per circa 5 chilometri.
  • 2 Parco nazionale delle isole Brioni (Brijuni) — Arcipelago di 14 isole di cui solo le due maggiori, Veli Brijun e Mali Brijun possono essere visitate.
  • 3 Punta Salvore (Rtič Savudrija) — il punto più occidentale dell'Istria e di tutta la Croazia e il limite meridionale del Golfo di Trieste.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto di Pola (IATA: PUY). Maggior scalo dell'Istria, l'aeroporto di Pola è collegato alle maggiori città europee da un gran numero di voli anche se tutti stagionali. Al 2020 nessuna compagnia aerea operava voli da scali italiani. Aeroporto di Pola su Wikipedia Aeroporto di Pola (Q389327) su Wikidata

In auto[modifica]

Percorrere l'autostrada A4 fino a Trieste, proseguire verso Muggia, passare per la Slovenia e poi scegliere uno dei tre confini con la Croazia: Plovania-Sečovlje, Kaštel-Dragonja oppure Požane-Sočerga. In Istria è stata da poco costruita la superstrada "Y" che collega il centro-sud della penisola.

In nave[modifica]

  • 2 Brestova - Molo con un servizio di traghetti per l'isola di Cherso.

In autobus[modifica]

Collegamenti frequenti con pulman di linea da Trieste.

Come spostarsi[modifica]

Mappa delle principali vie di comunicazione (i.e. autostrade, linee ferroviarie ed aeroporti)


Cosa vedere[modifica]

L'anfiteatro di Pola


Cosa fare[modifica]

Diverse spiagge e campeggi sono dedicati ai nudisti e naturisti. Sono contrassegnati dalla sigla FKK. Nella pagina Tematica:Naturismo in Croazia potete trovare l'elenco dei campeggi con i relativi indirizzi.

A tavola[modifica]

Tartufo nero dell'Istria

Il simbolo della cucina istriana è il tartufo. Le varietà sono due: il tartufo nero (quello più comune) che si raccoglie da maggio a novembre, e quello bianco (di qualità superiore) che si dissotterra da ottobre a dicembre. Oltre al tartufo l'Istria è nota anche per il prosciutto crudo, il formaggio di pecora e la carne. Il pesce è una specialità delle città sulla costa e non dell'entroterra istriano.

Bevande[modifica]

I due vini più diffusi in Istria sono il bianco Malvasia e i rossi Terrano e Refosco.

Sicurezza[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Istria
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Istria
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.