Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Portofino
Vista dalla chiesa di San Giorgio
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Portofino
Sito istituzionale

Portofino è una città della Liguria.

Da sapere[modifica]

È un'importante destinazione nautica da diporto.

Cenni geografici[modifica]

Il comune è situato nella parte occidentale del golfo del Tigullio, in una baia ai piedi dell'omonimo promontorio, ad est di Genova, segnando di fatto il confine geografico tra il Golfo Paradiso e il Tigullio. Confina a nord con il comune di Santa Margherita Ligure, ad ovest con Camogli, e a sud e ad est è bagnato dal mar Ligure. L'intero territorio comunale è compreso nel Parco naturale regionale di Portofino e nell'Area naturale marina protetta Portofino.

Il modo migliore per apprezzare le meraviglie del parco è quello di percorrere in sicurezza i suoi sentieri più caratteristici ed affascinanti, tutti adeguatamente segnalati. Attraversandone la fitta rete di oltre 60 km, è possibile scoprire la ricchezza e la varietà degli ambienti naturali, dei panorami e dei complessi monumenti del promontorio.

Il porto

Quando andare[modifica]

Non dimenticate di portare qualcosa per le spalle anche se siete venuti nel periodo estivo. Dopo le 18:00-18:30 il sole tramonta dietro il promontorio di Portofino e la temperatura scende notevolmente.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

Vista del porto

In aereo[modifica]

Aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. È collegato al centro con l'autobus Volabus che fa capolinea alla stazione di Genova Brignole e ferma anche alla stazione di Genova Principe. È in funzione dalla mattina presto fino alle 23 circa e la sua frequenza è di un'ora. La corsa costa 6 euro (aprile 2014).

In auto[modifica]

Autostrada A12 Genova-La Spezia: uscita Rapallo. Seguire le indicazioni per Santa Margherita Ligure - Portofino.
A Portofino ha termine la strada provinciale 227, che permette l'unico collegamento carrabile con la vicina Santa Margherita.

In nave[modifica]

  • 1 Porto di Portofino. Partenze quasi ogni ora dalla passeggiata a mare di Rapallo con scalo a Santa Margherita Ligure. Qui effettua una piccola sosta necessaria allo sbarco e imbarco dei passeggeri per poi proseguire verso il borgo, raggiungendo anche San Fruttuoso. Per dettagli cliccare qui.
Vi sono inoltre collegamenti anche con:

In treno[modifica]

La stazione di Santa Margherita Ligure-Portofino è la fermata ferroviaria più vicina sulla linea Genova-Pisa. Per arrivarci una possibilità è una camminata di 1 ora e 20 min, oppure in bus.

In autobus[modifica]

Dal comune di Santa Margherita Ligure un servizio di trasporto pubblico locale gestito dall'ATP garantisce quotidiani collegamenti bus con Portofino linea 82. La 2 fermata si trova nella parte alta della città.

  • Corsa semplice 3€ (punti vendita), 4€ (a bordo)
  • Andata e ritorno 5€ (punti vendita), 6€ (a bordo). Tariffe aggiornate a maggio 2021.


Come spostarsi[modifica]

Una volta a Portofino, camminare potrebbe essere la migliore opzione. La città non è grande e la maggior parte degli hotel e delle spiagge sono a pochi passi dal porto. In alternativa, i ciclomotori sembrano essere una scelta popolare per spostarsi, soprattutto per coloro che visitano molte delle piccole città regionali secondo i propri orari. Fare attenzione quando si cammina, le strade sono acciottolate e piene di buche, molti gradini abbondano in questo bellissimo villaggio.

Ancora una volta, se doveste essere abbastanza fortunati da avere una barca a vostra disposizione, questo sarebbe un altro modo conveniente per muovervi nell'area. Ci sono anche noleggi disponibili nel porto.

In taxi[modifica]

I taxi sono disponibili, ma molto costosi. La tariffa minima è di 20 €.

In auto[modifica]

La strada che collega Santa Maria Ligure a Portofino è tuttavia piuttosto stretta e non adatta a mezzi grandi, come i camper, che potrebbero avere difficoltà di manovra e di transito. Inoltre da sottolineare come vi sia mancanza di adeguati punti di sosta e che il parcheggio a pagamento gestito dal Comune, sotto il Municipio, in alta stagione costa 5,50€/ora (in bassa, 2,50€/ora) (tariffe aggiornate anno 2021).

Cosa vedere[modifica]

La cosa più impressionante di Portofino è lo stile di vita. La vista dal porto o da una qualsiasi delle spiagge circostanti è indimenticabile e si potrebbe trascorrere l'intera giornata ammirandole.

La vista, tuttavia, è del tutto artificiale. Tutti gli edifici sono solo blocchi di cemento standard con dipinti trompe l'oeil progettati per farli sembrare più intricati e storici di quanto non siano in realtà. In altre parole, la città è autentica come Disney World, ma se si spera in una fetta dell'Italia tradizionale, rimarrete molto delusi. Rende ottime foto ma non aspettatevi molto di più.

  • Porticciolo di Portofino
    Porticciolo di Portofino
    Attrazione principale1 Porticciolo. Famoso in tutto il mondo, sorge in mezzo ad un promontorio naturale, formato dall’insenatura della baia e lambisce la piazzetta del borgo.
  • 2 La Piazzetta. Famosa per i suoi ristoranti e i suoi negozi, davanti alla quale si apre il caratteristico Porticciolo.
Chiesa di San Martino
  • 3 Chiesa del Divo Martino. La parrocchiale, dedicata al santo Martino di Tours, è ubicata presso il borgo più antico di Portofino e la sua edificazione sembrerebbe risalire al XII secolo in stile romanico lombardo, così come la locale chiesa di San Giorgio. La chiesa fu rivista in diversi rimaneggiamenti nel corso del XIX secolo così come si presenta allo stato attuale. La consacrazione avvenne il 10 giugno del 1548. All'interno sono conservate diverse opere pittoriche e scultoree quali un gruppo ligneo raffigurante la Deposizione di Cristo dello scultore genovese Anton Maria Maragliano, la tela della Madonna del Rosario di pittore sconosciuto ma quasi sicuramente di scuola genovese del XVIII secolo, l'Annunciazione del Settecento e infine un dipinto raffigurante I santi Rocco, Sebastiano e Pantaleo di un pittore ligure del XVI secolo utilizzante la stessa tecnica di Teramo Piaggio. Chiesa del Divo Martino su Wikipedia chiesa di San Martino (Q3671065) su Wikidata
Castello Brown
  • 4 Castello Brown (Castello di San Giorgio). Ecb copyright.svg € 5. Simple icon time.svg Dal 15 marzo al 31 marzo, 10:00-17:00 dal 1° aprile al 31 maggio e dal 1 settembre al 31 ottobre 10:00-18:00, dal 1* giugno al 31 agosto 10:00-19:00, dal 1° novembre al 15 marzo Sab-Dom 10:00-17:00. Aperture straordinarie: 1° novembre - 8 dicembre - 26 dicembre 10:00-17:00. Le prime notizie ufficiali sull'odierna struttura risalgono invece al 1425 quando Tomaso Fregoso, doge della Repubblica di Genova fino al 1421, occupò il borgo di Portofino e la sua fortezza in opposizione a Filippo Maria Visconti duca di Milano. Nel 1430 ritornò ad essere dominio di Genova grazie a Francesco Spinola di Ottobono. Il castello, situato in una posizione strategica poiché si poteva avere un'ampia visuale sul borgo e del Golfo tigullino, fu più volte oggetto di continui tentativi di occupazione e assedi fino ai primi anni del XIV secolo. Divenuto infine possedimento militare della repubblica genovese, quest'ultima avviò nel XVI secolo diversi lavori di restauro e ampliamento per una maggiore difesa del borgo marinaro e dello specchio acqueo antistante. Castello Brown su Wikipedia castello Brown (Q3662311) su Wikidata
  • 5 Chiesa di San Giorgio. Risalente al XII secolo e ricostruita interamente nelle sue forme settecentesche dopo il bombardamento nella seconda guerra mondiale. Chiesa di San Giorgio (Portofino) su Wikipedia chiesa di San Giorgio (Q3670322) su Wikidata
  • 6 Oratorio di Nostra Signora Assunta. L'oratorio, intitolato all'Assunta e sede della confraternita, fu fondata dalla stessa comunità dei Disciplinanti nel XIV secolo. Nel corso del XV secolo subì diverse modifiche strutturali che ne modificarono ampiamente l'aspetto originario trecentesco. Oratorio di Nostra Signora Assunta (Portofino) su Wikipedia oratorio di Nostra Signora Assunta (Q3884609) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Festa patronale di San Giorgio (23 aprile).


Cosa fare[modifica]

La balneazione a Paraggi è di prim'ordine e il mare meravigliosamente pulito, ci sono molte costose spiagge commerciali e una minuscola area libera affollata in mezzo.

Una delle cose migliori da fare a Portofino è il relax. Passeggiate per la piccola città, ascoltate il mare, riposatevi. C'è una piccola enoteca dove si ha occasione di bere qualcosa seduti a meno di un metro dal mare.

Fare immersione per cercare la scultura del Cristo degli Abissi.

Se i soldi non sono un problema, provate a noleggiare un piccolo taxi boat. È un'esperienza indimenticabile.

Acquisti[modifica]

Di solito tutte le boutique sono aperte da fine febbraio a fine ottobre.

Ci sono un paio di piccoli negozi nell'area del porto che offrono cibi e vini regionali a prezzi ragionevoli.

Ci sono diverse boutique eleganti che vendono haute couture, ma poiché i negozi sono piccoli, per definizione, lo è anche la gamma. Se non state cercando un abbigliamento da passerella, ci sono anche diversi negozi che vendono articoli di artigianato, compresi i gioielli in vetro di Murano.

Naturalmente ci sono anche alcuni negozi per turisti e chioschi, con il solito assortimento di perline, magneti e magliette. Tenete presente che molti negozi operano con orari di apertura alquanto irregolari ed è più comune essere "chiusi" piuttosto che "aperti".

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Il panificio è un modo economico per pranzare, vendendo una varietà di focacce, pizzette e torte.

Il porto di Portofino è circondato da ristoranti, che servono in linea di massima la stessa selezione di pasta, pesce surgelato e bevande analcoliche da € 7.

Tre cose da ricordare per cenare a Portofino. Essendo una destinazione popolare per i viaggiatori del fine settimana degli yacht o gli incrociatori di linea, in quei giorni può esserci molta folla. Se avete adocchiato un ristorante particolare per un pasto del fine settimana, assicuratevi di prenotare.

I ristoranti fanno cartello, il che significa che i prezzi sono sostanzialmente gli stessi ovunque, il che è circa tre volte quello che paghereste in una città costosa. C'è un costo di copertura di € 7 a persona, quindi quattro persone che escono per un pasto saranno già sprovviste di € 28 solo per sedersi. Un bicchiere di vino costerà 20 €, mentre un piatto principale di pesce costerà 40-50 €. Pasta e insalate costano circa 20 €. Nonostante vi troviate accanto a un porto, il pesce non è fresco e vedrete delle scritte in piccolo sul menu che spiegano che è congelato. Se volete un buon pasto senza spendere 120 euro a persona, fareste meglio a recarvi a San Margherita Ligure, dove i prezzi sono molto più ragionevoli.

Come con la maggior parte delle cose italiane, i gelati sono spettacolari, quindi assicuratevi di concedervi alcuni delle bancarelle lungo il porto, in particolare alla nocciola.

La regione è nota per alcune varietà bianche uniche, tra cui alcuni notevoli Pinot Grigio. I rossi disponibili sono anche piuttosto saporiti, quindi non evitarli completamente.

Alcuni negozi offrono Limoncello di produzione locale.

Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Abbazia di San Fruttuoso
  • 3 Abbazia di San Fruttuoso (Il complesso è raggiungibile tramite un frequente collegamento marittimo - battello - dai centri comunali più vicini della Riviera ligure di levante come Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante. Vi è inoltre un collegamento diretto con Genova. Alternativamente si può usufruire del panoramico percorso naturalistico - addentrandosi all'interno del Parco naturale regionale di Portofino - tramite sentieri boschivi da Portofino Vetta o Portofino Mare, dove una ripida discesa permette di raggiungere la baia in novanta minuti da entrambi i sentieri.). Ecb copyright.svg Adulti: €6,00 - Bambini (4-14 anni): € 4,00 - Studenti universitari fino ai 26 anni: € 3,00 - Scolaresche: € 3,00 a studente.. Simple icon time.svg L'abbazia è aperta tutto l'anno. Da martedì a domenica (lunedì se festivi): dalle 10 alle 15.45 a gennaio, febbraio, novembre e dicembre. L'abbazia sorse alla metà del X secolo ad opera di monaci greci e fu ricostruita tra la fine del secolo e l'inizio dell'XI per volere di Adelaide di Borgogna, vedova dell'imperatore Ottone I. Nello stesso secolo passò ai monaci benedettini e fu ingrandita nel XII con l'aggiunta di un piano. Nel XIII secolo vi fu aggiunto il corpo edilizio con loggiato verso il mare, ad opera della famiglia genovese dei Doria, che utilizzò una sala dell'abbazia per le proprie sepolture. Il chiostro superiore fu ricostruito nel XVI secolo per volontà di Andrea Doria, mentre nel 1562 fu costruito il torrione di avvistamento quadrato che tuttora domina la baia. L'abbazia fu in seguito abbandonata e utilizzata come abitazione. Nel 1933 fu restaurata dallo Stato e nel 1983 i Doria Pamphili donarono gli edifici e i terreni al Fondo per l'Ambiente Italiano.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Portofino
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Portofino
  • Collabora a Wikinotizie Wikinotizie contiene notizie di attualità su Portofino
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).