Scarica il file GPX di questo articolo

Penisola dello Yucatán

Da Wikivoyage.
America del Nord > Messico > Penisola dello Yucatán
Penisola dello Yucatán
Chichén Itzá
Localizzazione
Penisola dello Yucatán - Localizzazione
Stato
Superficie

Penisola dello Yucatán è una regione turistica del Messico

Da sapere[modifica]

Carta delle anomalie gravimetriche del cratere Chicxulub nella Penisola dello Yucatán. I punti bianchi indicano la posizione di Cenotes

Lo Yucatán è il luogo dell'impatto Chicxulub, cioè quello che presumibilmente in parte o del tutto ha causato la fine dell'era dei dinosauri 65 milioni anni fa. Mentre quasi nulla di esso può essere visto oggi, la posizione di alcuni cenotes è un buon indicatore per la dimensione del cratere in quanto ancora costituiscono un segmento circolare, che seguendolo verso il mare dà la dimensione completa dell'impatto cratere.

La civiltà Maya fiorì nella penisola dello Yucatán per più di mille anni prima che lo Yucatán venisse conquistato dagli spagnoli nel 1500. La combinazione dell'eredità Maya e spagnola hanno dato vita alla nuova cultura dello Yucatán. Fino alla metà del XX secolo, non c'erano ferrovie o autostrade che collegavano la penisola al resto del Messico, quindi la maggior parte del commercio era via mare. Il relativo isolamento a lungo termine dello Yucatán, ha contribuito a renderlo una delle regioni culturalmente più caratteristiche del Messico.

Lo Yucatán è famoso per le antiche rovine Maya, come Chichén Itzá. Contrariamente ad uno strano fraintendimento, il popolo Maya non è mai "scomparso". La maggior parte dello Yucatán è ancora prevalentemente Maya. La cultura, l'identità, le tradizioni e la lingua Maya sono molto vive, principalmente al di fuori delle città principali. Riferendosi alla gente del posto chiamandoli messicani piuttosto che Maya, si potrebbe rischiare di offendere qualcuno.

I cenotes sono grotte o pozze d'acqua stagnante che si sono formate dall'erosione di calcare, proprio come le formazioni carsiche della Germania meridionale (e.g. Svizzera francone) o la Croazia. Erano una delle poche fonti affidabili di acqua per i Maya durante il loro periodo di massimo splendore. Mentre il loro ruolo esatto è ancora oggetto di dibattito e resti (animali e umani) in alcuni di essi, suggeriscono un importante ruolo religioso. Mentre alcuni cenotes sono chiusi a causa del loro significato culturale, archeologico e religioso, ce ne sono molti in cui si può nuotare o immergersi con o senza guide.

Cenni geografici[modifica]

La penisola dello Yucatán è una regione del Sud-est del Messico, divisa fra gli stati federali dello Yucatán, Campeche, e Quintana Roo.

Cenni storici[modifica]

Lo Yucatán fu la culla della civiltà Maya che scomparve nel XVI secolo per mano dei Conquistadores spagnoli. La maggioranza della popolazione odierna è comunque costituita da discendenti degli antichi Maya e in parecchie località la lingua Maya è ancora parlata.

Fin quasi alla metà del XX secolo la penisola dello Yucatán era abbastanza isolata e i collegamenti e gli scambi commerciali con il resto del Messico avvenivano esclusivamente via mare cosicché ancora oggi la regione presenta caratteri peculiari ravvisabili anche nel campo gastronomico oltre che in quello delle tradizioni ed usi locali. L'integrazione con il resto del paese avvenne nell'ultimo decennio del XX secolo grazie al repentino e impetuoso sviluppo del turismo. Il sorgere dal nulla di nuovi e imponenti centri turistici come Cancún e Chetumal sul litorale del mar dei Caraibi determinò un afflusso di immigrati da altre zone del Messico che cercavano di trarre vantaggio dal boom turistico.

Lingue parlate[modifica]

El Castillo a Chichén Itzá

Lo spagnolo è la lingua principale. L'inglese sarà sicuramente compreso nei resort più costosi e località turistiche. Conoscere alcune frasi spagnole di base aiuterà lontano dalle principali località turistiche e spesso potrà aiutare a trovare le offerte migliori. Gli abitanti dello Yucatán sono generalmente tolleranti con i visitatori che non parlano fluentemente spagnolo apprezzandone lo sforzo nel provarci comunque.

In gran parte del territorio dello Yucatán vengono parlati alcuni dialetti Maya. Tranne che in alcuni piccoli villaggi, quasi tutte le persone avranno almeno una conoscenza di base dello spagnolo.

I toponimi Maya sono di solito accentati sull'ultima sillaba, negli altri casi sono generalmente pronunciati come in spagnolo. La lettera "X" in Yucatán è utilizzato per il suono in lingua maya che è lo stesso di "sh" in italiano (o come "sc" in "uscire"). Ad esempio, "Uxmal" si pronuncia "ushmal".

Cultura e tradizioni[modifica]

Lontano dalle spiagge e alberghi turistici, andare in giro in costume da bagno o pantaloncini corti è considerato improprio e maleducato.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Quintana Roo — Un pesante traffico turistico è attirato verso il nordest dello stato, principalmente dalla parte più turpe della città di Cancún, ma anche per le bellissime spiagge caraibiche caratterizzate dalla sabbia bianca, da alcuni dei più grandi siti di immersioni al mondo, belle cenote, e da alcuni ottimi siti Maya.
      Yucatán — La capitale maya del Messico è la patria di famosi Chichén Itzá, ma anche le più belle cenote, grotte, ammalianti città coloniali, una capitale vibrante. È conosciuto come il più sicuro stato del Messico.
      Campeche — Decisamente al di fuori del sentiero battuto o dei brulicanti Yucatán o Quintana Roo. Campeche ha le sue splendide rovine Maya, che si possono esplorare nella quiete della propria compagnia, così come la città turistica di mare, Ciudad del Carmen.
      Tabasco — Uno stato meglio conosciuto per l'omonimo olio piuttosto che per il turismo. Ci sono comunque un paio di valide soste qui per un viaggiatore di passaggio, in particolare la città di mare immodestamente chiamata Paraíso.
      Chiapas — Nell'estremità meridionale della penisola affacciato esclusivamente nella sola costa del Pacifico. Il Chiapas è principalmente conosciuto per le imponenti rovine Maya di Palenque, ma anche per le bellissime giungle naturali ad est dello stato.

Centri urbani[modifica]

  • Cancún — Una località balneare dotata di numerosi e grandi alberghi, meta del turismo internazionale di massa. Un "beach resort" in pieno sviluppo.
  • Chetumal — Capitale dello stato di Quintana Roo, situata nella costa caraibica, nei pressi del confine col Belize. Ha un discreto museo culturale sui maya.
  • Izamal — Piccola città maya con un grande convento coloniale e le rovine di una grande piramide maya.
  • Mahahual — Piccola città costiera, recentemente uno scalo per le crociere definita costa dei maya.
  • Mérida — Città coloniale e metropoli dello Yucatán.
  • Playa del Carmen — Un tempo città di pescatori, oggi crogiolo di resort turistici. Il suo antico nome è Xaman-Ha che significa Luogo dove sorgono le acque del Nord.
  • Progreso — Città portuale con spiagge e delizie di pesce a nord di Mérida.
  • San Francisco de Campeche — Città di medie dimensioni affaccia sulla baia di Campeche con rovine spagnole.
  • Valladolid — Piccola città d'epoca coloniale.

Altre destinazioni[modifica]

Grotte di Loltún

Un numero impressionante di rovine maya sono disseminate in questa zona, la maggior parte delle quali facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici.

Rovine maya

  • Becan — Sito archeologico della civiltà maya situato vicino al centro della penisola dello Yucatán.
  • Calakmul — Sito archeologico maya situato nello Stato messicano del Campeche, vicino al confine con il Guatemala. Trovandoli all'interno di una giungla preservata è fuori dal circuito turistico.
  • Chichén Itzá — Il più grande, meglio tenuto e più visitato tra tutti i siti maya dello Yucatán.
  • Cobá — Grande complesso situato nello stato di Quintana Roo in via di restauro.
  • Cuzamá — Offre tre bellissime cenote.
  • Dzibilchaltún — Rovine di medie dimensioni (alcune già restaurate) situate nello Yucatán, 16 km a nord di Mérida in direzione Progreso.
  • Ednza — Sito ben preservato ad un'ora di strada da San Francisco de Campeche. Scoperta solo di recente (negli anni '50).
  • Kabah — Rovine di media dimensione a sud di Uxmal.
  • Mayapan — Storicamente importante, ma meno interessante da vedere rispetto ad altri siti dello Yucatán.
  • Palenque — Sito non in ottime condizioni nel sudest della regione messicana dei maya non lontano dal fiume Usumacinta.
  • Tulum — Le sue spiagge tropicali sono l'attrazione principale, le quali stanno giusto alle spalle di alcune pittoresche rovine.
  • Uxmal — Uno dei più bei siti maya: grande e ben preservato.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Volare verso gli aeroporti di Cancún, Cozumel, e Mérida. Per le migliori offerte, cercare voli charter che cercano di terminare i posti disponibili. Solitamente i voli che hanno accordi con i tour operator hanno dei posti rimanenti.

In treno[modifica]

Non è rimasto alcun residuo di servizio ferroviario passeggeri nella penisola dello Yucatán. Dopo che il governo federale ha privatizzato le ferrovie, la maggior parte dei servizi di trasporto passeggeri su tutta la nazione sono stati sospesi.

In autobus[modifica]

Da ovest attraverso il Chiapas. Acquista i biglietti per i lunghi viaggi in anticipo, in particolare nelle ore di punta, come anche nei fine settimana, nei giorni festivi o religiosi.

Controllare Ticketbus per orari e prezzi.

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

In taxi[modifica]

Spesso disponibili anche in piccole città. Per le lunghe distanze però, come le grotte di Lol-tun, assicurarsi di concordare un prezzo prima dell'imbarco, o potreste essere economicamente derubati.

In combi[modifica]

Sono taxi collettivi che offrono entrambi i servizi: urbani e interurbani. Più economici di un taxi e di solito più veloce di un autobus dal momento che fa meno fermate.

In autobus[modifica]

Molti autobus di classe differenti sono disponibili da/per tutte le principali città e molte di quelle minori. gli autobus messicano di prima classe hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e sono notevolmente confortevoli; paragonabili ai servizi ferroviari europei. Sono disponibili anche molti servizi più economici; dalla seconda classe (poca differenza con la prima) a servizi di minibus e camion molto basilari. La sicurezza sembra tuttavia diminuire con il prezzo, Nella seconda classe e in quelle inferiori possono mancare le cinture di sicurezza. Attenzione al condizionamento eccessivo che sembra essere una caratteristica su gran parte dei servizi; gli autobus possono avere molti gradi in meno rispetto all'aria esterna, ed essere bloccati in un viaggio di dodici ore senza indumenti adeguati può rendere un viaggio particolarmente sgradevole. Viaggiare seconda classe non è raccomandato per le persone più alte di 1,55 cm, in quanto questi autobus hanno posti più contenuti rispetto a quelli di prima classe e non c'è quasi spazio per le gambe. La principale linea di autobus di prima classe è Autobuses del Oriente (ADO). La maggior parte delle linee più piccole (Mayab, per esempio), sono di proprietà di ADO.

Cosa vedere[modifica]

  • Siti archeologici Maya — Lo Yucatán è sede di numerose e celebri zone archeologiche Maya. Il più noto e più ampiamente visitato dai turisti è Chichén Itzá, il sito della piramide di Kukulcan, l'osservatorio Maya, e il sacro cenote. Uno stile culturale di contrasto può essere osservato in siti maya lungo la Ruta Puuc. I più famosi siti Maya in Quintana Roo si trovano a Cobá e Tulum.
Tempio dei Guerrieri a Chichén Itzá
  • Equinozio — Il periodo in cui il Sole terrestre è direttamente sopra l'equatore; il 20 marzo e il 23 settembre di ogni anno. I Maya sono molto dipendenti dall'astronomia che si riflette nella loro arte e templi. A Chichén Itzá, durante il tramonto dell'equinozio, l'ombra del dio serpente Kukulcan, si muove verso il basso lungo la piramide, uno spettacolo molto suggestivo! Altre strutture hanno eventi correlati all'equinozio che si svolgono in quei giorni , come anche Tulum.
  • Parchi ecologici — La penisola dello Yucatán è sede di numerosi parchi ecologici, come Xcaret, Xel-Há e Garrafón; finalizzati alla conservazione della flora e della fauna della regione, che servono come attrazioni turistiche. In questi parchi si può sapere di più sulla cultura messicana e anche praticare diverse attività come il nuoto con i delfini e snorkeling.

Itinerari[modifica]

  • Ruta de los Cenotes — I cenotes sono complessi di doline e grotte nel paesaggio geologico carsico dello Yucatán. Alcuni cenotes contengono spettacolare formazioni, mentre alcuni sono importanti siti archeologici, molti erano considerati sacri dai Maya. Certi sono aperti al pubblico per il nuoto e le immersioni. Gli stati di Yucatán e Quintana Roo hanno stabilito un "corridoio turistico" chiamato La Ruta de los Cenotes lungo il quale sono situati molti dei cenotes più spettacolari o famosi.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Il cibo dello Yucatán ha le proprie tradizioni culinarie elaborate dalla lunga commistione di tradizioni native Maya e spagnole. Mentre alcuni piatti possono essere molto piccanti, molti altri non lo sono.

Le carni più comuni sono tacchino, pollo, maiale e cervo. La carne di cervo dello Yucatán è abbastanza buona e non ha il sapore della selvaggina.

I piatti tipici sono:

  • Pibil — La versione più comune è il "pollo pibil", è un pollo cotto a fuoco lento in una foglia di banana, molto tenero e gustoso. "cochinita pibil", la versione fatta con un maialino; un classico yucateco. Entrambi i piatti sono conditi con una spezia leggera di colore rosso chiamata achiote. "Pib" è a tecnica yucateco-maya che consiste nell'avvolgere il cibo in foglie banana per poi cuocerlo in una fossa.
  • Poc Chuc — Maiale marinato con sale, cipolla, succo di lime e spezie.
  • Huevos Motuleños — Sono uova su tortilla con fagioli neri e formaggio, spesso con altri ingredienti come il prosciutto, piselli e salsa di pomodoro.
  • Pollo Motuleño — Un piatto di pollo cucinato con succo d'arancia, achiote e banane.
  • Sopa de lima — Zuppa di verdure a base di lime gustoso con pezzi di tortilla di mais.
  • Panuchos — "Sopa" con carne di maiale (chiamato cochinita pibil).

Anche i frutti di mare sono molto importanti, soprattutto a Campeche. Pulpo (polipo), cazon (squalo), camaron (gamberetti) e vari altri pesci tropicali sono molto popolari.

Contrariamente al parere di molte guide, il cibo servito in resort all-inclusive può essere stato preparato in condizioni di gran lunga meno sicure rispetto a quelle disponibili negli stabilimenti locali distanti dalle principali zone turistiche. Scarsa refrigerazione, mantenendo gli alimenti al di là dei termini di sicurezza e scarsa igiene sono stati segnalati in molte località. Mentre i venditori ambulanti frequentati dalla gente del posto non hanno altra scelta che quella di mantenere degli standard elevati, in quanto la loro attività dipende dalla loro reputazione che hanno con la gente del luogo e non turisti stranieri di passaggio.

Un buon approccio per i normali ristoranti è di adocchiare quelli con un sacco di gente del posto.

Bevande[modifica]

L'acqua del rubinetto non è generalmente consigliata per bere in Messico, in particolare per i visitatori. In molti luoghi (strutture frequentate dai viaggiatori con zaino in spalla) i contenitori di acqua possono essere riempiti con acqua potabile per pochi pesos. In questo modo un contenitore riutilizzabile è sia una migliore scelta ambientalmente che finanziaria.

Il sistema idrico di Mérida è insolitamente buono per gli standard messicani; per alcuni visitatori è l'unica città messicana in cui poter bere l'acqua del rubinetto. Al di fuori di questa città la situazione è diversa. Nelle piccole città l'acqua locale può essere molto cattiva ed è consigliata l'acqua in bottiglia.

Sarebbe difficile per chiunque voglia visitare questa zona non assaggiare la Tequila, che dovrebbe essere usata con moderazione. Per le anime più avventurose, l'assenzio è legale in Messico ed anche per questo è suggerita la moderazione.

I succhi di frutta fresca sono molto popolari in Yucatán e i succhi d'arancia appena spremuti si possono trovare nella maggior parte dei mercati.

I latticini, tra cui formaggi, dovrebbero essere evitati, a meno che siate sicuri che siano stati fatti con latte pastorizzato.

Sicurezza[modifica]

In Messico esiste una rigida politica sul possesso di droga. State molto attenti anche con l'"erba". La polizia locale è irrimediabilmente corrotti e amano pizzicare incauti turisti con piccole quantità di marijuana. La controversa minaccia di lunghe pene detentive, ha spesso come scopo principale l'incasso di tangenti, che in alcune aree coincide col la metà di tutto il denaro in possesso del viaggiatore.

Cautela è consigliata anche per i lunghi viaggi in autobus, in particolare attraverso i confini di Stato, in quanto esistono polizia o posti di blocco militari e ai passeggeri può essere chiesto di identificarsi e/o di farsi perquisire. In generale, tuttavia, tali controlli sembrano essere indirizzati alla gente del posto, soprattutto nei territori zapatisti in Chiapas.

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.