Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Cork
Corcaigh
Cork City Montage Quick Collage of CC Commons Cork Images.jpg
Stemma e Bandiera
Cork - Stemma
Cork - Bandiera
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Irlanda
Reddot.svg
Cork
Sito del turismo
Sito istituzionale

Cork è una città irlandese nella provincia di Munster, capoluogo della contea omonima.

Da sapere[modifica]

Per molti turisti, anche Italiani, Cork costituisce uno degli ingressi principali in Irlanda grazie al suo aeroporto internazionale.

Pur essendo la seconda città della Repubblica Irlandese, Cork rimane una città dalle dimensioni umane e vale qualche giorno di permanenza prima di "fuggire" per Kinsale e per gli altri centri turistici del sud-ovest dell'Irlanda.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 8 9 10 12 15 17 19 19 17 14 11 9
Minime (°C) 4 3 4 6 8 10 12 12 11 9 6 5
Precipitazioni (mm) 119 93 83 59 73 59 63 83 97 109 101 119

Il periodo migliore per una visita va da maggio ad agosto. In particolare luglio e agosto sono mesi che garantiscono cieli quasi sempre sereni anche se dovrete aspettarvi folle di turisti e prezzi maggiorati.

A ottobre si svolge il festival Guiness Jazz che potrebbe costituire un buon motivo per una visita.

Per quanto riguarda il clima, questo è classificato nella scala Köppen come oceanico a carattere mite ma mutevole, con piogge abbondanti e caratterizzato dall'assenza di temperature estreme. Le temperature inferiori a 0 °C o superiori a 25 °C sono rare.

La stazione meteorologica di Cork, situata nelle vicinanze dell'aeroporto internazionale, registra una media di 1.227,9 millimetri di precipitazioni piovose all'anno, 7 giorni di grandine e 11 giorni di neve o nevischio. A questo proposito c'è da osservare che la neve si scioglie in genere dopo soli 2 giorni.

In media i giorni di pioggia sono 204 all'anno ma piogge intense si verificano solo per 73 giorni.

Cork è una città di nebbie che si alzano soprattutto nelle mattinate invernali e persistono mediamente per 97 giorni.

Cork è anche una delle città più soleggiate d'Irlanda, con una media di 3,9 ore di sole al giorno e solo 67 giorni di cieli completamente coperti, concentrati esclusivamente nel periodo invernale.

Cenni storici[modifica]

Medioevo[modifica]

Cork nasce come insediamento monastico, fondato da san Findbar nel VI secolo. Tra il 915 e il 922, coloni vichinghi si stabilirono a Cork facendone una base per le loro conquiste e scorribande nella provincia di Munster. Nel XII secolo, questo insediamento fu occupato da coloni anglo-normanni.

Per gran parte del medioevo, la città di Cork è stata un avamposto della cultura inglese nel mezzo di un entroterra gaelico prevalentemente ostile. Il governo municipale di Cork era dominato da 12-15 famiglie di mercanti la cui ricchezza proveniva dal commercio estero con l'Europa continentale, in particolare dall'esportazione di lana e pelli e dall'importazione di sale, ferro e vino.

Nel medioevo Cork contava circa 2.000 abitanti. Nel 1349 quasi la metà dei cittadini morì di peste bubbonica.

Nel 1491 Cork svolse un ruolo cruciale nella guerra delle due rose, allorché Perkin Warbeck, un pretendente al trono inglese, sbarcò in città e cercò sostegno per rovesciare Enrico VII.

L'ex sindaco di Cork John Atwater e diversi cittadini acconsentirono e seguirono Warbeck in Inghilterra ma la loro impresa fallì e finirono tutti giustiziati. Il soprannome di Cork di "città ribelle" ha origine da questi eventi.

Epoca moderna[modifica]

In seguito alla conquista dell'Irlanda da parte dei Tudor (1540–1603) furono introdotti migliaia di coloni inglesi secondo il sistema delle plantations. I nuovi venuti tentarono di imporre la Riforma protestante in un paese a maggioranza cattolica. A Cork afluirono dalle campagne circostanti migliaia di contadini cattolici cui erano state confiscate le terre e che diffusero un'epidemia di peste bubbonica.

Il castello di Shandon, appena fuori le mura della città, divenne la residenza ufficiale del presidente del Munster alla fine del XVI secolo.

Come "centro dell'amministrazione inglese" nell'area, Cork in generale si schierò con la Corona nei conflitti dell'epoca, anche dopo che un corpo di spedizione spagnolo sbarcò nella vicina Kinsale nel 1601 durante la Guerra dei Nove Anni.

Nel 1603, i cittadini di Cork insieme a quelli di Waterford e Limerick si ribellarono, espellendo i ministri protestanti, imprigionando funzionari inglesi, sequestrando gli arsenali municipali e chiedendo libertà di culto per i cattolici.

Durante la ribellione irlandese del 1641 Cork divenne una roccaforte dei protestanti inglesi e lo rimase nei due secoli successivi.

Nel 1649-1653, l'Irlanda fu riconquistata dall'esercito parlamentare di Oliver Cromwell.

Nel 1690 durante la guerra guglielmita, Cork fu assediata e presa da un esercito sotto il comando di John Churchill, primo duca di Marlborough.

Tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo arrivarono a Cork molti ugonotti in fuga dalle persecuzioni religiose di Luigi XIV di Francia. La loro influenza è ancora visibile nei nomi dei quartieri e nella toponomastica.

Molti nuovi edifici furono eretti a Cork durante il XVIII secolo. Come a Dublino, gran parte dell'architettura medievale di Cork fu sostituita da edifici georgiani neoclassici. Ne sono esempi Christ Church (1720-26), St Anne's Shandon (1722-26) e Customs House (1724).

Durante il XVIII secolo, il porto di Cork trasse notevole profitto dal commercio con le tredici colonie americane e dall'esportazione di grandi quantità di burro e carne bovina in Gran Bretagna e nel resto dell'Europa.

St. Patrick Street.

Storia contemporanea[modifica]

Dall'inizio del XIX secolo la popolazione di Cork aumentò considerevolmente raggiungendo gli 80.000 abitanti intorno al 1840. L'aumento fu dovuto all'emigrazione dalle campagne che comportò problemi di sovraffollamento e anche di ribaltamento della maggioranza religiosa: Cork tornò a essere prevalentemente cattolica.

Per contro, durante la seconda metà del secolo la popolazione di Cork diminuì a causa soprattutto dell'emigrazione diretta principalmente in Nord America. Cork e anche la vicina Cobh divennero i principali porti di imbarco per parecchi emigranti irlandesi, costretti a lasciare il paese in conseguenza della grande carestia scoppiata nel 1845 e durata quattro anni.

A cavallo tra il XIX e il XX secolo Cork vantavo un diversificato parco industriale che includeva birrifici, distillerie di liquori, lanifici e cantieri navali.

I lampioni a gas furono introdotti nel 1825 mentre due anni prima era stato pubblicato il primo quotidiano locale.

La ferrovia raggiunse Cork nel 1849 e nello stesso anno fu inaugurato l'University College.

Molti edifici di quell'epoca sussistono ancora in diverse zone della città, come gli edifici neo-georgiani e vittoriani che ora sono sedi di istituti di credito o di grandi magazzini.

Cork era al tempo una città prevalentemente nazionalista irlandese, con un ampio sostegno all'autogoverno propugnato dall'Irish Parliamentary Party ma dal 1910 aderì al manifesto politico di "All-for-Ireland Party" del dissidente William O'Brien che pubblicò un terzo giornale locale, il Cork Free Press.

Fiume Lee
La prima guerra mondiale

Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914 molti dei volontari di Cork furono arruolati nel corpo dei Royal Munster Fusiliers che subì pesanti perdite sia nella battaglia di Gallipoli (nella Tracia turca) che sul fronte occidentale.

Il primo dopoguerra

Nel periodo 1916-1923, Cork fu coinvolta in un conflitto tra i nazionalisti irlandesi e i dominatori britannici. I tumulti condusserro alla sostanziale indipendenza irlandese per 26 delle 32 contee irlandesi nel 1922, ma anche a un'aspra guerra civile tra le fazioni nazionaliste irlandesi nel biennio 1922-1923.

Nel 1916, durante la Rivolta di Pasqua, ben 1000 volontari irlandesi si mobilitarono a Cork per una ribellione armata contro il dominio britannico, ma si dispersero senza combattere. Tuttavia, durante la successiva guerra d'indipendenza irlandese 1919-1921, Cork fu teatro di molte violenze.

In particolare, la città ha sofferto dell'azione dei Black and Tans, una forza di polizia paramilitare creata per aiutare il Royal Irish Constabulary a combattere l'Irish Republican Army. Il 20 marzo 1920, Thomas Mac Curtain, il sindaco di Cork, Sinn Féin, fu ucciso a colpi di arma da fuoco nella sua abitazione e davanti a sua moglie. L'11 dicembre il centro della città fu devastato da incendi appiccati dai Black and Tans in rappresaglia agli attacchi dell'IRA in città.

Attacchi e rappresaglie continuarono a Cork fino a quando i combattimenti non si conclusero in una tregua concordata nel luglio 1921.

Le unità locali dell'IRA, per la maggior parte, non accettarono il Trattato anglo-irlandese negoziato per porre fine alla guerra e dopo il ritiro delle truppe britanniche all'inizio del 1922, presero il controllo della caserma militare di Cork e della zona circostante. Nel luglio 1922, quando scoppiò la guerra civile irlandese, Cork fu detenuta dalle forze anti-Trattato come parte di una sedicente Repubblica di Munster.

Cork fu presa nell'agosto 1922 dall'esercito nazionale in un attacco dal mare ma le forze anti-Trattato si diedero alla guerriglia ad azioni di sabotaggio e di terrorismo. Michael Collins, comandante in capo dell'esercito nazionale, fu ucciso in un'imboscata dell'IRA a Beal na mBlath, a ovest della città, il 25 agosto 1922.

La guerriglia infuriò nelle campagne circostanti fino all'aprile 1923, quando la fazione anti-Trattato dichiarò un cessate il fuoco e depose le armi.

Nel periodo successivo, Cork divenne la seconda città della Repubblica d'Irlanda. Ha dato i natali a un certo numero di leader politici, in particolare Jack Lynch, che divenne Taoiseach (primo ministro irlandese) negli anni '60.

I bassifondi della città interna di Cork furono risanati dall'autorità municipale dagli anni '20 e i loro abitanti trasferiti in complessi residenziali della periferia settentrionale.

L'importanza economica di Cork è diminuita alla fine del XX secolo quando le vecchie industrie manifatturiere furono costrette a chiudere i battenti; La fabbrica di automobili Ford chiuse nel 1984 così come la fabbrica di pneumatici Dunlop. Anche i cantieri navali cessarono le loro attività intorno al 1980. A causa di queste chiusure, la disoccupazione raggiunse tassi elevati.

Nel decennio successivo nuove industrie arrivarono a Cork. Marina Commercial Park è stato costruito sul sito dei vecchi stabilimenti Dunlop e Ford mentre il Cork Airport Business Park è stato inaugurato nel 1999.

Cork, come altre città d'Irlanda, ha beneficiato in qualche modo del boom economico irlandese, passato agli annali della storia come tigre celtica; settori come informatica, farmaceutica, birra, distillazione e lavorazione degli alimenti videro in quegli anni una crescita repentina. Nel XXI secolo, anche il turismo crebbe d'importanza e nel 2005 Cork fu nominata Capitale europea della cultura.

Come orientarsi[modifica]

  • 51.898557-8.471951 St. Patrick Street è la strada principale del centro. Inizia da Daunt Square e termina al ponte omonimo che conduce alla riva settentrionale. Nelle vicinanze di Daunt Square sta l'Old French Quarter, fondato dagli Ugonotti.
  • 51.899188-8.4748632 Paul street è un'altra via rinomata del centro. Insieme alle sue due diramazioni, French Church Street e Carey's Lane presenta un'alta concentrazione di ristoranti, negozi e centri commerciali.
  • 51.896766-8.4711163 South Mall è la strada che sorge su uno dei tanti canali di Cork che col tempo furono interrati. La via è ancora fiancheggiata da magazzini e vecchie case dei mercanti. Si possono vedere ancora le scalinate alla base delle quali venivano legate le imbarcazioni dei mercanti. Le case ai nº 53 e 74 sono le più caratteristiche di South Mall. Furono costruite con mattoni fatti arrivare via mare dall'Olanda.
  • 51.901448-8.4676594 MacCurtain Street è la strada principale della riva nord che scorre parallela al fiume. Vi si affaccia l'Opera House.

Quartieri[modifica]

  • Centro — Il centro di Cork occupa un'isola piatta formata da due rami del fiume Lee.
  • Riva nord — Varcato il ponte di St Patrick, si accede alla riva settentrionale, occupata da una collina sulla quale si erge la St Ann's Shandon che con la sua torre dell'orologio domina il panorama della città.
  • Riva sud — Sulla riva sud stanno la cattedrale protestante (St Finbarr's Cthedral), il palazzo municipale (City Hall) tratti delle mura del XVII secolo e le rovine del Fort Elizabeth.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto di Cork
  • 51.841389-8.4911115 Aeroporto Internazionale di Cork (IATA: ORK) (8 km a sud del centro città). Nel terminal principale dello scalo sono dislocati diversi negozi e punti ristoro sia prima che dopo l'area dei controlli di sicurezza, un bancone cambiavalute e bancomat, e un business lounge gestito da Swissport.
    Ci sono 8 gate di partenza, due dei quali sono dotati di airbridge. Il Wi-Fi è disponibile in tutto il terminal.
    L'aeroporto dispone di due alberghi adiacenti al terminal passeggeri, il Cork International Hotel e il Cork Airport Hotel.
    Le compagnie che operano voli da città italiane:
    Altre compagnie:
    • Aer Lingus — È la compagnia con il maggior numero di voli ma nessuno da città italiane.

    Bus Éireann gestisce una serie di linee d'autobus dal centro città (incluse le linee 226 e 226A), da Kinsale (linea 226) e stagionalmente da Kenmare (linea 252), tutte con capolinea davanti al terminal.
    La linea 225 collega l'aeroporto di Cork alla stazione ferroviaria di Cork Kent.
    CityLink Ireland e Bus Éireann provvedono collegamenti con l'aeroporto da Galway via Limerick.
    Aeroporto Internazionale di Cork su Wikipedia Aeroporto di Cork (Q1345361) su Wikidata

In auto[modifica]

Da Dublino prendere la M7 sulla M8 e calcolare 2 ore e 30 minuti. Ci sono pedaggi a Portlaoise e Fermoy, 1,90 € ciascuno, pagate online o per telefono. Evita l'ora di punta a Dublino o Cork, se puoi.

La N20 da Limerick è per lo più una strada indivisa e impiegherà circa 1 ora e 45 minuti per raggiungere Cork. Diciamo un'ora da Killarney e 90 minuti da Waterford.

Da Cobh potete attraversare il 51.861-8.3261 Passage West Ferry sulla R610.

Cercate di evitare di portare l'auto in centro città. Se fate una gita di un giorno, usate il Park & Ride a Black Ash, nel lato sud della città: è ben segnalato e costa 5,00 € per parcheggiare tutto il giorno, con un autobus gratuito da e per il centro. L'ultimo autobus in partenza è alle 20:00 e il parcheggio è chiuso alle 20:30, quindi non è per le attrazioni serali. L'Università dispone di un proprio Park & Ride e di un bus navetta, ma per utilizzarlo è necessario mostrare il documento personale o l'ID studente.

In nave[modifica]

Sulla rotta Cork-Roskoff (Bretagna, Francia) operano i traghetti di Brittany Ferries. La traversata dura 15 ore

In treno[modifica]

Stazione di Cork Kent

In autobus[modifica]

Capolinea degli autobus intercity
  • 51.9-8.4677 Capolinea degli autobus intercity (Parnell Place Bus Station), Parnell Place (Merchants Quay). Cork è collegata all'aeroporto di Dublino da autobus diretti, gestiti dalle tre principali autolinee d'Irlanda, Aircoach (Bus 704X), Bus Éireann (Expressway X8) e Gobus.
    Altri collegamenti diretti con l'aeroporto di Shannon e dalla città di Galway sono gestiti dalle autolinee City Link. Bus Éireann opera sulla stessa rotta con la linea 51, più lenta perché passa per Limerick e Mallow.
    Expressway gestisce la linea di autobus 40 che fanno la spola tra il porto di Rosslare, dove attraccano le navi traghetto dal Galles e Tralee effettuando fermate a Cork, Waterford, Macroom, ecc.
    Parnell Place Bus Station (Q18386772) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

Barryscourt Castle

Cork ha un piccolo centro città e la maggior parte dei posti dove stare, mangiare, bere e fare tour si trovano a un chilometro occupato. Lo stesso vale per gli snodi dei trasporti.

Con mezzi pubblici[modifica]

In treno[modifica]

I treni pendolari Irish Rail servono tre linee dalla stazione di Cork Kent:

  • Linea Est che poi prosegue a Sud ogni 30-60 minuti per Little Island, Glounthaune, Fota (per Wildlife Park), Carrigaloe, Rushbrooke e Cobh, impiegando 25 minuti, corsa singola 5,00 €.
  • Linea Est ogni 30-60 min per Little Island, Glounthaune, Carrigtwohill e Midleton, per la Jameson Whisky Distillery, 25 min, corsa singola 5,00 €.
  • Linea Nord orario non-stop fino a Mallow, per l'ippodromo, 25 min. Molti di questi sono treni interurbani per Dublino Heuston o Tralee, ma pagate la stessa tariffa per pendolari di circa 10,00 € per singola.

In autobus[modifica]

Gli autobus a Cork sono gestiti da Bus Éireann e contano circa 22 linee come consultabile sul sito. A parte tre percorsi circolari che difficilmente utilizzerete (201 nord, 219 sud e 225 più a sud), tutti gli autobus attraversano il centro, con fermate a St Patrick Street, Merchants Quay e alla stazione principale degli autobus di Parnell Place. Sono in funzione tutti i giorni dalle 6:30 alle 23:30. La frequenza è ogni 10-20 minuti nelle ore di punta. L'autobus 220 funziona 24 ore su 24.

  • La linea 202 da Hollyhill e Knocknaheeney a nord-ovest fino al centro città, prosegue a Blackrock e Mahon Point a sud-est.
  • La linea 203 da Farranree e Blackpool a nord fino al centro città, poi prosegue a Turners Cross e Ballyphehane a sud.
  • La linea 205 dal Cork Institute of Technology e dall'University College Cork a ovest fino alla stazione ferroviaria di Kent.
  • La linea 208 da Curraheen e Cork University Hospital a sud-ovest fino al centro città, poi prosegue a Mayfield e Lotabeg a nord-est.
  • La linea 213 da Black Ash Park & Ride sud a St Patrick Street nel centro della città; nessun servizio domenicale. Il P&R termina il servizio alle 20:30.
  • La linea 214 dal Cork University Hospital e Wilton a sud-ovest fino al centro città.
  • Le linee 215 e 215A da Jacobs Island e Mahon Point a sud-est a South Mall nel centro della città. La linea 215 prosegue anche a nord-ovest attraverso la città fino a Blarney e Cloghroe.
  • La linea 220 corre 24 ore da Ovens e Ballincollig a ovest fino al centro città, poi Douglas e Carrigaline a sud-est. Gli autobus alternativi continuano per Crosshaven.

La maggior parte delle fermate degli autobus ha display in tempo reale. Potete anche pianificare il vostro viaggio e controllare gli arrivi in tempo reale con le app TFI e il sito web TFI. Tutti gli autobus sono accessibili in sedia a rotelle a pianale ribassato.

Le tariffe in contanti all'interno della città sono 2,40-2,80 € adulti e 1,40-1,70 € bambini, mentre se si paga con una carta TFI Leap sono 1,68-1,96 € adulti e 0,98-1,19 € bambini. Su TFI Leap Card sono disponibili anche abbonamenti 24 ore, 7 giorni e mensili.

Il centro di Cork

In taxi[modifica]

Le tariffe sono regolamentate a livello nazionale e i taxi devono utilizzare il tassametro. A partire da marzo 2021, le tariffe Lun-Sab dalle 8:00 alle 20:00 sono di 3,60 €, poi 1,10-1,50 € per km, dalle 20:00 alle 8:00 e domenica 4,00 € con bandiera e poi 1,40-1,80 € per km. In caso di traffico lento o se viene chiesto di aspettare fanno pagare al minuto, 40-50 centesimi. Le tariffe sono negoziabili per viaggi fuori città più lunghi. Molti autisti offrono anche visite guidate a prezzo fisso.

I taxi sembrano auto normali con una barra gialla con il loro numero di licenza e "taxi" o "Tacsaí" stampato sopra. Se la luce è accesa, il taxi è disponibile per il noleggio.

In bicicletta[modifica]

Ci sono molte piste ciclabili, sia in strada che coperte.

Lo schema di bike sharing ha stazioni di attracco in tutto il centro della città che si estendono a ovest fino all'UCC. È necessario registrarsi e versare un acconto di 150,00 €. A partire da novembre 2020, un abbonamento annuale costa 10,00 € e un pass per visitatori di 3 giorni costa 3,00 €. I primi 30 minuti di ogni viaggio sono gratuiti.

I negozi di biciclette che offrono il noleggio di biciclette sono Cycle Scene e The Bike Shed. Kilgrews nel centro della città vendono e riparano ma non assumono.

Cosa vedere[modifica]

Galleria d'Arte "Crawford"
  • 51.900972-8.4734171 Galleria d'Arte "Crawford" (Crawford Art Gallery), Emmett Place, +353 21 480 5042. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Simple icon time.svg Lun-Sab 10:00-17:00, Dom 11:00-16:00. La collezione permanente comprende dipinti di Jack Yeats e Sean Keating, oltre a una serie di calchi in gesso di statue classiche, che re Giorgio IV trovò noiosi. Crawford Art Gallery (Q5182821) su Wikidata
  • 51.8945-8.4782 Forte Elisabetta (Elizabeth Fort), Barrack St. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Simple icon time.svg Lun-Sab 10:00-17:00, Dom 12:00-17:00. Il forte originale costruito nel 1601 era di legno. A partire dal 1624 fu ricostruito in pietra a forma di stella. Perse il suo ruolo difensivo nel 1719 ma fu in seguito utilizzato come caserma e prigione per lo più femminile di detenuti in attesa di processo fino al 2013. Ora è uno spazio utilizzato per mostre extratemporanee ed eventi occasionali. Elizabeth Fort (Q5362786) su Wikidata
La torre dell'orologio della chiesa di Santa Anna, simbolo della città di Cork
  • 51.8944-8.480643 Cattedrale di San Fin da Barre (St Fin Barre's Cathedral), Bishop St. Ecb copyright.svg Adulti €6, bambini €3, scontato €5. Simple icon time.svg Lun-Sab 09:30-17:30, Dom 13:00-17:30. Saint Fin Barre fu un predicatore vissuto nel VI secolo d.C.
    Un monastero a lui dedicato fu costruito qui nel secolo secolo successivo. L'attuale cattedrale della Chiesa d'Irlanda (anglicana) fu costruita nel 1865-79 in stile neogotico. L'interno è relativamente piccolo: l'architetto Burgess si rese conto che sarebbe andato ben oltre il budget per cui si limitò a creare una grande facciata, per impressionare i cittadini e intimorire i cattolici. Ci sono tre grandi guglie, intagli intricati e doccioni, vetrate colorate e un soffitto alto su una navata piuttosto tozza.
    Cattedrale di San Finbar su Wikipedia cattedrale di San Finbar (Q2339141) su Wikidata
  • 51.894-8.4734 Museo Nano Nagle (Nano Nagle Museum), Douglas St, +353 21 419 3580. Ecb copyright.svg Adulti €5. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-17:00. Honora Nagle (1718-1784) ha aperto la strada all'educazione cattolica per le ragazze in un'epoca in cui era vietata e punibile da leggi del codice penale. Fondò un convento delle Orsoline e le Suore della Presentazione, che ispirò Edmund Rice a Waterford a fondare i Fratelli della Presentazione e poi i Fratelli Cristiani.
    Il museo illustra la vita, i tempi e le opere di Nano.
    Il giardino del museo è un'oasi di tranquillità.
  • 51.89404-8.4723665 Campanile dell'Abbazia Rossa (Red Abbey Tower) (Non lontano da Douglas Street). È una delle poche strutture medievali rimaste a Cork. Era il campanile di un'abbazia agostiniana del XIV secolo: nel 1690 John Churchill (poi duca di Marlborough) usò la torre come postazione di cecchini per eliminare i giacobiti (sostenitori di re Giacomo II Stewart). Gli Agostiniani si trasferirono nel XVIII secolo e l'abbazia fu trasformata in uno zuccherificio. Nel 1799 un incendio distrusse tutto tranne la torre. Red Abbey (Q2135883) su Wikidata
  • 51.9032-8.47626 Chiesa di Sant'Anna (Shandon Bells), Church St. Ecb copyright.svg Adulti €5, bambini €2, scontato €4. Chiesa anglicana del 1722, famosa per le sue otto campane in ghisa che riproducono il motivo "le piacevoli acque del fiume Lee", da una ballata del XIX secolo. I visitatori possono risalire i 135 gradini che portano in cima al campanile. Church of St Anne (Q3314766) su Wikidata
  • 51.90465-8.476277 Cattedrale di Santa Maria e Sant'Anna (Cathedral of St Mary and St Anne). Simple icon time.svg Mar-Gio 08:30-16:30, Ven 08:30-15:30. La cattedrale cattolica inaugurata nel 1808. Cattedrale di Santa Maria e Sant'Anna (Cork) su Wikipedia cattedrale di Santa Maria e Sant'Anna (Q2942485) su Wikidata
  • 51.9028-8.47678 Museo del Burro (The Butter Museum), O’Connell Square, +353 21 430 0600, . Simple icon time.svg Mar–Sab 10:00–16:00, Dom 11:00–16:00. Metodi di produzione artigianale del burro a partire dall'XI secolo.
  • 51.8922-8.4719 Chiesa della Santa Trinità (Holy Trinity Church), Father Mathew Quay. Una chiesa neo-gotica costruita a singhiozzo tra il 1830 e il 1890 a causa della grande carestia. Annesso alla chiesa è un convento dei cappuccini. Holy Trinity Church, Cork (Q17198971) su Wikidata
  • 51.89972-8.4985910 Cork City Gaol, Convent Avenue, Sunday’s Well (1 km ad ovest del centri), +353 21 430 5022, . Una prigione del 1924 trasformata in museo. Cork City Gaol (Q17984458) su Wikidata
  • 51.896-8.49411 Museo civico (Cork Public Museum), Fitzgerald's Park, Mardyke, +353 21 427 0679. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Simple icon time.svg Lun 12:00-16:00, Mar-Ven 10:00-16:00. Un vasto museo che illustra la storia della città dalla preistoria ai tempi moderni. Cork Public Museum (Q24041450) su Wikidata
  • 51.896316-8.49601812 Fitzgerald's Park. Un parco municipale sulla riva del fiume, sistemato nel 1902 sul luogo dove un anno prima erano stati allestiti i padiglioni della mostra l internazionale di Cork. È collegato alla riva nord del fiume Lee da un romantico ponte pedonale lo "Shaky Bridge". Fitzgerald's Park (Q72769363) su Wikidata
George Boole

George Boole (1815-1864) Nato a Lincoln, George Boole divenne il primo professore di matematica al Queens College di Cork, oggi Collegio Universitario di Cork (UCC). Considerato il fondatore della "algebra booleana", il professore non poté completare le sue opere: Il 24 novembre 1864, mentre si recava al college venne colto da un temporale improvviso che gli causò un raffreddore degenerato in polmonite. A peggiorare le cose fu la moglie che lo curò nei giorni successivi mediante lavaggi di acqua gelida. George Boole si spense l'8 dicembre 1864, all'età di 49 anni.


  • 51.894738-8.49032113 The Glucksman, University College T12 V1WH, +353 21 490 1844. Simple icon time.svg Lun-Sab 11:00-17:00. Galleria d'arte ricavata da un moderno ed elegante edificio inaugurato nel 2006 all'interno del campus universitario. Lewis Glucksman Gallery (Q6536591) su Wikidata
  • 51.89323-8.4924714 Collegio Universitario di Cork (University College Cork (UCC)). Il campus principale è oltre il Glucksman su Western Road. È permesso passeggiare al suo interno e ammirarne l'architettura in stile neogotico, dalla biblioteca Boyle alla cappella di Honan, completata nel 1917. University College Cork su Wikipedia University College Cork (Q1574185) su Wikidata
  • 51.88735-8.4867715 Lough park (1 km a sud del centro). Il Lough, che dà il nome al quartiere, è un piccolo lago d'acqua dolce alimentato da sorgenti che sgorgano da rocce calcaree; è profondo appena 1 metro. Pur essendo circondato da abitazioni, il lago è una riserva naturale: gli uccelli acquatici nidificano sull'isola boscosa all'estremità meridionale. La riva del lago ha una pista ferma di 1,1 km, frequentata da jogging e dog-walker. La fauna ittica è molto varia e include carpe, anguille, tinche e altri pesci d'acqua dolce. La pesca con l'amo è consentita. C'è un caffè all'estremità nord e un bar con pasti all'estremità sud.


Eventi e feste[modifica]

  • Soul in the City Festival. Simple icon time.svg Settembre. Festival di musica soul.
  • Cork Midsummer Festival. Simple icon time.svg Una settimana a metà giugno. Offre teatro, musica, danza, pittura, fotografia e altro ancora.
  • Cork Jazz Festival. Simple icon time.svg Ogni anno, una settimana a fine ottobre. È il più grande evento jazz d'Irlanda e attira centinaia di musicisti e migliaia di appassionati di musica.
  • Cork International Film Festival. Simple icon time.svg Una decina di giorni a metà novembre. Festival cinematografico al cinema irlandese e internazionale. È uno degli eventi di cinema più antichi in Europa e il più antico in Irlanda.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

English Market
  • 51.897617-8.4749441 English Market, Ingressi da Princess Street e Grand Parade. Simple icon time.svg Lun-Sab 08:00-18:00. È un mercato coperto del 1610 ma l'edificio come lo vediamo oggi risale alla seconda metà dell'800.
    Il mercato subì gravi danni per un incendio divampato nel 1980 richiedendo in seguito notevoli opere di restauro. Il lavoro di ristrutturazione è stato svolto in sintonia con il design dell'edificio vittoriano originale e ha vinto una medaglia d'oro dalla fondazione del patrimonio Europa Nostra.
    English Market è rinomato sia per la sua architettura della metà del XIX secolo che per i generi alimentari che vende, prodotti localmente in modo artigianale.
    Il termine English Market fu coniato nel XIX secolo per distinguerlo dal vicino St. Peter's Market, ora sede della Bodega in Cornmarket Street.
    L'interno è incentrato su una fontana in ghisa e presenta finestre lunettate in vetro colorato.
    La regina Elisabetta II ha visitato il mercato durante la sua visita di stato in Irlanda del 2011 così come Carlo, principe di Galles durante la sua visita nel 2018. Entrambi erano serviti dal pescivendolo Pat O'Connell. Nel 2016 e 2017, il mercato ha fatto da sfondo al film "The Young Offenders" e alla successiva serie TV dello stesso nome.
    English Market (Q3054294) su Wikidata


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Locali notturni[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 51.8995-8.47411 Uncle Pete's Pizzeria, 40 Paul Street T12 AH90. Pizzeria economica e allegra, sit in (senza prenotazione), effettuano o consegnano.

Prezzi medi[modifica]

  • 51.8971-8.4732 Clancys, 15 Princes St T12 V6FH. Pub tradizionale irlandese ma al giorno d'oggi principalmente un ristorante, ottiene recensioni molto contrastanti.
  • 51.9016-8.4683 Greenes Restaurant, 48 MacCurtain Street T23 F6EK. Cucina med innovativa di alto livello, il menu degustazione è particolarmente buono.
  • 51.898-8.46984 Jacques Restaurant, 23 Oliver Plunkett St T12 A5D7. Un ristorante irlandese di lunga data.
  • 51.8989-8.475 Idaho, 9 Caroline St T12 Y206. Piccolo caffè fantastico, posti a sedere e selezione limitati. Tutti i primi piatti sono gluten free.
  • 51.8978-8.47816 Liberty Grill, 32 Washington St T12 T880. Bistrot in stile New England con un buon brunch tutto il giorno.
  • 51.8984-8.46817 Market Lane, 5 Oliver Plunkett St T12 T959. ristorante e bar a due piani vicino all'English Market riceve ottime recensioni per il suo cibo
  • 51.8969-8.47298 Nash 19, 19 Princes St T12 W718. Caffè moderno e luminoso, buona scelta per il pranzo.
  • 51.8924-8.50549 Wylam, Victoria Cross, T12 N262. Ristorante cinese vicino all'università riceve recensioni molto contrastanti.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 51.901447-8.4660251 The Bru Hostel, 57 MacCurtain Street, +353 214559667. Ecb copyright.svg doppia 50€. Ostello con bar, aperto tutto l'anno. Musica dal vivo e un pub vivace quasi tutte le sere.
  • 51.89504-8.4944442 Corks International Youth Hostel, 1 & 2 Redclyffe, Western Road, +353 21 4543289. Fa parte della Hostelling International chain - Sconti per tesserati dell'associazione. L'ostello è allestito in una casa vittoriana in mattoni rossi. I dormitori contengono fino a 10 posti letto e ciascuno dispone di bagno con doccia. La colazione è un extra ma gli ospiti dell'ostello possono usufruire di uno spazio cucina.
  • 51.92809-8.602173 Maranatha Country House B&B, +353 21 438 5102. B&B immerso in un parco e location romantica. Camere ampie e letti comodi. Colazione dolce e salato abbondante.
  • 51.90316-8.475064 Kinlay House, Bob and Joan's Walk T23 CK10, +353 21 450 8966. Ecb copyright.svg doppia da 60€. Piccolo ostello nel nord della città. Wi-Fi gratuito.
  • 51.90264-8.465945 Sheila's Hostel, 4 Belgrave Place, Wellington Road T23 XF95, +353 21 450 5562. Ecb copyright.svg doppia da 50€. Ostello pulito e ben gestito aperto tutto l'anno. Wi-fi gratuita.

Prezzi medi[modifica]

  • 51.899523-8.4638976 Jurys Inn Cork, Anderson's Quay, +353 214 943 000. Affidabile hotel centrale a 3 stelle, vicino alle stazioni degli autobus e dei treni.
  • 51.897166-8.4700797 The Imperial Hotel & SPA, 76 S Mall, Street, +353 21 427 4040. Ecb copyright.svg A partire da 115 € a notte per la doppia. Check-in: 15:00, check-out: 12:00. Questo magnifico hotel di 200 anni è stato ristrutturato e riceve ottime recensioni per il suo comfort e servizio.

Prezzi elevati[modifica]

  • 51.866-8.0748 Ballymaloe House, Shanagarry, Midleton P25 Y070 (Sulla strada per Youghal), +353 21 465 2531. Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €300. Simple icon time.svg Lun-Dom 13:00-14:00, 18:30-21:30. Albergo di campagna ricavato da una villa georgiana. Il ristorante è molto rinomato.
  • 51.89849-8.465189 Clayton Hotel Cork City (ex Clarion Hotel Cork City), Lapps Quay T12 RD6E, +353 21 422 4900, . Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €190. Elegante hotel moderno, molto centrale.
  • 51.90042-8.29258910 Fota Island Resort, Fota Island T45 HX62 (Dall'incrocio della N25 con la 3 proseguendo nella R624 in direzione sud), +353 21 488 3700, . Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €190. Hotel lussuoso ma adatto a famiglie costituito da 123 camere con bagno privato, 8 suite, diversi ristoranti, un centro benessere, tre campi da golf e tre parchi alberati. L'isola di Fota è una penisola nell'estuario del fiume Lee.
  • 51.891-8.4911 Hayfield Manor, Perrott Avenue, College Rd T12 HT97, +353 21 484 5900. Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €230. Albergo di lusso immerso in un parco dietro il campus UCC.
  • 51.89705-8.470112 Imperial Hotel Cork, 76 South Mall, +353 21 427 4040, . Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €150. Grandioso hotel in un edificio del 1820 completamente ristrutturato.
  • 51.893666-8.50849813 Kingsley Hotel, Carrigrohane Rd T12 P680 (di fronte la biblioteca e la County Hall), +353 21 480 0500. Ecb copyright.svg B&B Doppia a partire da €150. Piacevole albergo sulla riva del fiume, con trattamenti termali, fitness club e piscina.
  • 51.87291-8.4216214 Maryborough Hotel & Spa, Maryborough Hill, Douglas T12 XR12, +353 21 436 5555. Ecb copyright.svg B&B doppia a partire da €150. Albergo di lusso in un palazzo del XVIII secolo nella periferia di sud-est. L'albergo è molto apprezzato per comfort, servizi e per il ristorante Bellini, Dispone di palestra e trattamenti termali.


Sicurezza[modifica]

Si può viaggiare sicuri in Irlanda, anche da soli.

Cork è per lo più sicura, ma mostrate la solita cautela nei confronti degli ubriachi turbolenti. La città registra sporadici episodi di microcriminalità, con furti e scippi ai danni dei turisti. Cork non presenta criticità, così come Dublino e Belfast.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • poste 51.89781-8.470798 General Post Office, 30 Oliver Plunkett St, Centre, Cork, T12 R68V, +353 21 485 1042.

Telefonia[modifica]

Il centro di Cork ha una copertura 5G fornita da tutti gli operatori di telefonia mobile presenti in Irlanda.

Nell'ottobre 2020 il segnale in periferia era ancora limitato al 4G.

Internet[modifica]

Elenco Free Wi-Fi hotspots a Cork qui.

Tenersi informati[modifica]

  • Cork Independent. Questo giornale/quotidiano è pubblicato settimanalmente e contiene notizie locali, salute e bellezza, affari.


Nei dintorni[modifica]

Nord[modifica]

Castello di Blarney
  • 51.928333-8.5697229 Castello di Blarney (Blarney Castle), +353 21 438 5252. Un imponente castello medievale parzialmente in rovina ma aperto al pubblico.
    È circondato da giardini molto curati, attraversati da sentieri che conducono a varie attrazioni come particolari formazioni rocciose naturali dai nomi fantasiosi come il "circolo dei Druidi", la "caverna della Strega" e i "gradini dei Desideri".
    Castello di Blarney su Wikipedia castello di Blarney (Q881739) su Wikidata

Est[modifica]

Cobh
  • 51.85-8.310 Cobh — Città di canali, Cobh è un piccolo porto e una località di villeggiatura molto rinomata.
  • 51.89093-8.30699111 Fota Wildlife Park (vicino a Carrigtwohill). Situato sull'isola omonima, è un parco faunistico di 40 ha, inaugurato nel 1983, gestito da un ente di beneficenza senza scopo di lucro. Il parco ha accolto 455.559 visitatori nel 2017, diventando così l'undicesima attrazione più rinomata d'Irlanda per quell'anno.

Sud[modifica]

  • 51.705275-8.52207612 Kinsale (31 km) — Situata sulla foce del fiume Bandon, Kinsale è un piccolo porto di pescatori e anche una rinomata località turistica lungo la costa meridionale dell'Irlanda, a breve distanza dal promontorio Old Head of Kinsale.

Ovest[modifica]

Itinerari[modifica]

Bantry House

Da Kinsale proseguendo in direzione ovest si incontrano le seguenti località e siti:

  • 51.642988-8.76323714 Rovine della Timoleague Abbey — Convento francescano medievale in rovina situato a Timoleague.
  • 51.620369-8.90550715 Clonakilty — Ridente cittadina di 4.500 a vocazione turistica per le spiagge e i pub locali.
  • 51.56464-9.08704416 Drombeg Stone Circle — Cerchio formato da diciassette menhir del diametro di nove metri risalenti al 150 a.C.
  • 51.483511-9.37334317 Baltimore — Piccolo villaggio da dove partono i traghetti per le isole di Sherkin e di Cape Clear, per le cento isole di Carber e per la punta orientale della baia di Roaring Water (Loch Trasna).
  • 51.562837-9.45532418 Ballydehob — Da dove una diramazione della N 71 conduce a 51.451701-9.81042219 Mizen Head, estrema punta meridionale d'Irlanda.
  • 51.677-9.46520 Bantry House — Famosa casa storica con giardini del 1700 situata a Bantry.

Informazioni utili[modifica]

  • informazioni 51.90008-8.4708821 Ufficio turistico (Tourist Information Centre), 125 St Patrick's St.


Altri progetti

CittàUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).