Scarica il file GPX di questo articolo

Centro di Atene

Da Wikivoyage.
Europa > Grecia > Attica > Atene > Centro di Atene
Centro di Atene
(Atene)
Atene vista dall'Acropoli: in primo piano l'antica agorà con la stoà a destra e nell'angolo a sinistra il tempio del Teseo
Stato
Sito web

Centro di Atene è un distretto della città di Atene che costituisce, dal punto di vista amministrativo, un municipio con una superficie di circa 39 km² e 745,514 abitanti; pertanto la sua densità abitativa è molto alta.

Da sapere[modifica]

Atene è un'enorme, caotica, frenetica città che al pari delle grandi città italiane, non brilla in ambito europeo per qualità di vita. Attrae sempre più turisti di passaggio che si fermano una-due notti, desiderosi di ripartire al più presto per la loro destinazione, con molta probabilità una qualche isola del golfo Argo Saroniko o delle Cicladi. La loro esperienza della città si riduce così ad una sosta in un alberghetto economico di Omonia e a una breve visita mattutina dell'Acropoli. A torto, perché Atene, anche se obiettivamente difficile da scoprire, ha molto da offrire al turista; la sua vita notturna per esempio. Atene è una città assai poco cosmopolita. È greca al 100% se si escludono gli immigrati dall'Europa dell'est, ancora troppo emarginati e guardati con diffidenza per poter esprimere le proprie forme di cultura. La comunità di stranieri occidentali residenti nella capitale è ridotta al lumicino: Oltre a diplomatici e uomini d'affari sono veramente pochi coloro che scelgono di soggiornarvi per periodi non brevi e a scopi puramente turistici.


Come orientarsi[modifica]

Il centro di Atene è ufficialmente diviso in 7 sezioni comunali (dimotikà diamerismata) ma, avendo questa divisione un fine prettamente amministrativo, si è preferito distinguere il centro di Atene in quartieri, uso peraltro invalso fra gli stessi Ateniesi.

Non tutti i quartieri del centro presentano interesse turistico. Fra i più apprezzati dai visitatori stranieri sono Monastiraki, Plaka e Thisio, vicinissimi l'uno all'altro e tutto sommato facilmente percorribili a piedi. A questi sono da aggiungere Psirì e Gazi, anch'essi a un tiro di schioppo dai precedenti ma più che altro noti per la loro "effervescente" vita notturna. Kolonaki, la zona dello shopping elegante e Exarchia, il quartiere studentesco presentano un interesse minore. Per comodità il centro di Atene è stato artificiosamente suddiviso in tre distretti ove sono stati raggruppati i quartieri dianzi menzionati più qualche altro:

  • Syntagma (Piazza dello Statuto ) - Dominata dal palazzo del Parlamento e contornata da alberghi ed edifici moderni, sede per lo più di istituti bancari, questa vasta piazza è un punto di riferimento per qualsiasi visitatore straniero. Nelle sue vicinanze si trovano le maggiori attrazioni turistiche della città.
  • L'Acropoli - Indubbiamente l'Acropoli con i suoi immediati dintorni costituisce uno dei monumenti più prestigiosi al mondo ma visitarla in agosto con il sole che picchia forte in testa dovrebbe costituire motivo di esitazione per cui non sarebbe male premunirsi con cappellini, parasole, occhiali e sufficienti bottigliette d'acqua. Il Teseo è un quartiere con belle viste sull'Acropoli da gustare soprattutto nelle ore del tramonto e serali, quando simpatici localini aprono i loro battenti. Alla fermata successiva della metro si trova Petralona, un quartiere popolare privo di interesse se non per le sue taverne con piatti tipicamente greci a prezzi modici e alcuni impavidi col senso della scoperta potrebbero avventurarvisi, prendendo anche in considerazione gli alti prezzi praticati dai ristoranti del quartiere Plaka e a volte non proprio eccellenti.
  • Omonia (Piazza della Concordia) - L'altra grande piazza del centro di Atene piena d'alberghi e fast food di ogni genere e categoria. Il piano di recupero del degradato distretto di Omonia in vista delle Olimpiadi del 2004 ha divorato fiumi di denaro ed i lavori per la sua realizzazione non sono ancora terminati (2007). Omonia rimane comunque un distretto molto meno interessante degli altri due se non fosse per la presenza nelle sue vicinanze del Museo Archeologico Nazionale uno dei più importanti del mondo per le prestigiose collezioni che vi sono esposte. Nei suoi paraggi si trova Exarcheia, il quartiere studentesco dove forse si può fare una capatina soprattutto di sera per via delle sue simpatiche taverne e della sua atmosfera giovanilmente allegra. Psirì e Gazi sono due interessanti rioni per nottambuli ma facilmente raggiungibili anche da Syntagma.

Da notare che il centro di Atene può risultare desolato nei mesi estivi quando anche l'ultimo ateniese è fuggito altrove alla ricerca di refrigerio. Questa affermazione è valida soprattutto per i fine settimana estivi, per cui non sarebbe male scegliersi un albergo sul lungomare dove c'è più vita. Glifada è uno di questi distretti, ben collegato al centro da un servizio di tram che fanno capolinea a piazza Syntagma.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

I Propilei, monumentale accesso all'Acropoli di Atene
Particolare delle colonne del tempio di Zeus olimpico


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Esistono poi locali notturni con musica dal vivo dove conviene fare una capatina; uno di questi è senz'altro il Diogene club (Pronunciato: Dioyènis) su viale Syngrou 259, di proprietà di Lefteris Pantazis detto semplicemente Le-Pà una stella della musica leggera greca. Nel suo locale mentre si mangia si assiste all'esibizione di cantanti noti inframezzati da balletti dalla coreografia curata. È meglio venire qui che in uno di quei locali stereotipati del quartiere Plaka fatti apposta per l'intrattenimento di turisti sprovveduti.


Dove mangiare[modifica]

I posti dove sorbire un buon caffè all'italiana sono solo due in tutta la grande Atene. Abbondano invece i ristoranti nostrani, anche se spesso d'italiano non hanno che l'etichetta. A parte la carbonara che è riprodotta abbastanza fedelmente, gli spaghetti alle vongole o alle cozze sono assolutamente da evitare. Vale la pena dimenticare abitudini nostrane per tuffarsi direttamente nella vita greca. Ithàki (Itaca) è un superbo ristorante greco sulla collina di Vouliagmeni con splendide viste sul golfo omonimo.


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).
Panorama di Atene dall'Acropoli
Atene: distretti e quartieri turistici, dintorni, escursioni

Distretti e quartieri del Centro: Omonia | Syntagma | Acropoli | Psirì | Exarcheia | Plaka | Monastiraki | Gkazi | Thisio | Kolonaki
Distretti sul lungomare: Paleo Faliro | Alymos | Glifada | Vouliagmeni | Voula | Varkiza. Distretti del Nord: Kifisià | Amarousio | Porti: Il Pireo | Rafina | Laurium - Dintorni: Eleusi | Monte Parnitha. - Escursioni: (1) Isole del Golfo Saronico (Salamina | Egina | Angistri | Poros | Idra | Spetses). (2) Costa di Poseidone. (3) Costa dell'Attica orientale (Maratona, Nea Makri). (4) Delfi e Monte Parnaso.