Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Attica > Eleusi

Eleusi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Eleusi
Elefsina (Ελευσίνα)
Il sito archeologico dell'antica Eleusi
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Grecia
Eleusi
Eleusi

Eleusi (Elefsina) è un sobborgo industriale negli immediati paraggi della città di Atene in Grecia, famoso perché vi si trovano i resti dell'antico santuario di Eleusi.

Da sapere[modifica]

La moderna Eleusi è una zona industriale dove viene raffinata la maggior parte del petrolio greggio importato in Grecia. La Petrola è una di queste imponenti raffinerie di interesse degli eredi di Giannis Latsis, il defunto armatore che era di casa a Buckingham Palace. Vi si trovano anche altiforni e acciaierie della famiglia Angelopoulos un cui personaggio di spicco è Ghianna Anghelopoulou, nota soprattutto per aver fatto guadagnare alla città di Atene l'edizione della XXVIII Olimpiade. Sempre nelle vicinanze si trovano i grandi cantieri navali di Skaramangàs.

Come si può facilmente immaginare la zona è tutt'altro che idilliaca e l'inquinamento vi assume valori altissimi con l'odore acre dell'aria che punge le narici. L'ambiente ha subito un degrado eccezionale dal 1950 in poi. Tutti questi fattori potrebbero agire da deterrente per quanti non sono mai stati ad Atene e si ripropongono una visita al pur famoso sito archeologico di Eleusi che in termini prosaici, in fin dei conti, si riduce a poca cosa così come illustrato dalla foto a fianco. D'altra parte, il fascino del luogo sussiste proprio per il contrasto fra la terribile centralità nel mondo antico e l'oblio della contemporaneità. Tema su cui vale sempre più la pena di riflettere. Un viaggio ad Eleusi dovrebbe essere d'obbligo per chiunque si interessi ai beni non perituri dell'anima, ma anche semplicemente alla storia del rapporto tra gli uomini e le proprie forze interiori.

Cenni geografici[modifica]

La Tavoletta di Ninnione, rappresentante i Misteri eleusini

Si trova di fronte all'isola di Salamina, 20 km a sud-ovest di Atene.

Cenni storici[modifica]

Eleusi fu una città-stato indipendente fino al VII secolo a.C., epoca in cui entrò nello stato attico alleandosi con Atene. La città divenne un centro importante per il culto della dea Demetra, a cui era dedicato un tempio di epoca micenea, nell'acropoli. Il tempio era noto per la celebrazione di riti di iniziazione detti Misteri eleusini. Riferimenti alla città e ai Misteri si trovano in diversi miti greci. Da Eleusi iniziava anche una via sacra che giungeva fino ad Agri nei sobborghi di Atene percorsa durante le festività legate a Demetra.

Fu anche sede di un importante santuario, chiuso da Teodosio I nel 381. Pochi anni dopo fu presa e saccheggiata dai barbari, e nel 396 venne abbandonata.

Come orientarsi[modifica]

Al centro della città si trova il sito archeologico in cui vi sono nei dintorni anche le zone pedonali con locali notturni e ristoranti.

La via di accesso principale è la Iera odos che poi diviene Politechniou che si collega anche al raccordo autostradale.

Strada pedonale accanto al sito archeologico


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Da Atene la si può raggiungere tramite la strada costiera Leof. Athinon, oppure con la più veloce E94 conosciuta come A6 prendendo l'uscita THIVA/ELEFSINA.

In autobus[modifica]

Dalla stazione centrale di Atene bisogna prendere il bus n°15 e scendete a Thivon (ΘΗΒΩΝ) quindi prendere il numero 845 che ferma poco distante dal sito archeologico. Oppure sempre con il bus 15 scendere a (ΠΗΓΑΔΑΚΙ) quindi prendere il numero 876

Come spostarsi[modifica]

Il mezzo privilegiato è l'auto. Tuttavia considerando le distanze e l'accentramento ad un solo sito importante è sempre meglio andare a piedi.

Cosa vedere[modifica]

Il sito archeologico[modifica]

L'ingresso del sito con il grande propileo a destra
Tempio di Artemide
  • 1 Sito archeologico e museo di Eleusi, Sotiriou Gkioka 1 (Prendere il bus A16 (from piazza Koumoundourou, o da piazza Estavromenou Square, stazione di Atene metro Linea 3 "Agia Marina"). Bus 876 (stazione di Atene METRO Linea 3 "Agia Marina")), +30 210 5546019. Ecb copyright.svg 6€ intero, 3€ ridotto. Simple icon time.svg Lun-Dom 08:00-20:00 (orario estivo), 08:00-15:00 (orario invernale).
    • 2 Tempio di Artemide. Tempio posto all'ingresso del sito, prima del grande propileo.
Arco trionfale est
    • 3 Arco trionfale est. Ai lati del grande propileo si trovavano due archi trionfali di epoca romana per gli ingressi da est e ovest. Di questo arco sono evidenti parecchi resti ammassati come parte del timpano.
fontana di Eleusi
    • 4 Fontana. Accanto all'arco trionfale est, e quindi prima dell'ingresso all'area sacra di Eleusi, vi era una grande fontana di cui è visibile la ricostruzione nel pannello informativo in loco.
Il busto di Marco Aurelio, faceva parte del grande propileo
    • 5 Grande propileo. Era il grande portico per l'accesso all'area sacra di Eleusi. Venne costruito dall'imperatore Marco Aurelio come ingresso monumentale al sito, cui poi seguiva il piccolo propileo. Sul posto è visibile un altorilievo circolare dell'imperatore che in passato sormontava il timpano della facciata.
Il pozzo
    • Attrazione principale6 Pozzo delle danzatrici (Kallichoron). Questo pozzo è molto antico e risale al VI secolo a.C. La sua importanza risiede nel mito, perché è qui che secondo la tradizione Demetra si riposò mentre era alla ricerca della figlia Persefone. In questo luogo quindi venivano celebrati dei riti di danza eseguiti da delle fanciulle di Eleusi. Il pozzo era considerato sacro proprio per queste ragioni.
Il piccolo propileo
    • 7 Piccolo propileo. Questo secondo ingresso venne eretto in epoca romana da Appio Claudio nel 54 a.C. per rendere l'ingresso ancora più sontuoso.
Il Plutonion
    • 8 Plutonion. Quest'area richiama l'ingresso di Ade agli inferi. È uno dei rari esempi di tempio dedicato a questa divinità. Il tempio è di epoca arcaica ma nel corso dei secoli è stato più volte rimaneggiato dal IV secolo a.C. sino all'epoca romana.
Il Telesterion di Eleusi
La stoà accanto al telesterion
    • Attrazione principale9 Telesterion. L’edificio del telesterion è molto antico e la prima traccia risale già all’epoca micenea. Successivamente venne riadattato nel 525 a.C poi distrutto nel 480 a.C. dai persiani. Ampliato nel 465 a.C. e poi ripresi i lavori al tempo di Pericle con l’architetto del Partenone Ictino. Nel 330 a.C. fu aggiunto un portico. In epoca romana fu nuovamente distrutto e ricostruito sotto Marco Aurelio nel 170 d.C. infine cessò di esistere dopo il passaggio dei Visigoti nel 396.
In questo edificio si praticavano le iniziazioni rituali al culto dei misteri eleusini, cui anche il grande tragediografo Eschilo si sottopose. Del culto restano alcuni reperti che richiamano al mito di Demetra e Kore, legate proprio si misteri di Eleusi. Telesterion su Wikipedia "Telesterion" su Wikidata
Il bouleterion
    • 10 Stoa di Pilo. Costruito in ordine dorico dall'architetto Pilo era un'estensione del telesterion, uno spazio aperto dell'edificio. Il materiale utilizzato era marmo pentelico che contrastava le mura grigie di Eleusi.
    • Le mura sud di Eleusi con la torre circolare
      11 Bouleterion. Il bouleterion era diviso in tre sale di cui la centrale era semicircolare, come tutte le strutture di questo tipo. Venne eretto nel III secolo a.C. ed era il luogo delle decisioni di Eleusi. Ulteriori modifiche vennero effettuate nel periodo romano.
    • 12 Mura di Eleusi. Sul lato sul le mura di Eleusi vennero costruite con pietra grigia di Eleusi nel tempo di Licurgo nel IV secolo a.C. Si nota la presenza di una torre circolare.
Il ginnasio
    • 13 Ginnasio. Anche ad Eleusi era presente un edificio dedicato all'attività fisica come il ginnasio.
Il museo di Eleusi
    • 14 Museo archeologico di Eleusi, Area archeologica di Eleusi. Il piccolo museo di Eleusi mostra i reperti del sito molti dei quali legati al culto dei Misteri Eleusini e dunque del mito di Demetra e Kore. Sono presenti anche diverse statute romane, greche e bassorilievi, nonché vari esempi di pittura vascolare attica trovati in loco. All'ingresso, nella parte esterna vi sono diverse sculture in esposizione. Museo archeologico di Eleusi su Wikipedia "Museo archeologico di Eleusi" su Wikidata

Altri monumenti[modifica]

  • 15 Ponte romano di Adriano, Iera odòs (lungo la Iera odòs in direzione Atene a circa un km dal sito archeologico). Il ponte romano, fatto costruire dall'Imperatore romano Adriano nel 125 d.C. per agevolare l'attraversamento del fiume Kefisso lungo la via sacra tra Atene ed Eleusi, dove si svolgevano una volta l'anno i riti dei Misteri Eleusini.
  • 16 Ekklisia Agios Georgios (Εκκλησία Αγίου Γεωργίου), Pagkalou 40, +30 21 0554 6545. Chiesa ortodossa
  • 17 Bagni romani (Accanto alla chiesa). Dell'edificio è visibile appena una parte in laterizio romano chiusa da un cancello si può ammirare passandovi vicino.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Gazoza, Nikoaidou 82 (Nei pressi del sito archeologico), +30 21 0554 5494. Bar piuttosto affollato di giovani.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Mosaico nel monastero di Daphni
  • 1 Monastero di Dafni, Leof. Athinon 9178, Chaidari, +30 210 5811558, @ 1eba@culture.gr. Ecb copyright.svg Ingresso libero. Simple icon time.svg Gio-Ven 08:00-15:00. Patrimonio dell'UNESCO al cui interno sono conservati alcuni fra i più antichi mosaici del periodo dei Comneni. Monastero di Daphni su Wikipedia "Monastero di Daphni" su Wikidata
  • 2 Santuario di Afrodite, Agiou Antoniou 8, Skaramagkas (1,5 km dopo il Monastero di Daphni sulla destra.). Di questo santuario restano facilmente visibili le nicchie votive dove venivano lasciati degli ex voto per la dea. Il santuario che risale probabilmente al IV secolo a.C. era una delle tappe lungo la via sacra che conduceva a Eleusi.
  • Corinto - città dell’istmo e del sito archeologico dell’antica Corinto e di Acrocorinto.
  • Atene - la capitale si trova ad appena 22 km di distanza.


Panorama di Atene dall'Acropoli
Atene: distretti e quartieri turistici, dintorni, escursioni

Distretti e quartieri del Centro: Omonia | Syntagma | Acropoli | Psirì | Exarcheia | Plaka | Monastiraki | Gkazi | Thisio | Kolonaki
Distretti sul lungomare: Paleo Faliro | Alymos | Glifada | Vari-Voula-Vouliagmeni | Varkiza. Distretti del Nord: Kifisià | Amarousio | Porti: Il Pireo | Rafina | Laurium - Dintorni: Eleusi | Monte Parnitha. - Escursioni: (1) Isole del Golfo Saronico (Salamina | Egina | Angistri | Poros | Idra | Spetses). (2) Costa di Poseidone. (3) Costa dell'Attica orientale (Maratona, Nea Makri). (4) Delfi e Monte Parnaso.

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.