Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Pianura padana lombarda > Parco dell'Oglio Sud

Parco dell'Oglio Sud

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Parco dell'Oglio Sud
Il parco nei pressi di Acquanegra sul Chiese
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Parco dell'Oglio Sud è situato in Lombardia.

Da sapere[modifica]

Il Parco Oglio Sud è un parco fluviale che si sviluppa lungo l'asta del fiume Oglio nel tratto che fa da confine tra le province di Cremona e Mantova. Il tratto planiziale precedente, dall'uscita dal Lago d'Iseo è, invece, protetto dal Parco Oglio Nord. Il Parco Oglio Sud è parco regionale della regione Lombardia dal 1988 ed occupa una superficie di 12.800 ettari. La sede amministrativa è a Calvatone.

Flora e fauna[modifica]

Nel parco sono presenti numerose specie di uccelli, tipici della Pianura Padana: airone bianco maggiore, airone cenerino, albanella minore, assiolo, basettino, beccaccia, bigia padovana, cappellaccia, forapaglie, forapaglie castagnolo, garzetta, lodolaio, moretta tabaccata.


Come arrivare[modifica]


Permessi/Tariffe[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]

  • Ristorante Pizzeria Magna Magna, piazza Donatori del Sangue 13 (in paese), +39 0375 97566.
  • Agriturismo Le Bine, Strada Bine 1424 - Calvatone (All' interno dell' Oasi WWF Le Bine), +39 3483850901.
  • All' Attico, via Umberto I, 6 - Calvatone (in paese), +39 0375 97086, fax: +39 0375 97086.
  • Bar Pizzeria La Cuccia e il Nido, ex strada statale n. 10 Padana Inferiore km 256+185 - Calvatone, +39 331 4469125.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Riserva naturale Le Bine
  • Casatico (Marcaria) — È la patria del famoso letterato Baldassarre Castiglione, che qui nacque il 6 dicembre 1478. Interessante Corte Castiglioni, eretta nel XV secolo e rimaneggiata nel Cinquecento e Settecento.

Itinerari[modifica]

  • Nelle terre dei Gonzaga — Un itinerario attraverso i centri, grandi e piccoli, che furono capitali dei rami Gonzaga cadetti: principati, marchesati, ducati che, all'interno della compagine statale mantovana, godevano di una vera e propria indipendenza, spesso battevano moneta e tenevano corti raffinate che rivaleggiavano con quella mantovana, abbellivano i propri centri urbani dotandoli di eleganti architetture – chiese, piazze, palazzi, mura, torri - e di caratteristici scorci urbani come i tipici portici gonzagheschi.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.