Scarica il file GPX di questo articolo

(Reindirizzamento da Nebrodi)
Europa > Italia > Sicilia > Sicilia nordorientale > Parco dei Nebrodi

Parco dei Nebrodi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Parco dei Nebrodi
Il paesaggio del parco
Localizzazione
Parco dei Nebrodi - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Parco dei Nebrodi è un'area protetta situata in Sicilia.

Da sapere[modifica]

È la più grande area protetta della Sicilia, essa si estende lungo un tratto della catena montuosa dei Nebrodi.

Cenni geografici[modifica]

Il parco si trova nella parte nordorientale della Sicilia tra le provincie di Messina, Catania e Enna. All'interno del parco ricadono i territori di diversi comuni che si sono consorziati e fanno parte dello stesso. Della provincia di Messina: Acquedolci, Alcara Li Fusi, Capizzi, Caronia, Cesarò, Floresta, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mistretta, Raccuja, Sant'Agata di Militello, 1 Santa Domenica Vittoria, San Fratello, 2 San Marco d'Alunzio, Santo Stefano di Camastra, San Teodoro, Tortorici, Ucria. Di quella di Catania: Bronte, Maniace, Randazzo. In quella di Enna: Cerami e Troina.

Cenni storici[modifica]

Il parco è stato istituito nel 1993.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono quello di Catania e Palermo.

Permessi/Tariffe[modifica]

L'ingresso al parco è gratuito, tuttavia sono previste delle autorizzazioni per svolgere attività escursionistiche o con mountain bike da richiedere almeno una settimana prima a questo indirizzo. Tale permesso vale soprattutto per gruppi organizzati.

Come spostarsi[modifica]

All'interno dei sentieri del parco ci si sposta a piedi, costituendo un luogo ottimo per escursioni; è possibile, però, anche usare una mountain bike, laddove le forti pendenze lo consentano. Tuttavia essendo grandi le distanze è necessario l'utilizzo di un'auto per raggiungere la località desiderata.

Cosa vedere[modifica]

Monte San Fratello
Monte San Fratello e San Fratello sullo sfondo

Una mappa del parco con indicazioni di massima è scaricabile qui.

  • 1 Monte San Fratello (A sud del comune di San Fratello. Dirigersi verso il parcheggio del cimitero e salire lungo la strada sterrata.). Questo monte posto a breve distanza dal comune di San Fratello la cui altezza massima raggiunge gli 816 m vale certamente una visita per la presenza della città antica di Apollonia. Seppure l'indagine archeologica non abbia del tutto accertato la sua identificazione sono visibili i resti greci dell'abitato (per accedere bisogna chiedere al custode posto nella villa accanto al sito di farsi aprire il cancello). Vi è inoltre una chiesetta medievale detta dei Tre Santi perché dedicata a (Alfio, Filadelfio e Cirino).
Dal monte si gode della veduta di San Fratello a sud, delle Rocche del Crasto a sud-est assieme a Militello Rosmarino, a nord Acquedolci e sul mare le isole Eolie. A est la costa tirrenica con Sant'Agata di Militello.
La visita non richiede particolare preparazione fisica. Monte San Fratello su Wikipedia Monte San Fratello (Q3861955) su Wikidata
  • 2 Rocche del Crasto. Rocche del Crasto su Wikipedia Rocche del Crasto (Q3939523) su Wikidata
  • 3 Cascata del Catafurco. Cascata del Catafurco su Wikipedia Cascata del Catafurco (Q3661533) su Wikidata
  • 4 Serra del Re. Serra del Re su Wikipedia Serra del Re (Q3957968) su Wikidata
  • 5 Bosco di Mangalaviti.
  • 6 Bosco della Tassita.
  • 7 Lago Maullazzo. Lago Maullazzo su Wikipedia lago Maullazzo (Q3825726) su Wikidata
  • 8 Lago Biviere. Lago Biviere su Wikipedia lago Biviere (Q3825642) su Wikidata
  • 9 Monte Soro. Monte Soro su Wikipedia Monte Soro (Q3862034) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Sentiero dei laghi[modifica]

Lago Maullazzo
Il lago Biviere

Partendo da 1 questo punto in cui termina la strada asfaltata, raggiungibile tramite la SS289 da Cesarò o San Fratello si possono raggiungere il Lago Maullazzo e il Lago Biviere. Per raggiungerli dal termine della strada asfaltata proseguire dritto, si percorrono 2,5 km di strada in discesa e in circa 30 minuti si raggiunge questo incantevole laghetto, che è in realtà un lago artificiale creato dalla forestale negli anni 80 a quota 1498 m. Per il lago biviere superato il lago Maullazzo si prosegue dritto per altri 5,3 km lungo il sentiero. Questo lago naturale è più basso del lago Maullazzo a quota 1278 m.

Le antenne di Monte Soro dal lago Maullazzo

Un'alternativa a questo percorso, sempre partendo dallo stesso punto è di salire per il Monte Soro. Lo si raggiunge girando a destra rispetto al precedente sentiero di partenza, si percorrono 4,7 km in salita con un percorso di circa 1 ora e 15 minuti. Questo monte è il più alto dei Nebrodi e raggiunge i 1.847 m. Sulla vetta sono presenti dei ripetitori televisivi ma è possibile scorgere un panorama incredibile a nord le Isole Eolie e a sud l'Etna, ad est il rilievo Serra del Re (1.754 m) che occlude la vista ai Monti Peloritani, a sud-ovest il Monte Altesina (1.192 m) sui Monti Erei e ad ovest la catena dei Nebrodi e le Madonie.

Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.