Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa centrale > Slovenia > Litorale e Carso sloveno > Pirano

Pirano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Pirano
Piran/Pirano
Pirano
Stemma
Pirano - Stemma
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa della Slovenia
Pirano
Pirano
Sito del turismo
Sito istituzionale

Pirano (o Pirano d'Istria, in sloveno Piran), a detta di molti la più bella cittadina della costa istriana della Slovenia, è uno di quei posti in cui cultura e divertimento si mescolano meravigliosamente. Nota per aver dato i natali al compositore Giuseppe Tartini e fiera della bellezza dei suoi edifici medievali e rinascimentali, è anche una meta allettante per chi desidera una vacanza in riva al mare, magari allietata da eventi e musica in spiaggia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Pirano è situata sulla penisola istriana, nel golfo di Pirano ed è bagnata dal mare Adriatico. Il centro storico della città si trova su una piccola penisola circondata dal mare su tre lati e dalle mura risalenti al settimo secolo d.C. sul quarto.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 11,8 13,2 16,9 18,7 22,4 26,7 32,3 31,5 24,7 20,7 16,9 10,2
Minime (°C) 4,1 4,6 7,2 8,9 11,8 13,7 14,2 14,2 13,4 10,9 7,8 5,3

Il periodo migliore per visitare questa piccola cittadina costiera è ovviamente quello estivo, quando è possibile conciliare il turismo culturale con quello balneare. Per coloro che non amano molto la folla, è però consigliabile visitare la città, lontano dalle festività e dai ponti, in primavera.

Cenni storici[modifica]

La località di Pirano viene citata per la prima volta dall'Anonimo Ravennate nel VII secolo, col nome di Piranòn (Πιρανὸν). Secondo la tradizione, Pirano sarebbe stata fondata, come Venezia, da profughi aquileiesi fuggiaschi di fronte agli Unni. Conosciuta dai greci, la città venne incorporata allo stato romano insieme al resto dell'Istria nel II secolo a.C.. Dall'830 fino al 935, Pirano fu soggetta al Regno d'Italia, in seguito divenne possedimento bavarese assieme al Friuli, per passare nel 976 sotto la Carinzia: un dominio che durò fino al 1040.

I due secoli successivi furono caratterizzati dal graduale avvicinamento della cittadina alla Repubblica di Venezia prima con rapporti commerciali e diplomatici, poi mediante una vera e propria unione politica (nel 1283). Ebbe così inizio il lungo sodalizio fra Pirano e la Serenissima, che ebbe termine solo con la caduta di quest'ultima nel 1797.

Circondata da possenti muraglie, Pirano resistette a vari assalti pirateschi o di vari nemici di Venezia, respingendo due assedi genovesi nel 1354 e nel 1379.

Una serie di epidemie colpì Pirano in questi secoli: l'ultima fu la grande pestilenza che nel 1558 ridusse di due terzi i suoi abitanti.

Allorché Trieste divenne il porto principale dei domini degli Asburgo, il declino di Venezia segnò anche il regresso dell'industria salinaria e per Pirano iniziò una lenta parabola discendente finché - dopo la caduta della Serenissima nel 1797 - passò all'Austria, salvo una breve parentesi napoleonica durante la quale fu sottomessa al distretto di Capodistria.

Nei primi decenni dell'Ottocento l'attività salinaria riprese l'antico vigore: Pirano divenne un porto succedaneo di Trieste, e fu in quel periodo che - verso Portorose - sorse il cantiere navale cittadino. Città abitata in maniera quasi esclusiva da italiani, Pirano partecipò alle lotte fra italiani e slavi (sloveni e croati) per l'esercizio del potere nella penisola istriana, insorgendo nel 1894 contro l'imposizione di tabelle bilingui (italiano - slovene) da parte del governo austriaco.

Nella seconda metà del XIX secolo, Pirano risentì positivamente dei flussi turistici, che fecero della vicina Portorose uno dei luoghi di maggior richiamo dell'intero Impero Austroungarico.

Evacuata in parte durante la Grande Guerra, Pirano venne in seguito assegnata all'Italia. Il periodo italiano non fu caratterizzato da particolari eventi.

Alla fine della seconda guerra mondiale, dopo l'occupazione tedesca, Pirano venne inserita nella zona-B del Territorio Libero di Trieste, soggetta all'amministrazione militare della Jugoslavia di Tito, conoscendo uno dei periodi più duri della propria storia.

Dal 1993 è gemellata, tra le altre, con Castel Goffredo, in Italia.

Come orientarsi[modifica]

Vie strette e piccole case donano alla città il suo fascino particolare. L'abitato si divide in due storici rioni: Punta e Marciana (o Marzana) divisi dall'insenatura del porto e dallo spazio che fu dell'antico mandracchio; li circondano numerose contrade e piccole frazioni.

Come arrivare[modifica]

Aeroporto di Portorose

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono (in ordine di distanza):

Vista del porto di Pirano

In auto[modifica]

È possibile raggiungere Pirano con la strada statale 111. I parcheggi nel centro sono pressoché assenti, ma appena fuori è presente un parcheggio multipiano (Parkinh House Arze).

In nave[modifica]

Da Trieste esiste un servizio giornaliero di navigazione.

In treno[modifica]

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Capodistria (Koper in sloveno) che dista 15 km da Pirano.

In autobus[modifica]

Pirano è collegato con frequenti bus con Isola e Capodistria (circa 20 minuti) e con l'autostazione di Trieste (circa 1 ora). Ci sono bus che collegano Pirano a Portorose.

Da Lubiana i bus partono circa ogni ora e il viaggio dura dalle due alle due ore e mezza a secondo del percorso. La lista completa dei bus è disponibile qui.

Come spostarsi[modifica]

Il borgo è talmente piccolo e per lo più interdetto alle automobili che è consigliabile visitarlo a piedi o in bicicletta: ci si impiegherà non più di mezz'ora. Dalla piazza Tartini parte un bus-navetta per il parcheggio Fornace ogni 15 minuti. All'interno dell'area di Pirano si trova la piccola ma bella località di Portorose, ben collegata con il centro di Pirano attraverso un servizio di navette al modico prezzo di 1 €.

Cosa vedere[modifica]

Duomo
Chiesa della Beata Vergine
Vista su piazza Tartini dal duomo
  • 1 Duomo di San Giorgio e battistero. Costruita nel corso dei XIV secolo, venne consacrata nel 1344. L'attuale aspetto barocco risale al restauro del 1637. Il campanile, ispirato a quello di Venezia dedicato a San Marco, fu terminato nel 1608, mentre l'attiguo battistero nel 1650. Importanti opere d'arte sono due statue di San Giorgio e due tele di Angelo De Coster raffiguranti La Messa a Bolsena ed Il miracolo di San Giorgio. È possibile salire sul campanile per godere di una vista ancora migliore sul paese.
  • 2 Chiesa della Beata Vergine. Risalente al 1439 era un tempo dedicata a San Michele. L'attuale aspetto barocco risale al restauro del diciassettesimo secolo. Importanti sono quattro affreschi raffiguranti Le storie di Sant'Agostino eseguiti da G. Angeli della scuola del Tiepolo.
  • 3 Chiesa della Madonna della Neve.
  • 4 Chiesa di San Francesco. Simple icon time.svg Pinacoteca: d'estate ogni giorno dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 20, resto dell'anno: previo appuntamento. Situata accanto al convento dei frati minori, fu costruita nel 1301. L'attuale interno risale al XVII secolo, mentre l'esterno al XIX secolo. L'opera più famosa opera d'arte che era conservata in questa chiesa era di Vittore Carpaccio: La Madonna con bambino, due angeli musicanti e santi, portata in Italia nel 1940. La chiesa contiene importanti capolavori come l'ovale del Cristo e la Samaritana di Gregorio Lazzarini, L'ultima cena, i dipinti dei papi Alessandro V e Gregorio II, di santa Maddalena, di san Giovanni Nepomuceno e di san Pietro e san Paolo. Il convento possiede un bel chiostro e al piano terra è stata allestita una pinacoteca con quattordici opere di pittori veneziani.
  • 5 Piazza Tartini. Un tempo fuori dalle mura della città e adibita a porto minore per i pescherecci piranesi, crebbe d'importanza con la costruzione del Palazzo comunale, in stile neorinascimentale, progettato e costruito dall'architetto triestino Giovanni Righetti. L'ellisse bianca al centro della piazza, costruita per celebrare il trecentenario dalla nascita di Tartini, riprende le forme che avevano le rotaie del tram elettrico che una volta collegava la città con Portorose. Al centro della piazza si trova un monumento deciato a Tartini in occasione del duecentenario dalla sua nascita.
  • 6 Piazza Primo Maggio. centro della vita di Pirano fino al XII secolo, su questa piazza si teneva il mercato e si affacciava l'antico palazzo comunale.
  • 7 Le mura della città. Le prime mura risalgono al VII secolo e nel corso degli anni, di pari passo all'ampliamento del paese, si sono ampliate, fino ad arrivare, nel XVI secolo, alla costruzione di una terza cinta muraria. La cinta muraria oggi esistente fu edificata tra il 1470 ed il 1534, disponeva di otto torrioni di difesa.


Eventi e feste[modifica]

Monumento a Tartini, il compositore piranese a cui ogni anno viene dedicato un festival di musica barocca
  • Mercatino dell'antiquariato e dell'artigianato. Simple icon time.svg Ogni quarto sabato del mese. Vari espositori allestiscono bancarelle in piazza Tartini.

In piazza Tartini vengono allestiti anche altri mercati.

  • Festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Simple icon time.svg 14-15 agosto. Il giorno precedente a Ferragosto, la statua della Madonna di Strugnano, attraverso una solenne processione, viene portata dal duomo di Pirano fino al molo principale. Da qui parte una processione di barche per Strugnano. Una volta a destinazione, la statua viene portata nella chiesa di Santa Maria della Visione. Dopo una messa solenne, dopo il tramonto, la processione continua con torce e candele fino alla croce sopra la falesia della baia della Luna.
  • Festival Serate musicali. Simple icon time.svg durante alcune sere d'estate. Nel chiostro del convento di San Francesco è possibile assistere a concerti
  • Festival dell'olio di oliva. Simple icon time.svg aprile.
  • Festival della salsa (Cuban Salsa Festival). Simple icon time.svg Agosto. Ogni anno ad agosto si organizza un festival della durata di sei giorni, interamente dedicato al famoso ballo latino-americano. Divertimento garantito!
  • Tartini festival (Festival di musica classica). Simple icon time.svg agosto e settembre. Tra agosto e settembre la città commemora uno dei suoi figli più illustri, il maestro d'orchestra Giuseppe Tartini, dedicandogli questo bellissimo festival di musica classica, uno dei pochissimi del genere nella regione.


Cosa fare[modifica]

  • Guardare il tramonto. Come in molte città portuali, anche a Pirano, sulla punta del faro, può essere emozionante guardare il sole oltrepassare la linea dell'orizzonte.
  • Nuotare. Benché non ci siano vere e proprie spiagge, è possibile fare il bagno dalle scogliere o addirittura tuffarsi dalle mura della città (solo in alcuni tratti).
  • Escursioni in motonave. È possibile partecipare ad escursioni che permettono di vedere il litorale sloveno dalla costa, alcune di queste includono anche la possibilità di fare immersioni.
  • Escursioni in natura. L'area di Pirano e i suoi dintorni sono un vero paradiso per gli escursionisti. Oltre a percorsi improvvisati, potrete scegliere uno o più dei diversi percorsi escursionistici ufficiali presenti sul sito del turismo di Pirano.
  • Passeggiare sul lungomare dalla chiesa di San Giorgio a Fiesso. Il percorso è lungo circa 1 km.
  • 1 Visita all'Aquarium (Akvarij Piran), Kidričevo nabrežje 4, +386 56 73 25 72, @ akvarij.piran@guest.arnes.si. Simple icon time.svg gennaio-marzo: 9:00-17:00, fine marzo-giugno e settembre-novembre: 9:00-19:00, estate: 09:00-22:00. Pirano ha sempre avuto, com'è ovvio data la sua posizione, una vocazione marina. In città sono perciò sorti due istituti interessati allo studio del mare e della vita marina: l'istituto di biologia marina e l'acquario. Oggi l'acquario, nato nel 1964, ospita quasi 140 specie animali marine e 200 esempi di ecosistemi marini.


Acquisti[modifica]

A Pirano non ci sono moltissimi negozi di souvenir, ma è comunque facile trovare dove acquistare cartoline e piccoli gadget.

  • 1 Benečanka - Piranske Soline (Saline di Pirano), Ulica IX. korpusa 2 (All'estremità di piazza Tartini), +386 5 673 31 10, @ benecanka@soline.si. Simple icon time.svg Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18. In una casa veneziana, il negozio vende sale provenienti dalle vicine saline di Pirano.
  • 2 Čokoladnica, Tartinijev trg 5, +386 5 6733100. Simple icon time.svg Lun-Dom: 8-13, 16-21. Sulla piazza Tartini, piccolo negozio di cioccolato prodotto seguendo le originali ricette di Alfonz Videtič.
  • 3 Mercator, Levstikova ulica 5. Simple icon time.svg lun, mar, mer, sab: 7-21, gio: 8-20, ven: 7-20, dom: 8-14. Piccolo supermercato della grande catena statunitense.


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Locali notturni[modifica]

La maggior parte dei locali notturni si trova nella vicina Portorose, tuttavia a Pirano si trovano i seguenti bar:


Dove mangiare[modifica]

Sul lungomare (Prešernovo nabrežje) ci sono numerosi ristoranti con verande coperte e belle viste. I prezzi e i menù di questi ristoranti sono simili. Nei ristoranti situati nelle zone "meno turistiche" (in realtà semplicemente non sul lungomare) è possibile trovare ristoranti con prezzi leggermente più economici e numerose pizzerie e gelaterie.

In numerosi ristoranti è possibile assaggiare la Gibanica, dolce tipico sloveno che viene preparato a partire di una base di pasta frolla con ripieno a strati di semi di papavero, formaggio bianco, noci e mele, disposti secondo un ordine preciso e separati da pasta fillo. Alla fine si copre la pasta con una guarnizione di panna e di burro.

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Fontana, Gallusova ulica 2 (su piazza Primo Maggio (Trg 1.maja)), +386 5 673-1200. Un piccolo ristorante con una veranda che serve piatti a base di pesce di mare e piatti tipici della cucina slovena.
  • Gostilnica, Prešernovo nabrežje, +386 5 6732226. Ampia selezione di piatti di pesce.
  • 2 Neptun, Župančičeva ulica 7, +386 5 6734111. Un piccolo ristorante sulla strada dietro il porto specializzato in pesce di mare.
  • 3 Pavel (1-2) (due sedi sul lungomare), Prešernovo nabrežje, +386 5 6747101, +386 5 6747102. Sul lungomare con tavoli all'interno e all'esterno (in una veranda). Qui è possibile mangiare buoni piatti a base sia di carne che di pesce. Da provare è la Gibanica.
  • Pizzeria Batana, Kidričevo nabrežje 4, +386 5 6762517. Pizzeria sul porto interno.
  • 4 Pri Mari, Dantejeva 17 (Vicino al parcheggio Fornace.), +386 5 6734735. Piccolo ristorante che serve piatti di mare.
  • Restaurant Riva, Gregorčičeva 43 (sul lungomare, quasi alla fine della piccola penisola.), +386 5 6732225. Serve numerosi piatti a base sia di carne che di pesce.
  • 5 Tri Vdove, Prešernovo nabrežje 4, +386 5 6730290. Ristorante sul lungomare che serve numerosi piatti a base sia di carne che di pesce.

Prezzi elevati[modifica]

  • 6 Restaurant Miralonda, Stjenkova 1 (nell'hotel Piran), +386 5 6762514. Il ristorante con un vario e ampio menù.


Dove alloggiare[modifica]

Dato che a Pirano non sono presenti moltissimi alberghi, la migliore opzione per soggiornare nel paese può essere prendere in affitto un appartamento (solitamente a settimane) o soggiornare in un bed & breakfast.

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

  • 4 Farmacia Tartini, piazza Tartini 4, +386 05 673 01 50. Simple icon time.svg Lun-ven: 7.30-20, Sab: 7.30-13.
  • 5 Casa della salute di Pirano (ambulatorio turistico), strada dei Salinai 1, Lucia, 6320 Portorose, +386 5 677 33 20 (ambulanza). Simple icon time.svg 1 luglio - 23 luglio e 16 agosto - 28 agosto: lun-sab 8:00-12:00 e 16:30-20:00 (orari di apertura dell'ufficio). I servizi di emergenza sono attivi ogni giorno dell'anno dalle 7:00 alle 20:00 oltre ad un servizio notturno 20:00-7:00). Si tratta di un piccolo ambulatorio pensato apposta per le necessità o i casi di emergenza dei tanti turisti che frequentano la zona.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

A Pirano esiste un solo ufficio postale, anche se altri possono essere trovati nella vicina Portorose;

  • Ufficio postale di Pirano (Pošta Piran), via Lenin 1, +386 5 671 33 00. Simple icon time.svg 8:00-19:00 (sabato solo fino alle 12:00).

Internet[modifica]

Nel centro del paese è disponibile una connessione WiFi a internet senza obbligo di registrazione (Alternet). In alternativa, se non avete portato con voi un computer o un dispositivo capace di connettersi a Internet, in città così come nelle vicine Portorose e Lucia esistono diversi Internet Point. Nel territorio di Pirano citiamo:



Nei dintorni[modifica]


Informazioni utili[modifica]

Le banche sono generalmente aperte dalle 8:30 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00.

  • 7 Ufficio informazioni turistiche Pirano, piazza Tartini 2, +386 05 673 44 40, @ ticpi@portoroz.si. Simple icon time.svg settembre-giugno: 9:00-17:00, luglio e agosto: 9:00-20:00.


Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.