Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Spinete
Panorama del centro di Spinete da una collina vicina
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Spinete
Spinete
Sito istituzionale

Spinete è un centro del Molise.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Situato ai piedi del Massiccio del Matese fra le colline dell'Appennino molisano nel Molise centrale di fronte a Bojano, il centro abitato è posto sulla cima di una collina e digrada verso la vallata.

Dista 8 km da Frosolone, 9 km Bojano, 18 da Castelpetroso, 27 da Campobasso, 36 da Isernia.

Cenni storici[modifica]

La zona dove sorge Spinete ospitò un insediamento dei Sanniti, in posizione strategica per gli scambi commerciali lungo il sentiero Pescasseroli-Candela; ritrovamenti archeologici testimoniano invece la presenza durante il periodo romano (abitato dal IV a.C. sino ai tempi della guerra sociale) in contrada Masseria Strada Vecchia.

In epoca feudale appartenne prima ai Capuano, successivamente nel periodo normanno il feudo era stato concesso a Giuliano da Castropignano, poi nel periodo svevo fu di proprietà dei conti del Molise che ne persero il possesso all'avvento della monarchia angioina, nel 1269; in quell'anno il territorio passò in feudo a Tommaso Capuano e da questi alla famiglia Sanfromondo, avendo Filippo Sanfromondo sposato la figlia di Capuano. Fino al 1467 rimase in possesso dei Sanfromondo, poi il re Ferrante donò a Matteo Trossa “le terre di Vinchiaturo e di Spinete”.

Nel 1528 passò alla famiglia Gaetani e alla fine del secolo alla famiglia Imperato, tuttora proprietaria del Palazzo Marchesale, che ne restò titolare fino al sovvertimento feudale.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Il comune è costituito da un centro capoluogo, da una frazione -Piana- e da ben tredici borgate: Anniballi, Caccavelli, Colantuono, Gennaretto, Iacovantuono, Macchie, Monte, Pietroneri, Salera, San Giovanni, Santa Croce, Sebbioni, Vicenne e undici nuclei sparsi.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

  • Autostrada A14 Italia.svg Autostrada Adriatica A14 .
  • da nord uscire a Termoli, seguire la direzione Campobasso/Larino, seguire indicazioni per Campobasso percorrendo la SS 87 (strada statale Bifernina) e SS 647, proseguire sulla SP 42 in direzione di Busso, continuare in direzione di Spinete (SP 68).
  • da sud seguire la direzione Pescara, continuare sull'autostrada A16, seguire la direzione Benevento, a Benevento continuare sulla SS 88, uscire a Campobasso, prendere la SS 87 (strada statale Bifernina) in direzione di Campobasso/Isernia, continuare sulla SS 17, SS 647, proseguire in direzione di Busso, SP 42, continuare seguendo indicazioni per Spinete (SP 68).
  • Autostrada A1 Italia.svg Autostrada del Sole A1:
  • da nord prendere l’autostrada del Sole A1, uscire al casello di San Vittore, seguire indicazioni per Isernia, per Campobasso, SS 17, proseguire in direzione di Spinete (SP 68).
  • da sud uscire al casello di Caianello, seguire le indicazioni per Isernia, per Campobasso, SS 17 verso Campobasso, proseguire in direzione di Spinete (SP 68).
  • Da Campobasso prendere la SS 87 (strada statale Bifernina), proseguire sulla SS 17 fino al bivio di Bojano, SS 647, svoltare in direzione di Busso, SP 42, continuare seguendo indicazioni per Spinete (SP 68).
  • Da Isernia prendere la SS 17 verso Campobasso, proseguire in direzione di Spinete (SP 68).

In treno[modifica]

  • Italian traffic signs - icona stazione fs.svg La stazione ferroviaria più vicina è quella di Bojano (distante solo 9,5 km) servita dalla linea Napoli - Bojano (freccia del Molise) e dalla linea Roma - Campobasso

In autobus[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Spinete palazzo baronale sirena
  • Palazzo marchesale (Palazzo baronale). Nonostante il terremoto che colpì la regione il 26 luglio 1805, che provocò gravi danni alle costruzioni, alcuni monumenti più importanti del patrimonio architettonico locale sono ancora visibili, fra i quali il palazzo marchesale (o baronale) di età cinquecentesca. Con molta probabilità in origine era un fortilizio voluto dai Normanni. Sul lato destro del porticato è visibile, scolpita, la figura di una sirena con doppia coda. Considerati gli elementi formali dovrebbe risalire al XV-XVI secolo. Nonostante lo stato di quasi totale abbandono il palazzo marchesale mantiene inalterato il fascino che caratterizza le opere medievali.
  • Chiesa di Santa Maria Assunta, Piazza Tommasi. Edificata nella prima metà del Duecento, ha avuto nel tempo numerosi rimaneggiamenti. Si trova nei pressi del palazzo marchesale degli Imperato al quale un tempo era collegata.
Nel Settecento l'edificio fu ampliato a tre navate e nell'Ottocento vi furono aggiunti il coro e la sacrestia.Conserva numerose statue di Santi e della Madonna.
  • Chiesa di San Pietro Apostolo. È coeva della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, poichè esistono citazioni documentali già nel primo Trecento. Ha una semplice architettura, con aula a una sola navata.
  • Chiesa di San Giovanni Battista. Sorge in campagna e fu edificata per la grande devozione che gli spinetesi portano tuttora al San Giovanni battista. Sulla chiesa si narrano numerosi avvenimenti miracolosi, a partire dalle vicende della sua fondazione fino ai giorni nostri.


Eventi e feste[modifica]

  • Sagra patronale di San Giovanni Battista. Simple icon time.svg 24 giugno.
  • Estate spinetese. Simple icon time.svg nel mese di agosto.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Ristorante Prezioso, Borgo Sebbioni 43, +39 0874 787163.
  • 2 Pizzeria La Fonte del Gusto, Largo Fontana, 9/A, +39 0874 787597.
  • 3 Agriturismo Parisi Ristorante, Contrada Piana, 102 (in frazione Piana), +39 0828 791221.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 2 Poste italiane, Corso Vittorio Emanuele, 19, +39 0874 787135.


Nei dintorni[modifica]

  • Bojano — Fu potente città sannita, poi centro romano. Nel medioevo divenne sede episcopale. Conserva un bel centro storico ricco di chiese, oltre alla cattedrale.
  • Campobasso — La città vecchia si sviluppa su un colle attorno al castello in posizione dominante. La città moderna si è sviluppata nel piano. È il centro più popoloso del Molise, di cui è capoluogo regionale.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Spinete
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Spinete
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.